Ahead Project: l’esperienza del graffitismo nel quartiere di

Mortise

di Giada Pellicari




La città ideale è quella su cui aleggia un pulviscolo di scrittura che non
sedimenta né calcifica

Italo Calvino, La città scritta: epigrafi e graffiti.




Sempre più spesso anche in Italia vengono organizzati eventi, festival,
manifestazioni e progetti curatoriali dove vengono invitati in maniera legale
dei writer a creare delle opere accostabili a quelle forme visive inclini al
muralismo urbano, in cui la città viene utilizzata come percorso espositivo di
lavori e come tappeto da decorare.
Quello che spesso si tende a dimenticare quando vengono realizzati questi
progetti e che la gente comune di solito non conosce, è che il writer ha da
sempre fatto tutto questo in totale libertà, senza laiuto di curatori, critici,
amministrazioni e anche, perch! no, sponsor. " meglio, lo ha effettivamente
vissuto# sui treni, sui muri, nei cavalcavia, nelle hall of fame, alle $am, sui
pannelli della metropolitana.
%ccade anche alcune volte che chi organizza quelle forme di graffitismo
legale, dove intervengono amministrazioni, curatori e critici &in rari casi
preparati', pubblicitari e comunità locali, spesso lo fa non accennando al
fatto che tutto quello che viene rappresentato in forma ingigantita, in realtà
nasca dal trascorso di anni di (riting illegale. %nni in cui il contatto, la
velocità, lo stile e la gestualità si sono posti come i caratteri dominanti del
vissuto del writer, il quale ha da sempre esperienziato la città in un percorso
continuo di scelta di elementi urbani su cui intervenire.
)on ci sono graffiti buoni e graffiti cattivi. *i sono i graffiti, punto.
+siste una cultura, questa, nella quale la calligrafia e la scrittura del proprio
nome sono gli aspetti fondamentali. ,a legalità e lillegalità, di fatto, sono
semplicemente due facce della stessa medaglia e due sviluppi diversi dello
stesso movimento e, spesso, anche dello stesso nome, che nascono da una
matrice comune costituita dal binomio tag e bomboletta.
+ importante fare questa premessa per rendere noto come il progetto
avvenuto nel quartiere di -ortise a .adova nasca proprio dal substrato
culturale dei graffiti portato alle estreme conseguenze, intendendo con ci/
una forma di ingigantimento del lavoro del writer trasformato in una
progettualità di muralismo urbano. *hi lo ha fatto, in questo caso, ha
unesperienza ventennale alle spalle allinterno di questo mondo, da cui ha
sviluppato delle tendenze artistiche successive ma sempre tangenti ad esso.
Ahead project è un caso particolare di muralismo urbano, perch! per questo
progetto sono intervenuti gli stessi writer che da anni si sono mossi nello
specifico territorio di .adova con i loro graffiti, sviluppando una cifra stilistica
divenuta nel corso del tempo peculiare di questa città. I protagonisti dei
lavori visibili nelle quattro facciate nel quartiere di -ortise, a ridosso
dellarea centrale di .adova, sono 0o1s, -ade, 2ama e "rion, quattro
esponenti di una crew storica, gli +%3, nata più di ventanni fa e tuttora
attiva. *rew che nel mio percorso di curatore ho studiato da diversi anni e
con cui ho sviluppato progetti espositivi, conferenze e successive
pubblicazioni. *ome già ho già spiegato in un catalogo precedente#

,etteralmente +scuela %ntigua 3isciples, il gruppo nasce nel 4554 a
.adova grazie allincontro tra 6oogie, 7agor e 8race a cui,
successivamente, si sono uniti altri writer tra cui si ricordano 0o1s, 9iot,
%:e, *urdo, -ade, 2ama e .eeta, ponendosi come una crew nella
quale si pu/ riconoscere una ricerca di originalità di uno stile poi
riconosciuto come padovano. )el caso degli +%3, infatti, si riscontrano
una complementarietà tra gli elementi rappresentati e uno studio
nella composizione delle pareti, formate spesso dallinsieme tra
figurativo e lettering, oltre che la realizzazione di numerose murate a
tema. Si pu/ notare poi uno stile visivamente riconoscibile e peculiare
dei lavori di 2ama, -ade e .eeta, che dal punto di vista teorico viene

4
8esto già pubblicato in ;. .ellicari, na storia per immagini in r!ani"eme
#$hi!ition. L%arte dei &riters e degli 'treet Artists, catalogo della mostra a cura di
"logram e 8eresa Iannotta, *leup, .adova, <=44, revisionato per questa occasione.
chiamato >3, ma che ha la particolarità di essere essenzialmente
caratterizzato dalla presenza di una linea a frusta, di derivazione
fitomorfica. ,a tipologia di graffiti >3 che, per alcuni versi, caratterizza
la crew di .adova, sembra sia stata anticipata dai pezzi di 0o1s, non
tanto perch! essi risultano in >3, ma in quanto spesso la scrittura del
suo nome abbia avuto la capacità di trasformarsi in unarchitettura
contenente le lettere stesse. Si vengono infatti a creare nei suoi pezzi
degli elementi geometrici, che si intrecciano tra di loro in maniera
perpendicolare e orizzontale, portando a ci/ che pu/ essere definita
come ?scultoreità della tag@ caratterizzante il lavoro di 0o1s. ,a
modularità peculiare dei suoi pezzi, infatti, si va a sviluppare in una
sovrapposizione di livelli dove lo spazio diviene sempre più pieno e
pregno della struttura stessa, lasciando poco margine al vuoto.
,alta qualità caratterizzante gli artisti di .adova deriva oltre che dalla
frequentazione delle banche, importante punto di incontro tra writers,
breaAers, e sAaters del triveneto, anche da contatti con altri artisti
della scena italiana quali 3ado, *apo, +tniA, Bemo. )asce inoltre
anche grazie ai numerosi viaggi compiuti tra cui si ricordano quelli in
-essico, )ew 2orA, 8oAio, 8allinn e i diversi -eeting "f St1les a cui
molti dei writers citati hanno preso parte. In particolare si ricordano i
tre avvenuti a .adova nel <==C, <==D e <==E, i quali effettivamente si
possono ritenere un punto di svolta importante per lo sviluppo
dellarte legata al mondo del (riting in Italia
4
.
In questo caso le quattro facciate di Ahead possono essere viste nella loro
complessità, ma anche come dei lavori che separatamente hanno la capacità
di sussistere autonomamente. In realtà per/ è proprio nel loro insieme che
offrono un nuovo step nella storia del graffitismo padovano, perch! risultano
come un effettivo manifesto stilistico di questa commistione tra >3
geometrico e fitomorfismo curvilineo, rappresentati rispettivamente da 0o1s
e "rion ai lati estremi, da -ade e 2ama in quelli centrali. + in realtà proprio
a stretto contatto con la città stessa che queste cifre stilistiche, analizzate da
me già in passato, si sono sviluppate e hanno dato forma agli elementi
geometrici e curvilinei che si possono ampiamente vedere oggi, ovvero è la
città stessa e lesperienza quotidiana del suo percorso che hanno influenzato
dal punto di vista visivo, per forza di cose, gli approcci di questi writer#

%rrivando allaspetto teorico relativo alla contestualizzazione dei
graffiti allinterno di una città come .adova, si pu/ pensare che vi sia
una relazione con le caratteristiche delle architetture della città, vale
a dire nella pianta urbana caratterizzata da una dimensione curvilinea,
ma soprattutto nella presenza di numerosissimi portici, elementi che
hanno influito stilisticamente i writer di .adova. Questo perch! si
pensa, da parte di chi scrive, che esista molto spesso una
contestualizzazione del graffito allinterno dellarchitettura, e che vi
siano degli influssi stilistici derivanti dalla cultura visiva locale. In

<
.ubblicato in ;. .ellicari, (n &riting. )al*ing a!out +raffiti and Aerosol Art,
+dizioni ,ucA1shoes, Fenezia <=4<, p.44.
questo senso si potrebbe pensare che la tipica forma curvilinea della
città abbia influenzato questi artisti e si pu/ comprendere meglio il
discorso sulla scultoreità della tag, sulla contestualizzazione del pezzo
nelle architetture e sullevoluzione di una tipologia stilistica
prettamente legata alla dimensione territoriale della città.
<




)el corso di questi mesi ho letto molti articoli sul progetto stesso, su questa
mania spopolata nel cercare i lavori a .adova e sul continuare a scrivere
sempre le stesse identiche cose# la solita questione ?arte o vandalismoG@H lo
scambiare i graffiti per street art e viceversaH riferirsi impropriamente a
6asquiat e BaringH la parola ?ingaggiamento@ dei writer e relative conferenze
stampa.
*redo che, sostanzialmente, vi sia una grande confusione imperversante e
che molto spesso le persone scrivano senza informarsi o tanto meno
chiedere. ,a schizofrenia dilagante negli ultimi mesi in questa città
&rappresentata in maniera emblematica dal susseguirsi di certi eventi, come#
il ritenere il graffitismo ?vandalismo e delinquenza@H la promozione di
progetti legaliH la realizzazione di mostre fotografiche contro i graffiti ma che
in realtà in maniera inconsapevole ne esaltavano la natura esteticaH
lorganizzazione di conferenze stampa con argomentazioni sbagliateH
lutilizzo di parole come ?ingaggiamento@' è stata in realtà la cartina di
tornasole di un sintomo che si riscontra in tutte le città italiane, ma che
maggiormente è similare a quello che sta avvenendo a -ilano, fin dagli anni
"ttanta.
%ndiamo per punti#

I %rte o vandalismoG 3opo cinquantanni dalla nascita del movimento
questa domanda ha francamente stancato e ci si stupisce di come
ancora tuttora sia la sola argomentazione riscontrabile nei quotidiani
e non solo. *ome ho già spiegato legalità e illegalità sono le due facce
della stessa medaglia. Semmai essa pu/ essere riformulata in# fino a
che punto è ammissibile la libertà di espressione creativaG
I ,a street art e i graffiti non sono la stessa cosa. Sono due linguaggi
diversi nati in contesti differenti ed in epoche altrettanto dissimili.
+sistono molti libri a riguardo.
I 6asquiat e Jeith Baring sono tra i primi ?pittori dello spazio urbano@
a entrare in un contesto mainstream da galleria e con un linguaggio
più similare a quella che oggi viene chiamata come Street %rt.
I Ingaggiare i writerG I writer sono umani dotati di libertà di
espressione, che da sempre hanno operato a stretto contatto con il
tessuto urbano e che in questo caso sono anche tra gli stessi
promotori del progetto. +ssi non devono diventare strumento di
propaganda, tanto meno per dare la visione sbagliata del ?writer
cattivo@ e del ?writer buono@, che in realtà non fa altro che
danneggiare quello che effettivamente il (riting è e che comunque
questo progetto intendeva rispettare.


Ahead project è nato a stretto contatto con un quartiere popolare della città,
dove lo sviluppo del (riting sui palazzi è stato visto come una forma di
riqualificazione della zona. -olto spesso le idee di riqualificazione urbana e
di arte pubblica vengono accostate sia in letteratura, ma anche nella stampa
quotidiana, nel momento in cui si parla di progetti di (riting e Street %rt.
)on vorrei ora aprire anche un ulteriore paragrafo su cosa sia o non sia larte
pubblica, ma spesso essa viene chiamata impropriamente tale quando si
vuole dare una definizione a questi progetti. In realtà conferire definizioni
risulta il più delle volte erroneo, come far confluire i fenomeni in diverse
categorie. 8uttavia esse per/ ci aiutano a comprendere quello che vediamo.
,arte pubblica di per s! viene spesso confusa con quelle che in realtà sono
?opere in luogo pubblico@, poich! se non vi è una partecipazione attiva da
parte della comunità locale, spesso non risulta essere come un progetto
sentito e vissuto come pubblico e di tutti. )el caso dei graffiti tutto ci/
diviene ancora più complesso, perch! in realtà il (riting è un linguaggio
codificato, dove il writer parla allaltro writer tramite lo stile e la scrittura,
che spesso risultano non comprensibili o decifrabili dalle persone. +cco
perch! parlare di arte pubblica risulta improprio, o quanto meno riduttivo,
perch! il (riting non è, di fatto, pubblico.
Semmai esiste una dimensione pubblica del fare graffiti, dove la comunità
pu/ essere resa partecipe semplicemente perch! vede il writer nellatto della
sua gestualità
>
.
,a riqualificazione urbana pu/ essere un intento, ma il più delle volte diviene
una conseguenza di questi progetti, poich! i luoghi protagonisti di solito si
trasformano in centri gravitazionali di passaggio sia di turismo ma anche di
rinnovata aggregazione sociale, dando una nuova e diversa vivibilità al posto
stesso. "vviamente non sempre tutti sono daccordo con queste forme di
progettazione culturale, ma in realtà è importante continuare a farle perch!
è solo in questo modo che si genera discussione e la discussione solitamente
ha la capacità di dare il via ad una riflessione critica.


+iada ,ellicari - agosto ./01
http:22333.aheadproject.org2







>
Bo affrontato questo argomento in maniera più specifica nellarticolo Il &riting a
Locate di )riul"i4L%Ama"ing 5a6 ./01, visibile qui#
http#KKstreetartattacA.blogspot.itK<=4LK=LKilIwritingIlocateIdiItriulziIlamazing.html
Giada Pellicari nasce a .adova nel 45ME. + una curatrice darte
contemporanea che ha indirizzato la sua pratica curatoriale e critica verso gli
ambiti del (riting e della Street %rt, dellarte pubblica e dei )ew -edia,
attraverso mostre, conferenze e pubblicazioni. *ollabora sia con istituzioni
pubbliche che con gallerie private. Si è laureata prima allNniversità di
.adova in 3%-S %rte &44= e lode' e successivamente ha conseguito la laurea
magistrale in %rti Fisive allNniversità IN%F di Fenezia &44= e lode'. + stata
curatore in residenza per un anno presso la Oondazione 6evilacqua ,a -asa
di Fenezia, dove ha curato e coIcurato progetti espositivi, cicli di conferenze,
worAshop e performance artistiche.
+ stata, inoltre, teaching assistant di un corso della School of the -useum of
Oine %rts di 6oston in partnership con lNniversità IN%F di Fenezia.
Ba scritto il saggio di introduzione alla mostra di postIgraffitismo
5econstructions 7 personale di 8aptu" e ,oesia, che si è tenuta a -iami a
luglio <=4L, organizzata da )ina 8orres Oine %rt ;aller1 e Bausammann
;aller1. + stata uno dei relatori al convegno internazionale ?,isbon Street
%rt and Nrban *reativit1 International *onference@ organizzato
dallNniversità di ,isbona a luglio <=4L.
+ parte della giuria del .remio *osua, concorso internazionale di videoarte.
3all agosto <=4< è +ditor in *hief del noto sito di (riting e Street %rt#
www.streetartattacA.com.
e qui# http#KKstreetartattacA.blogspot.itK<=4LK=CKilIwritingIlocateIdiItriulziI
lamazing.html

Sign up to vote on this title
UsefulNot useful