You are on page 1of 1

122

Storia ecclesiastica
20. Ciò CHE AVVENNE A GERUSALEMME SOTTO NERONE

Giuseppe, nel ventesimo libro delle Antichità, descrive con queste parole la discordia dei sacerdoti scoppiata sotto Ne­ rone al tempo in cui Felice era governatore della Giudea: 2. «l sommi sacerdoti suscitarono una rivolta contro i sacerdoti e i notabili di Gerusalemme. Ognuno di loro si mise a capo di una banda di uomini coraggiosissimi e oltre modo rivoluzionari, da se stesso organizzata; quando questi si scontravano, si insulta­ vano e si scagliavano pietre a vicenda. E non c'era nessuno che li ostacolasse, ma ognuno faceva ogni cosa a proprio piacimen­ to, come in una città in preda all'anarchia. 3 . I sommi sacerdo­ ti furono presi da una così grande impudenza e audacia da osa­ re persino inviare schiavi sulle aie a rapinare le decime dovute ai sacerdoti, i più poveri dei quali, come capitò di vedere, mo­ rirono di inedia. Così la violenza dei rivoltosi oltrepassò la so­ glia del giusto» 86 . 4 . Lo stesso scrittore 8ì parla della presenza a Gerusalem­ me, in questi tempi, di certi briganti che ogni giorno, come di­ ce, uccidevano anche nel centro della città tutti coloro in cui si imbattevano. 5 . Soprattutto durante le feste, mescolandosi alla folla, colpivano chi non era dei loro con dei piccoli pugnali na­ scosti sotto le vesti; dopo averli uccisi, si univano a quelli che si indignavano contro gli uccisori, restando così nell'ombra con l'apparenza di onestà. Primo ad essere ucciso da loro fu il som­ mo sacerdote Gionata; dopo di lui, ogni giorno, ne caddero molti. Si diffuse così una paura più terribile delle sciagure, poi­ ché ciascuno, come in guerra, poteva essere colto dalla morte in ogni momento.
l.

86 Antichità giudaiche, XX, 1 80- 1 8 1 . 87 Guerra giudaica, II, 254-256.