You are on page 1of 6

In questo breve articolo sono riportati azioni, rilevamenti, osservazioni sulla MaGrav

Power Unit della Kf SSI.


In data 3-10-2015, eseguo on line sul sito keshefoundation.org lordine con pagamento
anticipato PAY PAL della suddetta apparecchiatura.
In data 30-11-2015, ricevo un Email dalla stessa KF SSI che v un ritardo sulla
consegna e che essa slittava oltre il tempo dei 60 gg previsti per la consegna
dellapparecchiatura in questione.
In data 12-01-2016, ricevo tramite corriere TNT Traco limballaggio contenente la
MaGrav Power Unit un cercafase elettronico di mediocre qualit ed un paio di fogli con
le istruzioni sulla messa in opera di questultima, cio con lo stretto indispensabile da
operare durante 22 giorni dal momento dellinserimento in una comune presa
elettrica di un qualsiasi appartamento.
In data 18-01-2016, dopo un periodo di fermo dopo la consegna, preparo il set
descritto nelle istruzioni, aggiungendo semplicemente un Conta WATT digitale di
media qualit nella presa in cui ho deciso di inserire lapparecchiatura in questione,
facendo attenzione allinserimento corretto sulla fase come specificato da istruzioni.
Eseguito linserimento dellunit sulla presa a muro con Wattmetro non si osservano
variazioni dallo zero di assorbimento ne allinizio ne durante i tre giorni successivi,
periodo in cui sulla presa di uscita dellunit nessun carico deve essere applicato come
da istruzioni.

Nellultima foto si osserva attraverso un semplice cercafase induttivo 50-500 Hz


presenza di campo induttivo a contatto con la carcassa in plastica dellunit.

In data 21-01-2016 come da istruzioni servendomi di una comune multi presa


(ciabatta) ho inserito un primo carico induttivo <20 Watt. Scegliendo per lo scopo tre
piccoli carichi da 5 watt o poco pi luno, misurati singolarmente servendomi di un
WATTMETRO a parete identico a quello usato per rilevare le potenze istantanee
inserito tra la presa elettrica e la Power Unit; Un trasformatore, un dvd reader e un
piccolo agitatore, la scelta di piccoli device che comunemente ognuno di noi pu avere
nella propria abitazione, mi sembrata pi logica visto anche gli esempi sulla tipologia
di carichi da scegliere riportati nelle istruzioni.

Nelle foto le misurazioni fatte sui carichi singolarmente. 5,2 + 5,4 + 4,3 = 14,9 Watts
totale.
Quindi dal terzo giorno di inserimento a vuoto si passato ad un carico non resistivo
con linserimento di questo primo gruppo di carichi e si proseguir fino a tutto il
settimo giorno.

In data 22-01-2016 da unosservazione casuale del Wattmetro a parete noto che


questo ha delle oscillazioni di lettura sul carico iniziale di 14,9 W scende fino a punte
di 13,8 W risale fino a 14,4 W per poi riscendere e cos via ad un ritmo tuttavia non

regolare ma in ogni caso non frenetico, nei successivi giorni si stabilizza a circa 10 W
restando tale fino al settimo ed ultimo giorno di carico a <20 W.
Limportante a questo punto tenere conto dei parametri riscontrati prima
dellinserimento dellunit MaGrav nellimpianto interrogando sui parametri attraverso
lapposito tasto il contatore telemetrico Enel; esso, infatti, rappresenta il punto di
alimentazione dellimpianto elettrico in uso ed il punto di interruzione della rete di
carichi in esso realizzata compreso assorbimento per caduta di tensione sui conduttori
che lo compongono, poich punto di maggiore passaggio di cariche e potenziale. Al
momento zero (cio prima dellinserimento del MaGrav sulla presa elettrica) quindi
importante verificare lassorbimento della potenza in carico sullimpianto domestico,
device sempre collegati sulle prese provocano comunque un assorbimento che nel
caso dellappartamento che abito di 0,2 kW (200 W = frigo + pc + luci di cortesia +
).

Nella prima foto il dettaglio della potenza assorbita nellappartamento nel momento
0 , nella seconda invece unaltra importante osservazione e considerazione; la
presenza di campo induttivo nellarea di presenza dellunita MaGrav al terzo giorno,
pochi istanti prima dellinserimento del primo gruppo di carico.
Dal 3 giorno al 7 giorno, periodo in cui il carico sulluscita dellunit deve essere
mantenuto a <20 W di carico non resistivo, non si osservano pi variazioni e
fenomeni di rilievo.

In data 24-01-2016 arriva il momento, come da manuale, di alzare il carico non


resistivo a <100 W, ed inserisco ai capi del trasformatore una poltrona con motorini
che azionano un serie di rulli per il massaggio ed una TV lcd salendo a 98 W c.a. di
carico non resistivo.

Anche in questo caso a parte una lieve oscillazione degli assorbimenti con punte
minime fino a 91/92 watts e punte massime anche di 100,3 Watt a seconda se il dvd
reader era in riproduzione o meno.
Non si osservano altre variazioni e fenomeni di rilievo nel periodo che v dal 8 a tutto
il 10 giorno di condizionamento dellunit con carico <100 W.

In data 27-01-2016 seguendo le istruzioni il momento di inserire per i primi 10-15


minuti di tempo ogni 4 ore di intervallo il primo carico RESISTIVO <500 W; non
disponendo di elettrodomestici di tale potenza duso ho adattato un tosta pane doppia
capienza con due gruppi di due resistenze ciascuno da 350 W totale 700 W + 700 W,
bypassando una delle resistenze di un gruppo, ottenendo cosi un carico resistivo di
c.a. 300 W (probabilmente nelloperazione di bypass la resistenza scelta risultata
lievemente usurata) separato dal rimanente attraverso il semplice selettore del
tostapane stesso, quando esso funzionava da un solo lato. Ho cos inserito il nuovo
carico resistivo da 300 W sulla multi presa eseguendo le pause di quattro ore di off
del carico.

In data 28-01-2016 aumento il tempo di on del carico di 5 minuti ogni 4 ore di off.

E cos via fino al 17 giorno, dal 18 previsto il carico a 2 KW max resistivo.


In data 03-02-2016 Cominciano gli innesti di carichi che progressivamente porter il
massimo resistivo a 2000 W. Infatti ho inserito il tostapane dal lato a 700W .
In data 04-02-2016 il tostapane inserito a da tutti e due i lati: 1000 W.
In data 05-02-2016 tolgo il tostapane ed inserisco un termoventilatore da 2000 W
max. IL selettore in velocit bassa (1200 W circa).

In data 07-02-2016 Il termoventilatore definitivamente a velocit 2 per un totale di


1890 W resistivi a cui vanno sommati i 100 W c.a. induttivi gi presenti nella multi
presa. Totale 1990 W.
A questo punto il periodo di condizionamento dellunit MaGrav completo quindi
potrei anche collegare altri carichi induttivi, non disponendo di questi decido visto che
non si osservano variazioni di rilievo al wattmetro a parete eccetto un centinaio di watt
in meno (proprio quelli del carico induttivo) decido di staccare il termoventilatore,
lascio comunque i carichi induttivi inseriti.
Dopo 7 giorni torno a ricollegare il carico da 2000 W quindi la stufa, alla multi presa,
questa volta per decido di osservare anche la lettura della potenza istantanea sul

contatore Enel; Ebbene il Wattmetro a parete segnava 1808 W (rispetto ai 1990 watt
effettivamente in carico); allinterno dellappartamento erano in funzione Frigorifero,
quadro caldaia, personal computer fisso etc. per un totale di quasi 300 W c.a. Il
contatore dellEnel mostrava il valore di potenza istantanea di 1,2 KW (1200 W).

A conti fatti, 1990 W (carico sullunit MaGrav) + 300 W (carico sul resto
dellappartamento) danno somma 2290 W! Il conteggio dellassorbimento alla fonte
per risulta gi quasi della met ridotto!
Il processo tuttavia ancora in atto e non si escludono ulteriori cali nella rilevazione
della potenza istantanea. Seguiranno aggiornamenti.
Giovanni Castagna Bode