You are on page 1of 7

34/ dossier / Babled, Nouvet et Reynaud Architecles I Esperimenti di soslembllità suburbana

Babled, Nouvet et Reynaud Architectes

Esperimenti di sostenibilità suburbana

/ Marco Moro / foto: Philippe Ruault /

High density housing in Montreuil and SI. Michel sur Orge


Two prOJectsof the Paris -based team formed by the
architects Thibaud Babled, Armand Nouvet and
Mare Reynaud, facing the issue of finding sustain­
able solutions for space consumption in a suburban
context. An accurate research on the articula tion of
private and public spaces and careful design of the
plans characterizes the approach by BNR, formulat­
/1/
ing an alternative to the widespread mode! of d,i',­
persed urbanization in the Tle de France region. The
social housing complex in Montreuil is crossed by a
pattern of pedestrian paths that remtnds the project
in Saintes published in the issue nr 30 of the maga ­
zine. In Saint Michel sur Orge the sustainable
approach is extended from tile rela tionshlp between
public and priva te space to the interior of tile single
residential unito A flexible living space wrapped by a
light bioclimatic envelope in wood and glass.

/1/ Inserirsi in un tessuto edili zio tipicamente suburbano, connotato Quind i da un utilizzo del suolo dove lo spre­

Montreuil, vista di un o dei percorsi


pedonali che attraversano l'isolato co di spa zio e la bassa densità abita tiva e edilizia sono la norma , proponendo nuove regole e soluzioni, in

A ~edBslriall palh crossing the un'ottica di sostenibi lità.

residOll/lal complex
I due progetti di Babled, Nouvet e Reynaud presentati in queste pagine affro ntano il tema a distanza di c irca

12/ dieci anni l' uno dall'altro. Testimon iano l'evo luzione di un approccio c he parte da un'attenzione principal­

All'interno deli'isolato
!rmer v;e-w of the c()mplex mente rivo lta ad un uso intelligente della ri sorsa suolo, fino ad arrivare ad una definizione sostenibile anche

dell 'oggetto edilizio. I contesti paesaggistici in cui i progetti si co llocan o so no relativame nte sim ili : aree subur­

/3/
Vista dai cortili circostanti bane o periferiche nella regione metropolitana di Parigi, con abitazioni preva lentem ente unifamiliari inserite

Vim lrom Ihe s/lrroand/ngs courtyard


in lotti perlopiù di piccole dimension i, dove l'ed ificio sorge in prossimità della strada, la sciando nella parte

in terna del terreno la maggior parte dello spazio non ed ificato .

Montreuil
A Montreuil siamo entro l'area urbana di Parigi, In una zona ch e si potrebbe definire di "periferia storica",
dove il passato rurale (orti, soprattu tto) del luogo è ormai testi moniato solo dalla forma stre tta e lunga delle
suddivisioni fondiari e. PropriO la forma dei lotti ha suggerito la soluzione che ha permesso ai progettisti di
inseri re una consiste nte volumetria senza al terare gli equilibri , senza prod urre quegli accostamenti tra edi ­
fi CI multipiano e case singole che costitu iscono una delle immagini ricorrenti della trasformazione delle are e
periurbane o subu rbane. I nuovi edifici hanno volumi che si articolano in uno o tre piani fuori terra, origi­
nando un tessuto a due livelli un "s uolo" mol to costruito e un li vello +1 dove i volumi sono più d istanziati.
361 dossier 1 Babled, Nouvet et Reynaud Architectes 1 Esperimenti di sosteniililira suilurbana

141

~ I


I

/ 5/ j -

r
'G.J

L..,'l

J t-, , .. 1-­

'. ~

/6/ 17 /

AI piano terra si trova no le abitazi on i più grandi, che I schecla progetto I ------------------
hanno il loro sistema di "respi razione " negli spazi
(a ree verdi pri vate, patio ce ntralel. Gli appartenenti
d i taglio medio o piccolo occ upano i plani superiori, Realizzazione di 36 alloggi sociali in aHitto con parking interrnto e sistemazione
degli esterni a Monlreull (F)
e godono qui ndi di viste più ampie sulla vege tazi one
Progello: Thibaud Babled, Armand Nouvet, Mare Reynaud archilectes, Parigi
che pu nteggia tutto l'intern o dell 'isola to.
Committente: OPHLM de la Ville de Montreuil
A caratteri zza re gli spazi semipubblic i sono i lunghi Concorso: 1997
"vicoli " , memoria dei sentieri tra gli orti , che attra­ Consulenza tecnica: BEeT
versa no tutto l'isolato, delimitati dai mu ri d i confine , Paesaggista: Frédéric Bonnel
ma a loro vo lta "vegetali zzati" per da re continuità Consegna edifici: ottobre 200 I
alla presenza del verde . Sistemazione esterni: gennaio 2002
Riutil izzan do la traccia del la struttura fo ndiari a ori gi­ Superficie terreno: 3.750 m'
naria , Babl ed, Nouvet e Reyna ud riescono a fo rmu­ Superficie edifici' 3.291 m'
Superficie esterni: 2.300 m'
lare un'ipotes i per un abitare intermedio , che integra
Superficie media per alloggio di spazio esterno di pertinel/za: circa uguale
elemen ti del modo di vita tipica mente suburbano con
alla superficie abitabile
ti pologie di al loggio più urbane, ra ggi ungendo l'obiet­ Costo edifici; 2.477 .296 Euro (753 Euro/m' , parking compreso )
ti vo d i un minore spreco di suolo senza compro met­ Costo estemi: 340.723 Euro
tere la qua lità degli spazi. Risultato a cui co ntr ibuisce
la rea li zzazione di un parking interrato che consen ­
te di non sp reca re suolo per la sosta delle auto.
l'archiletlura nalurale I 37

I ........... .....~m,m,p
lr: '"~'I;,~ ,r-~, ~'""::) ·:ç~ll----s.'··q./~'litI,'''',I;~'II~t
. tr'ut:!.~,r~;'i~!'::rii','il'~~·j-Ir
•. \'.~.,I 1IIIIIII!i:::I \11' l

,
,11J!:1. J - - 1,111111. I..' ,'.., .[ •

• 11t-;~ U--3~ .." · P.fI!llr~,~Ijl/IIIII!!iffitI 'l; '>A~2'W~-n"7;il" i 1Jr. '1?"' ~~ ~- ,IUft~~:tn~,~' l '''~ '! r;

i

,Om
I

, . J

191

~ q---l I~I
I

L
-1 I
\.-~ I

"'.L \ -.,-
./ \

ti
Il
.l,

-, r-! I II I

141 181

Sezione longitudinale Pian ta piano primo


LOllgi/udlllalsec/ioll Upper /loor plall
,I " " --
151
Vista dalla strada
191

Pianta piano terra


Viewlra /he road GrOUlld /loor pian

~ 161 110 I

~ ' ,I
Vista interna Piante di un edificio tipo
Inner !I;ew P/ans 01 a s/andard buildlllg

""""l;...:... , 171 1111

Planimetria generale Sezione


Generai p/ali See/,oll
110 I

38/ dossier / Babled, Nouvet et Reynaud Architectes / Esperimenti di sostenlbilità suuurbana

Saint Michel sur Orge


Nell'Intervento progettato per Saint Michel sur Orge , caldo e al freddo grazie alla flessibilità con cui pos­
/12-13-14-15/
SL Michel sur Orge.
20 km a sud della capitale , ti tema della densifica­ sono essere gestiti i suoi elementi una doppia pelle
Viste degli edifici che evidenziano
zlone del tessuto edilizio in un'area di espansione si con moduli trasparenti e opa chi che diventa serra in
la flessibilità d'uso dell'involucro
bioclimatico in legno
coniuga al la proposta di soluzioni sostenibili anche inverno o loggia aperta in estate.
St. M/chel sur Orge.
per quanto riguarda gli edificI e la configurazione Altro elemento qualificante del progetto è la propo­
VleViS 01 Ihe buildlnCs, sllOwing
tlìe Ilexibifìly 01Ihe bioelimatic
degli alloggi. sta di soluzioni abitative improntate alla massima
wood envelope
Il progetto prevede la realizzazione di 110 alloggi , flessibilità .

elevando drasticamente la densità abitati va e edilizia Le piante degli alloggi sono caratterizzate dalla ridu­

in un contesto dove l'abitare avviene prevalente­ zione all'essenziale degli elementi di partizione fissa:

mente in residenze individuali. L'impatto del nuovo "un nucleo, un mobile, una parete" è il principio

complesso è attenuato dalla frammentazione in ordinatore di questi spazI . Una pianta aperta, "evo­
molti corpi di fabbrica , di altezza limitata e disposti lutiva " , che si può adattare al mutare delle esigenze

perlopiù in modo perpendicolare alla strada princi­ con grande libertà, grazie al nucleo di servizi centra­

pale, sfruttando "in profondità " le dimensioni dei le che lascia fluidità ai percorsi e allo spazio multi­

lotti di terren o. funzionale che rappresenta quella risorsa in più che

Nella defi nizione delle architetture i principi su cui si spesso manca in un 'abitaz ione. Solo le murature

è articolato il progetto sono essenzialmente due, e perimetrali sono portanti e quindi le partizioni inter­

riguardano la stessa concezione dell'abitare e la ne possono essere realizzate senza vincoli particola­

sostenibilità dell'organismo edilizio . ri: una soluzione sostenibile, che allunga il ciclo di

Innanzitutto , è l'architettura stessa a configurarsI vita dell 'alloggio.

come dispositivo bioclimatlco e rispondere quindi ai


req uisiti di un edificio sostenibile, evitando di dele­
gare tale funzione a impianti e installazioni aggiunti­
ve, come impianti sola ri o pozzi canadesi. I scheda progetto I
Le mi sure bioclimatiche sono integrate nell'architet­
tura: letti verdi, un involucro "micro-climatico" , l'uso
del legno. L'accento posto sulle strategie passive SI Realizzazione di 110 alloggi con giardim e parcheggi a St. Michel sur Orge (f)
concretizza soprattutto nella combinazione di gua­
Progetto, BNR architectes, Parigi; ECOTECH economiste et bureau d'Etude Technique
(progetto e llirezione lavori)
dagno solare passivo e raffrescamento naturale
Committente, Groupe Nexity Féreal
attraverso la gestione dei flussi d'aria. L'involucro
COflcorso: 2005
verticale in legno a profondità variabile è il principa­ LaVOri: 2008-2010
le elemento regolatore, che nelle facciate esposte a Superficie: 9\ 00 m' (senza II1frastrutture e parcheggI)
sud e ovest di venta spazio "tampone" rispetto al CostI previsti: 9.080.000 Euro

112/
l'archìtetlura naturale / 39

114/
40 / do ssier / Babled , Nouvet et Reynaud Archite ctes I Esperimenti di sosteniblilta suburbana

115 /
l'architettura naturale I 41

~ , ~o · r-Il ~
01J
';, ,U -
l' "
O
O I-J
- ­
[JDl1L;J~<~,<~.~ ~ ~ D 00 \ III L
[
D I! [

---- - (1\
OOp --)
OD
1 17 I

~ c -I ~ ITTI c -I 011
~ ~ ~
- ~
-} . ...... ) ~
-; I ~
-
Slmpl/(Jlé fotmCllc un noy.u, vlI 'm eu/)le. une cJot$<)1I n:l,ouver tKIf! pri'Jndr /(!I>9v/f<P nu;dl/~ 9""'r: utIOQ(IIt r'('(lotUN>n_l>I!nt tJO$~

L lL
1:·1

IL--=­
ds~~M_"'""~", ,, ,,,,-.J _ _ -,,,,,*,, ~"",,,,-~h-"'lJ"' ~
!t81

bardage ajou",
re,-·_ _--, "I simp/e vitrage
double vitrage
1161
SI. Michel sur Orge, vista
1181
Pian ta di un alloggio tipo
dei cortili interni e i suoi principi organizzativi
SI. Mlchel sur Orge, vlew P/al/ 01 a s/andard dweflùlg al/d
ol/he il/I/er courlyards ils organizing pril/cip/es

117/ 1 19 1
Planimetria generale Schema della facciata bioclimatica
Generai pian Scheme ol/he Dioctima/ie enve/ope
espace pouvant servir de cellie"

de seche tinge.. d'abris paur mobilier extérieur ...

/1 9 /