COMUNE DI NAGO-TORBOLE

PROVINCIA DI TRENTO

COpIa

·

VERBALE DI DELIBERAZIONE N. 13/2011
del Consiglio comunale

OGGETTO:

Esame ed approvazione mozione avente ad oggetto: "Per la qualita delle acque."

L'anno duemilaundici, addi ventisette del mese di aprile (27.04.2011) aIle ore 20.00 nella sala Consiliare di Torbole, a seguito di regolari avvisi, recapitati a termini di legge, si e convocato il Consiglio comunale.

PRESENT!

AS SENTI giustificati ingiustificati

Civettini Luca Bertoldi Roberta Martinelli Alberto Mazzoldi Orlando Stefenelli Norma Rosa Lorenzo Boretto Lorenzo Miorelli Andrea Civettini Valentina Benolli Luea Tonelli Eraldo Masato Luigi Tonelli Silvio Morandi Gianni Vicentini Giovanni

(Entra al punto n. 3 dell'O.d.g.)

X

Assiste il ViceSegretario comunale dott.ssa Elisabetta Pegoretti. Riconosciuto legale il numero degli intervenuti, il dott. Luea Civettini nella sua qualita di Presidente assume la presidenza e dichiara aperta la seduta per la trattazione dell'oggetto suindicato,

DELIDERAZIONE

CONSILlARE N. 13/2011

DD.27.04.2011

IN PRECEDENZA
(INTERROGAZIONI RISPOSTE.) PRESENTI N.

AD ORE

20,40

DURANTE LA TRATTAZIONE A RlSPOSTA

DEL PUNTO N.

3

DELL'O.D.G. DELLE ROBERTA.

ED INTERPELLANZE

SCRITTA.

CO:MUNICAZIONE

SI UNNA ALL'ASSEiYfBLEA CONSILIARE IL CONSIGLIERE BERTOLDI

15.
mozione avente ad oggetto: "Per Ia qualita delle acque.'

Esame ed approvazione

11Consiglio comunale 11Sindaco annuncia l'argomento all'o.d.g. presentato dai consiglieri comunali Civettini Valentina, Lorenzo Rosa, Luca Benolli, Lorenzo Boretto ed Andrea Miorelli della Lista Insieme per Nago-Torbole, acquisito al protocollo comunale in data 15.04.2011 sub. n. 4781, e da quindi la parola al consigliere Rosa Lorenzo per 1a lettura della mozione nel testo presentato; Sentiti gli interventi dei diversi consiglieri e quindi Ia successiva discussione per 1a quale si rinvia a1verbale della seduta; Visto il Testo Unico delle Leggi Regionali sull'ordinamento dei comuni della Regione Autonoma Trentino - Alto Adige approvato con DPReg. 1 febbraio 2005 n. 31L; Visto 10 Statuto Comunale; Visto l'art. 59 del Regolamento Intemo del Consiglio Comunale; Con voti favorevoli n. 15, contrari n. 0 ed astenuti n. 0 su n. 15 presenti, espressi per alzata di mano e con l'assistenza dei due scrutatori signori Vicentini Giovanni e Masato Luigi

delibera 1. di approvare 1a mozione presentata dai consiglieri comunali Civettini Valentina, Lorenzo Rosa, Luca Benolli, Lorenzo Boretto ed Andrea Miorelli della Lista Insieme per Nago- Torbole nel testa che si allega alla presente deliberazione quale parte integrante e sostanziale.

DELIBERAZIONE

CONSlLIARE N. 13/2011 DD.27.04.2011

2

Data lettura del presente verbale, viene approvato e sottoscritto.

IL PRESIDENTE f.to dott. Luca Civettini

IL VICE SEGRET ARlO f.to dott.ssa Elisabetta Pegoretti

--------------------~~~~------------~~~------------------------_-------~~~~-~---------------------------------~~-----------~-~~~~-----------Copia conforme all'originale in carta Iibera per uso amministrativo.

u 29.04.2011
11Vice Segretario comunale dott.ssa Elisabetta Pegoretti --~~-~---------------------------------~~-~-~-----------~~---------------~~~----------~~~----------------------------------------~~~~~~-----REFERTO DI PUBBLICAZIONE DPReg 1 febbraio 2005 n. 3/L) (Ali. 79 - 10 comma del T.U.LL.RR.O.CC. approvato con

Certifico io sottoscritto Vice Segretario comunale, che copia del presente verbale viene pubblicata il giorno 29.04.2011 all'albo pretorio e all'albo telematico all'indirizzo: www.albotelematicotn.itlbachecalnago-torbole. ave rimarra esposta per 10 giorni consecutivi fino al 09.05.2011.

11Vice Segretario comunale f. to dott.ssa Elisabetta Pegoretti

iv

DELIBERAZIONE CONSILJARE N. 13/2011 DD.27.04.2011

3

Nagp-Iorbole,[J4 aprile ~Ol1 .

mozione:
Premessa:

_COI~U"~'):;;~;~'L~'Q;J~t'rTA DET1EACQUEf!:, Iii r:
'" "Ir:
'.'~(>
r' " ..

r'

-Y'·"d

r '~

,

' .. i(."j

! I

" ,

.

I .... i

')-,

I

I

.,

.'

I I

:

.-

'

'.1

1

i
i

,;;@!
,~, ~ '
i. /

.,

,j.1

, I

i-·l-;II--;-;i~T·;··.~:··; ;.!--.:,: i r :' ' _.~ ~
~

!)?-f~·t-~ r;xr:,\: T-l
,
~

,

i

z,

!

I

La qualita dell'ambiente e il suo equilibrio con il sistema ur~a~b necessita non pili prorogabile ed imprescindibile per 10 sviluppo socio economico.

Jls'~li~n6 ~{~l~\

In particolarita la qualita dell'ambiente, in tutti gli aspetti che la contraddistinguono, un obiettivo irrinunciabile per garantire prospettiva alla qualita della vita quotidiana e per la sostenibilita dell' offerta turistica,

e

Inoltre in modo indiretto, rna comunque fondamentale, risulta strategica la garanzia della qualita ambientale per il futuro della sviluppo economico e per la sopravvivenza della sua stessa struttura produttiva. Infatti una crisi della stesso sistema ambientale porterebbe inevitabilmente alla comprornissione del sistema socio-economico e quindi al declino della sua struttura produttiva. In sintesi sostegno all'economia, turismo, sviluppo del territorio sono espressioni che ricorrono frequentemente nei documenti programmatici delle Amministrazioni che Govemano i nostri Comuni e della Comunita Alto Garda e Ledro, rna che hanna anche necessita di essere sostenute nelle motivazioni e concretizzate neUe azioni. Tutte le attivita che possiamo intraprendere dipendono da uno sviluppo controllato e sostenibile che consideri la stretta relazione che esiste tra i1 nostro benessere materiale ed il mantenimento di una buona qualita ambientale. Tra lc molte case che possiamo e dobbiamo fare in questo memento, una delle pili importanti e certamente quella di mantenere quanto pili possibile elevata la qualita delle acque dei nostri torrenti, dei nostri fiumi e delle acque del Lago di Garda.
Nel recente passato un primo ed importante segnale in questa direzicne fu dato con 1'''ACCORDO PER LA QUALIT A DELLE ACQUE DEL LAGO DI GARDA" DEL 2003: nel gennaio 2003 alcune Amministrazioni Comunali dell'Alto Garda, congiuntamente con la Provincia Autonoma di Trento, sottoscrissero un accordo relativo a11arealizzazione di azioni per la salvaguardia delle acque del Lago di Garda. L'accordo prevedeva di intervenire individuando mediante una lunga serie di obiettivi operativi e con il coinvoIgimento di numerosi soggetti, in aggiunta agli Enti pubblici, queste erano Ie premesse di allora:

• il Lago di Garda

lago italiano e costituisce una consistente risorsa ambientale, turistica ed economica, la cui rilevanza altresi riconosciuta a livello europeo;

e il maggiore

e

• la situazione qualitativa delle sue acque e dell'intero ambiente gardesano, nelle sue varie componenti, costituisce da tempo oggetto di verifica sistematica, di monitoraggio e di studio da parte della Provincia Autonoma di Trento; • anche la Comunita del Garda, I' Autorita interregionale e le regioni interessate hanno

manifestato interesse per Ie problematiche attinenti 1a saIvaguardia della qualita delle acque del lago di Garda;
f1j

dagli esiti dei monitoraggi sulle acque del lago, emerge che 10 stesso si trova in una situazione intermedia tra l'oligotrofia e 1a mesotrofia, con importanti variazioni tra un anna e l'altro e con occasionali episodi di sofferenza; da ultimo, il lago interessato da un'esuberante produzione algale, verosimilmente riconducibile all' aumento della concentrazione del fosforo, in concomitanza con particolari situazioni climatiche che inducono il rimescolamento completo del lago di Garda, con comparsa dell'elemento negli strati superficiali; necessario salvaguardare global mente 1a qualita delle acque del lago e dell'intero bacino scolante in esso . dell'Accordo del 2003 :

€I

e

o si rende pertanto

. Le parti flrmatarie

PROVINCIAAUTONOMADI

TRENTO

COMUNE DI RIVA DEL GARDA COMUNE DI NAGO TORBOLE C0111UNEDI ARCO COMUNE DI TENNO COll1UNEDI1vIOLINA DI LEDRO AGENZIA PROVINCIALE PER LA PROTEZIONE DELL'AMBIENTE AZIENDA PROVINeIALE PER I SERVIZI SANITAR! IST/TUTO AGRARIO DI SAN It,fICHELE ALL'ADIGE ENELPRODUZIONE SPA ASSOCIAZIONE TROTICOLTORI TRENTINI s.c.a.r.l. eli Lavis Queste sono state Ie principali attivita previste dall'Accordo: • • • • • • • • • rilevare 1a situazione degli impianti di depurazione; controllare gli scarichi degli opifici nelle acque correnti; una verifica delle attivita zootecniche ed in particolare delle pescicolture; interventi relativi aIle schiume; attivita di monitoraggio e controllo della avifauna; verificadella presenza di tensioattivi nelle acque; verifica della qualita delle acque di balneazione; verifica dei prelievi idrici in alcuni corsi d' acqua: riqualificazione e rinaturalizzazione di a1cuni tratti di rii e torrenti affluenti del Lago di Garda.

La pl'Oposta di un nuovo accordo per Ie acgue
Amministrazioni Comunali e servizi della provincia Autonoma di Trento seguirono con impegno . l'attuazione del programma stesso, furono raggiunti buoni risultati soprattutto nel settore del controllo degli scarichi fognari e nel controllo costante delle qualita delle acque, una maggiore attenzione alla depurazione delle acque ed un incremento delle attivita di monitoraggio delle acque del Garda. Tali azioni comunque non furono seguite con la stessa intensita in tutti i Comuni

interessati. In questo momenta si ritiene necessario ed urgente riproporre un accordo complessivo visto che: • Ie premesse all'accordo del 2003 mantengono la loro attualita; • l'accordo di programma e scadut« alla fine del 2006 ma gill nel 2007 alcune Amministrazioni vennero a richiedere alla Provincia Autonorna di Trento chiedere un rilancio dell'Accordo; • Sono passati alcuni anni, rna ora risulta evidente e necessario fare passi avanti e continuare a lavorare perche tutte Ie acque sversate nel Lago di Garda, maggior riserva d'acqua dolce italiana, e tutte le acque degli affluenti, in primo luogo la Sarca, siano caratterizzate da elevata qualita, migliorando, ove possibile, la situazione attuale; • nella parete conclusiva del 2010 sono emerse gravi problematicita che ci obbligano a ripartire con grande decisione. Ci si riferisce aile problematiche emerse con il sistema della depurazione e soprattutto a quelle relative alla discarica della Maza ed al percolato da essa uscito; • esiste la nuova previsione del Parco Fluviale del flume Sarca, alla cui progettazione alcuni comuni hanno gia partecipato, per la concretizzazione del progetto si richiedera, come premessa, un miglioramento complessivo della qualita ambientale e dell'acqua.

Pertanto, con queste premesse e per le motivazioni esposte,

it Consiglio Comunale del Comune di Nago-Torbole

• invita it Sindaco e Ia Giunte comunale, a fare presente alla Presidenza della Giunta Provinciale la necessita di prevedere con urgenza, Ia riproposizinne e IIestensione di un nuovo "ACCORDO PER LA SALVAGUARDIADELLE ACQUE DEL LAGO DI GARDA E DEI SUOI AFFLUENTI"; • Invita it Sindaco e la Giunta a prendere contatto con Ie amministrazioni della "Comunita del Garda" perche si facciano promotrici di un analogo protocollo di intesa per Ia salvaguardia della qualita delle acque del Garda e dei suoi affluenti, coinvolgendo in esso tutte Ie istituzioni competenti; • Invita i1 Sindaco e Ia Giunta a promuovere ed estendere la sottoscrizione di un analogo protocollo alle altre Provincie e Regioni del Garda,

I CONSIGLIERI DI INSIEME PER NAGO- TORBOLE:

.~~\'
~zo

BENOL,b_ILUpt\

ART. 78 DELT.U.LL.RR.O.CC. APPROVATO ONDPREo, 1 FEBBRAIO C 2005, N. 31L

I controlli sugli atti degli Enti Locali si considerano cessati alla data di entrata in vigore della legge costituzionale 18 ottobre 2001 n. 3 "Modifiche al Titolo V della parte seconda della Costituzione ", entrata in vigore il giorno 8 novembre 2001.

ESECUTIVITA. La presente delibera

e divenuta

esecutiva il10.0S.2011

[]

a seguito di dichiarazione di immediata eseguibilita per I'urgenza, ai sensi art. 79 - 4° comma del T.U.LL.RR.O,CC, approvato con DPReg. 1 febbraio 2005 n. 31L. trascorsi i dieci giorni di pubblicazione, ai sensi art, 79 - 3° comma del T.U.LL.RR.O.CC. approvato con DPReg. 1 febbraio 2005 n. 31L.

X

IL VICE SEGRET ARlO COMUNALE f.to dott.ssa Elisabetta Pegoretti

Sign up to vote on this title
UsefulNot useful