cinema INDIE

Giacomo Cimini, filmmaker italiano con base a Londra, sta per tornare al cinema con The Nostalgist, tratto da un racconto che ha stregato anche Steven Spielberg… di Gabriele Ferrari

Sci-fi e (nessuna) nostalgia di casa

T

alento in trasferta o esempio egregio di “fuga di cervelli”? Comunque la vogliate vedere, Giacomo Cimini è uno di quei nomi da tenere d’occhio. Nato a Roma poco più di trent’anni fa, trasferitosi prima a New York e poi a Londra per seguire la sua passione, la sua carriera comincia con il botto e va migliorando con gli anni:

botica, autore di ironici “manuali” scientifici, tra cui Robopocalypse, il romanzo da cui Spielberg trarrà il suo prossimo progetto sci-fi». Un protégé del grande Steven alla corte di un italiano esordiente? «Io e Daniel ci siamo conosciuti prima del deal con Spielberg, l’avevo contattato per fargli vedere La città nel cielo e gli è piaciuto talmente tanto che m’ha proposto dobbiamo pensare global. di fare un corto a partire da la nostra audience è il mondo un suo racconto». Che è disponibile in Rete (http:// la sua prima opera completa nonché sua www.tor.com/stories/2009/07/nostalgist) e tesi di laurea, il corto sci-fi La città nel cieracconta la storia di un bambino-robot dilo, è stato presentato al Festival di Venezia fettoso (un po’ il stile A.I.: c’è chi ha defini2009. Cimini ha da poco finito di girare il to lo stile del racconto “Pinocchiopunk”). suo nuovo lavoro, The Nostalgist, tratto da Per vedere il corto, invece, c’è da attendeun racconto di Daniel Wilson, «PhD in rore almeno fino al prossimo autunno (e Best Movie sarà il primo a farvelo sapere): «Non sono partito subito perché stavo lavorando a un altro progetto, The Bleak Sea. Ma da quando gli agenti si sono messi d’accordo sono partito e ora abbiamo un cast in cui compare tra gli altri Lambert Wilson». Nomi importanti e storie affascinanti messe al servizio di un Giacomo Cinimi (a destra) ha esordito con il corto La città nel enorme talento visivo («Abbiacielo, lavorato a The Bleak mo un team incredibile per gli efSea, che per ora esiste solo in forma di trailer, e fetti speciali»): allora perché in Itaprossimamente tradurrà il lia il genere fatica? «Non fatica, semvolume a fumetti Monolith
122 BEST MOVIE marzo 2013

Alcune foto di scena con protagonisti Lambert Wilson (Matrix Reloaded, Uomini di Dio) e Samuel Joslin (il figlio “di mezzo” di Naomi Watts e Ewan McGregor in The Impossible)

plicemente si fa sci-fi in modo indie. Il perché dovresti chiederlo ai produttori, età media 60 anni e nessuna passione per il campo; i giovani non hanno accesso ai fondi, e il finanziamento pubblico in Italia è un disastro, altera il mercato. Ecco perché non c’è l’equilibrio che c’è all’estero». La soluzione qual è? «Pensare global e andare oltre la provincia. Tra comunicazioni Internet e voli low cost, la base può essere ovunque, il resto sono problemi condominiali. L’audience di un esordiente deve essere il mondo». Fantascienza? (Per saperne di più: www.giacomocimini.com)

WWW.BESTMOVIE.IT

© Michael O’Connor (4)