La Voce del Padre

Bollettino per la causa di canonizzazione del
Nuova serie - Anno 12 - marzo - 2013 – n. 42

Venerabile P. Vittorio De Marino
Anno della Fed

La Fede nella vita del Venerabile
Nell’ultimo numero abbiamo raccontato alcuni episodi della vita del nostro Venerabile, che rivelano una fede straordinariamente viva. Continuiamo il nostro racconto. 3 Un medico dalla Fede sincera, profonda e operosa. Anche da professionista, nello svolgere la sua attività di medico, il Nostro non tralasciò alcuna occasione per infondere la Fede in coloro che avvicinava. Vincenza Pirozzi, che fu al suo servizio, così descrive la vita santa e illibata del medico De Marino: ”Ogni mattina si avvicinava alla Mensa Eucaristica, con devozione edificantissima. Ascoltava la Messa sempre in ginocchio e con le mani giunte. Faceva la meditazione quotidiana. In occasione delle Quarant’Ore si recava nella parrocchia ove restava in adorazione di Gesù sacramentato. Venerava con particolare devozione la Madonna del Carmine. Era anche devoto di S. Giuseppe, a cui dedicò l’oratorio privato che egli ottenne per far ascoltare la Messa alla sorella malata. Recitava il rosario quotidiano e alla sera prima di mettersi a letto si faceva la disciplina” (summ, §135). 4 Un religioso e sacerdote dalla Fede ardente. L’ansia di perfezione spirituale, che il Servo di Dio manifestò fin dall’infanzia, lo accompagnò per tutta la vita, facendosi particolarmente acuta dopo il suo tardivo ingresso in religione. Riferisce il signor Carmine Petrone. “… egli stesso diceva di dover fare passi da gigante, perché era entrato tardi in religione e doveva riparare il tempo passato nel secolo...”. Divenuto Sacerdote, dimostrò la fede ardente che tutto lo animava, innanzitutto osservando in modo esemplare i doveri e gli obblighi del suo stato, senza che fosse possibile notare qualche mancanza. Ogni suo atto di vita religiosa era alimentato dalla sua fede straordinaria, tanto da apparire esternamente e da conquistare quanti lo trattavano. Aveva una fede incondizionata nelle verità di Dio e insegnate dalla Chiesa, fede che dimostrò con le opere, con le parole nell’esercizio del ministero sacerdotale, nelle conversazioni, nel fervore della sua preghiera quasi continua. “ Rimasi ammirato - ricorda il Prof. Gesué - del fervore della sua parola e della forma facile , accessibile a tutti, senza ostentazione di cultura, parlando quasi familiarmente e con profonda convinzione”. (dalla “Positio super virtutibus” pp 31-36) P. Enrico Moscetta

Un Pensiero al giorno (Dagli Scritti di S. Antonio M. Zaccaria)
Aprile: stimandomi debitore di tutti, a tutti mi sommetterò, mi umilierò, e mi concorderò con ognuno, affinché Dio per la sua bontà mi accenda il cuore: Dio che è solito abitare nei luoghi bassi e quieti. Maggio: Quanto allegri si trovano i buoni, trovandosi privi dell’affetto del tutto, perché così non potranno essere separati dall’infinito gaudio di Dio, e avendo perso il tutto hanno il tutto. Giugno: Dio non ha abbandonato tutto per te? Che ha potuto fare che non abbia fatto? E tu vorresti servirlo, amarlo, onorarlo limitatamente, e non di più? Non dir mai più così, perché oltre a guastare l’istinto naturale che ti ha dato Dio, fai cosa perniciosa a te perché non vai avanti nella via di Dio.

Cristo è risorto. Alleluia! Alleluia!

Cronaca
6 dicembre. In serata accogliamo il signor Nino Crispo, che per un po’ di tempo si ferma in casa da noi per motivi personali. 13 dicembre. In mattinata il Padre Maestro, P. Ferruccio M. Trufi e i due novizi Graziano e Przemek, vanno a Varsavia per l’ordinazione sacerdotale dello studente Tommaso Viech, già novizio a San Felice a Cancello nel 2006-2007. Torneranno la sera del giorno 18. (vedi articolo). 19 dicembre. Il M.R. Padre Provinciale, P. Pasquale M. Riillo, viene e ci comunica che, contrariamente a quanto comunicatoci anteriormente, il Confratello che era stato destinato a questa Comunità non può più venire per motivi personali. 21 dicembre. All’Incontro Intercomunitario, in preparazione al Santo Natale al Collegio Bianchi partecipano P. Superiore, i due novizi, i due postulanti e lo studente Giuseppe Mariano. 27 dicembre. Festa del Titolare della Parrocchia: San Giovanni Evangelista. Molto gradita la visita del rev. mo Padre Generale e del P. Vicario Generale. In serata ammiriamo la bellissima rappresentazione del Presepe vivente, realizzata dai nostri bambini e ragazzi. Tema : Cinque continenti, unica famiglia. 3 gennaio. Il Padre Superiore, insieme alla sig.ra Maddalena Balletta, partecipa all’Incontro nazionale dei Responsabili e dei Padri Spirituali del Movimento dei Laici di San Paolo a Roma, presso le suore Domenicane di San Sisto.
Responsabili e Assistenti LSP. Nella foto mancano P. Francesconi e P. Trufi

2 gennaio. Lo studente G. Mariano, i novizi e i postulanti vanno con il Padre Maestro a Paduli (BN) per il Ritiro Spirituale con i PP. Teatini e la Comunità di Maria Stella dell’Evangelizzazione. 13 gennaio. Accogliamo la Comunità Neocatecumenale di Caserta. 17 gennaio. A pranzo si fermano con noi il M.R. Padre Provinciale e il Padre argentino Domingo Pinilla, che lavora nella nostra missione di Milot in Albania. 18 gennaio. Nel nostro salone si svolge nel pomeriggio si svolge il Convegno del Patronato della CISL. 19 gennaio. Sono circa 40 i ragazzi della parrocchia di Santa Francesca della Cinque Piaghe di Casoria, che si fermano fino a domani per una giornata di formazione spirituale con i loro educatori e il parroco don Jonas. 20 gennaio. I nostri seminaristi insieme al Padre Superiore partecipano alla Concelebrazione nelle cattedrale di Acerra in occasione del 90° Compleanno di S.E. Mons. Antonio Riboldi, vescovo emerito di Acerra. 25 gennaio. Conversione di San Paolo. Festa dei Tre Collegi. Durante la Concelebrazione delle ore 18.00, presieduta dal Padre spirituale del Laici di san Paolo, P. Ferruccio, ben 21 Laici di S Paolo, dopo un lungo periodo di preparazione, dichiarano pubblicamente di far parte del Movimento dei Laici di San Paolo. Terminata la Celebrazione, degustiamo, nei locali del convento, un semplice rinfresco, preparato dagli stessi Laici.
I Laici che hanno fatto l’Ingresso nel Movimento LSP

30. Gennaio. Lo studente barnabita Giuseppe M. Mariano termina la sua permanenza di quattro mesi tra noi e, prima di andare allo studentato teologico di Roma per la preparazione alla Professione Solenne insieme ad altri 10 Confratelli di diverse nazioni, trascorre alcuni giorni con i familiari a Bari. 9 febbraio. Convegno: “ Verso Dio e il prossimo: la fede, io e Milot”. Padre Ferruccio, lo studente Giuseppe, i novizi, i postulanti e la sig.ra Maddalena ( nella foto), alle ore 5 del mattino, partono in macchina per raggiungere nel primo pomeriggio la sede del Convegno, Lodi. Tre giovani della parroccia vanno in aereo. (Vedi articolo) 10 febbraio. Convivenza dei Neocatecumenali di Caserta. 15 febbraio. Nel pomeriggio accogliamo il gruppo dei Laici “Verniani” di Acerra, accompagnato da suor Maria della Congregazione delle suore di Maria Immacolata di Ivrea. P. Enrico tiene la meditazione. 22 febbraio. Graditissima la visita “lampo ” del rev. mo Padre Generale, Francisco Chagas Santos Da Silva. 23 febbraio. Nel pomeriggio breve ritiro spirituale per i bambini che si preparano alla Prima Comunione.
Due “veterani” di Milot al Convegno

24 febbraio. Giornata di ritiro spirituale dei ragazzi del dopo-Comunione, guidato dai Catechisti Michele Raffaella e Roberta. 2 marzo. Mezza giornata di Ritiro spirituale, guidato da Padre Moscetta, per aspiranti, novizi e studenti e sacerdoti di tre Congregazioni religiose: Barnabiti, Teatini e Comunità di Maria Stella della Evangelizzazione. Dopo pranzo ritorna a casa , a Santa Maria a Vico, il giovane Alfonso Piscitelli, dopo avere trascorso due giorni di ritiro spirituale nella nostra comunità. 3 marzo. Nel pomeriggio si svolge il Ritiro spirituale parrocchiale. Una cinquantina di parrocchiani, specialmente membri dei diversi gruppi della parrocchia, ascoltano le riflessioni del parroco, pregano e riflettono per vedere come vivere meglio il tempo quaresimale e l’Anno della Fede. Dopo la santa Messa, verso le ore 20.00 segue la cena con la partecipazione di P. Giovanni M. Nitti, di passaggio, perché domani parteciperà alla Consulta provinciale a Napoli nel collegio Bianchi.
P. Ferruccio M. Trufi

Mondo Zaccariano
Nuove Fondazioni nelle Filippine.
La Delegazione filippina ha aperto due nuove fondazioni con l’ assunzione di due nuove Parrocchie. Una dedicata a San Domenico Ibanez de Erquicia, domenicano spagnolo martire insieme a ad altri nel secolo XVI, a Sapang, villaggio di Bayambang, provincia di Pangasinan, al nord dell’isola Luzon. I due padri responsabili hanno fatto l’ingresso in parrocchia il 5 novembre scorso. L’altra nuova parrocchia si trova a Calaanan, un quartiere nella città di Cagayan de Oro, isola di Mindanao, al sud delle Filippine. Essa verrà canonicamente eretta nel giugno del 2013, ma già da settembre due Confratelli barnabiti lavorano nella città di Cagayan de Oro, in cattedrale. Calaanan è una zona creata dal governo nazionale per la gente dispersa dal tifone, che colpì il paese nel 2011. Vi sono 4.000 famiglie che oggi abitano in quella zona situata al nord della città di Cagayan de Oro.
P. Ferruccio M. Trufi

A Lodi il 9 e il 10 febbraio si è svolto il convegno, organizzato dai Padri Barnabiti dal tema “Verso Dio e verso il prossimo: io, la fede e Milot” dedicato alle missioni della Congregazione e in particolare a quella di Milot. Da San Felice eravamo presenti: tre giovani volontari, P. Ferruccio, lo studente Pino, i postulanti, i novizi e la sig. Maddalena. Nel pomeriggio del sabato il Convegno è stato trasmesso in diretta da Radio LODI. Padre Giannicola Simone, organizzatore insieme all’Assistente generale P. Fabien, al P. Giovanni Peragine, alla sig.na Gaia e tanti altri, dopo una breve presentazione, ha dato la parola ai convegnisti e, in diretta telefonica, ad alcuni personaggi dello spettacolo e ad amici delle missioni.

Convegno Missionario.

Il giorno seguente è continuato il Convegno. Dopo la bella conferenza del Padre Giannicola sul volontariato, è stata data maggior possibilità ai convegnisti di esporre la loro esperienza missionaria. Si è parlato di allargare questa esperienza missionaria alle altre realtà missionarie della Congregazione. Ci ha fatto molto piacer ascoltare il Console albanese sempre presente in sala, e il vescovo di Lodi la cui presenza è stata limitata per impegni assunti precedentemente. Per noi è stato doveroso giungere a Lodi, in quanto i sanfeliciani sono stati tra i primi a fare questa esperienza missionaria a Milot nel 2005. Un grazie va a chi ha reso possibile tutto questo: dai Padri Barnabiti ai giovani provenienti da molte parti d’Italia. Speriamo che l’esperienza di Milot possa ripetersi in altre Missioni dei Barnabiti. Antoni , Francesco e Vanni
Tavolo della Presidenza e tecnici di Radio Lodi

Ordinazione sacerdotale
In occasione della ordinazione sacerdotale di Tomasz Wiech, p. Ferruccio Trufi e i due novizi, Graziano e Przemek, si sono recati a Varsavia per condividerne la gioia. E’ stato un momento particolarmente toccante e significativo per una comunità, come quella polacca, in continuo fermento e piena di iniziative. Il viaggio ha permesso a Przemek di rivedere i suoi cari e i luoghi dove ha studiato. E’ stato, inoltre, occasione per visitare il santuario di Czestochowa.
Graziano

Padre Tomasz Wiech con i novizi Graziano e Przemek

Testimonianze

(prese dal “quaderno delle grazie”, che sta presso la tomba del Venerabile).

*Padre, aiutami a superare le avversità della vita con forza e fede e aiuta la mia famiglia e i “grandi” affinché diano il giusto a tutti: illuminali e guidali. A.V. *Carissimo Padre Vittorio, ti preghiamo con fede e amore: donaci la grazia di affidarci a Dio Padre con la fiducia che avevi tu e di far arrivare agli altri la pace che irradiavi col tuo sorriso. Dacci forza e donaci, se così vuole Dio, salute. Grazie. Amici di San Giorgio a Cremano. 16-2-2013.

Offerte per la Causa di Canonizzazione del Ven. P. Vittorio:
Morgillo Francesca 10.00; N.N. 5.00; Martinisi Annunziata 15.00; Della Marca Immacolata 10.00; N.N. 10.00; Ruotolo Michela 30.00; Crisci Felicia 25.00; N.N. 10.00; Sig.ra Clotilde 10.00; Cassette: 215.00; N.N. 10.00; N.N. 15.00; Di Marino Vittorio 10.00.

Preghiera al Venerabile Padre Vittorio
O Dio nostro Padre, che con il tuo amore guidi ogni momento della nostra vita, accogli benigno la nostra preghiera: per intercessione del tuo servo Padre Vittorio M. De Marino, immagine della tua bontà, concedi a noi tuoi figli le grazie che ti chiediamo, perché possiamo con animo riconoscente gioire dei tuoi benefici. Per Cristo nostro Signore. Amen. La Voce del Padre - Padri Barnabiti - San Felice a Cancello (CE) Piazza Vittorio De Marino, già via Roma 433 tel. e fax 0823751313 C/CP. 14413819 e-mail barnabiti.sanfelice@gmail.com