You are on page 1of 4

Logica enunciativa

Il linguaggio composto da:

Alfabeto:
un'infinit numerabile di lettere enunciative: p, q, r,
due connettivi logici: e
abbreviazioni per gli altri connettivi: , ,
parentesi: (, )

Regole sintattiche
FBF => FBF
, FBF => FBF

Altri connettivi
= ( )
=
= ( ) ( )

Si definisce per induzione:

Base: formule atomiche, ovvero le singole lettere enunciative sono FBF


Passo: si applicano le regole sintattiche alle formule atomiche
Clausola: le FBF saranno tutte e sole le formule risultato di queste operazioni

Metodi per trovare tautologie

Tavole di verit (metodo di decisione), a partire da quelle per i connettivi:

Alberi di refutazione (metodo di decisione), partendo dalla negazione della tesi e seguendo
le regole:

Calcolo assiomatico (metodo di generazione, non di decisione), costituito da:


Assiomi: tre schemi di tautologie
( )
( ( )) (( ) ( ))
[Legge di Frege, o di distributivit dell'implicazione]
( ) ( )
[Legge di contrapposizione]
Simboli metalinguistici:
|- ( teorema)
T |- ( teorema dato T come insieme di premesse)
Regola: modus ponens
|-
|- ( )
|-

Si definisce per induzione:

Base: assiomi (ed eventualmente formule dell'insieme T da cui si vuol dimostrare la


derivazione)
Passo: applicazione del modus ponens
Clausola: saranno derivazioni tutte le successioni di formule ottenute applicando le regole
agli assiomi (o a formule di T). Sar teorema l'ultima formula di una derivazione e teoria un
insieme di teoremi.

Logica dei predicati del primo ordine


Il linguaggio composto da:

Alfabeto:
un'infinit numerabile di costanti individuali: a1, a2, a3,
un'infinit numerabile di variabili individuali1: x, y, z ...
un'infinit numerabile di costanti predicative (di arbitraria ariet): P, Q, R,
due connettivi logici: e
abbreviazioni per gli altri connettivi: , ,
quantificatori: ,
parentesi: (, )

Regole sintattiche
FBF => FBF
, FBF => FBF
FBF => x FBF
FBF => FBF

Si definisce per induzione:

Base: formule atomiche, ovvero lettere predicative seguite da tanti termini (costanti o
variabili individuali) quanta la loro ariet sono FBF
Passo: si applicano le regole sintattiche alle formule atomiche
Clausola: le FBF saranno tutte e sole le formule risultato di queste operazioni

Eventualmente possono venire aggiunti (ottenendo un linguaggio elementare):

Identit (predicato binario extralogico)


Un'infinit numerabile di costanti funzionali: f1, f2, f3,

In tal caso anche la classe dei termini va definita induttivamente.


Metodi per trovare tautologie

Alberi di refutazione (metodo di generazione, non di decisione), si aggiungono le seguenti


regole:
[ x ]
x

[ x ]
x

x Px
Pa

x Px
Pa

(in questi ultimi due casi senza mettere il tick [],


e vanno cos riutilizzate ogni volta che compare un nuovo individuo)

Si attribuir significato solo con formule chiuse (ovvero senza variabili libere, cio non sottoposte a quantificatori).

Calcolo assiomatico (metodo di generazione, non di decisione), costituito da:


Assiomi: cinque schemi di tautologie
( )
( ( )) (( ) ( ))
( ) ( )
x (x) (x|a) dove a un termine libero2 per x in (x)
(x|a) x (x)
Simboli metalinguistici:
|- ( teorema)
T |- ( teorema dato T come insieme di premesse)

Tre regole:
modus ponens
|-
|- ( )
|-

introduzione dell'universale nel conseguente


|- (x|a)
|- x (x)

(dove a non deve comparire n in (x) , n in )

introduzione dell'esistenziale nell'antecedente


|- (x|a)
|- x (x)

(dove a non deve comparire n in (x) , n in )

Si definisce per induzione:

Base: assiomi (ed eventualmente formule dell'insieme T da cui si vuol dimostrare la


derivazione)
Passo: applicazione del modus ponens
Clausola: saranno derivazioni tutte le successioni di formule ottenute applicando le regole
agli assiomi (o a formule di T). Sar teorema l'ultima formula di una derivazione e teoria un
insieme di teoremi.

Un termine detto libero se una costante oppure una variabile che non risulti vincolata ad un quantificatore
dopo essere stata sostituita alla x. Ad esempio se (x) = y Ryx non potr sostituire a x la variabile y, perch
risulterebbe quantificata.