You are on page 1of 1

21 0 Storia eccesiastica

vita e si trovava a Roma a discutere con Aniceto 65 di una que­
stione riguardante il giorno di Pasqua
66
.
2. Il medesimo scrit­
tore riferisce un altro racconto su Policarpo, che è necessario
aggiungere a ciò che si è già detto su di lui. Ecco le sue parole:
Dal terzo libro del Contro le eresie di Ireneo
3 . «Poli carpo non solo fu discepolo degli apostoli
67
e fu
in contatto con molti di coloro che videro il Signore, ma venne
anche nominato dagli apostoli vescovo della Chiesa di Smirne
in Asia. 4. Anche noi l' abbiamo visto nella nostra prima giovi­
nezza (infatti visse a lungo e subì, quando era molto vecchio, i
martirio, testimonianza gloriosa e notevole della sua fede in
Cristo) ; professò sempre ciò che aveva imparato dagli apostoli
e che anche la Chiesa gli affdava, le uniche verità. 5. Tutte le
Chiese d' Asia e tutti coloro che sono succeduti a Policarpo fi­
no ad oggi attestano che egli era testimone della verità di gran
lunga più degno di fede e attendibile di Valentino, di Marcione
e di tutti gli altri maestri di empie dottrine. Egli predicò a Ro­
ma anche al tempo di Aniceto
6
8
,
riuscendo a ricondurre molti
fedeli dalle suddette eresie alla Chiesa di Dio e annunciando di
avere appreso dagli apostoli questa unica e sola verità, quela
tramandata dalla Chiesa. 6. Vi sono anche di quelli che gli sen­
tirono dire che Giovanni, il discepolo del Signore, entrato ad
Efeso [nele terme] per lavarsi e accortosi che dentro v era Ce­
tinto, corse fori dal bagno senza essersi lavato, dicendo: "Fug­
giamo, prima che crolli i bagno per la presenza di Cerinto, i
nemico dell� verità" 69.
6
5 Su di lui cf. supra, 1 1 , 7.
66
Su questo punto cf. anche in/ra, V, 24, 16.
6
7
Fu infatti discepolo di Giovanni.
6
8
Intorno a 160 d. C.
69 Cf. anche supra, III, 28, 6.