You are on page 1of 38

PROGETTO DI EDUCAZIONE ALLA CITTADINANZA

PER NON DIMENTICARE
A cura degli alunni I-D “TP”
Coordinatore prof.ssa G. LONGOBARDI

•Uomini, bambini e donne, sopravvissuti
hanno usato la scrittura per tentare di
liberarsi del ricordo ossessivo delle
sofferenze e delle umiliazioni subite. Essi
costituiscono la drammatica testimonianza
della prigionia nei campi di
concentramento, ciò costituisce un invito a
conoscere in ogni epoca i crimini terribili di
quella esperienza, chiamata “Shoah”.
• E’ un invito alle generazioni future a
vigilare per evitare che episodi simili
RICORDA CHE QUESTO E’ STATO..
possano ripetersi.

•NOI ALUNNI DEL PROLUNGATO, OGGI,
CELEBRIAMO IL 27 GENNAIO, LA 10
GIORNATA DELLA MEMORIA CON LA
LETTURA DI PAGINE, SEQUENZE, POESIE,
RACCONTI, MUSICHE, ALBUM-VIDEO E
STRALCI DI TESTIMONIANZE SULLO
STERMINIO DEGLI EBREI.
•LA NOSTRA MEMORIA E’ RIVOLTA A TUTTE
QUELLE MINORANZE ETNICHE
PERSEGUITATE E OPPRESSE IN VARIE PARTI
DEL GLOBO, AFFINCHE’ NON SI RIPETANO
PIU’ ORRORI DA FAR VERGOGNA ALL’ESSERE
UMANO; AL CONTRARIO PERCHE’ OGNI
UOMO, NEI SUOI DIRITTI INALIENABILI,
VENGA RISPETTATO.
•PARAFRASANDO LA FAMOSA CANTANTE,
ISRAELIANA PER LA PACE, NOA’ DICIAMO
“NON BASTA PIU’ PIANGERE PRESSO IL
MURO DEL PIANTO… E’ URGENTE COSTRUIRE;
INVECE, A SCUOLA MOMENTI IN CUI SI
POSSA VIVERE INSIEME PUR NELLA
DIVERSITA’; QUINDI, LA NOSTRA SPERANZA
E’ CHE CON QUESTA MEDESIMA ESPERIENZA
DEL RICORDO, LUTTUOSA MA LIETA,
APPRENDIAMO A VIVERE INSIEME IL MURO DEL PIANTO……….

E’ STATO ADOTTATO DAGLI STORICI PER INDICARE IL MASSACRO DI SEI MILIONI DI EBREI COMPIUTO DAL REGIME NAZISTA DURANTE LA SECONDA GUERRA MONDIALE. A GUERRA FINITA GLI EBREI UCCISI SAREBBERO STATI DUE TERZI.IL TERMINE OLOCAUSTO. CHE NELL’ANTICA LITURGIA EBRAICA DESIGNA IL SACRIFICIO DI ISACCO. UNA PAGINA BUIA DELLA STORIA MONDIALE CHE NON POTRA’ MAI ESSERE CANCELLATA. . PIU’ DI QUELLI ASSASSINATI NEI DICIOTTO SECOLI PRECEDENTI.

27 GENNAIO 2010 il Giorno della Memoria ! .

catturati inviati presso i numerosissimi campi di concentramento. Mussolini si alleò a Hitler e nel 1938 anche l’Italia applicò le leggi razziali. come zingari. Cominciò la deportazione dei cittadini ebrei. malati di mente e antinazisti. La soluzione finale immaginata da Hitler consisteva infatti nella cancellazione della razza ebraica e di tutte le componenti della societa’ ritenute inferiori. poi sterminati. che stabilivano la superiorità della razza tedesca rispetto alle altre.• Dal 1933 la Germania cadde sotto il dominio di una dittatura quella del partito Nazionalsocialista guidato da Adolf Hitler il quale abolì la liberta’ di stampa e di espressione. furono prima costretti a lavorare per le industrie tedesche. in particolare quella ebraica. . rese illegali gli altri partiti e promulgò le leggi razziali. dove essi insieme agli oppositori politici.

.

DOPO LE LEGGI RAZZIALI. UNICO SUPERSTITE DELLA FAMIGLIA. LA FAMIGLIA FRANK. FRANK. ESERCITAVA LA PROFESSIONE DI BANCHIERE. ANNE. METTENDO IN ATTO LE DISCRIMINAZIONI RAZZIALI. ANNE NATA A FRANCOFORTE DA UN’AGIATA FAMIGLIA DI EBREI. CHE DI LI’ A POCO MORI’ DI CONSUNZIONE. SUO PADRE.WESTERBORK AUSCHWITZ. DOVE IL PADRE FONDO’ UNA PICCOLA DITTA COMMERCIALE. LE TRUPPE INGLESI LIBERARONO BERGEN BELSEN. DOVE MORI’ COLPITA DA TIFO. EMANATE DA HITLER NEL 1933. NELLO STESSO ANNO . NEL MAGGIO DEL 1940 L’ESERCITO TEDESCO INVASE L’OLANDA. E FU PUBBLICATO AD AMSTERDAM NEL 1947. IL 2 SETTEMBRE I FRANK FURONO CONDOTTI AD AUSCHWITZ. IL DIARIO DI ANNE FU TROVATO NELL’ALLOGGIO SEGRETO CONSEGNATO DOPO LA GUERRA AL PADRE. IN OLANDA. IN POLONIA. INSIEME A MARGOTE AD ALTRE GIOVANI DONNE. INSIEME AD ALCUNI AMICI. OTTO H. IL 4 AGOSTO 1944 I TEDESCHI FECERO IRRUZIONE NELL’ALLOGGIO E TUTTI I RIFUGIATI FURONO PORTATI NEL CAMPO DI CONCENTRAMENTO A WESTERBORK. CON IL TITOLO ORIGINALE “HET ACHTERHUIS” (IL RETROCASA) . SI CHIUSE IN UN ALLOGGIO SEGRETO. CIRCA TRE SETTIMANE DOPO. FU INVITATA A BERGEN BELSEN. DOVE IL PADRE VENNE SEPARATO DALLA FIGLIA. LA FAMIGLIA EMIGRO’ IN OLANDA. IN SEGUITO AD SEGNALAZIONE.

ANNE SI RIVOLGE A KITTY. IN CUI SONO ANNOTATI GIORNO PER GIORNO I RICORDI DI QUEGLI ANNI. SEGRETA CONFIDENTE DEI SUOI PENSIERI. SCOPERTI DALLA POLIZIA. SEMPRE SOTTO L’INCUBO DELLA GUERRA . SENZA MAI AFFACCIARSI ALLE FINESTRE. IL RETROCASA. CONFESSANDOLE OGNI SENTIMENTO. “HET ACHTERHUIS”. L’AMICA SEGRETA DEL CUORE. OLTRE IL DENTISTA ALFRED DUSSEL. LIBRI E NOTIZIE. INFORMANDOLA DI OGNI VICISSITUDINE. FURONO DEPORTATI NEI CAMPI DI CONCENTRAMENTO. NARRANDOLE ANGUSTIE DI QUELL’ESISTENZA. PER TUTTO IL TEMPO ESSI VISSERO SENZA USCIRE. NELL’ALLOGGIO SEGRETO DI AMSTERDAM FU TROVATO IL DIARIO. I GIORNI DI SCONFORTO ED I MOMENTI DI FIDUCIA NELL’AVVENIRE. UN’AMICA IMMAGGINARIA. 1942-1944 I FRANK VISSERO PIU’ DI DUE ANNI NEL TERRORE DI ESSERE SCOPERTI ERANO CON LORO I SIGNORI VAN DAAN ED IL LORO FIGLIO PETER. VISITATI DAI LORO FEDELI AMICI CHE PORTAVANO DALL’ESTERNO CIBO.

1944 AVEVO UN TALE DESIDERIO DI PARLARE CON QUALCUNO CHE.LA SERA E’ PASSATA E NON E’ SUCCESSO NIENTE. MI SENTIVO SEMPRE A MIO AGIO. LUI SULLA SEDIA E IO SUL DIVANO. HO PIANTO. GIOVEDI’ 6 GENNAIO.CARA KITTY. PER CHISSA’ QUALE MOTIVO. STAVO CERCANDO UN PRETESTO.. L’OCCASIONE SI E’ PRESENTATA IERI. TRANNE CHE GLI HO PARLATO DI QUELL’ARTICOLO SUL FATTO DI ARROSSIRE………… Di SERA A LETTO MI E’ VENUTO DA PIANGERE. PETER ULTIMAMENTE HA LA MANIA DEI CRUCIVERBA E NON FA ALTRO PER TUTTO IL GIORNO. CON LA LUCE. NON AVEVO MAI OSATO FERMARMI PIU’ A LUNGO PERCHE’ TEMEVO CHE MI TROVASSE NOIOSA. MI SONO MESSA Di SCEGLIERE PETER. IO GLI DAVO UNA MANO E BEN PRESTO CI SIAMO TROVATI SEDUTI AI DUE LATI DEL SUO TAVOLINO. UNA VOLTA VOLEVO RESTARE A CHIACCHIERARE CON LUI. OGNI VOLTA CHE SALIVO NELLA SUA STANZETTA. E NON MANDA VIA MAI VIA UNO CHE GLI DA’ FASTIDIO. MA SICCOME PETER E’ COSI’ MODESTO.…. MA IN MODO CHE NON MI SENTISSE NESSUNO … TUA ANNE .

LO SENTO NEL CORPO E NELL’ANIMA.CARA KITTY. DEVO SFORZARMI DI AGIRE IN MODO NORMALE. COME SE DICESSE:. NON SO COSA LEGGERE. MI SENTO BATTERE IL CUORE. ESSERE SOLA. SOFFIA UN VENTICELLO MERAVIGLIOSO E VORREI TANTO……VORREI TANTO……TUTTO PARLARE. PASSO DA UNA STANZA ALL’ALTRA. MA NON POSSO FARLO. AVVERTO IL RISVEGLIO. TUA ANNE . 1944 SPLENDE IL SOLE. SONO TOTALMENTE CONFUSA. SABATO 12 FEBBRAIO. COSA SCRIVERE. IL CIELO E’ AZZURRO INTENSO. ESSERE LIBERA. AVERE AMICI. SONO INQUIETA. VORREI PIANGERE TANTO…PIANGERE ! MI SEMBRA DI SCOPPIARE E SO CHE SE PIANGESSI STAREI MEGLIO. COSA FARE. SO SOLTANTO CHE VORREI……. PENSO SIA LA PRIMAVERA. RESPIRO L’ARIA DELLA FESSURA DI UNA FINESTRA CHIUSA.ESAUDISCI FINALMENTE IL MIO DESIDERIO-.

HA SBOTTATO:-ICH MACH DAS SCHON! (LA SISTEMO IO). E DUSSEL E’ COSTRETTO A CEDERE. HO PRESO UN CUSCINO E MI SONO SEDUTA PER TERRA APPOGGIANDO LE MANI SULLE GAMBE PIEGATE E L’HO GUARDATO ATTENTAMENTE. DOPO UNA MEZZ’ORA DI NERVOSISMI TRATTENUTI PETER. DUSSEL.. COMUNQUE HAI IL VANTAGGIO CHE NON TI SI VEDE MAI IN FACCIA CHE SEI TIMIDA. CON LA SUA ESPRESSIONE PIU’ SDEGNOSA. NON CAMBI COLORE E MANTIENI IL TUO CONTEGNO.IL SIGNOR VAN DAAN LO APPOGGIA.. 1944 ………DOMENICA SERA TUTTI STAVAMO VICINO ALLA RADIO……. PETER.CARA KITTY. E ANCH’IO ERO CONTENTA PERCHE’ AVVERTIVO UNA FONTE DI INTIMITA’ CHE PRIMA AVEVO SOLTANTO CON LE MIE AMICHE. LUNEDI’ 14 FEBBRAIO. A PETER FACEVA MOLTO BENE POTER PARLARE DI DUSSEL NEI TERMINI PIU’ DURI SENZA PAURA DI QUALCUNO CHE FACESSE LA SPIA.PETER SI INFURIA DIVENTA SFACCIATO. TUA ANNE . SONO TERRIBILMENTE CONTENTA CHE IN CASA CI SIA QUALCUNO CHE PUO’ AVERE ACCESSSI D’IRA PROPRIO COME ME. MI HA DETTO…TU ALMENO SAI DIFFENDERTI CON LE PAROLE……GUARDA CHE TI SBAGLI DI GROSSO-GLI HO RISPOSTO IO-…PUO’ DARSI. FINE….DUSSEL CONTINUAVA A GIRARE LA ROTELLA E PETER E ANCHE GLI ALTRI SI ARRABIAVANO. MA VOLEVO CHE CONTINUASSE A PARLARE TRANQUILLAMENTE DI SE’. RIDEVO SOTTO I BAFFI DI QUESTA FRASE. PER QUESTO NON GLIEL’HO DATO A VEDERE. CHE ERA UN PO’ SECCATO HA CERCATO DI FARLO SMETTERE.

RICCHI E POVERI. ART. NEL TERRIRORIO. FINANZIAMENTI E ALTRI INTERVENTI. DI RELIGIONE DIVERSA ECC. MASCHI E FEMMINE. 2 GLI STATI DEVONO RISPETTARE. I DIRITTI DI TUTTI I BAMBINI: HANDICAPPATI. IN CASO DI NECCESITA’ GLI STATI PIU’ POVERI DOVRANNO ESSERE AIUTATI DA QUELLI PIU’ RICCHI . ART.ART. 4 OGNI STATO DEVE ATTUARE QUESTA CONVENZIONE CON IL MASSIMO IMPEGNO PER MEZZO DI LEGGI. 3 TUTTI COLORO CHE COMANDANO DEVONO PROTEGGERE IL BAMBINO E ASSICURARGLI LE CURE NECESSARIE PER IL SUO BENESSERE.

è stretto il sentiero dove corre il bambino: un bambino grazioso come il bocciolo che si apre: quando il bocciolo si aprirà il bambino non ci sarà. .È piccolo il giardino profumato di rose.

E WASSERTRINKEN VERBOTEN. E SI E’ VISTA UNA GRANDE PORTA. DEBOLMENTE RISCALDATA.IL VIAGGIO NON DURO’ CHE UNA VENTINA DI MINUTI. . E CI METTONO IN UNA CAMERA TERRIBILE E C’E’ UN RUBINETTO. CHE SETE ABBIAMO ! IL DEBOLE FRUSCIO DELL’ACQUA NEI RADIATORI CI RENDE FEROCI: SONO QUATTRO GIORNI CHE NON BEVIAMO. QUESTO E’ L’INFERNO. IL LAVORO RENDE LIBERI. CHE DICE CHE E’ PROIBITO BERE PERCHE’ L’ACQUA E’ INQUINATA. IO BEVO. “ESSI” SANNO CHE NOI MORIAMO DI SETE. HA SAPORE DI PALUDE. L’ACQUA E’ TIEPIDA E DOLCIASTRA. SCIOCCHEZZE. A ME PARE OVVIO CHE IL CARTELLO E’ UNA BEFFA. E SOPRA UNA SCRITTA VIVAMENTE ILLUMINATA (IL SUO RICORDO MI PERCUOTE NEI SOGNI): ARBEIT MACHT FREI. SIAMO SCESI. CI HANNO FATTI ENTRARE IN UNA CAMERA VASTA E NUDA. MA DEVO SPUTARE. POI L’AUTOCARRO SI E’ FERMATO. EPPURE C’E’ UN RUBINETTO: SOPRA UN CARTELLO. E INCITO I COMPAGNI A FARLO.

1944 .Zofia Grochowalska-Abramowicz. Birkenau.

.

ALL’INTEGRAZIONE. DIRITTO ALL’UGUAGLIANZA. . CON LO SCRITTO E OGNI ALTRO MEZZO DI DIFFUSIONE.I DIRITTI INVIOLABILI DELL’UOMO DELLA SOLIDARIETA’ POLITICA. ECONOMICA. SOCIALE. DIRITTO ALL’ACCOGLIENZA. TUTTI HANNO IL DIRITTO DI MANIFESTARE IL PROPRIO PENSIERO CON LA PAROLA.

.

• .

. la memoria dell’Olocausto alle future generazioni affinché il mondo non ne dimentichi l’orrore e la crudeltà.• IL Parlamento di Israele crea L’ Istituto per la Memoria dei Martiri e degli Eroi dell’Olocausto al fine di commemorare i sei milioni di ebrei assassinati dai nazisti e dai loro collaboratori. E’tramandata così.

che hanno rischiato la propria vita.Il termine “Giusti tra le nazioni”. in ebraico: ‫לועה תומוא ידיסח‬ indica i non-ebrei. cioè dalla shoah ! . per salvare anche un solo ebreo dal genocidio nazista.

.

000 i Giusti nel mondo e tanti gli italiani.Sono più di 20. riceve un certificato d'onore ed il privilegio di vedere il proprio nome aggiunto ad altri presenti nel giardino dei giusti . viene insignito di una particolare medaglia con inciso il personale nome. Chi viene riconosciuto Giusto tra le nazioni. che hanno ricevuto finora tale riconoscimento.

.A Israele ad ogni giusto tra le nazioni è regalata una piantumazione di un poiché tale pratica nella tradizione ebraica indica il desiderio di ricordo eterno per una persona cara.

RICONOSCIMENTI ITALIANI I GIUSTI DEI CONFLITTI ISRAELE .

I GIUSTI DEI CONFLITTI ARMENI .

I GIUSTI DEI CONFLITTI SARAJEVO .

I GIUSTI DEI CONFLITTI RUSSIA .

.

.

.

VOI CHE VIVETE VOI CHE TROVATE SICURI NELLE VOSTRE TORNANDO A SERA TIEPIDE CASE IL CIBO CALDO E VISI AMICI E’ QUESTO UN UOMO ? CHENON CONOSCE PACE CHE LAVORA NEL CHE LOTTA PER FANGO MEZZO PANE CHE MUORE PER UN SI’ O PER UN NO. .

SENZA SENZA PIU’ VUOTI GLI CAPELLI E FORZA DI OCCHI E SENZA RICORDARE FREDDO IL NOME GREMBO COME UNA RANA D’INVERNO E’ QUESTA UNA DONNA ? .

27 GENNAIO 2010 .

27 GENNAIO 2010 .

FINE .

CHENON CONOSCE PACE CHE LAVORA NEL CHE LOTTA PER FANGO MEZZO PANE CHE MUORE PER UN SI’ O PER UN NO. .