You are on page 1of 1

Al Presidente del Consiglio regionale del Piemonte

INTERROGAZIONE
ai sensi dell’articolo 18, comma 4, dello Statuto e dell’articolo 99 del Regolamento interno.

Ordinarie a risposta orale in Aula Ordinarie a risposta orale in Commissione Ordinarie a risposta scritta Indifferibile e urgente in Aula Indifferibile e urgente in Commissione
OGGETTO: ASL TO2 Il sottoscritto Consigliere regionale VISTI

X

alcuni verbali redatti dal Collegio Sindacale dell’ASL TO 2 ed alcune deliberazioni dell’ASL TO2 L’Assessore competente INTERROGA

per sapere 1) se sia vero che sia stata istituita una borsa di studio per un amministrativo, per sapere di cosa si debba occupare e che sia finanziata con i fondi della sperimentazione clinica. 2) se corrisponda al vero che siano stati o stiano per essere dati incentivi economici per l’esecuzione di lavori di tinteggiatura a personale assunto proprio per tali mansioni; e che sia stato chiesto un parere pro veritate sulla concessione degli incentivi di cui sopra ad un professionista, che risulta essere il medesimo, che ne ha redatto il regolamento ovvero se l’Assessore competente non ritenga quantomeno inopportuno che un dipendente venga premiato per avere svolto la propria regolare mansione, per cui è stato assunto e che non ritenga altresì altrettanto inopportuno che un professionista, che abbia redatto un progetto, venga pagato, per esprimere un parere sul proprio stesso lavoro.  se conosce e come intenda gestire la politica delle proroghe di proroghe, che pare siano più una consuetudine invece che l’eccezionalità della politica contrattuale dell’ASL TO2 e che, inevitabilmente, provocano un aumento talora incontrollato dei costi.  se sia a conoscenza del fatto che, per stendere un capitolato di gara per affidare i servizi di portineria delle varie sedi dell’ASL TO2, sia stato affidato l’incarico ad un professionista di Napoli e che quest’ultimo abbia a sua volta girato l’incarico ad un altro professionista di Milano e, non ultimo, per conoscere il suo parere sulla politica del principio delle scelte per intuitu personae in ambito pubblico.  se, infine, poiché il Collegio Sindacale esprime frequentemente pareri negativi sulla gestione amministrativa dell’ASL stessa e dal punto di vista formale e dal punto sostanziale (si veda, a questo proposito ed a titolo puramente esemplificativo, un appunto mosso dal Collegio Sindacale nel verbale n. 5-34/2011/COLL. SIND., a proposito dell’approvazione in sanatoria di atti tecnico-amministrativi: “… il collegio ritiene il caso illustrato nel presente atto emblematico dal funzionamento di uno spaccato del “mondo sanita’” il riassunto elementare potrebbe essere: “a prescindere dalle procedure di scelta del contraente, dalla tempestivita’ dei provvedimenti a sostegno della gestione specifica, avendo provveduto ad eseguire lavori al di fuori di qualsiasi regola prederminata e visto che i debiti si debbono, seppure in ritardo, onorare, si procede a tacitare il creditore. La ricerca della validazione delle procedure e dell’eventuale responsabilita’ e’ severamente esclusa”. Ecco il pensiero di questo collegio in proposito”.) e chiede che alcuni atti vengano posti alla valutazione della Sezione regionale di Controllo della Corte dei Conti, come abbia valutato questi richiami e come abbia inteso agire.


PRIMO FIRMATARIO Roberto Placido

Torino, 4 novembre 2011

Related Interests