P. 1
Green Economy

Green Economy

|Views: 27|Likes:
Published by SolartecMed

More info:

Published by: SolartecMed on May 13, 2010
Copyright:Attribution Non-commercial

Availability:

Read on Scribd mobile: iPhone, iPad and Android.
download as PDF, TXT or read online from Scribd
See more
See less

05/13/2010

pdf

text

original

L’Albaria, Associazione Sportiva Dilettantistica, organizza la XXV edizione del World Festival on the Beach 2010, che si svolgerà

nella meravigliosa cornice di Mondello, località balneare alle porte di Palermo, dal 15 al 23 maggio 2010. Il grande sport e gli spettacoli musicali, dal programma a “sorpresa”, costituiscono la formula che ha decretato, unito alla qualità dell’evento, il successo del World Festival on The Beach da ormai 25 anni. L’evento, che accoglie un numero sempre maggiore di appassionati e turisti attratti dalla particolare bellezza paesaggistica dei luoghi dove si svolge e della vicinanza della Città di Palermo con i suoi monumenti e le sue risorse culturali ed ambientali, ha coniugato nel tempo i tre attrattori principali della manifestazione tra sport, ambiente e cultura. Tornano i campioni del WINDSURF con le competizioni a squadre per la classe Olimpica RS:X e la giovanile Techno 293, quelli della VELA con i 49er e la classica Palermo-Mondello Sprint, le spettacolari esibizioni di KITESURFING, SURF e WAKEBOARD. Una settimana di sport con l’intrattenimento musicale fra classica, Jazz, Pop e l’energia della dance. La pubblica piazza di Valdesi a Mondello, è il cuore pulsante di tutte le manifestazioni del World Festival on The Beach, dominata dalla storica Villa Gregorietti, quartier generale dell'evento. La manifestazione, di pubblico interesse, che ospita le varie iniziative nel rispetto assoluto della naturale vocazione del luogo, si svolge in un area demaniale cittadina, senza precludere la normale fruizione pubblica, non limitandola con accessi o ingressi. Nell’edizione 2010 particolare risalto verrà dato alle tematiche legate all’ambiente, al mare e alla cultura. Grazie all’accordo siglato con il CETRI, Circolo Europeo di Terza Rivoluzione Industriale, verrà creata un’area tematica sulle energie rinnovabili, con una esposizione visiva di impianti fotovoltaici di vari tipi ed elettrolizzatori e celle a combustibili (fuel cell), contestualmente verranno

organizzate visite guidate per migliaia di studenti siciliani e verranno divulgate dvd multimediali. L’Albaria si è già adoperata con il Provveditorato agli studi di Palermo, per coinvolgere le scolaresche di tutte le province siciliane in un circuito che possa esaltare “sport, ambiente e cultura del mare” proponendo l’iniziativa del battesimo della vela (Progetto Vela-scuola con la FIV) insieme ad un circuito di sensibilizzazione ai temi dell’ambiente con il CETRI e della cultura con le iniziative della Soprintendenza del Mare. Con l’Associazione degli Albergatori è stata stipulata una convenzione, per coinvolgere, tutti i turisti alloggiati negli alberghi di Palermo e provincia proponendo dei corsi gratuiti in barca a vela ed il coinvolgimento alle varie iniziative della manifestazione. Tutto ciò premesso, si chiede a Codesti Spettabili Dipartimenti, di volere aderire all’iniziativa, concedendo il patrocinio ed adoperandosi, ognuno per le proprie competenze, a promuovere la partecipazione degli alunni degli Istituti tecnici dell’Isola, degli Enti di Formazione e delle Aziende Siciliane del settore. Si propone la realizzazione di un convegno specifico sui temi legati strettamente all’energia da fonti rinnovabili, di cui di seguito troverete il programma.

Il contesto europeo e nazionale.
L’Europa ha stabilito obiettivi ambiziosi sul piano energetico climatico, il cosiddetto 20-20-20, ossia il raggiungimento degli obiettivi di riduzione del 20 % rispetto ai livelli del 1990 delle emissioni di gas clima-alteranti (cioè: l’anidride carbonica; il metano; il protossido di azoto; gli idro-fluoro-carburi; i per-fluoro-carburi, l’esa-fluoruro di zolfo), l’aumento di 20 % dell’efficienza nel consumo di energia, e la soglia del 20 % di energia da fonti rinnovabili, il tutto entro il 2020. Il nucleare non è previsto fra le tecnologie energetiche ammesse per il raggiungimento degli obiettivi di riduzione dei gas clima-alteranti, né è considerato una fonte rinnovabile di energia.

La Terza Rivoluzione Industriale
Jeremy Rifkin ha introdotto anche nell'Area del Mediterraneo il concetto di un nuovo modello energetico basato sulle risorse di cui abbiamo il controllo (il sole, il vento, l’acqua, la terra), piuttosto che sulle risorse di cui non disponiamo (fossili, uranio). Questo nuovo modello energetico, è decentrato e interattivo (una sorta di internet dell’energia in cui tutti i cittadini, le imprese, gli uffici pubblici siano non solo consumatori ma anche produttori di energia come per l’informazione su You-tube o Face-book), e dunque riveste grande interesse per gli enti locali, perché mette la generazione dell’energia alla loro portata restituendo loro protagonismo, e implica una alta intensità di lavoro anziché di capitali rispetto alle energie tradizionali, creando sviluppo, crescita economica, occupazione e innovazione tecnologica. Questo modello energetico, per poter funzionare adeguatamente, deve “mettere a regime” le energie rinnovabili, colmarne le naturali intermittenze di flusso produttivo, massimizzarne la raccolta, l’accumulo e la distribuzione minimizzando inefficienze e dispersioni e privilegiando l’auto-consumo. In tal modo sarà possibile raggiungere quella soglia critica del 20 % prevista dall’Europa con il suo pacchetto clima-energia approvato durante la Presidenza Francese a dicembre scorso. In questo sforzo, I paese del Mediterraneo possono fare la loro parte solo se riuscirà a integrare un nuovo modo di produrre energia dalle fonti rinnovabili, con nuovi modi di accumularla attraverso l’idrogeno, le costruzioni a energia positiva e a distribuirla attraverso le reti intelligenti.

Il fattore umano
Ma il fattore critico per realizzare questo ciclo virtuoso dell’energia sul territorio rimane “il fattore umano”. Se non si crea una nuova generazione di professionisti dell’energia competenti in tutte le suddette nuove tecnologie e ben radicati nel territorio, le capacità industriali di produrre pannelli, turbine e celle a idrogeno eccederanno presto le possibilità e capacità di installazione sul territorio.

Si creeranno così lunghe liste d’attesa per tali tecnologie, che frustreranno i consumatori e restringeranno il mercato, in definitiva rendendo impossibile il raggiungimento di quella massa critica che permette di creare sostanziose economie di scala, con conseguente caduta dei prezzi e aumento della qualità dell’offerta come è già avvenuto nel mondo dell’informatica o della telefonia mobile. Per questa ragione si deve cominciare dalla formazione e dalla riqualificazione professionale. Uno dei fattori di maggiore criticità per la rapida espansione di tali tecnologie è, come indicato prima, il capitale umano. Infatti mentre le imprese si stanno rapidamente attrezzando sia con la ricerca che con apposite riconversioni tecnologiche per la produzione dei nuovi sistemi di produzione energetica decentrati non altrettanto velocemente procede la formazione di tecnici e installatori sul territorio dove queste nuove tecnologie andranno a diffondersi rischiando di creare una strozzatura distributiva che potrebbe vanificare lo sforzo produttivo delle nuove industrie energetiche proposto dall’Europa. Per ovviare a questo inconveniente, bisogna procedere dunque in parallelo e molto rapidamente con un programma volto a creare le competenze sul territorio per acquisire a livello locale le competenze professionali che siano pronte a assemblare, installare, riparare e sostituire le componenti delle nuove tecnologie energetiche di terza rivoluzione industriale, mentre l’industria mondiale si prepara a immettere sul mercato. L’investimento formativo in queste tecnologie sarà determinante anche per attirare investimenti industriali nel settore: una azienda di Solar Cooling o di celle a idrogeno sarà più motivata a installarsi su un determinato territorio, se questo territorio può offrire una manodopera qualificata già formata, o in avanzato stato di formazione su tali nuove tecnologie energetiche. Fino a ora quando si parlava di tecnici dell’energia si intendeva: “fisico nucleare” o “ingegnere petrolifero”, perché le fonti energetiche di riferimento erano quelle concentrate (carbone, petrolio, gas e uranio) la cui manipolazione costituiva operazione di una certa delicatezza, e il cui sfruttamento presupponeva enormi investimenti finanziari, infrastrutturali geo-politici e anche militari. Nel nuovo scenario energetico basato sulle fonti distribuite (sole, vento, acqua, terra) i tecnici dell’energia saranno quelli che sanno manipolare le tecnologie che sfruttano tali fonti. È dunque fondamentale preparare tali nuove figure professionali nel Area del Mediterraneo anticipando questo nuovo mercato dell’energia e del lavoro, Oggi, con l'aumentare della consapevolezza “empatica” che il cambiamento climatico sta minando le condizioni per la sopravvivenza della razza umana nella biosfera terrestre, il rapido ritorno a una economia basata sull'energia di origine solare diventa affare di tutti e non più affar di pochi specialisti e addetti ai lavori. Per questo il Windsurf World Festival ritiene simbolico coinvolgere tutto il suo pubblico in una riflessione collettiva sull'energia prodotta da quelle stesse fonti che sono alla base degli sport che si celebrano da venticinque anni a Mondello. Questa riflessione prende la duplice forma di una conferenza divulgativa-espositiva sulla spiaggia di Mondello sui nuovi mestieri dell'energia di Terza Rivoluzione Industriale e di un workshop che mette a confronto rappresentanti degli enti che si sono particolarmente contraddistinti sul territorio siciliano nella ricerca energetica (università, ENEA, CNR) con personalità internazionali protagoniste nel settore delle nuove tecnologie energetiche a disposizione di tutti.

TERZA RIVOLUZIONE INDUSTRIALE E NUOVI MESTIERI
Congresso Giovedì 20 Maggio 2010 ore 10:30 presso l'Addaura Hotel – Palermo
Anton Milner Imprenditore del fotovoltaico-former CEO of Q-Cell “La creazione di impresa a monte e a valle della filiera del fotovoltaico. Come si diventa produttori e installatori di pannelli fotovoltaici” Gianfranco Rizzo Energy Manager Università di Palermo DREAM - Dipartimento Ricerca Energetica Ambientale “La Ricerca e l'insegnamento universitario per i mestieri della Terza Rivoluzione Industriale” Vincenzo Antonucci Istituto Nicola Giordano ITAE – CNR di Messina “La ricerca e la sperimentazione del CNR per sostenere l'impresa energetica siciliana” Livio De Santoli Delegato all'energia del Comune di Roma-Energy Manager della Sapienza “L'esperienza delle isole dell'energia e il Master Plan di Terza Rivoluzione Industriale di Roma 2020.” Francesco Cappello ENEA - Centro di Consulenza Energetica della Sicilia “Il contributo delle tecnologie energetiche avanzate per rinnovare la formazione professionale siciliana” Peter Marchl Resp. Tecnico SolartecMed , “I Nuovi Mestieri delle Rinnovabili” Conclusioni Rossana Interlandi Dirigente Generale Dipartimento Energia-Regione Siciliana • • • • Investimenti Formazione professionale mirata Modelli di sviluppo sostenibili Posti di lavoro Moderatore Presidente del Circolo Europeo per la Terza Rivoluzione Industriale Direttore dell'ufficio di Jeremy Rifkin a Bruxelles

Angelo Consoli

THIRD INDUSTRIAL REVOLUTION AND NEW JOBS
Congress Thursday, May 20, 2010 10:30
Addaura Hotel - Palermo
Anton Milner Photovoltaic business leader-former CEO of Q-Cell “How to create your own company all along the photovoltaic value added chain Becoming PV modules producer and installer” Gianfranco Rizzo Energy Manager Università di Palermo DREAM - Dipartimento Ricerca Energetica Ambientale “University Research and teaching for the Third Industrial Revolution Jobs” Vincenzo Antonucci Istituto Nicola Giordano ITAE – CNR di Messina “CNR research and experimentation to support the Sicilian energy companies “ Livio De Santoli Energy coordinator for the City of Rome-Energy Manager of Rome University La Sapienza “The “Islands of energy” experience and the Rome 2020 Third Industrial Revolution energy Master Plan” Francesco Cappello ENEA “The contribution of advanced energy technologies to support the reform of the Sicilian professional training. “ Peter Marchl “Technical Manager SolartecMed Italia, New Jobs from Renewables” Conclusions Rossana Interlandi Director General Energy department – Sicilian Region • • • • Investments Specific Professional training Sustainable growth models New jobs

Angelo Consoli
President of the Third Industrial Revolution European Society C.E.T.R.I. Director of Jeremy Rifkin Brussels office

Moderator

You're Reading a Free Preview

Download
scribd
/*********** DO NOT ALTER ANYTHING BELOW THIS LINE ! ************/ var s_code=s.t();if(s_code)document.write(s_code)//-->