You are on page 1of 1

Particolarità e annotazioni

È affetto da polidattilia, infatti presenta due dita medie sulla mano sinistra. Questo dettaglio, non presente né accennato nei film, non verrà nemmeno nominato nel romanzo "Le origini del Male", nonostante sia un difetto genetico e, quindi, Hannibal avrebbe dovuto presentare le sei dita fin dalla nascita. Nel romanzo Il silenzio degli Innocenti, Hannibal dichiara che Buffalo Bill (Jame Gumb) si chiama Billy Rubina. Ciò è ovviamente falso: la bilirubina è il prodotto di degradazione dell'emoglobina contenuto nella bile. Hannibal ha gli occhi marroni, ma tutti gli attori che lo hanno impersonato hanno gli occhi azzurri, ad eccezione di Mads Mikkelsen, che ha palesemente gli occhi castani. Secondo la versione ufficiale Hannibal Lecter fu catturato nel marzo del 1975, tuttavia, ne Il silenzio degli innocenti, egli sostiene durante l'incontro col senatore che il suo ex paziente Benjamin Raspail gli avesse parlato di quello che poi sarebbe divenuto noto come Buffalo Bill nell'aprile o maggio del 1981, quando, secondo la versione ufficiale, Lecter doveva trovarsi in manicomio. Sempre considerando la versione ufficiale, se Lecter fu imprigionato nel marzo del 1975, la sua fuga è avvenuta approssimativamente nel 1983. Dopo sette anni di latitanza torna in America nel 1990. Nel film Hannibal, quando egli viene inserito nella lista dei dieci latitanti più ricercati dall'FBI, compare distintamente il volto di Osama Bin Laden, inserito nella lista non prima del 1997. Nel film non viene menzionato quando Lecter venne catturato, quindi quest'interpretazione cinematografica, che non si adatta alla versione ufficiale, è comunque plausibile e fine a sé stessa se si cambia la data della cattura, posticipandola al 1986. Il personaggio di Benjamin Raspail nei film rimane sempre piuttosto marginale, e vengono commessi molti errori al riguardo. Ne Il silenzio degli innocenti Clarice Starling trova la testa decapitata dell'omosessuale nel vaso in un garage affittato undici anni prima da Lecter, il quale sostiene di non aver ucciso Raspail, né tantomeno di averlo decapitato. Lascia intendere infatti che il colpevole dell'omicidio di Raspail è in verità il suo giovane paziente, successivamente battezzato dalla stampa Buffalo Bill, in quanto anche lui assassino seriale che con Raspail inizia la sua catena di omicidi. Nella testa infatti verrà poi trovato il bozzolo del Lepidottero "testa di morto", segno che Raspail fu ucciso da Buffalo Bill. In Red Dragon, Raspail, ex flautista dell'orchestra di Baltimora, viene offerto da Lecter al giovane Jame Gumb come iniziazione alla sopraffina arte dell'omicidio mentre il celeberrimo dottore si diletta offrendo le interiora del flautista di scarso talento ai suoi colleghi e commensali proprio nel giorno della sua cattura. Inoltre, la corresponsabilità di Buffalo Bill nell'omicidio di Raspail, è deducibile dal fatto che nella sequenza di Red Dragon - in cui Graham, rimasto solo nello studio di Hannibal, riesce a capire da un dettaglio dell'enciclopedia gastronomica Larousse, che, in realtà, il principale criminologo dell'F.B.I. è il serial killer che sta cercando - è possibile notare chiaramente nella collezione di farfalle di Lecter un Lepidottero "testa di morto", probabile dono di Buffalo Bill allo psichiatra.