Seminario di Studio sul documento CNR-DT200/2004 – 10 Giugno 2005

Esempi numerici – F.Ceroni
Esempi di rinforzo a FLESSIONE
con FRP – Stato limite ultimo
Ing. Francesca Ceroni
ceroni@unisannio.it
Università degli Studi del Sannio
Seminario di Studio sul documento CNR-DT200/2004 – 10 Giugno 2005
Esempi numerici – F.Ceroni
Esempio 1
Seminario di Studio sul documento CNR-DT200/2004 – 10 Giugno 2005
Esempi numerici – F.Ceroni
1) Sezione in c.a. – Calcolo del momento ultimo
calcestruzzo: f
cd
= 0.85⋅0.83⋅Rck/1.6 = 110 kg/ cm
2
;
acciaio: f
yd
=4400/1.15 = 3826 kg/cm
2
; Es=210000 MPa
• base trave b = 30 cm;
• altezza utile d =46 cm;
• copriferro 4 cm;
• calcestruzzo Rck 250;
• Area di acciaio in
trazione 7.63 cm
2
(Feb44k)
Resistenze materiali
Adottando la semplificazione dello stress block le equazioni di equilibrio si scrivono:
0 8 . 0
1
= ⋅ − ⋅ ⋅ ⋅
yd s cd c
f A f y b
) 4 . 0 ( 8 . 0
c cd c u
y d f y b M ⋅ − ⋅ ⋅ ⋅ ⋅ =
0 3826 63 . 7 110 y 30 8 . 0
c
= ⋅ − ⋅ ⋅ ⋅
) 11 4 . 0 46 ( 110 11 30 8 . 0 M
u
⋅ − ⋅ ⋅ ⋅ ⋅ =
y
c
= 11cm
M
u
= 12.1tm
La differenza con il metodo esatto è trascurabile
La rottura avviene in maniera bilanciata acciaio-cls
Seminario di Studio sul documento CNR-DT200/2004 – 10 Giugno 2005
Esempi numerici – F.Ceroni
2) Sezione in c.a. rinforzata con CFRP applicato su struttura già caricata
y
0
y
0
M
0
= 4.5tm
Calcolo posizione asse neutro:
0 ) y d ( nA ) d y ( nA
2
y
by S
o 1 s 2 o 2 s
o
o n
= − − − + =
2
o 1 s
2
2 o 2 s
3
o co
) y d ( nA ) d y ( nA by
3
1
I − + − + =
Calcolo Inerzia:
000162 . 0
I E
y M
co c
o o
co
= = ε
00328 . 0
y
y h
o
o
co o
=

ε = ε
Deformazione cls
compresso:
Deformazione
lembo teso:
y
o
=15.2cm
I
co
=141933 cm
4
• Calcolo dello stato tensionale iniziale
• Momento dovuto ai carichi
presenti all’atto dell’appplicazione
del rinforzo:
• Momento richiesto:
M
sD
= 14 tm
M
u
= 12.1tm
• Momento ultimo della sezione
non rinforzata:
Seminario di Studio sul documento CNR-DT200/2004 – 10 Giugno 2005
Esempi numerici – F.Ceroni
3) Sezione in c.a. rinforzata con CFRP applicato su struttura già caricata
Calcolo della
massima tensione
nella lamina
As1
b
d
H
δ
yc=ξbH
t
f
Af
εfu,d
εo
εs,el
2 3
1
εco
σf
σs1
M
εc=0.35% σc
00328 . 0
o
= ε
- spessore FRP: 0.0164cm; larghezza FRP: 30cm;
- tensione caratteristica di rottura: f
f,uk
= 4900 MPa
- modulo elastico: E
f
= 240000MPa, ε
f,uk
= 0.0204
,max
min ,
fu
fd a f
f
ε
ε η ε
γ
| |
=
|
|
\ ¹
Condizione di esposizione Tipo di fibra / resina
Fattore di conversione
ambientale, η
a

Carbonio / Epossidica 0.95
Vetro / Epossidica 0.75 Esposizione interna
Aramidica / Epossidica 0.85
Carbonio / Epossidica 0.85
Vetro / Epossidica 0.65
Esposizione esterna
(ponti, colonne e parcheggi)
Aramidica / Epossidica 0.75
Carbonio / Epossidica 0.85
Vetro / Epossidica 0.50
Ambiente aggressivo (centrali
chimiche e centrali di trattamento
delle acque) Aramidica /Epossidica 0.70
Modalità di collasso
Coefficiente
parziale
Applicazione
tipo A
(1)
Applicazione
tipo B
(2)
Rottura γ
f
1.10 1.25
Delaminazione γ
f,d
1.20 1.50
(1)
Applicazione di sistemi di rinforzo prefabbricati in condizione di controllo di qualità ordinario;
applicazione di tessuti a mano in cui siano stati presi tutti i necessari accorgimenti per conseguire un
elevato controllo di qualità sulle condizioni e sul processo di applicazione.
(2)
Applicazione di tessuti a mano in condizione di controllo di qualità ordinario; applicazione di qualsiasi
sistema di rinforzo in condizioni di difficoltà ambientale o operativa.

ε
fd
= min (0.0155, ε
f,max
)
Seminario di Studio sul documento CNR-DT200/2004 – 10 Giugno 2005
Esempi numerici – F.Ceroni
4) Sezione in c.a. rinforzata con CFRP applicato su struttura già caricata
Calcolo della deformazione massima nella lamina per delaminazione intermedia
f
fdd
cr max , f
E
f
k = ⋅ = ε
3
1 76 . 0
400 / 300 1
300 / 300 2
b / b 1
b / b 2
k
o f
f
b
< =
+

=
+

=
Massima tensione per crisi per delaminazione di
estremità
Fk b ck ctm
0 03 [forze in , lunghezze in ] . k f f N mm Γ = ⋅ ⋅ ⋅
206 . 0 26 . 2 7 . 20 1 03 . 0 = ⋅ ⋅ ⋅ =
f
ck
= 0.83 R
ck
= 0.83 · 25 = 20.7MPa
f Fk
fdd
f
f,d c
2 1 E
f
t
Γ
γ γ
⋅ ⋅
= ⋅

MPa 409
164 . 0
206 . 0 240000 2
6 . 1 5 . 1
1
=
⋅ ⋅


=
005 . 0
240000
409
3
E
f
k
f
fdd
cr max , f
= ⋅ = ⋅ = ε La deformazione massima da assumere
nel progetto è quindi pari a 0.005
Coeff. Sicur. X crisi delaminazione
Si assume k
b
=1
f
ctm
= 0.3f
ck
^
2/3
=2.3MPa
Seminario di Studio sul documento CNR-DT200/2004 – 10 Giugno 2005
Esempi numerici – F.Ceroni
5) Sezione in c.a. rinforzata con CFRP applicato su struttura già caricata
Calcolo del momento ultimo
f f f yd s cd c
E A f A f y b ⋅ ⋅ − ⋅ − ⋅ ⋅ ⋅ = ε
1
8 . 0 0
Ipotizzando che la zona di rottura sia la 1 e che la lamina sia alla
deformazione ultima: ε
f
= ε
fu
=0.005
2400000 005 . 0 492 . 0 3826 63 . 7 110 y 30 8 . 0 0
c
⋅ ⋅ − ⋅ − ⋅ ⋅ ⋅ =
y
c
= 13.2 cm
le deformazioni nel calcestruzzo e l’acciaio teso si calcolano:
=

⋅ ε + ε = ε
) y H (
y
) (
c
c
o fu c
0035 . 0 0018 . 0
) 2 . 13 50 (
2 . 13
) 000328 . 0 005 . 0 ( < =

⋅ +
=


⋅ ε + ε = ε
) y H (
y d
) (
c
c
o fu 1 s sy
0046 . 0
) 2 . 13 50 (
2 . 13 46
) 000328 . 0 005 . 0 ( ε > =


⋅ +
1 2 2 2
) ( ) ( d E A d d E A y d f y b M
f f f s s s c cd c u
⋅ ⋅ ⋅ − − ⋅ ⋅ ⋅ + ⋅ − ⋅ ⋅ ⋅ ⋅ = ε ε λ ψ
tm 6 . 14 4 2400000 005 . 0 492 . 0 ) 2 . 13 416 . 0 46 ( 110 2 . 13 30 8 . 0 M
u
= ⋅ ⋅ ⋅ − ⋅ − ⋅ ⋅ ⋅ ⋅ =
+17 %
Equilibrio traslazione
Seminario di Studio sul documento CNR-DT200/2004 – 10 Giugno 2005
Esempi numerici – F.Ceroni
6) Verifica dell’ancoraggio per rinforzo con 1 strato di CFRP
• Calcolo della lunghezza di trasferimento
= ⋅ = ) c f /( t E L
2 ctm f f max , t
mm 92 ) 2 3 . 2 /( 164 . 0 240000 = ⋅ ⋅
• Coefficiente di forma
1 76 . 0
400 / 300 1
300 / 300 2
b / b 1
b / b 2
k
o f
f
b
< =
+

=
+

=
• Tensione di delaminazione
f Fk
fdd
f
f,d c
2 1 E
f
t
Γ
γ γ
⋅ ⋅
= ⋅

MPa 409
164 . 0
206 . 0 240000 2
6 . 1 5 . 1
1
=
⋅ ⋅


=
( )
MPa 409
I
M y H n
2
c f
max , f
=
⋅ − ⋅
= σ
Per calcolare la distanza dall’appoggio, x
max
, dove la lamina può terminare si
uguaglia la tensione di delaminazione alla tensione corrispondente al momento
agente nella sezione x
max
, calcolata con la formula di Navier
L
Seminario di Studio sul documento CNR-DT200/2004 – 10 Giugno 2005
Esempi numerici – F.Ceroni
kNm 109 x
2
q
2
qx
) x ( M
max
2
max
max
= + − =
l
• Il momento nella sezione a distanza x
max
dipende dallo schema di carico: in ipotesi
di trave appoggiata – appoggiata con carico distribuito q=32 kN/m e lunghezza
L=6m, si ottiene
( )
MPa 409
I
M y H n
2
c f
max , f
=
⋅ − ⋅
= σ
Inerzia della sezione fessurata rinforzata= I
2
=1.53⋅10
9
mm
4
Coefficiente di omogeneizzazione
lamina-cls: n
f
=E
s
/E
c
=2 x 240000/28460 = 17
M=109 kN m
x
max
= 1.54 m
x
max
= L + L
t,max
= 1.54 m
1.54 = L + 0.092 m
Distanza di ancoraggio:
L ≈ 1.45 m
L
L
t,max
tm 4 . 14 kNm 144
8
l q
M
2
max
= =

=
= momento ultimo sezione rinforzata
Seminario di Studio sul documento CNR-DT200/2004 – 10 Giugno 2005
Esempi numerici – F.Ceroni
Esempio 2
Seminario di Studio sul documento CNR-DT200/2004 – 10 Giugno 2005
Esempi numerici – F.Ceroni
1) Sezione in c.a. rinforzata con 2 strati di CFRP
Calcolo della
massima tensione
nella lamina
As1
b
d
H
δ
yc=ξbH
t
f
Af
εfu,d
εo
εs,el
2 3
1
εco
σf
σs1
M
εc=0.35% σc
- spessore FRP: 2 x 0.0164cm; larghezza FRP: 30cm;
- tensione caratteristica di rottura: f
f,uk
= 4900 MPa
- modulo elastico: E
f
= 240000MPa, ε
f,uk
= 0.0204
,max
min ,
fu
fd a f
f
ε
ε η ε
γ
| |
=
|
|
\ ¹
Condizione di esposizione Tipo di fibra / resina
Fattore di conversione
ambientale, η
a

Carbonio / Epossidica 0.95
Vetro / Epossidica 0.75 Esposizione interna
Aramidica / Epossidica 0.85
Carbonio / Epossidica 0.85
Vetro / Epossidica 0.65
Esposizione esterna
(ponti, colonne e parcheggi)
Aramidica / Epossidica 0.75
Carbonio / Epossidica 0.85
Vetro / Epossidica 0.50
Ambiente aggressivo (centrali
chimiche e centrali di trattamento
delle acque) Aramidica /Epossidica 0.70
Modalità di collasso
Coefficiente
parziale
Applicazione
tipo A
(1)
Applicazione
tipo B
(2)
Rottura γ
f
1.10 1.25
Delaminazione γ
f,d
1.20 1.50
(1)
Applicazione di sistemi di rinforzo prefabbricati in condizione di controllo di qualità ordinario;
applicazione di tessuti a mano in cui siano stati presi tutti i necessari accorgimenti per conseguire un
elevato controllo di qualità sulle condizioni e sul processo di applicazione.
(2)
Applicazione di tessuti a mano in condizione di controllo di qualità ordinario; applicazione di qualsiasi
sistema di rinforzo in condizioni di difficoltà ambientale o operativa.

ε
fd
= min (0.0155, ε
f,max
)
Seminario di Studio sul documento CNR-DT200/2004 – 10 Giugno 2005
Esempi numerici – F.Ceroni
Calcolo della deformazione massima nella lamina per delaminazione intermedia
f
fdd
cr max , f
E
f
k = ⋅ = ε
3
76 . 0
400 / 300 1
300 / 300 2
b / b 1
b / b 2
k
o f
f
b
=
+

=
+

=
Massima tensione per crisi per delaminazione di
estremità
Fk b ck ctm
0 03 [forze in , lunghezze in ] . k f f N mm Γ = ⋅ ⋅ ⋅
206 . 0 26 . 2 7 . 20 1 03 . 0 = ⋅ ⋅ ⋅ =
f
ck
= 0.83 R
ck
= 0.83 · 25 = 20.7MPa
f Fk
fdd
f
f,d c
2 1 E
f
t
Γ
γ γ
⋅ ⋅
= ⋅

MPa 289
164 . 0 2
206 . 0 240000 2
6 . 1 5 . 1
1
=

⋅ ⋅


=
0036 . 0
240000
289
3
E
f
k
f
fdd
cr max , f
= ⋅ = ⋅ = ε
La deformazione massima da assumere
nel progetto è quindi pari a 0.0036
2) Sezione in c.a. rinforzata con 2 strati di CFRP
f
ctm
= 0.3f
ck
^
2/3
=2.3MPa
Si assume k
b
=1
Seminario di Studio sul documento CNR-DT200/2004 – 10 Giugno 2005
Esempi numerici – F.Ceroni
Calcolo del momento ultimo
f f f yd s cd c
E A f A f y b ⋅ ⋅ − ⋅ − ⋅ ⋅ ⋅ = ε
1
8 . 0 0
Ipotizzando che la zona di rottura sia la 1 e che la lamina sia alla
deformazione ultima: ε
f
= ε
fu
=0.0036
2400000 0036 . 0 984 . 0 3826 63 . 7 110 y 30 8 . 0 0
c
⋅ ⋅ − ⋅ − ⋅ ⋅ ⋅ =
y
c
= 14.3 cm
le deformazioni nel calcestruzzo e l’acciaio teso si calcolano:
=

⋅ ε = ε
) y H (
y
c
c
fu c
0035 . 0 0014 . 0
) 3 . 14 50 (
3 . 14
0036 . 0 < =


=


⋅ ε = ε
) y H (
y d
c
c
fu 1 s sy
0032 . 0
) 3 . 14 50 (
3 . 14 46
0036 . 0 ε > =



1 2 2 2
) ( ) ( d E A d d E A y d f y b M
f f f s s s c cd c u
⋅ ⋅ ⋅ − − ⋅ ⋅ ⋅ + ⋅ − ⋅ ⋅ ⋅ ⋅ = ε ε λ ψ
tm 5 . 15 4 2400000 0036 . 0 984 . 0 ) 3 . 14 416 . 0 46 ( 110 3 . 14 30 8 . 0 M
u
= ⋅ ⋅ ⋅ − ⋅ − ⋅ ⋅ ⋅ ⋅ =
+25 %
3) Sezione in c.a. rinforzata con 2 strati di CFRP
Equilibrio traslazione
Seminario di Studio sul documento CNR-DT200/2004 – 10 Giugno 2005
Esempi numerici – F.Ceroni
4) Verifica dell’ancoraggio per rinforzo con due strati di CFRP
• Calcolo della lunghezza di trasferimento
= ⋅ = ) c f /( t E L
2 ctm f f max , t
mm 132 ) 2 3 . 2 /( 164 . 0 2 240000 = ⋅ ⋅ ⋅
• Coefficiente di forma
1 76 . 0
400 / 300 1
300 / 300 2
b / b 1
b / b 2
k
o f
f
b
< =
+

=
+

=
• Tensione di delaminazione
f Fk
fdd
f
f,d c
2 1 E
f
t
Γ
γ γ
⋅ ⋅
= ⋅

MPa 289
164 . 0 2
206 . 0 240000 2
6 . 1 5 . 1
1
=

⋅ ⋅


=
( )
MPa 289
I
M y H n
2
c f
max , f
=
⋅ − ⋅
= σ
Per calcolare la distanza dall’appoggio, x
max
, dove la lamina può terminare si
uguaglia la tensione di delaminazione alla tensione corrispondente al momento
agente nella sezione x
max
, calcolata con la formula di Navier
L
Seminario di Studio sul documento CNR-DT200/2004 – 10 Giugno 2005
Esempi numerici – F.Ceroni
kNm 83 x
2
q
2
qx
) x ( M
max
2
max
max
= + − =
l
• Il momento nella sezione a distanza x
max
dipende dallo schema di carico: in ipotesi
di trave appoggiata – appoggiata con carico distribuito q=34kN/m e lunghezza
L=6m, si ottiene
( )
MPa 289
I
M y H n
2
c f
max , f
=
⋅ − ⋅
= σ
Inerzia della sezione fessurata rinforzata= I
2
=1.63⋅10
9
mm
4
Coefficiente di omogeneizzazione
lamina-cls: n
f
=E
s
/E
c
=2 x 240000/28460 = 17
M=83 kN m
x
max
= 0.972 m
x
max
= L + L
t,max
= 0.972 m
0.972 = L + 0.132 m
Distanza di ancoraggio:
L = 0.84 m
L
L
t,max
= momento ultimo sezione rinforzata
tm 3 . 15 kNm 153
8
l q
M
2
max
= =

=
Seminario di Studio sul documento CNR-DT200/2004 – 10 Giugno 2005
Esempi numerici – F.Ceroni
Esempio 3
Seminario di Studio sul documento CNR-DT200/2004 – 10 Giugno 2005
Esempi numerici – F.Ceroni
calcestruzzo: f
cd
= 0.85⋅0.83⋅Rck/1.6 = 110 kg/ cm
2
;
acciaio: f
yd
=4400/1.15 = 3826 kg/cm
2
; Es=210000 MPa
Resistenze materiali
Adottando la semplificazione dello stress block le equazioni di equilibrio si scrivono:
y
c
= 7.9 cm
1) Sezione in c.a. inflessa a doppia armatura
• base trave b = 30 cm;
• altezza utile d =46 cm;
• copriferro 4 cm;
• calcestruzzo Rck 250;
• Area di acciaio (Feb44k):
trazione A
s1
= 7.63 cm
2
compres. A
s2
= 4.02 cm
2
A
s2
A
s1
0 f A E A f y b 8 . 0
yd 1 s s 2 s 2 s cd c
= ⋅ − ⋅ ε ⋅ + ⋅ ⋅ ⋅
) y 46 (
4 y
01 . 0
) y d (
d y
c
c
c
2 c
1 s 2 s


⋅ =


⋅ ε = ε
In ipotesi di
zona 1
0 3836 63 . 7 2100000 02 . 4 110 y 30 8 . 0
2 s c
= ⋅ − ⋅ ε ⋅ + ⋅ ⋅ ⋅
Seminario di Studio sul documento CNR-DT200/2004 – 10 Giugno 2005
Esempi numerici – F.Ceroni
M
u
= 12.4tm
La rottura avviene lato acciaio
yd 2 s
001 . 0
) 9 . 7 46 (
4 9 . 7
01 . 0 ε < =


⋅ = ε 002 . 0
) 9 . 7 46 (
9 . 7
01 . 0
c
=

⋅ = ε
) d d ( E A ) y 4 . 0 d ( f b y 8 . 0 M
2 s 2 s 2 s c cd c u
− ⋅ ⋅ ε ⋅ + ⋅ − ⋅ ⋅ ⋅ ⋅ =
) 4 46 ( 2100000 001 . 0 02 . 4 ) 9 . 7 4 . 0 46 ( 110 30 9 . 7 8 . 0 M
u
− ⋅ ⋅ ⋅ + ⋅ − ⋅ ⋅ ⋅ ⋅ =
Seminario di Studio sul documento CNR-DT200/2004 – 10 Giugno 2005
Esempi numerici – F.Ceroni
2) Sezione in c.a. inflessa a doppia armatura rinforzata con 1 strato di CFRP
- spessore FRP: 0.0164cm; larghezza FRP: 30cm;
- tensione caratteristica di rottura: f
f,uk
= 4900 MPa
- modulo elastico: E
f
= 240000MPa, ε
f,uk
= 0.0204
,max
min ,
fu
fd a f
f
ε
ε η ε
γ
| |
=
|
|
\ ¹
ε
fd
= min (0.0155, 0.005)
• base trave b = 30 cm;
• altezza utile d =46 cm;
• copriferro 4 cm;
• calcestruzzo Rck 250;
• Area di acciaio (Feb44k):
trazione A
s1
= 7.63 cm
2
compres. A
s2
= 4.02 cm
2
As1
b
d
H
δ
yc=ξbH
t
f
Af
εfu,d
εo
εs,el
2 3
1
εco
σf
σs1
M
εc=0.35% σc
A
s2
N
Seminario di Studio sul documento CNR-DT200/2004 – 10 Giugno 2005
Esempi numerici – F.Ceroni
Calcolo del momento ultimo
Ipotizzando che la zona di rottura sia la 1 e che la lamina sia alla deformazione
ultima: ε
f
= ε
fu
=0.005
0 E A f A E A f y b
f f f yd 1 s s 2 s 2 s cd c
= ⋅ ε ⋅ − ⋅ − ⋅ ε ⋅ + ⋅ ⋅ ⋅ ψ
0 2400000 005 . 0 492 . 0 3826 63 . 7 2100000
) y 50 (
4 y
005 . 0 02 . 4 110 y 30 8 . 0
c
c
c
= ⋅ ⋅ − ⋅ − ⋅


⋅ + ⋅ ⋅ ⋅
) y 50 (
y
005 . 0
c
c
c

⋅ = ε
) y 50 (
y 46
005 . 0
c
c
1 s


⋅ = ε
) y 50 (
4 y
005 . 0
c
c
2 s


⋅ = ε
y
c
= 10.3 cm
ε
s1
= 0.0046 > ε
sy
ε
s2
= 0.0008 < ε
sy
1 f f f 2 s 2 s 2 s c cd c u
d E A ) d d ( E A ) y d ( f y b M ⋅ ⋅ ε ⋅ + − ⋅ ⋅ ε ⋅ + ⋅ λ − ⋅ ⋅ ⋅ ⋅ ψ =
4 2400000 005 . 0 492 . 0 ) 4 46 ( 2100000 0008 . 0 02 . 4 ) 3 . 10 4 . 0 46 ( 110 3 . 10 30 8 . 0 M
u
⋅ ⋅ ⋅ − − ⋅ ⋅ ⋅ + ⋅ − ⋅ ⋅ ⋅ ⋅ =
M
u
= 15.1 tm
Equilibrio traslazione
3) Sezione in c.a. inflessa a doppia armatura rinforzata con 1 strato di CFRP
Seminario di Studio sul documento CNR-DT200/2004 – 10 Giugno 2005
Esempi numerici – F.Ceroni
Esempio 4
Seminario di Studio sul documento CNR-DT200/2004 – 10 Giugno 2005
Esempi numerici – F.Ceroni
1) Sezione in c.a. presso-inflessa rinforzata con 1 strato di CFRP
- spessore FRP: 0.0164cm; larghezza FRP: 30cm;
- tensione caratteristica di rottura: f
f,uk
= 4900 MPa
- modulo elastico: E
f
= 240000MPa, ε
f,uk
= 0.0204
,max
min ,
fu
fd a f
f
ε
ε η ε
γ
| |
=
|
|
\ ¹
ε
fd
= min (0.0155, 0.005)
• base trave b = 30 cm;
• altezza utile d =46 cm;
• copriferro 4 cm;
• calcestruzzo Rck 250;
• Area di acciaio (Feb44k):
trazione A
s1
= 7.63 cm
2
compres. A
s2
= 4.02 cm
2
N=20t
As1
b
d
H
δ
yc=ξbH
t
f
Af
εfu,d
εo
εs,el
2 3
1
εco
σf
σs1
M
εc=0.35% σc
A
s2
N
Seminario di Studio sul documento CNR-DT200/2004 – 10 Giugno 2005
Esempi numerici – F.Ceroni
Calcolo del momento ultimo
Ipotizzando che la zona di rottura sia la 1 e che la lamina sia alla deformazione
ultima: ε
f
= ε
fu
=0.005
2) Sezione in c.a. presso-inflessa rinforzata con 1 strato di CFRP
N E A f A E A f y b
f f f yd 1 s s 2 s 2 s cd c
= ⋅ ε ⋅ − ⋅ − ⋅ ε ⋅ + ⋅ ⋅ ⋅ ψ
2400000 005 . 0 492 . 0 3826 63 . 7 2100000
) y 50 (
4 y
005 . 0 02 . 4 110 y 30 8 . 0 20000
c
c
c
⋅ ⋅ − ⋅ − ⋅


⋅ + ⋅ ⋅ ⋅ =
) y 50 (
y
005 . 0
c
c
c

⋅ = ε
) y 50 (
y 46
005 . 0
c
c
1 s


⋅ = ε
) y 50 (
4 y
005 . 0
c
c
2 s


⋅ = ε
y
c
= 15.5 cm
ε
c
= 0.0022 ε
s1
= 0.0045 > ε
sy
ε
s2
= 0.0017 < ε
sy
) c H 5 . 0 ( N c E A ) c d ( E A ) y d ( f y b M
f f f s 2 s 2 s c cd c u
− ⋅ − ⋅ ⋅ ε ⋅ + − ⋅ ⋅ ε ⋅ + ⋅ λ − ⋅ ⋅ ⋅ ⋅ ψ =
) 4 50 5 . 0 ( 20000 4 2400000 005 . 0 492 . 0 ) 4 46 ( 2100000 0017 . 0 02 . 4 ) 5 . 15 4 . 0 46 ( 110 5 . 15 30 8 . 0 M
u
− ⋅ ⋅ − ⋅ ⋅ ⋅ − − ⋅ ⋅ ⋅ + ⋅ − ⋅ ⋅ ⋅ ⋅ =
M
u
= 18.5 tm
Equilibrio traslazione
Seminario di Studio sul documento CNR-DT200/2004 – 10 Giugno 2005
Esempi numerici – F.Ceroni
Sintesi
1. Sezione in c.a. a semplice armatura
2. Sezione in c.a. a semplice armatura con 1 strato CFRP
3. Sezione in c.a. a semplice armatura con 2 strati CFRP
4. Sezione in c.a. a doppia armatura
5. Sezione in c.a. a doppia armatura con 1 strato CFRP
6. Sezione in c.a. a doppia armatura con 1 strato CFRP pressoinflessa
M
u
= 18.5 tm
M
u
= 15.1 tm
M
u
= 12.4 tm
M
u
= 15.5 tm
M
u
= 14.6 tm
M
u
= 12.1 tm
Seminario di Studio sul documento CNR-DT200/2004 – 10 Giugno 2005
Esempi numerici – F.Ceroni
Esempio di rinforzo a TAGLIO con
FRP
Seminario di Studio sul documento CNR-DT200/2004 – 10 Giugno 2005
Esempi numerici – F.Ceroni
Sezione in c.a. – Calcolo del taglio ultimo
• base trave b = 30 cm;
• altezza utile d =46 cm;
• copriferro 4 cm;
• calcestruzzo Rck 250;
• Area di acciaio in trazione 8.04 cm
2
(Feb44k)
• Area di acciaio in compressione 4.02 cm
2
(Feb44k)
Staffe: φ8 disposte con passo 20 cm (Af =1 cm
2
)
calcestruzzo: f
cd
= 0.85⋅0.83⋅Rck/1.6 = 110 kg/ cm
2
;
acciaio: f
yd
= 4400/1.15 = 3826 kg/cm
2
; Es=2100000 Kg/cm
2
Seminario di Studio sul documento CNR-DT200/2004 – 10 Giugno 2005
Esempi numerici – F.Ceroni
{ }
Rd c Rd,ct Rd,s Rd,f Rd,max
min , V V V V V φ = + +
è la resistenza della biella compressa
di calcestruzzo, da valutarsi in accordo
con la Normativa vigente
contributo dei meccanismi resistenti del
calcestruzzo
Contributo dell’armatura trasversale in acciaio,
da valutarsi in accordo con la Normativa vigente
contributo del rinforzo in FRP, da valutarsi come
indicato nelle istruzioni
kN 410 46 9 . 0 30 110 3 . 0 d 9 . 0 b f 3 . 0 V
cd max , Rd
= ⋅ ⋅ ⋅ ⋅ = ⋅ ⋅ ⋅ ⋅ =
Bielle compresse cls
kN 83 1 10 46 30 6 . 0 f d b 6 . 0 V
d , ct ct , rd
= ⋅ ⋅ ⋅ ⋅ = δ ⋅ ⋅ ⋅ ⋅ =
Meccanismi resistenti cls
MPa 3 . 2 7 . 20 3 . 0 f 3 . 0 f
3 / 2 3 / 2
ck ctm
= ⋅ = ⋅ = MPa 6 . 1 3 . 2 7 . 0 f 7 . 0 f
ctm 05 . 0 , ctk
= ⋅ = ⋅ =
MPa 1 6 . 1 / 6 . 1 / f f
c 05 . 0 , ctk ctd
= = γ =
kN 79 6 . 382 46 9 . 0
20
1
f d 9 . 0
p
A
V
ywd
fw
s , Rd
= ⋅ ⋅ ⋅ = ⋅ ⋅ ⋅ =
Contributo staffe
Seminario di Studio sul documento CNR-DT200/2004 – 10 Giugno 2005
Esempi numerici – F.Ceroni
Il taglio ultimo della sezione in c.a. è pari a:
V
rd
= min (V
rd,ct
+ V
rd,s,
V
rd,max
) = 162 kN
410 kN
79 kN
83 kN
Si richiede che la sezione porti un taglio ultimo pari a 270 kN
Si progetta un intervento di rinforzo a taglio con fibre di carbonio aventi le
seguenti proprietà:
- spessore FRP: 0.0164cm
- tensione caratteristica di rottura: f
f,uk
= 3500 MPa
- modulo elastico: E
f
= 230000 MPa, ε
f,uk
= 0.015
Rinforzo secondo avvolgimento
ad ‘U’ con fibre continue
Seminario di Studio sul documento CNR-DT200/2004 – 10 Giugno 2005
Esempi numerici – F.Ceroni
Il rinforzo a taglio è realizzato con fibre continue disposte perpendicolarmente
all’asse della trave (β=90°) secondo lo schema U-jacket
β=90° sinβ=1
θ=45° cotgθ=1
f
Rd,f fed f
Rd f
1 cot cot
0.9 2
sin( )
w
V d f t
p
θ β
γ θ β
+
= ⋅ ⋅ ⋅ ⋅ ⋅
+
Rd
f
f
f fed
/
p
w
t 2 f d 9 . 0 γ ⋅ ⋅ ⋅ =
1.2
1
La tensione efficace nelle fibre si calcola:
{ }
e
fed fdd
w
sin 1
1
3 min 0.9 ,
l
f f
d h
β
(
= ⋅ −
(
¸ ¸
Tensione di delaminazione
f Fk
fdd
f
f,d c
2 1 E
f
t
Γ
γ γ
⋅ ⋅
= ⋅

Fk b ck ctm
0 03 [forze in , lunghezze in ] . k f f N mm Γ = ⋅ ⋅ ⋅
1.6 1.5
1 7 . 0
400 / b 1
b / b 2
k
f
f
b
< =
+

=
Avendo assunto
b
f
= b = min (0.9d, h
w
) = 0.9d = 414mm
Seminario di Studio sul documento CNR-DT200/2004 – 10 Giugno 2005
Esempi numerici – F.Ceroni
Fk b ck ctm
0 03 [forze in , lunghezze in ] . k f f N mm Γ = ⋅ ⋅ ⋅
206 . 0 3 . 2 7 . 20 1 03 . 0 = ⋅ ⋅ ⋅ =
f Fk
fdd
f
f,d c
2 1 E
f
t
Γ
γ γ
⋅ ⋅
= ⋅

MPa 409
164 . 0
145 . 0 240000 2
6 . 1 5 . 1
1
=
⋅ ⋅


=
= ⋅ = ) c f /( t E l
2 ctm f f e
mm 91 ) 2 3 . 2 /( 164 . 0 240000 = ⋅ ⋅
La tensione efficace nelle fibre è quindi pari a :
{ }
e
fed fdd
w
sin 1
1
3 min 0.9 ,
l
f f
d h
β
(
= ⋅ −
(
¸ ¸
MPa 379
414 3
1 91
1 409 =
(
¸
(

¸



− ⋅ =
kN 7 . 43
2 . 1
1
164 . 0 2 379 46 9 . 0 /
p
w
t 2 f d 9 . 0 V
Rd
f
f
f fed f , Rd
= ⋅ ⋅ ⋅ ⋅ ⋅ = γ ⋅ ⋅ ⋅ =
Il contributo a taglio delle fibre è quindi pari a :
Seminario di Studio sul documento CNR-DT200/2004 – 10 Giugno 2005
Esempi numerici – F.Ceroni
Il taglio ultimo della sezione in c.a. è pari a:
V
rd
= min (V
rd,ct
+ V
rd,s,
V
rd,max
) = 162 kN
410 kN
79kN
83 kN
Il taglio ultimo della sezione in c.a. rinforzata è pari a:
V
rd
= min (V
rd,ct
+ V
rd,s
+ V
Rd,f ,
V
rd,max
) = 205.7 kN
410 kN
79 kN
83 kN
43.7 kN
+ 27 %

Sign up to vote on this title
UsefulNot useful