You are on page 1of 14

L'uovo cosmico: percorsi di un simbolo

di Massimo Fongaro - 08/11/2005

Nella mitologia di molte religioni arcaiche è presente il mito dell’uovo cosmico che, nella sua valen a cosmogonica, sim!oleggia l’unit" primordiale dell’essere, la totalit" per#etta, indivisa, che precede la separa ione degli elementi e la nascita dell’universo visi!ile$ % &uesto sim!olo, come per tutti i sim!oli religiosi, appartiene una #orma essen iale o mitema, cioè la struttura logica di elementi caratteri anti che sono riconosci!ili, al di sotto di ogni espressione particolare, in ogni mito$ 'eguir( a ritroso i percorsi di &uesto sim!olo a partire dalle tradi ioni greca, indiana e cinese, allo scopo di risalire #ino al suo mitema archetipico, che e!!e origine, come tutte le creden e umane, in un determinato contesto storico e culturale$ )recia *n )recia il mito dell’uovo cosmico è presente innan itutto nella tradi ione or#ica, ricostruita attraverso i #rammenti sopravvissuti al tempo$ Noto è il #rammento +, 1 % 12 reperito da %risto#$ -ccelli ./0102, dove sono descritte le prime #asi della crea ione cosmica2 3*n principio vi era il 4aos e la Notte e il nero 5re!o e l6ampio 7artaro, e non vi era la 7erra n8 l6%ere n8 l69ceano: negli in#initi recessi di 5re!o gener( per primo la Notte dalle nere ali un uovo sen a seme, dal &uale, con volgere delle stagioni, germoglia 5ros desiderato splendente nella schiena per le ali dorate, simili a vortici tempestosi; <1=$ >’uovo compare nella #ase ini iale della cosmogonia, &uando si avviano le prime genera ioni divine: l’universo, rappresentato dall’uovo, è nella sua #orma em!rionale, indivisa, non ancora dispiegata$ *n un secondo #rammento si pone al principio di tutto non il caos e la notte ma l’ac&ua e la materia2 3*n principio vi era l6ac&ua e la materia, da cui si condens( la terra, ponendo innan i tutto &uesti due princ?pi, l6ac&ua e la terra@ 4rono, dragone, genera una triplice genera ione2 l65tere, dice, umido, il 4aos in#inito e ter o oltre &uesto 5re!o ne!!ioso$$$ Ma in &uesti 4rono gener( un uovo$$$ 5 come ter o accanto a &uelli il dio incorporeo, con ali dorate sopra le spalle e con teste taurine attaccate sui #ianchi e sopra la testa un dragone immane@; <+, 1 A 12=$ Bui 4rono è de#inito dragone, e un secondo dragone, stavolta immane, compare nel corso del divenire cosmico: ci( potre!!e sem!rare curioso se lo stesso essere non ricomparisse anche in un ter o #rammento il cui contenuto mitico è giudicato il piC stravagante della tradi ione or#ica: la cita ione è un po’ lunga, ma contiene elementi che sono decisivi per

animale associato alla pioggia e &uindi alla #ertilit"$ *ndia *l simm!olo dell’uovo cosmico ha una grande importan a nel pensiero . le stelle. imprevedi!ile come lo straripare di un #iume <spesso il drago è meta#ora del #iume=. e dall6ac&ua si #orm( il #ango. il serpente o il mostro marino. la luna. con una testa di leone attaccata e nel me o un aspetto di divinit". per la violen a di chi lo gener(. #iglie di 5urinome2 il sole. +. il &uale. con i suoi #iumi. dall’altra è un sim!olo di #econdit" e di !uon auspicio come il drago cinese >ong. prese la #orma di una colom!a e. il drago. volando sul mare. emersa dal caos. che compare spesso nelle cosmogonie accanto al mitema dell’uovo$ 'inteticamente. e il serpente 9#ione2 3'u!ito essa. #u spe ato in due dallo s#regamento$ >a met" dalla parte della sommit" divenne -rano e &uella in !asso la 7erra: ne procedette un dio dal doppio corpo. l’uno per#etto o cosmos: la separa ione di cielo e terra è l’atto ini iale e necessario della crea ione perch8 solo con la #rantuma ione dell’unit" originaria possono dispiegarsi le molteplici determina ioni dell’universo$ Nel mito pelasgico della crea ione si descrive con maggiori particolari la genera ione del molteplice dopo la schiusura dell’uovo cosmico$ 7utto ini ia dall’a!!raccio amoroso tra la dea 5urinome. rappresentano l’elemento ac&ueo da cui si origina l’universo intero: ma come ogni sim!olo sacro. anche il drago possiede un carattere am!ivalente2 se da un lato è la #or a o poten a primordiale delle ac&ue e come tale incontrolla!ile. 9#ione si arrotol( sette volte attorno all6uovo. e da entram!i nac&ue l6animale dragone. &uello del mostro marino. a tempo de!ito. i pianeti. selvaggia.orientare l’indagine nella giusta dire ione$ 'i parla di 9r#eo2 3>6ac&ua era per lui il principio di tutte le cose. con i suoi al!eri e con le er!e e le creature viventi. depose l6-ovo -niversale$ Der ordine della dea. essendo pieno. compreso il dragone di nome 5racle e 4rono che genera l’uovo cosmico: ma la crea ione vera e propria dell’universo ini ia con la rottura dell’uovo in due parti2 rispettivamente il cielo e la terra$ >’uovo. 1 A 10$ %nche in &uesto #rammento l’ac&ua è il principio di tutte le cose. sim!oleggiando l’unit" primordiale dell’essere. la terra con i suoi monti. <2=$ Non passi inosservata l’analogia tra il dragone di nome 5racle e 4rono e il serpente 9#ione$ *l drago e il serpente sono due sim!oli permuta!ili di un secondo mitema. rappresenta l’universo nella sua unit" e totalit". #inch8 &uesto si schiuse e ne uscirono tutte le cose esistenti. di nome 5racle e 4rono$ Buesto 5racle gener( un uovo straordinariamente grande.

in &uanto il sole. n8 un tentativo meramente umano. come nella conce ione or#ica. &uella d6oro è il cielo. sostenitore della 7erra e di &uesto 4ielo@ Buando le %c&ue potenti giunsero. la sorgente della luce dorata. non appena nato. <I=$ Nella 4handogEa -panisad si descrive come dall’unit" si passi alla molteplicit" dell’universo visi!ile2 3*l sole è il Arahman2 ecco l6insegnamento$ 5d ora la spiega ione2 %l principio &uesto universo era Non essere$ 5sso divenne l65ssere$ 'i svilupp($ +ivenne un uovo$ )iac&ue per lo spa io d6un anno$ Doi s6aperse$ >e due met" dell6uovo erano una d6argento. che generano il sacri#icio. la mem!rana interna le nu!i e la ne!!ia$ >e vene sono i #iumi. il 'ignore dell65ssere. il sacri#icio dell’uomo primordiale Durusa$ Der il pensiero vedico la crea ione non è n8 una &uestione puramente divina. in verit". la mem!rana esterna costituisce le montagne. si schiude e ne escono i vari elementi dell’universo: &uesta cosmogonia è giudicata dagli esegeti un po’ incongruente. costituiscono il principio generatore anche nell’induismo2 3*n principio. l6ac&ua della vescica è l6oceano. è generato dopo la rottura dell’uovo cosmico$ )li elementi principali del mitema dell’uovo cosmico sono presenti anche nella mitologia induista2 le ac&ue primordiali generano l’uovo del mondo: l’uovo si spe a e le sue parti generano l’universo visi!ile$ Ma come si spiega &uesta rottura dell’unit" originariaG Nel mito or#ico l’uovo è 3spe ato in due dallo s#regamento. il +io 'ole. il seme o l’em!rione di tutta la crea ione$ >’uovo sim!oleggia la natura stessa della +ivinit": nei Feda sta scritto2 3*n principio sorse il )erme d69ro2 5gli #u. per la violen a di chi lo gener(: nel mito pelasgico l’uovo si schiude dopo esser stato avvolto sette volte dal serpente 9#ione: la ri#lessione vedica concepisce invece la crea ione in termini di sacri#icio. allora venne in essere l6-nico 'pirito di +io@ Buesto -no che nella sua poten a a!!racci( con uno sguardo le %c&ue pregne di #or e vitali. l6altra d6oro$ >a met" d6argento è &uesta terra. null6altro che un mare d6ac&ua$ >e ac&ue desiderarono. portando con s8 il )erme universale. <5=$ >a somiglian a con il mito pelasgico visto in preceden a è notevole2 l’uovo. da cui scatur? il Fuoco. 34ome possiamo propagarciG. 5sse in#iammarono il proprio ardore. <0=$ >’uovo o germe è concepito dalle ac&ue primordiali che. &uesto mondo era ac&ua.induista$ 5sso è chiamato il )erme d69ro <hiranEagar!ha=. la totalit" per#etta del cosmo. divino e cosmico al contempo$ 9vverosia è . n8 un cieco processo cosmico: è umano. immagine astrale del divino. 5gli è il +io degli +ei e nessuno è pari a lui. compiendo proprio &uesto gesto con #ervore$ Haccogliendo la propria energia creatrice esse si riscaldarono e si produsse un uovo d6oro.

$ 'uccessivamente viene raccontato come gli dei eseguirono il sacri#icio del Durusa per creare gli esseri viventi <versi 8-10=.cosmoteandrico$ *l Durusa si auto-immola a##inchè l6universo possa venire in essere$ +a &uesto sacri#icio totale. dai peli le er!e e le piante$ '6aperse il cuore2 dal cuore sorse il pensiero. la 7erra dai suoi piedi.=$ Fondamentale per il concetto di sacri#icio del Durusa è l’inno HF J. come si legge al verso 1. in cui viene descritta la crea ione dell’universo da parte dell’%tman2 35sso pens(2 K5cco i mondi$ 9ra voglio creare i guardiani dei mondiK$ 7raendolo #uori dalle ac&ue. le caste <verso 12= e. /0. la super( per l6ampie a di dieci dita. mentre dal suo respiro il Fento #u generato$ +al suo om!elico sgorg( l6%ria: dalla sua testa si dispieg( il 4ielo. /0. in#ine. dalla vista il sole$ '6apersero le orecchie2 dalle orecchie sorse l6udito. dallo sperma le ac&ue. dalle sue orecchie le &uattro dire ioni$ 4os? sono stati organi ati i mondi. dalla parola il #uoco$ '6apersero le narici2 dalle narici venne il respiro. 5sso #oggi( l6uomo cosmico$ 5 lo cov($ +opo che lo e!!e covato. la !occa di lui s6aperse come un uovo2 dalla !occa sorse la parola. dal pensiero la luna$ '6aperse l6om!elico2 dall6om!elico sorse l6apana. dall6apana la morte$ '6aperse il mem!ro virile2 dal mem!ro virile sorse lo sperma. è cos? vasto da coprire e de!ordare dalla terra2 3Mille teste ha l6-omo mille occhi. dall6udito i punti cardinali$ '6aperse la pelle2 dalla pelle sorsero i peli. derivano tutte le cose animate e inanimate <. il Durusa. la conce ione vedica presenta anche un elemento antropologico ossia il carattere personalistico della totalit" della realt"$ 4ina 7ra i miti della 4ina arcaica compare un mito simile a &uello indiano$ . mille piedi: cingendo la 7erra da ogni lato. <1=$ *n analogia con HF J. il &uale descrive la #orma ione del mondo dal corpo dell6-omo primordiale. dal respiro il vento$ '6apersero gli occhi2 dagli occhi sorse la vista. la cui !occa schiudendosi come un uovo pronuncia la parola creatrice che genera gli esseri del mondo$ *n tal modo il mitema dell’uovo cosmico si arricchisce di un ter o elemento2 oltre all’elemento teologico <unit" dell’essere= e a &uello cosmologico <unit" del cosmo=. il macrantropo originario è il me o per cui la crea ione si reali a2 il suo enorme corpo viene smem!rato e le singole parti vanno a #ormare gli elementi del cosmo e della civilt"$ *l sim!olo dell’uovo viene cos? tras#igurato nell’uomo primordiale. ai versi 10-1I gli elementi del mondo #isico2 3>a >una nac&ue dalla sua mente: il 'ole venne in essere dai suoi occhi: dalla sua !occa vennero *ndra e %gni. che.$ Darticolarmente interessante è &uanto si legge nella %itareEa -panisad. cioè dalle mem!ra dell6-omo cosmico.

come tutti i mitemi. all6interno del &uale Dan )u cresce per diciottomila anni$ %lla #ine diventa un vero gigante e. il &uale viene ucciso e con le parti del suo corpo è creato l’universo$ >o schema tipico di &uesti miti è &uello del sacri#icio cosmico !en noto per le sue implica ioni rituali e antropologiche: veri#icher( se il concetto del sacri#icio di un essere primordiale appartenga strutturalmente al mitema dell’uovo cosmico oppure se sia una giustapposi ione successiva. il creatore del mondo <8=. piC recente$ >a #onte di irraggiamento >’uomo è una realt" storica e. possiede una struttura complessa e risulta di##icile sostenere un’origine indipendente in diverse culture antiche. &uello del gigante Mmir. anche i miti hanno avuto un’origine nello spa io e nel tempo$ Hitengo sia possi!ile dimostrare che alcune creden e religiose siano nate in et" storica. appartenente alla tradi ione taoista$ %ll6ini io del mondo. !raccia e gam!e si mutano in montagne$ )li occhi prendono posto in cielo2 il sinistro diventa il sole. si divida e che le parti si tras#ormino negli elementi del cosmo$ >a somiglian a con la conce ione indiana è notevole ma non esclusiva. e che le prove di ci( siano rintraccia!ili nella documenta ione scritta piC antica$ 5videntemente per i miti nati in et" preistorica o in epoche ancestrali ci( non è possi!ile$ 7ale convin ione nasce dalla constata ione che il mitema. la sua !ar!a s#avilla nelle stelle$ >e sue pulci divengono gli uomini e le altre &uattro specie di esseri viventi2 animali. ventre. dato che anche nella mitologia germanica esiste un mito analogo. i gusci vanno a #ormare il cielo e la terra: ma per completare la crea ione è necessario che il corpo di Dan )u. cielo e terra #ormano un grande uovo. rompe il guscio in due parti2 in &uesto modo divide il cielo. il destro la luna$ +el suo respiro sono #atte le nuvole e il vento$ L la sua voce a !rontolare nel tuono$ *l sangue di lui #orma i #iumi$ * suoi peli si dri ano e sono al!eri. spiriti e #antasmi$ *n &uesto mito l’uovo rappresenta l’unit" originaria del mondo in cui cielo e terra sono ancora indivisi e stretti l’uno all’altra$ >a separa ione e la crea ione del mondo visi!ile avviene gra ie a Dan )u. che sale.'i tratta del mito di Dan )u. con un colpo di scure. il gigante che dorme nell’uovo e che ad un certo punto si sveglia$ 'paccato l’uovo in due. in analogia con il Durusa vedico. dalla terra. che si distende$ Dan )u cresce ancora per altri diciottomila anni e alla #ine ogni parte del suo corpo si tras#orma$ Detto. come tutte le crea ioni umane. piante. soprattutto &uando gli stessi studiosi giudicano un mito stravagante o incongruente perch8 dissonante con una tradi ione$ *noltre la compara ione linguistica .

la citt" di -ruP rivela i caratteri della citt"-stato: i primi esempi di scrittura. come per l’uovo cosmico. poi gli %ccadi. risalgono al 0100 a$4$ ma solo alcuni secoli dopo troviamo i primi testi letterari e mitologici$ % partire dal 2. concrete e #alsi#ica!ili a sostegno di un’ipotesi di lavoro$ +i #ronte a dati storici le uniche o!ie ioni ammissi!ili sono &uelle d’ordine storico$ +al punto di vista cronologico il pensiero indiano è il piC antico delle tre tradi ioni #in &ui esaminate$ >a ri#lessione vedica. allontanandosi dalla sua origine attraverso le strade delle migra ioni. rispondo che per alcuni miti. e che le analisi etimologiche indicano come poi si sia di##uso in tutte le dire ioni. solo per accennare al numero e alla grande a dei popoli di &uesta regione. attraverso il 7i!et$ DiC di##icile è invece individuare la #onte di irraggiamento in 9ccidente: a volte è stata ipoti ata una migra ione di conce ioni religiose e #iloso#iche dall’*ndia. certamente non anteriori. il Medio 9riente. il #amoso pensatore e alchimista taoista della dinastia Oin <*F sec$ +$4$=: in )recia le testimonian e scritte piC antiche non vanno oltre l’F*** sec$ %$4. gli *ttiti. dei commerci. che prosper( tra il 2/00 e il 1/00 a$4$. ma tra )recia e *ndia c’è una vasta area culturale. in#atti. il cunei#orme inciso su tavolette di argilla. gli %ssiri e cos? via. e che &uindi documenti creden e nate in et" anteriori prive di scrittura. per non men ionare piC a 9vest gli 5gi iani$ %nticipo su!ito che il mitema dell’uovo cosmico non e!!e origine in *ndia ma in Mesopotamia nel ** millennio a$4$. presenta le testimonian e scritte piC antiche dell’umanit"$ )i" in et" protostorica <0200 a$ 4$=. delle con&uiste.. l’o!ie ione resta a livello di congettura non dimostra!ile mentre il documento scritto e l’etimologia #orniscono prove materiali. si possono rinvenire nelle tavolette diversi elementi strutturali del mitema dell’uovo .00 a$4$. ma conserva il suo schema di #ondo anche se par iale e tras#igurato$ %ll’o!ie ione che la testimonian a scritta rappresenti l’ultima #ase di un’ela!ora ione culturale. mentre in 4ina il mito di Dan )u è attestato per la prima volta nell’opera di )8 Nong. anche se sulla !iogra#ia di 9r#eo e sulla costitu ione della tradi ione or#ica. ini i( nel JF* sec$ %$ 4$. non vi sono dati certi$ >’analisi etimologica con#ermer" il passaggio del sim!olo dell’uovo cosmico dall’*ndia alla 4ina. viene assimilato da altre tradi ioni religiose tras#ormandosi esteriormente per l’adattamento alle nuove mentalit". in cui hanno prosperato civilt" !en piC antiche2 in primis i 'umeri. raggiungendo luoghi anche molto lontani$ >a civilt" sumerica.o##re strumenti che possono sostenere l’ipotesi della di##usione di una creden a a partire da un centro in cui una determinata civilt" ha creato la #orma essen iale del mitema: l’archetipo. gli 5!rei.

padre. <11=$ Notare come 5nPi. pur non presentando la mitologia sumerica &uesto sim!olo$ *l primo elemento è il tema dell’esisten a di uno stato primordiale indi##eren iato che precede la separa ione del cielo e della terra2 34ielo e terra erano legati l6uno all6altra <#ormando= un tutt6uno. omogenea e indi##eren iata. venga identi#icato con il drago che a!!iamo gi" visto essere legato alle ac&ue primordiali$ >a storia della Mesopotamia non #u a##atto lineare$ * sumeri convissero con altri popoli di origine semitica giunti nella regione a partire dal 2I00 a$4$2 dapprima gli %ccadi. indi##eren iata che precede l’a ione creativa: potremo anche parlare di preesisten a di cielo e terra. che il seme del toro selvaggio ha #atto nascere. &uando 5nlil prese per s8 la terra.cosmico. rompe l’unit" dello stato ini iale. non è a##atto scontata nel pensiero arcaico in &uanto presuppone una scissione all’interno della perce ione dello spa io vitale$ >’atto della crea ione. l’5numa elish cele!ra il dio MarduP. producendo le determina ioni molteplici della realt" esistente$ >’%c&ua come principio cosmogonico è il ter o elemento rilevante che incontriamo$ %ssieme a cielo an. prediletto dal santo %n@ drago eccelso che stai in 5ridu. terra Pi e montagna Pur. durante la ter a dinastia di -r <2100 a$ 4$=. la divinit" tutelare di Aa!ilonia che con Nammura!i <11/2-1150 a$4$= assurge a capitale politica e culturale di tutto il Medio 9riente$ -n tema #ondamentale presente in &uesto poema è &uello della natura ac&uea del principio generatore di tutte le cose2 . nella mitologia sumerica l’ac&ua è uno dei principi #ondamentali del cosmo su cui regna il dio 5nPi. </=$ Non si parla della natura di &uesto stato primordiale. poi gli %morrei e successivamente gli %ssiri: &ueste genti assimilarono e riela!orarono il patrimonio religioso sumerico secondo la loro mentalit" e ci( che ne risult( #u l’5numa elish. il signore dell’a!isso delle ac&ue a! u: con la ri#orma del re 'ulgi. <10=$ >’idea della separa ione di cielo e terra. non si erano ancora sposati. le sue colonne <portanti= sono &uelle di cielo e terra. in#atti. generato dal toro. la )rande Montagna. esso costituisce l’unit" originaria. an e Pi. 5nPi. !envoluto da 5nlil. la sintesi piC imponente del sapere mesopotamico$ 4ompilato nella #orma de#initiva verso gli ultimi secoli del ** millennio a$4$. su!lime per propria natura. em!rionale. divinit" tutelare di 5ridu. ri#eriti al momento in cui essi erano ancora inscindi!ilmente uniti$ 'econdo elemento è il tema della separa ione di cielo e terra che sancisce l’ini io dell’a ione cosmogonica2 3Buando %n prese per s8 il cielo. il dio della sagge a 5nPi assume un nuovo primato sugli altri dei2 3Magnilo&uente 'ignore del cielo e della terra. la cui om!ra ricopre cielo e terra@ la tua casa eccelsa è costruita sull6%!isso.

e successivamente con la genera ione di tutte le altre cose del mondo: I$ le parti del cosmo sono ricavate dallo smem!ramento di un essere primordiale.3Buando >assC il cielo non aveva ancora nome. su cui insedi( guardiani ai &uali a##id( la missione di impedire alle sue ac&ue di erompere@ Haccolse la !ava di 7iamat e MarduP ne #orm( la nuvola che assegn( a %dad il dio dei #enomeni metereologici@ +isposta allora la testa di 7iamat. mescolavano insieme le loro ac&ue. come un pesce da seccare. in primis del cielo e della terra. loro progenitore. appartiene strutturalmente al mitema dell’uovo cosmico: potremmo anche dire che l’uovo e l’essere . in &uesti miti antichissimi sono presenti i suoi elementi strutturali2 1$ lo stato di cose che precede la crea ione del cosmo è uno stato indi##eren iato e caotico. &uindi. e ne dispose una met" che incurv( come il 4ielo$ Ne tese la pelle. e vi cre( delle #onti per de#luire in cascate$ *n#ine. e Madre. curv( la sua coda e l6attacc( al grande cavo al di sopra del &uale egli l6%psu@ +ispose il sedere di 7iamat a sostenere il 4ielo e so##itt( la sua altra met" a consolidare la 7erra. soli. il 'ignore contempl( il cadavere di 7iamat2 voleva tagliarne la carne mostruosa per trarne cose !elle$ >a tagli( in due.$ Dur non comparendo in primo piano il sim!olo dell’uovo cosmico. principio #emminile$ >’originario a!isso sumerico %! u è scomposto in due entit" ac&uee di genere maschile e #emminile. <12=$ %l principio di tutte le cose c’è dun&ue l’ac&ua: l’a!isso delle ac&ue primordiali è costituito dalla mescolan a delle due masse d’ac&ua cosmiche2 le ac&ue dolci -%psC in accadico-. il cui schema. in cui si descrive come viene creato l’universo a partire dal cadavere di 7iamat. %psu-il-primo. e BuaggiC la terra #erma Non era ancora chiamata con un nome. in cui tutte le cose sono mescolate e non ancora distinte tra loro: 2$ la natura di &uesto stato è l’ac&ua: 0$ la crea ione dell’universo prende ini io con la separa ione degli elementi costitutivi del cosmo. e il mare salato 7iamat. 7iamat. vi ammucchi( sopra una montagna dove apr? una #onte nella &uale un #iume #remeva$ %pr? nei suoi occhi l65u#rate e il 7igri@ 'ui suoi seni ammucchi( le montagne lontane. pro!a!ilmente per spiegare la loro capacit" generativa$ %ncor piC rilevante per il mitema dell’uovo cosmico è &uanto si legge al termine della &uarta tavoletta dell’5numa elish. scon#itta e smem!rata da MarduP <10=2 3% mente #resca. principio maschile. genitrice per tutti loro.

non signi#ica mettere in discussione l’originalit" di una cultura. cos? che a &uesto essere primordiale appartiene anche il carattere del gigantismo che si riscontra negli altri miti analoghi esaminati in preceden a2 il Durusa. rappresenta solo lo schema o struttura di un mito o di un sim!olo$ * miti delle tre culture che a!!iamo esposto sono il risultato di &uesta ela!ora ione$ *ndia$ Der &uanto riguarda l’*ndia. e con le sue parti sono #ormati il cielo. perch8 originale è il modo con cui una tradi ione recepisce e riela!ora il mitema che. e l’*ndia$ *n &uesto modo non solo !eni materiali. ricordo. Medi e Dersiani a 5st a loro volta assimilarono e mediarono l’irradiamento dei sim!oli e delle conce ioni mesopotamiche rispettivamente verso il Mediterraneo. delle migra ioni$ 'i ricordino le imprese di 'argon il grande <200I-221/ a$4$=. la metropoli economica. un uomo o un mostro come si trova espresso nelle diverse tradi ioni religiose$ Nel mito !a!ilonese 7iamat viene spaccata in due come un pesce da seccare. costumi. ma anche creden e religiose e idee scienti#iche si propagarono dal Medio 9riente in tutte le dire ioni$ 9vviamente ogni sapere importato viene sele ionato. Dan )u. che estese il suo impero a ovest e a nord #ino al mediterraneo e a est #ino all’*ran: 'argon e successori costituirono il ponte tra 9riente ed 9ccidente attraverso il &uale si irradi( la cultura mediorientale$ Nuovo impulso alla di##usione si e!!e con Nammura!i che #ond( un nuovo regno vastissimo con al centro Aa!ilonia. la terra e gli altri elementi dell’universo$ *noltre.primordiale sono due immagini e&uivalenti dell’unit" precosmica$ L poi di secondaria importan a se l’essere primordiale è un dio. scomposto e assimilato in !ase alla mentalit" e alle caratteristiche proprie di un gruppo etnico: ricondurre &uindi un mito o un sim!olo ad un archetipo storicamente determinato. modelli di stato. %ssiri e *ttiti a nord. Mmir sono tutti esseri giganti$ >e strade del mitema *l mitema dell’uovo cosmico è nato in Mesopotamia per lenta ela!ora ione del patrimonio mitologico in seguito all’incontro delle civilt" sumerica e accadico-!a!ilonese tra il *** e il ** millennio a$4$$ >a sua di##usione ha seguito le strade delle con&uiste territoriali. il Mar Nero. dei commerci. #ondatore della dinastia di %ccad. nel poema si descrive 7iamat <madre a!isso= come un essere enorme. politica e culturale di guida per tutta la Mesopotamia$ 'uccessivamente. sono noti i rapporti commerciali della civilt" di %rappa con i 'umeri addirittura gi" nel *** millennio$ DiC importanti per la nascita della civilt" indiana sono per( le cosiddette . o come un’ostrica o un uovo secondo altre tradu ioni. immenso. dalla #or a mostruosa e indoma!ile.

!rill( in cielo come sole2 &uel che !ianco c6era sopra divent( luna splendente: &uel che c6era di scre iato !rill( in cielo come stelle2 &uel che l6uovo avea di scuro divent( nu!e nell6aria. attraverso il 7i!et. uRun= cioè utero <15=: la stessa !ase agisce nel latino uter <utero=2 dall’accadico atru. inoltre. il carro da guerra. gi" ripensati dalla ri#lessione indiana. non ultima con l’importa ione del Auddhismo nel ***-*F secolo d$4$ )recia$ *n 9ccidente. <1I=$ >’uovo. 4immeri. i Delasgi e i 7raci <9r#eo era un trace=$ +al Mar Nero. il Aaltico e la Hussia meridionale: non sorprende cos? di trovare nella cosmologia #innica. #ino alla 4ina a Nord-9vest dell’impero: dall’*ndia. deriva storicamente da un al#a!eto semitico <#orse l6aramaico= penetrato in *ndia intorno all’800 a$4$ attraverso la Mesopotamia$ 4ina$ 5lementi culturali mesopotamici entrano in 4ina attraverso due vie2 dall’%sia centrale. il devanagari. Ratru.invasioni arie da ovest nel DunQa!. 'citi e 'armati di##ondono gli antichi saperi mediorientali verso il centro 5uropa. poi. allora se ne dovranno trovare i segni nelle parole con le &uali ha viaggiato sulla !occa degli uomini$ 4os? se consideriamo il termine uovo. il racconto di un’anatra che depone le uova sul ginocchio della madre delle ac&ue: le uova.alevala. sporgente. si rompono e i loro #rammenti vanno a #ormare il cosmo2 3>a met" del guscio sotto divent( la madre terra2 l6altro me o guscio sopra si mut( nel #irmamento2 &uel che c6era sopra. giallo.= c#r$ ataru. a piC riprese. narrata nel . e creden e religiose tra cui il mitema dell’uovo cosmico$ L noto. scivolando #uori dal nido. col . matru <gon#io. la coltiva ione del grano. gra ie agli 'citi che si estendono dal mar Nero. che la piC importante scrittura sanscrita. Rat"ru. sul Mediterraneo e attraverso l’%natolia è ampiamente attestata ed è #acile dedurre la loro assimila ione nel * millennio a$4$ dagli antenati dei )reci. la di##usione dei saperi mediorientali sul Mar nero. ma è piC #ondato storicamente supporre un travaso di genti dall’*ran con la media ione di 5lamiti e Medi: &ueste genti importarono in *ndia usi e istitu ioni come la citt" stato nella #orma della cittadella-tempio. il gigante. i temi del greco oon e oion e del latino ovum sono riconduci!ili all’accadico uRRu <uRum. il drago >’analisi etimologica del lessico utili ato nei miti esaminati #ornisce le prove linguistiche al &uadro storico appena delineato$ 'e il mitema dell’uovo cosmico si è veramente di##uso dalla Mesopotamia a partire dalla prima met" del ** millennio a$4$. ove hanno rapporti con gli %ssiri. che si #anno risalire a met" del JF* secolo a$4$: &ueste migra ioni coincidono con l’ini io della ri#lessione vedica.

persiano parsi 3cittadino. si illumina se si ricollega al valore originario contenuto nell’accadico pars"Ru <pars"mu=. !èni !Cru <#onte=. con la componente corrispondente ad accadico %tru <enorme=$ *n 4ina. il drago sim!olo delle piene distruttrici del #iume. trarre via=: il sanscrito )ar!ha <germe=. col signi#icato di ci( che precede. derivano le voci sanscrite udhas. senator=$ *l cinese Dan )u è assimila ione del sanscrito panu <re. ataru. c#r$ e!raico 6a#6". il drago è #orse il sim!olo piC importante della religione tradi ionale. <an iano. latino anguis <anguilla= con valore semantico di Edra. riconduci!ile all’accadico a!!u <ac&uitrino. accadico ga!6u <cima. ara!o 6a#’a <vipera=$ *l mitema del drago o mostro marino è presente anche nella religione indiana e in &uella cinese$ Nella mitologia indiana si narra del drago Frtra o Ferethra. enorme$ Feniamo ora al dragone di nome 5racle e 4rono$ *l greco draPon è voce che indica sia drago che serpente: si ricollega al greco derPonai <vedo. il germe d’oro. pantano..signi#icato di sovra!!ondare. inonda ione. ci( che emerge2 e!raico gi!6". scon#itto da *ndra. panC <parte anteriore=. in analogia con il latino gemma. persona. !"lu <enormemente grande=. il drago cinese è sim!olo di . richiama l’accadico husum <oro= della !ase di accadico Nar"su <scavare. con radici sanscrite hari harit. latino priscus. vipera=. udhar e udhan <utero= <1. ga6av" <eleva ione. guardo= il cui signi#icato originario è per( emanare #uoco. signore=: la componente Dan richiama l’accadico pan <avanti=.=: il cinese Qidan <uovo= risulta essere un adattamento del sanscrito udhan <11=$ Der completare l’etimologia della parola uovo con il termine indiano NiranEagar!ha. la cui !ase etimologica riconduce all’accadico !èrta <corso d6ac&ua=. non ha valen a negativa o maligna$ %n i. ma al contrario delle versioni occidentali. ha il valore originario di cima. il greco gon#os. magni#icen a=$ *l signi#icato del termine sanscrito Durusa. il primo: Dan )u è il primo uomo come il Durusa vedico$ Notare come Dan )u a!!ia la stessa radice del cinese pangd" che signi#ica gigante.. inteso come 3l6uomo primigenio. !alenare. a sua volta calcato sull’e!raico pele <prodigio=$ *l serpente 9#ione richiama invece un’altra voce greca2 o#is <serpe. c#r$ e!raico gèv". eccedere$ Bueste radici accadiche #orniscono la chiave per segnare anche i percorsi del mitema in 9riente2 sempre dall’accadico atru. essendo legato alla pioggia e ai #enomeni atmos#erici. con richiamo all’accadico serhu <splendore=$ >’attri!uto dell’immane dragone è dato dall’aggettivo pelorios <pelorios draPon= che signi#ica mostruoso enorme: la voce richiama la !ase corrispondente ad accadico !a6alum. parsuRu <parsumu=. si noti che è parola composta dalle componenti hiranEa <oro= e gar!ha <germe=$ NiranEa.

è come se dicesse che in principio c’era l’ac&ua e poi venne la terra ecc$. deriva dalla !ase del greco casco nel senso di spaccare. &uanto la grande #ossa oceanica. il drago Frtra e il drago cinese >ong sono tutti legati all’elemento ac&ueo e al pari possiedono l’attri!uto del gigantismo: &uesti esseri sono tutte deriva ioni del mostro marino 7iamat di cui si narra nell’5numa elish. ancora da dispiegare. oscura. mentre 9ceano. e l’accadico ullu <&uello=. spalancare: il signi#icato di tene!ra scopre l6inter#eren a della !ase corrispondente ad accadico hasC. in#atti. 9r#eo. attingendo come 9mero. oscuro=$ Der cui è piC legittimo identi#icare il caos con l’a!isso delle ac&ue primordiali$ 'e &uesto è vero. al pari del greco dolicos <lungo= e del latino longus. è la #orma addolcita e greci ata di 7iamat. mentre il caos. il serpente 9#ione. greco 9Peanos. rivisitati in modo originale dalle singole culture ma sen a alterarne lo schema di #ondo$ 4os?. h"soh <pro#ondo. la cavit" pro#onda e tene!rosa delle ac&ue generatrici2 caos. <18=$ 7eti. 7alete ad una sapien a !en piC antica. e che 7eti #u la madre di tutti i suoi #igli. arraPu <molto lungo=. non è tanto l’insieme in#orme di tutte le cose. !a!ilonese allu <altro=$ *l dragone di nome 5racle e 4rono. &uella sumero-accadica. si pu( richiamare il nesso tra l’uovo cosmico e il caos che in alcune tratta ioni vengono accomunati nell’idea di principio generatore. la dea del mare. &uando 5siodo canta nella sua 7eogonia che 3in principio c’era il caos e poi venne la terra ecc$. troviamo un’altra immagine di 7iamat nel mito omerico della crea ione2 34ertuni dicono che tutti gli dèi e tutte le creature viventi nac&uero dal #iume 9ceano che scorre attorno al mondo. che pose l’origine di tutte le cose in remoti a!issi ac&uei$ Massimo Fongaro S2005 Note . e!raico h"sah <essere oscuro. a-giQ-en-na <ac&ua alta=$ >a compara ione linguistica o##re opportunit" ancora inesplorate$ Der concludere . sumerico a-gi-a. richiama l’accadico durgu duruPu <lontano=. ad esempio. ci( da cui tutto proviene$ * due concetti hanno invece signi#icati leggermente diversi perch8 l’uovo sim!oleggia l’unit" del cosmo in poten a. ha signi#icato originario di ac&ua del #iume2 le #orme originarie sono ogenos ogen per cui si veda l’accadico agC <ac&ua pro#onda. la madre di tutte le creature nell’5numa elish.#ertilit" e di !uon auspicio$ >’analisi linguistica rivela come anche il drago cinese sia imparentato con i suoi cugini occidentali2 il termine cinese >ong <drago=. c#r$ accadico arPu <lungo=.

p$ 20$ Der una tratta ione piC accurata %nne Airrell. 2 vol$. * 1. Ai!lioteca universale >ater a.2.. J. 1. * presocratici2 testimonian e e #rammenti.1 Fedi anche i seguenti passi2 HF J. 11-12: 4#r$ anche * . 81. 10-11$ Nota 5 4h$ -p$ 0. 7orino 2001.1: %A **. 7orino 1/80$ Nota . 1. 100: 7'..$ Nota 10 *vi. 121. -757.0: J. 1/.82. Milano 1/80.I: 7A **. 1. Aaltimore 1//0$ Nota / )iovanni Dettinato. * Feda$ MantramanQari$ 7esti #ondamentali della rivela ione vedica.1. 28: 'A F*. * 5. 1-0: * 15. Motta Ounior 2002.: %F J.. 0-I$ Nota 8 Der la ricostru ione di &uesto mito 4#r$ Nel#t 4laude. >a mitologia cinese.ran . 2 vol$. 1. F**. 11: * 1I. Aari 1//.1.5-. 9rphicorum #ragmenta.1. 1-1-8$ Der &uesto e i successivi inni vedici 4#r$ DaniPPar Haimundo. 1: F* 2$ Nota 11 *vi. * miti )reci. * 1. 18$ Nota 1 %it$ -p$ 1. Mitologia sumerica. 4hinese mEthologE$ %n *ntroductions. Der &uanto riguarda l6idea del sacri#icio primevo c#r$ HF.. -tet. p$ 21$ Nota 0 HF J. a cura di 4arlo della 4asa. 1-2$ Der &uesto e i seguenti passi delle -panisad 4#r$ -panisad. Oohns NopPins-niversitE Dress. >onganesi. Milano 2001$ Nota I 'A J*. 5-. 1-10$ .Nota 1 Der &uesto e i successivi #rammenti 4#r$ N$ +iels T U$ .ern.$ Der il testo greco si veda 9tto . +u!lin Vurich 1/12$ Nota 2 Der la ricostru ione di &uesto mito 4#r$ Ho!ert )raves. H4' >i!ri '$p$%$.

>e origini della cultura europea. consulta!ile su *nternet all’indiri o http2// www. -omini e dei della Mesopotamia. * 21022I$ Nota 15 Der l’etimologia delle parole latine e greche si consultino le rispettive voci in 'emerano )iovanni. a cura di Daolo 5milio Davolini. * 1-5$ Nota 10 *vi. Hemo 'andron 1/10.ramer. Der le voci indiane è stato consultato il 7he 4ologne sansPrit dictionarE proQect. 9lschPi 5ditore.de amil$ Nota 11 Der le voci cinesi è stato consultato il 4hinese-5nglish dictionarE. 2000$ Nota 1. J*F 50. Folume 2 +i ionari etimologici Aasi semitiche delle lingue indeuropee. *F 105 e 'gg$ Nota 1I .uni-koeln. AE -niversitE o# 4ologne. distri!uted !E Male -niversitE Dress. *liade. J*F 201$ .Nota 12 Oean Aottero-'amuel Noah .zhongwen. consulta!ile su *nternet all’indiri o Http://Webapps.alevala. Firen e.com$ Nota 18 9mero. )ermanE. -$'$%$.