You are on page 1of 1

12

SEZIONE I - LE TECNICHE POETICHE

la poesia e il significante

TIPI DI VERSO
La tradizione poetica ha dato una denominazione ai versi pi usati della metrica:

bisillabo: composto di due sillabe metriche:


cuo-re
E. Montale, da Corno inglese, in Tutte le poesie, Mondadori, Milano 2005

trisillabo: composto di tre sillabe metriche:


(larco del cielo appare)
fi-ni-to
E. Montale, da Portovenere, in Tutte le poesie, Mondadori, Milano 2005

quadrisillabo: composto di quattro sillabe metriche:


nel-la- lu-ce
E. Montale, da Riviere, in Tutte le poesie, Mondadori, Milano 2005

quinario: composto di cinque sillabe metriche:


Pi- che- cru-de-le
E. Montale, da Flussi, in Tutte le poesie, Mondadori, Milano 2005

senario: composto di sei sillabe metriche:


Sul- chiu-so- qua-der-no
di- va-ti- fa-mo-si
G. Zanella, da Sopra una conchiglia fossile, in Le poesie, Neri Pozza, Venezia 1989

settenario: composto di sette sillabe metriche:


Sie-pi- di- me-lo-gra-no
G. Pascoli, da Patria, in Tutte le poesie, Newton & Compton, Roma 2001

ottonario: composto di otto sillabe metriche:


Dol-ce-men-te- muor- feb-bra-io
G. DAnnunzio, da Laudi del cielo del mare della terra e degli eroi, in Poesie,
Garzanti, Milano 2003

novenario: composto di nove sillabe metriche:


Non- sa- la- mor-te- men-tre- muo-re
S. Quasimodo, da Un arco aperto, in Tutte le poesie, Mondadori, Milano 2003

decasillabo: composto di dieci sillabe metriche:


For-se- qual-cu-no- vi-ve-. Ma- noi-, qui
S. Quasimodo, da 19 gennaio 1944, in Tutte le poesie, Mondadori, Milano 2003

endecasillabo: composto di undici sillabe metriche:


Nel- mez-zo- del- cam-min- di- no-stra- vi-ta
D. Alighieri, da Inferno I, in Divina Commedia, SEI, Torino 2008

dodecasillabo (o doppio senario): composto di dodici sillabe metriche:


La- fa-ran-do-la- dei- fan-ciul-li- sul- gre-to
E. Montale, da Portovenere, in Tutte le poesie, Mondadori, Milano 2005