You are on page 1of 1

16 Sabato

COMO 17 marzo 2007

CONTRABBANDO Un anno e quattro mesi, invece, alla mente dell’operazione. La "nuova frontiera" scoperta dalla Gdf

Truffa con un clochard come prestanome


Evasione dell’Iva per 86mila euro su telefonini importati, assolto un senzatetto bolognese di 67 anni
IN BREVE ■ Il prestanome di una società finita nei
guai per una truffa da 86.000 euro ai danni
dello Stato era un senzatetto di Bologna che
per presentarsi a giudizio ha chiesto in pre-
stito giacca, pantaloni e forse anche la cami-
cia. Tutte le sue proprietà stavano in uno
zainetto sbiadito dal sole e dalla pioggia e, Quando la truffa
quasi con devozione, l’ha appoggiato su una
sedia al di là della transenna che, nell’aula
del tribunale comasco, divide il pubblico
corre
dalle parti in causa. Si sa mai che gli fregas-
sero anche quello. Ma la dignità, no, la di-
sul computer
gnità ad Alberto Borghi, 67 anni, bologne-
se senzatetto, non gliel’hai tolta nessuno. E di Antonio Marino*
quando il giudice, Luisa Lo Gatto, su richie-
sta dello stesso pm Maurizia Vezzoli, l’ha La piaga delle frodi non rispar-
assolto per non aver commesso il fatto, mia Como ed è una ben magra
quella dignità s’è fatta radiosa: s’è compli- consolazione - in questo caso il
mentato con i suoi difensori, Alessandro mal comune non è un gaudio né
Murru e Fabrizio Petix, dell’Associazione intero né mezzo - apprendere
Avvocato di Strada; ha ricevuto i compli- da una recente statistica che è
menti dell’avvocato Alberto Pascali, difen- un italiano su tre a rimanere vit-
sore d’ufficio del coimputato, Daniele Ceci, tima di spregiudicati malviven-
43 anni, residente nella Repubblica di San ti che realizzano un giro d’affa-
Marino, la “mente” dei fatti contestati, con- ri annuo di oltre 18 miliardi di
dannato ad un anno e quattro mesi di reclu- euro.
sione. Spesso, quando si affronta que-
Era il 2002, i sto tema, si tende a identificare
Soci età come primi anni del- nelle persone anziane le vittime
la “nuova fron- designate, ed è sicuramente ve-
scatole ci nesi tiera” del con- ro che i meno giovani sono gli
I l condannato trabbando che obiettivi preferiti di chi cerca di
è Dani ele Ceci , si regge appun- infilarsi nelle case altrui con un
to sulla truffa ai pretesto o con l’altro, spaccian-
di San Mari no danni dello Sta- dosi per l’incaricato di questa o
to: l’evasione quell’altra società, per poi ri-
dell’Iva sui te- scuotere bollette inesistenti o ri-
lefonini importati, nel caso specifico, da filare beni e servizi che il malca-
Francia e da Finlandia in esenzione d’impo- pitato acquirente non vedrà
sta. E come: con una dichiarazione di abi- mai.
tuale operatività con l’estero. Non era così e Sarebbe tuttavia pericoloso cre-
lo scoprì la Guardia di Finanza di Como, dere che questa attività crimi-
trovando le solite fatture-cartiere, il solito nale sia indirizzata esclusiva-
castello di scatole cinesi di Società che ave- mente o quasi contro soggetti in
vano consentito di introdurre in Italia, da età avanzata. In realtà è il con-
Ponte Chiasso, 434.000 euro di telefonini. E trario.
i militari arrivarono alla “Società delle so- Il truffatore mira alla pensione
cietà”, intestata ad Alberto Borghi. Andaro- dell’anziano non meno che al
no a cercarlo nella sede indicata e arrivaro- conto in banca dei giovani e, nel
no davanti alla porta del dormitorio di Bo- secondo caso, lo fa spesso uti-
logna. Trasecolarono? Per niente: sapevano lizzando le tecnologie più avan-
già e in operazioni successive trovarono zate.
conferma che povera gente, con promesse Uno dei casi più emblematici di
mai mantenute, viene tirata dentro, appro- questa tendenza è la posta elet-
fittando dello stato di bisogno. Senonchè, tronica, nella quale sempre più
tocca poi alla magistratura stabilire in ogni spesso si trovano messaggi che
caso chi è il prestanome e lo può fare solo in tutto e per tutto (aspetto del-
rinviando al giudice del tribunale il fascico- la pagina, loghi, ecc.) sembrano
lo in cerca di chiarezza. Non era atteso nes- provenire dalla banca presso la
suno, a dire il vero, in aula, sul banco degli quale il destinatario ha un con-
imputati. E invece, Alberto Borghi s’è pre- to on-line.
sentato, ha aspettato il proprio turno, a mez- Se uno abbocca alla richiesta,
zogiorno e mezzo ha detto che aveva fame motivata con qualche scusa, di
ed è andato a farsi un panino; poi è tornato, fornire i propri dati e soprattut-
a sentir parlare di fatture milionarie, ma chi to le password, in men che non
le ha visti mai, questi indici di ricchezza na- si dica si trova il conto bancario
scosta, questi giri europei, questi telefonini? "asciugato".
Di carte, lui ha visto solo la dichiarazione Insomma, come è sempre stato,
degli assistenti sociali e dice che quest’uo- se la tecnologia cambia e si
mo ha le mani pulite. Quest’uomo non è un evolve, la criminalità non resta
furbo. Quest’uomo ha il certificato penale a certo indietro.
posto e una lacrima di gioia scesa sopra a
Como. *a.marino@laprovincia.it
Maria Castelli

■ IL 30 A COMO
Manifestazione
SPAZIO GLORIA di Forza Nuova:
«VOI SPARATE è già polemica
IO DISEGNO»
«Voi sparate io disegno», il (c. b.) Venerdì 30 Forza
documentario autoprodot- Nuova scenderà in piazza
to dal Movimento fuori in città per una manifesta-
dalle mura, verrà presen- zione alla quale parteci-
tato giovedì 29 marzo alle perà il segretario naziona-
21.30 al circolo Arci Xa- le, Roberto Fiore. Un’inizia-
nadù nello Spazio Gloria tiva che ha subito suscita-
in via Varesina 72 nel cor- to forti polemiche. «Il cor-
so di una serata di «Arte e teo è indetto da un movi-
cultura per non dimentica- mento dichiaratamente
re». neofascista - ha detto il
coordinatore dei Gc, Luca
FONDAZIONE RATTI Lucarelli - i Giovani Comu-
«I DIALOGHI nisti intendono esprimere
il loro sdegno nei confron-
DI CONFUCIO» ti del comportamento di
Prosegue con il primo di istituzioni che, nate dalla
due incontri dedicati più Resistenza antifascista,
specificamente alla filoso- autorizzano manifestazioni
fia il ciclo «Oltre la Città di un gruppo anticostitu-
Proibita. Sguardi diversi zionale, razzista e al centro
sulla Cina» di incontri sul- di numerosi episodi di vio-
la cultura e la società ci- lenza». Non è la prima vol-
nesi ideati e organizzati ta che fra i due gruppi
dall’associazione cultura- scoppiano scintille. «La
le Caracol di Como in col- manifestazione - aggiun-
laborazione con la Fonda- gono i Gc - si inserisce nel
zione Antonio Ratti. Mer- solco tracciato da quanti
coledì 21 marzo, alle 21, non volendo accettare l’in-
nella sala conferenze del- tegrazione, affrontano
la Fondazione Antonio questioni sociali come
Ratti, si terrà l’incontro «I quella di via Milano alta
dialoghi di Confucio. Al come se fossero problemi
centro di una tradizione di ordine pubblico. A tale
millenaria» con Tiziana visione xenofoba e intolle-
Lippiello, sinologa e do- rante ribadiamo la volontà
cente all’Università Ca’ Fo- di rendere Como una città
scari di Venezia. Ingresso realmente democratica,
libero con prenotazione antifascista, solidale e
obbligatoria allo 031- partecipata».
30.10.37.

Related Interests