P. 1
appunti tibaldi

appunti tibaldi

|Views: 253|Likes:
Published by Frank la Tanica

More info:

Published by: Frank la Tanica on Feb 05, 2011
Copyright:Attribution Non-commercial

Availability:

Read on Scribd mobile: iPhone, iPad and Android.
download as PDF, TXT or read online from Scribd
See more
See less

12/11/2012

pdf

text

original

Mediante la discussione `e stato visto che, a meno di alcune modifiche con-

cernenti le costanti k e Z∞, la soluzione analitica dell’equazione differenziale

`e analoga a quella precedentemente usata. Si sa dunque che:

V(z) = V+

0 e−jkz

+V

0 ejkz

Dove per`o, questa volta:

k = β−jα

Sostituendo k in V(z) si ottiene l’espressione della tensione totale sulla

linea:

V(z) =

V+
0

e−j(β−jα)z

ej∠V+

0

+

V

0

ej(β−jα)z

ej∠V−

0

Per esteso:

50

V(z) =

V+
0

e−jβz

e−αz

ej∠V+

0

+

V

0

ejβz

e−jαz

ej∠V−

0

Dove il primo termine rappresenta l’onda progressiva, il secondo l’onda

regressiva.

Come si vedr`a in seguito parlando di propagazione guidata, il modo di

propagazione nello spazio che si utilizza nelle linee di trasmissione `e un TEM

(Trasverso Elettrico e Magnetico), dunque la direzione di propagazione sar`a

quella di ˆz (versore in direzione dell’asse z); gli andamenti saranno dunque i

seguenti, all’aumentare di z:

• |V+

(z)| =

V+
0

e−αz

:

Il modulo dell’onda progressiva tende ad attenuarsi con andamento

esponenziale legato al parametro α; questo ragionamento `e assoluta-

mente sensato e intuibile: aumentando la lunghezza z percorsa dall’on-

da, le perdite aumentano, dunque il modulo della tensione progressiva

tende ad abbassarsi a causa dei fattori di perdita.

• |V−(z)| =

V

0

eαz

:

Questa truffaldina espressione potrebbe trarre in inganno, ma in realt`a

non c’`e nulla di anormale: vi sarebbe, a prima lettura, una crescita

esponenziale della tensione regressiva all’aumentare della distanza z.

Si ricordi tuttavia un fatto: la tensione regressiva non si muove nella

direzione crescente di ˆz, bens`ı verso−ˆz (ossia nella stessa direzione, ma

verso opposto rispetto a ˆz); andando “indietro”, si ha un’attenuazione

del modulo anche per quanto riguarda la componente regressiva. Ci`o `e

ovvio, dal momento che non sarebbe possibile in alcun modo “generare

segnale” dal nulla.

Altro modo per verificare questo fatto `e utilizzare il calcolo della veloc-

it`a di fase:

vf =− ω

Re{k}

La direzione di propagazione `e−ˆz, dunque come previsto tutto ci`o che

`e stato detto `e formalmente corretto.

You're Reading a Free Preview

Download
scribd
/*********** DO NOT ALTER ANYTHING BELOW THIS LINE ! ************/ var s_code=s.t();if(s_code)document.write(s_code)//-->