Attaccare un bottone, fare un orlo, sostituire una cerniera lampo…..

capita a tutte, prima o poi, di trovarsi ad affrontare simili situazioni e non avere dimestichezza con questo tipo di lavoro. Da oggi proviamo a insegnarvi l'ABC del cucito Applicare un bottone Usate filo ritorto per occhielli, di seta o cotone con un ago da ricamo a cruna larga, in modo da poter inserire il filo doppio. Con questo sistema risparmierete tempo, cucendo con quattro capi di filo assieme. Ricordatevi di annodare l'estremità dei capi. Innanzitutto è importante prevenire la caduta del bottone: appena vi accorgete che i fili cominciano a consumarsi intervenite subito. Ci sono vari tipi di bottoni:

bottoni con gambo : fissate il filo sul diritto del lavoro con piccoli punti, appoggiate il bottone e infilate l'ago prima nel gambo e poi nel tessuto, ripetete per 3-4 volte e affrancate il filo con piccoli punti. Per cucire un bottone in modo che il filo formi un gambo (si usa quando la stoffa dell'abito è molto grossa), fissate il filo, infilate l'ago nel primo foro del bottone. Inserite quindi uno stuzzicadenti o un fiammifero, che farà da distanziatore fra il bottone e la stoffa, proseguite con altri tre o quattro punti in ogni foro, quindi togliete lo stuzzicadenti e avvolgete il filo attorno al gambo, bloccandolo poi con parecchi piccoli punti.

Bottoni con 2/4 fori : fissate il filo sul rovescio del tessuto, uscite con l'ago sul diritto passando da un foro del bottone e ritornate sul rovescio passando da un altro foro. Ripetete più volte. Se i fori sono 4, i bottoni possono essere applicati in modo che la cucitura possa formare una croce, un quadrato o dei punti paralleli.

Se il bottone ha un rinforzo, si attacca il bottone principale nel modo normale ma contemporaneamente si passa con l'ago in un bottone più piccolo, posto sul

cappotti o capi in pelle. Fissate l'orlo con un sottopunto. Fate un piccolo punto orizzontale sul tessuto prendendo solo qualche filo in superficie. Sottopunto nascosto : ripiegate il margine all'interno per 0. Il filo deve essere passato più volte attraverso i piccoli fori che ci sono nella loro circonferenza. 5. l'orlo viene fatto per ultimo e si realizza a mano o a macchina. Si forma una barretta di filo lungo la cucitura. Fare un Orlo Gli orli si eseguono per rifinire un tessuto. Fermate il filo sul rovescio del lavoro con piccoli punti nascosti. Asole volanti L'asola volante di filo si esegue sul bordo di una chiusura e serve per agganciare il bottone collocato sul bordo opposto. Adesso bisogna iniziare a rivestire i fili con il punto festone: da sinistra verso destra disponete il filo intorno alla punta e fate passare l'ago attraverso l'asola. ripiegate e cucite il margine della striscia. Proseguite con il punto festone ricoprendo l'asola fino a formare un archetto solido e consistente. si può usare anche la striscia termoadesiva che si inserisce tra l'orlo e il tessuto del capo e si fissa definitivamente senza dover ricorrere a cuciture di nessun genere.. Essendo l'apertura a strappo vi consigliamo di fissarli con speciale cura. Bottoni automatici : sono composti da due parti metalliche che si incastrano fra loro. Orlo dei pantaloni . Bisogna fare molta attenzione perché l'orlo svelto non si toglie facilmente. Imbastite. Dopo aver posizionato la striscia si preme a lungo con i ferro a vapore ben caldo senza però farlo scorrere. e fate una cucitura aperta. in ultima battuta. poi eseguite un altro punto orizzontale prendendo 3-4 fili nell'orlo ripiegato. Per poter eseguire questo tipo di asola bisogna fissare il filo sul tessuto e stabilire l'ampiezza dell'asola volante puntando l'ago sulla destra: ritornate con il filo al punto di partenza e fermate con piccoli punti.rovescio esattamente in corrispondenza dell'altro. Normalmente è previsto un orlo di cm. In qualunque capo di abbigliamento dalla biancheria al pantalone. generalmente di fodera.5 cm . Per fissare un orlo. Orlo falso : Si usa quando il tessuto per fermare l'orlo non e' sufficiente: unite la parte inferiore dell'indumento ad una striscia di tessuto più leggero. Gli orli fissati a mano possono essere eseguiti in modi diversi. Questo sistema normalmente è usato nei tessuti pesanti come giacche. tenete sollevato con la mano sinistra l'orlo in modo che il filo rimanga più lento e non si veda sul diritto. La parte adesiva è protetta da una striscia di carta che va tolta prima dell'uso.

è sempre consigliabile provare di nuovo il capo prima della confezione definitiva. sia perché fanno male sia per evitare di toglierli. Una volta tagliato prendete la macchina da cucire e fate una cucitura zig-zag.. Ricoprire il "buco" eseguendo prima dei punti lunghi verticali detti "fili di trama". proprio al margine.e poi rovescia il pantalone. mezzo centimetro più sotto del margine rifinito.cosi' viene un bordo di 2 cm.. Fissate l’orlo con degli spilli dove volete che sia finita. 2...Per stabilire la misura giusta. Scegli quelli per tessuto NON per maglia! 5) la macchina e' impostata con una tensione di filo superiore e inferiore che farai una prova con un pezzo di tessuto che hai tagliato. in modo da coprire una parte del tacco. 2) Taglia il troppo della stoffa il piu' cioe' fino al segno piu' basso. Fatto questo tracciate sotto queste due linee (quelle che saranno l’orlo definitivo) un’altra linea a 4 cm di distanza. mentre la parte dietro dovrebbe essere più lunga di mezzo centimetro. sarà una teletta adesiva. Ponete sotto al "buco" un supporto che nel caso del calzino sarà "l'uovo". 3) quando girerai l'orlo dal rovescio lo farai vedendo il seocndo segno che giri in dentro fino a vedere il primo segno col gesso. cioè quella inferiore. 7) passi la cucitura dunque al dritto facendo piano scorrere l'orlo facendo attenzione (lo senti anche con le mani) che il bordo passi nella cucitura. Ora piegate il pantalone per lungo in modo che sia simmetrico dritto contro dritto e mettetelo sul tavolo... considerando che se ancora è da lavare un po’ si ritirerà. La regola ideale dovrebbe essere che la parte anteriore del pantalone tocchi appena la scarpa. regolando la tensione del filo e facendolo abbastanza . Controllare che l'orlo sia senza grinze e piatto: mi raccomando la geometria ragazzi! Si passa alla fase finale: si fa una bella cucitura dritta con la macchina da cucire. non troppo fitta. Riportate la misura sull'altra gamba stendendo i pantaloni con una gamba sopra l'altra. 4) Dal dritto cuci con punto dritto con ago per tessuti pesanti si comprano perfino al supermercato a quegli stand delle mercerie. spiegare senno faccio qualche foto e te la mando 1)prendi la misura sul DRITTO dei pantaloni misurando col cm dal fondo in su e segni col gesso da sarta da quel segno che hai fatto devi segnarne un altro 4 cm piu' sotto che sarebbe cio' che giri in sotto..e imbastisci. cioè quella a 4 cm dall’orlo giusto. lo scopo è di evitare che si sfilacci. dalla prima. quindi rivoltando verso sopra... l’altra più sotto a 4 cm. Prima di cucire.alla fine dell'orlo fai un passo avanti e indietro per fermare il filo. ma bisogna fare molta attenzione perché il punto non si deve vedere sul diritto del tessuto. Una volta imbastito l'orlo.. sono stata spiegata??????? Allora innanzitutto provatevi la tuta. Imbastite quindi l'orlo.. Quindi rigirate all’interno l’orlo che sarà a una distanza di circa due cm. Controllare che l'orlo sia ben piatto e rifinite il margine con una cucitura a zigzag per evitare che si sfilacci. in un tessuto. Si dovrebbe fare l’imbastitura (così il pantalone viene bene) che consiste nel passare dei punti lenti col filo da imbastire per togliere gli spillini appena messi e fissare il pantalone per la cucitura che andremo a fare tra un attimo. (all’interno) dall’orlo che sarà poi definitivo e fissate degli spillini.. stirate la piega prestando attenzione a non passare sopra gli spilli. Con una riga (o un cartoncino rigido) e un gessetto riportate la misura presa con gli spilli facendo proprio una linea dritta da parte a parte. tra la stoffa e la fine. 6)Se la macchina ha il braccio libero allora toglilo cosi' infili la gamba del pantalone nella macchina e ti troverai meglio a cucire. Completare il rammendo eseguendo i "fili di ordito". Ora prendiamo con coraggio le forbici e tagliamo lungo la seconda linea.. quasi fuori dal bordo. nel caso di uno strappo. occorre indossare i pantaloni e fissare l'orlo con alcuni spilli nell'esatta posizione. Se avete meno stoffa tagliate a una distanza inferiore per es.... prendendo alcuni fili di base a qualche millimetro di distanza dal "buco" stesso. Toglietevi il pantalone facendo attenzione agli spilli.5 cm. Se non avete la macchina da cucire fate un sopraggitto a mano molto lento.. Per fissare l'orlo a mano si esegue il punto mosca: si lavora da sinistra a destra con punti incrociati che mantengono l'orlo ben fermo. Come eseguire un rammendo Il procedimento di base non varia sia che si tratti di rammendare un calzino che un qualsiasi tipo di strappo o buco. riportate la stessa misura sull’altra gamba. Ricapitolando abbiamo per ciascuna gamba due linee: la prima sopra è quella dove finirà il pantalone. fermate il filo prendendo alcuni fili del tessuto e passate l'ago sopra e sotto i fili di trama..

purtroppo ci voleva il video.morbido perché sennò si arriccia tutto e diventate delle odalische. Se lo dovete fare a mano. così se con la macchina da cucire andate storti non si vede molto. se la vs. è meglio il punto invisibile. macchina lo fa. Altrimenti. Spero di essere stata abbastanza chiara. Usate un colore di filo simile al colore della stoffa. fatelo con il punto mosca cioè un punto lento e visibile all’interno del pantalone (dove non si vede) e un punto prendendo solo una trama di stoffa dalla parte esterna (dove si vede). vi filmavo tutti i passaggi… .

Sign up to vote on this title
UsefulNot useful