You are on page 1of 1

Pulire le travi in legno

Mantenere vivo e brillante il legno


Il legno uno dei materiali pi affascinanti, sempre attuale, che si presta a moltissimi usi e lavorazioni, ma che al tempo stesso richiede una certa cura e manutenzione, che possono rivelarsi pi o meno impegnative a seconda dell'oggetto. E' ovvio che, passare un po' di olio paglierino su un piccolo tavolo gi trattato ben diverso dal fare interventi su superfici pi grandi, che vanno ripulite e liberate da residui, vernici e sporco, riportate a legno e poi trattate in chiave di finitura. Un esempio calzante per questo secondo tipo di intervento quelle sulle travi in legno, che si trovano, spesso come componente della struttura del soffitto, in particolari tipi di costruzione, per esempio nei rustici, nelle case di campagna, ma non solo. Sono bellissime, magnifiche, ma spesso portano addosso i segni del tempo e di vecchi lavori di restauro magari non fatti a regola d'arte. Quindi, da dove iniziare per riportarle al loro antico splendore? Per prima cosa dobbiamo considerare quali sono le condizioni effettive. Spesso sono presenti residui di calce, di vernice, macchie d'olio oltre ad un generale stato di impoverimento della fibra. I residui di calce vanno rimossi per primi , e sono piuttosto ostici, anche se, armandosi di un raschietto e di tanta pazienza, e dopo averli inumiditi con una spugnetta intrisa d'acqua, si ottengono buoni risultati. Lo stesso si fa con le macchie di vernice. A questo punto, si procede a lisciare e ripulire la superficie, aiutandosi con una levigatrice orbitale, usando una carta a grana fine e molta delicatezza, operazione che riporta la trave praticamente allo stato naturale. Passiamo ora una mano di antitarlo e, una volta asciugato, prendiamo dell'olio di lino e, con un pennello o preferibilmente con uno straccio imbevuto, lo stendiamo su tutta la superficie, nella quantit che riesce ad assorbire. Questo, oltre a essere un ottimo nutrimento, migliora l'elasticit e l'aspetto. A questo punto, il grosso del lavoro fatto e gi il risultato visibile. E' possibile dare un ultimo grado di finitura, passando una mano di cera d'api a coprire il tutto, ma solo dopo che l'olio sar stato perfettamente assorbito e asciugato.