You are on page 1of 5

MENSI TE

PJ
-/f
( -
v
ED KEL L ER
vrsroNr ruDrcHE
PER UN ARCHITETTURA
VIRTUALE
LUDIC VISIONS OF VIRTUAL ARCHITECTURE
chitettura
-
esattamente come il design digitale, i vi-
games, ma anche I'hardware e la tattica militare
-
d
nedium che subisce fortemente i rapidi progressi del-
ecnologie informatiche. Finora la percezione compu-
onale della citti si b sempre sviluppata nelle nostre
rti, anche attraverso il nostro complesso sistema di
cle'. zonizzazione, confuri politici ed economici, siste-
:stetici e Ia frenesia della vita quotidiana: scambio cul-
rle, commistioni genetiche, e quello che Julio Cortfuar
rma molto semplicemente
"invenzione, la grande sfida
.a fenice".
:ondo una certa visione della storia, il "gioco" (uso il
nine gioco come una quasi astrazione) richiedeva rigi-
:odlficazioni per avere un impatto sulla vita quotidiana
rlle procedure urbane. Zonizzazione, tecniche costrut-
,, manowe militari: la definizione di queste azioni era
pre-requisito per trasformare la cittd in un tavolo da
:o. Ed erano necessari molto tempo, energia e denaro.
l serie altema di visioni ludiche tuttavia emerge da ur-
risti come Constant, o dalle speculazioni su potere e li-
D di Hakim Bey o Raoul Vaneigem, a suggerire che
ro la struttura della cittd e t parahzzati sistema socio-
rnomici in cui risiediamo, esiste un'altra realtd intera-
nte dedicata ai gioco. Il luogo in cui emerge Ia Liberta,
rvenzione" di Cortazar.
come sarebbe la deriva
$obale
prevista dai situazioru-
o da ArchiZoom nel nostro paesaggio urbano contem-
'aneo?
In questa luce h che modo emergerebbe i-l gio-
come condizione emancipatoria
-
come I'incoraggia-
nto delle "affezioni attive" di Spinoza?
rltre parole, che ruolo assumerebbe il gioco in un futu-
dove i confini tra gioco virtuale e gioco urbano risul-
sero confusi, incerti o persino eliminati?
ostro ultimo lavoro d un progetto di fantascienza pura
bientato fra ventidue anni. Abbiamo accelerato la cro-
ogia che teorici come Ray Kurzwell usano per preve-
'e
i mutamenti tecnologici e sociali, e predetto un
rnto unico
-
una intelligenza artificiale simile a un dio
-
'
si awerera entro il,2024.
Archi tecttLre
- j ust
l i ke di gi tal desi gtt, computer
ganles, or military h.ardware, strategll and tactics
-
t,s
a medium that
finds
itselJ increasingly susceptibl,e to
tlrc adt,ances in computatiorLaL power tlnt more tllerl
dou,ble ettery 18 months. To date, the computation,al
pr'ocess itt cities hos resided in the lit irtg bodi,es tlmt
pnss tlr.rouglt thetn, creatirtg elaborate irzsttuctions
sets
for
use: zoning, political o,nd economic borders,
aesttrctic slJstems, and tlrc
fury
of daiLy li,fe: cuLtural
etchcmge, genetic irilenninglittg, and uhat Julio
Cortri,zar calls, quite simpLy "irutention, high chaLlenge
of the phoeni:r."
In one tision oJ historg, "the game" (l use the term
game as a near abstraction) required ngid codiJica-
tions to mnke an i,mpact in euergdag liJe and in the
hardware practices oJ th,e citg. Zoning, consttuction
techni,ques, ni,Iitary TrrcLneur)ers: these deJtniti,ons oJ
action were a prerequisite to turn the citg into a game
boa,rd. Artd substantial time, energg, and capital wos
requiredfor this.
An alternnte set of ludi,c ui,sions howetter emergesfrom
urbanists Li.ke Corutant, or the speculatiorzs on power
and
freedom
oJ Haki,m Beg or Raoul Vaneigem, sug-
gesting that withi,n the hnrdware of the ci,ty and the
;frozen
socio economic sgstems ue all reside within,
lies another realm etttirely
for
play. This u,ould be the
place whe re
Jreedo
m e n rc rg e s, C o rt az a r's " I nr ent i ott ".
What would tlrc global driJt,
Joreseett
bg tlte Situatiott-
ists, or ArchiZoom, be in our corileritpororql urtsart
Iandscape? Hout would play emerge irt tltis ligltt as a
uniquely emnncipatory condition
-
the encourag1e-
mnzt oJ Spinozi,st "acti,ue affections"?
Indeed, what would plag be in a nearJutu,re where the
boundaries betwem the uirtual game and the urbut
gam,e hnue been conJused, blurred or euen erosed?
Our currmt project is a "hard" science
Jiction
project
set 22 gears in the
Juture.
We hnue accelerated the
ti,m.eli,ne that theorists like Ray KurzweiL rne to
Jore-
cast technology and social change, and predict that the
'Si
dke del filosofo e
lo,umofitrgo Empedor;b clrc
cllermosrc f esistenza di
dve soli, Anche b domine
ennaiche poilono di un
doppio nle e dislinguotro
hs un sole billonle, I'oto
frbsofico, e un sole notumh
pii sr;uto, clrc conispnde
all'oro mobriole, ll pdmo
6 composto dal fuoco
essenziab congiunto
all'dere o al/p'aria
rilucente'.., Emrcdor'h
in*gnova onche che tulto
vin dipende dai npvimenli
isulnnfi &llo scontto ho
b fqze dei poli opposti,
amone e confitto. Nella
Opus tt|r,gnum essi
corispndorrooidrc
por'essi olt*nonti di
disnluzione e coagvlazione,
di sintegozfuxre e unione,
distilhzitne e
colndelnllliziorc:'il psilivo
eil tqotivo in qni con'."
"lt is nid of the phibryher ond
lhoumoturge Enficrcbs thot he
cloimd the exiscnce of two suns.
The hermetic fuines ols include
o double sun, ond distinguish
Mween o bright spiit-sun, the
ph'ilolophkol gold, ond the do*
nofurol sun, conespnding to
moteriol gold. The former co:'sis!
of the essttiol ftre tha is conioined
with the etlpr or the
'ghwing
oir'...
Enfules ollo toght thot oll life
loy;n the nrorenrenls resuk,p horn
the closh |ctv,en the two rchr
forces, love ond conflia. ln tlrc
OVts Mognum thele correpnd
to lhe two olternoling processes
of disslut;o,r ond cqulotior',
di si ntqroli on ond brrldi ng,
dkn lht on o nd con&tslion :
'the
1es
ond rc in oll things"'.
AbxotfuRopD'
Akiwny ond lttyslkien,
lo*llc,n,2001
\
t r
F
t
l i .
\
or
p.
o
Nel nostro racconto, prevediamo che cid non provo-
cherd solo interazioni sociali radicali e cambiamenti po-
litici globali, ma che darir anche origine a una serie di
realtd in competizione, ognuna delle quali rappresenta
uno scenario sviluppato nel gioco, consentendo a ogni
giocatore di tracciare un percorso nei futuri possibili,
modificando il proprio destino e i destini di migliaia di
altri giocatori.
Tempo. Ognuna di queste realtd d un percorso tempo-
rale separato articolato come tale per mezzo delle ca-
pacitd e caratteristiche del giocatore, degli spazi cl'in-
terazi one e del l e regol e del "gi oco". Il tempo d mutevo-
ie, e in questa struttura in mutanento il giocatore rie-
ne incoraggiato a inventare o scoprire nuove definizio-
ni del tempo.
La deriva globale. Un gioco online con migliaia di gioca-
tori che interagiscono colmera il moto fra media, cine-
ma e architettura. In un prossimo futuro nuove forme di
media interattivi sostituiranno il cirema e la televisione
come mezzi popolari e migreranno nel tessuto urbano. Il
motore dei gioco elettronico possiede enormi possibilitd
che attualmente non sono utlhzzate in pieno. E in grado
di stabilire e controllare il comportamento delle folle,
uttlizzare un sistema limitato di intelligenza artificiale,
ultlizzare mezzi testuali e streaming, creare spazi com-
pletamente interattivi con oggetti che possono essere
raccolti e poi lanciati nello spazio circostante. Le armi
possono essere riprogettate come meccanismi che con-
sentono a un giocatore di collegarsi con il mondo e inte-
ragire con esso.
I giocatori guardano allo spazio da un punto di vista in-
terattivo, e sono particolarmente interessati al pro-
grarnma e al modo in cui lo spazio viene modificato.
Pongono anche grande attenzione al tempo e a forme di
movimento non-lineari nello spazio, che d esattamente
il modo in cui gli architetti guardano allo spazio. La pro-
gettazione di giochi d molto veloce. Diversamente dal-
I'architettura, d un tipo di strumento in cui migliaia di
utilizzatori partecipano alla creazione di una struttura
spaziale, e non solo allo spazio tttltzzato.In giochi come
singuLarity
-
a god like arti,ficial intelli,gmce
-
wiLL ac-
tuaLly haue happened by 2024.
In our tut)rati:Lte, we
Jorecast
that this wi,LL not only pro-
duce rad,i,caL soci,aL i,nteractions and, globaL political
change
-
but also thnt i,t wi,II breed a range oJ compettng
reaLities, each oJ which is a scelklrio that we spin out in
tlrc game, allowittg euery Plager to chart a path arross
possible
Jutures,
altering their oum destiny as weLI as
tlte destinies of thotrsands oJ other players.
Time. Earh oJ these compet:ing realities is a separate
st rand oJ time, and, is afiiculated as such through the de-
sigln of the capabilities and attributes of the Player, the
spaces they interact with and the rules of the "gante".
Tine is nttiable, and in this shifitngJro,tnw the player i,s
encouraged to int,at or discouer newJorms oJtime.
Global dfiJl. Art ottline game u,ith thottsands of players
interactirtg, u,ill bridge the gaps between the realm of
media,
film,
and architecture. hz the near
Jtrture,
new
Jorms
oJ i,ntera,cti,ue media uill replace
Jilm
and telstti-
sion cts a popular nwdium and migrate out intct th,e ur-
banJabric. The com,puter ga.me engine itselJ has erten-
siue possibilities that are not bei,tW
fulla
utilized today.
It hns the ability to establish and control crowd behaa-
iout; to i,ntera,ct rry'ith a limited sorx of arxifici,al i,ntelli,-
gence, to d,eploy tert and streamtng mpdzq to createJul-
Ig i,nteractiue spaces wi,th objects thnt
Aou
can pi,ck up
and, toss around,. Weapons can be red,esigned o,s deuices
thnt a,llow a Player to reach out into the world and in-
teract with it.
Gamers look at space
from
an interactiue point of
uiew and are primari,Iy concerned with program ond
how space becomes uctiuated. They also pay parti,cu-
Iar attention to time, and
Jorms
oJ non-Ii,near moue-
ment through a space, which is eractly the how archi-
tects look at space. Game design is a uery
fctst
medi,um
and unlike architecture, is one where thousands, oJ
users participate in the creation oJ an armature
for
space as well as the occupied space itseLf. In games
Iike Unreal, users mcLA download the game engine
qnd
wi,th prograrrls like 3D Studi,o Ma^r, remodel the
Centro di ricerche
sul plosmo oereo.
Aeriol
plosmo
reseorch center
:D KETTER
)esigner, docenie,
;crifiore, orchitetto,
nusicisto/ortistq
nultimediole che vive o
{ew York. i professore
rssociolo presso lo
lolumbio University
3roduote School of
lrchitecture e direftore
lell'Advonced Archibcturol
)esign Progrom. Ho
nsegnolo orchitetturo e
ruovi progrommi
nulrimedioli ol Prott,
,orsons,
Bennington e RPl.
progetti piri recenti sono
;vilupporl con o.CHRONO
/ otelier chronolope, uno
studio di ricerco e
progettozione fondoio
nel 1998. Prcgetto/ieorio
orchitetlonico, progetti
di cine-norrozione DV
instollozione con nuovi
medio e sceneggiolure.
Sono in corso di
reolizzozione tre progetii:
preproduzione di un gioco
online o.BlO+, Sovoge
Prociices, un monifuslo
di teorio orchitettonico e
filmico, e lo sceneggioluro
Forgetting Driving.
I co-frondotori di questo
progetto, Ed Keller e leslie
Shih, sono enlrombi
oppossionoti di fumeri
e cinemo, e vedono
un punlo di noturole
sovropposizione fro quesle
culture e lo emergenle
culturo dei giochi su
inlernel. ll progeilo ebbe
inizio circq un onno fo
come un' esponsione
di olcuni dei temi che
slovono opprofondendo
in un corso per loureoti
ollo Scuolo di Architeituro,
pionificozione e
conservozione dello
Columbio University
dove Ed Keller insegno.
Designeq professor, writer,
orchi l ect, musi ci on/mul ti med i o
ortist bosed in NYC. Adjunci
Associote Professor ot the
Col umbi o Uni versi ty Groduote
School of Architecture ond octing
director of the Advonced
Architecturol Design Progrom.
Tought in orchilecture ond new
medio progroms ot Proit, Porsons,
Benni ngton ond RPl . Current
projects ore developed with
o.CHRONO I otel i er chronotope,
o design reseorch studio he
founded i n 1998. Archi tecturol
design/theory, DV cine-romon
proiecfs, new medio instollotions,
ond screenploys. Three projects
underuoy: preproduction work on
o.Bl O+ onl i ne gome ti tl e, Sovoge
Proctices, o cinemo/orch theory
monifesto, ond Forgetting Driving,
o screenploy.
The co-founders of this project,
Ed Kel l er ond Lesl i e Shi h, ore
both comic book ond film buffs,
ond see o noturol point of overlop
between these cultures ond he
emergent onl i ne gomi ng cul fure.
The project storbd obout o yeor
ogo os on exponsion on some of
the themes fhey were investigoting
in o groduote studio ot Columbio
University's School of Architecture,
Plonning ond Preseruotion, where
Ed Keller teoches.
\
\
!
6-
!F lt#
ru' oal , i gi ocatoi l possorl o scari (:al e i l nrotore cl r' l gi oco.
( (
)n pl'ogranmri come 3D Stuclio NIar possono t'il t rr rr i|l-
fe gli spazi, aggiungere livelii e ospital'c. i plopri gior'hi
l ete: un l i po di cornuri ta conrpl etal l l cnte di vt' tsa.
;istono gare gii moho pubblicizzate, anche cli lir-t'llr
rse, che inclrrdono giocatori cla tutto il nrorrdo.
nostro progetto si col l oca i n questo spazi o, stabi l i sce
ril forte nan'azione lirteare senza fine
-
vera struttura
)rtiurte per la clefilrizione dl utra
"r,irtualiti" quotitlia-
r. Enlro la fine del clecennio, questa virtualitd si corr-
lulgera coli altri pcrcrorsi Virtuali gia esisteuti nella
rltrrra, nella
l)crceziolle
individuale, nelle leggi, ncl lin-
lirgtlio
-
e pro(lurra nuove fonn(' di connettiviti e llre-
ilziolre. Nuo'n'e coruressioni chc I'urbanistica contclll-
)f iutea clo\Ti riconosCere
sl xt ( rs. rt rl rl l err: l s, und l t osl t l t ei t ou, t t , e(rrnes onl i n, e.
T l, i.s rr t t t sl i I t r I cs rt rr t t t t plt' l el y pee t. n' t' i sed co ttt rt t u t t i
-
t , t . ' l ' 1, , , , ' ' r 11" r t i r l r ' l r 1
l t t t l t l i r i : r ' t l
cr t r t t l t t , t i t i ct t t s l l t qt t aAt '
l , l , t r ' , '
, , r , t t ( t t ' t t . \ s t ' t ) ( ) t s
l l n, l l t t t t i t t r ' l t t t l e
l l t t . r l r ' r ' s. l t t t t t r
r t l l , ' , , ' , , 1 , , , t , , ' l , l
( . ) r t t
1 , r ' , , 1 , ,
I t , i i
1 ,
. : , 1 , , , r , , 1 . : , ' l l i r , l l r t s . : l t t ; r ' . r ' : l r t l t l i s l r
i t t r l r t s t r ' r , r r r 1 ! t t t t t t - t , t t , ' t l t t i t , ' t l t r t l
l , r t t t
i r l r ' s r t b t t t ' k -
l x t r r t ' . 1 r , 1 1 1 t ,
' , ' , , , , , i ' , i
t ; , , t ' '
, 1 , t , ' , , t t t , , , , ' r l ( l ( t l l
" r ' i t l t Lt r l i l , l . I ] , r
t l , ,
" , , , 1
' ' t i , , , l ' ' , , r r l , ' . l l t l , s , i t t r r t t l i l y
t t ' i l l hot t ' st r t l r ' . ss l , t l J t
t , , , i . ' , 1 ' r t , t i l l t r r l r t ' r t r l g ( ' . f i st i , g
t l t i t ' UCI S
( ) l
t ' i t l t t l , ' , t I
t i , t l i , t t , t , t t l t r l i r / (
Ul l l t t ( ' , i l l i t t -
d. i r i t l u. ol
1t ' t t Pl l t r t r t .
, r , l , t , r : . i t r l r ut r l r t t t l l t ?
-
et t d pt o-
f l t t | ecl t t r t t ' r ' l
l t t l t t , . s
, , 1 , r , r t r t , ' r ' t i t i l t l ( t t l d
Qgel l ( l J. Tl l i S
i l et r Set r l l i r t L' s i s r t r r , ' , t l t i | 1, r t
( r t r r l t , t t t pol Qt ' l J
| j ' bct ) t -
i sm t L, i l l I t r t t e t r t
( t (
A' | | ( ) | t l ( ' ( I ( l ( ' .
Compi el ettromogneti ci
conlrollono uno nuoyo
formo di fusi one, creondo
l ' occesso per l ' orri vo dei
gi ocotori .
El ectromogneti c fi el ds control
o ne- form o[ fusi on, creol i ng
o gotewoy lor eoch ployers'
or nvol .