DIALOGO

1 Anno 2016 E...V...

DIALOGO
FOGLIO DELLA G...L...M... C...A...M...E...A... 1958

DIALOGO

1 Anno 2016 E...V...

“DIALOGO” nasce nel 1978 come giornale ad uso esclusivo dei Fratelli della CAMEA.
Oggi riprende i suoi lavori con forza e vigore e con una nuova grande missione.

1

DIALOGO

1 Anno 2016 E...V...

ALLOCUZIONE DEL SERENISSIMO E
POTENTISSIMO GRAN MAESTRO

D

opo tanti anni, grazie alla forte volontà di Fratelli
CAMEINI intenzionati a proseguire gli obiettivi storici

della nostra famiglia con la raccolta e la diffusione di
informazioni che arricchiranno la nostra rivista è finalmente
ricomparso in rete il “DIALOGO”; un ritorno alle origini è ciò
che ho sempre sognato: una rivista della Famiglia CAMEA.
La aspettavamo in tanti.
Saranno molti i Fratelli CAMEINI che daranno il loro contributo
con lo scambio di esperienze e informazioni riguardanti la nostra
Famiglia.
Sono sicuro che questa iniziativa incontrerà larghi consensi da
parte di tutti i Fratelli; perché è importante avere a disposizione
un mezzo attraverso il quale si possono esprimere, su problemi
sentiti, aprendo un dialogo di cui tutti abbiamo bisogno.
Ringrazio vivamente i Fratelli che hanno avuto questa lodevole

Decreto Sovrano n° 435

iniziativa, con la certezza che sarà portata a termine con la
professionalità necessaria e con tutta la competenza dovuta alla
diffusione di una nostra cultura.
Augurandovi buon lavoro, vi giunga il mio triplice abbraccio.

Ser...mo e Pot...mo Daniele Margiotta 3... 33...
GRAN MAESTRO

SOMMARIO

Ÿ Eventi C.A.M.E.A .......................................................pag. 2
Ÿ Attività Obbedienza - II semestre 2015 E...V... ..............pag. 2
Ÿ Gemmazioni: Nascita nuove Logge..............................pag. 3
Ÿ Essere un CAMEINO....................................................pag. 4
Ÿ Report partecipazione G...L...S...R...E...P... .................pag. 5
Ÿ Invito riunione dei Supremi Consigli di R...S...A...A... .pag. 5

2

DIALOGO

1 Anno 2016 E...V...

EVENTI C...A...M...E...A...

Per accreditarsi e partecipare alla Gran Loggia di Rappresentanza del 7 Maggio 2016, scrivere una mail e richiedere il format
alla Gran Segreteria, sorbarag@libero.it, entro il 25 Marzo c.a.

ATTIVITA’ SEMESTRALE DELL’OBBEDIENZA
II° SEMESTRE 2015 E...V...
Ÿ Decreto Magistrale n.133, concernente la nomina a Gran Maestro Onorario della C...A...M...E...A... alla Pot...ma Sorella Anca

Nicolescu, Sovrano della G.L.F. di Romania.
Ÿ

Ÿ

Ÿ

Decreto Magistrale n.134, concernente la nomina a Gran Maestro Onorario della C...A...M...E...A... al Pot...mo Fr... Ucu Faur,
G...M... della G.L.N.U. di Romania.
Decreto Magistrale n.135, concernente la nomina a Gran Maestro Onorario della C...A...M...E...A... al Pot...mo Fr... Philippe
Lang, G...M... del G.O.S.
Decreto Magistrale n.136, concernente la ratifica del Trattato di Amicizia e di Alleanza con la Gran Loggia Sovrana dei Liberi
ed Accettati Massoni del Venezuela.

3

DIALOGO

1 Anno 2016 E...V...

GEMMAZIONI

Nascita della R...L... “Federico Carbonari”
all'Or... di Roma

I

Nascita della R...L... “Alfredo Di Mambro”
all'Or... di Verona

l fratello Federico Carbonari, proprietario della nota casa

editrice Atanor di Roma, nasce, massonicamente, nel 1980
nella R...L... Michael n. 939 all' Or... di Roma del G.O.I. palazzo Giustiniani. Nel 1981 viene “fatto” Compagno d'arte e,
nel 1982, consacrato Maestro Libero Muratore.
Successivamente è elevato al grado di Compagno del Sacro
Arco Reale di Gerusalemme nel capitolo Mozart 815 – Roma

A

lfredo Di Mambro va sicuramente ricordato tra i
personaggi storici della Massoneria Italiana. Persona

molto riservata ed ermetica inizia il suo cammino massonico
durante il Fascismo, in giovane età. Luogotenente con il
Sovrano Carlo de Cantellis, nella storica comunione di Piazza

dove ricopre tutte le cariche (soggiornante, esdra, nemia, III pr.

del Gesù, collaborò a stretto contatto anche con il Gran Maestro

Giosuè, II pr Aggeo e I Zorobabele).

Tito Ceccherini. È stato punto di riferimento e memoria storica

Federico è stato fondatore delle logge Orizzonte 1059 – G.O.I.

della Massoneria Italiana ed Internazionale, soprattutto

- Roma e Antichi Doveri 1092 – G.O.I. - Roma.

Americana, da cui aveva ottenuto diversi riconoscimenti.

Il 17 aprile 1993 ha fondato, con altri fratelli, la Gran Loggia

Ogni occasione era buona per partecipare ai Lavori di Loggia,

Regolare d'Italia e, dal 1994, è membro della loggia

anche quando la salutate non era più favorevole.

“Moderlan” di Londra. Nel 2007, alla presenza di nove fratelli
.

.

.

.

aventi il 33° del R. .S. .A. .A. . di cui due stranieri, è installato
“Sovrano Gran Commendatore” del Rito Scozzese della
Serenessima Gran Loggia D'Italia – Ignis.
Numerose sono state le attività massoniche del Fr... Federico,
tra le quali, ricordiamo, la consacrazione della G...L... di

È stato un Uomo di elevato spessore culturale, politico e
massonico. Persona disponibile e dai modi gentili, filantropo
per natura, e sempre propenso a sostenere persone in difficoltà.
Sicuramente la sua semplicità, la sua umanità hanno
caratterizzato la sua vita.

Jugoslavia, la consacrazione del R...S...A...A... di Polonia, la
consacrazione della G . . . L . . . di Cecoslovacchia, la

un vuoto incolmabile tra i Fratelli che hanno avuto il piacere e

consacrazione della G...L... di Moldavia-Romania, fino al

l'onore di conoscerlo.

2013 quando è insignito della Medaglia d'oro Gran Croce

E' passato all'Oriente Eterno il 28 novembre del 2012 lasciando

Greca di prima Classe.

Il 4 giugno 2011, con Decreto Magistrale n. C...A...M...E...A...,
riunitasi in Gran Loggia Ordinaria, il Fr... veniva Elevato al

Quanto sopra citato, ovviamente, denota sia l'importanza del
Fr... Carbonari a livello nazionale ed internazionale, sia il

rango e dignità di Gran Maestro Emerito della Comunione

privilegio che abbiamo nell'averlo, tutt'ora, come membro

vista la Sua regolarità accertata, certa e legittima; la Sua storica

della loggia che porta il suo nome nel proprio titolo distintivo.

e legittima discendenza dalla Comunione di Piazza del Gesù

Personalmente tengo a sottolineare l'amore e la gratitudine che
mi legano al Fr... Federico, l'enorme privilegio che ho, dal

1908; la Sua incessante opera alla custodia dell'ortodossia
Massonica professando i principi irrinunciabili di Libertà,

giorno della mia iniziazione e, spero per molti anni ancora, di

Uguaglianza, Fratellanza.

condividere, al suo fianco questo meraviglioso cammino
iniziatico, nonché la grande responsabilità di trasmettere i
valori morali e di fratellanza universale che, da sempre, sono
stati il filo conduttore di una vita spesa per e con la Massoneria
da questo “giovanotto” di 78 anni al quale, sono fermamente

Fr... Candido Mancaniello 3... 33...
Maestro Venerabile
R...L... Alfredo Di Mambro Or... di Verona

convinto, tutta la Libera Muratoria italiana deve molto.
Fr... Tristano Quaglia 3...
Maestro Venerabile
.
.
R. .L. . Federico Carbonari Or... di Roma

4

DIALOGO

1 Anno 2016 E...V...

ESSERE UN CAMEINO
Tavola Architettonica letta dal Gran Oratore alla G...L... Amministrativa della G...L...M...
C...A...M...E...A..., Castello di Milazzo, G...Or... di Milazzo (Me), 17-10-2015

E

ssere un "CAMEINO" dipende molto dalla

personale determinata volontà di essere in grado

di rompere con lo schema mentale che fino ad oggi ha
prevalso nelle istituzioni Massoniche.
Essere un “CAMEINO” vuol dire svegliare le proprie
riserve mentali con i propri simili ed aprirsi agli altri
attivando e svegliando i propri sentimenti.
Essere un “CAMEINO” vuol dire, aiutare i fratelli ad
apprendere l'"Arte Reale", sia con la costante presenza
ai lavori di Loggia e ciò perché è nella Loggia, la nostra
"officina", che si compie il cammino sulla via che porta,
per mezzo del perfezionamento interiore, alla "Vera
Luce". In Loggia si ricevono insegnamenti, indicazioni,
esempi, amore e fratellanza vera ... la via da seguire ! !.
Essere un “CAMEINO” vuol dire trovare la padronanza a saper usare il martello e lo scalpello.
Essere un “CAMEINO” vuol dire saper lavorare in loggia e solo così impareremo a spogliarci delle scorie profane e penetrare i
misteri massonici sviluppando al massimo le nostre facoltà spirituali.
Essere un “CAMEINO” vuol dire conoscere i simboli e le allegorie, per insegnare verità e principi etici e morali.
Essere un “CAMEINO” vuol dire saper lavorare insieme, utile ed indispensabile di un unico organismo pulsante ( LA CAMEA).
Essere un “CAMEINO” vuol dire continuare a lavorare con l'entusiasmo che ci ha contraddistinto fino ad oggi, solo così possiamo
continuare a fruire dei risultati concreti ottenuti.
Essere un “CAMEINO” vuol dire capire il significato di "Solidarietà " così come quello di "Amore fraterno".
Essere un “CAMEINO” vuol dire ricevere l'amore fraterno ( quello vero) soprattutto in quanto lo si è dato.
Essere un “CAMEINO” vuol dire rispettare ed amare i fratelli, qualunque sia il grado da ciascuno ricoperto, ognuno di noi in esso,
deve riconoscere e quindi rispettare l'onore, la dirittura morale, la lealtà , il richiamo spirituale e cioè l'esaltazione dell'unione e della
solidarietà e quindi dell'amore di tutti i Fratelli della CAMEA.
E' d'obbligo ma è soprattutto un piacere per me, in questo giorno ringraziare il Grande Architetto Dell'Universo, il nostro Gran
Maestro Daniele Margiotta 33..., il nostro rispettabilissimo Sovrano Gran Commendatore Roberto Luongo 33... e tutti i Fratelli nei
piè di lista, che hanno permesso con la loro guida ed il loro impegno e la loro fedeltà all'istituzione, a far si che la Camea sia
diventata una realtà Massonica che ci vede protagonisti di un “ traguardo “ molto importante vedi l'accettazione nel circuito
CLIPSAS,
Fratelli da Cameino vi ricordo che essere in Camea non è da tutti, non siamo i migliori ma tra tutti ci distinguiamo, il nostro
comportamento nella vita profana ne è la prova ciò per significare all'umanità tutta che è nell'umiltà, nella fedeltà e nell'amore
fraterno che si trova l'essenza di un vero Massone .
Un triplice fraterno abbraccio
Anno di V...L... 6015
Fr... Giuseppe Zampogna 3... 33...

5

DIALOGO

1 Anno 2016 E...V...

REPORT PARTECIPAZIONE GRAN LOGGIA DELLA
G...L...S...R...E...P...

I

l Gran Segretario Generale del R...S...A...A..., Elett.mo e Pot.mo Fr... Carlo Natale Procopio e delegazione, sabato 5 settembre

2015 ha partecipato ai lavori della Grande Loge Symbolique - Rite Ecossais Primitif, allo Zenith d'Ollioules - Francia.

Hanno partecipato:
Ÿ

Grande Loge Unie de Memphis-Misraim - Grand Maitre Pierre-Louis Besombes

Ÿ

GrandeLoge Independante et Souveraine des Rites Unis - Grand Maitre Stephane Banuls

Ÿ

Grande Loge Mixte de Memphis-Misraim - Grand Segretaire Jean-Claude Croquet

Ÿ

Grande Loge Femminile de Memphis-Misraim di Francia

Ÿ

Grande Loja Simbolica de Portugal – Presidente do Conselho Nacional Pedro Rangel

Il Gran Maestro Eric Romand ha confermato la sua presenza come relatore al convegno di Torino.
Tutti i presenti sono stati invitati al Nostro Convegno di Torino del 12 marzo 2016 ed alla Nostra Gran Loggia di Rappresentanza del
7 maggio 2016 a Roma.
Ho Detto
Fr... Carlo Natale Procopio 3... 33...

INVITO SUPREMI CONSIGLI DI R...S...A...A...

I

l Supremo Consiglio di R...S...A...A... della G...L...M... C...A...M...E...A... è stato invitato alla riunione

Mondiale dei Supremi Consigli che si terrà a Cancun in Messico, dall’8 al 10 Aprile 2016.
Parteciperà all’evento una delegazione del Supremo Consiglio C...A...M...E...A..., composta dal Sovrano Gran
Commendatore Fr... Roberto Luongo, dal Gran Deputato alle Relazioni Estere Fr... Candido Giuseppe
Mancaniello e dal Gran Segretario Generale del Rito Fr... Carlo Natale Procopio.

6

..
"I
ringraziamenti più particolari vanno al Supremo Consiglio
.A...M2016
...E...AE......V.
ed al
DIALOGO
N°C
1..Anno
Governo dell'Ordine, per aver ripreso questa lodevole iniziativa, ma ancor di più al nostro
Fondatore e primo Sovrano, il Pot...mo Fr... Aldo Vitale 33..., a cui dedichiamo la
copertina dell'ultimo numero del "Dialogo", diffuso nell'ormai lontano 2004. Grazie
Aldo!"
Il Presidente e tutti i componenti della redazione

Si ringrazia il Maestro Alfredo Di Prinzio per aver donato le proprie Tavole da Disegno
per questo primo numero e si ringraziano particolarmente i Ffrr... Francesco, Domenico,
Ernesto e Salvatore per il lavoro svolto.
Il Governo dell'Ordine