You are on page 1of 18

Coordinamento LIBERA TOSCANA

a.s. 2008/2009

Educazione alla Legalità
Percorsi e Laboratori Per la scuola Elementare, Media e Superiore

In Collaborazione con:

Cooperativa Sociale Macramè 1

Ceis Livorno Educazione alla Legalità – Libera Toscana

Premessa
Creare “comunità consapevoli”, dove ci si sente e si è protagonisti e dove la legalità, la partecipazione, la consapevolezza sono punti cardine della convivenza civile e democratica. Questa è l’ambizione di un’educazione alla cittadinanza attiva che promuove azioni volte alla presa di coscienza dei propri diritti e doveri da parte di ogni cittadino, alla partecipazione consapevole alla vita della comunità locale: affermare il ruolo del cittadino non solo come elettore e come contribuente ma come soggetto attivo nella vita quotidiana della democrazia partendo dal proprio contesto, dalla propria comunità. In questa cornice si colloca l’attività formativa proposta da Libera, itinerari di educazione alla legalità, alla cittadinanza attiva e alla responsabilità a disposizione dei bambini e dei giovani affinché possano esercitare i loro diritti, nel pieno della conoscenza e del rispetto dei diritti altrui. Per una reale acquisizione di pratiche democratiche nella vita quotidiana è necessario attivare un processo di condivisione e di interiorizzazione delle regole, che non sono più imposte dall’alto ma sono forme di tutela dei propri diritti e di quelli altrui e che necessita di tempi lunghi. Da un punto di vista formativo l’apprendimento esperienziale risulta essere la metodologia più idonea a questo tipo di obiettivi.

La proposta
In questo catalogo troverete una gamma di offerte per il territorio Toscano che nascono dall’esperienza maturata negli anni nell’educazione con i giovani e che si propongono di attivare conoscenza ed informazione, promuovere percorsi di consapevolezza per bambini, ragazzi, giovani, ma anche adulti, educatori, operatori e insegnanti. E contribuire così alla creazione e alla crescita di soggetti e comunità consapevoli, dove ci si sente e si è protagonisti. Sappiamo bene che un catalogo non può avere la stessa esaustività che nasce dal confronto personale: quello che vi proponiamo sono schede sintetiche di progetti che ci hanno visto – e ci vedono – impegnati in questi anni nella nostra attività educativa.

I soggetti
I soggetti che attueranno i percorsi sono due realtà aderenti a Libera che negli anni hanno maturato esperienza nell’ambito dell’educazione alla Legalità e Cittadinanza Attiva: CEIS Livorno e Cooperativa Sociale Macramè di Firenze.

Contatti
LIBERA TOSCANA – Vanna Van Straten 335.7015803 - toscana@libera.it CEIS LIVORNO – Andrea Cadoni 329.4708149 - a.cadoni@ceislivorno.it MACRAME’ Cooperativa Sociale – Elena Baretti 340.6201079 – e.baretti@coopmacrame.it
2 Educazione alla Legalità – Libera Toscana

Destinatari: Scuola media e scuola superiore

Mafia e mafie

Titolo del Progetto: Mafia e Mafie Tematiche principali: Mafie, antimafia,legalità Tematiche Correlate: Partecipazione, Regole, Cittadinanza Breve descrizione: Obiettivo generale è fare educazione alla legalità e conoscenza del problema mafie, cercando di avvicinare il più possibile queste tematiche alla quotidianità dei giovani Attività per le classi: 3 incontri in classe (2 incontri di 2 ore e 1 incontro di 3 ore) così suddivisi: 1. Le Mafie e la cultura mafiosa 2.L’impegno di fare antimafia 3.Visione e discussione di un film da scegliere dalla filmografia sulle mafie Attività per gli insegnanti: Un incontro di programmazione delle attività

3

Educazione alla Legalità – Libera Toscana

Bulloni e Bullette
Destinatari: Scuola media e scuola superiore

Titolo del Progetto: Bulloni e Bullette - Laboratorio sulle dinamiche relazionali in classe Finalità principali: Sensibilizzazione, emersione di situazioni problematiche, strumenti per insegnanti Breve descrizione: Rifacendosi ad un approccio sistemico relazionale che vede il conflitto, se gestito in modo costruttivo, come un momento di crescita e di scambio fecondo, gli interventi in classe hanno l’obiettivo di: - Far emergere i comportamenti negativi di natura aggressiva e di isolamento; - Potenziare i comportamenti positivi che facilitino la comunicazione e l’adattamento del singolo nel gruppo classe, attraverso l’acquisizione di consapevolezza sul problema da parte degli alunni e l’elaborazione di strategie personali e collettive. Attività per le classi: 4/6 incontri in classe di 2 ore ciascuno. Attività per gli insegnanti: Un incontro con gli insegnanti volto alla definizione del percorso in classe. L’utilizzo di strumenti quali focus group permetterà di approfondire le tematiche e gli aspetti caratterizzanti del bullismo, favorendo una discussione produttiva e lo scambio di idee.

4

Educazione alla Legalità – Libera Toscana

LiberaMente Destinatari: Scuola superiore

Titolo del Progetto: LiberaMente Tematiche principali: Educazione alla cittadinanza Tematiche correlate: Legalità, mediazione dei conflitti, promozione del benessere scolastico e prevenzione della dispersione scolastica Breve descrizione: Laboratorio sulle tematiche della cittadinanza e della partecipazione. Generalmente vengono introdotti temi legati ai bisogni giovanili e alle politiche di partecipazione, bisogni che vengono analizzati mediante un lavoro di gruppo in classe e approfonditi. Il lavoro di elaborazione viene raccolto e rielaborato mediante lo sviluppo di un piccolo cortometraggio. Attività per le classi: Laboratorio didattico composto da 4 incontri di 2 ore ciascuno con 2 operatori esperti in tematiche di cittadinanza e partecipazione. Laboratorio multimediale composto da 5 incontri di 2 ore ciascuno (a seguire i precedenti) con la partecipazione di 1 operatore esperto in tematiche di cittadinanza e partecipazione e 1 operatore esperto di tecniche video. Attività per gli insegnanti: Incontri con gli insegnanti per la programmazione.

5

Educazione alla Legalità – Libera Toscana

Citta- di noi
Destinatari: Scuola media

Titolo del Progetto: CITTA-DI-NOi Tematiche principali: Cittadinanza attiva, Partecipazione, Legalità Tematiche correlate: Solidarietà, Diritti Breve descrizione: Cittadinanza attiva, consapevolezza, legalità, partecipazione, responsabilità, solidarietà,democrazia. Rendere i partecipanti coscienti di un mondo che fa parte del loro quotidiano, analizzarlo da un altro punto di vista, far crescere in loro una maggiore “responsabilità sociale”. Orientare i partecipanti nella direzione di una maggiore consapevolezza e di un impegno concreto. L’intervento vuole essere un contributo che ha come finalità la creazione di strumenti di valutazione utili ai giovani che oggi si trovano ad essere protagonisti di azioni e scelte. Attività per le classi: 3 incontri di 2 ore ciascuno Si partirà dalla conoscenza dei palazzi della politica della nostra città e delle personalità politiche che ricoprono ruoli politici e amministrativi per arrivare ai luoghi della politica nazionale e alle personalità politiche che hanno ricoperto e ricoprono attualmente i più importanti incarichi politici amministrativi del nostro paese. Il percorso dunque potrebbe iniziare da visite alla circoscrizione di appartenenza o al nostro Comune per concludersi poi con visite a luoghi significativi della politica nazionale(Parlamento, Camere o altro), ed essere arricchito tramite incontri con persone significative. Attività per gli insegnanti: Incontri con gli insegnanti volti alla definizione del percorso in classe.

6

Educazione alla Legalità – Libera Toscana

Io Cittadino
Destinatari: Scuola elementare e Scuola media

Titolo del Progetto: Io Cittadino Tematiche principali: Cittadinanza, diritti - doveri e regole Tematiche correlate: Democrazia, solidarietà, partecipazione Breve descrizione: “IO CITTADINO” è un percorso di formazione educativa su cittadinanza attiva, consapevolezza, legalità, partecipazione, responsabilità, solidarietà, democrazia. Le finalità che l’intervento intende perseguire sono: - Contribuire alla promozione dei diritti umani. - Sottolineare i “tempi” e i “modi” della crescita di una persona. - Compartecipare ad una positiva “mobilitazione culturale e sociale” attraverso azioni di conoscenza, approfondimento sulle tematiche dei diritti presenti, assenti o negati. - Conoscenza delle dinamiche di partecipazione partendo dai contesti quotidiani fino ad arrivare a contesti più ampi. Il percorso è articolato in 4 incontri di 2 ore ciascuno, così strutturati: 1° incontro: Diritti e doveri (cosa sono, quali conosciamo, quali quelli negati); 2° incontro: Regole e contesti (dai contesti quotidiani ai sistemi di partecipazione); 3° incontro: La Costituzione Italiana come importante documento di diritti, doveri, principi e regole; 4° incontro: Sperimentiamo la partecipazione! Attività per le classi: 4 incontri in classe di 2 ore ciascuno. Attività per gli insegnanti: Un incontro con gli insegnanti volto alla definizione del percorso in classe.

7

Educazione alla Legalità – Libera Toscana

Mia-polis
Destinatari: Scuola elementare

Titolo del Progetto: Mia-Polis Tematiche principali: Cittadinanza Attiva, Democrazia Tematiche correlate: Conoscenza del territorio, Legalità Breve descrizione: Mia-Polis nasce come intervento finalizzato a rendere i cittadini fin da piccoli attori responsabili e protagonisti del processo democratico che caratterizza e deve caratterizzare la nostra società. L'obiettivo è quello di prevenire tutti quei percorsi di delega eccessiva, che spesso che portano ad affidare sempre e solo alla politica e alle istituzioni i problemi del quotidiano e del territorio. Attività per le classi: Tre incontri di due ore ciascuno. Si inizia con il raccontare ai bambini una storia, la storia della città immaginaria Polis, verrà illustrato come è nata, si sviluppata, ed è governata. La storia presentata sarà successivamente ripercorsa brevemente dai bambini e rappresentata attraverso strumenti espressivi adeguati alla fase di sviluppo (sarà privilegiato l'uso del disegno e la creazione di brevi filastrocche) Ripercorrendo quindi il materiale prodotto (presentato dagli operatori e restituito in forma animata dai bambini) rifletteremo sul come si tramanda la storia del mondo di padre in figlio e di come la storia stessa possa essere modificata proprio dal racconto di persone diverse che vivono epoche diverse. Conclusa questa prima fase, il gruppo di lavoro si dedicherà alla costruzione vera e propria della città di Polis. Ci divideremo in piccoli gruppi che decideranno come verrà governata la Polis, quali saranno le istituzioni politiche e che tipo di governo ci daremo. Attività per gli insegnanti: Incontri con gli insegnanti volti alla definizione del percorso in classe.

8

Educazione alla Legalità – Libera Toscana

ABC del Cittadino
Destinatari: Scuola elementare

Titolo del Progetto: ABC del Cittadino Tematiche principali: Diritti, regole, Cittadinanza Tematiche correlate: Partecipazione, Solidarietà,Pace Breve descrizione: ABC come cittadino è, in primo luogo, un progetto educativo e, al contempo, uno strumento didattico. Nasce dall’idea di fornire dei suggerimenti per incorporare nel curricolo scolastico esistente lo sviluppo dei concetti di valori, convenzioni e questioni personali dei bambini. E’ una guida illustrata, edita da EGA, creata per i bambini. Contiene disegni e filastrocche riferite ai temi della convivenza democratica, della legalità e della difesa dei diritti del cittadino. Il suo uso si inserisce in un progetto didattico che vede il coinvolgimento degli alunni delle scuole materne ed elementari. In una società così strutturata non ci vuole molto per i bambini ad accorgersi che il rispetto maggiore è riservato da parte di tutti a chi detiene il potere con la prepotenza, la forza, la violenza e che le cose che i grandi considerano come più importanti sono il possesso, il denaro, l’obbedienza cieca al capo. Quella che i bambini osservano, e nella quale prospettano se stessi da grandi, è una massa di individui adulti (una umanità) privi della speranza in qualcosa di ”altro” privi della capacità di progettare un disegno diverso del loro futuro, spesso attanagliati dalla paura, chiusi in quell’insopportabile vizio di tacere su tutto. Ma se davvero queste parole devono essere le sole “parole del cittadino” che i bambini ascoltano, allora proprio su queste, come educatori, abbiamo l’obbligo di lavorare, per mostrare ai bambini che ciascuna di esse ha un’altra faccia, migliore, che occorre conoscere. Attività per le classi: Tre incontri di due ore ciascuno. Attività per gli insegnanti: 1 incontro formativo per gli insegnanti con l’obiettivo fornire indicazioni su come realizzare un’educazione alla cittadinanza che sia pienamente integrata agli obiettivi scolastici più generali. I suggerimenti e gli esempi forniti non sono proposti come programma predefinito ma piuttosto come modello che gli insegnanti possono utilizzare per adattare e rielaborare i materiali e le attività agli scopi definiti.

9

Educazione alla Legalità – Libera Toscana

La Costituzione Destinatari: Scuola media (classi terze) e scuola superiore

Titolo del Progetto: La Costituzione Tematiche principali: Costituzione, democrazia Tematiche Correlate: Cittadinanza, diritti, regole Breve descrizione:
“…voi giovani alla Costituzione dovete dare il vostro spirito, la vostra gioventù, farla vivere, sentirla come vostra; metterci dentro il vostro senso civico, la coscienza civica; rendersi conto (questa è una delle gioie della vita), rendersi conto che nessuno di noi nel mondo non è solo, non è solo che siamo in più, che siamo parte, parte di un tutto…” (Piero Calamandrei, Discorso ai giovani studenti, 1955)

Laboratori volti alla diffusione della Cultura della Legalità e della conoscenza dei contenuti e della storia della Costituzione Italiana. Un altro fondamentale obiettivo è quello di avvicinare e sensibilizzare i giovani ai principi fondamentali della costituzione passando dall’acquisizione di pratiche democratiche e l’interiorizzazione delle regole. Attività per le classi: 3 incontri in classe di 2 ore ciascuno. Attività per gli insegnanti: 1 incontro di programmazione iniziale

10

Educazione alla Legalità – Libera Toscana

Coloriamo la Costituzione

Destinatari: Scuola elementare

Titolo del Progetto: Coloriamo La Costituzione Tematiche principali: Costituzione Italiana, Democrazia Tematiche correlate: Diritti, regole, partecipazione Breve descrizione: “Coloriamo la Costituzione” si propone di far conoscere questa nostra ricchezza e farla apprezzare dai bambini attraverso un percorso che mette in risalto i valori della legalità e della difesa dei diritti del cittadino, anche partendo da piccole esperienze quotidiane. Attività per le classi: 3 incontri di 2 ore ciascuno Presentazione del lavoro da svolgere tramite una rappresentazione animata , da parte degli operatori , di situazioni vicine al reale con una buona dose di simpatia ma anche una chiara critica , sana e costruttiva , a situazioni della vita quotidiana; - coinvolgimento dei bambini mediante attività ludico-formative legate alla rappresentazione precedente di introduzione al vero e proprio lavoro del progetto e cioè disegnare ogni articolo della Costituzione, nella maniera in cui viene recepito dai bambini; -proposta di partecipazione al progetto anche per gli insegnanti, i quali potranno continuare il lavoro impostato dagli operatori fra un incontro ed il successivo, collaborando ad una perfetta riuscita del lavoro e al coinvolgimento della classe. Attività per gli insegnanti: Incontri con gli insegnanti volti alla definizione del percorso in classe.

11

Educazione alla Legalità – Libera Toscana

Il Villaggio dei diritti
Destinatari: Scuola elementare e Scuola media

Titolo del Progetto: Il Villaggio dei diritti Tematiche principali: Diritti umani, non discriminazione, partecipazione Tematiche Correlate: Sfruttamento del lavoro minorile, consumo consapevole, globalizzazione, informazione Breve descrizione: Il villaggio dei diritti è un laboratorio finalizzato a promuovere “percorsi di conoscenza e partecipazione” per bambini, ragazzi ed educatori sulle problematiche legate ai diritti dei minori. Educare ai diritti significa prima di tutto farli conoscere e far capire che questi riguardano tutti gli esseri umani, senza distinzione alcuna. Il percorso affronta tematiche per promuovere una cultura dei diritti umani, per rafforzarne la conoscenza, la consapevolezza ed il rispetto. Tale cultura è anche un insieme di attitudini, comportamenti, norme e regole ed è per questo motivo che il villaggio dei diritti si prefigge questi obiettivi: - rafforzare il rispetto per i diritti umani e le libertà fondamentali; - sviluppare attitudini e comportamenti che portano al rispetto dei diritti affinchè si sappia riconoscerne il valore, ma anche le violazioni; - promuovere il rispetto, la conoscenza e l’apprezzamento delle diversità (fisiche, culturali ecc…); - promuovere la democrazia, lo sviluppo sostenibile, la giustizia sociale e la solidarietà; - sviluppare l’idea che ognuno di noi può essere protagonista nel processo di miglioramento delle condizioni dell’essere umano e del pianeta. Attività per le classi: 4 incontri in classe di 2 ore ciascuno. Attività per gli insegnanti: Un incontro con gli insegnanti volto alla definizione del percorso in classe.

Percorso ideato in collaborazione con l’Assessorato alla Pubblica Istruzione del Comune di Firenze e presente nell’Offerta Formativa “Le Chiavi della Città”

12

Educazione alla Legalità – Libera Toscana

Me.Le. Media e Legalità
Destinatari: Scuola media e scuola superiore

Titolo del Progetto: Me.Le. Media e Legalità Tematiche principali: Informazione, media, comunicazione e legalità, Tematiche correlate: Diritti, globalizzazione Finalità: Sensibilizzare e formare all’uso consapevole e critico dei mass media come strumenti di affermazione sociale e della legalità. Breve descrizione: Percorso sul diritto all’informazione e sui mass media In un momento come questo in cui le immagini prendono il sopravvento sui contenuti, i quali non sempre sono volti ad una vera e propria informazione ma tendono a plasmare gli individui, l’acquisizione di una coscienza critica e di un’autonomia di pensiero si rende necessaria. L’intento è, quindi, quello di rendere i giovani “attori” positivi di comunicazione, stimolando lo sviluppo di sensibilità critiche volte all’indipendenza, alla libertà, al rispetto delle opinioni, strumenti indispensabili per comprendere il mondo mediatico e per garantire la libertà di pensiero e d’opinione del cittadino. Attività per le classi: 4 incontri in classe di 2 ore ciascuno. Attività per gli insegnanti: Un incontro con gli insegnanti volto alla definizione del percorso in classe.

13

Educazione alla Legalità – Libera Toscana

Uso responsabile del denaro Destinatari: Scuola media e scuola superiore

Titolo del Progetto: Uso responsabile del denaro Tematiche principali: Consumi, Usura, Legalità Tematiche correlate: Stili di vita, cittadinanza attiva Breve descrizione: Il progetto nasce dalla necessità/urgenza di approfondire le tematiche educative rivolte alla dipendenza dal denaro, alla gestione e responsabilità che ogni cittadino ha rispetto all’uso del denaro. Obiettivo generale del progetto è la realizzazione di azioni utili a far conoscere e/o approfondire la tematica dell’uso responsabile del denaro. Il fine del progetto è creare cittadini consapevoli. Non si tratta infatti di provocare cambiamenti radicali nelle scelte dei giovani, nelle loro modalità di vita quotidiane ma senza dubbio di provocare in loro e con loro la capacità di sapere, conoscere, vedere. In particolare il progetto ha la priorità di lavorare su gli usi del denaro, sull’etica della responsabilità all’uso del denaro, sull’usura. Su tale argomento si aprono trattazioni e argomenti (in relazione agli interlocutori e al tipo di azione utilizzata) che riguardano: -il denaro come strumento di affermazione sociale e giustificazione personale, -consumi indotti e consumi consapevoli -il sovraindebitamento -il raket e l’usura, -le nuove dipendenze, la dipendenza dal gioco. Attività per le classi: 5 incontri di due ore ciascuno. Attività per gli insegnanti: 1 incontro di programmazione e 1 di verifica

14

Educazione alla Legalità – Libera Toscana

AlternatiVita

Destinatari: Scuola media

Titolo del Progetto: AlternatiVita Tematiche principali: Stili di vita, sobrietà, responsabilità Tematiche correlate: Ambiente, Diritti Breve descrizione: si basa sul famoso motto “agire localmente, pensando globalmente”, nel senso che intende riprendere i grandi temi inerenti gli stili di vita, nel tentativo di approfondirli e dare loro corpo insieme ai ragazzi facendoli diventare non solo un qualcosa di acquisito teoricamente,ma provandoli a coniugare e concretizzare nella vita quotidiana e nelle sue piccole scelte. Alla base del progetto poniamo una riflessione sul fatto che in tema di consumi e di stili di vita, quello che ci viene proposto come modello di successo dominante, e come pensiero unico, non sia in realtà l'unica via possibile da percorrere, ma ci piace pensare e molte esperienze concrete lo dimostrano che un'altra via è possibile. Da questa riflessione vorremmo sperimentare insieme ai ragazzi stili di vita improntati alla sobrietà, facendoglielo toccare con mano e facendo loro capire concretamente che tematiche quali il commercio equo e solidale, consumo critico, il risparmio energetico, l'impiego di energie alternative sono possibili e praticabili nel quotidiano. Attività per le classi: 5 incontri di 2 ore ciascuno Nel percorso verranno trattati i seguenti argomenti: l’ “Impronta ecologica” attraverso la somministrazione di un questionario e la rappresentazione grafica dell’impatto del loro stile di vita sulle risorse del pianeta; il processo di riciclaggio dei vari materiali, raccolti dai ragazzi all’esterno della scuola; analisi delle etichette dei prodotti in commercio, volta ad una maggior consapevolezza nell’acquisto dei beni di consumo ; mentre negli ultimi due incontri i ragazzi si sono impegnati nella realizzazione di un gioco educativo per “Regoliamoci”, iniziativa promossa dall’associazione Libera. Attività per gli insegnanti: Incontri con gli insegnanti volti alla definizione del percorso in classe.

15

Educazione alla Legalità – Libera Toscana

Vado al minimo
Destinatari: Scuola media

Titolo del Progetto: Vado al minimo Tematiche principali: Consumi Tematiche correlate: Ambiente, Stili di vita, sobrietà, responsabilità Breve descrizione: Come ridurre i nostri consumi?Simulazioni in classe di situazioni tipo alle quali i ragazzi verranno invitati a trovare una alternativa. Attività per le classi: 5 incontri di 2 ore ciascuno (di cui un’uscita) - Un’ uscita nel quartiere di appartenenza della scuola durante la quale i ragazzi proporranno interviste ai passanti sul loro stile di vita e sulla loro disponibilità a cambiarlo, diminuendo i consumi. - Discussione in classe sui dati raccolti nell’uscita e rielaborazione delle interviste per elaborare uno spaccato della società. - Un'altra attività potrebbe consistere in una specie di test fatto ai ragazzi, che propone una situazione limite e mette in evidenza la capacità di adattamento anche con poco,solo con il necessario. - Laboratori nei quali si insegna ai ragazzi a non buttare via niente a riparare, riciclare e riutilizzare tanti oggetti di uso comune. - Attività-gioco nella quale i ragazzi si devono cimentare nel racconto di una situazione che gli verrà proposta stando attenti ad eliminare tutti gli oggetti di uso comune(frigorifero, lavatrice, macchina, motorino,computer, game-boy, telefonini, videocamere digitali ecc.), di cui possiamo fare a meno. Il gioco avrà un punteggio ed ovviamente servirà ai ragazzi a capire quanto spesso siamo dipendenti da alcuni oggetti che i nostri genitori neanche avevano. Attività per gli insegnanti: Incontri con gli insegnanti volti alla definizione del percorso in classe.

Percorso ideato in collaborazione con l’ Assessorato alla Pubblica Istruzione del Comune di Firenze

16

Educazione alla Legalità – Libera Toscana

Si Saldi Chi Può
Destinatari: Scuola elementare e scuola media Destinatari: Scuola elementare e Scuola media

Titolo del Progetto: Si saldi chi può Tematiche principali: Consumi e stili di vita Tematiche correlate: Ambiente, globalizzazione, energie rinnovabili, debito estero Breve descrizione: Le finalità che l’intervento intende perseguire sono: - Rendere i partecipanti coscienti di un mondo che fa parte del loro quotidiano, analizzarlo da un altro punto di vista, far crescere in loro una maggiore “responsabilità sociale” - Orientare i partecipanti nella direzione di una maggiore consapevolezza e di un impegno concreto. - Evidenziare il legame tra i meccanismi della globalizzazione economica e la vita quotidiana di ciascun abitante. - Stimolare la riflessione e diffondere la conoscenza dell’economia alternativa. Non fermandosi perciò, solo all’analisi dei meccanismi e delle loro conseguenze negative sulla vita delle persone e sull’ambiente. Attività per le classi: 4 incontri in classe di 2 ore ciascuno. Attività per gli insegnanti: Un incontro con gli insegnanti volto alla definizione del percorso in classe.

Percorso ideato in collaborazione con l’ Assessorato alla Pubblica Istruzione del Comune di Firenze

17

Educazione alla Legalità – Libera Toscana

18

Educazione alla Legalità – Libera Toscana