P. 1
MDDslideCap2omegaPermutazioniComplete_PAGWEB

MDDslideCap2omegaPermutazioniComplete_PAGWEB

|Views: 1|Likes:
Published by Valerio Valvo

More info:

Published by: Valerio Valvo on Oct 22, 2010
Copyright:Attribution Non-commercial

Availability:

Read on Scribd mobile: iPhone, iPad and Android.
download as PDF, TXT or read online from Scribd
See more
See less

08/03/2013

pdf

text

original

Permutazioni complete

Modelli Dinamici Discreti
Franco Tomarelli
Dipartimento di Matematica “Francesco Broschi”
Politecnico di Milano
MDD : 8 cfu - LS
MDD.Permutazioni complete
Permutazioni complete
1
Permutazioni complete
MDD.Permutazioni complete
Permutazioni complete
Permutazioni complete
Molti problemi di natura combinatoria possono essere ricondotti alla
soluzione di equazioni ricorsive.
Esercizio: permutazioni complete
contare tutte le A
n
permutazioni di n elementi
che non ne lasciano fisso nessuno
A
n
= subfattoriale di n := n¡
A
n
risolve n! =
n
¸
0

n
k

A
k
A
n
verifica altre relazioni ricorsive più semplici, che possono essere
esplicitate o descrivano l’andamento asintotico di A
n
?
MDD.Permutazioni complete
Permutazioni complete
Se si mescola un mazzo di carte appena estratto dalla confezione
Quale è la probabilità che nessuna carta occupi la posizione che
aveva nella confezione?
Qual è l’andamento di tale probabilità al crescere del numero di
carte?
Tale probabilità ha limite per n → +∞ ?
MDD.Permutazioni complete
Permutazioni complete
Denotiamo con P
n
il numero delle permutazioni σ di n elementi (cioè
le applicazioni iniettive e surgettive dell’insieme {1, . . . , n} in sé
stesso):
P
n
= n! = n(n −1)(n −2) · · · 3 · 2 · 1
Denotiamo con A
n
il numero delle permutazioni che sono complete,
cioè quelle permutazioni σ che non lasciano fisso alcun elemento:
σ(k) = k ∀ k
Denotiamo con D
n
il numero delle permutazioni che lasciano fisso
almeno un elemento (D
n
= n! −A
n
)
Problema 1 - Calcolare A
n
.
Problema 2 - Calcolare D
n
.
Problema 3 - Scelta a caso una permutazione σ di n elementi,
calcolare la probabilità che sia completa.
MDD.Permutazioni complete
Permutazioni complete
n 0 1 2 3 4 5 6 7
P
n
1 1 2 6 24 120 720 5040
A
n
1 0 1 2 9 44 265 1854
F
n
0 1 1 2 3 5 8 13
A
n
sembra crescere rapidamente, ma con minore velocità rispetto al
fattoriale P
n
.
Sicuramente le permutazioni complete di n elementi comprendono le
n −1 permutazini cicliche diverse dall’identità, ma ve ne sono anche
molte altre.
MDD.Permutazioni complete
Permutazioni complete
Proviamo
A
n
= (n −1) (A
n−1
+ A
n−2
) n ≥ 2
Infatti ogni permutazione contata da A
n
o
scambia il primo elemento con un altro (vi sono n −1 scelte
possibili per l’altro elemento , poi A
n−2
possibili permutazioni
complete dei rimanenti n −2 elementi), oppure
non vi è scambio (trasposizione) del primo elemento con un
altro: dunque scelta σ(1) (vi sono n −1 modi possibili) per i
rimanenti elementi (diversi da 1) vi sono esattamente A
n−1
collocazioni possibili (restrizione σ(σ(1)) = 1)
MDD.Permutazioni complete
Permutazioni complete
Siamo condotti a studiare
Problema 4
A
n
= (n −1) (A
n−1
+ A
n−2
)
A
0
= 1, A
1
= 0
equazione alle differenze lineare a due passi
a coefficienti non costanti.
È una variante della successione di Fibonacci
F
n
= F
n−1
+ F
n−2
, F
0
= 0, F
1
= 1. Dunque, a causa del
coefficiente (n −1), A
n
cresce più rapidamente di F
n
.
Osserviamo che anche il fattoriale P
n
risolve la stessa equazione
alle differenze ma con diverse condizioni iniziali:
P
n
= (n −1) (P
n−1
+ P
n−2
) , P
0
= 1, P
1
= 1
La piccola differenza iniziale sembra comportare una grande
differenza al crescere di n (A
n
<< P
n
)
MDD.Permutazioni complete
Permutazioni complete
Alternativamente cercare una equazione alle differenze più semplice
o ad un passo che sia risolta da A
n
.
La presenza di coefficienti non costanti (dipendenti da n) rende
delicata la soluzione del Problema 4 (problema con 2 condizioni
iniziali per una equazione lineare omogene a due passi a coefficienti
non costanti).
Noi conosciamo già una soluzione di X
n
= (n −1) (X
n−1
+ X
n−2
) :
X
n
= P
n
= n!
cioè quella che corrisponde alle condizioni iniziali X
0
= 1, X
1
= 1.
La teoria generale assicura che la conoscenza di due soluzioni
indipendenti dell’equazione consente di esprimere la soluzione
generale in forma non ricorsiva, per ogni scelta dei dati iniziali X
0
, X
1
.
MDD.Permutazioni complete
Permutazioni complete
A
n
è linearmente indipendente da P
n
. Nel caso in esame la matrice di
Casorati di indice 0 è particolarmente semplice (2 passi, matrice 2x2):
W
0
=
¸
A
0
P
0
A
1
P
1

=
¸
1 1
0 1

e il determinante è diverso da 0 (det W
0
= 0 = W
k
, ∀k).
Dunque se si esplicita A
n
si ha non solo la soluzione dei Problemi 1,
2 e 4, ma anche la soluzione esplicita (per ogni scelta di X
0
, X
1
) di

X
n
= (n −1) (X
n−1
+ X
n−2
)
X
0
, X
1
assegnati
MDD.Permutazioni complete
Permutazioni complete
Stime di A
n
Si possono provare le stime
(n −1)! < A
n
< n! ∀n ≥ 2
Infatti A
n
e P
n
= n! verificano la stessa equazione alle differenze a
coefficenti positivi nel secondo membro; dunque da A
0
= P
0
e
A
1
< P
1
segue A
n
< n! , ed il fatto che A
n
> 0 ∀n ≥ 2.
Ne segue anche
A
n
= (n −1)A
n−1
+(n −1)A
n−2
> (n −1)A
n−1
> (n −1)(n −2)A
n−2
>
> ... > (n −1)(n −2) . . . 3 · 2 · A
2
= (n −1)!
MDD.Permutazioni complete
Permutazioni complete
Le stime provate ((n −1)! < A
n
< n! ∀n ≥ 2) sono interessanti,
benché poco accurate: danno informazioni circa la rapida crescita di
A
n
in funzione di n.
Purtroppo ci dicono anche che A
n
(come pure P
n
= n!)
non è Z trasformabile (infatti limsup
n

|(n −1)!| = +∞).
E neppure la funzione generatrice associata converge in alcun disco
aperto di C.
MDD.Permutazioni complete
Permutazioni complete
Rimedio - cambio di incognita: la successione
G
n
=
A
n
n!
è limitata uniformemente in n e dunque è Z trasformabile.
Ricordiamo che convenzionalmente si è posto:
0! = 1, A
0
= 1
(in modo che sia verificata: A
2
= (2 −1)A
1
+ (2 −1)A
0
).
dividendo l’equazione alle differenze e le condizioni iniziali per n!
otteniamo il problema risolto da G
n
:

G
n+2
=
n + 1
n + 2
G
n+1
+
1
n + 2
G
n
G
0
= 1, G
1
= 0
MDD.Permutazioni complete
Permutazioni complete
n 0 1 2 3 4 5 6 7
A
n
1 0 1 2 9 44 265 1854
G
n
1 0 1/2 1/3 3/8 11/30 53/144 103/280
MDD.Permutazioni complete
Permutazioni complete
Riscriviamo in forma più comoda il problema risolto da G
n
:

(n + 2) G
n+2
= (n + 1) G
n+1
+ G
n
G
0
= 1, G
1
= 0
e cerchiamo di risolverlo con la Z trasformata.
Poiché i coefficienti non sono costanti ma sono funzioni polinomiali
nell’indice, la trasformata dell’equazione alle differenze (anziché una
equazione algebrica nella trasformata dell’incognita) sarà una
equazione differenziale nella trasformata dell’incognita.
MDD.Permutazioni complete
Permutazioni complete
G è una successione limitata.
1/n < G
n
< 1, ⇒
n

G
n
→ 1
g(z) = Z{G} =
+∞
¸
n=0
G
n
z
n
è analitica in {z ∈ C : |z| > 1}
Z{n G
n
} = −z
d
dz
g(z)
Z{X
n+1
} = z x(z) − z X
0
Z{X
n+2
} = z
2
x(z) − z
2
X
0
− z X
1
Z{(n + 2) G
n+2
} = z
2
(−z g

) − z
2
· 0 · G
0
− z · 1 · G
1
= −z
3
g

Z{(n + 1) G
n+1
} = z (−z g

) − z · 0 · G
0
= −z
2
g

MDD.Permutazioni complete
Permutazioni complete
Problema trasformato
Z trasformando il problema in G otteniamo l’equazione differenziale
lineare a coefficienti non costanti
(ma analitici e degeneri solo in 0)
nell’incognita g olomorfa in {z ∈ C : |z| > 1}:
−z
3
g

= −z
2
g

+ g
L’equazione differenziale del primo ordine ha infinite soluzioni
olomorfe
(si può risolvere univocamente il problema di Cauchy con qualunque
dato iniziale g
0
a partire da ogni punto z
0
= 0).
Occorre un valore di g per selezionare l’unica soluzione dell’O.D.E.
che è anche la trasfomata di G : Lo sviluppo g(z) =

¸
0
G
n
/z
n
assicura (Teorema del valore iniziale) che esiste
lim
|z|→+∞
g(z) = G
0
= 1
MDD.Permutazioni complete
Permutazioni complete
Scriviamo il problema in forma normale:

g

+
1
z
2
(z −1)
g = 0 |z| > 1
lim
|z|→+∞
g(z) = 1
MDD.Permutazioni complete
Permutazioni complete
g(z) = 1 · exp

z

dw
w
2
(w −1)

=
∀z ∈ C si integra lungo la retta{tz : t ∈ R, t > 1}
= exp

z


1
w

1
w
2
+
1
w −1

dw

=
non si disaccoppiano i due termini: ln
z
z −1
=

z

−1
w
2
−w
= exp

ln
z
z −1

1
z

=
z
z −1
e
−1/z
MDD.Permutazioni complete
Permutazioni complete
Sviluppiamo in serie di potenze di 1/z :
g(z) =
z
z −1
e
−1/z
=
1
1 −1/z
exp(−1/z) =

¸
m=0
1
z
m

¸
k=0
(−1)
k
k! z
k
=
prodotto secondo Cauchy di due serie
convergenti assolutamente in {|z| > 1}
=

¸
n=0

n
¸
k=0
(−1)
k
k!

1
z
n
=

¸
n=0
G
n
z
n
G = Z
−1
{g}
G
n
=
n
¸
k=0
(−1)
k
k!
MDD.Permutazioni complete
Permutazioni complete
G
n
=
n
¸
k=0
(−1)
k
k!
e da A
n
= n!G
n
otteniamo il :
Numero delle permutazioni complete
A
n
= n!
n
¸
k=0
(−1)
k
k!
Numero di permutazioni di n elementi che ne lasciano fisso almeno 1
D
n
= n!
n
¸
k=1
(−1)
k+1
k!
Abbiamo dunque risolto i problemi 1,2 e 4.
MDD.Permutazioni complete
Permutazioni complete
Abbiamo anche determinato la soluzione generale dell’equazione a
due passi:
X
n+2
= (n + 1) X
n+1
+ (n + 1) X
n
Infatti lo spazio 2 dimensionale delle soluzioni è generato dalle due
soluzioni linearmente dipendenti P
n
= n! ed A
n
.
MDD.Permutazioni complete
Permutazioni complete
relazione ricorsiva ad un passo per le permutazioni
complete
dalla coppia di relazioni

G
n
= G
n−1
+
(−1)
n
n!
A
n
= n! G
n
si deduce la relazione ad un passo:

A
n
= n A
n−1
+ (−1)
n
A
0
= 1
la cui validità può essere provata direttamente
(per induzione, sostituendo in A
n+2
= (n + 1)(A
n+1
+ A
n
))
e che si può risolvere anch’essa (e più facilmente) con la Z
trasformata.
MDD.Permutazioni complete
Permutazioni complete
Osserviamo che il numero A
n
delle permutazioni complete ed il
fattoriale P
n
verificano la stessa equazione ad un passo con lo stesso
dato iniziale:

A
n
− n A
n−1
= (−1)
n
n ≥ 1
A
0
= 1

P
n
− n P
n−1
= 0 n ≥ 1
P
0
= 1
ma nel caso del fattoriale l’equazione è omogenea.
questa unica differenza genera la crescita della differenza n! −A
n
all
crescere di n.
MDD.Permutazioni complete
Permutazioni complete
non dimentichiamo che A
n
è un numero intero !
Dallo sviluppo di Taylor dell’esponenziale con il resto di Lagrange,
∀n ≥ 1, ∃ϑ = ϑ(n) ∈ (0, 1):
1
e
=
n
¸
k
(−1)
k
k!
+
(−1)
n+1
e
−ϑ
(n + 1)!
si deduce una espressione del numero intero A
n
:
A
n
= n!

e
−1

(−1)
n+1
e
−ϑ
(n + 1)!

=
n!
e
+
(−1)
n
e
−ϑ
(n + 1)
e per la maggiorazione

(−1)
n
e
−ϑ
(n + 1)

<
1
(n + 1)

1
2
n ≥ 1
MDD.Permutazioni complete
Permutazioni complete
A
n
=
n!
e
+
(−1)
n
e
−ϑ
(n + 1)
A
n
è l’intero più vicino a
n!
e
e l’errore |A
n
−n!/e| è minore di 1/(2(n+1))
dunque
A
n
=

parte intera di
n!
e
se n dispari
parte intera di
n!
e
+ 1 se n pari
MDD.Permutazioni complete
Permutazioni complete
Ricapitolando
Se A
n
denota il numero n¡ di permutazioni di n elementi che non
lasciano alcuno di essi nella posizione iniziale:
A
n
= {σ ∈ S
n
: σ(k) = k, k = 1, 2, . . . , n}
Allora A
n
è l’intero più vicino ad n!/e (per ogni n ≥ 1) e
A
n
= n!
n
¸
k=0
(−1)
k
k!
=
n
¸
k=0
(−1)
k

n
k

(n−k)! =
n!
e
+
(−1)
n
e
−ϑ(n)
(n + 1)
n
¸
h=0

n
h

A
h
= n!
MDD.Permutazioni complete
Permutazioni complete
Possiamo infine dare risposta al Problema 3.
Probabilità che σ scelta a caso in S
n
non lasci fisso alcun elemento =
A
n
n!
=
1
e
+
(−1)
n
e
−ϑ(n)
(n + 1)!

1
e
con ottima approssimazione (errore < 1/(n + 1)!).
lim
n→+∞
A
n
n!
=
1
e
.
che corrisponde al 36, 78% dei casi.
MDD.Permutazioni complete
Permutazioni complete
Un approccio diretto di tipo combinatorio
Senza ricorrere alle equazioni alle differenze si può ottenere in modo
rapido ed elegante la relazione
A
n
= n!
n
¸
k=0
(−1)
k
k!
utilizzando il Principio di inclusione-esclusione per il conteggio degli
elementi di una unione di insiemi non necessariamente disgiunti.
Ad esempio, se A, B e C sono tre insiemi finiti, allora
(A∪B∪C) =

(A)+(B)+(C)

(A∩B)+(A∩C)+(B∩C)

+

(A∩B∩C)

MDD.Permutazioni complete
Permutazioni complete
Principio di inclusione-esclusione
In generale si può provare (per induzione) che, dati N insiemi finiti
E
k
, k = 1, ..., N, vale
Principio di inclusione-esclusione

¸
N

k=1
E
k
¸

=
=
N
¸
k=1
(E
k
) −
¸
k=h
(E
k
∩E
h
) + · · · + (−1)
N+1


N
k=1
E
k

MDD.Permutazioni complete
Permutazioni complete
A
n
= {σ ∈ S
n
: σ(k) = k, k = 1, 2, . . . , n} =
= n! −

n

k=1
{σ ∈ S
n
: σ lascia fissi esattamente k elementi}

=
= n! −
n

k=1
{σ ∈ S
n
: σ lascia fissi almeno k elementi }
I.E.
=
= n! −

n
¸
k=1
(−1)
k+1
{σ ∈ S
n
: σ lascia fissi almeno k elementi}

=
= n! −
n
¸
k=1
(−1)
k+1

n
k

(n −k)! = n! +
n
¸
k=1
(−1)
k
n!
k!
=
= n!
n
¸
k=0
(−1)
k
k!
MDD.Permutazioni complete
Permutazioni complete
N.B:
nella seconda riga della slide precedente, “esattamente" va
inteso nel senso seguente:
σ lascia fissi k elementi ed effettua una permutazione completa
dei rimanenti n −k;

{σ ∈ S
n
: σ lascia fissi almeno k elementi}) =

n
k

(n −k)!
MDD.Permutazioni complete

Permutazioni complete

1

Permutazioni complete

MDD.Permutazioni complete

Permutazioni complete

Permutazioni complete
Molti problemi di natura combinatoria possono essere ricondotti alla soluzione di equazioni ricorsive.

Esercizio: permutazioni complete contare tutte le An permutazioni di n elementi che non ne lasciano fisso nessuno An = subfattoriale di n := n¡
n

An risolve

n! =
0

n k

Ak

An verifica altre relazioni ricorsive più semplici, che possono essere esplicitate o descrivano l’andamento asintotico di An ?
MDD.Permutazioni complete

Permutazioni complete .Permutazioni complete Se si mescola un mazzo di carte appena estratto dalla confezione Quale è la probabilità che nessuna carta occupi la posizione che aveva nella confezione? Qual è l’andamento di tale probabilità al crescere del numero di carte? Tale probabilità ha limite per n → +∞ ? MDD.

Problema 3 . . calcolare la probabilità che sia completa.Calcolare Dn . n} in sé stesso): Pn = n! = n(n − 1)(n − 2) · · · 3 · 2 · 1 Denotiamo con An il numero delle permutazioni che sono complete. cioè quelle permutazioni σ che non lasciano fisso alcun elemento: σ(k ) = k ∀ k Denotiamo con Dn il numero delle permutazioni che lasciano fisso almeno un elemento (Dn = n! − An ) Problema 1 .Calcolare An .Scelta a caso una permutazione σ di n elementi. . MDD. .Permutazioni complete . Problema 2 .Permutazioni complete Denotiamo con Pn il numero delle permutazioni σ di n elementi (cioè le applicazioni iniettive e surgettive dell’insieme {1. .

Permutazioni complete . ma con minore velocità rispetto al fattoriale Pn . ma ve ne sono anche molte altre.Permutazioni complete n Pn An Fn 0 1 1 0 1 1 0 1 2 2 1 1 3 6 2 2 4 24 9 3 5 120 44 5 6 720 265 8 7 5040 1854 13 An sembra crescere rapidamente. MDD. Sicuramente le permutazioni complete di n elementi comprendono le n − 1 permutazini cicliche diverse dall’identità.

oppure non vi è scambio (trasposizione) del primo elemento con un altro: dunque scelta σ(1) (vi sono n − 1 modi possibili) per i rimanenti elementi (diversi da 1) vi sono esattamente An−1 collocazioni possibili (restrizione σ(σ(1)) = 1) MDD. poi An−2 possibili permutazioni complete dei rimanenti n − 2 elementi).Permutazioni complete Proviamo An = (n − 1) (An−1 + An−2 ) n≥2 Infatti ogni permutazione contata da An o scambia il primo elemento con un altro (vi sono n − 1 scelte possibili per l’altro elemento .Permutazioni complete .

P0 = 1.Permutazioni complete . F0 = 0. F1 = 1. An cresce più rapidamente di Fn . A1 = 0 equazione alle differenze lineare a due passi a coefficienti non costanti. È una variante della successione di Fibonacci Fn = Fn−1 + Fn−2 . Osserviamo che anche il fattoriale Pn risolve la stessa equazione alle differenze ma con diverse condizioni iniziali: Pn = (n − 1) (Pn−1 + Pn−2 ) . P1 = 1 La piccola differenza iniziale sembra comportare una grande differenza al crescere di n (An << Pn ) MDD. Dunque. a causa del coefficiente (n − 1).Permutazioni complete Siamo condotti a studiare Problema 4 An = (n − 1) (An−1 + An−2 ) A0 = 1 .

X1 .Permutazioni complete .Permutazioni complete Alternativamente cercare una equazione alle differenze più semplice o ad un passo che sia risolta da An . X1 = 1. La presenza di coefficienti non costanti (dipendenti da n) rende delicata la soluzione del Problema 4 (problema con 2 condizioni iniziali per una equazione lineare omogene a due passi a coefficienti non costanti). MDD. Noi conosciamo già una soluzione di Xn = (n − 1) (Xn−1 + Xn−2 ) : Xn = Pn = n! cioè quella che corrisponde alle condizioni iniziali X0 = 1. per ogni scelta dei dati iniziali X0 . La teoria generale assicura che la conoscenza di due soluzioni indipendenti dell’equazione consente di esprimere la soluzione generale in forma non ricorsiva.

Nel caso in esame la matrice di Casorati di indice 0 è particolarmente semplice (2 passi. matrice 2x2): W0 = A0 A1 P0 P1 = 1 0 1 1 e il determinante è diverso da 0 (det W0 = 0 = Wk . Dunque se si esplicita An si ha non solo la soluzione dei Problemi 1. X1 assegnati MDD. X1 ) di Xn = (n − 1) (Xn−1 + Xn−2 ) X0 .Permutazioni complete An è linearmente indipendente da Pn . ∀k ). 2 e 4.Permutazioni complete . ma anche la soluzione esplicita (per ogni scelta di X0 .

. dunque da A0 = P0 e A1 < P1 segue An < n! . > (n − 1)(n − 2) .. Ne segue anche An = (n − 1)An−1 + (n − 1)An−2 > (n − 1)An−1 > (n − 1)(n − 2)An−2 > > . . 3 · 2 · A2 = (n − 1)! MDD. ed il fatto che An > 0 ∀n ≥ 2. .Permutazioni complete .Permutazioni complete Stime di An Si possono provare le stime (n − 1)! < An < n! ∀n ≥ 2 Infatti An e Pn = n! verificano la stessa equazione alle differenze a coefficenti positivi nel secondo membro.

Permutazioni complete .Permutazioni complete Le stime provate ((n − 1)! < An < n! ∀n ≥ 2) sono interessanti. MDD. Purtroppo ci dicono anche che An (come pure Pn = n!) non è Z trasformabile (infatti lim sup n |(n − 1)!| = +∞). E neppure la funzione generatrice associata converge in alcun disco aperto di C. benché poco accurate: danno informazioni circa la rapida crescita di An in funzione di n.

A0 = 1 (in modo che sia verificata: A2 = (2 − 1)A1 + (2 − 1)A0 ).Permutazioni complete Rimedio .Permutazioni complete . Ricordiamo che convenzionalmente si è posto: 0! = 1 . dividendo l’equazione alle differenze e le condizioni iniziali per n! otteniamo il problema risolto da Gn :   Gn+2 = n + 1 Gn+1 + 1 Gn  n+2 n+2   G0 = 1 . G1 = 0 MDD.cambio di incognita: la successione Gn = An n! è limitata uniformemente in n e dunque è Z trasformabile.

Permutazioni complete .Permutazioni complete n An Gn 0 1 1 1 0 0 2 1 1/2 3 2 1/3 4 9 3/8 5 44 11/30 6 265 53/144 7 1854 103/280 MDD.

Permutazioni complete Riscriviamo in forma più comoda il problema risolto da Gn :   (n + 2) Gn+2 = (n + 1) Gn+1 + Gn  G0 = 1 .Permutazioni complete . Poiché i coefficienti non sono costanti ma sono funzioni polinomiali nell’indice. la trasformata dell’equazione alle differenze (anziché una equazione algebrica nella trasformata dell’incognita) sarà una equazione differenziale nella trasformata dell’incognita. MDD. G1 = 0 e cerchiamo di risolverlo con la Z trasformata.

Permutazioni complete . ⇒ n 1/n < Gn < 1 . +∞ Gn → 1 g(z) = Z{G} = n=0 Gn zn è analitica in {z ∈ C : |z| > 1} d g(z) dz Z{n Gn } = − z Z{Xn+1 } = z x(z) − z X0 Z{Xn+2 } = z 2 x(z) − z 2 X0 − z X1 Z{(n + 2) Gn+2 } = z 2 (−z g ) − z 2 · 0 · G0 − z · 1 · G1 = −z 3 g Z{(n + 1) Gn+1 } = z (−z g ) − z · 0 · G0 = −z 2 g MDD.Permutazioni complete G è una successione limitata.

Permutazioni complete Problema trasformato Z trasformando il problema in G otteniamo l’equazione differenziale lineare a coefficienti non costanti (ma analitici e degeneri solo in 0) nell’incognita g olomorfa in {z ∈ C : |z| > 1}: − z 3 g = −z 2 g + g L’equazione differenziale del primo ordine ha infinite soluzioni olomorfe (si può risolvere univocamente il problema di Cauchy con qualunque dato iniziale g0 a partire da ogni punto z0 = 0).Permutazioni complete .D. Occorre un valore di g per selezionare l’unica soluzione dell’O. ∞ che è anche la trasfomata di G : Lo sviluppo g(z) = 0 Gn /z n assicura (Teorema del valore iniziale) che esiste |z|→+∞ lim g(z) = G0 = 1 MDD.E.

Permutazioni complete .Permutazioni complete Scriviamo il problema in forma normale:  1   g + g = 0   z 2 (z − 1)   lim g(z) = 1   |z|→+∞ |z| > 1 MDD.

t > 1} z = exp − ∞ − 1 1 1 − 2 + w w w −1 z ∞ dw = non si disaccoppiano i due termini: ln z = z −1 z 1 = exp ln − z −1 z = z e−1/z z −1 −1 w2 − w MDD.Permutazioni complete .Permutazioni complete z g(z) = 1 · exp − ∞ dw w 2 (w − 1) = ∀z ∈ C si integra lungo la retta{tz : t ∈ R.

Permutazioni complete .Permutazioni complete Sviluppiamo in serie di potenze di 1/z : g(z) = z 1 e−1/z = exp(−1/z) = z −1 1 − 1/z ∞ m=0 1 zm ∞ k =0 (−1)k = k ! zk prodotto secondo Cauchy di due serie convergenti assolutamente in {|z| > 1} ∞ n = n=0 k =0 (−1)k k! 1 = zn ∞ n=0 Gn zn G = Z −1 {g} n Gn = k =0 (−1)k k! MDD.

MDD.Permutazioni complete n Gn = k =0 (−1)k k! e da An = n!Gn otteniamo il : Numero delle permutazioni complete n An = n! k =0 (−1)k k! Numero di permutazioni di n elementi che ne lasciano fisso almeno 1 n Dn = n! k =1 (−1)k +1 k! Abbiamo dunque risolto i problemi 1.Permutazioni complete .2 e 4.

Permutazioni complete .Permutazioni complete Abbiamo anche determinato la soluzione generale dell’equazione a due passi: Xn+2 = (n + 1) Xn+1 + (n + 1) Xn Infatti lo spazio 2 dimensionale delle soluzioni è generato dalle due soluzioni linearmente dipendenti Pn = n! ed An . MDD.

Permutazioni complete .Permutazioni complete relazione ricorsiva ad un passo per le permutazioni complete dalla coppia di relazioni  (−1)n  G = G  n n−1 + n!   An = n! Gn si deduce la relazione ad un passo:   An = n An−1 + (−1)n  A0 = 1 la cui validità può essere provata direttamente (per induzione. sostituendo in An+2 = (n + 1)(An+1 + An )) e che si può risolvere anch’essa (e più facilmente) con la Z trasformata. MDD.

questa unica differenza genera la crescita della differenza n! − An all crescere di n. MDD.Permutazioni complete .Permutazioni complete Osserviamo che il numero An delle permutazioni complete ed il fattoriale Pn verificano la stessa equazione ad un passo con lo stesso dato iniziale:  n≥1  An − n An−1 = (−1)n  A0 = 1 n≥1   Pn − n Pn−1 = 0  P0 = 1 ma nel caso del fattoriale l’equazione è omogenea.

∃ϑ = ϑ(n) ∈ (0.Permutazioni complete .Permutazioni complete non dimentichiamo che An è un numero intero ! Dallo sviluppo di Taylor dell’esponenziale con il resto di Lagrange. 1): 1 = e n k (−1)n+1 e−ϑ (−1)k + k! (n + 1)! si deduce una espressione del numero intero An : An = n! e−1 − (−1)n+1 e−ϑ (n + 1)! = n! (−1)n e−ϑ + e (n + 1) e per la maggiorazione (−1)n e−ϑ (n + 1) < 1 1 ≤ (n + 1) 2 n≥1 MDD. ∀n ≥ 1.

Permutazioni complete .Permutazioni complete n! (−1)n e−ϑ An = + e (n + 1) n! e e l’errore |An − n!/e| è minore di 1/(2(n+1)) An è l’intero più vicino a dunque  n!   se n dispari  parte intera di  e    parte intera di n! + 1  e se n pari An = MDD.

n} Allora An è l’intero più vicino ad n!/e (per ogni n ≥ 1) e n n An = n! k =0 (−1)k = k! (−1)k k =0 n k (n−k )! = n! (−1)n e−ϑ(n) + e (n + 1) n h=0 n h Ah = n! MDD. .Permutazioni complete Ricapitolando Se An denota il numero n¡ di permutazioni di n elementi che non lasciano alcuno di essi nella posizione iniziale: An = {σ ∈ Sn : σ(k ) = k . . . 2. . k = 1.Permutazioni complete .

Permutazioni complete . MDD. n→+∞ lim An 1 = . Probabilità che σ scelta a caso in Sn non lasci fisso alcun elemento = 1 (−1)n e−ϑ(n) 1 An = + ∼ n! e (n + 1)! e con ottima approssimazione (errore < 1/(n + 1)!). 78% dei casi. n! e che corrisponde al 36.Permutazioni complete Possiamo infine dare risposta al Problema 3.

Ad esempio.Permutazioni complete . se A.Permutazioni complete Un approccio diretto di tipo combinatorio Senza ricorrere alle equazioni alle differenze si può ottenere in modo rapido ed elegante la relazione n An = n! k =0 (−1)k k! utilizzando il Principio di inclusione-esclusione per il conteggio degli elementi di una unione di insiemi non necessariamente disgiunti. allora (A∪B∪C) = (A)+ (B)+ (C) − (A∩B)+ (A∩C)+ (B∩C) + (A∩B∩C) MDD. B e C sono tre insiemi finiti.

.. N.Permutazioni complete . .Permutazioni complete Principio di inclusione-esclusione In generale si può provare (per induzione) che. dati N insiemi finiti Ek . k = 1. vale Principio di inclusione-esclusione  N   ∪ Ek  = k =1 N = k =1 (Ek ) − k =h (Ek ∩Eh ) + · · · + (−1)N+1 ∩N=1 Ek k MDD..

. = = n! − n ∪ {σ ∈ Sn : σ lascia fissi almeno k elementi } = k =1 = n! − k =1 n (−1)k +1 {σ ∈ Sn : σ lascia fissi almeno k elementi} n k n = = n! − k =1 n (−1)k +1 (−1)k k! (n − k )! = n! + k =1 (−1)k n! = k! = n! k =0 MDD. .Permutazioni complete An = {σ ∈ Sn : σ(k ) = k . . . n} = n = n! − ∪ {σ ∈ Sn : σ lascia fissi esattamente k elementi} k =1 n I.E.Permutazioni complete . 2. k = 1.

“esattamente" va inteso nel senso seguente: σ lascia fissi k elementi ed effettua una permutazione completa dei rimanenti n − k . n {σ ∈ Sn : σ lascia fissi almeno k elementi}) = (n − k )! k MDD.Permutazioni complete N.B: nella seconda riga della slide precedente.Permutazioni complete .

You're Reading a Free Preview

Download
scribd
/*********** DO NOT ALTER ANYTHING BELOW THIS LINE ! ************/ var s_code=s.t();if(s_code)document.write(s_code)//-->