1

Bilancio Civilistico
Le immobilizzazioni
immateriali
Dott. Stefano Montanari
ulparumenLo dl Lconomla Azlendale
umclo 37 CvesL
Le immobilizzazioni immateriali
sono caratterizzati da:
• Assenza di tangibilità
• Sostenimento di costi misurabili per
l’acquisizione/produzione
• Utilità pluriennale
• Identificabilità
• Controllabilità
2
Tipologie di immobilizzazioni
immateriali
• Beni immateriali: sono beni che pur privi del requisito
della materialità sono coperti da specifica tutela giuridica
che li porta ad essere oggetto di diritti attivi/passivi
– Obbligo di iscrizione in bilancio
– Trattamento come immobilizzazioni materiali
• Oneri pluriennali
– Iscrizione con consenso del collegio sindacale
– Ammortamento massimo in 5 esercizi
– Distribuzione solo in caso di riserve di utili capienti
– Facoltà di iscrizione
• Avviamento
Aspetti generali di valutazione
• Valore originario
– Costo di acquisto +oneri accessori
– Costo di produzione (oneri diretti +quota di oneri
indiretti)
• Ammortamenti
– Inizio del processo dalla disponibilità del bene
– Valore da ammortizzare (costo originario – valore
residuo al termine della vita utile)
– Vita utile del bene (periodo legale di utilizzo per i beni
immateriali; 5 esercizi per avviamento e oneri
pluriennali)
– Criterio di ripartizione del valore (quote costanti o
quote decrescenti)
3
Aspetti generali di valutazione
• Rivalutazioni
– Non consentite rivalutazioni monetarie o economiche
se non a fronte di leggi speciali
– Non determinano ricavi in quanto il SAR transita da
Stato patrimoniale
• Valore recuperabile e svalutazione
– Valore in uso: valore attuale dei flussi di cassa attesi
– Valore realizzabile tramite l’alienazione
– In caso di perdita iscrizione a condizione di
dimostrarne la recuperabilità economica
– Svalutazione in caso di straordinarietà ed
eccezionalità quando il valore residuo è superiore al
valore recuperabile economica-mente
Svalutazione immobilizzazioni
• Alla futura produzione di risultati economici;
• Alla loro prevedibile durata utile;
• E per quanto rilevante al loro valore di mercato
Segnalando altresì
• Le differenze rispetto a quelle segnalate negli esercizi
precedenti
• La loro influenza sui risultati economici dell’esercizio
Lett. 3-bis) La misura e le motivazioni delle riduzioni di
valore applicate alle immobilizzazioni immateriali di durata
indeterminata, facendo a tal fine esplicito riferimento:
4
Costi di impianto e di ampliamento
• Sono capitalizzabili nel limite del valore massimo
recuperabile;
• Ammortamento 5 esercizi sia fiscale che civile
Si tratta di costi non ricorrenti riguardanti precisi momenti
della vita dell’azienda
•I costi pre-operativi (legali e operativi)
•I costi di ampliamenti successivi
Costi di ricerca e sviluppo
• I requisiti richiesti sono:
– Chiara definizione del progetto;
– Realizzabilità del progetto;
– Recuperabilità dei costi tramite i ricavi futuri
• Ammortamento 5 esercizi civile, min 2 esercizi fiscale
• Il bene entra in funzione dal momento della sua
disponibilità ad effettuarne un utilizzo economico e i costi
vanno dal momento si definisce il progetto al momento
della sua disponibilità.
• Fiscalmente vale la regola del sostenimento della spesa.
• Può sussistere il doppio binario fra costo civilistico e
fiscale
Sono capitalizzabili i costi di ricerca e sviluppo sostenuti
per la ricerca applicata e per lo sviluppo. Non sono
capitalizzabili i costi per la ricerca di base.
5
Costi di pubblicità
• Non sono ammortizzabili le spese di rappresentanza o di
materiale promozionale
• Ammortamento 5 esercizi sia fiscale che civile
• Non sussiste il doppio binario
• Sono raccomandabili criteri di ammortamento con quote
decrescenti
Sono capitalizzabili quelli sostenuti per il successo di una
nuova iniziativa. No i costi per la pubblicità di sostegno
Diritti di brevetto e opere di ingegno
• Sono capitalizzabili sia i diritti acquistati che quelli
prodotti internamente
• Ammortamento sia fiscale che civile in base alla durata
di legge salvo vita utile inferiore (fiscalmente non
superiore a un mezzo).
• Sussiste il doppio binario fra ammortamenti civilistici e
fiscali
• Il bene entra in funzione dal momento della sua
disponibilità e i costi vanno dal momento si definisce il
progetto al momento della sua disponibilità
Sono capitalizzabili solo se vi è la sussistenza del diritto
esclusivo di sfruttamento, la recuperabilità dei costi di
iscrizione, la misurabilità del costo sostenuto.
6
Concessioni, licenze, marchi
• Concessioni ammortizzabili in base alla
loro durata legale;
• Licenze ammortizzabili in base al contratto
di sfruttamento (anche fiscale)
• Marchi ammortizzabili in base alla durata
utile (max 20 anni) – fiscalmente in misura
non superiore a 18 anni
Avviamento
• Iscrivibile solo se acquistato a fronte di un prezzo
• Iscrivibile solo se il maggior prezzo rispetto al valore
contabile è dovuto ad un beneficio economico futuro
• Ammortamento non superiore ai 5 anni, tempi più lunghi
sono da motivare in nota integrativa
• Fiscalmente è deducibile in 18 esercizi
È costituito da costi a utilità differita nel tempo, viene
incluso nel corrispettivo pagato per l’acquisto dell’azienda
(o parte di essa) e non è quindi scindibile dal complesso
aziendale acquisito
7
Costi per software
• Acquistato in proprietà o con licenza a tempo
illimitato: è assimilato ad un brevetto e si
ammortizza per la durata utile o tre esercizi se
non determinabile (fiscale min 2 esercizi)
• Acquistato con licenza a tempo determinato
e pagamento di canone una tantum: è
assimilato a concessioni licenze ed
ammortizzato in base al contratto se sostenuto
un costo una tantum (vale anche per fisco)
• Prodotto internamente senza brevetto: altre
immobilizzazioni immateriali ed ammortamento
in tre esercizi (se non determinabile la durata
utile) (fiscalmente min. 2)

Sign up to vote on this title
UsefulNot useful