You are on page 1of 3

Ionela Chiru Master an l, sem ll

Lanalisi del testo La calunnia


(Il barbiere di Siviglia Rossini)

La calunnia, questo diffeto caratteriale dellessere umano viene descritta in modo magistrale
nella famosa aria di Rossini tratta dallopera Il barbiere di Siviglia. Tra i vari momenti musicali
del capolavoro rossiniano, uno dei pi coinvolgenti e trasportanti per il pubblico 1 esatto
questaria interpretata da un personaggio secondario, Don Basilio, maestro di musica di Rosina,
personaggio un po scapestrato e dai principi tuttaltro che nobili, che oltre a essere molto
divertente anche perfettamente in linea con quello che accade sotto i nostri occhi tutti i giorni 2

Partendo da una bassezza umana si arriva attraverso il ritmo del testo e degli strumenti a un
brano musicale che ha incantato generazioni interi, cos come ci hanno incantato tutte le altre arie
famose della melodrama italiana.

Per sottolineare laspetto ludico, leggero ma nello stesso tempo insidioso e con potenziale di
tempesta la calunnia viene paragonata a un venticello/auretta. Questi elementi della sfera
meteorologica rendono abbastanza bene lidea di perversit:la scelta degli aggettivi vi una
contraddizione in termini. Il venticello gentile, sottile ma nello stesso tempo insensibile.

Tra le figure retoriche usate nel testo possiamo trovare metafore la calunnia vista come un
venticello, unauretta, o che sembra un tuono, una tempesta, personificazioni (i verbi
che descrivono la calunnia apartengono alla sfera degli esseri viventi: volare, ronzare,
brontolare, fischiare, sibilare, sussurrare, schiamazzare) iperboli e le teste ed i cervelli/fa
1 https://it.wikipedia.org/wiki/Crescendo_rossiniano
2 http://www.iquattrofissa.it/ articolo Zorry Kid

Ionela Chiru Master an l, sem ll

stordire e fa gonfiar, e ti fa d'orror gelar, Alla fin trabocca e scoppia/ si propaga, si


raddoppia/
e produce unesplosione/ come un colpo di cannone/un tremuoto, un temporale, un tumulto
generale/ che fa laria rimbombar, lepanalessi piano piano, terra terra, a poco a
poco
Da notare il ritmo di questaria che ci rivela il famoso crescendo rossiniano 3 una tecnica che
consiste nella ripetizione di alcune battute da parte dell'orchestra, nella quale le sezioni di
strumenti

entrano

gradualmente,

nel

contempo

eseguono

un crescendo dinamico,

accompagnato spesso, a seconda della direzione, da un accelerando agogico.

Gioachino Rossini porta questa tecnica al apogeo: il sentimento che abbiamo quando ascoltiamo
questaria quello di una fretta e di una concitazione crescenti che trasportano vertiginosamente
verso l'esplosione del finale.4

Descrivendo il metodo antico per rovinare pubblicamente (e possibilmente eliminare


fisicamente) un proprio avversario (in amore, in politica, in qualsiasi campo) 5 laria di Rossini
ci ricorda una piega molto attuale della nostra societ e ci fa riffletere di pi su questo
argomento.
La calunnia un venticello6

La calunnia un venticello / un'auretta assai gentile


che insensibile sottile / leggermente dolcemente / incomincia a sussurrar.
Piano piano terra terra, / sotto voce, sibilando / va scorrendo, va ronzando;
3 idem
4 idem
5 http://www.iquattrofissa.it/ articolo Zorry Kid

6 idem

Ionela Chiru Master an l, sem ll


nelle orecchie della gente / s'introduce destramente,
e le teste ed i cervelli / fa stordire e fa gonfiar.
Dalla bocca fuori uscendo / lo schiamazzo va crescendo: /
prende forza a poco a poco, / scorre gi di loco in loco,
sembra il tuono, la tempesta / che nel sen della foresta,
va fischiando, brontolando, / e ti fa d'orror gelar.
Alla fin trabocca, e scoppia, / si propaga si raddoppia / e produce un'esplosione
come un colpo di cannone, / un tremuoto, un temporale,
un tumulto generale / che fa l'aria rimbombar.
E il meschino calunniato / avvilito, calpestato
sotto il pubblico flagello / per gran sorte va a crepar.