You are on page 1of 55

RILIEVI C.E.V.

(Campo Energetico Vibrazionale) –
su persone trattate dal “guaritore spirituale”
Sig. Lothar Guntert
Test eseguiti tra Bologna, Rimini, Latina e Chivasso
ottobre – novembre 2014 e febbraio – maggio 2015
CTA (Consulente Tecnico Ambientale) DANIELE GULLÀ

TECNOLOGIA UTILIZZATA PER I RILIEVI VIBRAZIONALI
Il sistema utilizzato è nato in campo militare ed è parte integrante del progetto governativo
degli Stati Uniti d’America denominato F.A.S.T. (Future Attribute Screening Technology).
L’Analizzatore d’Immagine che viene usato per monitorare le vibrazioni emesse, in stati normali
o modificati di coscienza, dal cosiddetto Campo Energetico Umano (Human Energetic Field –
HEF) si fonda sul principio che tutto vibra, in modo visivamente impercettibile, ma
strumentalmente misurabile. Il software che connette i dati rilevati dall’analizzatore allo
schermo del PC permette di mostrare l’immagine ottica del soggetto con l’aggiunta del suo
spettro di emissione sotto forma di falsi colori. (Ad ogni tonalità di colore corrisponde un preciso
valore della frequenza emessa.) L’analizzatore mette in rilievo le vibrazioni generate dal corpo
umano che normalmente variano in continuazione nei vari punti del corpo stesso sia in ampiezza
sia in frequenza, anche in modo rapido. Inoltre permette di vedere il grafico corrispondente allo
stato di partenza. Il software segnala, attraverso la variazione dei falsi colori dell’immagine, un
passaggio ad uno stato modificato di coscienza, arrivando certe volte fino alla totale scomparsa
dell’immagine stessa o al suo viraggio verso un’unica tonalità di colore. La variazione
dall’immagine iniziale multicolore a quella monocolore indica che le vibrazioni sono passate da
un ampio spettro di frequenze ad uno spettro ristretto, indicando una situazione di coerenza. In
un altro riquadro un grafico mostra che lo spettro, inizialmente ampio, si restringe spostandosi
verso le frequenze più basse. Riassumendo, si può dire che lo spettro di frequenza rilevato
cambia totalmente quando si entra in uno stato modificato di coscienza.
Tutti i parametri vengono analizzati e memorizzati in tempo reale dal software. Alla fine della
sperimentazione si può disporre di “report” relativi allo spettro delle vibrazioni, che permettono
di verificare se esiste una connessione tra il grado di profondità dello stato meditativo e le
fluttuazioni dell'intensità delle vibrazioni emesse. Praticamente sullo schermo del PC un ampio
quadro mostra l’immagine della persona e attorno ad essa appaiono righe orizzonta li di vari
colori e lunghezze che rappresentano il risultato della Fast Fourier Transform (FFT) applicata alle
vibrazioni rilevate: la loro lunghezza indica l’ampiezza della vibrazione e il colore la sua
frequenza (da 0,1 a 10 Hz, secondo una scala di colori mostrata sotto).
Un altro quadro, in basso a sinistra sullo schermo del PC, mostra in tre grafici le caratteristiche
spettrali.
Gli studi dello stato funzionale del corpo umano sono stati diretti verso il riconoscimento dello
stato emotivo. Gli algoritmi di determinazione dello stato emotivo si basano su un apparato di
statistica matematica, sui principi di coordinamento del movimento, sulla logica della psicologia
comportamentale e su prove comparative.

L’analisi spettrale delle immagini di una telecamera ad alta velocità (analisi di differenza - frame
utilizzando fotogrammi adiacenti) è in grado di indicare anche caratteristiche mentali e
fisiologiche del paziente.
L'ampiezza della componente di bassa frequenza dello spettro di vibrazione per un pazient e in
normale stato mentale e fisiologico è diverse volte superiore a quella di un paziente in stato di
allarme aggressivo o in stato patologico.

SPIEGAZIONI PER FACILITARE LA LETTURA DELLE IMMAGINI VIBRAZIONALI

Scala di equivalenza colore - frequenza (in Hz)
La corrispondenza tra la frequenza di vibrazione e il colore è questa:
Viola =
Blu =
Azzurro=
Verde =
Giallo =
Arancione =
Rosso =

0,1 ÷ 1 Hz
1 ÷ 3 Hz
4 Hz
5 ÷ 7 Hz
8 Hz
8,5 ÷ 9 Hz
9 ÷ 10 Hz

Una scala più precisa in relazione alle attività cerebrali dell’uomo è la seguente:
Physiological State

Brain Waves, Hz

Body TRV, Hz

Body Vibrations, related units

Sleep/Exhausted
Drowsy/Tired
Relaxed
Excited/Working

1.5 ÷ 5
5÷ 9
9 ÷ 15
15 ÷ 40

0.3 - 1.0
1.0 - 1.8
1.8 - 3.0
3.0 - 8.0

15 - 51
51 - 92
92 - 153
153 – 408

(Delta)
(Theta)
(Alpha)
(Beta)

Yellow, orange, red

Green, light blue

Blue

Deep blue, purple

Purple

Color (Colore)

Range in related units

Purple (viola)
Deep Blue (blu)
Light Blue (azzurro)
Green (verde)
Yellow (giallo)
Red (rosso)

0 - 30
30 - 80
80 - 120
120 - 180
180 - 220
220 – 255

Scala calibrata dopo EEG (studi laboratorio di San Diego – USA)

Durante i test la proiezione delle vibrazioni intorno ai corpi è dinamica e segue le sue variazioni.
L’ampiezza e la frequenza delle vibrazioni vengono misurate pixel per pixel sugli ultimi 10 quadri
della ripresa video e l’ampiezza è rappresentata dall’estensione delle righe in orizzontale verso
l’esterno. La frequenza delle vibrazioni viene rappresentata dal colore, secondo la scala di
equivalenza riportata nella pagina precedente.
Nei grafici mostrati qui sotto viene rappresentata in verde la curva spettrale nel dominio delle
frequenze ed in rosso la curva dell’ampiezza. In una finestra associata al dominio delle
frequenze si mostra anche la derivata dello spettro. Entrambi i grafici (verde e rosso) sono
presentati in tempo reale durante l’esperimento. Sotto è mostrato un esempio delle curve
spettrali visualizzate.

Il software sceglie automaticamente una regione d’interesse (ROI), posizionando le righe
colorate orizzontali attorno alla regione d’interesse stessa. Se la distanza delle righe aumenta
rispetto alla persona in esame, vuol dire che, probabilmente, la zona vibrante va oltre i confini
del corpo. Questo effetto è veramente interessante, perché fa pensare alla rilevazione della
presenza di una sorta di biocampo attorno alla persona.

DISPOSITIVO PER RILIEVI VIBRAZIONALI

Rilievi vibrazionali con telecamera TRV in corso

Algoritmo di video-analisi comportamentali del soggetto.

CERTIFICAZIONE ITALIANA DI CALIBRAZIONE DELL’APPARECCHIATURA TRV

RILIEVI FOTONICI DEL “BIOFIELD” CON CCD MULTISPETTRALE UV-VIS-IR
Caratteristiche principali dell’apparecchiatura utilizzata

FOTOCAMERA PROFESSIONALE SPECIALE PER “L’ESTREMO INVISIBILE”
SPECTRAL RANGE: “ALL” FROM X RAY – TO I.R IN MULTISPECTRAL MODE
(Sensore utilizzabile in modalità multispettrale dai raggi X fino all’infrarosso)

(La gemella di FUTURA è montat a sull’ultima sonda NASA approdata su Marte)

Caratteristiche principali
Sensore CCD 1048 x 1048 ad elevata dinamica ed altissima sensibilità (militar device)
Raffreddamento del sensore fino a -90°C.
Sensibilità estesa fino a piccoli sciami di fotoni.
Ottica in quarzo e fluoruro di calcio per lunghezze d’onda comprese tra 200 a 1300 nm.
Altissima efficienza quantica su tutta la banda spettrale.
Otturatore meccanico e ruota porta-filtri a 8 bande.
Acquisizione in modalità Multispettrale e Iperspettrale (LCF esterno).
Combinazione RGB e Quadricromia per foto UV e IR a colori.

Varie modalità di lettura e visualizzazione, con sottrazione di rumore, filtri FFT, ecc.
Applicazioni principali
Forensic Medicine - Criminal Evidence - Biology Verification - Art Restoration - Hidden Paintings - Deteriorated
Manuscripts - Biophoton Emission - Morphic Field (AURA) - BioField Energy Detection - Ghost Capture – F.E.L.
Traduzione dei titoli di sopra in italiano:
(Raccolta Prove e Medicina Forensi – Verifiche Biologich e – Restau ro di Opere d ’Arte – Rivelazione di Dipinti Invisibili –
Manoscritti Deterio rati – Emissione di Biofotoni – Ca mpo Morfico [Aura] – Rip resa di Fantasmi – F.E.L. (Feno meni
Energetici Luminosi)

ALCUNI ESEMPI RACCOLTI SU UN AMPIO CAMPIONE DI POPOLAZIONE

PERSONA IN NORMALE STATO COGNITIVO

PERSONA RILASSATA IN MEDITAZIONE

Molte persone in meditazione o in fase di rilassamento mostrano un campo vibrazionale
variabile situato sopra la testa e rappresentato da un’area più o meno allargata, centrale o
laterale in bassa frequenza, caratterizzato da una emissione compresa tra circa 0,1 Hz e 2 Hz,
nelle fotografie di colore blu\viola. In un buon 50% dei casi è sufficiente un atto di rilassamento,
concentrazione e/o meditazione, per attivare il campo energetico sopra la testa o espandere il
biocampo; questo è molto evidente durante le sessioni “terapeutiche” complementari.
Effettuando una media delle immagini vibrazionali, che sono in continuo cambiamento, è
emerso un movimento di tipo “toroidale” o “torsionale” simile ad un vortice.

Media di 9 fotogrammi. Si nota bene l’andamento vorticoso del campo vibrazionale osservato
sopra la testa.

Esempio 3D della struttura a vortice osservata sopra i soggetti in meditazione (esperienze
registrate da D. Gullà e dal Dr. Zanetti durante sessioni apposite).

Campo energetico umano secondo alcuni ricercatori degli Stati Uniti1

1

https://www.DragonRising.com/store/catalyst_of_power/

ESEMPIO DI PERSONA DISTURBATA O DEPRESSA

ESEMPIO DI PERSONA EMOZIONATA

RILEVAMENTO SU UN SOGGETTO CON SINDROME DOWN

EMISSIONI ENERGETICHE “PARTICOLARI”

IL DOTT. PATRIARCA, MAESTRO DI TERAPIE SHEN –
SI NOTA UNA EMISSIONE PREVALENTE IN THETA

IL DOTT. PATRIARCA DURANTE LE TERAPIE SHEN PUO’ EMETTERE VIBRAZIONI IN
BASSA FREQUENZA DAL SUO CORPO E DALLE MANI, CORRISPONDENTI AD UNO
STATO THETA\DELTA, CHE SI PROPAGANO SUL SOGGETTO TRATTATO

CON TECNICHE MEDITATIVE O PRATICHE OLISTICHE TIPO, YOGA, REIKI E ATRE, O
ADDITITTURA CON L’ASCOLTO DI PARTICOLARI FREQUENZE ACUSTICHE, COME LA
MUSICA A 432 HZ, IN ALCUNI SOGGETTI, SONO STATI OSSERVATI
COMPORTAMENTI INSOLITI E PARTICOLARI COME QUELLO MOSTRATO SOPRA.
TUTTO IL CORPO SEMBRA ESSERE COINVOLTO IN UNA ARMONIZZAZIONE NEL
DOMINIO DELLE FREQUENZE DOVE LA COERENZA DELL’EMISSIONE ENERGETICA E’
MOLTO ALTA E LE FREQUENZE MOLTO BASSE. IL PASSAGGIO DA UNA FREQUENZA
NON OMOGENEA A UNA PIU’ OMOGENEA E ARMONICA, CIOE’ AD UNA
SUPERIORE FREQUENZA VIBRAZIONALE, E’ STATO CHIAMATO INPROPRIAMENTE
“SALTO VIBRAZIONALE DI FREQUENZA” A “PUNTO ZERO”.

RILIEVI EFFETTUATI SU ALCUNI OPERATORI IN PRANO-PRATICA

OPERATORI CON UN LIVELLO “MEDIO” DI ENERGIA E DI COERENZA VIBRAZIONALE

OPERATORI CON UN LIVELLO “PIU’ ALTO” E MAGGIORE COERENZA VIBRAZIONALE

RILIEVI EFFETTUATI SUL CORPO DI UN PAZIENTE PRIMA E DOPO IL TRATTAMENTO
AD OPERA DEL SIG. LOTHAR GUNTERT

PRIMA DEL
TRATTAMENTO

CAMPO ENERGETICO VIBRAZIONALE DI UN SOGGETTO PRIMA DEL TRATTAMENTO
– PROFILO SX - SI OSSERVANO ZONE GIALLO ROSSE DI CONGESTIONE.

CAMPO ENERGETICO VIBRAZIONALE DI UN SOGGETTO PRIMA DEL TRATTAMENTO
– FRONTALE - SI OSSERVANO ZONE GIALLO ROSSE DI CONGESTIONE SPALLA SX.

RILEVAMENTO VIBRAZIONALE INTERNO – ZONE ESAGINALI GIALLE MIGLIORE
LIVELLO ENERGETICO – ZONE A TRIANGOLO ROSSO LEGGERO CALO CON
TENDENZA AL RIALZO

COLONNA VERTEBRALE FRONTALE E DI PROFILO SX. PRIMA DEL TRATTAMENTO. LE
ZONE COLORATE IN GIALLO HANNO MIGLIORE ENERGIA VIBRAZIONALE RISPETTO
LE ALTRE.

DATI PSICOFISIOLOGICI PRIMA DEL TRATTAMENTO
Testing Result for mental-functional state
Name

0

ID

Gender

Date

2014-10-01 17:03:57

Age

Σ Vi

9.381

10 Parameter Results
Parameter

Min

Avg

Max

Vi

Parameter

Min

Avg

Max

Vi

Aggression
(20 ~ 50)

43.4

52.9

59.9

5.3

Stress
(20 ~ 40)

24.1

25.9

28.5

3.4

Tension
(15 ~ 40)

15.4

25

33.8

18.7

Suspect
(20 ~ 50)

0.0

0

0.0

0.0

Balanc e
(50 ~ 100)

37.6

47.7

61.5

11.7

Charm
(40 ~ 100)

78.4

79.9

80.9

0.6

Energy
(10 ~ 40)

24.6

30.8

36.8

9.8

SelfRegul ation
(50 ~ 100)

58.5

63.8

70.5

4.3

Inhibition
(10 ~ 25)

24.9

32

48.4

17.6

Neuroticism
(10 ~ 50)

0.0

56.3

58.3

22.4

Emotion distribution Chart

Parameter Chart

Frequency Histrogram
Mf

2.427

S

Psy variability - Mental basal metabolism
0.738

Psy change rate

8.8-18.6

Kcal/min

4.6-5.2

Result

Your testing result for mental functional state is



Comments

Normal
To recommend a professional consultation
TEST PSICOFISIOLOGICO PRIMA DEL TRATTAMENTO – DI RILEVA UNA
DISPERSIONE ENERGETICA

RILIEVI EFFETTUATI SUL CORPO DI UN PAZIENTE PRIMA E DOPO IL TRATTAMENTO
AD OPERA DEL SIG. LOTHAR GUNTERT

DURANTE IL
TRATTAMENTO

DURANTE TRATTAMENTO

FASE DEL TRATTAMENTO DI LOTHAR GUNTERT – EMISSIONE IN BASSA
FREQUENZA TRA CIRCA 2 HZ E 6 HZ.

DURANTE TRATTAMENTO

NELLA PARTE FINALE DEL TRATTAMENTO SI OSSERVA UNA COERENZA DELLE
VIBRAZIONI MAGGIORE ED UNA EMISSIONE IN BASSA FREQUENZA TRA 0,1 HZ E 2
HZ. AREA QUADRATA IN VERDE EVIDENZIA TREMORE PRESENTE NELLE GAMBE
DEL PAZIENTE.

RILIEVI PSICOFISIOLOGICI DURANTE TRATTAMENTO
Testing Result for mental-functional state
Name

0

ID

Gender

Date

2014-10-01 18:21:22

Age

Σ Vi

23.991

10 Parameter Results
Parameter

Min

Avg

Max

Vi

Parameter

Min

Avg

Max

Vi

Aggression
(20 ~ 50)

0.0

33.2

55.3

35.6

Stress
(20 ~ 40)

0.0

32.4

43.4

18.8

Tension
(15 ~ 40)

0.0

26.4

51.1

51.3

Suspect
(20 ~ 50)

0.0

0

0.0

0.0

Balanc e
(50 ~ 100)

0.0

70.6

100.0

11.4

Charm
(40 ~ 100)

0.0

63.9

81.4

23.5

Energy
(10 ~ 40)

0.0

12.1

22.5

39.9

SelfRegul ation
(50 ~ 100)

0.0

66.6

78.0

10.4

Inhibition
(10 ~ 25)

0.0

25.7

49.8

24.8

Neuroticism
(10 ~ 50)

0.0

63.8

63.8

24.3

Emotion distribution Chart

Parameter Chart

Frequency Histrogram
Mf

1.135

S

Psy variability - Mental basal metabolism
0.323

Psy change rate

27.8-67.2

Kcal/min

1.4-3

Result

Your testing result for mental functional state is



Comments

Normal
To recommend a professional consultation
SI NOTA UN PICCO VERSO L’ATTIVAZIONE DI FUNZIONI PSY INTORNO AL 70%
DURANTE LA FASE FINALE DEL TRATTAMENTO

RILIEVI EFFETTUATI SUL CORPO DI UN PAZIENTE PRIMA E DOPO IL TRATTAMENTO
AD OPERA DEL SIG. LOTHAR GUNTERT

DOPO IL
TRATTAMENTO

CAMPO ENERGETICO VIBRAZIONALE DEL SOGGETTO DOPO TRATTAMENTO –
PROFILO SX - SI OSSERVA UN CAMPO PIU’ REGOLARE E MENO DISGREGATO CON
DIMINUZIONE DELLE ZONE GIALLO ROSSE CONGESTIONATE.

CAMPO ENERGETICO VIBRAZIONALE DEL SOGGETTO DOPO IL TRATTAMENTO –
FRONTALE - SI OSSERVA DIMINUZIONE DI ZONE GIALLO ROSSE DI CONGESTIONE
SPALLA SX. MAGGIORE REGOLARITA’ DEL CAMPO E PRESENZA DI COLORI
BLU\VIOLA INTORNO AL CAPO CHE INDICANO UNO STATO DI RILASSAMENTO.

RILEVAMENTO VIBRAZIONALE INTERNO – ZONE ESAGINALI GIALLE MIGLIORE
LIVELLO ENERGETICO – ZONE A TRIANGOLO ROSSO LEGGERO CALO CON
TENDENZA AL RIALZO. RISPETTO AL RILEVAMENTO INIZIALE SI NOTA UN
MIGLIORAMENTO.

RISPETTO IL RILEVAMENTO INIZIALE SI NOTANO MOLTE AREE DI COLORE GIALLO
CHE INDICANO UN MIGLIORAMENTO DELLO STATO ENERGETICO VIBRAZIONALE.

DATI PSICIFISIOLOGICI DOPO IL TRATTAMENTO
Testing Result for mental-functional state
Name

0

ID

Gender

Date

2014-10-01 18:53:24

Age

Σ Vi

9.032

10 Parameter Results
Parameter

Min

Avg

Max

Vi

Parameter

Min

Avg

Max

Vi

Aggression
(20 ~ 50)

29.9

38.2

51.6

12.9

Stress
(20 ~ 40)

26.1

30.8

32.6

4.2

Tension
(15 ~ 40)

13.3

20.9

32.9

20.5

Suspect
(20 ~ 50)

0.0

0

0.0

0.0

Balanc e
(50 ~ 100)

59.5

71.7

79.6

5.3

Charm
(40 ~ 100)

74.1

76.5

79.6

1.2

Energy
(10 ~ 40)

18.3

22.8

30.2

12.5

SelfRegul ation
(50 ~ 100)

68.3

74

78.2

2.6

Inhibition
(10 ~ 25)

27.7

36.8

44.6

12.0

Neuroticism
(10 ~ 50)

0.0

44.1

44.6

19.2

Emotion distribution Chart

Parameter Chart

Frequency Histrogram
Mf

2.047

S

Psy variability - Mental basal metabolism
0.442

Psy change rate

28.2-36.6

Kcal/min

3.7-4.4

Result

Your testing result for mental functional state is



Comments

Normal
To recommend a professional consultation
DOPO TRATTAMENTO IL SISTEMA NERVOSO SI E’ PLACATO PASSANDO DA 56%
A 44%. ALTRI PARAMETRI MIGLIORATI, COME IL BILANCIAMENTO, PASSATO DA
47% A 71%. LA DISPERSIONE ENERGETICA INIZIALE E’ DIMINUITA.

ALCUNI DEI 30 RILIEVI ENERGETICI-VIBRAZIONALI EFFETTUATI A CHIVASSO
PRIMA

-

DOPO

PRIMA DEL RIALLIENEAMENTO A SX E DOPO IL RIALLINEAMENTO A DX.

ANALISI DELLA DISTRIBUZIONE FRATTALE DELLE VIBRAZIONI (alcuni casi)

PRIMA

-

DOPO

SI NOTA UNA AUMENTO DELLA DIMENSIONE FRATTALE CON UN EVIDENTE CALO
DEI SOTTOSEGMENTI COSTITUENTI. IN PRATICA IL SISTEMA DIVENTA PIU’
SEMPLICE E DIMINUISCE LA COMPLESSITA’ DELLE VIBRAZIONI E L’ENTROPIA.

RILIEVI FOTONICI CON FOTOCAMERA MULTISPETTRALE “FUTURA” IN EUV

Foto n.1 - file RAW a 300 nm. con Cluster e Pattern Recognition delle aree con medesima
luminanza spettrale. Dopo normalizzazione dei livelli di intensità, le aree con maggiore
persistenza sono state codificate dal algoritmo intelligente e i numeri coincidenti con le zone
repertate ne mostrano la relativa intensità.

Foto n.2 - file RAW a 300 nm. In questo altro scatto gran parte dell’immagine è saturata da
fotoni che si propagano orizzontalmente come “fiammate” di luce per effetto antialasing.

Foto n.3 - file RAW a 300 nm. In questo scatto preso qualche attimo dopo, la luce sovrasta
letteralmente Lothar e l’ambiente sopra il suo corpo. Il sensore risulta come “accecato”
dall’intensità di fotoni raccolti in questa banda spettrale.

Foto n.4 - file RAW a 300 nm. con Cluster e Pattern Recognition delle aree con medesima
luminanza spettrale. Co questa ricerca “intelligente” dei livelli energetici, si notano due linee
verticali con valori che hanno caratteristiche morfologiche simili e che pare abbiano origine dalla
testa di Lothar. Il semicerchio oltre la mano identifica una area circolare molto grande, una
“bolla”, nella quale l’energia ha aspetti compatibili. Per compatibilità si intende aree che
mostrano intensità o morfologie simili e riconosciute dal sistema informatico di analisi Pattern
Recognition.

DATI CONTEGGIO DEI FOTONI SU IMMAGINE DI LOTHAR GUNTERT

Il segnale dei fotoni in arrivo supera il valore di 50.000 fotoelettroni per pixel. Motivo per la
quale le immagini risultano come “bruciate” nell’ultravioletto.

ANALISI DIMENSIONE FRATTALE FOTONI UV SU PAZIENTE PRIMA E DOPO RIALLINEAMENTO

IN ALTO D.F. PRIMA DEL RIALLINEAMENTO - IN BASSO DOPO RIALLINEAMENTO

DEVIAZIONE STANDARD

PRIMA DEL RIALLINEAMENTO

DOPO IL RIALLINEAMENTO

RILIEVI ESEGUITI A BOLOGNA CON RIALLINEAMENTO – MONITORAGGIO DELLE
FUNZIONI CARDIOVASCOLARI

PRIMA DEL RIALLINEAMENTO

DOPO IL RIALLINEAMENTO – IL TACOGRAMMA MOSTRA UN NETTO
MIGLIORAMENTO DEI RITMI CARDIACI E UN ABBATTIMENTO DELLO STRESS.

RILIEVI SULLA CONCENTRAZIONE DI OSSIGENO TESSUTALE
PRIMA E DOPO IL “RIALLINEAMENTO DELLA COLONNA”

L’apparecchiatura si basa sulle scoperte più recenti della fisica ottica multi spettrale nel campo
delle proprietà della materia, applicate alla medicina, e già usate dalla Nasa in varie ricerche per la
determinazione degli spettri e dell’emissività. Da questi studi è nata una apparecchiatura digitale
denominata “FUTURA” in grado di riprendere scene multi spettrali del corpo umano finalizzate a
determinare la saturazione dell’ossigeno o la deossigenazione nei tessuti periferici. Gli scatti
fotografici mostrano una immagine pseudo colorata con i livelli in percentuale di ossigeno,
dimostrando l’efficacia dei trattamenti spirituali anche a livello biochimico.
Questa comunicazione è importante per i medici o per coloro che sono scettici, al fine di valutare
la reale efficacia biochimica sull’organismo di un “trattamento spirituale” ricevuto, oltre che sul
piano energetico - vibrazionale e psicofisiologico dimostrabile con la tecnica precedentemente
descritta.

ESEMPIO ANALISI FOTOGRAFICA DEL CONTENUTO DI OSSIGENO (COLORE ROSSO) NEI TESSUTI
PERIFERICI PRIMA (Sx) E DOPO (Dx) IL RIALLINEAMENTO DELLA COLONNA VERTEBRALE

A SX prima di riallineamento e a DX dopo. La componente azzurro verde mostra
maggiore ossigenazione degli arti inferiori.

ANCHE GLI ANIMALI POSSONO ESSERE “RIALLINEATI”

ESPERIENZE ESEGUITE A BOLOGNA CON ALTRO RIALLINEATORE

APPROFONDIMENTI SCIENTIFICI SULLE IMMAGINI RACCOLTE TRAMITE
TRASFORMATA “LIGHT’S WAVES DTW” E D.T.E. (DETECTION VORTEXES ENERGY)

A SX prima del riallineamento e a DX dopo. La trasformata DTW mette in evidenza
con un andamento ondulatorio del’energie luminosa riflessa, l’azione energetica
sul paziente trattato. Dopo il riallineamento c’è una forte attività da entrambi i lati
del corpo e questo fa presumere che sia ancora in atto un processo energetico.

Momento del riallineamento.

Comparsa di una forma energetica evidenziata sotto con un cerchio con
elaborazione nel dominio ondulatorio con la DTW del sistema “Light’s Waves
Transform” di D. Gullà.

Formazione di vettori energetici che mostrano a tratti un effetto “torsione” e che
si concentrano tra l’operatore e la persona trattata. Metodo D.T.E. brevetto
internazionale, maggio 2015, di D. Gullà.

ALTRE DUE IMMAGINI DELL’EFFETTO ENERGETICO OSSERVATO

MISURAZIONI EFFETTUATE IN MOMENTI E DA ANGOLAZIONI DIFFERENTI. SI NOTI
LA CONCENTRAZIONE DI VETTORI ENERGETICI DI MOVIMENTO SULLA PERSONA
TRATTATA. METODO D.T.E. BREVETTO INTERNAZIONALE D. GULLA’.

OSSERVAZIONI
Dalle misurazioni effettuate possiamo dedurre alcuni aspetti interessanti. Nella
emissione energetica vibrazionale del soggetto preso in esame le emissioni sono
normalmente di “medio” livello pur presentando un livello di disgregazione del
campo osservando come molte zone siano lontane dal corpo e presentando
frequenze discrete con alcune aree corrispondenti la spalla Sx. di colore giallo e
rosso che indicano vibrazioni a frequenza più alta e congestione\tensione. I rilievi
effettuati su Lothar Guntert durante il “riallineamento divino” mostrano un
campo coerente con livelli di frequenza molto bassa comprese tra 0,1 e 2 Hz. Le
emissioni costanti di frequenza molto basse comprese tra circa 0,1 Hz e 4 Hz si
osservano in contesti particolari generalmente non in stato cognitivo normale e\o
di veglia, ma durante rilassamento e meditazione o stati modificati di coscienza,
ipnosi e nel riposo notturno. Più facile osservare vibrazioni più alte tra 4 e 8 Hz, ad
esempio in monaci buddisti che fanno meditazione. La caratteristica principale a
parte la frequenza è la coerenza delle emissioni durante stati modificati.
Normalmente nello stato di veglia le frequenze sono più discrete, ovvero maggiori
linee con colorazione differente.
Le misurazioni effettuate dopo circa 15 minuti sul soggetto trattato mostrano
sorprendenti differenze. Il campo è più omogeneo e coerente e presenta minore
disgregazione collocandosi a ridosso del perimetro corporeo. Le aree
congestionate di colore giallo rosse sono diminuite. Le misurazioni effettuate
prima e dopo sui livelli interni della colonna presentano un miglioramento della
circolazione energetica vibrazionale. I dati psicofisiologici sono migliorati; il
sistema nervoso si è abbassato di oltre il 30% e il bilanciamento è migliorato del
50% circa. Le funzioni cardiache e l’ossigenazione migliorano dopo il trattamento.
Le valutazioni energetico vibrazionali sono positive e si aggiungono alle
misurazioni oggettive effettuate metricamente sul soggetto prima e dopo il
riallineamento della colonna, osservabile anche ad occhio dai presenti, che
dimostrano che effettivamente vi è stato un cambiamento di stato. Le analisi coN
trasformata DTW e DTE (brevetto D. Gullà) hanno mostrato livelli energetici in
azione sul corpo che attraverso una analisi di hyperspectral imaging sullo
scattering della luce si è evidenziato. Si è visualizzata una forma di energia di
campo torsionale sopra il paziente al momento del trattamento che mai prima di
ora era stato possibile visualizzare. Sono in corso studi approfonditi per capire di
cosa si tratti. La domanda che mi pongo ora è la seguente: quanto tempo dura la
permanenza del nuovo assetto? Giorni? Mesi? Non siamo in grado di apprezzare
l’effetto nel tempo in questo prima fase di indagine. Del resto lo scopo di questo
lavoro non era quello di dimostrare qualcosa, ma semplicemente valutare se da
una prima osservazione ci fossero i presupposti per valutare l’esecuzione di uno
studio strutturato con parametrici scientifici.

Bologna – 16/10/2014
C.T.A. Daniele Gullà
gulladaniele@libero.it - +39 339 3131594

NOTE SULL’AUTORE

CURRICULUM VITAE DANIELE GULLA’
Daniele Gullà was born in 1962 in Bologna whe re he is living and working.
Graduated as Electronic Engineer, he has been interested in Biopsychocibernetics since
twenty years.
His passion for the Electronics, for the UV/IR Spectrography and for the Electroacoustics
addressed him toward particular fields of the Psychic Research: the Paranormal Transimages
and the Instrumental Transcommunication.
Curre ntly he collaborates with expe rts of Courts of Justice and Italian Police for forensic
analysis in Biometrics (audio and video).
In 2003 the Court of Justice of Cassino nominated him as Anthropometric Expert.
In 2004 the Courts of Justice of Bologna, Modena and Rimini nominated him as Phonic
Expert.
In 2004 he attended a University Course of Criminology.
For several years he is performing phonic expertises relevant to speaker recognition for
Italian Police, Courts of Justice and other Italian Public Offices.
In 2005 he collaborated with C.T.E. Consulting of Padua, with Bologna' City Council and
A.N.A.S. of Bari for environment monitoring and decontamination of acoustic pollution.
He collaborates with the Bologna’ University, Departme nt of Biophysics, and with the
A.I.M.N. (International Acade my of Natural Medicine) as technical advisor in Biome dicine.
In 2006 he’s membe r of N.S.I. (Special Nucleus Investigation) for phorensic analysis.
He has been lecturer at several International Congresses of Parapsychology and has
published his articles on important magazines of the sector, as "Luce e Ombra”, “Quaderni di
Parapsicologia” and "Lettere e Scritti".

He has attended a two-year Course of Parapsychology for Researchers at the "Ce ntro Studi
Parapsicologici" of Bologna (C.S.P) becoming, from 1996 to 2001, a qualified researche r
inside the CSP Research Department.
He often takes part of important telecasts of national and international nets (Rai 1 - Rai 2 Rai 3 - TSI - SKY- Mediaset - Discovery Channel - Travel Channel) and for his research
activity he is frequently object of articles published in national and foreign magazines.
Today his research activity is carried out inside “Il Laboratorio” – Interdisciplinary
Laboratory for Biopsychocybernetics Research - as responsible of the Transimages Dept. and
collaborates with the Transcommunication Dept. for a scientific investigation in ITC.
He is a teacher in a Biopsychocibernetics Course held at the 4th Department of Open
University of Imola.
Since 2004 he is a member of the Scientific Committee of the "Institute for Conscious ness
Research" of Rome together to Umbe rto Di Grazia, the Criminologist Francesco Bruno and
the Physicist Mario Bruschi of the Unive rsity "La Sapienza", Rome.

C.T.U. IN PENAL PROCESS
• Cassino Courte of Justice for anthropometry face analysis, Proc. Pen. N°205/00 in the 2003,
• Bologna Courte of Justice for Phorensic Voice Identification, Proc. Pen. N°53073/99 in the
2003,
• Rimini Courte of Justice for Phorensic Voice Identification, Proc. Pen. N°1995/2004 in the
2004,
• Cassino Courte of Justice for anthropometry face analysis, Proc. Pen. N°636/04 in the 2006,
• Auxliary in many Process with Geom. Giuseppe Mazzitelli, C.T.U. of the Court of Justice in
Bologna and Prof. Gian Piero Benedetti C.T.U. of the Court of Justice in Bologna.

PUBLICATIONS.
1. Daniele Gullà', "Photographic Mystery – Have We Photographed the Vital Energy?", Luce
e Ombra, year 1995, October-December, n.4, pp. 449-463;
2. Daniele Gullà', "Testing the Voices Produced under Conscious and Mediumistic Alte red
State of Consciousness Using a Spectral Analyzer", Quade rni di Parapsicologia del C.S.P. di
Bologna, vol. XXIX, October 1998, n.2, pp.73-87;
3. Daniele Gullà, "Paranormal Voices and Laboratory Analysis", L'uomo e il Mistero/8,
aa.vv. Edizioni Mediterranee, Roma, 2000;

4. Daniele Gullà', "Ghostimages: un probleme pour la science", Parascience, n.4, Oct November-December 2001;
5. Michele Dinicastro, Daniele Gullà', "The Paranormal Photography", letters and articles
issued by Centro Studi Italiano di Parapsicologia, year IV, n.12, 1999;
6. Daniele Gullà', Giuseppe Lenzi, "Voices of Livings and Voices from Beyond: Researches
Carried Out Using the Compute r”, “La Rice rca Psichica”, year VII, n.2, pp.77-96,
Proceedings of Congress held in Abano Terme, December 1999;
7. Daniele Gullà', "Proposal for a Methodological Research of Supposed Acoustic Paranormal
Phonetic Events", Quaderni di Parapsicologia issued by C.S.P. - Bologna, vol. XXXII, Mar.
2001, n.1, pp. 68-76, Proceedings of Congress "Unusual Experiences called
Parapsychological", held at Bari’ University - Department of Bioethics - Oct. 2000;
8. Daniele Gullà', "Sonoghraphic Analyses of a Coir Received by Anabela Cardoso", ITC
Journal, n.6, June 2001;
9. Daniele Gullà', "Laboratory Analyses of Direct Voices Produced by Urbino Fontanelli’
Mediums hip”, Luce e Ombra, year 101, n. 4, October-December 2001, pp. 386-409;
10. Daniele Gullà', "Paranormal Voices in Laboratory", Iride 2000, year 2nd, n.6, May 2001,
pp. 21-25;
11. Enrico Marabini, Daniele Gullà, Michele Dinicastro "An Investigation in San Marino",
Quaderni di Parapsicologia issued by C.S.P. - Bologna;
12. Daniele Gullà', "The BFS (Bio-Frequency-Spectrum): the Physical-Theoretical Analyses
of Bio-systems and New Technologies for Bio-regulation", Proceedings of a Congress for
physicians on Bio-spectrum Medicine, Verona 2000, “BIO-SPECTRUM MEDICINE”, Ediz.
ASP International, Rep. of San Marino, with co-operation of Bio-Medical Engineering
Institute of Yunnan, Institute of High Energy Physics, Accade mia Sinica, Cina.

LECTURES PRESENTED SINCE SEP. 2001 UP TODAY.
1. Daniele Gullà', Giuseppe Lenzi, "New Computerised Investigations on the Paranormal
Voices", XV International Congress of the "Il Movimento della Speranza", Cattolica September. 2001;
2. Daniele Gullà', "Two Cases of an Anthropometric Identification in Two Supposed
Anomalous Photographs”, Congress of the Association "Casa dell' Albero", October 2001,
Carpi (MO);
3. Daniele Gullà', "Forensic Analyses in Parapsychology", XVI National Congress of "Il
Movimento della Speranza", January 2002, Roma;
4. Daniele Gullà', Michele Dinicastro, "Ghost Project: the Paranormal Photograph",
Congress of Atlantide Institute, January 2002, Fire nze;

5. Daniele Gullà', "History of Two Cases of an Anthropometrical Identification in Two
Supposed Anomalous Photographies”, XI National Congress of ONLUS, January 2002,
Modena.
6. Daniele Gullà', Michele Dinicastro, "Ghost Project", Congress of the Association GMD of
Pisa, March 2002, Pisa;
7. Daniele Gullà', Paolo Presi, "Face Recognition and Experiences in Transcommunication”
Congress of Association “Il Nespolo", March 2002, Tirrenia (Pisa);
8. Daniele Gullà', Michele Dinicastro, Elisabetta Piccini e Franco Predieri, "History of an
Anomalous Photographic Event” meeting of Association GMD of Pisa, April 2002, Pisa;
9. Enrico Marabini, Michele Dinicastro, Daniele Gullà, Paolo Presi, Giorgio Gagliardi e Felice
Masi, "Public Presentation of the “Il Laboratorio", Bozzano-De Boni Foundation, May 2002,
Bologna;
10. Daniele Gullà', "An Emblematic Case of Face Recognition Based on a Supposed
Anomalous Photograph", Congress of ONLUS, June 2002, Assisi.
11. Daniele Gullà, “Images and Voice Anomalous; Case of Pattern Recognition”, session of
University of Imola (BO), Gen. 2004.
12. Daniele Gullà, “Computer – Based Analysis of Supposed Paranormal Voice:
“The Question of Anomalies Detected and Speaker Identification”, International
Congress of I.T.C., Vigo (Spain), 23-25 Apr. 2004.
13. Daniele Gullà, “Applying Biometrics in the Identification of Face that have been
Photographed in an Anomalous Manner ( I.P.S.)”, II° International Congress of I.T.C., Vigo
(Spain), 27-30 Apr. 2006.
14. Daniele Gullà, “Voice Signal Enhance ment: Processing and Post-Processing”, II°
Inte rnational Congress of I.T.C., Vigo (Spain), 27-30 Apr. 2006.