You are on page 1of 1

L’INFORMAZIONE il Domani CRONACA DI BOLOGNA DOMENICA 6 MARZO 2011 5

Energia, gas, abbonamenti telefonici e titoli bancari truffa. Sono questi gli ambiti in cui nel 2010 le class action hanno spopolato

Tutte le “fregature” sulla bolletta che i gestori rifilano ai cittadini


Federconsumatori è alle prese con ben 1.662 ingiustizie. Con una media di quattro pratiche aperte ogni giorno
Problemi con i gestori di energia e gas gli amministratori infedeli di condo-
(che fanno firmare a tradimento con- Le bollette. minio: i condomini sono 30 (oltre
tratti capestro), con quelli della tele- Sono spesso spiacevoli 1.000 famiglie) e il buco è di 1,3 mi-
fonia (che addebitano in bolletta con- le sorprese lioni di euro. In tema di risparmio tra-
nessioni mai effettuate) e con le ban- che i consumatori dito, negli ultimi quattro anni l’asso-
che, che hanno azzerato i risparmi dei si trovano nero ciazione si è occupata di circa 400 casi
cittadini rifilando loro negli anni scor- su bianco nelle loro tra Cirio, Parmalat e bond argentini. I
si bond argentini e altri titoli “truffa”. bollette risultati ci sono, dal momento che il
È soprattutto di questi tre argomenti «recupero medio è tra il 70 e l’85% dei
che si è occupata, nel 2010, la Feder- risparmi» per oltre 3,5 milioni di euro,
consumatori di Bologna. Le pratiche a cui si aggiungono le spese legali pa-
aperte sono state 1.662 (11 in più del
2009 e al ritmo di quattro al giorno),
NON ATTIVANO LA LINEA, RISARCIMENTO DI 5.000 EURO gate dalle banche. Il problema di fon-
do, su cui ai cittadini viene data ragio-
tutte in seguito alle richieste di aiuto ne o in sede di accordo stragiudiziale
lanciate dai consumatori: a seguirle, Telefonia. Dopo mesi passati ad aspettare o in Tribunale, è la mancata informa-
gli avvocati del pool coordinato da l’attivazione della linea che non arrivava mai, zione al cliente sui rischi connessi al
Antonio Mumolo. Delle 1.662 prati- ha fatto ricorso all’Agcom e ha ottenuto un titolo. Sui bond argentini, nel 2010 si
che, 406 riguardano controversie con risarcimento di 5.000 euro. Analogamente, c’è contano quattro sentenze vittoriose e
i gestori di energia e gas (per lo più chi ha ottenuto un indennizzo di 4.000 euro dal altre tre sono in arrivo. Una problema-
Enel e Hera), 447 sono “liti” in materia Corecom dopo essersi visto negare la tica recentemente nuova è il crac del-
di telefonia e 342 casi di “risparmio portabilità del numero da Telecom a Fastweb. la banca americana Lehman Brothers.
tradito”. In aumento, le richieste di so- Altri ancora hanno visto riconosciute le proprie Gli avvocati dell’associazione hanno
spensioni del mutuo o di rateizzazio- ragioni dai giudici di pace, che hanno avuto molto da lavorare anche nei set-
ne dei prestiti da parte di pensionati, condannato gli operatori telefonici e stabilito tori della telefonia e dell’energia elet-
immigrati e lavoratori cassintegrati. risarcimenti dai 700 ai 4.200 euro (più le spese trica, un fronte in grande espansione
Prosegue, infine, la “crociata” contro legali). Sono alcune delle vittorie ottenute dagli dopo la liberalizzazione del mercato.
avvocati della Federconsumatori di Bologna nel
Enel ed Hera settore della telefonia. «Una giungla», come la Amministratori infedeli
definisce Giampiero Falzone, l’avvocato che
Ben 406 controversie insieme al collega Giuseppe Genna è
Crociata anche contro
sono state aperte con i gestori specializzato nel settore e si occupa dei gli amministratori infedeli
tantissimi casi (477 nel 2010) di controversie
di energia e gas, fra i cittadini e Wind, Telecom, Fastweb, Opitel e di condominio: oltre 1.000
per lo più Enel e Hera tutti gli altri gestori di servizi telefonici e Internet. le famiglie danneggiate