You are on page 1of 1

www.fiscoediritto.it http://twitter.

com/fiscoediritto

CORTE DI CASSAZIONE - SENTENZA 10 MAGGIO 2011, N. 10320

Fatto e diritto

La Corte, ritenuto che è stata depositata in cancelleria la seguente relazione a sensi dell'art. 380 bis
c.p.c.: "L'11 novembre 2008 la commissione tributaria regionale di ......./....... ha rigettato l'appello
dell'agenzia delle entrate nei confronti della s.r.l. (X), confermando l'annullamento dell'avviso di
accertamento per recupero a tassazione di ricavi non dichiarati per l'anno 2003 (IVA, IRPEG,
IRAP).

Ha motivato la decisione ritenendo che: a) nell'esercizio di attività di mediazione, è ben


configurabile che la provvigione sia a carico di una sola delle parti, attesa la diffusa prassi in tal
senso, convalidata anche da materiale pubblicitario della società che prevedeva la non applicazione
della provvigione agli acquirenti;

b) Il pagamento della provvigione da parte di un contraente non era sufficiente a far presumere
analoga provvigione sua stata versata dall'altro, in assenza di verifiche bancarie o di altri più
specifici controlli.

Ha proposto ricorso per cassazione, affidato a due motivi, l'amministrazione; la società contribuente
si è costituita con controricorso. ……..

°°°°°°°°°°°°
LA VERSIONE INTEGRALE E’ DISPONIBILE AL SEGUENTE LINK:

http://www.fiscoediritto.it/page/CORTE-DI-CASSAZIONE---SENTENZA-10-MAGGIO-
20112c-N-10320.aspx

°°°°°°°°°°°°

Tutto il materiale contenuto nel presente documento è reperibile gratuitamente in Internet in siti di libero accesso.
FiscoeDiritto.it offre un servizio gratuito ai propri visitatori, così come gratuito è tutto il materiale presente.
FiscoeDiritto.it vuole crescere ed offrire servizi sempre migliori. Abbiamo quindi bisogno anche del tuo aiuto: visitando
i siti sponsor parteciperete al sostentamento di questo sito. Se invece vuoi vedere il tuo banner sulle pagine di questo
sito contattaci a info@fiscoediritto.it