You are on page 1of 1

10 gennaio 2013 LAVORO INTERMITTENTE.

STOP ALLA COMUNICAZIONE VIA FAX

Non pi valida la comunicazione della chiamata del lavoratore intermittente via fax Premessa: Niente fax per comunicare lavoratori intermittenti. A comunicarlo il Ministero del Lavoro con un comunicato stampa diffuso l8 gennaio 2013. Pertanto, il nuovo obbligo comunicazionale, introdotto dalla riforma Fornero, potr essere adempiuto attraverso le seguenti modalit: Pec, e-mail, sms, web.

Obblighi comunicazionali: Prima della prestazione lavorativo o di un ciclo integrato di prestazioni di durata non superiore a 30 giorni il datore di lavoro tenuto a comunicare la durata con le modalit indicate nella premessa. In particolare, i 30 giorni sintendono di lavoro effettivo e non come arco temporale massimo allinterno dei quali individuare i periodi di attivit del lavoratore. Potranno, quindi, essere effettuate comunicazioni che prendano in considerazione archi temporali anche molto ampi purch, allinterno di essi, i periodi di prestazione non superino i 30 giorni per ciascun lavoratore.

Modifica o annullamento della comunicazione - La suddetta comunicazione, anche se effettuata lo stesso giorno in cui viene resa la prestazione lavorativa, dovr intervenire prima dellinizio della stessa. Essa, inoltre, potr essere modificata o annullata attraverso linvio di una successiva comunicazione di rettifica da inviare sempre prima dellinizio della prestazione ovvero, nel caso in cui il lavoratore non si presenti, entro le 48 ore successive al giorno in cui la prestazione deveva essere resa.

La sanzione- in caso di mancata comunicazione, il datore di lavoro vedr recapitarsi una sanzione amministrativa che va da 400 euro a 2.400 euro

Comunicazione tramite email E possibile utilizzare la posta elettronica. Le-mail ( indirizzata a intermittenti@lavoro.gov.it ). e riportare nelloggetto comunicazione chiamata lavoro intermittente.