You are on page 1of 1

Il volto di Ges si accosta a quello di Adamo; sono cos

uniti che locchio del Figlio di Dio si confonde con quello


delluomo, simbolo di tutta lumanit, di ieri e di oggi.
Anche nella realt il volto di Adamo frutto di tante
tessere, che sono le nostre immagini; siamo noi, ora, come le diverse persone che si trovano vicini al Maestro,
alluomo reietto, al condannato, nel racconto dellevangelista. Un volto che composto dai tanti diversi
modi di comparire in questa scena e di vivere il nostro
ruolo di protagonisti o di comparse. Unumanit caleidoscopio di tante storie, e di diversi atteggiamenti che
maturano rispetto al dono di Dio, manifestato in Ges

Nella storia raccontata dallevangelista ognuno manifesta un suo giudizio sulluomo che porta la Croce:
sia chi si mettere addosso il patibolo di questo condannato, sia i due che sono condotti alla stessa collina per
subire la medesima sorte, sia quelli che li conducono,
certamente estranei alle tante discussioni che negli ultimi tempi sono fiorite sul ruolo e sul valore di questo
Nazareno, che viene presentato nel titolo di condanna
affisso sulla sommit del palo orizzontale come Re
dei Giudei. C chi dice mi piace e altri no
Ci sono quelli che si battono il petto e restano lontani, forse per paura di venir inclusi nel gruppo dei
discepoli e subire la stessa fine del Maestro, e ci sono quelli che invece vedono in un compagno di
sventura la vera soluzione ad una vita buttata
via, come il ladro che smentisce il suo compagno e
si apre con totale fiducia al terzo, posto in mezzo
a loro, quasi a dividerli non tanto in buoni e cattivi, quanto in chi contesta fino alla fine con protervia e chi invece almeno alla fine esercita lumilt
di chiedere un dono: poter morire in pace, riconciliati con quanti nella vita non hanno cercato come
aiuto, non hanno seguito come modelli, non hanno rispettato come fratelli. La salvezza per gli uni e per gli altri, anche per il Centurione pagano, ma
primo dei credenti, che riconosce in Ges il giusto messo a morte per i peccatori, lAgnello sacrificato per
la salvezza del gregge un gregge allargato allumanit ad ogni Adamo di ieri e di oggi