You are on page 1of 2

Strategie pubblicitarie a misura di target

di Simona Fiore

Una strategia pubblicitaria efficace è fondamentale affinché il messaggio che l’azienda vuole inviare al consumatore sia di

successo e ne soddisfi a pieno le esigenze.

Cos’è una strategia pubblicitaria? È la capacità di analisi di ogni azienda, grande o piccola che sia, delle potenzialità della propria

marca, del suo posizionamento sul mercato e della sua eventuale evoluzione. L’azienda e il consumatore sono gli attori principali e su di

essi si deve effettuare un bilancio preciso da cui ricavare le coordinate per progetti futuri. Chi sono i nostri consumatori? Cosa pensano

del nostro prodotto o servizio? Qual è il loro stile di vita? Quali sono i loro sentimenti nei confronti della nostra marca? Perché

dovrebbero scegliere la nostra azienda e non la concorrenza?

Tutte queste domande permettono all’azienda di capire meglio il proprio pubblico e di adeguare gli obiettivi aziendali proprio in base

all'evoluzione del target di riferimento.

“Norman Berry, quando era presidente esecutivo della Ogilvy & Mather a New York e direttore creativo mondiale, diceva: «dobbiamo

esigere quella grande libertà creativa che nasce da binari strategici d’acciaio».”: nessuna azienda che voglia promuovere il proprio

prodotto o il proprio servizio in maniera vincente può ignorare il contenuto di questa citazione.

Il rapporto tra azienda e consumatore è una vera e propria relazione e se le basi gettate saranno fin dall’inizio solide garantiranno un

rapporto proficuo e duraturo. Queste relazioni sono mutevoli e dinamiche e un’attenta analisi riesce ad anticipare il cambiamento,

assicurando all’azienda un legame duraturo con il proprio pubblico.

La strategia pubblicitaria analizza il presente per definire gli obiettivi futuri e una loro possibile realizzazione. Determinare l’evoluzione

della marca entro un tempo predefinito e stabilire in che modo influenzerà il suo pubblico di riferimento, è un elemento decisivo per il

successo di un prodotto o di un servizio.

Ed è qui che entra in gioco la comunicazione che si avvale di tutti i dati raccolti dall’analisi precedente e definisce quali canali siano

adatti per raggiungere in maniera diretta e seduttiva il pubblico di riferimento.

La comunicazione si è evoluta, e molti sono i casi in cui si scelgono strade alternative alla televisione e alla radio per pubblicizzare il

proprio prodotto o servizio. Internet è diventato un ottimo strumento di comunicazione, grazie ai social network quali MySpace e

YouTube è possibile farsi conoscere in maniera celere e soprattutto meno dispendiosa rispetto alla pubblicità televisiva.

Un esempio di comunicazione integrata, che sfrutta canali non convenzionali per raggiungere il proprio pubblico di riferimento è la

recente iniziativa promossa da Coca-Cola.

Il celebre marchio, per essere al passo coi tempi e per attirare sempre più teenager verso le sue bevande, ha progettato un social

network simil MySpace e Facebook solo per cellulari. Il progetto prevede un formato più facile da utilizzare sui cellulari e fornisce un

servizio con contenuti gratuiti.

La scorsa settimana il network è stato lanciato in Cina e entro il 22 giugno arriverà in America.

Strategia pubblicitaria su “binari d’acciaio” e comunicazione integrata sono risorse fondamentali di cui qualsiasi azienda grande o

piccola che sia, deve tener conto per posizionare la propria marca sul mercato in maniera duratura e vincente. torna su

Profilo autore
Simona Fiore, laureata in lingue e letterature straniere all' istituto universitario Orientale di Napoli. Da diversi anni si occupa di
comunicazione con particolare riferimento alle dinamiche comunicative legate al web. È Content Manager e traduttrice freelance per
diverse testate online.