You are on page 1of 4

Mozione di indirizzo sull’uso del territorio di Seveso per la tangenziale nord di Cesano

Maderno

Premesso che

1. il Comune di Cesano Maderno ha inserito nel Piano intercomunale per la viabilità di


accesso a Pedemontana la richiesta di completamento della propria tangenziale nord,
come da tavola allegata, attraverso l'utilizzo di strade di proprietà del Comune di Seveso
e in particolare di Via Cadore e di Via don Sturzo, proprietà esclusiva di Seveso
nell'estremo tratto Ovest prima dell'intersezione con Via Cascina rossa;

2. l'opera sopra descritta prevede un flusso veicolare, stimato nel Piano intercomunale
dello studio Righetti & Monte, di 1200 veicoli in ora di punta su strade attualmente non
gravate che da flussi strettamente locali con conseguenze in termini di costi di
manutenzione per il Comune di Seveso e incremento dei rischi per gli abitanti.

Considerato che

1. l’odierna Pedemontana e le opere connesse sono conseguenza di un tracciato anche


orientato dal Comune di Cesano Maderno sul sedime della attuale Superstrada (ex
S.S.35) per evitare il passaggio su proprie strade e aree, con limitazioni al libero utilizzo
della stessa (pedaggiamento) e conseguenti rigurgiti sulla viabilità locale;

2. il Piano Intercomunale ha lo scopo dichiarato di “individuare sulla maglia viaria


complessiva a servizio dell’area di studio una rete locale di scorrimento di rango primario
che possa soddisfare la domanda di mobilità di corto raggio oggi distribuita anche sulla
ex SS 35 Milano – Meda e in futuro solo parzialmente assorbibile dalla B2” ovvero di
gestire traffico, oggi assorbito da Superstrada, che verrà invece respinto da
Pedemontana;

3. la tangenziale nord di Cesano Maderno, oltre a costituire un onere permanente per il


Comune di Seveso, non è tra i preminenti interessi viabilistici del Comune di Seveso;

4. il Consiglio Comunale di Seveso ha revocato, per ben due volte a distanza di 10 anni tra
loro, delibere riguardanti la realizzazione di detta direttrice est-ovest;

5. i cittadini residenti nell'area interessata dalla suddetta opera, sia di Seveso che di
Cesano Maderno, hanno impugnato, in entrambe i casi di cui al punto precedente, le
relative delibere di Consiglio Comunale di fronte al T.A.R. della Lombardia;

1
6. nelle motivazioni addotte nella mozione proposta da Lega Nord e approvata per l’ultima
revoca, di cui al terzo punto sopra esposto, si legge che " il c.d. “sottopasso sud” non
svolgerebbe funzione di supporto alla viabilità locale, ma diventerebbe un punto di
accesso/uscita remoto alla nuova autostrada Pedemontana per i veicoli provenienti da
zone ad Ovest di Seveso ovvero per altri Comuni", fatto certificato dalla richiesta del
Comune di Cesano Maderno;

7. identiche motivazioni sono state addotte nella Delibera di G.C. nr. 114 del 21 maggio
2008 della attuale Giunta;

8. contraddicendo tutte le decisioni fino ad oggi prese dal Consiglio Comunale, il Sindaco,
durante il Consiglio Comunale del 29.4.2011, ha inspiegabilmente giudicato “miope” la
possibilità di respingere la richiesta del Comune di Cesano Maderno;

9. l'approvazione di un Piano Intercomunale che comprendesse la tangenziale nord di


Cesano Maderno, come da esso richiesta, garantirebbe un diritto di passaggio
sovracomunale permanente, cioè per tutti gli anni a venire, con costi di manutenzione
stradale, gravanti sul bilancio del Comune di Seveso, ben più elevati degli attuali, visti i
flussi previsti;

10. il percorso previsto dall'opera sopra descritta necessita anche dell'esproprio di terreni di
cittadini di Seveso e presenta difficoltà di inserimento nel comparto artigianale di Via
Cadore già gravato dalla carenza di spazi di parcheggio e manovra per carico e scarico
dagli stabilimenti ivi ubicati;

11. il Comune di Cesano Maderno potrebbe completare la sua tangenziale nord usando Via
Manin e terreni ed edifici non residenziali rientranti fra quelli interni ai suoi confini,
evitando l’occupazione di territorio di Seveso;

12. l'abbassamento ferrovario locale in Comune di Seveso della linea concessa a


Ferrovienord Milano/Asso-Camnago è stata esclusa dalle valutazioni del Piano
Intercomunale;

13. l'abbassamento, di cui al punto precedente, ha carattere sovracomunale in quanto


costituisce rete di attraversamenti di cui beneficiano anche tutti i comuni limitrofi, visto
che le indagini origine/destinazione rilevano che il 70% di transiti sui passaggi a livello di
Seveso è di residenti esterni al Comune di Seveso;

2
Premesso e considerato quanto ai punti precedenti, in riferimento alla tangenziale nord richiesta
dal Comune di Cesano Maderno nel Piano intercomunale della Viabilità,

il Consiglio Comunale di Seveso impegna la Giunta a

1. subordinare ogni futura trattativa o ipotesi di accordo con chiunque su tale tema alla

a) valutazione di congruità della somma che verrà distintamente assegnata al fine di


abbassare il piano ferroviario della linea Milano-Asso/Camnago in ripartizione delle
compensazioni di Pedemontana, secondo il dettato della delibera CIPE N.97/2009;

b) preventiva realizzazione dell’abbassamento locale del piano ferroviario della linea


Milano-Asso/Camnago;

2. subordinare all'approvazione del Consiglio Comunale di Seveso qualsiasi accordo o


valutazione di congruità di cui al punto precedente;

3. relazionare tempestivamente alla Commissione Interramento i passi svolti durante ogni


incontro effettuato ai tavoli ai quali il Piano Intercomunale è in discussione.

per la Lista Civica Sevesoviva


il Capogruppo Consigliere Comunale

Daniele Tagliabue

Allegato

Pagina 97 del Piano Intercomunale della Viabilità

3
Piano Intercomunale della viabilità dei comuni di Barlassina, Bovisio Masciago, Cesano Maderno, Lentate sul Seveso, Meda, Seveso

Tavola 6.10: CONFRONTO SCENARIO ANTE OPERAM / SCENARIO DI PIANO – COMUNE DI SEVESO - Flussi di traffico sulla rete viaria locale. Fascia oraria 7:30 – 8:30.

C.so Garibaldi
+385

Via Carducci
+317 Via Meredo
+782 veicoli in ora di punta
opera imposta con progetto
definitivo di Pedemontana

Via della roggia


+296

C.so Garibaldi
+355

Via don Sturzo


+ 1.200 veicoli in ora di punta
opera richiesta da Cesano Maderno
nel nuovo Piano Intercomunale

NUOVE OPERE CHIESTE DAL COMUNE DI CESANO MADERNO SUL TERRITORIO DI SEVESO

Pagina 97/109