RECENSIONE PER MARIA FRANCESCA CONSIGLIO

Questa è una recensione anomala in quanto non si tratta di parlare di un libro che già esiste ma di qualcosa che si spera presto esisterà! Maria Francesca Consiglio scrive degli aforismi, frasi corte o lunghe cioè che descrivono ciò che lei sente sotto la pelle, quel che il suo animo le dice, senza tanti fronzoli e senza complimenti racchiuse sotto il nome di !"ensieri di una mente "igra!# Coraggiosa del sapere che la verità spesso fa male e non piace, lei scrive non per piacere agli altri ma per mettere nero su bianco ciò che pensa e se qualcuno non è d$accordo% "azienza! &i può dire che finalmente c$è chi ha il coraggio di dire quello che pensa e non ciò che gli altri vorrebbero sentirsi dire# 'E' da temere la mente di chi brandisce l'arma non l'arma stessa.” (a frase cos) immediata può sembrare molto facile da capire, ma tutti gli aforismi parlano per metafore ed ecco che diventa qualcosa di pi* complesso, introspettivo +bbi paura pi* della mano ,anche la tua- che brandisce un$arma ,anche le parole sono un$arma- che non l$arma stessa ,quella la puoi vedere e schivare- la mano e la mente che la muove non la puoi vedere e non sai cosa può fare veramente# "ensieri profondi per i suoi ./ anni, che dovrebbero essere pochi allo stato anagrafico, ma che risultano molto vissuti allo stato mentale e psicologico di una scrittrice di se stessa che potrebbe avere in un futuro molto prossimo, tante cose da dire e da pubblicare#

0123450&2+

6a dove viene la tua schiettezza nello scrivere, è stata cercata o è nata da una ricerca interiore7 (a schiettezza è un dono , perch8 cos) la considero- che fa parte della mia indole caratteriale# &pesso cerco di arginarla , ma nella maggior parte dei casi fallisco- in quanto purtroppo non tutte le persone che s$incontrano gradiscono ascoltare ciò che davvero pensi, piuttosto optano per quello che vorrebbero sentirsi dire# 1ella scrittura invece do libero sfogo a quello che è il mio pensiero reale, talvolta rivolgendomi ad interlocutori specifici, senza autocensurarmi# Quindi, riferendomi alla tua domanda, la schiettezza che si evince da ciò che scrivo non è stata ricercata# Che cosa ti spinge a scrivere7 9o sempre amato, fin da quando ero veramente piccola, la lettura e la scrittura# :vviamente scrivevo per me soltanto oltre che nei classici temi scolastici# Quello che nel tempo mi ha portata a scrivere in modo consapevole e costante, a fare 'uscire; i miei pensieri dal foglio, dalla mia stanza, è stata la volontà di condivisione# 3ssenzialmente è il forte desiderio che ho di far conoscere il mio punto di vista, di 'rimanere; in qualche maniera, che mi da quella spinta a scrivere# "er me è stato terapeutico in momenti di sconforto personale leggere i pensieri di grandi scrittori del passato o contemporanei< sapere che qualcuno potrebbe essere 'confortato; o rispecchiarsi in quello che scrivo mi basta a darmi una carica in pi* in quella che è già una grande passione# (o dico senza alcuna presunzione anzi questo è dato dal fatto che ho una naturale propensione ad interessarmi al punto di vista altrui, all$ascolto# (a parola scritta o parlata è la vera forza dell$essere umano, che cosa ne pensi7 (a parola è un mezzo straordinario e pericoloso al tempo stesso# Con essa si può iniziare o porre fine persino ad una guerra! (a parola ha un valore inestimabile# 0o sono quello che dico non solo quello che faccio# "er me tutto dovrebbe passare in primis attraverso la parola< provo una forte repulsione per la violenza fisica che spesso potrebbe essere evitata se solo si comunicasse di pi*! &ei naufragata su di un$isola deserta, nessuno ti può sentire o leggere, come ti sentiresti7 “non ho paura di guardare sul volto i miei demoni piuttosto temo lo specchio che impugnano” Costretta a guardarmi dentro senza la possibilità di fuggire# Molti portano avanti quelle dottrine orientali nelle quali si sostiene che è nella solitudine che siamo davvero noi stessi e ci 'ritroviamo;#

0o sono d$accordo solo in parte con queste filosofie perch8 credo che qualsiasi cosa, anche la pi* sublime, perda il =>? della sua bellezza , fisica o concettuale- se non viene condivisa# 4itrovare se stessi per poi vivere una vita senza essere in grado di comunicare, trasmettere, amalgamarsi per poi dividersi, è solo una scusa per evitare il confronto con l$altro perch8 spesso questo crea dubbi e insicurezze# 2alvolta ci si guarda troppo dentro per non guardare fuori# "uoi definirti in tre parole e dire il perch8 ti senti cos)7 Metaforica# 6uale# Mentale# Metaforica perch8 spesso mi esprimo attraverso esempi e metafore anche in situazioni molto informali è un vizio che mi caratterizza! 6uale perch8 in me coesistono due personalità ben delineate che, in perenne conflitto tra loro, creano il caos necessario a 'gettarmi; in quello stato d$animo d$inquietudine ed introspezione necessario per 'creare;# Mentale perch8 tutto quello che incontro nella vita non ha nessuna consistenza, anzi tende a svanire rapidamente, se non passa e non si attecchisce alla mia mente< tutto per me è celebrale, persino il contatto fisico# 9o letto diverse delle tue frasi e credo che sia quello che la gente si dovrebbe dire invece di fingere, cosa ne pensi7 "enso che la società nella quale viviamo sia 'castrante; sotto questo punto di vista< è noto ormai che lo stendardo odierno sia l$apparire quindi non stupisce il fatto che le persone spesso preferiscano mordersi la lingua piuttosto che esprimere il loro pensiero qualora rischiasse di risultare impopolare# Fortunatamente, come me, c$è ancora una piccola parte di persone che ha il coraggio di cercare la sostanza delle cose# 1on mi considero migliore di altri per questo, solo pi* vera# (a verità può essere racchiusa anche in una sola parola, gesto o sguardo! &ei d$accordo7 “Per la verità si soffre in questa vita; quando la si cerca e quando la si dice# ' 6al mio punto di vista ci sono due tipi di verità quelle comode e quelle scomode (a prima fa meno fatica ad uscir fuori e può cogliersi nello sguardo in primis, poi nei gesti e in ultimo nelle parole delle quali spesso si fa uso improprio# (a verità 'scomoda; invece, quelle nascosta in profondità, viene davvero fuori quando un soggetto è sottoposto a forti pressioni, quando è sotto effetto alcolico o in preda a crisi di rabbia# @razie della tua disponibilità!

"agina faceebooA

Sign up to vote on this title
UsefulNot useful