You are on page 1of 2

Differenze tra Riki, Pranic Healing e Terapia Energo Vibrazionale Posted by Andrash on 31/10/2006, 13:51 Avendo praticato diversi tipi

di tecniche energetiche, posso spiegare ai neofiti che differenze ci sono fra scuole diverse. Tutte le diverse scuole parlano di Prana, o energia. Ciò che bisogna specificare è c he esistono diversi tipi di energia. Il Reiki usa un'energia generica (luce bianca) e la usa convogliandola alla part e malata o ai chakra, dei quali ne considera principalmente 7. Il Pranic Healing (PH), usa energie specifiche (colorate) perché ogni colore fa un a certa azione a seconda del punto dove viene mandata. I chakra principali sono 11. La TEV (Terapia Energo Vibrazionale) non manda energia tramite l'operatore, ma t ramite un apparecchio che si chiama Cleanergy che è basato sulla tecnologia sottil e dei 7 raggi. Considera 14 chakra primari, il circuito splenico, 14 chakra este rni, 7 arcaici, 1 cellula madre, bioequlibratori, biotrasformatori, bioaccumulat ori e bioriparatori e campi ordinatori non locali che operano sulle cellule, sul DNA e sui sistemi. Tutte e 3 le tecniche prevedono trattamenti a distanza. Nel Reiki non è prevista una diagnosi energetica prima, cioè si manda energia nei ch akra ma senza sapere quale e dove ce n'è maggior bisogno. Nel PH e nella TEV invece si fa prima una diagnosi energetica per cui si determi nano quali sono le carenze, i blocchi e i problemi maggiori. Questa diagnosi si fa tramite palming, cioè sensibilizzazione delle mani all'energia. Nel Reiki le tecniche sono solo di tipo proiettivo. Nel PH invece si usa prima la pulizia dei chakra e degli organi, poi si proietta la quantità giusta fino a che basta per il chakra stesso. Il PH prevede anche del le tecniche riparative per i chakra, i quali possono essere spesso lacerati. Nella TEV si puliscono prima i chakra operando su tutte le sue strutture interne , poi si energizza. Esistono molte tecniche di tipo diverso per fare molte cose più specifiche rispetto al PH. Si lavora anche sui canali, e sui corpi sottili. Il Reiki prevede poche tecniche di guarigione psichica. Il PH e la TEV invece operano su forme pensiero negative ed elementali. La TEV in più opera sui traumi psichici prenatali e postnatali, compreso il trauma di nascita e il concepimento. Il Reiki e il PH sono terapie sostitutive, ovvero si sostituisce energia sporca con quella pulita, in modo che il chakra funzioni meglio. Ma non si insegna al c hakra a fare da solo il lavoro. La TEV invece è riequilibrativa, per cui vengono pulite le strutture del chakra ch e equilibrano le energie in entrata in modo da imparare da solo a funzionare ben e. Per questo un trattamento TEV è più approfondito e duraturo. Vantaggi e svantaggi: Il PH non è altro che un reiki più tecnico e specifico, però è molto complesso rispetto a questo. Quindi chi ama la semplicità, o è proprio all'inzio, preferirà il reiki. Il PH è molto più approfondito rispetto all'anatomia sottile. La TEV è enormemente più complessa da questo punto di vista, richiede molto più studio . Il PH e il Reiki, non richiedono attrezzature, quindi sono praticabili praticame nte ovunque. Al contrario la TEV richiede l'utilizzo di uno strumento con il cos

Alla TEV bastano pochi istanti (certo dipende anche dalle congestioni). Per il PH i costi vanno da 250 il primo. Con PH e Reiki un guaritore neofita corre spesso il rischio di congestionarsi li berando tossine energetiche da un paziente. Spero sia tutto chiaro. Reiki e PH richiedono parecchio tempo per pulire/energizzare un chakra. I tempi di trattamento sono molto diversi. La tev su 6. Il PH e il Reiki non possono però essere usati quando l'operatore sta male e si se nte scarico. Per la TEV tutti i corsi hanno lo stesso costo di 238 euro. Con la TEV questo è sensibilmente rido tto perché si opera tramite lo strumento che è in grado anche di assorbire le conges tioni nella stanza in cui si fa terapia. Reiki e PH si articolano su 3 livelli di corso. ma a volte sono carissimi (oltre i 1000 euro).to notevole (intorno ai 500 euro per un apparecchio completo di amplificatore e memoria psichica). . Questo vuol dire che quando l'operatore è indisposto non può autocurars i e deve chiedere aiuto (questo in casi in cui la malattia inibisca seriamente l e funzioni energetiche). a 300 per 2° e 3°. Con la TEV invece non c'è questo problema perché lo strumen to da solo è in grado di fare già molte cose. e richiede un minor tempo. Per il secondo ne occorrono 30 0 o più. Il primo livello di reiki si aggira sui 150 euro. Per il terzo la cifra è variabile. I costi variano molto da persona a città.