Record differenziata a quota 70 per cento Cassonetti più facili

spilamberto. Visto l'ottimo risultato il sindaco Lamandini chiede a Hera di eliminare le "bocche" tarate per i rifiuti
di Marco Pederzoli
1 SPILAMBERTO

Si cambia di nuovo sulla raccolta dei rifiuti a Spilamberto e, nelle prossime settimane, essa sarà più facile per i cittadini. Grazie agli ottimi risultati ottenuti nell'ultimo trimestre del 2013, con un 70,5 per cento di raccolta differenziata, l'amministrazione comunale ha deciso, in concerto con Hera, di alleggerire la "pressione" sui cittadini, eliminando le bocche tarate dai cassonetti per la raccolta dell'indifferenziato, ove queste sono presenti (circa su 1/3 del territorio). Sarà tuttavia mantenuta la tessera magnetica.

bilità ha previsto entro giugno 2014». Di fatto, quindi, dalle prossime settimane dovrebbero sparire su tutto il territorio i cassonetti con le bocche tarate. «Questa operazione - spiega ancora Laniandini -non costerà di più. Dal momento che Spilamberto ha adottato un progetto sperimentale, tutti i costi sono in capo a Regione e ad Hera». Dall'altra parte, rimangono comunque per il Comune di Spilamberto diversi obiettivi, riassumibili in 5 pun-

ti: incremento della raccolta differenziata su base annuale, che nel 2013 Spilamberto è stata al 64,6% (il 70,5 per cento riguarda infatti solo l'ultimo trimestre); la riduzione della produzione di rifiuti indifferenziati, che a Spilamberto è scesa comunque di quasi 1 milione di kg rispetto al 2011 (dai 3,55 milioni di chilogrammi del 2011 si è passati a2,7 milioni di chilogrammi nel 2013); aumentare la produzione di rifiuti differenziati, che in due anni

è comunque cresciuta di oltre 1 milione di kg, da 3,7 milioni nel 2011 a 4,8 milioni di chilogrammi nel 2013; promuovere l'utilizzo delle isole ecologiche in rete tra i vari comuni dell'Unione (complessivamente, lo ricordiamo ai lettori, finora sono stati 2.288 gli spilambertesi che si sono recati ad un'isola ecologica dell'Unione); proseguire con la raccolta dei rifiuti "porta a porta" nelle sole zone industriali e artigianali.

Ad annunciare questa novità è stato lo stesso primo cittadino, Francesco Lamandini, che spiega: «Con questa situazione molto positiva (il 70,5% di raccolta differenziata nell'ultimo trimestre, ndr) il Comune di Spilamberto continuerà il progetto dei cassonetti con tessera elettronica e ha chiesto ad Hera di togliere le calotte sperimentali posizionate in due quartieri di Spilamberto e a San Vito lo scorso anno, per evitare che i cittadini, a fronte del risultato del 70% raggiunto, debbano continuare ad utilizzare due sistemi di conferimento: le tessere in tutti i cassonetti e le calotte sull'indifferenziata. Restiamo poi sempre in attesa che arrivi il regolamento per la tariffazione puntuale che la legge di sta-

rnEwncui i,n iaonr

Raccolta differenziata : a Spilamberto resta la tessera magnetica

Sign up to vote on this title
UsefulNot useful