You are on page 1of 1

SORRENTO - MARINA GRANDE

IL WWF DENUNCIA:
IL MARE E’ DI NUOVO MARRONE!!!
Nei giorni scorsi il WWF ha inviato una nota alla Procura della Repubblica di Torre Annunziata e
alla Capitaneria di Porto di Castellammare di Stabia segnalando l’ennesimo scarico di sostanze di
colore “marrone” in località Marina Grande a Sorrento.

Di seguito stralcio della nota del 27 febbraio:


“…in Penisola Sorrentina, nella mattinata odierna, è stata osservata la presenza di una vasta chiazza di
colore marrone-ocra che ha invaso la baia di Marina Grande in Sorrento dove il mare ha cambiato
colore.Tale fenomeno appariva palesemente visibile osservando la baia dall’alto. La fuoriuscita di “sostanze”
di cui al momento si ignora l’origine e la composizione ha di fatto provocato una grave e palese alterazione
morfologica delle acque marine oltre ad un grave conseguente danneggiamento paesaggistico – ambientale, in
area inserita in Zona di Protezione Speciale (ZPS) - Codice IT8030011 “Fondali Marini di Punta Campanella
e Capri” nonché in area sottoposta a Vincolo Paesaggistico-ambientale.

Tale fenomeno si verifica con periodicità ormai da tempo…esso sembra interessare solo alcuni punti della
costa, sempre gli stessi e spesso nei pressi di impianti di Depurazione e/o Troppo Pieno.
Il WWF ha osservato e denunciato analogo fenomeno negli anni passati e, solo negli ultimi mesi, in data
16.11.2009, in data 22.11.2009, in data 08.01.2010, in data 10.01.2010, in data 24.02.2010 e in data
27.02.2010.
Tali chiazze vengono osservate senza soluzione di continuità, in modo continuo e/o discontinuo, dal 2002 ad
oggi. Inoltre da alcune osservazioni effettuate al momento delle piogge, nel Rivo S.Antonio e nel Rivo Conca,
risulterebbe che le acque meteoriche dell’alveo appaiono “bianche” prima di confluire nel tratto tombato che
conduce al borgo di Marina Grande. Da ciò si deduce che presumibilmente non vi sarebbe correlazione tra le
acque vernotiche dei rivoli e l’anomala colorazione assunta dal mare…”

In relazione al deposito di “presunto terreno”, utilizzato in questi giorni per effettuate un


anomalo ripascimento fuori stagione dell’arenile, a cui si potrebbe far risalire il cambiamento
di colore del mare, il WWF ha precisato che:

“…già in data 07/05/2009, con nota inviata Procura di Torre Annunziata, alla Polizia di Stato di Sorrento,
all’A.S.L. di S.Agnello e alla Soprintendenza di Napoli, si segnalava, in località Marina Grande di Sorrento,
uno scarico-deposito di materiale sabbioso di cui si ignorava la composizione, sulla linea di battigia e di
colmata della scogliera adiacente la strada e il Ristorante Emilia.

Il “deposito-sversamento”effettuato in questi giorni (osservabile sulla spiaggia) sembrerebbe però non


presente al momento del verificarsi del fenomeno in data 08.01.2010, quando il mare ha cambiato
colore anche in altri punti della costa, e per la precisione nel Golfo del Pecuriello a S.Agnello, a Marina
Grande e Marina Piccola di Sorrento, nella baia di Puolo a Massa Lubrense, ecc.

In virtù di quanto esposto il WWF ha chiesto di accertare i fatti e di individuare le responsabilità.

Meta 28.02.10

Related Interests