P. 1
Olio essenziale

Olio essenziale

|Views: 163|Likes:
Published by Ultralord

More info:

Published by: Ultralord on May 23, 2008
Copyright:Attribution Non-commercial

Availability:

Read on Scribd mobile: iPhone, iPad and Android.
download as DOC, PDF, TXT or read online from Scribd
See more
See less

08/31/2014

pdf

text

original

Olio essenziale

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Gli oli essenziali o oli eterici sono prodotti ottenuti per estrazione a partire da materiale vegetale aromatico, ricco cioè in "essenze". Le essenze vengono prodotte dalle piante per molteplici ragioni, ed in alcuni casi forse anche come scarti. Le ipotesi più forti vogliono che le essenze svolgano funzione allelopatica, antibiotica, attrazione degli impollinatori, intermediari di reazioni energetiche.
Indice
[nascondi]

1 Tecnologia di produzione degli oli essenziali • 2 Uso antico degli oli essenziali • 3 Uso moderno degli oli essenziali • 4 Qualità degli oli essenziali • 5 Fonti

6 Voci correlate

Tecnologia di produzione degli oli essenziali [modifica]

Distillazione a vapore di olio essenziale Gli oli essenziali come li conosciamo oggi sono un prodotto relativamente moderno. Nonostante il concetto di estrazione in corrente di vapore sia abbastanza antico e probabilmente sia stato sviluppato dai tecnologi arabi più di mille anni fa, questa tecnologia non fu mai utilizzata per isolare gli oli essenziali, bensì per ottenere le acque aromatiche, che erano considerate le vere "essenze"

delle piante. Soltanto con il progredire della tecnologia fu possibile isolare con sempre maggior efficienza gli oli essenziali ed iniziare ad utilizzarli. Le metodologie di estrazione accettate nella definizione di olio essenziale sono la distillazione in corrente di vapore (che si distingue poi in distillazione nella quale il materiale è immerso in acqua e distillazione nella quale il materiale è sospeso sopra alla fonte di vapore), la spremitura a freddo (delle bucce o epicarpo dei frutti del genere Citrus), e per alcune autorità anche la distillazione a secco o distruttiva (usata ad esempio per ottenere l’olio di cade a partire da Juniperus oxycedrus). L'olio essenziale è quindi un estratto fitochimico selettivo, nel senso che un particolare gruppo fitochimico è scelto e selettivamente rimosso dalla pianta. Vale la pena sottolineare che l'estratto è altamente selettivo, dato che isola una componente minortitaria della pianta (mediamente dallo 0,01% al 2%). Le essenze contenute nelle piante sono la fonte degli oli essenziali come prodotto, ma non sono completamente sovrapponibili ad essi dal punto di vista chimico, dato che gli oli essenziali contengono solo le molecole volatili alle condizioni di estrazione e idrofobiche (le molecole volatili ed idrofiliche si perdono nelle acque aromatiche).

Uso antico degli oli essenziali [modifica]
Non esiste un uso antico degli oli essenziali, se per antichità ci riferiamo all'antichità classica. I profumi o gli oli profumati di cui si parla nei documenti di origine mesopotamica ed egiziana, e poi greco-romana, sono da intendersi come oleoliti (estrazione delle essenze tramite macerazione in olio) o come resine grezze (ad esempio incenso, mirra, sandalo, ecc.). Gli utilizzi medico-religiosi o razionali delle piante aromatiche in antichità si riferiscono all'utilizzo della pianta in toto e non all'olio essenziale.aa

Uso moderno degli oli essenziali [modifica]
Per approfondire, vedi la voce aromaterapia.

La convenzione farmaceutica usa per questa preparazione galenica il termine "Aeth." oppure "Ethan." Esempio: Rp. Rafreddore Aeth. Rosmarini 20 ml D.S. Spalmare ogni ora 1 goccia sotto le narici e sui lobi nasali. Attenzione! Gli olii essenziali sono miscele complesse e concentrate di sostanze chimiche: l'uso senza la supervisione di un medico può essere pericoloso: l'applicazione di olii essenziali puri sulla pelle può portare a infiammazioni e lesioni della cute, la loro ingestione (a seconda del tipo di olio e della quantità ingerita) è potenzialmente mortale.

Qualità degli oli essenziali [modifica]
La qualità di un olio essenziale (come di qualsiasi estratto di piante medicinali) dipende della qualità delle piante usate e dalle capacità del distillatore. Un metro di giudizio parziale ma che ci può dare una prima indicazione è la qualità dell’etichettatura. Una etichettatura completa e professionale dovrebbe comprendere: nome botanico (e nome popolare), eventuale caratterizzazione chemiotipica, parte della pianta usata, luogo di raccolta, metodo di estrazione, data di estrazione, eventuali operazioni effettuate sull’olio grezzo (deterpenazione, ecc.), cautele (uso interno, bambini,

gravidanza, ecc.). In caso di dubbio il vostro fornitore dovrebbe essere in gradi di mostrarvi documentazione che mostri l’originalità del prodotto.

You're Reading a Free Preview

Download
scribd
/*********** DO NOT ALTER ANYTHING BELOW THIS LINE ! ************/ var s_code=s.t();if(s_code)document.write(s_code)//-->