You are on page 1of 2

Festa di Halloween 2013: origini e

storia della Notte delle Streghe

Halloween tra i pi antichi riti celebrativi la cui origine risale alla notte dei
tempi. La sua crescente popolarit anche in Europa, deriva dalla tradizione
Americana nella quale la notte di Halloween la notte dei travestimenti e del
famoso Trick or Treat (scherzetto o dolcetto). Ma molti non conoscono la vera
storia di Halloween
A ben vedere Halloween non ha origini americane, ma una festa
perfettamente europea, ha origini pagane e pone le sue radici nella civilt
Celtica. Questo antico popolo, stanziato nelle terre di Gran Bretagna, Irlanda e
Francia, festeggiava linizio del Nuovo Anno il 1Novembre: giorno in cui si
celebrava la fine della stagione calda e linizio della stagione delle tenebre e
del freddo. La notte tra il 31 ottobre e il 1 Novembre era il momento pi
solenne di tutto lanno druidico e rappresentava per i Celti la pi importante
celebrazione, chiamata notte di Samhain. Tutte le pi importanti leggende
celtiche sono ambientate in questa notte e molte di esse riguardavano la
fertilit della Terra e il superamento cosmico, nonch linizio del regno
semestrale del Dio delle Tenebre: Samhain appunto. Per i Celti, popolo dedito
allagricoltura e alla pastorizia, la ricorrenza che segnava la fine dei raccolti e
linizio dellinverno assumeva una rilevanza particolare in quanto momento di
radicale cambiamento: le greggi venivano richiamate dai verdi pascoli estivi e
le persone si ritiravano nelle case per trascorrere al caldo le lunghe e fredde
notti invernali, passando il tempo a raccontare storie e svolgere lavori di
artigianato.
I Celti credevano inoltre che alla vigilia di ogni nuovo anno (31 Ottobre)
Samhain, Signore della Morte e Principe delle Tenebre, chiamasse a s gli
spiriti dei morti, in un giorno in cui tutte le leggi dello spazio e del tempo erano
sospese, permettendo al mondo degli spiriti di unirsi al mondo dei viventi. Una
leggenda racconta che tutte le persone morte lanno precedente tornassero
sulla terra la notte del 31 ottobre, in cerca di nuovi corpi da possedere per
lanno venturo, cos i bambini andavano di casa in casa raccogliendo legna per
formare un enorme fal al centro della cittadina. Quando il fal bruciava, nei
villaggi ogni altro fuoco doveva essere spento, per evitare che gli spiriti maligni
venissero a soggiornavi. Il rito prevedeva anche lo spegnimento del Fuoco
Sacro e la riaccensione di un Nuovo Fuoco (che simboleggiava larrivo del
Nuovo Anno) il mattino seguente. Per la sacra cerimonia, i Druidi si
incontravano sulla cima di una collina in unoscura foresta di querce (albero
scaro) dove offrivano sacrifici di sementi e animali, danzando e cantando fino
al mattino. Si sanciva cos il passaggio tra la stagione solare e la stagione delle
tenebre. Quando il mattino giungeva, i Druidi portavano le ceneri ardenti del
fuoco presso ogni famiglia che provvedeva a riaccendere il focolare domestico.

Spegnere il fuoco simboleggiava che la met oscura dellanno (quindi la morte)


stava sopraggiungendo mentre latto di riaccenderlo era simbolo di speranza e
di ritorno alla vita, dando cos a questo rito la rappresentazione ciclica del
tempo.

Gli antichi Celti temevano specialmente il momento del crepuscolo poich


credevano che in quel particolare frangente gli spiriti potessero vagare sulla
Terra. Con il loro aiuto Samhain (la terribile divinit della notte) avrebbe potuto
imprigionare e uccidere il Sole, senza il quale la vita intera sarebbe terminata.
Era quindi necessario offrire dei sacrifici per placare gli spiriti erranti e per
ossequiare la divinit. Lusanza moderna di travestirsi nel giorno di Halloween,
nasce proprio dalla tradizione Celtica di festeggiare per 3 giorni mascherandosi
per esorcizzare e spaventare gli spiriti indossando le pelli degli animali uccisi
durante i sacrifici del 31 Ottobre. Vestiti con queste maschere grottesche i
Druidi ritornavano al villaggio illuminando il loro cammino con lanterne
costituite da cipolle intagliate al cui interno erano poste le braci del Fuoco
Sacro.