You are on page 1of 2

Copia di f7dfb7a1ab8f161540a95ba200960e40



3 $6-563"

la Repubblica -6/&%  "(0450 

*MQFSTPOBHHJP
*ODPOUSPDPOJMHSBOEFDSJUJDP
iJMUFNQPEFMMPEJP NBMBHFOUF
SJTDPQSJSMBSJGMFTTJPOFFMBNVTJDBw

(FPSHF

4UFJOFS
i$JTBSVOBHVFSSB
FUPSOFSFNPBMFHHFSFw

/*$)0-"4 4)",&41&"3&

j/

o, niente passeggiata. Lo hanno intervistato tante persone illustri. Non ha senso. E poi, a 86 anni, troppo cagionevole. Capisco che sta per riattaccare. Aspetti, che
ne pensa di due passi in giardino, attorno alla casa?.
Pensavo ad Albert Speer a Spandau, a come il vice di Hitler girando in tondo per il cortile del carcere immaginava di andare a Heidelberg. Ma Spandau non Cambridge e Speer sotto ogni profilo lopposto di
George Steiner. Nel mio pensiero Steiner un girovago intellettuale che si
lasciato indietro gran parte della sua generazione. Avevo 17 anni quando
ascoltai un suo coraggioso discorso sulla supremazia della letteratura che avvalor la mia scelta della facolt di Lettere.
Alluniversit studiai i suoi La morte della tragedia e Dopo Babele e avrei
preferito avere lui come docente
invece degli pseudo-campioni
dello strutturalismo che continuavano, in maniera scandalosa,
a negargli la cattedra. Quindi se
esiste un intellettuale con cui
non mi dispiacerebbe fare due
passi, anche solo un giretto, proprio Francis George Steiner.
Allaltro capo del filo c esitazione. Va bene.
Luomo in maglia bianca mi
apre la porta con un sorriso. Sotto il mento ha una barbetta da
mandarino cinese. La stretta di
mano goffa come il Kaiser e
Lord Halifax non riesce a ruotare
il braccio per via di unatrofia muscolare congenita. Nasce tutto
da l, dice. I primi anni di vita li
ho passati in terapia, cliniche a
Parigi e in Svizzera. Mia madre
ha lottato contro la mia menomazione come una leonessa. Mi costringeva ad allacciarmi le scarpe avrei potuto averle con la
zip, ma no. Dovevo per forza scrivere con la destra potevo farlo
benissimo con la sinistra, ma no.
Mia madre non mi permetteva di
aggirare il problema. Quando
avevo quattro anni arriv il momento fatidico in cui mi disse:
Non ti rendi conto della fortuna
che hai: non farai il militare.
Allepoca la leva durava tre anni,
ti distruggeva la vita. Ne fui cos
felice che non mi sentii mai pi
menomato n condannato, ma
speciale e privilegiato. Pu anche essere che ne derivi quello
che Steiner considera il suo maggior talento: La mia prima dote
nella vita stata una sfacciataggine cosmica.
Ora che mi avvicino alla fine
dei miei giorni mi affascinano i limiti di tutta la narrativa. N Shakespeare n Dante sarebbero riusciti a inventare Stephen Haw-

king, la sua persona, le sue opere. Dal minuscolo margine di una


palpebra al centro delluniverso.
Anche Steiner abita i margini.
Ha passato gran parte della sua
vita a bordo ring degli studi umanistici definendosi luccellino
pulitore dei rinoceronti, un piccolo volatile giallo che vide in
Africa che, appollaiato sul dorso
del rinoceronte, segnalava a tutti larrivo dellanimale. Analoga-

mente, dice, un insegnante e un


critico validi ti diranno cosa leggere e perch.
Sulla poltrona gialla di fronte
si sono seduti scrittori che hanno
fatto esclamare Steiner di meraviglia. In questa stanza entrato
misurando i passi Jorge Luis Borges, il mago cieco dArgentina.
Per Steiner Borges rappresenta
un particolare momento della
storia dellimmaginazione. Ha lasciato una sorta di incantesimo,

seppur breve.
Allepoca Steiner aveva due
bimbi piccoli. Borges si sedette
su quella poltrona a raccontargli
storie. Volle che non fossi presente. Lo portammo in auto alla facolt di lettere dove avrebbe tenuto unimportante conferenza.
Lo accompagnai allingresso.
Non vorr certo entrare, mi disse. Era capace di una finissima,
soprannaturale empatia. La facolt di lettere mi aveva comunicato che non mi sarebbe stata assegnata una cattedra, per cui
non avevo accesso alla sala docenti. Un altro occupante della
poltrona gialla fu Bruce Chatwin, di ritorno dalla Scozia, dove,
a quanto sosteneva, era stato a
caccia di cervi. Dice Steiner: Ho
una teoria sugli uomini belli. Esser belli difficile e Bruce era bello davvero. Seduto su quella poltrona lesse brani interi del manoscritto de -F WJF EFJ DBOUJ. Avevo
contattato Shawn al /FX :PSLFS
segnalandogli Chatwin, il suo libro sulla Patagonia mi aveva fatto impazzire. Shawn lo bocci. Il
suo riserbo era leggendario: lasciava trapelare una profonda
diffidenza, come se non credesse
a una sola parola.
Appartengo a una specie bizzarra in estinzione, quella degli
intellettuali impegnati. Un tempo si usava il termine russo, intellighnzia, dice con un ampio gesto della mano. Questa stanza
unenciclopedia di umanesimo
perduto. Qui ho esemplari che
credo non si trovino n a Cambridge n alla Biblioteca Bodleiana. La prima pubblicazione, su rivista, del 5SBDUBUVT di Wittgenstein. La prima edizione di &TTFSF
F UFNQP di Heidegger. E il talismano della casa!. Si alza di scatto per tirarlo gi, un libriccino

blu che estrae a fatica dalla custodia di cartone. Lo solleva con deferenza mostrando un nome
stampigliato sullultima pagina
in inchiostro violetto: F.Kafka.
Non mi dica S, s, della sua
biblioteca sono sopravvissuti solo tre libri, questo uno.
Leggo il titolo, 8BT EV UVTU
EBT UVF SFDIU, e noto che stato
stampato a Stoccarda nel 1910.
Ci che fai andr bene, traduce. Una tesi pedagogica, del tutto mediocre sullistruzione femminile. Lo ha letto? No, un libro insulso, ma spesso lho preso
in mano e ho sentito un brivido
intenso lungo la schiena al pensiero che Kafka lo aveva avuto a
sua volta tra le mani.
Come Kafka, il padre di Steiner, Frederick, lavorava per una
banca a Vienna. Sigmund Freud
e Frederick Steiner erano amici.
Andavano a passeggio a Vienna
e sui colli intorno, chiacchierando. Steiner, maestro di connessioni, non riesce a immaginare che
Hitler, Freud, Mahler e suo padre non si siano mai incontrati a
passeggio sul Ring. inevitabile, soggiornando nella stessa citt per due, tre anni. Aveva cinque anni quando ud la frase che,
a suo dire, ha improntato tutta la
sua vita. Stava osservando dalla
finestra a Parigi la folla che urlava morte agli ebrei! e suo padre disse: Non devi mai aver
paura; quel che hai davanti agli
occhi si chiama storia.
Steiner non and incontro al
destino di tutti i suoi compagni
di classe ebrei, tranne due, grazie alla dritta di un uomo daffari
tedesco nella neutrale New York.
Nel gennaio 1940 in una toilette
del Wall Street Club, il padre di
Steiner si imbatt in un conoscente, un dirigente della Sie-

*-*.*5*

.JBGGBTDJOBOP
J MJNJUJEFMMBOBSSBUJWB
/ 4IBLFTQFBSF
O%BOUF TBSFCCFSP
SJVTDJUJBJOWFOUBSF
4UFQIFO)BXLJOH
-&4&3$*;*0

0HOJNBUUJOB
QSFOEPVOQBSBHSBGP
BDBTP FMP USBEVDP
OFMMFNJFRVBUUSP
MJOHVFMFTFSDJ[JP
EFMMBNJBQMVSBMJU
-&6301"

%B,BOU B$PMFSJEHF
TUBUBGPOEBUB
TVMDBNNJOBSF
*O"NFSJDB OPOTJWB
EBVOBDJUU
BMMBMUSBBQJFEJ

Copia di f7dfb7a1ab8f161540a95ba200960e40

la Repubblica -6/&%  "(0450 



1&3 4"1&3/& %* 1*
XXXQPSEFOPOFMFHHFJU
XXXCFOJDVMUVSBMJJU

4)0
35
450
3*&4

-"6503&
(FPSHF 4UFJOFS
OBUP B 1BSJHJ
OFM 

mens, che afferrandolo per un


braccio gli disse: Mi ascolti bene, che le piaccia o no. Molto presto arriveremo in Francia. Porti
via la sua famiglia, costi quello
che costi. Quando, cinque mesi
dopo, i carriarmati nazisti entrarono a Parigi, gli Steiner erano in
America.
Nellestate del 1943 giunse un
altro momento decisivo. Ero in
vacanza a White Plains, fuori
New York, e in uno studio medico vidi sulla rivista -JGF un paginone dedicato ai membri dellAccademia sovietica della scienza, in
cui erano indicate le rispettive
competenze: radiologia, biochimica, matematica. A 14 anni
Steiner rest molto colpito dal
fatto che non si trattasse di artisti, bens di scienziati. Mi incaponii a fare quello da grande,
non so spiegarlo, ma fu decisivo.
La mia unica ambizione divenne
studiare scienze a Chicago. Ebbe insegnanti di tutto rispetto,
Enrico Fermi di fisica, Harold
Urey di chimica. Ma non serv.
Mi dissero che tecnicamente
ero un idiota. Potevo contare sulle capacit mnemoniche esercitate al liceo nel sistema scolastico
francese, ma non avevo un briciolo di creativit. Se almeno, come
un certo Jim Watson, fossi stato
indirizzato alla biologia Fu cos
che, col cuore a pezzi, approdai alla letteratura e alla filosofia.
Da Chicago pass a Harvard,
dove si laure, quindi a Oxford,
per vedersi respingere la tesi che
divenne poi -B NPSUF EFMMB USBHF
EJB. (Stupefacente, non trova?); poi vennero lEconomist,
Princeton e, nel 1961, Cambridge.
Prende una chiave e a piccoli
passi leggeri mi porta fuori, nel
suo giardino allinglese. Steiner

scrive dellimportanza del camminare nel suo ultimo libro, 5IF


*EFB PG &VSPQF. Kant che attraversa Knigsberg con precisione
cronometrica. Le passeggiate di
Kierkegaard per Copenhagen. Il
corpulento Coleridge che ogni
giorno percorreva cinquanta chilometri su terreni ardui e montuosi poetando o ragionando su
complessi temi teologici a ogni
passo. Secondo Steiner una pratica che ci differenzia dallAmerica. In America non si va da una
citt allaltra a piedi.
LEuropa invece stata plasmata e umanizzata dal piede
umano. Non esagerato affermare che tutta la nostra filosofia
stata condizionata dal camminare, dal semplice atto di mettere
un piede davanti allaltro che in
men che non si dica ci porta a destinazione.
Steiner inserisce la chiave nella toppa, mi invita a entrare. Il
suo studio ha il perimetro pentagonale e il soffitto a piramide. La
luce cade dallalto sulla scrivania
occupata da una macchina da
scrivere elettrica di dimensioni
ragguardevoli. Steiner vi si siede
ogni mattina con un libro scelto a
caso. Prendo un paragrafo e lo
traduco nelle mie quattro lingue e scrive la traduzione su un
pezzo di carta che getta nel cestino. Lo definisce un esercizio musicale della mia pluralit. Poi, dopo aver risposto alla mezza dozzina di lettere che riceve ogni giorno, legge per unora o due.
Lidea era di avere qui i 1200
volumi indispensabili. Non funziona per. Sono costretto a fare
sempre avanti e indietro. Me li
presenta, come degli amici. Nietzsche, Hegel davanti a s, sulla
parete alla sua sinistra Celan, la
scuola di Francoforte.
Cosa le piacerebbe aver scritto?, gli chiedo. Narrativa di altissimo livello. Perch non lo ha fatto? Ero troppo dispersivo e appassionato di troppe cose. O
stato qualcosaltro a limitarlo?
Anche quando segnalava i nomi
degli autori che dovevamo leggere avvertiva sempre che il rinoceronte su cui era appollaiato era
una bestia pericolosa, capace di
travolgere e distruggere. Che gli
studi umanistici non sono di per
s umanizzanti, bens troppo
spesso legittimano la bestialit.
In 5IF *EFB PG &VSPQF ci ricorda
che LEuropa il luogo in cui il
giardino di Goethe quasi confina
con Buchenwald.
Steiner pessimista, pensa
che non abbiamo mai toccato un
livello superiore di brutalit e vede profilarsi una catastrofe. Ci
sar una guerra. Posso essere pi
preciso. imminente. Una guerra religiosa islamica che dar il
via al nuovo Armageddon. Si
tratta di odi implacabili. Gi non
si riescono a bloccare gli sbarchi
di profughi in Italia. un fiume
in piena.
Per lo rincuora il pensiero
che in tempi di catastrofe la gente riprender a leggere, a riflettere, torner alla musica. Niente
paura, il destino non ama la vacuit. Mi parla dellattacco dei
ceceni alla scuola russa di Beslan.
I bambini erano rimasti per tre
giorni senza cibo n acqua ma
con uninsegnante coraggiosa,
che il terzo giorno disse loro Preghiamo assieme Dio e i vangeli.
I bambini si rifiutarono. Noi preghiamo il mago di Harry Potter,
lui verr. E i bambini avevano ragione.

 /FXTXFFL
5SBEV[JPOF EJ &NJMJB #FOHIJ
3*130%6;*0/& 3*4&37"5"

i$0/
*.*&*
0$$)*w

%* "-&44"/%30 #"3*$$0

-" 10-&.*$"

&SSJ %F -VDB
i.J QJBDF
JM WFSCP TBCPUBSFw
MACERATA. A me piace il verbo
sabotare. Dal palco del 'VUVSB
'FTUJWBM di Civitanova Marche
Erri De Luca tornato a parlare
della Tav e della relativa
vicenda giudiziaria che lo vede
imputato, al quale ha dedicato
il pamphlet -B QBSPMB
DPOUSBSJB. Sabotare, ha detto
lo scrittore, ricorda una lotta
operaia francese, quando gli
operai gettarono degli zoccoli
per inceppare le macchine a
difesa dei colleghi licenziati.
Lo sciopero un sabotaggio
e io dico che la Tav come pure
le trivellazioni in Adriatico
vanno sabotate. Esiste una
differenza nel nostro Paese
fra legalit e giustizia.

 'PUPHSBGBSF RVFMMJ DIF GPUPHSBGBOP 

 "SUF
QPWFSB 
#&/* $6-563"-*

3FDPSE QFS J NVTFJ


OFMMB EPNFOJDB
EJ BQFSUVSB HSBUJT
ROMA. Sono stati 38 mila

i visitatori del Colosseo


che ieri si sono messi in fila
per Domenica al museo,
liniziativa del Mibact
che prevede lingresso gratis
nei musei statali la prima
domenica del mese. Larea
archeologica romana stata
la pi visitata. Seguono
Pompei con 14.719 presenze;
la Reggia di Caserta con 6.944;
gli Uffizi di Firenze con 6.269.
Sempre nel capoluogo toscano
sono stati 5.390, invece,
i visitatori della galleria
dellAccademia, 4.882
gli ingressi alla Palatina.
A Venezia, lAccademia
ha registrato 2.220 presenze.

*- '&45*7"-

i1PSEFOPOFMFHHFw
DPO %BWJE -FBWJUU
F "[BS /BGJTJ
PORDENONE. David Leavitt
(GPUP) tra i protagonisti
delledizione 2015 di
Pordenonelegge, in programma
dal 16 al 20 settembre. Lautore
americano presenter il suo
nuovo romanzo: * EVF IPUFM
'SBODGPSUT (Mondadori). Tra gli
ospiti del festival, anche
lautrice iraniana Azar Nafisi,
che racconter -B SFQVCCMJDB
EFMMJNNBHJOB[JPOF (Adelphi).
Ci saranno anche, tra gli altri,
Adam Thirlwell, Florence
Delay, Corrado Augias, Eugenio
Borgna e Franco Marcoaldi.

Questa Amministrazione, con sede in


Napoli 80131 alla via S. Pansini n. 5,
con deliberazione n. 391 del 03.07.2015
ha aggiudicato il Servizio di rimozione,
trasporto e custodia dei veicoli a motore
nellambito dellAOU Federico II (gara
1/15). CIG 6013487674, al R.T.I. BOURELLY CAR SERVICE s.r.l./ACI GLOBAL S.p.A con sede in Napoli alla via S.
Maria in Portico, 51-80122, che ha offerto il prezzo pi basso di 209.160,00,
al netto degli oneri di sicurezza derivanti
dai rischi di natura interferenziale pari a
zero, oltre IVA, pari al ribasso dello 0,4%
sullimporto a base dasta, ex artt. 82
comma 2 lett. b) del D. L.vo 163/06 e s.m.i
e 86, comma 1; offerte pervenute: n. 1;
data spedizione G.U.U.E: 17.07.2015.

Direzione Acquisti

AVVISO DI GARA
RFI S.p.A. informa che ha indetto una gara a
Procedura Aperta n. DACF.2015.0094 relativa
alla fornitura di cassette di contegno per
apparecchiature cdb; Lotto 1 CIG:
6317956E36, Lotto 2 CIG: 6317958FDC.
Il testo integrale del bando visionabile sul
sito www.gare.rfi.it canale Fornitura
materiali infrastruttura.
Il termine di presentazione delle domande di
partecipazione il 21/09/2015 ore 12:00
Per chiarimenti e-mail: come indicato nel
bando.
Il RUP
Edgardo GRECO

Ente Appaltante: Aeroporti di Roma S.p.A. - Via dellAeroporto di Fiumicino n. 320 - 00054 - Fiumicino (RM) - Telefono 0039/06/65951,
.
Appalto biennale di servizi di manutenzione ordinaria e su guasto
per gli apparati antincendio (estintori, idranti, porte tagliafuoco, impianti di spegnimento automatico, vasche di accumulo, etc.) siti nel
sedime dellAeroporto Leonardo da Vinci di Fiumicino e nel sedime
dellAeroporto Giovanni Battista Pastine di Ciampino C.I.G. n.
63399769B2.
Importo complessivo biennale dellappalto Euro 980.000,00 (euro
novecentottantamila) di cui Euro 4.000,00 (Euro quattromila/00) per
oneri di sicurezza.
Aggiudicazione ai sensi dellart. 83 del D. Lgs. 163/2006: offerta economicamente pi vantaggiosa;
Le domande di partecipazione, comprensive di tutte le dichiarazioni
e/o documenti richiesti nella sezione terza del bando di gara integrale, dovranno, a pena di esclusione, essere inserite, firmate digitalmente, sul Portale acquisti ADR, in apposita busta chiusa digitale,
entro e non oltre le ore 12.00 del 02/09/2015.
Non stata pubblicata pre-informazione. Il bando di gara integrale
stato inviato allUfficio delle Pubblicazioni Ufficiali dellUnione Europea il 27/07/2015, che lo ha ricevuto in pari data ed pubblicato sulla
Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana 5^ Serie Speciale n. 90
.
del 03/08/2015 e sul sito web dellEnte Appaltante