Costruzione di Macchine 2 Le Unioni Saldate

Le unioni saldate
La saldatura è un processo di giunzione che consente di unire elementi metallici in modo permanente, realizzando la continuità del materiale mediante fusione. Rispetto le unioni bullonate, le unioni saldate:   rendono la struttura più leggera e rigida;   sono generalmente a basso costo. Tuttavia:   sono unioni non smontabili;   non tutti i materiali sono saldabili;   occorre manodopera qualificata;   la zona di saldatura è spesso sede di innesco di cricche a fatica.

Lezione 6 – Unioni saldate

Le unioni saldate Materiale base di apporto (equivalente o superiore al materiale base) Tipi di saldatura: Autogena: il materiale base e di apporto sono fusi assieme (punto di fusione paragonabile). con protezione di gas ed elettrodo fusibile (MIG/MAG). ad arco sommerso. ad arco con elettrodi rivestiti. Lezione 6 – Unioni saldate . Eterogena: viene fuso il solo metallo di apporto a una temperatura inferiore a quella del metallo base (poco usata). con protezione di gas ed elettrodo infusibile (TIG). Es: saldatura ossiacetilenica.

  esame con liquidi penetranti.   esame magnetoscopico.   esame ultrasonico.Le unioni saldate Difetti: Metallurgici:   cricche   strappi lamellari   inclusioni Geometrici:   eccesso di sovrametallo   mancanza di penetrazione   disassamento dei lembi Controlli finali (tipo non distruttivo):   esame visivo.   esame radiografico. Lezione 6 – Unioni saldate .

Le unioni saldate Tipi di giunti:   testa a testa   d’orlo   d’angolo   a T   a L   per sovrapposizione Lezione 6 – Unioni saldate .

il collaudo e la manutenzione Nella norma non si considerano le tensioni residue (per altro difficili da ricavare). l’esecuzione. versione italiana: settembre 2005)   Norma precedente: CNR-UNI 10011:1988: Costruzioni in acciaio. Lezione 6 – Unioni saldate . ma ne tiene conto indirettamente.Le unioni saldate Norma tecnica di riferimento:   UNI EN 1993: Eurocodice 3: Progettazione delle strutture di acciaio Parte 1-8: Progettazione dei collegamenti (Errata corrige: maggio 2005. Istruzioni per il calcolo. Per evitare alti valori delle tensioni residue. si raccomanda di evitare cordoni di saldatura lunghi e di applicare il PWHT (post weld heat treatment).

a = altezza di gola efficace = altezza del maggiore triangolo che può essere inscritto all’interno delle facce di fusione e la superficie del cordone (≥ 3 mm) Lezione 6 – Unioni saldate .Le unioni saldate l = lunghezza delle saldature = lunghezza della parte saldata lungo la quale il cordone è a pieno spessore. Può essere assunta pari alla lunghezza totale della saldatura ridotta del doppio dell’altezza di gola efficace a (l-2a).

Le unioni saldate Le tensioni agenti nella zona di gola sono individuabili come:         σ⊥ σ // τ⊥ tensione normale perpendicolare alla sezione di gola tensione normale parallela all’asse della saldatura tensione tangenziale nel piano della sezione di gola perpendicolare all’asse della saldatura tensione tangenziale nel piano della sezione di gola parallela all’asse della saldatura τ //   Il calcolo convenzionale viene eseguito ribaltando su uno dei due lati del cordone la sezione di gola Lezione 6 – Unioni saldate .

1 Trazione con cordoni laterali F τ // = 4⋅ L⋅ a 1.2 Trazione con cordoni frontali F τ⊥ = ⋅ 2⋅ L⋅ a F σ⊥ = ⋅ 2⋅ L⋅ a Lezione 6 – Unioni saldate 2 2 2 2 .Valutazione delle sollecitazioni Alcuni esempi di valutazione delle sollecitazioni 1.

Valutazione delle sollecitazioni 1.2 Trazione con cordoni frontali F τ⊥ = ⋅ 2⋅ L⋅ a F σ⊥ = ⋅ 2⋅ L⋅ a 2 2 2 2 Per semplificare la stima delle sollecitazioni la sezione di gola può essere ribaltata sul piano verticale (y-z) o su quello orizzontale (x-z): F σ⊥ = 2⋅ L⋅ a Lezione 6 – Unioni saldate F τ⊥ = 2⋅ L⋅ a .

2 Flessione e taglio con cordoni frontali trasversali F τ⊥ = 2⋅ a⋅ b F ⋅ Lb F ⋅ Lb σ ⊥.max = = W a ⋅ h2 2.1 Flessione e taglio con cordoni frontali longitudinali F τ // = 2⋅ h ⋅ a F ⋅ Lb F ⋅ Lb ⋅ 3 σ ⊥.Valutazione delle sollecitazioni 2.max = = W (b ⋅ a) ⋅ h Lezione 6 – Unioni saldate .

3 Flessione e taglio con combinazione di cordoni F τ // = 2 ⋅ a3 ⋅ L3 Lezione 6 – Unioni saldate σ ⊥ .Valutazione delle sollecitazioni 2.max F ⋅ Lb F ⋅ Lb = = W (L1 ⋅ a1 ⋅ h1 ) + 2 ⋅ (L2 ⋅ a2 ⋅ h2 ) .

1 Torsione e taglio con cordoni laterali F ⋅e H= h F ⋅e τ // = h ⋅ ( a ⋅ L) τ⊥ = 3.2 Torsione e taglio con cordoni frontali F 2⋅ a⋅ L τ //.Valutazione delle sollecitazioni 3.2 = Lezione 6 – Unioni saldate F 2 ⋅ (a ⋅ L) .1 = F ⋅e V= z F ⋅e z ⋅ (a ⋅ L) F ⎛ e 1⎞ τ // = ⎜ + ⎟ a ⋅ L ⎝ z 2⎠ τ //.

max T2 = T T1.max T1 = T T1.max + T2.max + T2.max T2.max sui cordoni laterali L ⋅ ( L1 ⋅ a1 ) T1 = T L ⋅ ( L1 ⋅ a1 ) + h ⋅ ( L2 ⋅ a2 ) OSS: T1 e T2: Funzioni delle sole caratteristiche geometriche e non di quelle meccaniche Lezione 6 – Unioni saldate h ⋅ ( L2 ⋅ a2 ) T2 = T L ⋅ ( L1 ⋅ a1 ) + h ⋅ ( L2 ⋅ a2 ) .3 Torsione e taglio con combinazione di cordoni T = Momento torcente = F ⋅ e resistenze torsionali sui cordoni frontali T1.Valutazione delle sollecitazioni 3.

per poi confrontarlo con la resistenza del materiale. a completa penetrazione   Giunti con cordoni d’angolo Lezione 6 – Unioni saldate .   Giunto testa a testa.Resistenza di progetto di saldature – CNR 10011 Per valutare la resistenza di progetto. la norma CNR 10011 propone di ricondurre lo stato tensionale pluri-assiale ad uno mono-assiale. a croce od a T.

Resistenza di progetto di saldature testa a testa – CNR 10011 Giunto testa a testa. a completa penetrazione Giunto di I classe (controlli più restrittivi) II classe Verifica (stato limite) tensione ammissibile Lezione 6 – Unioni saldate . a croce od a T.

Resistenza di progetto di saldature testa a testa – CNR 10011 Giunti testa a testa o a T a completa penetrazione: 2 2 2 σ id = σ // − σ //σ ⊥ + σ ⊥ + 3τ // Lezione 6 – Unioni saldate .

Resistenza di progetto di saldature a cordone d’angolo – CNR 10011 Giunti a cordone d’angolo: Tensione ammissibile Lezione 6 – Unioni saldate .

da cui s = 6.Applicazione 1 Piastra in trazione con cordoni laterali: dimensionamento dello spessore dei coprigiunti (s) e della lunghezza del cordone (l). σamm = 160 MPa.25  7 mm Lezione 6 – Unioni saldate . alle tensioni ammissibili L F = 105 N L = 50 mm l 1) Dimensionamento delle travi laterali: (condizione di verifica della lamiera) 2 ≤σ amm s⋅ L F s ( da arrotondare all’intero superiore!) dipende dal materiale scelto (Fe360. Fe430. Fe510) Se si sceglie Fe360.

Applicazione 1 2) Hp: simmetria del cordone a 45° a = s·sin(45°) = 4.85 ⋅ σ amm da cui si ottiene una lunghezza minima del cordone: l = 37.95 mm 3) E’ presente solo: F τ // = 4⋅ L⋅ a (per Fe360) 4) La verifica della saldatura sarà: τ // = 0.14 mm Lezione 6 – Unioni saldate .

95 mm 2) Sollecitazioni presenti sul cordone (a seconda di dove ribalto la sezione di gola): F 2⋅ L⋅ a F σ⊥ = = 202 MPa 2⋅ L⋅ a Lezione 6 – Unioni saldate τ⊥ = = 202 MPa .Applicazione 2 Piastra in trazione con cordoni frontali: dimensionamento dello spessore dei coprigiunti (s). a = 4. verifica alle tensioni ammissibili F = 105 N L = 50 mm a = s·sin(45°) 1) Dimensionamento delle travi laterali: come il caso precedente: s = 7 mm.

Occorre quindi imporre uno spessore s maggiore e reiterare il calcolo finché anche la saldatura sia verificata.Applicazione 2 3) Verifica della saldatura: 202 MPa ≤ 0.85 ⋅ σ amm = 136 MPa Non è verificata: la verifica della saldatura è più restrittiva della verifica della lamiera. Lezione 6 – Unioni saldate .

Applicazione 3 Verifica di un’unione saldata testa a testa Lezione 6 – Unioni saldate .

Applicazione 3 Soluzione (tensioni ammissibili): Valutazione della resistenza dell’unione saldata: viene valutata la parte più debole di quelle collegate: σ⊥ = 500000 = 138 MPa 180 ⋅ 20 Confronto σ id = σ ⊥ = 138 MPa ≤ σ adm (I classe) = 160 MPa 0.85 ⋅ σ adm (II classe) = 136 MPa La verifica è soddisfatta per la I classe ma non per la II. Lezione 6 – Unioni saldate .

Applicazione 4 Verifica di un’unione saldata a cordone d’angolo Effettuare la verifica dell’unione saldata a cordone d’angolo con la norma 10011 (massimo carico sopportabile) Lezione 6 – Unioni saldate Dati .

con Mf e T in corrispondenza dell’incastro di base della colonna del T portale.Applicazione 5 Verifica della saldatura della colonna alla piastra di base (Flessione e taglio con combinazione di cordoni) Viene richiesto il dimensionamento dei cordoni di saldatura. Mf Lezione 6 – Unioni saldate .

Applicazione 5 Traccia:   L’anima della trave HE viene sollecitata dal taglio T.mentre le ali dal Mf   I cordoni di saldatura dell’anima sono sollecitati con una τ//   Le ali sono sollecitate con una σ ⊥ Lezione 6 – Unioni saldate .

Sign up to vote on this title
UsefulNot useful