You are on page 1of 5

SOLBIATE OLONA ELEZIONI 2014 PROGRAMMA AMMINISTRATIVO UNA BUONA IDEA, ECCO LE NOSTRE AZIONI

Una buona idea, partecipazio e


a. I cittadini devono avere la possibilit di interagire in modo continuativo con gli amministratori. Il primo passo da fare affiancare una comunicazione digitale multimediale efficiente alle prassi tradizionali e predisporre confronti pubblici periodici. b. La comunicazione dovr essere chiara e reciproca: i cittadini saranno invitati a comunicare in forma scritta opportune idee e suggerimenti per migliorare la qualit della vita della comunit. Tali suggerimenti saranno discussi nelle commissioni preposte. c. Le commissioni aperte al pubblico devono diventare una consuetudine. Sar chiaramente garantito il rispetto della privacy su argomenti sensibili. d. esponsabilizzare le commissioni consiliari affidando loro il compito di organizzare e gestire gruppi di lavoro a progetto.

Una buona idea, !e "c#o!e


a. !rivilegiare i servizi scolastici pi" importanti considerando le varie tipologie di problematiche delle famiglie. b. #odulare il costo dei servizi sulla base della certificazione IS$$% in modo da gravare il meno possibile sulle famiglie con maggiore disagio economico. c. Sostenere gli studenti appartenenti a famiglie in difficolt sulla base della certificazione IS$$. d. Istituire borse di studio per gli studenti pi" meritevoli. e. afforzare il servizio !edibus per le scuole elementari. f. #igliorare le strutture e le attrezzature sportive in dotazione agli edifici scolastici.

Una buona idea, i! "ocia!e


a. Sostenere le attivit gi avviate rivolte ai ragazzi% alle famiglie% alle persone economicamente svantaggiate e che vivono situazioni di disagio. b. &vviare un costante monitoraggio della situazione sociale attraverso il censimento delle 'nuove povert(. Incentiveremo la collaborazione tra

c. d.

e. f. g.

istituzioni% attori coinvolti e associazioni% al fine di creare un valido e motivato gruppo di lavoro al servizio della comunit per incrementare le attivit in essere e promuoverne di nuove. )are vita a contesti di aggregazione per adolescenti e giovani. *ondare un osservatorio sulle ludopatie che si occuper di valutare attentamente lo stato di fatto% di sensibilizzare e informare sul tema% di elaborare progetti virtuosi per promuovere azioni volte al raggiungimento di un ambito comunale free slot. &ttivare un +ruppo di &cquisto Solidale. ,rganizzare concorsi idee per la stesura di progetti da sottoporre a bandi di finanziamento pubblico e privato in ambito sociale. )are supporto logistico alle attivit delle associazioni attraverso il progetto '&ssociazioni in rete(% teso a sviluppare una direzione generale dell-associazionismo e che avr tra i compiti principali quello di individuare le priorit di intervento% la stesura di progetti condivisi% il coinvolgimento degli start.upper sociali.

Una buona idea, "ic#rezza e protezio e ci$i!e


a. !otenziare nell-immediato i sistemi di collaborazione con le forze dell-ordine e la vigilanza privata nell-ambito del protocollo ministeriale '#ille occhi sulla citt(% e valutare la possibilit di rinnovare e incrementare la convenzione con la polizia locale dei comuni limitrofi. b. !roporre iniziative educative e informative in cooperazione con !olizia locale di Solbiate% scuole e associazioni. c. &ttivare uno sportello virtuale% che raccoglier osservazioni% segnalazioni e suggerimenti relativi alla sicurezza in paese. d. !rotezione /ivile: tornare ad operare come una volta% con competenza nelle varie specialit. iscrivere il regolamento della !ro/iv% adeguandolo alle norme vigenti e consegnando maggiore spazio a procedure collegiali per la scelta di coordinatore e volontari% recuperando anche le esperienze perse. e. &ffidare alla !ro/iv anche compiti di aggregazione e di educazione. f. !romuovere la creazione di una commissione di lavoro che porti ad una fusione condivisa dei vari gruppi di !ro/iv del #edio ,lona% al fine di ottimizzare il servizio e contenere i costi.

Una buona idea, opport# it% per i! territorio


1& 'o(p!eta(e to )e! Pia o )i Go$er o )e! Territorio *PGT+ a. /ompletare il nuovo strumento urbanistico con l-aggiornamento del egolamento $dilizio comunale e la formulazione del egolamento $nergia.&mbiente% al fine del raggiungimento di una pi" elevata qualit dell-abitare. b. Integrare il !iano delle egole 0!d 1 al fine di promuovere una serie di azioni concrete mirate al recupero% al riutilizzo% alla sostenibilit.

2&

'e tro "torico e te""#to #r,a o co "o!i)ato a. Incentivare il recupero del patrimonio immobiliare esistente nell-ottica di interesse generale del 'risparmio del territorio( attraverso la specifica formulazione di linee guida da inserire nel nuovo egolamento $dilizio in base agli obiettivi di piano contenuti nel !+T. b. Integrare il nuovo regolamento edilizio con linee di indirizzo mirate al raggiungimento della qualit% come da obiettivi del !+T. c. 2alutare la possibilit di vincolare a interesse storico e3o paesaggistico alcuni edifici sia pubblici che privati. /reare un percorso culturale tramite indicazioni e cartellonistica capace di raccontare questi edifici nei loro aspetti storici e sociali% in comunicazione con fondovalle e pista ciclopedonale% per una fruizione diffusa del parco del #edio ,lona.

-& Pe)e(o ta a, tocca a noi! a. #onitorare l-effettiva ricostituzione dello stato di preesistenza di tutte le aree di cantiere e di asservimento. !articolare attenzione sar posta al corretto ripristino delle strade vicinali e delle aree interessate dalla galleria artificiale% dove sar verificato l-effettivo utilizzo del terreno di coltura e ipotizzato un possibile impiego di tali aree. b. ,pere di compensazione: 4. !romuovere la condivisione pubblica del progetto di riqualificazione di piazza SS +ervaso e !rotaso e ripristino dei percorsi storici. 5. Indagare la possibilit di apporre varianti al progetto esecutivo al fine di ottimizzare le risorse economiche in base alle effettive necessit della comunit. 4& Via )ei Patrioti. Provinciale, no ra!ie! a. 2erificare la possibilit di declassare la provinciale S!55 a strada comunale per renderla non solo pi" sicura ma coerentemente integrata con il contesto di appartenenza. Successivamente sar possibile realizzare un sistema di accorgimenti volti a dissuadere il traffico% rallentare la velocit% proteggere pedoni e ciclisti. /& Via Matteotti. arredia"ola! a. &nalizzare le disponibilit di bilancio gi stanziate per realizzare l-arredo urbano di via #atteotti in concomitanza all-aggiornamento della viabilit del centro% per favorire il passaggio prezioso di potenziali clienti degli esercizi commerciali% naturalmente a traffico lento% adeguato ad un area centrale fruita da ciclisti e pedoni. & supporto di questo progetto sar istituito un apposito e qualificato gruppo di lavoro. 0& Mi1!iorare !a 2r#izio e )e1!i "pazi #r,a i e )i i tere""e 1e era!e attra$er"o i! pro1etto #Con$u"o di $uole%& a. Piazzale dello sport. /hiudere al traffico porzione di via ,rtigara in concomitanza dei principali eventi sportivi o nelle fasce orarie pi"

critiche per rendere la zona un vero e proprio isolato a misura non solo di bambino% ma di ragazzi e famiglie% trasformando un semplice parcheggio in luogo di aggregazione. 6na volta condivisa l-importanza e la funzionalit dell-iniziativa prevedere un intervento risolutivo tramite rivisitazione dell-accesso al parcheggio antistante la piscina. b. La giornata del pedone: Istituire con cadenza mensile delle aree pedonali% realizzando un percorso che si snodi nel centro abitato collegando luoghi strategici e chiudendo al traffico le strade interessate% per una giornata 0domeniche e3o festivi1 o solo per una porzione di giornata. Il percorso non chiaramente fine a se stesso% ma il luogo di eventi culturali% ludici o eno.gastronomici 'itineranti( per Solbiate. c. Valle in libert: Il fondo valle% soprattutto nella bella stagione largamente utilizzato. !erch7 doversi accontentare di una sola domenica all-anno% durante il +irinvalle% di vivere in sicurezza e libert la nostra valle8 &d esempio nella fasce orarie diurne della domenica consentire il traffico in via /alvi ai soli residenti% in concomitanza di eventi culturali% ricreativi e sportivi sul prato comunale organizzati da !ro Loco o altre associazioni. d. Mettiamoci in piazza: &rredare piazza +abardi% sempre nell-ottica di trasformazione.evoluzione da parcheggio a luogo di aggregazione% e promuovere un calendario di eventi di vario genere incentivando la vitalit perduta. )i pari passo promuovere la rivalutazione del parco del +ruppo &nziani per migliorarne accessibilit e fruibilit. 3& Pi"ta cic!ope)o a!e a. 9ell-eventualit che la !rovincia venga rimossa% valutare l-opportunit di una gestione consorziata sovra comunale della pista ciclopedonale. 4& Str#tt#re e"i"te ti, $a!orizzia(o!e5 a. Il Centro Anziani. Integrare le attivit del gruppo anziani di piazza +abardi per sfruttare appieno le potenzialit di una struttura unica nel suo genere sul territorio e poco valorizzata. b. Campo sportivo com nale !on Mario Masc"eroni. !otenziare la ricettivit del campo sportivo% nel rispetto di tutte le numerose associazioni sportive presenti sul territorio% al fine di fruizione generale% e quindi anche dei singoli cittadini% della pi" grande struttura sportiva comunale. & supporto di questa iniziativa sar organizzato un tavolo di lavoro con rappresentanti di tutte le associazioni% sia sportive che non% per garantire una gestione equa della struttura stessa.

Una buona idea, pro1ettare5


a. Il grande edificio fantasma: Indire un concorso idee per la destinazione e la riqualificazione dello stabile dell-e:.oratorio femminile% nell-ottica

di partnership pubblico.privato per garantire sostenibilit al progetto. b. Parc"eggio del Circolo: ;ando di concorso idee per l-utilizzo dello stabile ubicato di fronte al /ircolo 2ittorio 2eneto e area attigua.

Una buona idea, i! $er)e


1& Orti #r,a i a. )estinare in comodato d-uso gratuito i terreni di propriet comunale adeguati alla realizzazione di orti e favorire la creazione di una filiera di prodotti a <m= da vendersi a prezzo calmierato. La proposta sar integrata con progetti scolastici e iniziative rivolte a cooperative sociali. 2& A)otta i! $i$aio a,,a )o ato a. )are in gestione tramite bando di affidamento gratuito l-area ai confini del centro edificato in porzione nord.ovest e conosciuta ai pi" come (bosco delle querce( al fine di una riqualificazione tramite pulizia del sottobosco e piantumazione delle essenze ancora 'invasate(% in modo da renderlo effettivamente godibile come area verde urbana. -& Aree "1a(,a(e to ca i a. Identificare diverse possibilit di localizzazione per la realizzazione di due aree sgambamento cani equamente distribuite sul territorio comunale. 4& 6accia(o $i$ere i o"tri parc7i a. ,rganizzare in collaborazione con !rotezione /ivile% /ommissione $cologia e associazioni incontri periodici nei nostri parchi% durante i quali svolgere lezioni di ecologia% educazione civica% primo soccorso e insegnare i rudimenti di !rotezione /ivile. b. ecuperare i terrazzamenti di 2illa Tobler affacciati sulla valle attraverso una gestione partecipata. >uesti terrazzamenti sono un patrimonio unico nel loro genere nella nostra zona% vanno preservati e riportati allo splendore di un tempo. La collaborazione con un istituto tecnico.agrario una possibilit da perseguire. Si tratta% inoltre% di una zona a rischio idrogeologico% un intervento di rivalutazione pi" che opportuno. /& Eco!o1ia a. Sensibilizzare% informare e aggiornare sulle buone pratiche riguardanti la produzione% la gestione e lo smaltimento dei rifiuti attraverso tre azioni fondamentali: 4. idurre complessivamente la produzione di rifiuti 5. &umentare le tipologie di materiali destinati al riciclo ?. &ttuare una politica tariffaria pi" equa