TUTTO COMINCIÒ COSÌ, PROPRIO COSÌ...

Cari amici roditori, il mio nome è Stilton, Dirigo l’Eco del Roditore, il giornale più famoso dell’Isola dei Topi! Ho una fantastica avventura da raccontarvi. Dunque, tutto cominciò così, proprio così...

Geronimo Stilton!

T

ro

iò co pr io così

nc

Geronimo Stilton

s ... ì...

ut

to c ...

o

m

i

p

ECO RODITO EL RE D

gno Gi u

PERCHÉ PROPRIO OGGI?
Era la mattina del 21 GIUGNO*... ... ma appena entrai in ufficio, capii al volo che sarebbe stata anche una giornata tremenda . – Geronimo, si è rotta l’aria condizionata! – Geronimo, si è allagata la cantina! – Geronimo, è finito il caffè! – Geronimo, sono andati in tilt i computer! – Geronimo, un giornalista ti vuole intervistare! – Geronimo, la nuova copertina è orrenda! – Geronimo, ma quando finisci il nuovo libro? – Geronimo, devi firmare trecentotré contratti! – Geronimo, hai preso una multa! – Geronimo, vorrei un aumento! – Geronimo, lo sai che hai un brufolo sul naso?
* Il 21 giugno inizia l’estate. Secondo le leggende, la notte del 21 giugno è una notte magica, in cui può succedere di tutto...

... AUFF, MA

9

La redazione dell’ECO DEL RODITORE!

2 1 3 4

6

5

7 8 9 11 12

13 15

10

16

14

17

18

20

19

21

22 23 24

26

25

ECCO CHE COSA SUCCEDE ALL’ECO DEL RODITORE... PROPRIO OGGI!
1. Ficcanaso Squitt propone un nuovo caso... proprio oggi! 2. Tibetopo inizia le lezioni di yoga... proprio oggi! 3. Certosina bagna la pianta dell’ingresso... proprio oggi! 4. L’architetto Topuso arreda la redazione... proprio oggi! 5. La signora delle pulizie lava il pavimento... proprio oggi! 6. Tea prova le nuove gomme della moto... proprio oggi! 7. Blasco fa un pisolino in ufficio... proprio oggi! 8. La Pina ha cucinato un pasticcio al gorgonzola... proprio oggi! 9. Marinata Cozza porta pesce fresco in omaggio... proprio oggi! 10. Provolinda porta una lettera d’amore... proprio oggi! 11. Il barista ha sbagliato l’ordinazione... proprio oggi! 12. Arsenia propone un corso di sopravvivenza... proprio oggi! 13. La nipotina del cognato della cugina del nipote del portinaio è venuta a visitare la redazione... proprio oggi! 14. Il professor Volt posa i cavi per i computer... proprio oggi! 15. La consegna dell’acqua minerale... proprio oggi! 16. Zio Smilordo viene a scroccare un libro... proprio oggi! 17. Qualcuno tira una pallonata... proprio oggi! 18. Geronimo Stilton ha un brufolo sul naso... proprio oggi! 19. Un busto per Nonno Torquato... proprio oggi! 20. L’illustratore e la redattrice litigano... proprio oggi! 21. Benjamin è venuto a fare i compiti in ufficio... proprio oggi! 22. I tecnici riparano l’aria condizionata... proprio oggi! 23. Trecentotré contratti da firmare... proprio oggi! 24. Iena fa body-building... proprio oggi! 25. Pinky Pick e suo zio tenore cantano... proprio oggi! 26. Piccolo Tao tiene una lezione di karate... proprio oggi!

... AUFF, MA PERCHÉ

g Giu

no

PROPRIO OGGI?

uf o Corsi a controllare se davvero avevo br do en un brufolo sul naso (purtropm re po sì). – Aufffff! Per mille mozzarelle, ma perché deve succedere tutto proprio oggi? In qualche modo quella tremenda giornata passò (non chiedetemi come). Verso sera decisi di tornare a casa, ma scoprii che c’era lo sciopero del metrò! Io strillai: – Proprio oggi? Mi incamminai, ma iniziò a piovere! Io sospirai: – Proprio oggi che ho dimenticato l’ombrello! t! t t tt t t Un tremendo fulmine zz zot bz cadde mooolto mooolto b mooolto vicino a me. bad adab b b aab a m a m m m ! Un tremendo fracasa d a d am m ! ba bam so mi fece vibrare i baffi. m mm Mi ritrovai tremendamente inzuppato! m m !
Ch

lo!

et

!

13

A LUCI SPENTE
IN SOFFITTA
Entrai in casa, ma la luce non funzionava! – Per mille mozzarelle, proprio oggi! Mi toccherà salire in soffitta, dove tengo le candele! In soffitta poggiai la zampa su un rastrello di mia nonna, che mi si schiantò sul muso...
ia n im
onna...
l pattino di m .. i io c . ugino...

ll ... il rastre

od

... la

. libre o.. ria di mio nonn

A LUCI SPENTE

IN SOFFITTA

Allora mi aggrappai alla libreria di nonno Torquato, che mi precipitò sulla zucca sbernoccolandomi senza pietà... Appoggiai la zampa su un pattino di mio cugino Trappola e feci un triplo salto mortale... ... finii dritto dritto con la testa in un ritratto del mio antenato olandese Still Van Der Stilton... ... mi ritrovai sulla testa un cappellino di paglia di mia zia Lippa! Mormorai debolmente ‘ s q u i i i i i t . . . ’ e svenni. Non so per quanto tempo rimasi svenuto, ma quando ripresi i sensi era notte fonda. Ricordavo v a g a me n t e il rastrello... la libreria... il cappellino di paglia...
ca p p ell ino mio anten di pa ato g li del o a ... tt di a tr

.. .

il

lr i

m
ia

... i

zia
!

A LUCI SPENTE

IN SOFFITTA

C’e

una volt ra a

Ah ia Mi tastai il bernoccolo sulla testa. – Ahia! ! Mi tornò in mente perché ero salito in soffitta. Le candele! Stavo cercando le candele! Mi diressi al comò appoggiato contro la parete di fondo e lì trovai un candeliere. Lo accesi. – Così va meglio! – sospirai soddisfatto. Mi stupii nel vedere quanti oggetti fossero accumulati in soffitta. o! Da troppo tempo non vi s al i v
Guarda guarda, ecco i libri di fiabe della mia infanzia... il triciclo di mia sorella Tea... il lenzuolo con cui mio cugino Trappola si travestiva da fantasma... per spaventarmi!

...

Bu

u

hh! uh

Vru

m mm m mm!

A LUCI SPENTE

IN SOFFITTA

Vidi un’ombra e lanciai uno strillo.

H AAAAAAAAAAA -AAA AAAGGG
Poi tirai un sospiro di sollievo. – Ehm, era solo un manichino con l’abito da sposa di zia Margarina. Che babbeo sono stato a spaventarmi! Stavo per ridiscendere con il candeliere acceso, quando la finestrina sul soffitto si spalancò.

!

18

IL MISTERIOSO CARILLON DI CRISTALLO
Allungai una zampa per richiuderla. Il temporale era finito e il cielo era limpido! Vidi nel cielo la scia di una cadente. Stavo per esprimere un desiderio, quando... La scia della stella penetrò attraverso la finestra e fece brillare un oggetto ai miei piedi! Abbassai il candeliere per osservarlo meglio... Era un piccolo prezioso Carillon di cristallo.

stella

misterioso

Bizzarro! U h mmm mm m m!
Chissà com’era finito lì?

19

UN DELICATO
PROFUMO DI ROSA
Il Carillon brillava alla luce delle candele. Sui lati erano incastonate pietre preziose: un rubino, un topazio , un quarzo citrino, uno smeraldo , uno zaffiro , un’ ametista. La punta era di D I A M A N T E . Sul coperchio c’era una placca di un misterioso metallo scintillante, in uno strano alfabeto:

Sollevai il coperchio: il Carillon era foderato di velluto rosso. Si sprigionò un profumo delicato, che si diffuse nella stanza. Una melodia risuonò lieve nell’aria.
20

Punta di diamante

Misterioso metallo scintillante
(argento siderale?)

Quarzo citrino Smeraldo

Topazio

Zaff iro
Ametista
(sotto il Carillon)

Rubino
(dentro il Carillon)

UN DELICATO

PROFUMO DI ROSA

i t mo i pn .. r

Chissà da quanto tempo le note imprigionate nella scatola aspettavano che qualcuno le liberasse? Mi accorsi che la musica del Carillon aveva un ritmo ipnotico. m o ipnotic o... rit o.. otic . r ipn ip n o ti co .. . o ritmo rit . tm m o.. o Ri tic o ipnotic o r it m o
it
ip
m o ipn o

mo

ti

co

...

...

i pn oti co.

no

ri t

o . .. ri t

m

o

ipn

... r it m o tico

ti co . . . r it

mo ipno

o ip

r it

. co

Per un attimo mi parve di vedere nel Carillon una figura di luce che danzava... danzava... danzava... Sbattei le palpebre, stupito. Poi mi accorsi che a brillare era stata una minuscola chiave d’oro sul fondo del Carillon. Chissà a che cosa serviva?
23

.

ri

tm

m

n ot ico... rit mo i pn o ip o

o

ipn

otic

tic

o...
o. ..

no

t ico .

ritmo i p n o

rit mo ipn oti

..

tic

co

. ..

.

ti

UN DELICATO

PROFUMO DI ROSA

Vidi anche una minuscola pergamena rosa con un bollo di ceralacca rosa. Profumava di rosa. Conteneva un misterioso messaggio scritto in uno strano alfabeto. Chissà che cosa significava? Presi la lente di ingrandimento...

24

UNA SCALA DI POLVERE D’ORO
c Proprio allora udii un fruscio. A l z a i g l i o c e vidi stupito che la scia della stella era diventata una scala di . Stupefatto provai a salirci, anche se mi tremavano le zampe dalla paura. cala alla s ima Lontano, anzi lontanissimo, i n c
hi

polvere d’oro

riuscivo a scorgere una porticina d’oro che brillava... brillava... brillava... Non resistetti alla curiosità e decisi di andare a vedere. Infilai nel mio zaino un blocco per gli appunti, una penna, un fazzoletto, una borraccia d’acqua e una tavoletta di cioccolata... ah, certo, anche il Carillon! Mi misi a tracolla lo zaino. Con il cuore in gola zampettai in alto, sempre più in alto!
25

C

on

.. lt o a go l a z a m p e t t a i i n re i n uo il c

.

LA PORTA D’ORO
Salii lungo la scala, finché arrivai a una porticina d’oro su cui era scritto:
S E P IC C E, AR E! QU O LO D O R N RA R E VI R IT I D T E NT R O V UO I E N

Mi girai e mi accorsi con orrore che la scala di polvere d’oro stava svanendo! Non osai guardare di sotto (io soffro di vertigini!) e tentai di aprire la porticina davanti a me. Era chiusa! Spinsi con tutte le mie forze, ma inutilmente. Notai una serratura piccolissima. Presi la chiave d’oro e provai a infilarla nella serratura: si aprì. M i c h i n a i ed ent rai. Mi chinai ed entrai.
28

E, AR RE! SE CO RN Q U L O D E V I R I T O N T RA I DE N E T R O VUO I

PIC

O CAVALIERE SENZA MACCHIA E SENZA PAURA...
Mi guardai attorno: ero in una grotta di cristallo. Dietro di me, la Porta d’Oro da cui ero entrato. Una vocetta con la errre moscia gracidò: – Buondì, nobile Cavaliere Senza Macchia e Senza Paura! Qual glorrriosa impresa siete venuto a tentare?

O CAVALIERE

SENZA MACCHIA...

Io mi girai stupito. Vidi una bizzarra creatura dalla pelle verdastra e bozzoluta, con grossi occhi sporgenti e un doppio, anzi triplo mento. Un Indossava giacca e panciotto di velluto rosso con bottoni dorati che evidenziavano la sua ridicola p a n c e t t a e una calzamaglia verde che metteva in risalto le gambette s t or t e. Il cappello a tricorno era cosparso di polverina dorata. Portava a tracolla una bisaccia di cuoio da cui prese un lungo rotolo di pergamena e un calamaio da viaggio. Levò una piuma d’oca a mezScr z’aria e iniziò ib ac c h in u s Sc r ib a c chiu s a ripetere con R o sp o insistenza... L e t t er a t o

rospo!

pancetta

31

O CAVALIERE

SENZA MACCHIA...

– O Cavaliere Senza Macchia e Senza Paura, qual glorrriosa impresa siete venuto a tentare? – Il mio nome è Stilton, Non sono un Cavaliere. Non sono Senza Macchia e Senza Paura: sono un tipo, anzi un topo, piuttosto fifone. E non sto tentando alcuna impresa, io ero in soffitta, poi il Carillon, cioè la stella, anzi la finestra... Lui scosse la testa. – Così non andiamo bene, Cavaliere. Questa storia è deboluccia, a me serve rrroba di prima qualità, rrroba forte: tornei, damigelle, tesori e così via! Terrò la cronaca delle vostre avventure e ne farò un Libro con la L maiuscola. Uhm, ripartiamo dall’inizio, Cavaliere. Vi chiamate Ser Geronimo da Stilton, vero?

Geronimo Stilton.

32

O CAVALIERE

SENZA MACCHIA...

Io ripetei: – Spiacente, non sono un Cavaliere e... Lui scribacchiò senza ascoltarmi:

trò un nobile Cavaliere ...dalla Porta d’Oro en Senza Macch ia e Senza Paura... Ser Geronimo da Stilton! Egli era alto e possente, con f ieri occhi azzurri e lucente chioma bionda. rmatura d’argen Indossava un’a e la sua invin to che brillava ai cibile spada ella Luna era... raggi d

33

IO NON SONO UN TIPO, ANZI UN TOPO, MOLTO AVVENTUROSO...
Io protestai stupito: – Ma io non ho gli occhi azzurri! E neanche la chioma bionda! E non porto armatura e spada! Scribacchius sbuffò: – Cavaliere, se è per questo, non siete neanche alto, bello e possente (a proposito, avete anche un brufolo sul naso!). A me vibravano i baffi dall’esasperazione. – Non-sono-un-Cavaliere! Come te lo devo dire? Il rospo insistette: – Sì che lo siete! – Ti dico di no! – E invece sì! – E invece N O ! – Insomma, decido io quello che scrrrivo! Sono un Rospo Letterato, io! E prendete nota, il mio sarà il Libro dei Libri, il Capolavoro dei Capolavori, il Massimo dei
34

IO NON SONO UN TIPO,

ANZI UN TOPO...

Massimi, sarà letto e r rriletto nel Regno della Fantasia per anni e anni, secoli e secoli, millenni e millenni, anzi... Io mi arresi. – E va bene, scrivi quello che vuoi. Il rospo scribacchiò:

I l C a v a l i e r e S e n z a M a c c h i a e S e n z a Pa u r a galoppò intrepido su l suo cavallo bianco. L o st e n da r d o d i f i n e b r o c c a t o r o s so s u c ui er a r i ca ma to i l s uo st e mm a s ve n t ol a va g lo r i os o a l ve n to e . . .

35

IO NON SONO UN TIPO,

ANZI UN TOPO...

Poi il rospo vide il Carillon che tenevo nello zaino: – M-ma questo è il Carillon di Sua Maestosissima Maestà la Regina delle Fate! Lo aprì e trovò la pergamena rosa: – M-ma questo è un messaggio in A LFABETO FANTÀSICO ! Aspettate che traduco... è nientepopodimeno che una richiesta di aiuto della Regina delle Fate! Ella è in perrricolo! Ella vi implora! Ella dice che solo voi la potete salvare! Io balbettai: – Ma perché ha scelto proprio me? – Boh, a vedervi non sembrate nulla di speciale (avete anche un brufolo sul naso), ma Ella avrà avuto le sue buone ragioni. Allora, Cavaliere, si parrrte? Daidaidai che non c’è tempo da perrrdere, dovremo attraversare sette (dico sette!) Regni prima di arrivare a quello delle Fate!
d

a i d a id

d da i a i dai
. ..

ai .
..

d ai

d aid

ai

d da i a i dai
. ..

d da i a i dai
. ..

da i

d

...

Ecco il messaggio della Regina delle Fate. Per tradurlo, vai a pagina 323: troverai il Codice Segreto!

d da i a i dai
. ..
..

.

...

daid

ai
. ..

..

n on c’è.

d

m . t e p o.

a

p e rd
er
e!

..

..

IO NON SONO UN TIPO,

ANZI UN TOPO...

Io non sono mai stato un tipo, anzi un topo, molto coraggioso... ma non nego mai il mio aiuto a chi è in difficoltà. E se la Regina delle Fate era in pericolo, ebbene, allora l’avrei salvata. Alzai la zampa destra: – La salverò! Parola di Stilton, Il rospo gridò: – Bravo Cavaliere! Tenetevi forte: si va nel Regno della Fantasia! Io sarò la vostra Guida Ufficiale. A proposito, come si nota quel vostro brufolo sul naso!

Geronimo Stilton!

P a r ol a d ’ o no

r

ed
o i rodi t re!
38

NEL REGNO DEI GIGANTI LÀ DOVE VOLANO LIBERI I FALCHI LUNGO IL VIALE DEGLI ANTICHI RE MARMELLATA DI FOLLETTO! SI FA PRESTO A DIRE ‘STILTON’... L’ULTIMO DEI GIGANTI IO SOGNO UN POSTO CHIAMATO ‘CASA’! LA FURIA BIANCA NEL REGNO DELLE FATE UNA ROSA DAI MILLE PETALI LA FONTE DELLA GIOVINEZZA LA CONTEA DEGLI UNICORNI BLU LA MISTERIOSA NEBBIA VERDE ARRIVANO I TROLL! VERRUCHE, BRUFOLI, CROSTE... E PULCI! LA SPIA DEI TROLL! LARGO ALLA SIGNORA DEL BUIO! UN GIORNO GIOCHERÒ A SCIANGÀI CON LE TUE OSSA! TREDICI CARAMELLE PER PUSTOLA! IL BACIO DI UN CAVALIERE SENZA MACCHIA... LA REGOLA D’ORO DELLE FATE LA VERA CHIAVE DEL REGNO DELLA FANTASIA IL SEGRETO DEL ROSPO IL DRAGO DELL’ARCOBALENO D-DOVE SONO? PUZZE, PROFUMI E NOTE MUSICALI! ELOGIO DELLA FANTASIA! DIZIONARIO DELLA FANTASIA

218 224 228 230 238 242 246

250 254 256 260 264 270 273 277 281 286 289 294 298 299 302 306 310 318 321

Questo libro è dedicato con affetto e stima a Laura... che mi ha seguito con coraggio nell’avventura dell’Eco del Roditore, dividendo con me i giorni gloriosi dei gatti e della centrifuga. A Laura, Regina dei Folletti!

Testi: Geronimo Stilton. Redazione e coordinamento: Certosina Kashmir. Illustrazioni dell’interno: Larry Keys, Topica Topraska, Mary Fontina, Johnny Stracchino, Topilia Aristoratti. Copertina, risguardi, carillon, mappe, paesaggi e porte: Iacopo Bruno. Illustrazioni del Dizionario della Fantasia: Michelangelo Miani. Progetto grafico: Topea Sha Sha, Zeppola Zap, Toposhiro Toposawa, Soia Topiunchi, Merenguita Gingermouse, Quesita de la Pampa. Consulenza per il significato delle fiabe, consulenza per le pietre e la loro simbologia: Annamaria Massa. Un ringraziamento a Pietro Soldini. Consulenza: Diego Manetti. Hanno collaborato Topido Topuschi e Marisa Barbi.

www.geronimostilton.com
I Edizione 2003 © 2003 - EDIZIONI PIEMME S.p.A. 15033 Casale Monferrato (AL) - Via Galeotto del Carretto, 10 Tel. 0142-3361 - Telefax 0142-74223
Stilton è il nome di un famoso formaggio prodotto in Inghilterra dalla fine del 17° secolo. Il nome Stilton è un marchio registrato. Stilton è il formaggio preferito da Geronimo Stilton. Per maggiori informazioni sul formaggio Stilton: www.stiltoncheese.com

È assolutamente vietata la riproduzione totale o parziale di questo libro, così come l’inserimento in circuiti informatici, la trasmissione sotto qualsiasi forma e con qualunque mezzo elettronico, meccanico, attraverso fotocopie, registrazione o altri metodi, senza il permesso scritto dei titolari del copyright.

Stampa: Mondadori Printing S.p.A. - Stabilimento AGT

VisXo

Sign up to vote on this title
UsefulNot useful