You are on page 1of 191

Utilizzo di

ADOBE PHOTOSHOP LIGHTROOM 2
® ® ®

© 2009 Adobe Systems Incorporated. All rights reserved.
Copyright

Utilizzo di Adobe® Photoshop® Lightroom® per Windows® e Mac OS If this guide is distributed with software that includes an end user agreement, this guide, as well as the software described in it, is furnished under license and may be used or copied only in accordance with the terms of such license. Except as permitted by any such license, no part of this guide may be reproduced, stored in a retrieval system, or transmitted, in any form or by any means, electronic, mechanical, recording, or otherwise, without the prior written permission of Adobe Systems Incorporated. Please note that the content in this guide is protected under copyright law even if it is not distributed with software that includes an end user license agreement. The content of this guide is furnished for informational use only, is subject to change without notice, and should not be construed as a commitment by Adobe Systems Incorporated. Adobe Systems Incorporated assumes no responsibility or liability for any errors or inaccuracies that may appear in the informational content contained in this guide. Please remember that existing artwork or images that you may want to include in your project may be protected under copyright law. The unauthorized incorporation of such material into your new work could be a violation of the rights of the copyright owner. Please be sure to obtain any permission required from the copyright owner. Any references to company names in sample templates are for demonstration purposes only and are not intended to refer to any actual organization. This work is licensed under the Creative Commons Attribution Non-Commercial 3.0 License. To view a copy of this license, visit http://creativecommons.org/licenses/by-nc/3.0/us/ Adobe, the Adobe logo, Acrobat, Flash, Illustrator, Lightroom, Photoshop, and Reader are either registered trademarks or trademarks of Adobe Systems Incorporated in the United States and/or other countries. Windows and Windows Vista are either registered trademarks or trademarks of Microsoft Corporation in the United States and/or other countries. Apple, Macintosh and Mac OS are trademarks of Apple Inc. registered in the U.S. and other countries. All other trademarks are the property of their respective owners. Portions of this product contain code licensed from Nellymoser. (www.nellymoser.com) This product includes software developed by the Apache Software Foundation. (http://www.apache.org/) This product includes software developed by the OpenSymphony Group. (http://www.opensymphony.com/)

Sorenson Spark™ video compression and decompression technology licensed from Sorenson Media, Inc. Flash 9 video is powered by On2 TrueMotion video technology. © 1992-2005 On2 Technologies, Inc. All rights reserved. (www.on2.com) Notice to U.S. Government End Users: The Software and Documentation are “Commercial Items,” as that term is defined at 48 C.F.R. §2.101, consisting of “Commercial Computer Software” and “Commercial Computer Software Documentation,” as such terms are used in 48 C.F.R. §12.212 or 48 C.F.R. §227.7202, as applicable. Consistent with 48 C.F.R. §12.212 or 48 C.F.R. §§227.7202-1 through 227.7202-4, as applicable, the Commercial Computer Software and Commercial Computer Software Documentation are being licensed to U.S. Government end users (a) only as Commercial Items and (b) with only those rights as are granted to all other end users pursuant to the terms and conditions herein. Unpublished-rights reserved under the copyright laws of the United States. Adobe agrees to comply with all applicable equal opportunity laws including, if appropriate, the provisions of Executive Order 11246, as amended, Section 402 of the Vietnam Era Veterans Readjustment Assistance Act of 1974 (38 USC 4212), and Section 503 of the Rehabilitation Act of 1973, as amended, and the regulations at 41 CFR Parts 60-1 through 60-60, 60-250, and 60-741. The affirmative action clause and regulations contained in the preceding sentence shall be incorporated by reference. Adobe Systems Incorporated, 345 Park Avenue, San Jose, California 95110, USA.

iii

Sommario
Capitolo 1: Risorse Installazione e registrazione Guida e assistenza Novità Servizi, download ed extra ........................................................................................... 1 ............................................................................................. 2 ..................................................................................................... 2

................................................................................................................ 3

Capitolo 2: Flusso di lavoro con Lightroom Panoramica dell’area di lavoro . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 5 Importazione delle foto in Lightroom: flusso di lavoro di base Il modulo Libreria ........................................................... 6 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 10 ..................................................................................................... 8 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 12 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 13 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 14 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 19

Applicazione delle regolazioni nel modulo Sviluppo: flusso di lavoro di base Esportazione delle foto: flusso di lavoro di base Modifica in Photoshop o Photoshop Elements: flusso di lavoro di base Creazione di presentazioni: flusso di lavoro di base Stampa delle foto: flusso di lavoro di base

. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 17

Creazione di gallerie per il Web: flusso di lavoro di base

Capitolo 3: Area di lavoro e configurazione Personalizzare l’area di lavoro . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 23 Visualizzazione delle foto nell’area Provino Visualizzazione delle foto in vista Lentino Gestione del colore . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 29 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 31

. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 33

Capitolo 4: Importazione delle foto Importazione delle foto nella libreria . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 35 Importazione automatica . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 43

Capitolo 5: Organizzazione delle foto nel catalogo Panoramica del modulo Libreria . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 46 Sfogliare il catalogo Gestione delle foto Raccolte di foto . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 55 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 61 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 69 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 73 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 78

. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 64

Raggruppare le foto in pile Filtro e valutazione delle foto Parole chiave

Visualizzazione e modifica dei metadati Ricerca di foto nel catalogo Pannello Sviluppo rapido

. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 84 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 91 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 94

Capitolo 6: Sviluppo delle foto Panoramica del modulo Sviluppo Elaborazione in scala di grigio Ritocco e correzione degli errori

. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 96 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 102

Regolazione dei colori e dei toni dell’immagine

. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 109 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 110

. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 122 Applicare le regolazioni Sviluppo ad altre foto Gestire la storia e le istantanee dell’immagine Capitolo 7: Esportazione delle foto Esportazione delle foto su disco . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 141 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 152 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 165 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 183 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 128 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 158 Layout delle foto mediante un modello Griglia Stampa di testo e grafica in sovrapposizione Creazione di layout di foto per pacchetti di immagini Impostazione della risoluzione e della gestione del colore Capitolo 11: Creazione di gallerie di foto per il Web Pannelli e strumenti del modulo Web . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 156 . . 133 Capitolo 9: Creazione e visualizzazione delle presentazioni Pannelli e strumenti del modulo Presentazione . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 170 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 120 . . 164 Specifica dei layout per le gallerie per Web Aggiunta di testo alle gallerie Web . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 145 Aggiunta di sovrapposizioni alle diapositive Riproduzione ed esportazione delle presentazioni Capitolo 10: Stampa delle foto Panoramica del modulo Stampa . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 124 Esportazione delle foto con i predefiniti Plug-in di esportazione . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 130 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 136 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 161 . . . . . . . . . . 135 Specifica del layout della diapositiva . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 117 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .UTILIZZO DI PHOTOSHOP LIGHTROOM 2 iv Sommario Applicare regolazioni locali . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 149 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 129 Capitolo 8: Modifica in altre applicazioni Panoramica sulla modifica in altre applicazioni Modificare le foto in Photoshop . . . . . . . . . . . . . esportazione e caricamento di una galleria di foto per il Web Capitolo 12: Scelte rapide da tastiera Scelte rapide da tastiera . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 168 Anteprima. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 172 Indice . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .

2 Inserite il disco di installazione nell’unità DVD o CD e seguite le istruzioni riportate sullo schermo. notifica degli aggiornamenti e altri servizi. seguite le istruzioni riportate sullo schermo nella finestra di dialogo Registrazione. Nota: per ulteriori informazioni. stampare e visualizzare le foto digitali. visualizzata dopo l’installazione del software. Leggimi Un file Leggimi con informazioni sul software è disponibile online e nel disco di installazione. gestire. elaborare. Aprite il file per leggere importanti informazioni su diversi argomenti. Registrazione La registrazione del prodotto consente di ricevere assistenza gratuita per l’installazione.1 Capitolo 1: Risorse Il software Adobe® Photoshop® Lightroom® è progettato per il flusso di lavoro fotografico digitale. ❖ Per effettuare la registrazione. Se preferite effettuare la registrazione in seguito. Installazione e registrazione Installare il software 1 Chiudete eventuali altre applicazioni Adobe in esecuzione sul computer. quali: • Requisiti di sistema • Installazione e disinstallazione del software • Registrazione • Risoluzione dei problemi • Servizio clienti • Informazioni legali . consultate il file Leggimi sul disco di installazione. potrete farlo in qualsiasi momento scegliendo Aiuto > Registrazione Lightroom. Lightroom vi permette di organizzare.

• Si tratta di una Guida online completa. Servizi. Visitate il sito all’indirizzo www. www. Per informazioni sulle opzioni di assistenza tecnica gratuita e a pagamento. Altre risorse Le versioni cartacee dell’Aiuto in linea completo sono disponibili al costo di spedizione e gestione presso www.adobe. visitate www. esercitazioni. versioni di prova e altri software utili. Se quando consultate la guida del prodotto siete collegati a Internet. tra cui: • Versioni preliminari di software e tecnologie • Esempi di codice e pratiche consigliate per velocizzare la fase di apprendimento . articoli ed esempi forniti da designer e sviluppatori. Developer Connection ed altro ancora. tra cui gli articoli della knowledgebase. I commenti degli utenti stessi facilitano il reperimento delle informazioni. Effettuate ricerche nelle risorse della comunità per trovare i migliori contenuti Web su prodotti e tecnologie Adobe.adobe. Per un video sulle risorse della comunità.com offre un ambiente integrato con risorse della comunità. download ed extra Adobe Exchange Visitate Adobe Exchange all’indirizzo www. Download di Adobe Per scaricare aggiornamenti gratuiti.adobe.com/go/exchange_it per scaricare esempi e migliaia di plug-in ed estensioni prodotti da Adobe e da sviluppatori di terze parti. blog. creare effetti professionali specializzati ed altro ancora. nell’interfaccia utente del prodotto.com/go/store_it. utilizzate il campo di ricerca dell’Aiuto.com/it/support. aggiornata regolarmente e più esaustiva rispetto alla Guida fornita con il prodotto.UTILIZZO DI PHOTOSHOP LIGHTROOM 2 2 Risorse Guida e assistenza Risorse della comunità Il sito Adobe. download e aggiornamenti.com/go/labs_it) permette di provare e valutare tecnologie e prodotti Adobe nuovi ed emergenti. Adobe Labs Adobe Labs (www. • Tutti gli altri contenuti presenti in Adobe.com/go/lrvid4117_xp_it. In Adobe Labs è possibile accedere a numerose risorse.adobe. Per accedere alle risorse della comunità. personalizzare i flussi di lavoro.adobe. con contenuti generati dalla comunità di utenti e moderati da esperti Adobe e di settore. L’Aiuto in linea include inoltre un collegamento alla versione PDF completa e aggiornata della guida.adobe. scegliete Aiuto > Ricerca aggiornamenti in Lightroom. suggerimenti e tecniche. visitate il sito Web Supporto Adobe. Mediante l’uso di plug-in ed estensioni è possibile automatizzare alcune attività.com/go/downloads_it per scaricare gratuitamente aggiornamenti.com. potete vedere automaticamente l’Aiuto in linea completo anziché la versione fornita con il prodotto. tra cui: • Video.

UTILIZZO DI PHOTOSHOP LIGHTROOM 2 3
Risorse

• Versioni preliminari della documentazione tecnica e di prodotto • Forum, contenuti basati su informazioni fornite dagli utenti e altre risorse di collaborazione che vi aiuteranno a
interagire con gli sviluppatori con interessi simili ai vostri. Adobe Labs promuove un processo collaborativo per lo sviluppo di software. In tale ambiente, i clienti diventano rapidamente produttivi nell’utilizzo dei nuovi prodotti e delle nuove tecnologie. Adobe Labs è inoltre un forum per lo scambio di riscontri nelle fasi di sviluppo. I team di sviluppo Adobe utilizzano tali riscontri per creare software che risponda alle esigenze e aspettative della comunità.

Adobe TV
Per video di formazione o per spunti creativi, visitate Adobe TV all’indirizzo http://tv.adobe.com.

Novità
Nuove funzioni di Lightroom 2.x
Supporto di monitor multipli Aprite una libreria in una seconda finestra da visualizzare in un secondo monitor e lasciatela aperta mentre lavorate in un qualsiasi modulo; la visualizzazione e la selezione di foto da modificare e presentare saranno più semplici. Consultate “Visualizzare il modulo Libreria in un secondo monitor” a pagina 25. Ricerca in libreria semplificata La gestione di foto è più semplice grazie a un layout più organizzato nel modulo

Libreria. Il comando Volume consente di verificare a colpo d’occhio lo stato dei volumi in rete e locali. La nuova barra Filtro libreria in visualizzazione Griglia vi permette di trovare le foto per criteri di metadati; per attributi come valutazione, etichette, stato segnalazione; oppure mediante una ricerca di testo nei campi dei metadati indicizzati. Consultate “Visualizzare le informazioni nel browser volumi” a pagina 52 e “Trovare le foto mediante la barra Filtro libreria” a pagina 91.
Parole chiave semplificate L’aggiunta, l’applicazione e la gestione delle parole chiave è ora più semplice grazie al

pannello Creazione parole chiave e al nuovo pannello Elenco parole chiave, disponibili nella parte destra del modulo Libreria. In un nuovo insieme di parole chiave vengono suggerite le parole chiave per le foto acquisite di recente. Consultate “Parole chiave” a pagina 84.
Supporto per file più grandi Potrete lavorare con file di lunghezza o larghezza di 65.000 pixel, fino a un massimo di

512 megapixel. Consultate “Formati di file” a pagina 36.
Regolazioni cromatiche locali Gli strumenti pennello di regolazione e filtro graduato permettono di applicare selettivamente regolazioni di esposizione, luminosità, chiarezza e altre regolazioni in aree specifiche. Consultate “Applicare regolazioni locali” a pagina 117. Creazioni di output Potete salvare in una raccolta le impostazioni dai moduli Presentazione, Stampa e Web, in modo

da riprendere con facilità le impostazioni di un gruppo di foto. Consultate “Salvare le impostazioni della presentazione come una creazione di output” a pagina 140, “Salvare le impostazioni di stampa come una creazione di output” a pagina 163 e “Salvare le impostazioni Web come una creazione di output” a pagina 168.
Raccolte dinamiche Potete creare raccolte dinamiche sulla base di regole relative ai metadati da voi specificate. Le raccolte dinamiche vengono costantemente aggiornate con le foto che soddisfano i criteri specificati. Consultate “Creare una raccolta dinamica” a pagina 67. Vignettatura applicata dopo il ritaglio Potrete applicare un effetto di vignettatura dopo aver eseguito il ritaglio di una

foto. Consultate “Applicare una vignettatura dopo il ritaglio” a pagina 116.

UTILIZZO DI PHOTOSHOP LIGHTROOM 2 4
Risorse

Maggiore integrazione con Adobe Photoshop Da Lightroom potete aprire le foto in Photoshop con maggiore rapidità

e come oggetto avanzato. Potete inoltre unire più foto come un’unica immagine panoramica, unire più immagini HDR (High Dynamic Range) o aprire più foto come un singolo file con livelli in Photoshop. Quando tornate a Lightroom, le immagini modificate vengono aggiunte al catalogo. Consultate “Modificare le foto in Photoshop” a pagina 133.
Nuove opzioni di stampa Potete creare layout di stampa, o pacchetti di immagini, composti di una foto ripetuta in

diverse dimensioni su una singola pagina. Sono inoltre disponibili funzioni per migliorare la nitidezza nell’output e per la stampa come file JPEG per il fornitore di servizi di stampa. Consultate “Creazione di layout di foto per pacchetti di immagini” a pagina 156, “Rendere una foto più nitida per la stampa” a pagina 161 e “Stampare in JPEG” a pagina 151.
Prestazioni migliorate Con Lightroom 2.0 e versioni successive potrete visualizzare in modo più veloce anteprime e foto grazie a un migliore utilizzo dei processori multipli e al supporto di sistemi a 64 bit con Windows® Vista® e Mac OS®. SDK per output Un kit di sviluppo software (SDK) permette a terze parti di creare plug-in per incrementare le funzionalità di Lightroom per l’esportazione di foto, la creazione di gallerie fotografiche per il Web e l’aggiunta di metadati personalizzati. Consultate “Plug-in di esportazione” a pagina 129. Nuovi profili di fotocamere Con Lightroom 2.2 e versioni successive vengono forniti due nuovi tipi di profili basati sulle specifiche Digital Negative (DNG) 1.2. Tali nuovi profili offrono una migliore resa cromatica per le immagini in formato raw da fotocamera. Consultate “Regolare la calibrazione del colore della fotocamera” a pagina 108.

Per informazioni su ulteriori modifiche, consultate il file Leggimi di Lightroom. Per un video sulle nuove funzioni del modulo Libreria, visitate www.adobe.com/go/lrvid2216_lrm_it. Per un video sulle nuove funzioni del modulo Sviluppo, visitate www.adobe.com/go/lrvid2217_lrm_it. Per un video sulle nuove funzioni dei moduli Presentazione, Stampa e Web, visitate www.adobe.com/go/lrvid2218_lrm_it.

5

Capitolo 2: Flusso di lavoro con Lightroom
Adobe® Photoshop® Lightroom® è composto di cinque moduli, progettati in base al flusso di lavoro fotografico. Per elaborare le foto in modo efficiente in Lightroom, è utile conoscere in che modo è organizzata l’area di lavoro e come eseguire le attività di base in ogni modulo.

Panoramica dell’area di lavoro
Lightroom offre un set completo di strumenti per fotografi professionisti, organizzati in cinque moduli. Ogni modulo viene usato per una parte specifica del flusso di lavoro fotografico: il modulo Libreria è progettato per l’importazione, l’organizzazione e la selezione delle foto; il modulo Sviluppo consente di regolare i colori e i toni o di elaborare le foto in modo creativo; i moduli Presentazione, Stampa e Web sono progettati per la presentazione delle foto. Ognuno dei cinque moduli dell’area di lavoro di Lightroom è composto di diversi pannelli, ognuno dei quali contiene opzioni e comandi per lavorare sulle foto.
A B

C

F

D G

H

E

Area di lavoro di Lightroom in vista Griglia A. Barra Filtro del modulo Libreria B. Area di visualizzazione dell’immagine C. Timbro identità D. Pannelli per lavorare con le foto originali E. Area Provino F. Selettore dei moduli G. Pannelli per lavorare con metadati e parole chiave e per regolare le immagini H. Barra degli strumenti

Le miniature di anteprima sono visualizzate in vista Griglia e nell’area Provino. Per inserire le foto nella libreria. Per modificare la selezione nell’area Provino. 2.000 pixel in lunghezza o larghezza e fino a 512 megapixel. Durante l’importazione. effettuate una delle seguenti operazioni: • Fate clic su pulsante Importa nel modulo Libreria. a meno che non eliminiate prima la foto dalla libreria. dovete innanzitutto importarle nella libreria di Lightroom. presenta le miniature del contenuto della cartella. Consultate “Sfogliare il catalogo” a pagina 55 e “Creare copie virtuali” a pagina 63. passate al modulo Libreria e selezionate altre foto. Per lavorare in Lightroom.UTILIZZO DI PHOTOSHOP LIGHTROOM 2 6 Flusso di lavoro con Lightroom L’area Provino. Nota: Lightroom supporta foto fino a 65. del set di parole chiave o dei criteri dei metadati attualmente selezionati nel modulo Libreria. da un disco rigido. A meno che non vengano rimossi manualmente. potete anche tenere premuto Ctrl+Alt (Windows) o Comando+Opzione (Mac OS) e premere il numero da 1 a 5 che corrisponde al modulo desiderato. Per importare le foto in Lightroom. applicarvi le regolazioni del modulo Sviluppo. offre una funzione di importazione automatica che consente di importare automaticamente le foto nella libreria da una cartella specifica. Oltre che da fotocamere e lettori di schede di memoria. incorporarvi metadati e parole chiave. le foto vengono aggiunte alla libreria di Lightroom e viene avviata la creazione delle anteprime e la catalogazione dei metadati. il contenuto dell’area Provino viene usato come punto di partenza per le attività da eseguire. In ogni modulo. Consultate “Visualizzazione delle foto nell’area Provino” a pagina 29. Selezionate le foto da importare. Non potete importare la stessa foto in Lightroom più volte. . nonché eseguire il backup delle foto originali in una cartella diversa. • Scegliete File > Importa foto da disco. Dopo l’importazione. Collegate la fotocamera o il lettore di schede di memoria al computer. le anteprime e i metadati rimangono nella libreria anche se le foto corrispondenti vengono spostate dal computer e archiviate in un diverso percorso di memorizzazione. nonché aggiungere informazioni alle foto da importare. consultate “Formati di file” a pagina 36. potete scegliere se spostare o copiare i file delle foto in una cartella specifica oppure se impostare un riferimento per la loro posizione corrente. Lightroom non supporta le immagini CMYK. iniziate con il selezionare nel modulo Libreria le immagini da elaborare. da CD o DVD e da altri dispositivi di memorizzazione. Importazione delle foto in Lightroom: flusso di lavoro di base Per lavorare con le foto. seguite questa procedura di base: 1. Nota: Lightroom. fate clic sul nome di un modulo nel Selettore moduli (in alto a destra nella finestra di Lightroom) per iniziare a modificare. Il processo di importazione indica a Lightroom quali foto sono presenti nella libreria e se tali foto sono importate direttamente da una fotocamera. della raccolta. potete importare le foto da un altro catalogo Lightroom o da Photoshop Elements (Windows). Inoltre. inoltre. Consultate “Importazione automatica” a pagina 43. Potete inoltre rinominare le foto. nella parte inferiore dell’area di lavoro di ogni modulo. stampare o preparare le foto per le presentazioni su schermo o in gallerie per il Web. La finestra di dialogo Importa foto consente di visualizzare le anteprime. selezionare e denominare le foto. Per passare a uno dei cinque moduli. mentre le cartelle contenenti le foto importate sono visualizzate nel pannello Cartelle del modulo Libreria. in Lightroom è possibile importare le foto da qualsiasi cartella su disco rigido. Successivamente. da un lettore di schede di memoria o da un altro dispositivo di memorizzazione. Per un elenco completo dei formati file supportati.

(Facoltativo) Eseguite il backup delle foto durante l’importazione. Scegliete come importare le foto nella libreria. specificate la cartella di destinazione e come denominare i file importati. Se selezionate Minime. 7. Consultate “Specificare le anteprime iniziali durante l’importazione” a pagina 41. per impostazione predefinita le foto vengono importate con i rispettivi nomi file correnti. individuate la cartella contenente le foto e fate clic su Scegli. Consultate “Visualizzare in anteprima e selezionare le foto da importare” a pagina 38. Se necessario. visitate www. Selezionate il tipo di anteprime da visualizzare. Successivamente. (Facoltativo) Impostate le opzioni per l’importazione delle foto. Quando copiate o spostate le foto nella libreria. 6. 3. impostazioni di sviluppo. 4. scegliete se importare le foto mediante un riferimento. durante l’importazione. Se copiate o spostate le foto. Potete personalizzare il nome scegliendo un’opzione dal menu Modello nell’area Denominazione file. copiandole o spostandole in una directory specificata oppure copiandole come file Digitale negativo (DNG). vengono usate le anteprime incorporate nelle foto e la visualizzazione iniziale delle foto risulta più rapida. Se avete scelto di copiare o spostare le foto nella libreria.com/go/lrvid2201_lrm_it. Per un video sull’importazione di foto da Lightroom. viene visualizzata una barra di avanzamento nell’angolo in alto a sinistra della finestra. “Creare e applicare predefiniti di sviluppo” a pagina 100 e “Applicare i metadati alle foto durante l’importazione” a pagina 41. Consultate “Importare le foto da disco in Lightroom” a pagina 37. Nell’area Informazioni da applicare della finestra di dialogo Importa foto. selezionate Mostra anteprima per visualizzare e selezionare foto specifiche. Se non desiderate importare tutte le foto di una cartella. L’opzione Standard consente di visualizzare foto di qualità superiore nella vista Griglia. Consultare anche “Gestione delle foto” a pagina 61 . vengono generate le miniature nell’area centrale del modulo Libreria. Fate clic su Importa. (Facoltativo) Assegnate ai file un nome personale. Consultate “Denominare le foto durante l’importazione” a pagina 38. specificate se eseguire un backup unico delle foto originali durante l’importazione. potete aggiungere un numero sequenziale.adobe. Nella finestra di dialogo Importa foto. potete impostare le opzioni per applicare alle foto. • Trascinate una cartella contenente foto oppure un gruppo di foto nella vista Griglia del modulo Libreria.UTILIZZO DI PHOTOSHOP LIGHTROOM 2 7 Flusso di lavoro con Lightroom • Scegliete File > Importa foto da dispositivo. 8. Durante l’importazione delle foto. metadati o parole chiave. 5. Ad esempio. Consultate “Applicare le impostazioni di sviluppo alle foto durante l’importazione” a pagina 41.

Il modulo Libreria consente di visualizzare e organizzare le foto presenti nel catalogo. Per impostazione predefinita. confrontare e valutare le foto. in Lightroom potete gestire. Tale record è memorizzato nel catalogo e contiene dati quali: informazioni sull’anteprima. le etichette colore e . Lightroom carica il catalogo più recente. Potete quindi trasferire il catalogo sul PC. Il catalogo è molto simile a un database contenente un record delle vostre foto. o catalogo. organizzare. La vista Griglia fornisce una panoramica dell’intero catalogo o di gruppi specifici di foto e consente di ruotare. Quando valutate le foto. è quindi possibile visualizzare le anteprime delle foto anche se le foto effettive non si trovano nel disco rigido. senza preoccuparvi dello spazio disponibile sul disco rigido del portatile. Il catalogo importato con le foto di questa sessione fotografica sarà un catalogo diverso rispetto a eventuali altri cataloghi già presenti sul PC. identificare e organizzare le foto con molta flessibilità. ordinare. in raccolte temporanee dette raccolte rapide oppure in una raccolta dinamica basata sui criteri specificati.UTILIZZO DI PHOTOSHOP LIGHTROOM 2 8 Flusso di lavoro con Lightroom Il modulo Libreria Dopo l’importazione. Il modulo Libreria dispone di comandi per la ricerca e la visualizzazione di foto e dati specifici. collegamenti verso i percorsi delle foto sul computer. Il modulo Libreria consente di visualizzare. Potete aprire un catalogo diverso scegliendo File > Apri catalogo. inoltre. le due applicazioni si comportano in modo diverso. Il catalogo di Lightroom è invece un database in cui viene tenuta traccia delle foto importate. Per trovare le foto. aggiungete metadati e tag di parole chiave. Potete anche raggruppare le foto in raccolte. il disco rigido del computer deve contenere le foto o essere collegato a un supporto di memorizzazione che contenga le foto. organizzate le foto in raccolte o le rimuovete dal catalogo (anche se i file delle foto originali sono offline). in dimensioni ridotte o estese. Consultare anche “Creare e gestire i cataloghi” a pagina 49 “Importazione delle foto nella libreria” a pagina 35 I cataloghi di Lightroom In Lightroom. Se. è necessario poter accedere alle foto memorizzate. Per visualizzare le foto in Adobe Bridge. Sono disponibili opzioni per visualizzare nelle celle anche informazioni quali la valutazione. ordinare. gestire. organizzare e gestire le foto. conservando le modifiche apportate e tenendo traccia della posizione di memorizzazione delle foto. potete determinare quale catalogo deve essere aperto. Per modificare le foto in Lightroom. metadati per la descrizione delle foto e istruzioni di modifica applicate nel modulo Sviluppo. Potete visualizzare tutte le foto del catalogo come miniature in una griglia oppure filtrare il catalogo in diversi modi per mostrare solo foto specifiche. effettuate riprese fotografiche fuori dal vostro studio. Grazie a tutte queste informazioni. potete anche usare tag di parole chiave e metadati. ad esempio. Nota: sebbene possiate visualizzare le foto sia in Lightroom che in Adobe Bridge. tuttavia. potete importare le foto in Lightroom sul vostro computer portatile. le impostazioni vengono memorizzate nel catalogo. Adobe Bridge è infatti un browser di file in cui è possibile visualizzare solo foto immediatamente accessibili. Si tratta del modulo di base a cui accedere dopo l’importazione delle foto in Lightroom. Le foto sono visualizzate nell’area centrale del modulo Libreria in una delle quattro viste disponibili: Griglia Le foto sono visualizzate come miniature in celle. nelle preferenze Generali. Visualizzazione e organizzazione delle foto Le foto nel catalogo e i relativi dati vengono visualizzati nel modulo Libreria. le foto vengono memorizzate in un database. i cataloghi vengono usati per tenere traccia della posizione dei file e conservare le informazioni su di essi. quindi spostare le foto originali su un supporto scrivibile o su dispositivi di memorizzazione e continuare a organizzare e gestire le foto.

“Visualizzazione e modifica dei metadati” a pagina 78 e “Pannello Sviluppo rapido” a pagina 94. applicare valutazioni. valutazione ed etichetta colore.UTILIZZO DI PHOTOSHOP LIGHTROOM 2 9 Flusso di lavoro con Lightroom le segnalazioni Selezione o Rifiutato. Se avete scattato una serie di foto simili. Vista d’insieme Consente di visualizzare la foto attiva con le foto selezionate in modo che possiate valutarle. Consultate “Mostrare i comandi nella barra degli strumenti del modulo Libreria” a pagina 46. Lentino In questa vista viene visualizzata una singola foto. Consultate “Filtro e valutazione delle foto” a pagina 73 e “Filtrare le foto visualizzate nell’area Provino e in vista Griglia” a pagina 30. l’area Provino è visualizzata nella parte inferiore del modulo Libreria. Potete anche visualizzare queste viste nel modulo Libreria in una seconda finestra. I pannelli sul lato destro del modulo Libreria consentono di visualizzare un istogramma della foto attiva e di visualizzare e aggiungere metadati e tag di parole chiave alle foto. Confronto Consente di visualizzare le foto l’una di fianco all’altra in modo che possiate valutarle. Per un video sul modulo Libreria. I pannelli sul lato sinistro del modulo Libreria servono principalmente per visualizzare foto specifiche. Consultate “Lettura dell’istogramma di un’immagine” a pagina 99. Lentino. Quando è impostata la vista Griglia o Vista d’insieme. fate clic sulla X nell’angolo in basso a destra della miniatura. La possibilità di ricercare e trovare le foto è importante per individuare immagini specifiche. Consultate “Sfogliare le foto per cartelle” a pagina 60 e “Raccolte di foto” a pagina 64. la barra degli strumenti sotto all’area di anteprima contiene i comandi per ordinare. Il modulo Libreria contiene i pulsanti e i comandi per passare da una vista all’altra: consultate “Cambiare vista tra Griglia. I comandi disponibili consentono di visualizzare la foto intera o di ingrandirla per visualizzarne solo una parte. Confronto e Vista d’insieme” a pagina 47. raggruppare le foto in una presentazione o in una galleria per il Web oppure per stampare le foto su un provino a contatto.com/go/lrvid2202_lrm_it.adobe. La barra Filtro libreria nella parte superiore della vista Griglia consente di trovare le foto selezionando categorie di metadati. . Consultate “Trovare le foto mediante la barra Filtro libreria” a pagina 91. Come in tutti i moduli di Lightroom. Consultate “Visualizzare il modulo Libreria in un secondo monitor” a pagina 25. Sono disponibili livelli di zoom fino a 11:1. In base alla vista. Usateli per esplorare e gestire le cartelle che contengono le foto. Per cambiare la foto attiva. per visualizzare le raccolte di foto e per regolare il livello di zoom delle foto in vista Lentino. per deselezionare una foto in Vista d’insieme. applicando un filtro per segnalazione. il modulo Sviluppo dispone di comandi più precisi con cui applicare all’immagine regolazioni e correzioni. fate doppio clic su una foto per visualizzare l’immagine nella vista Lentino. riprodurre presentazioni immediate o visualizzare le informazioni sulle foto. da visualizzare eventualmente su un secondo monitor. Tuttavia. Le regolazioni tonali disponibili nel pannello Sviluppo rapido del modulo Libreria corrispondono a quelle presenti nel modulo Sviluppo. visitate www. fate clic su un’altra miniatura. tali foto possono essere raggruppate facilmente in una pila con una miniatura della foto migliore in mostra. La foto attiva è identificata da un bordo bianco. L’applicazione di filtri per mostrare solo determinate foto nell’area Provino determina anche le foto visualizzate nella vista Griglia. nonché mediante la ricerca di testo. ruotare le foto. Consultate “Ricerca di foto nel catalogo” a pagina 91 e “Raggruppare le foto in pile” a pagina 69. Il pannello Sviluppo rapido consente di applicare rapidamente alle foto le regolazioni tonali.

L’applicazione di regolazioni alla foto è un processo soggettivo e individuale. Striscia degli strumenti E. Grazie alla modifica non distruttiva. 1. Le modifiche vengono memorizzate in Lightroom come istruzioni applicate alla foto. Selezionate una foto da modificare. Pannelli di regolazione F. Per passare a un’altra foto nel modulo Sviluppo. Comandi di ingrandimento del navigatore G. il file originale non viene alterato che sia un file formato raw della fotocamera o un file sottoposto a rendering. Istantanee e Storia B. TIFF e PSD. Potete usare la seguente procedura come una guida generale per apportare le vostre modifiche alle foto nel modulo Sviluppo. Selezionate una foto nel modulo Libreria e premete il tasto D per passare al modulo Sviluppo. Barra degli strumenti In Lightroom. Pannelli Predefiniti. B C D A E F G Modulo Sviluppo A. potete modificare le foto nei seguenti formati: formato raw della fotocamera (incluso DNG). nonché per l’esecuzione delle regolazioni locali.UTILIZZO DI PHOTOSHOP LIGHTROOM 2 10 Flusso di lavoro con Lightroom Applicazione delle regolazioni nel modulo Sviluppo: flusso di lavoro di base Il modulo Sviluppo di Lightroom include i comandi per la regolazione del colore e della gamma tonale delle foto in modo globale. Istogramma C. La modifica non distruttiva implica che potete esplorare e creare diverse versioni delle vostre foto senza rovinare i dati di immagine originali. Le regolazioni eseguite in Lightroom non sono distruttive. Valori RGB D. sceglietela nell’area Provino. JPEG. . quale JPEG o TIFF.

Consultate “Lettura dell’istogramma di un’immagine” a pagina 99. Applicate regolazioni cromatiche locali. . Per impostazione predefinita. usate le opzioni nel pannello Vignettature. visitate www. 6. Consultate “Applicare le regolazioni Sviluppo ad altre foto” a pagina 120. Per applicare una vignettatura dopo il ritaglio. nonché le opzioni Chiarezza e Vividezza. facendo clic sul segno più (+) nel pannello Istantanee. Usate i comandi di ingrandimento del pannello Navigatore per esaminare la foto e lo strumento mano per riposizionare la foto nell’area di visualizzazione. Consultate “Applicare regolazioni locali” a pagina 117. Usate il pannello Istogramma come una guida visiva per misurare i toni cromatici. 3. 4. Per un video sul modulo Sviluppo. quindi creare effetti speciali o colorare le foto monocromatiche nel pannello Divisione toni. Potete applicare le modifiche apportate a una foto anche a molte altre. nonché per visualizzare l’anteprima del ritaglio di ombre e luci. “Compensare l’aberrazione cromatica dell’obiettivo” a pagina 115 e “Compensare la vignettatura dell’obiettivo” a pagina 116. Usate il pannello Dettagli per ridurre il disturbo e regolare la nitidezza in una foto. Potete rifinire le regolazioni tonali e cromatiche globali nei pannelli Curva di viraggio e HSL/Colori/Scala di grigio. nel modulo Sviluppo i pannelli che consentono di apportare regolazioni globali alle foto sono visualizzati nella parte destra della finestra. Ritoccate e correggete gli errori. Correggete cromaticamente aree specifiche di una foto usando gli strumenti pennello di regolazione e filtro graduato. “Correggere gli occhi rossi” a pagina 113. Consultate “Ritagliare e raddrizzare una foto” a pagina 111. In qualsiasi momento. Ad esempio. potete usare gli strumenti sovrapposizione ritaglio. Apportate regolazioni cromatiche globali. Se iniziate con il pannello Base. potete applicare una serie di modifiche a tutte le foto di una sessione fotografica specifica che richiedono tutte le stesse regolazioni globali.UTILIZZO DI PHOTOSHOP LIGHTROOM 2 11 Flusso di lavoro con Lightroom 2. Potete inoltre usare lo strumento pittore nella vista Griglia del modulo Libreria per applicare le impostazioni di sviluppo da una foto a un’altra. Quando passate il puntatore su una foto. la gamma tonale e la saturazione del colore di una foto. polvere e macchie.com/go/lrvid2206_lrm_it. Applicate le stesse regolazioni ad altre foto. Consultate “Ridurre il disturbo nell’immagine” a pagina 113. Per tornare alla modifica precedente potete usare il pannello Storia. Valutate la foto. potete acquisire un particolare stato di modifica in modo da potervi tornare in un secondo momento. potete selezionare modifiche specifiche che desiderate applicare alle altre foto. “Rendere una foto più nitida” a pagina 114. Riducete il disturbo e applicate la nitidezza. 7. rimozione occhi rossi e rimozione macchie per ritagliare e raddrizzare la foto e per rimuovere occhi rossi. oppure premete \ per passare dalla vista Prima alla vista Dopo e viceversa. Inoltre. Potete copiarle e incollarle oppure sincronizzarle. Usate il pannello Vignettature per correggere le aberrazioni cromatiche o la vignettatura causata dall’obiettivo della fotocamera. Potete anche applicare regolazioni tonali alla foto trascinando all’interno dell’istogramma. Un approccio comune all’uso di questi pannelli consiste nel cominciare dall’alto e proseguire verso il basso. Usate il pulsate Prima/Dopo nella barra degli strumenti per visualizzare il risultato delle modifiche apportate. Consultate “Regolazione dei colori e dei toni dell’immagine” a pagina 102. Quando copiate o sincronizzate le correzioni.adobe. 5. nella barra degli strumenti vengono visualizzati i valori RGB del punto immediatamente sotto al puntatore. “Correggere macchie e imperfezioni” a pagina 112 e “Applicare una vignettatura dopo il ritaglio” a pagina 116. potete regolare il bilanciamento del bianco.

È possibile rinominare le foto durante l’esportazione. per salvare le vostre impostazioni come predefinito di esportazione personale. Consultate “Editor modello nome file ed Editor modello di testo” a pagina 39 e “Denominare le foto in fase di esportazione” a pagina 125. Ad esempio. Selezionate le foto nella vista Griglia o nell’area Provino.com/go/lrvid2208_lrm_it. Potete esportare foto singole o multiple dal modulo Libreria o Sviluppo alla posizione specificata. oppure. le foto con toni divisi e vignettature dopo il ritaglio. Consultate “Esportare una presentazione” a pagina 147. mentre nel modulo Web. Nel modulo Presentazione. Durante l’esportazione delle foto in formato JPEG. visitate www. Scegliete File > Esporta oppure fate clic sul pulsante Esporta nel modulo Libreria.com/go/lrvid2209_lrm_it. Specificate un nome file per le foto esportate. Per esportare le foto da Lightroom. È inoltre possibile esportare le foto con le stesse impostazioni della precedente sessione di esportazione. Consultate “Esportare foto con i predefiniti” a pagina 128. (Facoltativo) Scegliete un predefinito di esportazione. le dimensioni in pixel e la risoluzione. Esportate le foto e specificate una cartella di destinazione. Il numero di foto esportate è visualizzato nella parte superiore della finestra di dialogo Esporta. specificate una cartella di destinazione per i file esportati.adobe. quali le foto in scala di grigio. nella finestra di dialogo Esporta.com/go/lrvid2207_lrm_it. potete esportarle foto come una galleria di foto per il Web. Consultate “Scegliere una cartella di destinazione per l’esportazione” a pagina 124. fate clic sul pulsante Aggiungi in fondo all’elenco Predefinito. Per un video sulla creazione di effetti speciali.UTILIZZO DI PHOTOSHOP LIGHTROOM 2 12 Flusso di lavoro con Lightroom Per un video su come apportare correzioni tonali e cromatiche nel modulo Sviluppo. Esportazione delle foto: flusso di lavoro di base Lightroom consente di esportare le foto in formati di file adatti a una vasta gamma di usi. Per un video sull’applicazione delle regolazioni locali nel modulo Sviluppo. sono disponibili opzioni per specificare lo spazio colore. adatta all’invio come allegato e-mail. Nel modulo Stampa. Consultate “Selezionare le foto nella vista Griglia e nell’area Provino” a pagina 56.adobe. . 2. Ad esempio. 3.adobe. Potete anche scegliere di aggiungere le foto esportate al catalogo corrente. visitate www. Lightroom offre diversi predefiniti che semplificano l’esportazione di foto in formati di file specifici. potete esportare le foto come JPEG per usarle in una presentazione multimediale o per inviarle via e-mail oppure come TIFF per la pubblicazione. Potete selezionare uno di questi predefiniti. Scegliete un’opzione dal menu Modello nell’area Denominazione file oppure scegliete Modifica nel menu per creare una convenzione di denominazione personale mediante Editor modello nome file. “Stampare in JPEG” a pagina 151 e “Il salvataggio e il caricamento di gallerie di foto per il Web” a pagina 170. TIFF o PSD. 1. Potete salvare le impostazioni di esportazione come predefiniti da usare nuovamente in futuro. Nella finestra di dialogo Esporta. potete esportare le foto anche in JPEG. seguite questa procedura di base. il predefinito Per e-mail genera un’immagine JPEG di piccole dimensioni e con risoluzione bassa. 4. Selezionate le foto da esportare. visitate www. potete esportare le foto in un singolo file Adobe PDF o come più file JPEG.

Se aprite un file raw della fotocamera in Photoshop CS4. Da Lightroom è possibile modificare le foto in Photoshop CS4 in diversi modi. Consultate “Specificare le impostazioni di esportazione dei file” a pagina 125 e “Specificare la nitidezza dell’output” a pagina 126. una singola immagine HDR oppure aprire due o più foto come una singola immagine a più livelli in Photoshop. Photoshop apre direttamente la foto. selezionate la foto che desiderate modificare. lo spazio colore. Specificate se mostrare i file in Esplora risorse (Windows) o nel Finder (Mac OS). Consultate “Salvare le impostazioni di esportazione come predefiniti” a pagina 128. visitate www. JPEG o PSD. Per salvare le impostazioni di esportazione e usarle nuovamente in un secondo momento. Quindi. Se aprite un file TIFF. Se nel computer in uso è installato Photoshop o Photoshop Elements. fate clic su Aggiungi per creare un predefinito di esportazione. Scegliete se esportare le foto originali o se esportarle come file JPEG. TIFF o DNG. Ad esempio. se scegliete JPEG. le dimensioni in pixel e la risoluzione. effettuate i seguenti passaggi: 1. Potete scegliere altre applicazioni da usare come editor esterni. Dopo aver selezionato un formato. scegliete Foto > Modifica in > Modifica in Adobe Photoshop o Modifica in Adobe Photoshop Elements. specificate la qualità della compressione. specificate le impostazioni corrette per i file esportati.adobe. quindi scegliete File > Salva per confermarle. tale applicazione viene automaticamente usata come editor esterno. avviare un’applicazione specifica oppure non eseguire alcuna operazione dopo l’esportazione. accertatevi che sul computer in uso sia installata una di tali applicazioni. nonché una serie di formati di file e altre opzioni nelle preferenze Modifica esterna. Apportate le modifiche desiderate in Photoshop o Photoshop Elements. . Consultate “Aprire le foto in Photoshop o Photoshop Elements” a pagina 131 e “Modificare le foto in Photoshop” a pagina 133. Per modificare le foto in Photoshop o Photoshop Elements da Lightroom.UTILIZZO DI PHOTOSHOP LIGHTROOM 2 13 Flusso di lavoro con Lightroom 5. scegliete se aprire una copia della foto con le regolazioni di Lightroom applicate oppure una copia della foto originale. Consultate “Scegliere le azioni di post-elaborazione” a pagina 127. 8. Selezionate una foto da modificare. Potete inoltre unire una serie di scatti in modo da ottenere una singola immagine panoramica. 6. PSD. Adobe Photoshop Elements o un’altra applicazione direttamente dal modulo Libreria o Sviluppo di Lightroom. 7. Scegliete un’azione di post-elaborazione. Fate clic su Esporta. la nuova foto viene automaticamente importata nel catalogo. Potete anche applicare un valore di nitidezza dell’output. Potete semplicemente modificarle nel formato corrente oppure aprirle come oggetto avanzato. Modifica in Photoshop o Photoshop Elements: flusso di lavoro di base Potete avviare la modifica delle foto in Adobe Photoshop. aprire le foto in Photoshop. Per un video sull’esportazione delle foto da Lightroom. Scegliete un formato file e specificate le impostazioni per il file da esportare e per le dimensioni. Apportate le modifiche in Photoshop o Photoshop Elements. 2. Successivamente. Nel modulo Libreria o Sviluppo di Lightroom. Quando salvate le modifiche apportate a una foto in Photoshop.com/go/lrvid2210_lrm_it. (Facoltativo) Salvate le impostazioni di esportazione. Consultate “Specificare le preferenze di modifica esterna” a pagina 130.

. Per un video sulla modifica delle foto in Lightroom e Photoshop CS3. aggiungere del testo al layout della diapositiva e selezionare le impostazioni di riproduzione. potete creare presentazioni di foto su schermo con musica e transizioni. per rifinire la selezione e per aggiungere del testo alle diapositive. I pannelli a destra contengono i comandi per specificare l’aspetto delle foto nel layout del modello. Nella vista Griglia del modulo Libreria. La barra degli strumenti sotto all’Editor diapositiva contiene i comandi per la riproduzione di un’anteprima della presentazione. La foto originale rimane inalterata. Nella vista Editor diapositiva al centro dell’area di lavoro vengono visualizzate le foto in un modello di diapositiva.adobe. Per un video sulla modifica delle foto in Lightroom e Photoshop CS4. modificare il modello. La nuova foto contiene le modifiche apportate in Photoshop o Photoshop Elements. i file PSD provenienti da Lightroom vengono salvati automaticamente con compatibilità massima. Creazione di presentazioni: flusso di lavoro di base Nel modulo Presentazione.com/go/lrvid2211_lrm_it. Tornate a Lightroom. Passate di nuovo a Lightroom. I pannelli a sinistra contengono un elenco di modelli di presentazione e un’anteprima dei layout.com/go/lrvid4121_ps_it. visitate www. viene visualizzata una nuova versione della foto accanto a quella originale. visitate www. attivate l’opzione Massimizza compatibilità in modo che Lightroom possa leggere le immagini.UTILIZZO DI PHOTOSHOP LIGHTROOM 2 14 Flusso di lavoro con Lightroom 3. Importante: quando salvate da Photoshop o Photoshop Elements.adobe. In Photoshop CS3 e versioni successive.

Questo metodo è utile per visualizzare le immagini a schermo intero. Consultate “Selezionare le foto nella vista Griglia e nell’area Provino” a pagina 56. potete esportarla come file Adobe PDF. Usate Raccolta rapida per raggruppare foto da diverse cartelle o con diverse parole chiave oppure create una raccolta con le foto selezionate.UTILIZZO DI PHOTOSHOP LIGHTROOM 2 15 Flusso di lavoro con Lightroom A B D C E F Modulo Presentazione A. Consultate “Unire le foto in Raccolta rapida” a pagina 30 e “Creare o eliminare una raccolta” a pagina 65. Una presentazione immediata viene riprodotta con il modello e le impostazioni correnti nel modulo Presentazione. Vista Editor diapositiva B. Pannelli per l’impostazione delle opzioni di layout e riproduzione E. . Modelli per presentazioni D. In alternativa. Per creare una presentazione. Anteprima del modello C. Se raggruppate le foto in una raccolta disporrete di un maggiore controllo sull’organizzazione dell’ordine delle diapositive o sulla modifica successiva della presentazione. attenetevi alla seguente procedura di base: 1. selezionate una cartella. Strumenti ruota e aggiungi testo Se desiderate condividere la presentazione con altri o riprodurla su un altro computer. selezionate le foto nella vista Griglia o nell’area Provino. ruotarle o eliminarle da una cartella usando i collegamenti rapidi da tastiera. Comandi per la riproduzione F. Potete anche riprodurre una presentazione immediata dal modulo Libreria o Sviluppo. Selezionate le immagini nel modulo Libreria. valutarle. una raccolta o una parola chiave per visualizzare le foto che desiderate includere nella presentazione. Le presentazioni esportate vengono riprodotte senza musica. Nel modulo Libreria.

Impostate le opzioni di riproduzione. Layout. Esportate la presentazione se desiderate condividerla. Se avete raggruppato le foto in una raccolta. non è possibile includere la musica. Per visualizzare l’anteprima di un modello. 5. potete salvarle come un nuovo modello. Per personalizzate la presentazione potete agire sulle impostazioni Opzioni. Potete salvare la presentazione come un documento Adobe PDF in modo che altri utenti possano visualizzarla. Consultate “Scegliere un modello di presentazione” a pagina 136. 6. Consultate “Impostare la durata delle diapositive e delle transizioni” a pagina 145. specificare se mostrare sulle diapositive il vostro timbro identità o una didascalia e specificare un colore o un’immagine da usare come sfondo della presentazione. Potete inoltre specificare una diapositiva introduttiva e finale e selezionare dal computer un elenco di riproduzione musicale da riprodurre durante la presentazione. Organizzate l’ordine delle diapositive. fate clic sul pulsante Riproduci. passate il puntatore sul suo nome in Browser modelli. Foto selezionate o Foto segnalate. e scegliete Tutte le foto. Importante: nelle presentazioni esportate. 4. Per selezionare il modello da applicare alla presentazione. Scegliete un modello nel modulo Presentazione. nella barra degli strumenti. Consultate “Riordinare le foto nella vista Griglia” a pagina 55 e “Ordinare le diapositive in modo casuale” a pagina 146. Consultate “Aggiunta di sovrapposizioni alle diapositive” a pagina 141 e “Impostare lo sfondo della diapositiva” a pagina 138. è necessario usare una raccolta. 3. Fate clic sul pulsante Esporta. trascinatele nell’area Provino o nella vista Griglia per organizzarle nell’ordine desiderato. 2. fate clic sul suo nome. Nota: per trascinare le foto e cambiare l’ordine delle diapositive. fate clic sul pulsante Anteprima presentazione. Potete anche esportare le diapositive come una serie di file JPEG. Ad esempio. Impostate la durata delle diapositive e le opzioni di transizione per la riproduzione di una presentazione direttamente da Lightroom. (Facoltativo) Personalizzate il modello. Sovrapposizioni e Sfondo. fate clic sul menu a comparsa Usa. Visualizzate un’anteprima o riproducete la presentazione. Per visualizzare la presentazione nella vista Editor presentazioni. . 7. nella barra degli strumenti. Per riprodurre la presentazione a schermo intero sul computer. Consultate “Esportare una presentazione” a pagina 147. assegnate un nome alla presentazione e specificate le dimensioni e le impostazioni di qualità desiderate.UTILIZZO DI PHOTOSHOP LIGHTROOM 2 16 Flusso di lavoro con Lightroom Per filtrare le foto nell’area Provino del modulo Presentazione. Nota: per usare nuovamente le stesse modifiche in un secondo momento. Consultate “Anteprima di una presentazione” a pagina 146 e “Riprodurre una presentazione” a pagina 146. Consultate “Scegliere un modello di presentazione” a pagina 136. potete aggiungere un’ombra esterna. sul lato sinistro dell’area di lavoro.

Nell’area al centro del modulo Stampa vengono visualizzate le foto nel modello. Una creazione di output consente di tornare facilmente a una serie specifica di opzioni di output per una raccolta di foto. da riutilizzare facilmente in altre occasioni. Numero pagina Per stampare le foto da Lightroom. visitate www. I pannelli a sinistra contengono un elenco di modelli e un’anteprima dei rispettivi layout di pagina. potete salvare le impostazioni della presentazione come una creazione di output. Stampa delle foto: flusso di lavoro di base Il modulo Stampa consente di specificare il layout della pagina e le opzioni per la stampa di foto e provini a contatto. Consultate “Creare modelli di presentazione personali” a pagina 139 e “Salvare le impostazioni della presentazione come una creazione di output” a pagina 140. la risoluzione e la nitidezza. aggiungere del testo e altri elementi alle pagine stampate e selezionare le impostazioni di stampa per la gestione del colore.adobe.com/go/lrvid2212_lrm_it. Per un video su tutti i moduli di output. Browser di modelli B. I pannelli a destra contengono i comandi per specificare l’aspetto delle foto nel layout del modello. seguite questa procedura: . modificare il modello. In alternativa. Pannelli per specificare le opzioni di layout e output C. Potete inoltre scambiare facilmente le foto nella creazione di output mantenendo determinate impostazioni nel modulo Presentazione.adobe. Pulsanti Mostra pagina precedente e Mostra pagina successiva D. (Facoltativo) Salvate il layout come modello personale oppure salvate le impostazioni con una creazione di output. Stampa o Web. B A C D Modulo Stampa A. Potete salvare il layout della presentazione come modello personale. Per un video sul modulo Presentazione. visitate www.UTILIZZO DI PHOTOSHOP LIGHTROOM 2 17 Flusso di lavoro con Lightroom 8.com/go/lrvid2213_lrm_it.

e scegliete Tutte le foto. Consultate “Scegliere un modello Griglia” a pagina 152 e “Scegliere un modello Pacchetto immagini” a pagina 156. fate clic sul menu a comparsa Usa. Usate Raccolta rapida per raggruppare le foto da diverse cartelle nella vista Griglia oppure con diverse parole chiave nell’area Provino. per aggiungere altre celle o pagine al layout. 5. Nel pannello Sovrapposizioni. Foto selezionate o Foto segnalate. (Facoltativo) Aggiungete del testo e altri elementi. • (Mac OS) Nella finestra di dialogo Formato di stampa. potete anche selezionare le foto dall’area Provino. le informazioni sulle foto o il numero di pagina. potete modificare il modello mediante i comandi disponibili nei pannelli Impostazioni immagine e Layout. usate il pannello Righelli. 3. quindi scegliete la dimensione dal menu Formato carta. 6. Selezionate le foto da stampare. nella barra degli strumenti. Consultate “Creazione di layout di foto per pacchetti di immagini” a pagina 156. I modelli Pacchetto immagini sono ideali per le stampe di foto di classe o di matrimonio. fate clic sul pulsante Formato di stampa e scegliete le dimensioni della pagina. scegliete una stampante nel menu Formato per. . • (Windows) Nell’area Carta della finestra di dialogo Imposta stampante. Consultate “Selezionare le foto nella vista Griglia e nell’area Provino” a pagina 56. Consultate “Stampa di testo e grafica in sovrapposizione” a pagina 158. usate il pannello Celle. scegliete le dimensioni di pagina desiderate dal menu Dimensioni. Per i modelli di tipo pacchetti di immagini. potete ingrandire le foto per riempire le celle. una raccolta o una parola chiave per visualizzare le foto da stampare. ad esempio provini a contatto 4x5. Per filtrare le foto nell’area Provino del modulo Stampa. Scegliete le dimensioni della pagina. Nel modulo Stampa. Specificate le impostazioni di stampa. Per regolare la visualizzazione dell’area di lavoro. Nel pannello Processo di stampa. 4. I tre modelli Pacchetto immagini consentono di posizionare una stessa foto su una pagina in diversi formati. Nota: se necessario. (Facoltativo) Personalizzate il modello. selezionate una cartella. aggiungere una traccia al bordo e regolare le dimensioni dei margini e delle celle. Ad esempio. griglia e guide.UTILIZZO DI PHOTOSHOP LIGHTROOM 2 18 Flusso di lavoro con Lightroom 1. Consultate “Impostare la risoluzione di stampa” a pagina 161. Nel modulo Stampa. con ottimizzazione dello spazio disponibile. 2. effettuate una delle seguenti operazioni: • Specificate una risoluzione di stampa oppure lasciate le impostazioni predefinite (240 ppi). specificate l’orientamento della pagina prima di fare clic su OK. Lasciate l’impostazione Scala su 100% ed eseguite invece in Lightroom tutte le regolazioni desiderate per le dimensioni dell’immagine. I modelli forniti con Lightroom applicano il ridimensionamento alle foto in base al formato di carta scelto. Per i layout di tipo griglia. specificate se stampare il vostro timbro identità. Consultate “Specificare in che modo le foto riempiono una cella di immagine” a pagina 153 e “Modificare i margini delle pagine e le dimensioni delle celle” a pagina 154. Nel modulo Libreria. potete personalizzare i layout trascinando liberamente le celle nell’area di lavoro e specificando le opzioni nel pannello Impostazioni immagine. Scegliete un modello. Potete anche ridimensionare le celle trascinando le guide nell’area di lavoro.

Consultate “Stampare in modalità Bozza” a pagina 151.adobe. Fate clic sul pulsante Stampa e specificate le opzioni del driver di stampa. Per poter usare nuovamente le stesse impostazioni di stampa. 7. I pannelli sul lato sinistro del modulo Web di Lightroom contengono un elenco dei modelli disponibili e l’anteprima dei relativi layout di pagina. è inoltre possibile passare dall’indice alle altre pagine della galleria di foto per il Web. Scegliete le opzioni desiderate dai menu a comparsa Profilo e Intento di rendering.adobe. Consultate “Rendere una foto più nitida per la stampa” a pagina 161. • Selezionate se usare Stampa in modalità Bozza.com/go/lrvid2212_lrm_it.com/go/lrvid2214_lrm_it. ad esempio siti Web con miniature di immagini che fungono da collegamenti verso le versioni più grandi delle foto. disattivate eventuali opzioni di gestione del colore nelle opzioni della stampante. salvatele come un nuovo modello di stampa personale. I pannelli a destra contengono i comandi per specificare l’aspetto delle foto nel layout del modello. (Facoltativo) Salvate il layout e le opzioni di stampa come un nuovo modello oppure come una creazione di output. modificare il modello. potete salvare le impostazioni come una creazione di output in modo da conservare una serie di opzioni specifiche del modulo Stampa con una raccolta di foto. Scegliete la stampante e impostate le relative opzioni prima di fare clic su OK (Windows) o su Stampa (Mac OS). usate il menu a comparsa per scegliere il valore di nitidezza da applicare. In alternativa. visitate www. Nel riquadro centrale è visualizzata l’immagine. . Consultate “Impostare la gestione del colore per la stampa” a pagina 161. Se selezionate Nitidezza stampa. che viene aggiornata automaticamente durante le modifiche. Consultate “Creare modelli di stampa personali” a pagina 155 e “Salvare le impostazioni di stampa come una creazione di output” a pagina 163.UTILIZZO DI PHOTOSHOP LIGHTROOM 2 19 Flusso di lavoro con Lightroom • Specificate come deve essere effettuata la gestione del colore per le vostre foto. 8. Creazione di gallerie per il Web: flusso di lavoro di base Il modulo Web consente di creare gallerie di foto per il Web. Per un video sul modulo Stampa. incluse le opzioni di layout e di sovrapposizione. Per un video su tutti i moduli di output. visualizzare in un browser l’anteprima della galleria per il Web e specificare le impostazioni per caricare la galleria su un server Web. visitate www. aggiungere del testo alla pagina Web. • Selezionate se applicare la nitidezza alle foto per la stampa. Se la gestione del colore è affidata a Lightroom.

Inoltre. . Pulsante Anteprima D. è consigliabile raggruppare tutte le foto in una raccolta in cui venga mantenuto sia l’ordine delle foto che eventuali impostazioni personalizzate specificate. Galleria Flash di Lightroom Viene generato un sito Web con diverse viste: una riga di miniature di immagini che consentono di visualizzare le versioni più grandi delle foto e una presentazione navigabile. Potete rifinire la selezione. potete usare Raccolta rapida per raggruppare le foto provenienti da diverse cartelle o con parole chiave diverse. Browser di modelli C.UTILIZZO DI PHOTOSHOP LIGHTROOM 2 20 Flusso di lavoro con Lightroom D A B C E Modulo Web A. Consultate “Selezionare le foto nella vista Griglia e nell’area Provino” a pagina 56 e “Raccolte di foto” a pagina 64. Potete visualizzare questa galleria in un browser con Adobe Flash® Player. selezionate una cartella. selezionate le immagini nella vista Griglia o nell’area Provino. seguite questa procedura di base: 1. quindi aggiungere le foto a una Raccolta rapida o a una raccolta. Pannelli per personalizzare il layout e specificare le opzioni di output E. Se pensate di dover modificare la galleria di foto per il Web in un secondo momento. In alternativa. Per creare una galleria di foto per il Web in Lightroom. Selezionate le immagini nel modulo Libreria. Nel modulo Libreria. una raccolta o una parola chiave per visualizzare le foto da includere nella galleria di foto per il Web. Pulsanti di navigazione Con Lightroom è possibile creare due tipi di gallerie per il Web: Galleria HTML di Lightroom Viene generata una pagina Web contenente le miniature delle immagini che fungono da collegamenti verso le corrispondenti pagine contenenti le versioni più grandi delle foto. Tipo di galleria per Web B.

(Facoltativo) Specificate l’aspetto della galleria per il Web. digitate un titolo per il sito Web. Nel pannello Info sito. 6. descrizione e dati di contatto” a pagina 168. Potete anche aggiungere le informazioni sul copyright. (Facoltativo) Aggiungete il vostro timbro identità. (Facoltativo) Specificate il testo da visualizzare con le foto. Consultate “Visualizzare titoli e didascalie delle foto nelle gallerie di foto per il Web” a pagina 169. Se nell’area Provino non è selezionata alcuna foto. lasciate deselezionate le caselle Titolo o Didascalia. Per visualizzare l’anteprima di un modello. Specificate le impostazioni di output. Per visualizzate sulla pagina Web il vostro timbro identità. potete immettere il vostro indirizzo e-mail in modo che i visitatori della galleria possano fare clic sul vostro nome per contattarvi via email. Nel pannello Info immagine. Per selezionare il modello da applicare alla galleria per il Web. Nel pannello Palette colori.UTILIZZO DI PHOTOSHOP LIGHTROOM 2 21 Flusso di lavoro con Lightroom Per filtrare le foto nell’area Provino del modulo Web. 10. Immettete le informazioni sul sito Web. Nel pannello Impostazioni output. 9. uno per la galleria e una descrizione. Consultate “Aggiungere il timbro identità alle gallerie di foto per il Web” a pagina 169. fate clic sul menu a comparsa Usa. 2. Inoltre. Consultate “Aggiungere titoli. Scegliete un modello. Consultate “Specificare l’aspetto delle gallerie HTML di Lightroom” a pagina 166 e “Scegliere il layout delle gallerie Flash di Lightroom” a pagina 166. modificate il layout della galleria mediante le opzioni Griglia (per le gallerie HTML) o il menu Layout (per le gallerie Flash). passate il puntatore sul suo nome in Browser modelli. Consultate “Scegliere i colori per le gallerie di foto per il Web” a pagina 166. 4. Se non desiderate che venga visualizzato alcun testo sotto alle foto. Nel pannello Aspetto. (Facoltativo) Specificate il layout della galleria. Riordinate le foto. Foto selezionate o Foto segnalate. nella galleria vengono incluse tutte le foto. specificate la qualità della visualizzazione delle foto grandi. 5. Le foto selezionate vengono visualizzate sia nell’area Provino che nell’area di lavoro al centro del modulo Web. Nota: potete anche selezionare le immagini nell’area Provino per specificare quali foto visualizzare nella galleria. Passate al modulo Web. selezionate la relativa opzione nel pannello Info sito (per le gallerie HTML) o Aspetto (per le gallerie Flash). 7. digitate o scegliete i metadati da visualizzare come titolo e didascalia per ogni foto. Se avete raggruppato le foto in una raccolta. trascinatele nell’area Provino per cambiarne l’ordine di visualizzazione in base all’ordine desiderato per la galleria. 3. 8. e scegliete Tutte le foto. . Consultate “Selezionare le foto nella vista Griglia e nell’area Provino” a pagina 56. fate clic sul suo nome. Per le gallerie Flash. fate clic sul riquadro dei colori accanto all’elemento che desiderate modificare e scegliete un nuovo colore. nella barra degli strumenti. potete anche specificare le dimensioni delle miniature e delle foto grandi nel pannello Aspetto.

Consultate “Anteprima.UTILIZZO DI PHOTOSHOP LIGHTROOM 2 22 Flusso di lavoro con Lightroom 11. potete esportare i file in un percorso specifico o caricare la galleria direttamente su un server Web. scegliete il server Web desiderato dal menu Server FTP oppure scegliete Modifica per specificare le impostazioni nella finestra di dialogo Configura trasferimento file FTP. Per poter usare nuovamente le stesse impostazioni per la galleria per il Web.adobe. Se necessario. Per un video su tutti i moduli di output. Consultate “Visualizzare in anteprima una galleria di foto per il Web” a pagina 170. Viene aperta un’anteprima della galleria per il Web nel browser predefinito. fate clic su Anteprima in Browser. In alternativa. Esportate o caricate la galleria di foto per il Web.com/go/lrvid2212_lrm_it. incluse le opzioni di layout e di caricamento. 13. Nel pannello Impostazioni caricamento. esportazione e caricamento di una galleria di foto per il Web” a pagina 170. potete salvare le impostazioni come una creazione di output in modo da conservare una serie di opzioni specifiche del modulo Web con una raccolta di foto. Nella parte inferiore dell’area di lavoro.com/go/lrvid2215_lrm_it. visitate www. Visualizzate in un browser l’anteprima della galleria per il Web. 12. rivolgetevi al vostro provider di servizi Internet per ottenere assistenza in relazione alle impostazioni FTP. Una volta creata la galleria. Per un video sul modulo Web. Consultate “Creare modelli personalizzati per gallerie per il Web” a pagina 166 e “Salvare le impostazioni Web come una creazione di output” a pagina 168. salvatele come un nuovo modello Web personale. visitate www.adobe. (Facoltativo) Salvate il layout Web e le opzioni come un nuovo modello o come una creazione di output. .

Provino e Selettore moduli. per un flusso di lavoro fotografico digitale completo. Aprire o chiudere un pannello alla volta ❖ Fate clic con il pulsante destro del mouse (Windows) o tenendo premuto Ctrl (Mac OS) sull’intestazione di un pannello e scegliete Modalità solo. scegliete Finestra > Pannelli > Attiva/disattiva pannelli laterali oppure premete il tasto Tab. stampare e mostrare la foto. scegliete Finestra > Pannelli > Attiva/disattiva tutti i pannelli oppure premete Maiusc+Tab. fate clic sull’icona Mostra/nascondi gruppo pannelli Un’icona piena indica che il gruppo di pannelli è visibile.23 Capitolo 3: Area di lavoro e configurazione Adobe® Photoshop® Lightroom® è composto di cinque moduli. Aprire o chiudere un pannello ❖ Fate clic sull’intestazione del pannello. sviluppare. fate clic tenendo premuto Alt (Windows) o Opzione (Mac OS) sull’intestazione di un pannello. • Per mostrare o nascondere gruppi di pannelli di entrambi i lati. organizzare. potete personalizzare l’area di lavoro di Lightroom in modo da visualizzare solo i pannelli desiderati o nascondere alcuni o tutti i pannelli. Modalità solo si applica in modo indipendente a una serie di pannelli. • Per nascondere tutti i pannelli. potete passare da un modulo a un altro per importare. Consultare anche “Panoramica dell’area di lavoro” a pagina 5 Personalizzare l’area di lavoro Gestire i pannelli e le viste dello schermo Per ottimizzare la visualizzazione delle foto. Mostrare o nascondere gruppi di pannelli • Per mostrare o nascondere un singolo gruppo di pannelli. in alternativa. Il triangolo sull’intestazione del pannello appare pieno quando Modalità solo non è attivata. . Scorrere un gruppo di pannelli ❖ Trascinate la barra di scorrimento oppure usate la rotellina del mouse. Per aprire o chiudere tutti i pannelli in un gruppo. inclusi i pannelli laterali. fate clic tenendo premuto il tasto Ctrl (Windows) o Comando (Mac OS) sul nome di un pannello. Mentre lavorate su una fotografia.

trascinate il pannello. il pannello deve essere aperto manualmente. ❖ Fate clic sull’icona di attivazione/disattivazione dei pannelli . Nota: in Mac OS. nelle modalità Schermo intero e Schermo intero e nascondi pannelli viene nascosto anche il dock. i menu e i pannelli). • Scegliete Finestra > Modalità schermo.UTILIZZO DI PHOTOSHOP LIGHTROOM 2 24 Area di lavoro e configurazione Impostare la visualizzazione automatica dei gruppi di pannelli ❖ Fate clic con il pulsante destro del mouse (Windows) o tenendo premuto Ctrl (Mac OS) sul bordo esterno del gruppo di pannelli (oltre la barra di scorrimento) e scegliete un’opzione: Nascondi e mostra automaticamente Visualizza il pannello quando portate il puntatore del mouse sul bordo esterno della finestra di applicazione. • Quando è impostata la modalità Normale. la barra del titolo e i menu oppure la barra del titolo. quando il puntatore diventa una freccia a due punte. per visualizzare i pannelli e la barra dei menu premete Maiusc+Tab. Nascondi automaticamente Nasconde il pannello quando portate il puntatore del mouse fuori dal pannello stesso. i menu e i pannelli. premete Ctrl+Alt+F (Windows) o Comando+Opzione+F (Mac OS) per passare alla modalità Normale. Nasconde il pannello quando portate il puntatore del mouse fuori dal pannello stesso. potete nasconderlo. quindi scegliete il nome del pannello. ❖ Fate clic con il pulsante destro del mouse (Windows) o tenendo premuto il tasto Ctrl (Mac OS) sull’intestazione di un pannello in un gruppo. quindi il tasto F. Rimuovere o ripristinare un pannello in un gruppo Se non usate spesso un determinato pannello. Modificare la modalità dello schermo di Lightroom Potete modificare la visualizzazione dello schermo per nascondere la barra del titolo. quindi scegliete un’opzione. Sincronizza con pannello opposto Applica lo stesso comportamento di visualizzazione ai pannelli di sinistra e di destra o a quelli nella parte superiore o inferiore. . • In modalità Schermo intero e nascondi pannelli. • Dalle modalità Schermo intero barra dei menu o Schermo intero. premete il tasto F per passare da una modalità all’altra. • Per impostare la modalità Schermo intero e nascondi pannelli (per nascondere la barra del titolo. Disattivare tutte le impostazioni in un pannello Potete disattivare temporaneamente tutte le impostazioni in un pannello del modulo Sviluppo o il filtro nell’area Provino. premete Maiusc+Ctrl+F (Windows) o Maiusc+Comando+F (Mac OS). Manuale Disattiva l’opzione Mostra e nascondi automaticamente. Schermo intero barra dei menu oppure Schermo intero. Ridimensionare la larghezza di un gruppo di pannelli ❖ Portate il puntatore del mouse sul bordo interno del gruppo di pannelli. Tuttavia.

fate clic sul pulsante Seconda finestra nell’area Provino.UTILIZZO DI PHOTOSHOP LIGHTROOM 2 25 Area di lavoro e configurazione Attenuare o nascondere l’interfaccia di Lightroom Usate Luci spente per attenuare o rendere completamente nera l’interfaccia di Lightroom in modo da mettere in risalto le foto. ❖ Scegliete Finestra > Luci spente. Durante l’uso di più finestre. Questa seconda finestra visualizza le foto selezionate nel modulo Libreria e usa le opzioni di visualizzazione di tale modulo specificate nella finestra principale di Lightroom per le viste Griglia e Lentino. Per passare da un’opzione all’altra potete premere il tasto L. Confronto o Vista d’insieme nella seconda finestra. Modificare le icone della barra degli strumenti ❖ Sul lato destro della barra degli strumenti. fate clic con il pulsante destro del mouse (Windows) o tenendo premuto Ctrl (Mac OS) sulle foto selezionate in Griglia. Per applicare un comando a una o più foto selezionate nella seconda finestra. Visualizzare il modulo Libreria in un secondo monitor Potete aprire una finestra contenente una seconda vista del modulo Libreria. 1 Per aprire la seconda finestra. fate clic sul menu e selezionate o deselezionate gli elementi da visualizzare nella barra degli strumenti. quindi scegliete un’opzione. Nelle preferenze Interfaccia potete personalizzare Luci spente specificando il livello di attenuazione e il colore dello schermo. Mostrare o nascondere la barra degli strumenti ❖ Per attivare o disattivare la barra degli strumenti. Personalizzare la barra degli strumenti Potete nascondere o personalizzare la barra degli strumenti nei moduli Libreria e Sviluppo per includere gli elementi necessari. in questo modo. Se disponete di un secondo monitor collegato al computer con Lightroom. scegliete Visualizza > Nascondi/mostra barra degli strumenti oppure premete il tasto T. Lightroom applica comandi e modifiche alle foto o alle foto selezionate nella finestra dell’applicazione principale a prescindere dagli elementi selezionati nella seconda finestra. la visualizzazione o la selezione di altre foto in qualsiasi momento risulta più semplice. . potete visualizzare la seconda finestra su questo schermo. La seconda finestra può rimanere aperta a prescindere da quale modulo stiate usando. quindi scegliete un comando.

Se non disponete di un secondo monitor. potete regolare il livello di zoom. Se al computer è collegato un secondo monitor. 3 Specificate le opzioni di visualizzazione. In alternativa. Lentino Scegliete Normale. La foto attualmente bloccata nel secondo monitor è contrassegnata dal distintivo della seconda finestra nell’area Provino e nella miniatura in vista Griglia della finestra principale. fate clic con il pulsante destro del mouse (Windows) o tenendo premuto il tasto Ctrl (Mac OS) su di esse nella finestra principale e scegliete Blocca in secondo monitor. Consultate “Trovare le foto mediante la barra Filtro libreria” a pagina 91. Per bloccare le foto. potete anche selezionare l’opzione Presentazione. Confronto o Vista d’insieme nella seconda finestra. 2 Per modificare la modalità di visualizzazione della seconda finestra del modulo Libreria di Lightroom. Dinamico o Bloccato. trascinate il cursore Miniature e filtrate le foto mediante la barra Filtro libreria.UTILIZZO DI PHOTOSHOP LIGHTROOM 2 26 Area di lavoro e configurazione Modulo Libreria nella finestra principale e vista Lentino nella finestra secondaria (riquadro) Per impostazione predefinita. selezionate la foto e premete Ctrl+Maiusc+Invio (Windows) o Comando+Maiusc+A capo (Mac OS). Lentino. Dinamico visualizza la foto che si trova sotto il puntatore nell’area Provino o in Griglia nella finestra principale. Bloccato visualizza la foto selezionata anche se selezionate successivamente un’altra foto nella finestra principale. la seconda finestra si apre automaticamente a schermo intero sul secondo monitor. In tutte le modalità Lentino nella seconda finestra. In alternativa. fate clic su Griglia. fate clic con il pulsante destro del mouse su Seconda finestra e scegliete un’opzione nel menu. . Griglia Per ridimensionare le miniature. Normale visualizza la foto selezionata più recentemente nella finestra principale. la seconda finestra apre la foto selezionata in vista Lentino. viene aperta una finestra Visualizzazione secondaria mobile. Se disponete di un secondo monitor.

6 Per chiudere la seconda finestra. fate clic sul pulsante Secondo monitor nella finestra principale e scegliete Mostra anteprima secondo monitor. scegliete Modifica > Preferenze. Presentazione (Disponibile con un secondo monitor) Consente di riprodurre su un secondo monitor una presentazione a schermo intero della cartella o della raccolta attualmente selezionata. Consultare anche “Impostare le preferenze di importazione e gestione dei file” a pagina 35 “Modificare le impostazioni del catalogo” a pagina 51 “Impostare le opzioni di visualizzazione del modulo Libreria per la vista Lentino” a pagina 48 “Impostare le opzioni di visualizzazione del modulo Libreria per la vista Griglia” a pagina 47 Aprire la finestra di dialogo Preferenze • In Windows. . Ripristinare le richieste non visualizzate ❖ Nelle preferenze Generali. Consultate “Confrontare le foto nel modulo Libreria” a pagina 58. Per ignorare le opzioni correnti nel modulo Presentazione per Schermata introduttiva. Vista d’insieme Offre la stessa funzionalità di Vista d’insieme nella finestra principale. 4 (Disponibile con un secondo monitor) Per visualizzare la seconda finestra come finestra mobile. Fate clic su Riproduci per riprodurre la presentazione. fate clic su uno dei pulsanti Ripristina. fate clic sul pulsante Secondo monitor nella finestra principale e deselezionate Schermo intero. fate clic su Ripristina tutte le finestre di dialogo di avvertenza. Dalla finestra di anteprima Secondo monitor potete cambiare la visualizzazione del secondo monitor tra le viste Griglia. fate clic sul pulsante Seconda finestra o fate clic sulla finestra e deselezionate Mostra. scegliete le opzioni dai menu Pannelli. fate clic sulla diapositiva o premete Esc per terminarla. nell’area Richieste. Impostare le preferenze per lavorare in Lightroom Potete impostare le preferenze di modifica dell’interfaccia utente di Lightroom.UTILIZZO DI PHOTOSHOP LIGHTROOM 2 27 Area di lavoro e configurazione Confronta Offre la stessa funzionalità della vista Confronto nella finestra principale. • In Mac OS. quindi selezionate un’opzione. La finestra di anteprima Secondo monitor viene usata principalmente quando il secondo monitor non è visibile dalla vostra posizione. scegliete Lightroom > Preferenze. selezionate Escludi. Vista d’insieme e Presentazione. 5 (Disponibile in modalità Schermo intero su un secondo monitor) Per aprire una piccola finestra mobile per il controllo in remoto della visualizzazione del secondo monitor. Pausa all’introduzione. nell’area Impostazioni predefinite di Lightroom. Modificare le dimensioni del font di interfaccia o l’indicatore finale dei pannelli ❖ Nelle preferenze Interfaccia. Consultate “Confrontare le foto nel modulo Libreria” a pagina 58. Schermata finale e Ripeti. Lentino. Confronto. Ripristinare le impostazioni originali dei predefiniti ❖ Nelle preferenze Predefiniti. Potete anche usare la finestra di anteprima Secondo monitor per controllare la riproduzione della presentazione.

1 Effettuate una delle seguenti operazioni: • (Windows) In Lightroom. nella casella di testo premete Opzione+A capo. fate clic sull’anteprima Timbro identità nel pannello Sovrapposizioni e scegliete Modifica dal menu a comparsa. il secondo riquadro consente di impostare il colore dei moduli deselezionati. le presentazioni e l’output di stampa usando un timbro identità con il vostro nome e logo. Stampa o Web. 1 Per aprire Editor modello di testo. personalizzate il font.UTILIZZO DI PHOTOSHOP LIGHTROOM 2 28 Area di lavoro e configurazione Modificare l’impostazione della lingua I menu. In Lightroom. scegliete uno dei timbri identità salvati. GIF. vengono visualizzate correttamente tutte le righe. GIF. Quindi scegliete File > Ottieni Info e fate clic sul triangolo accanto a Lingue. sul lato sinistro di Selettore moduli viene visualizzata solo la prima riga di testo del timbro identità. Usa un timbro identità grafico Viene utilizzato un elemento grafico (di altezza inferiore a 60 pixel) trascinato nella casella. L’elemento grafico può essere un file PDF. 2 In Editor timbro identità. 2 Riavviate Lightroom. Personalizzare i timbri identità e i pulsanti dei moduli Potete personalizzare l’interfaccia di Lightroom. • (Mac OS) In Preferenze di Sistema. JPG. selezionate Adobe Lightroom 2 nella cartella Applicazioni. Monitorare le attività Quando è in esecuzione un’attività. 5 Mediante i menu a comparsa sul lato destro della finestra di dialogo. PNG. (Mac OS) Per creare un timbro identità con più righe di testo. PNG. trascinate la lingua desiderata fino alla parte superiore dell’elenco Lingue. fate clic sulla X accanto alla barra di avanzamento. Tuuttavia. La risoluzione dei timbri identità grafici potrebbe risultare troppo bassa per l’output di stampa. selezionate una delle seguenti opzioni: Usa un timbro identità con testo formattato Viene utilizzato il testo immesso nella casella e vi applica le caratteristiche tipografiche specificate nei menu che si trovano sotto alla casella. fate clic su Internazionale. scegliete Modifica > Preferenze e fate clic sulla scheda Generali. • Per annullare un’attività in corso. Il primo riquadro di selezione dei colori consente di impostare il colore del modulo corrente. quando il timbro identità è selezionato come sovrapposizione di output nel modulo Presentazione. . effettuate una delle seguenti operazioni: • Scegliete Modifica > Configurazione timbro identità (Windows) o Lightroom > Configurazione timbro identità (Mac OS). TIFF o PSD (Windows) e JPG. Scegliete una lingua dal menu a comparsa Lingua e fate clic su OK. TIFF o PSD (Macintosh). sopra al timbro identità viene visualizzato il monitoraggio delle attività. Nel pannello Lingua. le opzioni e i suggerimenti di Lightroom possono essere visualizzati in diverse lingue. 4 Per visualizzare il timbro identità sul lato sinistro di Selettore moduli. La nuova lingua diventa effettiva al prossimo avvio di Lightroom. 3 Scegliete Salva con nome dal menu Attiva timbro di identità e assegnate un nome al timbro identità. le dimensioni e il colore dei pulsanti di Selettore moduli. • Nel modulo Presentazione o Stampa. selezionate Attiva timbro di identità e. dal menu a destra. (Mac OS) Per vedere quali lingue sono disponibili per la vostra versione di Lightroom.

fate clic sul triangolo accanto alla barra di avanzamento. premete i tasti freccia sinistra e destra. Visualizzazione delle foto nell’area Provino Panoramica di Provino Nell’area Provino vengono visualizzate le foto su cui state lavorando mentre passate da un modulo a un altro. . Modificare la disposizione delle immagini delle miniature nell’area Provino e in vista Griglia ❖ Dopo aver selezionato una raccolta. Pulsante Mostra/nascondi seconda finestra B. Scorrere tra le foto nell’area Provino • Trascinate la barra di scorrimento nella parte inferiore dell’area Provino. Indicatore sorgente e menu E. raccolta o serie di parole chiave correntemente selezionata nel modulo Libreria. a destra dei pulsanti di navigazione. Pulsanti Precedente e Successivo (per navigare tra i moduli) D. Mostrare le valutazioni e le selezioni nelle miniature dell’area Provino ❖ Nelle preferenze Interfaccia. Comando Mostra/nascondi Provino Consultare anche “Impostare le preferenze per lavorare in Lightroom” a pagina 27 “Selezionare le foto nella vista Griglia e nell’area Provino” a pagina 56 Mostrare o nascondere l’area Provino • Fate clic sull’icona Mostra/nascondi Provino • Scegliete Finestra > Panelli > Mostra provino. • Fate doppio clic sul bordo superiore dell’area Provino per alternare tra le ultime due dimensioni delle miniature. L’area Provino contiene le foto relative alla cartella. Quando il puntatore diventa una freccia a due punte trascinate il bordo dell’area Provino verso l’alto o verso il basso. • Per navigare tra le miniature nell’area Provino. Filtro sorgente F. Passa a vista Griglia C. fate clic sulle frecce ai lati oppure trascinate il bordo superiore della cornice di una miniatura. Modificare le dimensioni delle miniature dell’area Provino • Portate il puntatore sul bordo superiore dell’area Provino. trascinate una miniatura in una nuova posizione. usate i tasti freccia sinistra o destra o scegliete un’altra sorgente nel menu a comparsa dell’indicatore sorgente. A B C D E F Area Provino di Lightroom A. Per passare da una foto all’altra nell’area Provino.UTILIZZO DI PHOTOSHOP LIGHTROOM 2 29 Area di lavoro e configurazione • Per visualizzare un’altra attività in corso. . selezionate Mostra valutazioni e selezioni nell’area Provino. nella parte inferiore dell’area Provino.

In un catalogo le foto e le relative impostazioni sono memorizzate in una sola posizione. alla valutazione o all’etichetta colore. Visualizza le foto con una valutazione specifica o quelle con una valutazione superiore o inferiore C. ad esempio le 12 migliori foto di una sessione fotografica da inviare al cliente per l’approvazione. Consultare anche “Ricerca di foto nel catalogo” a pagina 91 Unire le foto in Raccolta rapida La funzione Raccolta rapida consente di unire un gruppo temporaneo di foto da usare in un modulo. scegliete un elemento nel pannello Cartelle. Nota: in vista Griglia viene visualizzata la sorgente di foto scelta nell’area Provino. quindi scegliete una nuova sorgente dal menu a comparsa. A B C Impostare i filtri per le foto visualizzate nell’area Provino e in vista Griglia A. • Fate clic sull’indicatore sorgente nell’area Provino. selezionate Attributo. a meno che non scegliate Cancella sorgenti recenti.UTILIZZO DI PHOTOSHOP LIGHTROOM 2 30 Area di lavoro e configurazione Filtrare le foto visualizzate nell’area Provino e in vista Griglia Potete limitare o filtrare le foto nell’area Provino e in vista Griglia in modo da visualizzare solo quelle con un determinato stato di segnalazione o una specifica valutazione o etichetta colore. • Nell’area Provino. questo vi permette di trasferire le foto e le impostazioni a un altro computer. Consultare anche “Convertire le raccolte rapide in raccolte” a pagina 67 “Il modulo Libreria” a pagina 8 “Impostare una raccolta di destinazione” a pagina 66 . quindi selezionate le icone per filtrare la visualizzazione. Raccolte o Elenco parole chiave oppure selezionate i criteri desiderati dalla barra Filtro libreria. quindi selezionate le icone per filtrare la visualizzazione. Visualizza le foto segnalate come Selezione o Rifiutato oppure le foto senza alcuna segnalazione B. effettuate una delle seguenti operazioni: • Nella barra Filtro libreria nella parte superiore del modulo Libreria. Per raccolta si intende invece un gruppo di foto all’interno di un catalogo. Potete scegliere il contenuto di Raccolta rapida o di una sorgente precedentemente visualizzata. Attenzione a non confondere i cataloghi con le raccolte. Le sorgenti precedentemente visualizzate nell’area Provino sono elencate in questo menu a comparsa. Potete visualizzare una raccolta rapida nell’area Provino o in vista Griglia e la potete convertire in una raccolta definitiva. fate clic su Filtro. ❖ Per filtrare le foto visualizzate nell’area Provino e in vista Griglia in base allo stato di segnalazione. Visualizza le foto con una o più etichette colore Consultare anche “Trovare le foto mediante la barra Filtro libreria” a pagina 91 Cambiare le foto visualizzate nell’area Provino • Per scegliere le foto da visualizzare.

Stampa o Web. è possibile alternare tra tale livello e quello corrente. Stampa o Web. selezionate una foto e premete il tasto B. scegliete Foto > Rimuovi da raccolta rapida. Le impostazioni rimangono attive finché non selezionate un altro livello di zoom nel pannello Navigatore o scegliete un nuovo comando nel menu Visualizza. 2 Nel modulo Libreria o Sviluppo. selezionate Adatta o Riempi per il primo livello di zoom. scegliete Raccolta rapida. selezionate Raccolta rapida nel pannello Catalogo. Potete inoltre alternare tra i quattro livelli mediante i comandi Zoom in e Zoom out. L’ultimo livello usato viene salvato e. Consultare anche “Visualizzare il modulo Libreria in un secondo monitor” a pagina 25 Impostare i livelli di zoom per il puntatore 1 Nel pannello Navigatore. In un qualsiasi modulo. portate il puntatore del mouse su una miniatura e fate clic sul cerchio nell’angolo in alto a destro. portate il puntatore del mouse su una miniatura e fate clic sul cerchio nell’angolo in alto a destro. In alternativa. 2 Per il secondo livello di zoom. l’immagine selezionata viene visualizzata automaticamente in vista Lentino. Rimuovere le foto o cancellare la raccolta rapida 1 Visualizzate Raccolta rapida nell’area Provino o in vista Griglia. Nota: quando due immagini sono in vista Confronto nel modulo Libreria. selezionate la foto e premete il tasto B. scegliete Foto > Aggiungi a raccolta rapida. 3 Nel modulo Libreria o Sviluppo. Nel modulo Presentazione. • Nel menu dell’indicatore sorgente nell’area Provino.UTILIZZO DI PHOTOSHOP LIGHTROOM 2 31 Area di lavoro e configurazione Aggiungere foto a Raccolta rapida 1 Selezionate una o più foto nell’area Provino o in vista Griglia. 2 Selezionate una o più foto nella raccolta. Nel modulo Presentazione. scegliete Modifica > Aggiungi a raccolta rapida. Visualizzare le foto in Raccolta rapida • Nel modulo Libreria. scegliete Modifica > Rimuovi da raccolta rapida. Nota: i livelli di zoom per il puntatore sono disponibili anche nella finestra secondaria. facendo clic sulla foto. Visualizzazione delle foto in vista Lentino Consultare anche “Impostare le opzioni di visualizzazione del modulo Libreria per la vista Lentino” a pagina 48 Ingrandire un’immagine Mediante il pannello Navigatore nel modulo Libreria potete impostare il livello di ingrandimento per un’immagine in vista Lentino. In alternativa. selezionate 1:1 (vista al 100% dei pixel effettivi) oppure scegliete un’opzione nel menu a comparsa. In un qualsiasi modulo. se impostate un livello di zoom nel pannello Navigatore o scegliete un comando di zoom. .

Potete visualizzare due serie di metadati e personalizzare le informazioni da inserire in ogni serie. • Tenete premuto il pulsante del mouse per eseguire l’ingrandimento. nascondere e alternare le serie di informazioni. trascinate nella foto o nel pannello Navigatore. trascinate lo strumento mano nella vista Lentino. . tenete premuta la barra spaziatrice. il puntatore diventa lo strumento zoom. Se scegliete un comando di zoom nel menu Visualizza. Nel pannello Navigatore è sempre visualizzata l’immagine intera e una cornice indica i bordi della vista principale. scegliete dai relativi menu le opzioni che desiderate visualizzare per ciascuna serie di informazioni. In alternativa. trascinate il puntatore nel pannello Navigatore. premete Ctrl++ (più) o . nelle preferenze Interfaccia selezionate Centra sul punto su cui si è fatto clic per lo zoom. Visualizzare la sovrapposizione informazioni su una foto Potete visualizzare le informazioni su una foto nella vista Lentino del modulo Libreria. Ogni volta che è possibile eseguire l’ingrandimento. • Per spostare l’immagine in vista Lentino. per effettuare il panning della foto. il livello alterna tra le quattro impostazioni nel pannello Navigatore (Adatta. quindi. Mostrare e nascondere la sovrapposizione informazioni ❖ Scegliete Visualizza > Informazioni Lentino > Mostra sovrapposizione informazioni o scegliete la serie di informazioni da visualizzare. Potete eseguire il panning anche con lo strumento mano in vista Lentino nella finestra secondaria. • Fate clic nel pannello Navigatore per spostare l’immagine nel punto indicato in vista Lentino. fate clic sulla foto o premete la barra spaziatrice. accertatevi che sia selezionata la scheda Vista Lentino. Eseguire il panning dell’immagine Quando la foto è ingrandita e alcune parti non sono visibili. • Per spostare l’immagine. Nota: l’opzione di panning è sincronizzata nelle viste Prima e Dopo nel modulo Sviluppo. potete usare lo strumento mano sulla foto o il puntatore nel pannello Navigatore per spostare il contenuto in modo da visualizzare le aree nascoste.(meno) (Windows) oppure Comando++ (più) o . Riempi.(meno) (Mac OS). Eseguire un ingrandimento temporaneo per effettuare il panning dell’immagine • Per eseguire un ingrandimento temporaneo. 1:1 e l’opzione scelta nel menu). nelle viste Lentino oppure Prima e Dopo del modulo Sviluppo. 2 Durante l’uso del modulo Libreria. scegliete Visualizza > Opzioni di visualizzazione. Potete anche fare clic sulla foto per alternare tra i livelli di zoom nella finestra secondaria. nonché nella vista Lentino della finestra secondaria. • Per alternare tra i quattro livelli di zoom. premete il tasto I per visualizzare. Cambiare le informazioni visualizzate in Sovrapposizione informazioni 1 Nel modulo Libreria o Sviluppo. Per ingrandire la foto al centro dello schermo. 3 Nei campi Informazioni Lentino.UTILIZZO DI PHOTOSHOP LIGHTROOM 2 32 Area di lavoro e configurazione Alternare tra i livelli di zoom • Per alternare tra i due livelli di zoom impostati nel pannello Navigatore.

consultate “Impostare la gestione del colore per la stampa” a pagina 161. profili colore e curve di risposta tonale Non è necessario comprendere la gestione interna del colore da parte di Lightroom. I diversi dispositivi utilizzati nel flusso di lavoro fotografico hanno gamme di colore diverse in base alle quali le foto vengono registrate. i dati raw vengono manipola prima della mappatura tonale. dalla relativa curva di risposta tonale. per ottenere una buona resa cromatica con la maggior parte dei monitor per computer. L’uso di questa gamma lineare impedisce infatti la formazione di molti artefatti causati dall’uso di un’immagine con mappatura tonale. Vedere “Calibrare e creare un profilo per il monitor” a pagina 34. In Lightroom viene usata una curva di risposta tonale per fornire le informazioni relative ai valori dell’istogramma e RGB. nei file di foto in formato raw da fotocamera non vengono incorporati i profili colore. quali TIFF. memorizzate. il modulo Sviluppo presuppone uno spazio di colore ampio basato sui valori cromatici dello spazio colore ProPhoto RGB. occorre calibrare il monitor del computer per una accurata visualizzazione dei colori. Non dovrete scegliere le impostazioni o i profili colore fino al momento della stampa delle foto. JPEG e PSD. Tali anteprime vengono usate anche per la stampa in modalità Bozza. usa una curva di risposta tonale simile a quella dello spazio colore sRGB. Lightroom presuppone l’uso del profilo sRGB e il risultato sul monitor potrebbe non essere quello atteso.2. In Lightroom le immagini nei moduli Presentazione e Web vengono esportate automaticamente con il profilo sRGB. modificate e stampate. in Lightroom viene usato un profilo colore incorporato nell’immagine per visualizzare l’immagine. l’istogramma e i valori cromatici. tuttavia. Spazi colore. della carta e dell’inchiostro in uso. Per fornire informazioni utili nell’istogramma e nella visualizzazione dei valori RGB. Uno spazio colore descrive la gamma di colori che possono essere riprodotti. La curva di risposta tonale definisce la modalità di mappatura dei valori tonali nell’immagine raw. Più precisamente. in modo che i colori della foto possano essere gestiti e convertiti correttamente in Lightroom. le seguenti informazioni risultano utili durante il flusso di lavoro. Per i file raw. tuttavia. Per i file sottoposti a rendering. Per sfruttare la gestione del colore di Lightroom.UTILIZZO DI PHOTOSHOP LIGHTROOM 2 33 Area di lavoro e configurazione Gestione del colore Consultare anche “Impostazione della risoluzione e della gestione del colore” a pagina 161 La gestione del colore in Lightroom Lightroom semplifica la gestione del colore del vostro flusso di lavoro fotografico. Per ulteriori informazioni sull’uso dei profili colore della stampante. Un profilo colore contiene la definizione di uno spazio colore. Un profilo colore viene anche definito da un valore di gamma o. Profili colore di output Quando stampate una foto in Lightroom. In ProPhoto RGB rientra la maggior parte dei colori che possono essere registrati dalle fotocamere. Se l’immagine non dispone di alcun profilo. Nel modulo Libreria le anteprime con qualità Bassa e Media vengono memorizzate nello spazio colore Adobe RGB e le anteprime con qualità Alta in ProPhoto RGB. Generalmente. . potete scegliere di convertire i colori in modo che corrispondano in modo più preciso allo spazio colore della stampante. Lightroom presuppone un valore gamma di circa 2. più precisamente.

UTILIZZO DI PHOTOSHOP LIGHTROOM 2 34 Area di lavoro e configurazione Calibrare e creare un profilo per il monitor Potete calibrare il monitor e creare un profilo che ne descriva le caratteristiche cromatiche mediante software e hardware dedicati. il nuovo profilo viene impostato automaticamente come profilo predefinito del monitor. • In Mac OS. La calibrazione consiste nell’impostare il monitor affinché sia conforme a una specifica nota. 4 Eliminate i pattern di sfondo colorati dal desktop e scegliete piuttosto un desktop con grigi neutri. Una volta eseguita tale operazione. 5 Calibrate e create un profilo per il monitor usando software e dispositivi di misurazione di terze parti. accertatevi che il monitor sia acceso da almeno mezz’ora in modo che abbia il tempo per riscaldarsi e riprodurre i colori in modo più affidabile. Se possibile. Lo strumento è in grado infatti di misurare i colori visualizzati sul monitor con maggiore esattezza di quanto possa fare l’occhio umano. scaricarli dal Web oppure creare profili personalizzati con apparecchiature professionali specifiche. è possibile che il monitor sia troppo vecchio. In alternativa. Installare un profilo colore Generalmente. copiate i profili nella cartella WINDOWS\system32\spool\drivers\color (Windows XP). ricordate quindi di calibrare e creare nuovamente il profilo del monitor circa una volta al mese. fate clic con il pulsante destro del mouse su un profilo e selezionate Installa profilo. Se risulta difficile o impossibile eseguire la calibrazione del monitor in conformità a uno standard. Nota: le prestazioni del monitor cambiano e peggiorano nel tempo. fate riferimento alla guida del vostro sistema operativo. Generalmente. Una volta completata l’installazione dei profili di colore. 1 Durante la calibrazione di un monitor CRT. Per ottenere istruzioni sull’assegnazione manuale del profilo del monitor. è possibile salvare un profilo colore mediante un’utilità per la creazione dei profili. La precisione di tali profili generici o preconfezionati varia da un produttore all’altro. con l’ausilio di uno strumento di misurazione come un colorimetro e il relativo software potete creare profili più precisi. copiate i profili nella cartella /Libreria/Colorsync/Profiles oppure nella cartella /Utenti/nome utente/Libreria/Colorsync/Profiles. • In Windows. riavviate le applicazioni Adobe. È anche possibile richiedere i profili presso un servizio per la definizione di profili personalizzati. Nella maggior parte delle applicazioni software per la creazione di profili. . 3 Accertatevi che il monitor sia impostato per la visualizzazione di migliaia di colori. 2 Impostate l’illuminazione dell’ambiente in modo che sia compatibile con la luminosità e i colori dell’illuminazione dell’ambiente di lavoro. i profili colore vengono installati quando si aggiunge una periferica al sistema. impostatelo su milioni di colori a 24 bit o superiore. I pattern complicati o dai colori troppo vivaci interferiscono con la corretta percezione dei colori di un documento.

In questo caso potete comunque scegliere File > Importa foto da dispositivo. • Per non usare i nomi cartella creati dalla fotocamera. scegliete un’opzione nei menu dell’area Generazione nome file. selezionate questa opzione. nel menu principale di Lightroom. selezionate Tratta file JPEG accanto ai file raw come foto separate. • Per specificare i caratteri e i tipi di spazio non validi per i nomi file delle foto importate e stabilirne la modalità di sostituzione. effettuate una delle seguenti operazioni: • Per stabilire la modalità in cui vengono usati i punti e le barre per separare le parole chiave. 1 Scegliete Modifica > Preferenze (Windows) o Lightroom > Preferenze (Mac OS). selezionate Mostra finestra di dialogo di importazione quando viene rilevata una scheda di memoria. Se questa opzione non è selezionata. • Per specificare la modalità di importazione dei file DNG. • Per importare separatamente i file raw e JPEG duplicati. specificate le opzioni nella sezione Importa creazione DNG. quando si collega al computer una fotocamera o scheda di memoria non viene effettuata alcuna operazione. deselezionate questa opzione. Consultare anche “Specificare le impostazioni di importazione automatica” a pagina 44 . Potete anche modificare le impostazioni delle preferenze nella finestra di dialogo Impostazioni di importazione automatica (consultate “Importazione automatica” a pagina 43) e nella finestra di dialogo Impostazioni catalogo (consultate “Modificare le impostazioni del catalogo” a pagina 51). selezionate Ignora nomi cartelle generati dalla fotocamera durante la denominazione delle cartelle. Potete importare le foto direttamente dalla fotocamera. selezionate le opzioni nell’area Lettura metadati. consultate “Convertire le foto in DNG” a pagina 62. Consultare anche “Importazione delle foto in Lightroom: flusso di lavoro di base” a pagina 6 Importazione delle foto nella libreria Impostare le preferenze di importazione e gestione dei file Potete impostare le preferenze nei pannelli Importazione e Gestione file della finestra di dialogo Preferenze. effettuate una delle seguenti operazioni: • Per l’apertura automatica della finestra di dialogo di importazione dopo aver collegato al computer una fotocamera o un lettore di schede di memoria. Se desiderate che le modifiche apportate ai metadati XMP in Lightroom vengano applicate sia al file raw che al file JPEG. Per importare un solo file. da un lettore di schede di memoria o da un altro dispositivo di memorizzazione. 2 Nelle preferenze di importazione. 3 Nelle preferenze Gestione file.35 Capitolo 4: Importazione delle foto L’importazione di foto nella libreria di Adobe® Photoshop® Lightroom® rappresenta la prima fase per la modifica delle foto. Per ulteriori informazioni sui file DNG.

Lightroom supporta documenti di grandi dimensioni salvati in formato TIFF (fino 65. con l’impostazione Qualità migliore i risultati sono pressoché identici all’originale. Per un elenco delle fotocamere e dei formati raw da fotocamera supportati. In Lightroom. In Lightroom i file PSD vengono salvati con una profondità di 8 o 16 bit per canale. inclusi file video acquisiti da fotocamere digitali. Nel formato JPEG vengono mantenute tutte le informazioni cromatiche di un’immagine RGB. Il formato TIFF fornisce una maggiore compressione e conformità di settore rispetto al formato Photoshop (PSD) ed è consigliato per lo scambio di file tra Lightroom e Photoshop. file con dimensioni superiori a 65. file di Adobe Illustrator®. TIFF è un formato di immagine bitmap flessibile supportato da quasi tutte le applicazioni di grafica bitmap. Troverete informazioni esaurienti e il collegamento a un forum di utenti. In Lightroom. Inoltre. in modo che i fotografi possano accedere nel tempo ai propri file. potete esportare file di immagine TIFF con una profondità di bit di 8 o 16 bit per canale. Per ulteriori informazioni sul formato file Digitale negativo (DNG). DNG colma la mancanza di uno standard aperto per i diversi tipi di file raw creati dai singoli modelli di fotocamera. L’opzione si trova nelle preferenze Gestione file di Photoshop. non supportano documenti di dimensioni superiori a 2 GB. visitate www. Nella maggior parte dei casi. Formato TIFF Il formato TIFF o TIF (Tagged-Image File Format) viene usato per scambiare file fra diverse applicazioni e piattaforme. Formato JPEG JPEG (Joint Photographic Experts Group) è il formato più diffuso per la visualizzazione di fotografie e altre immagini a tono continuo nelle gallerie di foto per Web. presentazioni e altri servizi online. Eccezioni dei formati file In Lightroom i seguenti tipi di file non sono supportati: file CMYK.adobe. visitate www. eliminando dati in modo selettivo.000 pixel per lato). potete convertire i file raw proprietari in DNG. Tuttavia la maggior parte delle altre applicazioni. Formato Photoshop (PSD) Il formato PSD (Photoshop) è il formato file standard di Photoshop.com/it/products/dng. La maggior parte dei produttori di fotocamere salvano i dati di immagine in un formato proprietario della fotocamera. Per importare e usare un file PSD a più livello in Lightroom. Formato Negativo digitale (DNG) Il formato Negativo digitale (DNG) è un formato di archiviazione disponibile pubblicamente per i file raw generati dalle fotocamere digitali. quasi tutti gli scanner desktop sono in grado di produrre immagini TIFF. elaborazione immagini e impaginazione. Un’immagine JPEG viene decompressa automaticamente all’apertura. file video.com/go/learn_ps_cameraraw_it. incluse le versioni precedenti di Photoshop (precedenti a Photoshop CS).000 pixel per lato o di oltre 512 megapixel. tuttavia la dimensione del file viene compressa. .adobe. dovete salvarlo in Photoshop con la preferenza Massimizza compatibilità per file PSD e PSB attiva. Lightroom è in grado di leggere i dati della maggior parte delle fotocamere e li elabora come foto a colori. Potete usare i comandi del modulo Sviluppo per elaborare e interpretare i dati di immagine raw per la foto.UTILIZZO DI PHOTOSHOP LIGHTROOM 2 36 Importazione delle foto Formati di file In Lightroom sono supportati i seguenti formati file: Formati raw da fotocamera I formati file raw da fotocamera contengono dati non elaborati generati direttamente dal sensore della fotocamera digitale.

scegliete una dalla seguenti opzioni nel menu Organizza: In una cartella Copia o sposta le foto importate in una nuova cartella. quindi fate clic su Scegli selezionato (Windows) o su Scegli (Mac OS). fate clic su Scegli. potete fare riferimento alle foto nella posizione esistente. effettuate una delle seguenti operazioni per specificare il percorso di importazione dei file delle foto: • Per scegliere una cartella. Vengono invece memorizzate due copie della stessa foto. quindi fate clic su OK (Windows) o Scegli (Mac OS). fate clic sul triangolo accanto a Scegli. fate clic su Scegli e individuate la cartella desiderata nella finestra di dialogo Cerca cartella (Windows) o Scegli cartella (Mac OS). Per un video sull’importazione di foto da Lightroom.adobe. I file vengono rimossi dal loro percorso corrente. • Trascinate una cartella contenente foto o foto singole nella vista Griglia. visitate www. quindi selezionate il percorso nel menu a comparsa. Per data Specifica un nome sotto forma di data per la cartella contenente le foto. Saltate il punto 2. spostarle o copiarle in una cartella specifica. 7 (Facoltativo) Selezionate Backup in. inclusi i file collaterali.UTILIZZO DI PHOTOSHOP LIGHTROOM 2 37 Importazione delle foto Importare le foto da disco in Lightroom Quando importate le foto in Lightroom. scegliete File > Importa foto da disco.com/go/lrvid2201_lrm_it. Copia le foto come negativi digitali (DNG) e aggiungi al catalogo Copia i file raw proprietari della fotocamera nella cartella scelta e li converte in formato Digitale negativo (DNG). 4 Se importate le foto spostandole o copiandole. Copia le foto in un nuovo percorso e aggiungi a catalogo Copia i file di foto nella cartella scelta. Sposta le foto in un nuovo percorso e aggiungi al catalogo Sposta i file di foto nella cartella scelta. effettuate una delle seguenti operazioni: • Fate clic sul pulsante Importa. assegnate un nome alla nuova cartella. inclusi i file collaterali. Fate clic su Crea nuova cartella (Windows) o Nuova cartella (Mac OS). 2 Individuate e selezionate la cartella contenente le foto da importare. quindi scegliete una destinazione per creare le copie di backup delle foto durante l’importazione. • Per selezionare un percorso scelto in precedenza. Se deselezionate questa opzione e importate inavvertitamente foto duplicate. 6 Selezionate Non importare nuovamente possibili duplicati per non importare foto che potrebbero essere duplicati di foto già presenti nella libreria. 3 Selezionate una delle seguenti opzioni nel menu Gestione file: Aggiungi le foto al catalogo senza spostarle Mantiene i file di foto nella posizione corrente usando la struttura della cartella. Potete anche selezionare una foto singola e scegliere Apri (Windows) o Scegli (Mac OS). quindi fate clic su OK (Windows) o su Scegli (Mac OS). 5 Se importate le foto spostandole o copiandole. individuate e selezionate la cartella desiderata nella finestra di dialogo Cerca cartella (Windows) o Scegli cartella (Mac OS). Per cartelle originali Conserva la gerarchia originale delle cartelle che contengono le foto importate. • Dal menu principale. Saltate i punti 4 e 5. • Per creare una cartella. non viene sovrascritto alcun file. . 1 Nel modulo Libreria.

è presente una casella di controllo. 3 Effettuate una delle seguenti operazioni: • Per selezionare tutte le foto nella cartella. • Per deselezionare tutte le foto in una cartella.numero file originale Denomina le foto importate automaticamente usando il nome personale. Nome personale . Ad esempio. 2 di 10. immettete un valore nella casella di testo Numero di inizio.UTILIZZO DI PHOTOSHOP LIGHTROOM 2 38 Importazione delle foto Visualizzare in anteprima e selezionare le foto da importare Quando importate i file dal disco o da un altro catalogo. ad esempio. 2 Se importate più cartelle di foto contemporaneamente. fate clic sulla casella nell’angolo in alto a sinistra delle relative anteprime. Nome personale (x di y) Denomina le foto importate automaticamente usando un nome personale. Tutte le foto vengono generalmente selezionate per impostazione predefinita. seguito da una sequenza numerica in relazione al numero totale di foto importate. potete specificare la modalità di denominazione dei file. accertatevi che l’opzione Mostra anteprima sia selezionata. 1 Nella finestra di dialogo Importa foto. • Per selezionare o deselezionare foto specifiche in una cartella. 3 di 10 e così via. 1 Nella finestra di dialogo Importa foto o Importa da catalogo. Opzioni di denominazione In Lightroom vengono usate le stesse opzioni di denominazione per importare. digitate il nome nella casella Testo personalizzato. rinominare ed esportare le foto. Nell’angolo in alto a sinistra di ogni miniatura di anteprima nella finestra di dialogo Importa foto. trascinate il cursore sotto alle anteprime. 1 Nella finestra di dialogo Importa foto. Per regolare le dimensioni della miniatura. individuate la destinazione desiderata e fate clic su OK (Windows) o su Scegli (Mac OS). fate clic su Deseleziona tutto. . selezionate Backup in e fate clic su Scegli. 1 di 10. se desiderate eseguire il backup in un’unità diversa per una protezione da backup immediata in fase di importazione. scegliete un’opzione dal menu Modello nell’area Denominazione file: 2 Se scegliete un’opzione di denominazione che usa un nome personalizzato. 2 Nella finestra di dialogo Cartella di backup. seguito dalla porzione numerica dei nomi file originali delle foto. selezionate una cartella elencata nella finestra sopra l’opzione Non importare nuovamente possibili duplicati. fate clic su Seleziona tutto. Backup delle foto durante l’importazione Se importate le foto copiandole o spostandole nella libreria. potete specificare quali foto o cartelle importare. potete creare un backup unico dei file di foto originali in un percorso specifico. 3 Se desiderate che una sequenza numerica inizi con un numero diverso da 1. Un segno di spunta nella casella indica che la foto verrà importata. Denominare le foto durante l’importazione Quando copiate o spostate le foto nella libreria durante l’importazione. Questa funzione è utile.

Questo elemento è disponibile solo in Editor modello nome file durante l’esportazione delle foto. Questo elemento è disponibile solo in Editor modello di testo. nonché titoli e altro testo alle pagine di una galleria Web. potete specificare stringhe di testo per aggiungere didascalie alle foto di una presentazione. Con Editor modello di testo. Editor modello nome file ed Editor modello di testo Editor modello nome file ed Editor modello di testo consentono di specificare stringhe di testo per diversi usi. Nome personale Denomina le foto importate automaticamente usando il nome specificato. Nome immagine Specifica l’opzione di una stringa di testo usando il nome file o il nome della cartella. Sequenza e data Specifica l’opzione di una stringa di testo usando una sequenza di numeri e la data e l’ora di creazione. al numero di sequenza o al numero di sequenza dell’immagine. sovrapposizioni di testo alle foto stampate. Metadati Specifica l’opzione di una stringa di testo usando i metadati IPTC o EXIF. Consultate “Editor modello nome file ed Editor modello di testo” a pagina 39. Numerazione Specifica una stringa di testo usando un numero importato in base al numero di foto importate nella libreria. L’utilizzo dei token evita di dover scrivere manualmente i dati e consente di recuperare i dati già presenti nei file di foto. i token specificano il contenuto che sostituisce la stringa di testo. durante la creazione delle presentazioni. durante la creazione delle presentazioni. Dati IPTC Specifica l’opzione di una stringa di testo usando i metadati IPTC. Editor modello nome file ed Editor modello di testo includono i seguenti elementi: Predefinito Consente di scegliere. Dati EXIF Specifica l’opzione di una stringa di testo usando i dati EXIF. Data . Questo elemento è disponibile solo in Editor modello nome file durante l’esportazione delle foto. Personale Usa le opzioni specificate per la stringa di testo. In Editor modello nome file ed Editor modello di testo. la stampa delle foto o la creazione delle gallerie delle foto per Web. Questo elemento non è disponibile in Editor modello nome file durante l’esportazione di foto.nome file Denomina le foto importate automaticamente usando il nome di creazione. la stampa delle foto o la creazione delle gallerie delle foto per Web. eliminare o rinominare i predefiniti. Aggiuntivo Specifica l’opzione di una stringa di testo usando la data e l’ora di creazione o i dati EXIF (Exchangeable Image Format). seguito dal nome file originale e completo di ogni foto. potete specificare stringhe di testo per denominare i file al momento dell’importazione o dell’esportazione. Nome file . . seguito da una sequenza di numeri a partire dal numero specificato.sequenza Denomina le foto importate automaticamente usando il nome personale. Questo elemento è disponibile solo in Editor modello nome file durante l’importazione o l’importazione automatica delle foto. Un token è una stringa di testo sostituita dall’opzione corrispondente impostata. Modifica Denomina le foto importate automaticamente usando le opzioni impostate in Editor modello nome file.sequenza Denomina le foto importate automaticamente usando il nome file originale di ogni foto. Nome file Denomina le foto importate automaticamente usando il nome file originale di ogni foto. Questo elemento è disponibile solo in Editor modello di testo. salvare. seguito da una sequenza di numeri a partire dal numero specificato. Con Editor modello nome file.UTILIZZO DI PHOTOSHOP LIGHTROOM 2 39 Importazione delle foto Nome personale .

Nella finestra Esempio. scegliete un predefinito dal menu Predefinito. quindi scegliete Modifica dal menu a comparsa Titolo o Didascalia. 2 Scegliete un predefinito dal menu Predefinito. digitate un nome nel campo Nome predefinito e fate clic su Crea. Consultate “Aggiunta di testo alle gallerie Web” a pagina 168. selezionateli nella finestra e premete il tasto Canc. quindi scegliete Modifica dal menu a comparsa Impostazioni personali. portate il puntatore sul token visualizzato nella finestra Esempio. Accertatevi che il testo sia selezionato nell’area di lavoro e scegliete Modifica dal menu Testo personalizzato. selezionate Informazioni foto. viene aggiunto un token. 2 Per modificare un token. . ignorate il prossimo punto e fate clic su Chiudi. 2 Scegliete un predefinito dal menu Predefinito. Consultate “Specificare le impostazioni di importazione automatica” a pagina 44. effettuate una delle seguenti operazioni: • Durante l’importazione di foto nella libreria mediante copia o spostamento dei file. Questa azione consente di creare una stringa di testo. 4 (Facoltativo) Per salvare le impostazioni e usarle nuovamente. nella barra degli strumenti. aggiungete il testo nel layout della diapositiva. Rinominare i predefiniti per i modelli di nome file e testo 1 In Editor modello nome file o Editor modello di testo. scegliete un’opzione e fate clic su Inserisci per tutte le categorie desiderate. scegliete Modifica nel menu Denominazione file nella finestra di dialogo Importa foto. • Scegliete File > Esporta. Aprire Editor modello di testo e scegliere i predefiniti 1 Per aprire Editor modello di testo. Aggiungete tutti i token desiderati. • Nel modulo Web. scegliete Nome file dal menu Nome immagine e fate clic su Inserisci.” a pagina 160. quindi Modifica dal menu Modello nell’area Denominazione file nella finestra di dialogo Esporta. Fate clic sul triangolo per visualizzare più opzioni. effettuate una delle seguenti operazioni: • Nel modulo Presentazione. sotto il menu Predefinito. la didascalia e altre informazioni nei layout Griglia. quindi scegliete Modifica dal menu Denominazione file nella finestra di dialogo Impostazioni di importazione automatica. • Nel pannello Sovrapposizioni nel modulo Stampa. 3 Per eliminare i token. Ad esempio. quindi scegliete un’opzione dal menu a comparsa. • Scegliete File > Importazione automatica > Impostazioni di importazione automatica. Consultate “Aggiungere testo e metadati alle diapositive” a pagina 142. Se non desiderate salvare le impostazioni del token come predefinito e desiderate usarle immediatamente. Creare e salvare i predefiniti per i modelli di nome file e testo 1 Nella finestra di dialogo Editor modello nome file o Editor modello di testo. selezionate Titolo o Didascalia nel pannello Info immagine. nel menu Predefinito scegliete Salva impostazioni correnti come nuovo predefinito. Nella finestra di dialogo Nuovo predefinito. Consultate “Stampare il nome file.UTILIZZO DI PHOTOSHOP LIGHTROOM 2 40 Importazione delle foto Aprire Editor modello nome file e scegliere i predefiniti 1 Per aprire Editor modello nome file. Consultate “Denominare le foto durante l’importazione” a pagina 38. 2 Scegliete Rinomina predefinito dal menu Predefinito.

Questa funzione è utile ad esempio per applicare le impostazioni di sviluppo a tutte le foto scattate con una fotocamera per la quale avete creato un predefinito di sviluppo. scegliete Nuovo e immettete le informazioni nella finestra di dialogo Nuovo predefinito metadati. Questa opzione potrebbe richiedere più tempo rispetto alle anteprime Minime. le anteprime incorporate non corrispondono all’interpretazione dei file raw della fotocamera da parte di Lightroom. scegliete Anteprime iniziali > Minime. Specificare le anteprime iniziali durante l’importazione Durante l’importazione delle foto. tali dati non vengono applicati ai file raw proprietari della fotocamera. Nota: quando aggiungete i metadati alle foto. scegliete Anteprime iniziali > Incorporate e collaterali. scegliete un predefinito dal menu Predefinito. Al contrario. nell’area Gestione file di Impostazioni catalogo. risulta più rapida rispetto al rendering di un’anteprima di dimensioni standard. scegliete Nessuno. alle anteprime elaborate da Lightroom viene applicata la gestione del colore. Applicare le impostazioni di sviluppo alle foto durante l’importazione I predefiniti delle impostazioni di sviluppo possono essere applicati alle foto in fase di importazione. scegliete un predefinito di metadati nel menu. oppure anteprime di qualità superiore man mano che queste vengono elaborate dal programma. Tenete presente che le anteprime incorporate vengono create automaticamente dalle fotocamere e che i colori non sono gestiti. tuttavia. . scegliete una delle seguenti opzioni nel menu Metadati: • Per non applicare i metadati alle foto durante l’importazione. • Per applicare una serie di metadati salvati come modello. effettuate una delle seguenti operazioni: • Per visualizzare immediatamente le immagini con le anteprime più piccole incorporate nelle foto. 2 Scegliete Elimina predefinito dal menu Predefinito. • Per visualizzare l’anteprima più grande generata dalla fotocamera. digitate le parole chiave nella relativa casella di testo. Di conseguenza. • Per aggiungere i metadati delle parole chiave alle foto durante l’importazione.UTILIZZO DI PHOTOSHOP LIGHTROOM 2 41 Importazione delle foto Eliminare i predefiniti per i modelli di nome file e testo 1 In Editor modello nome file o Editor modello di testo. ❖ Nella finestra di dialogo Importa foto. scegliete un’impostazione dal menu Impostazioni di sviluppo. • Per visualizzare le anteprime nel modo in cui vengono elaborate da Lightroom. è possibile visualizzare immediatamente l’anteprima incorporata di una foto. ❖ Nella finestra di dialogo Importa foto. • Per applicare una nuova serie di metadati alle foto durante l’importazione. separandole con una virgola. scegliete Anteprime iniziali > Standard. Consultare anche “Creare e applicare predefiniti di sviluppo” a pagina 100 Applicare i metadati alle foto durante l’importazione ❖ Nella finestra di dialogo Importa foto. Potete scegliere le dimensioni di rendering per le anteprime dal menu Dimensione anteprima standard. Le anteprime di dimensioni standard vengono eventualmente elaborate da Lightroom in base alle necessità. Le anteprime di dimensioni standard usano uno spazio di colore ProPhoto RGB. ma ai relativi file XMP collaterali.

1 Scegliete Modifica > Impostazioni catalogo (Windows) o Lightroom > Impostazioni catalogo (Mac OS). Consultare anche “Importazione delle foto in Lightroom: flusso di lavoro di base” a pagina 6 Importare le foto da un catalogo in Lightroom Quando importate le foto da un catalogo di Lightroom. Importa da Photoshop Elements 5 e precedente Importa le foto da Photoshop Elements. Saltate il punto 3. 2 Se avete scelto Aggiorna il catalogo di Photoshop Elements 6. dalla versione 3. fate clic su OK quando viene visualizzato un avviso che indica che l’importazione di un catalogo di grandi dimensioni potrebbe richiedere molto tempo. Nota: prima di poter essere importati in Lightroom 2. scegliete una delle seguenti opzioni dal menu File: Aggiorna il catalogo di Photoshop Elements 6 Importa le foto dal catalogo Photoshop Elements corrente. .x fino alla versione 5. confermate o modificate il catalogo di Lightroom a cui desiderate aggiungere le foto di Photoshop Elements. Media e Alta sono simili alla gamma superiore della scala della qualità per i file JPEG. le immagini con la risoluzione dello schermo e le anteprime 1:1. Elimina automaticamente anteprime 1:1 Specifica quando eliminare le anteprime 1:1 in base all’ultimo accesso all’anteprima. Nella finestra di dialogo Scegli un catalogo. Questa funzione non è disponibile in Mac OS.x o della versione beta pubblica di Lightroom 2 devono essere aperti e aggiornati in Lightroom 2. selezionate il catalogo predefinito di Photoshop Elements o individuate un catalogo di Photoshop Elements in un percorso diverso. Le anteprime 1:1 vengono generate in base alle necessità e possono aumentare le dimensioni del file delle anteprima della libreria. Importare le foto da Photoshop Elements (Windows) In Lightroom viene rilevato se il computer dispone di un catalogo Photoshop Elements ed è possibile importare le foto e i dati da tale catalogo. i file del database o i cataloghi di Lightroom 1. 3 Se avete scelto Importa da Photoshop Elements 5 e precedente. 1 Scegliete File > Importa da catalogo. Impostare la cache di anteprima In Lightroom vengono generati tre tipi di anteprima: le miniature. scegliete Anteprime iniziali > 1:1. Le opzioni Bassa. Fate clic su OK.x. 1 Nel modulo Libreria.UTILIZZO DI PHOTOSHOP LIGHTROOM 2 42 Importazione delle foto • Per visualizzare anteprime che rappresentino i pixel effettivi al 100%. Le anteprime 1:1 presentano le stesse dimensioni pixel della foto originale. 2 Scegliete le opzioni desiderate dai seguenti menu: Dimensione anteprima standard Specifica la dimensione in pixel massima per l’anteprima generata. quindi fate clic su Aggiorna. quindi fate clic su Gestione file. Saltate il punto 2. potete specificare le opzioni per gestire le nuove foto e le foto già presenti nel catalogo corrente. Qualità anteprima Specifica l’aspetto delle anteprime. Le anteprime vengono tutte memorizzate nella cartella del catalogo. come nel modulo Sviluppo. Scegliete il formato più adatto alle dimensioni di visualizzazione usate.

UTILIZZO DI PHOTOSHOP LIGHTROOM 2 43 Importazione delle foto 2 Individuate il catalogo da importare e fate clic su Apri (Windows) o su Scegli (Mac OS). La funzione Importazione automatica non consente di importare le immagini da una sottocartella di una cartella esaminata. Se scegliete di eseguire l’importazione in un nuovo percorso. fate clic su Scegli e specificate una cartella. Se scegliete questa opzione. • Per importare solo le nuove foto. Se scegliete questa opzione. Potete anche selezionare l’opzione Sostituisci solo file non raw. Consultare anche “Sincronizzare le cartelle” a pagina 54 Attivare l’importazione automatica delle foto ❖ Scegliete File > Importazione automatica > Attiva importazione automatica. 6 Fate clic su Importa. per l’opzione Sostituisci scegliete Solo metadati e impostazioni di sviluppo. 5 Nell’area Foto esistenti. in modo da non sostituire i negativi raw. Questa funzione può essere usata in diverse occasioni. per l’opzione Sostituisci scegliete Niente. potete selezionare l’opzione Mantieni impostazioni precedenti come copia virtuale per conservare un backup. potete selezionare l’opzione Mantieni impostazioni precedenti come copia virtuale per conservare un backup. Se scegliete di non importare le nuove foto. • Se nel catalogo corrente mancano delle foto che sono invece disponibili nel catalogo importato. Se le modifiche ai file negativi raw coinvolgono solo i metadati. specificate se copiare i file mancanti e il percorso in cui copiarli. Importazione automatica Funzione Importazione automatica La funzione Importazione automatica consente importare nella libreria di Lightroom eventuali nuove foto rilevate in una cartella esaminata e quindi di spostarle in una cartella gestita nella libreria. vengono sostituite solo le foto già esistenti nel catalogo corrente. impostazioni di sviluppo e file negativi. selezionate questa opzione per risparmiare tempo. selezionate l’opzione Mantieni impostazioni precedenti come copia virtuale. 3 Specificate le foto da importare: • Accertatevi che le cartelle contenenti le foto da importare siano selezionate nel Catalogo. 4 Nell’area Nuove foto. se il software del produttore della fotocamera offre una funzione di connessione cablata con scaricamento delle foto in una cartella esaminata. Lightroom controlla tale cartella e importa automaticamente le foto man mano che vengono scattate. Ad esempio. per l’opzione Sostituisci scegliete Metadati. • Per lasciare i file negativi (le foto originali) inalterati. effettuate una delle seguenti operazioni: • Per sovrascrivere tutte le impostazioni presenti nel catalogo corrente. Potete anche scegliere Seleziona tutto o Deseleziona tutto. Se le foto mancanti nel catalogo corrente sono presenti in quello importato. scegliete dal menu Gestione file se importare le nuove foto nel percorso corrente o in un nuovo percorso. fate clic su Mostra anteprima e fate clic sulla casella nell’angolo in alto a sinistra delle immagini di anteprima. Per conservare un backup. • Per selezionare o deselezionare una foto. indicate se desiderate aggiornare i metadati e le impostazioni di sviluppo per questi file. .

metadati o parole chiave alle foto importate automaticamente. Informazioni Consente di applicare impostazioni di sviluppo. specificate una delle seguenti opzioni: Cartella esaminata Consente di scegliere o creare una cartella esaminata in cui possono essere rilevate le foto per l’importazione automatica. selezionate la cartella desiderata. accanto a Cartella esaminata. quindi fate clic su Crea. fate clic sul pulsante Scegli. fate clic su Crea nuova cartella. 2 Individuate il percorso desiderato ed effettuate una delle seguenti operazioni: • Per creare una cartella esaminata. Consultare anche “Opzioni di denominazione” a pagina 38 “Specificare le anteprime iniziali durante l’importazione” a pagina 41 Configurare le cartelle esaminate 1 Nella finestra di dialogo Impostazioni di importazione automatica. assegnate un nome alla cartella. 3 Fate clic su OK (Windows) o su Scegli (Mac OS). 1 Nell’area Destinazione della finestra di dialogo Impostazioni di importazione automatica. selezionate la cartella desiderata. fate clic su Nuova cartella. quindi sovrascrivete Nuova cartella per specificare il nome della nuova cartella (Windows). non potete scegliere una cartella esistente e già contenente delle foto. oppure fate clic su Nuova cartella (Mac OS). assegnate un nome alla cartella. 2 Nella finestra di dialogo Sfoglia cartelle (Windows) o Apri (Mac OS). quindi sovrascrivete Nuova cartella per specificare il nome della nuova cartella(Windows). oppure. 3 Selezionate Standard dal menu Anteprime iniziali per generare le anteprime delle foto importate anziché usare solo le anteprime incorporate nei file di foto. Destinazione Consente di scegliere o creare una cartella gestita in cui spostare le foto importate automaticamente. . • Per selezionare una cartella esaminata esistente. tali foto vengono spostate in una cartella gestita (cartella di destinazione) e automaticamente importate nella libreria.UTILIZZO DI PHOTOSHOP LIGHTROOM 2 44 Importazione delle foto Specificare le impostazioni di importazione automatica 1 Scegliete File > Importazione automatica > Impostazioni di importazione automatica. Selezionare le cartelle gestite per le foto importate automaticamente Quando in Lightroom vengono rilevate delle foto aggiunte a una cartella esaminata. 2 Nella finestra di dialogo Importazione automatica. fate clic sul pulsante Scegli. • Per scegliere una cartella di destinazione esistente. 4 (Facoltativo) Digitate un nome per la cartella di destinazione nella casella di testo Nome sottocartella. Nota: come cartella esaminata. fate clic su Crea nuova cartella. 3 Fate clic su OK (Windows) o su Scegli (Mac OS). Denominazione file Consente di denominare le foto importate automaticamente. quindi fate clic su Crea (Mac OS). individuate il percorso desiderato ed effettuate una delle seguenti operazioni: • Per creare una cartella di destinazione. accanto a Sposta in.

Consultate “Creare un predefinito di metadati” a pagina 81. . scegliete Anteprime iniziali > Standard. effettuate una delle seguenti operazioni: • Per applicare impostazioni di sviluppo alle foto importate automaticamente. • Per applicare le parole chiave alle foto importate automaticamente. • Per generare le anteprime delle foto importate anziché usare solo le anteprime incorporate nei file di foto. • Per applicare i metadati alle foto importate automaticamente. separandole con una virgola. scegliete un predefinito nel menu Metadati. scegliete un predefinito dal menu Impostazioni di sviluppo.UTILIZZO DI PHOTOSHOP LIGHTROOM 2 45 Importazione delle foto Applicare le impostazioni di sviluppo e i metadati alle foto importate automaticamente ❖ Nell’area Informazioni della finestra di dialogo Importazione automatica. Consultate “Creare e applicare predefiniti di sviluppo” a pagina 100. digitatele nella casella di testo Parole chiave.

rimuovere e visualizzare una segnalazione Selezione o Rifiutato per le foto selezionate. Pittore (Solo in vista Griglia) Consente di applicare parole chiave e altri attributi in modo rapido trascinando sulle foto lo strumento pittore. Etichetta (Solo in Vista d’insieme) Consente di visualizzare l’etichetta di Vista d’insieme. Segnalazione Consente di assegnare. Naviga Consente di selezionare l’immagine precedente o successiva. Confronta (Solo in vista Confronto) Consente di visualizzare le opzioni per lo zoom. Info Consente di visualizzare il nome file della foto selezionata. Lentino. potete selezionare le foto da modificare. Presentazione Consente di riprodurre una presentazione immediata delle foto. Dimensione miniatura (Solo in vista Griglia) Consente di impostare le dimensioni delle miniature delle foto. applicare i metadati. Consultare anche “Il modulo Libreria” a pagina 8 Panoramica del modulo Libreria Mostrare i comandi nella barra degli strumenti del modulo Libreria In base alla vista attiva nel modulo Libreria. visualizzarle in una presentazione. Nel modulo Libreria. segnalazioni o etichette. ruotare le foto e applicare valutazioni. 1 Per mostrare i comandi nella barra degli strumenti. Confronto e Vista d’insieme. la barra degli strumenti contiene i comandi per sfogliare le foto. Ruota Consente di ruotare la foto selezionata in senso orario o antiorario. Valutazione Consente di assegnare. rimuovere e visualizzare le etichette colore per le foto selezionate. avviare una presentazione immediata. organizzare e gestire le foto presenti nel catalogo di Adobe® Photoshop® Lightroom®. . Ordinamento (Non disponibile in vista Confronto) Consente di specificare la direzione o i criteri di ordinamento per la visualizzazione delle miniature delle foto.46 Capitolo 5: Organizzazione delle foto nel catalogo Nel modulo Libreria potete visualizzare. Etichetta colore Consente di assegnare. Zoom (Solo in vista Lentino) Consente di ingrandire o ridurre le dimensioni di visualizzazione. Nella casella Info della barra degli strumenti è visualizzato il nome file della foto selezionata. lo scambio e la selezione delle foto confrontate. rimuovere e visualizzare stelle di valutazione per le foto selezionate. scegliete una delle seguenti opzioni dal menu a comparsa della barra degli strumenti: Modalità di vista Consente di selezionare le viste Griglia. stamparle e raggrupparle in una galleria di foto per il Web.

Indicatori raccolta rapida Consente di visualizzare l’indicatore di raccolta rapida nell’angolo in alto a destra della miniatura della foto. Deselezionate questa opzione per rendere gli elementi selezionabili sempre visibili. Se sono selezionate più foto. Impostare le opzioni di visualizzazione del modulo Libreria per la vista Griglia Il comando Opzioni di visualizzazione del modulo Libreria consente di definire l’aspetto delle foto nella vista Griglia. utilizzate i tasti freccia destra e freccia sinistra. Consultare anche “Personalizzare la barra degli strumenti” a pagina 25 Cambiare vista tra Griglia. due foto nella vista Confronto oppure due o più foto in Vista d’insieme. scegliete Visualizza > Opzioni di visualizzazione. ❖ Nel modulo Libreria. solo quando passate il puntatore del mouse sulla cella. effettuate una delle seguenti operazioni: • Fate clic sull’icona Vista Griglia degli strumenti. Applica tinta colori etichetta alle celle della griglia Consente di visualizzare il colore dell’etichetta come sfondo di ciascuna cella. potete visualizzare le miniature nella vista Griglia. Confronto e Vista d’insieme Nel modulo Libreria. ad esempio la visualizzazione delle sole miniature o delle miniature corredate da informazioni relative alle foto.UTILIZZO DI PHOTOSHOP LIGHTROOM 2 47 Organizzazione delle foto nel catalogo 2 (Facoltativo) Per rimuovere un comando dalla barra degli strumenti. 2 Nella scheda Vista Griglia della finestra di dialogo Opzioni vista Libreria. • Selezionate una o più foto nella vista Griglia. quindi Attiva/disattiva vista Lentino o Attiva/disattiva vista Zoom per alternare tra la vista scelta e la vista precedente. una foto singola nella vista Lentino. Lentino. Deselezionate questa opzione per mostrare le miniature delle foto senza informazioni aggiuntive nella vista Griglia. quindi scegliete Foto > Apri in Lentino per passare alla vista Lentino. distintivi o segnalazioni di selezione. . Per scorrere le foto selezionate nella vista Lentino. scegliete l’elemento corrispondente nel menu a comparsa della barra degli strumenti in modo da deselezionarlo. ad esempio i pulsanti di rotazione e le selezioni. . selezionate una delle seguenti opzioni: Mostra elementi selezionabili solo al passaggio del mouse Consente di mostrare gli elementi selezionabili. Mostra descrizioni con informazioni immagine Quando tenete il puntatore su un elemento. Lentino. • Scegliete Visualizza. 4 Nell’area Icone celle della finestra di dialogo. selezionate Mostra extra griglia per visualizzare le informazioni e le icone nelle celle delle miniature delle foto. Potete specificare diverse combinazioni di elementi. i filtri e i pulsanti di rotazione. L’opzione Mostra extra griglia è selezionata per impostazione predefinita. Confronta o Vista d’insieme. ad esempio foto. questa opzione consente di visualizzare la descrizione di tale elemento. 1 Nel modulo Libreria. nella vista Lentino viene aperta la foto attiva. Vista Confronto o Vista d’insieme nella barra • Scegliete Visualizza > Griglia. selezionate una delle seguenti opzioni per visualizzare nelle celle l’elemento corrispondente: Segnalazioni Consente di visualizzare le segnalazioni Selezione o Rifiutato nell’angolo in alto a sinistra della cella della miniatura. 3 Nell’area Opzioni della finestra di dialogo. Vista Lentino .

ritagli o regolazioni dell’immagine. Mostra piè di pagina valutazione Consente di visualizzare l’elemento a piè di pagina selezionato. scegliete le nuove opzioni nel menu Stile vista Griglia. Etichetta inferiore Consente di visualizzare l’etichetta inferiore scelta nel menu. Etichetta superiore Consente di visualizzare l’etichetta superiore scelta nel menu. di ritaglio e di regolazione dell’immagine. Celle estese Consente di mostrare le celle estese in vista Griglia. Nell’area dell’intestazione. scegliete una delle seguenti opzioni per impostare le dimensioni delle celle delle miniature nella vista Griglia: Celle estese Consente di visualizzare la maggior parte delle informazioni sulle foto disponibili nella vista Griglia. Il tipo di vista dipende dalle opzioni di visualizzazione predefinite o personalizzate impostate in Opzioni vista Libreria. scegliete Visualizza > Stile vista Griglia e scegliete una della seguenti opzioni: Mostra extra Consente di mostrare o nascondere gli extra delle celle impostati in Opzioni vista Libreria. selezionate una delle seguenti opzioni da visualizzare nelle celle compatte: Numero indice Consente di visualizzare il numero di ordine della foto nella vista Griglia. Se avete aggiunto i metadati a un file in Lightroom e in un’altra applicazione. . ad esempio Adobe Bridge. 6 Nell’area Extra celle estese. Usa impostazioni predefinite Consente di ripristinare le impostazioni predefinite per le opzioni della vista Griglia. selezionate una delle seguenti opzioni da visualizzare nelle celle estese: Mostra intestazione con etichette Consente di visualizzare l’area di intestazione della cella della miniatura. Rotazione Consente di attivare i pulsanti di rotazione. Celle compatte Consente di mostrare celle compatte in vista Griglia. Metadati non salvati Quando aggiungete metadati o parole chiave di metadati a una foto in Lightroom senza salvare un file di metadati.UTILIZZO DI PHOTOSHOP LIGHTROOM 2 48 Organizzazione delle foto nel catalogo Distintivi miniature Consente di visualizzare i distintivi delle miniature indicanti le foto che presentano parole chiave. Alterna stile vista Consente di alternare tra le diverse viste disponibili nel menu Stile vista Griglia. Consultate “Metadati e XMP” a pagina 78. Celle compatte Consente di visualizzare celle di dimensioni inferiori. con un minor numero di informazioni sulle foto in modo da visualizzare un maggior numero di miniature nella vista Griglia. 5 Nell’area Extra celle compatte. Impostare le opzioni di visualizzazione del modulo Libreria per la vista Lentino In Opzioni vista Libreria è possibile definire quali informazioni visualizzare con la foto nella vista Lentino. 1 Nel modulo Libreria. 7 Nel menu Mostra extra griglia. inclusa un’intestazione con un massimo di quattro etichette di metadati. viene visualizzata un’icona a forma di punto esclamativo che indica che i metadati sono stati salvati in un file di un’applicazione esterna. scegliete Visualizza > Opzioni di visualizzazione. Modificare le opzioni della vista Griglia Per modificare rapidamente le opzioni della vista Griglia. ❖ Nella vista Griglia. potete visualizzare fino a quattro etichette scelte dal menu. Mostra distintivi Consente di mostrare o nascondere i distintivi dei tag delle parole chiave. Potete specificare due diverse serie di informazioni. viene visualizzata un’icona a forma di freccia verso il basso nell’angolo in alto a destra dell’area della cella.

6 Nel menu Mostra sovrapposizione informazioni. scegliete dai menu gli elementi da visualizzare come informazioni in sovrapposizione nella vista Lentino. viene creato automaticamente un file di catalogo (Catalogo Lightroom. Di conseguenza. Potete importare le foto in diversi cataloghi. selezionate Mostra messaggio durante il caricamento o il rendering delle foto per visualizzare le sovrapposizioni in vista Lentino durante l’elaborazione. Informazioni 1 Consente di visualizzare la sovrapposizione Informazioni 1. 3 Nelle aree Informazioni Lentino 1 e Informazioni Lentino 2 della finestra di dialogo. Potete selezionare fino a tre elementi in ogni sovrapposizione. Creare e gestire i cataloghi Quando avviate Lightroom e importate le foto. Il catalogo tiene traccia delle foto e delle relative informazioni. non è necessario crearlo manualmente. scegliete Dimensione miniatura nella barra degli strumenti. 4 Selezionate Mostra brevemente alla modifica della foto per visualizzare brevemente le informazioni in sovrapposizione solo quando le foto vengono modificate in vista Lentino. Consultare anche “Il modulo Libreria” a pagina 8 “Modificare le impostazioni del catalogo” a pagina 51 “Importare le foto da un catalogo in Lightroom” a pagina 42 . La maggior parte degli utenti preferisce conservare tutte le foto in un solo catalogo. che può contenere migliaia di foto.UTILIZZO DI PHOTOSHOP LIGHTROOM 2 49 Organizzazione delle foto nel catalogo 2 Nella scheda Vista Lentino della finestra di dialogo Opzioni vista Libreria. per organizzare le foto all’interno di un catalogo. le foto vengono visualizzate nella vista Lentino senza informazioni in sovrapposizione. scegliete Visualizza > Informazioni Lentino. 2 Trascinate il cursore Miniature. Modificare la visualizzazione delle informazioni per la vista Lentino ❖ Nel modulo Libreria. Il comando Miniature è disponibile solo se questa opzione è selezionata.lrcat). ma non contiene i file di foto effettivi. potete creare delle raccolte. Quando deselezionate questa opzione. quindi scegliete una delle seguenti opzioni: Mostra sovrapposizione informazioni Consente di visualizzare le informazioni in sovrapposizione specificate in Opzioni vista Libreria. scegliete Informazioni 1 o Informazioni 2 per selezionare l’opzione di informazioni in sovrapposizione correntemente attiva in vista Lentino. Potete comunque creare cataloghi separati per diversi scopi. 5 Nell’area Generali della finestra di dialogo. Informazioni 2 Consente di visualizzare la sovrapposizione Informazioni 2. inclusi il nome file. selezionate Mostra sovrapposizione informazioni per visualizzare le informazioni con le foto. L’opzione Mostra sovrapposizione informazioni è selezionata per impostazione predefinita. Tenete presente che. i metadati oppure nessun dato. ad esempio per separare le foto private da quelle di lavoro. Modificare le dimensioni delle miniature in vista Griglia 1 Nella vista Griglia. Alterna visualizzazione informazioni Consente di alternare tra le due impostazioni di sovrapposizione informazioni.

4 Indicate se desiderate esportare i file negativi come anteprima e fate clic su Salva (Windows) o Esporta catalogo (Mac OS). “Foto del matrimonio. Potete anche modificare le preferenze Generali per specificare il catalogo da aprire all’avvio di Lightroom. pronto per l’importazione delle foto. Viene creato un nuovo catalogo contenente le foto selezionate e le relative informazioni. 1 Selezionate le foto che desiderate aggiungere al nuovo catalogo. 2 Specificate il nome e la posizione della nuova cartella del catalogo. 3 Specificate il nome e la posizione del catalogo. ad esempio “Foto del matrimonio” che include il file di catalogo (ad esempio. è necessario aprirlo. Eliminare la cartella di un catalogo Quando eliminate la cartella di un catalogo. Creare un catalogo da foto esistenti Quando create un catalogo dalle foto selezionate in Lightroom. Vengono eliminate le anteprime. . specificate il file di catalogo e fate clic su Apri. il catalogo corrente viene chiuso e Lightroom viene riavviato. In Lightroom viene ripristinato e visualizzato un modulo Libreria vuoto.lrcat”). Potete anche scegliere un catalogo dal menu File > Apri recente. In questo file di catalogo vengono memorizzate le impostazioni del catalogo stesso. Aprire un altro catalogo Quando aprite un altro catalogo. fate clic su Riavvia per chiudere il catalogo corrente e riavviare Lightroom. 1 Scegliete File > Nuovo catalogo. le impostazioni delle foto vengono esportate nel nuovo catalogo. quindi fate clic su Salva (Windows) o Crea (Mac OS). potete assegnare un nome alla cartella. Per “File negativi” si intendono i file originali importati in Lightroom. ❖ Con Esplora risorse (Windows) o dal Finder (Mac OS). tutte le operazioni eseguite in Lightroom e non salvate nei file delle foto vengono cancellate.lrdata”) in cui memorizzare le immagini di anteprima JPEG.UTILIZZO DI PHOTOSHOP LIGHTROOM 2 50 Organizzazione delle foto nel catalogo Creare un catalogo Quando create un catalogo. 1 Scegliete File > Apri catalogo. ma le foto originali a cui sono collegate non vengono rimosse. Quando importate le foto. 2 Nella finestra di dialogo Apri catalogo. viene creata una nuova sottocartella (ad esempio “Anteprime foto del matrimonio. 3 Se richiesto. individuate la cartella del catalogo creata e trascinatela nel Cestino. Per visualizzare il nuovo catalogo. 2 Scegliete File > Esporta come catalogo.

effettuate una delle seguenti operazioni: Cache anteprima Consente di stabilire in che modo viene effettuato il rendering delle immagini di anteprima. selezionate questa opzione. all’interno della cartella dei dati Lightroom.lrcat) e selezionarlo come libreria predefinita da aprire all’avvio. effettuate una delle seguenti operazioni: Informazioni Offre informazioni quali posizione. ❖ In preferenze Generali. è possibile recuperarne i dati dal file di backup. all’avvio di Lightroom viene aperto il catalogo più recente. usa questo catalogo: Percorso del file di una libreria specifica Consente di aprire il catalogo che si trova nel percorso specificato. Scrivi le modifiche di data e ora nei file raw proprietari Questa opzione controlla la scrittura da parte di Lightroom di nuovi valori di data e ora nei file raw proprietari quando modificate i metadati dell’ora di acquisizione della foto mediante il comando Metadati > Modifica ora di acquisizione. controllate la casella Foto importate nell’area Numeri importazione sequenze. Potete modificare questa impostazione per aprire un altro catalogo o visualizzare una richiesta in modo da scegliere ogni volta il catalogo desiderato. scegliete una delle seguenti opzioni nel menu All’avvio. la finestra di dialogo Seleziona catalogo. questa opzione non è selezionata. è consigliabile riavviare e ottimizzare il catalogo. Per salvare le impostazioni dei metadati solo nel catalogo. Backup Consente di specificare la frequenza con cui effettuare il backup del catalogo corrente. Chiedi all’avvio di Lightroom Consente di aprire sempre. Per disattivare questa opzione. Nota: potete anche scegliere Altro. Consultate “Editor modello nome file ed Editor modello di testo” a pagina 39. Fate clic su Cancella tutti gli elenchi dei suggerimenti per cancellare le voci precedenti. Carica catalogo più recente Consente di aprire l’ultimo catalogo usato. Riavvia e ottimizza Dopo aver importato e rimosso un certo numero di file. 2 Nella scheda Generali. rendendo così le modifiche visibili in altre applicazioni. 3 Nella scheda Gestione file. Se un file di catalogo viene eliminato o danneggiato accidentalmente. . Modificare le impostazioni del catalogo 1 Scegliete Modifica > Impostazioni catalogo (Windows) o Lightroom > Impostazioni catalogo (Mac OS). In questi casi. Numeri importazione sequenze Per controllare il numero di foto importate nel catalogo corrente. deselezionatela. selezionate una delle seguenti opzioni e fate clic su OK: Suggerimenti da valori immessi recentemente Quando iniziate a digitare una voce di metadati simile a una già precedentemente immessa. durante la digitazione vengono visualizzati alcuni suggerimenti.UTILIZZO DI PHOTOSHOP LIGHTROOM 2 51 Organizzazione delle foto nel catalogo Modificare il catalogo predefinito Per impostazione predefinita. individuare un file di catalogo specifico (. Per impostazione predefinita. I file di backup vengono memorizzati nella cartella Backup. TIFF e PSD. all’avvio. Scrivi automaticamente modifiche in XMP Per salvare le modifiche dei metadati direttamente nei file collaterali XMP. 4 Nella scheda Metadati. nome file e data di creazione del catalogo. Fate clic su Mostra per visualizzare il file in Esplora risorse (Windows) o nel Finder (Mac OS). Consultate “Impostare la cache di anteprima” a pagina 42. Includi impostazioni di sviluppo nei metadati nei file JPEG. TIFF e PSD Per impedire che vengano incluse le impostazioni del modulo Sviluppo nei metadati XMP dei file JPEG. deselezionate questa opzione. potrebbe essere necessario attendere un periodo di tempo piuttosto lungo durante l’uso di Lightroom. deselezionate questa opzione.

fate clic con il pulsante destro del mouse (Windows) o tenendo premuto il tasto Ctrl (Mac OS) su di esso e scegliete una delle seguenti opzioni: Mostra stato Indica se il volume è online (verde) o offline (grigio). Un LED giallo o arancione indica che il volume è online ma è quasi pieno. Ad esempio. Grigio Il volume è offline e le foto memorizzate in esso non sono disponibili per la modifica. • Per modificare le informazioni fornite dal LED colorato accanto al nome del volume. nonché informazioni sulla risorsa del volume. Quando la quantità di spazio libero scende al di sotto di 1 MB. • Fate clic con il pulsante destro del mouse (Windows) o tenendo premuto il tasto Ctrl (Mac OS) sul nome di un volume e scegliete Mostra in Esplora risorse (Windows) o Mostra nel Finder (Mac OS) per aprire il volume in Esplora risorse o nel Finder. • Fate clic con il pulsante destro del mouse (Windows) o tenendo premuto il tasto Ctrl (Mac OS) sul nome di un volume e scegliete Proprietà (Windows) o Ottieni informazioni (Mac OS) per visualizzare la finestra Proprietà (Windows) o Informazioni (Mac OS) per il volume. In browser volumi viene visualizzato il nome di ogni volume contenente foto presenti nel catalogo. in questo caso una descrizione di comando indica che la risorsa è quasi piena. fate clic con il pulsante destro del mouse (Windows) o tenendo premuto il tasto Ctrl (Mac OS) sul nome del volume e scegliete una delle seguenti opzioni: Spazio disco Consente di visualizzare lo spazio su disco usato/totale del volume. Un LED verde indica che il volume è online e dispone di spazio libero sufficiente per la memorizzazione. Il browser volumi viene aggiornato automaticamente durante l’importazione e l’elaborazione delle foto in Lightroom. Consultare anche “Gestire le cartelle” a pagina 53 “Individuare le foto mancanti” a pagina 61 . Quando le foto non sono disponibili. la descrizione di comando indica che il volume è pieno. Mostra stato e spazio libero Indica se il volume è online o offline. in Lightroom vengono visualizzate solo anteprime a bassa risoluzione.UTILIZZO DI PHOTOSHOP LIGHTROOM 2 52 Organizzazione delle foto nel catalogo Visualizzare le informazioni nel browser volumi Il browser volumi nel pannello Cartelle fornisce informazioni sulle risorse di memorizzazione per le foto in uso in Lightroom. • Per modificare le informazioni visualizzate per un volume. nonché lo spazio libero nella risorsa. Nessuno Consente di nascondere tutte le informazioni relative al volume. Arancione Meno di 5 GB di spazio libero. Rosso Meno di 1 GB di spazio libero. Il simbolo di tipo LED colorato a sinistra del nome del volume indica la disponibilità di tale risorsa: Verde Almeno 10 GB di spazio libero. Conteggio foto Consente di visualizzare il numero di foto del catalogo presenti sul volume. consente di verificare se un volume è online o offline e la quantità di spazio libero su disco disponibile. Stato Indica se il volume è online o offline. Giallo Meno di 10 GB di spazio libero. ma è pieno. Un LED grigio indica che il volume è offline. Un LED rosso indica che il volume è online.

individuate il percorso desiderato e fate clic su Crea nuova cartella. quindi fate clic su Scegli. individuate il percorso desiderato e fate clic su Nuova cartella. 3 Se necessario. potete anche aggiungere le cartelle e importare le foto in esse contenute. individuate il percorso desiderato. fate clic su Scegli. digitate il nome della cartella. fate clic sul triangolo a sinistra del nome di tale cartella. fate clic sull’icona Più (+) e scegliete Aggiungi cartella. Digitate un nome per la cartella e fate clic su Crea. fate clic sull’icona Più (+) nella parte superiore del pannello Cartelle e scegliete Aggiungi sottocartella. quindi fate clic su Importa. selezionate la cartella e fate clic su OK. quindi fate clic su Crea. individuate il percorso e la cartella desiderati. Per visualizzare le cartelle di un volume. Le cartelle sono elencate nel pannello Cartelle in ordine alfabetico e rispecchiano la struttura delle cartelle presenti nel volume stesso. spostare. Quindi. 3 Se le foto sono selezionate. 2 Effettuate una delle seguenti operazioni: • (Windows) Nella finestra di dialogo Sfoglia cartelle. In alternativa. 2 Nella finestra di dialogo Crea cartella. le cartelle che le contengono vengono aggiunte automaticamente al pannello Cartelle. Con il pannello Cartelle. Digitate un nome per sostituire Nuova cartella. • (Mac OS) Nella finestra di dialogo Scegli o crea nuova cartella.UTILIZZO DI PHOTOSHOP LIGHTROOM 2 53 Organizzazione delle foto nel catalogo Gestire le cartelle Le cartelle contenenti le foto sono visualizzate nel pannello Cartelle del modulo Libreria. Cartelle e foto visualizzate nel pannello Cartelle Potete anche aggiungere. Consultare anche “Visualizzare le informazioni nel browser volumi” a pagina 52 “Sincronizzare le cartelle” a pagina 54 “Sfogliare le foto per cartelle” a pagina 60 Aggiungere una cartella nuova o esistente nel pannello Cartelle Quando importate le foto. specificate le opzioni nella finestra di dialogo Importa foto. Le modifiche apportate alle cartelle in Lightroom vengono applicate alle cartelle stesse presenti nel volume. . In alternativa. 1 Nel pannello Cartelle del modulo Libreria. selezionate la cartella in cui desiderate crearne una nuova. Per visualizzare le sottocartelle di una cartella. Quindi. Creare nuove sottocartelle nel pannello Cartelle 1 Nel pannello Cartelle del modulo Libreria. fate clic sul triangolo di apertura a destra del nome di tale volume. stabilite se desiderate copiare le foto selezionate nella nuova cartella. rinominare ed eliminare le cartelle nel pannello Cartelle.

• Per ricercare modifiche dei metadati apportate ai file in un’altra applicazione. Potete sincronizzare i file delle foto nella cartella e in tutte le sottocartelle. Eliminare le cartelle nel pannello Cartelle 1 Nel pannello Cartelle del modulo Libreria. Se l’opzione non è attiva. 2 Fate clic su Continua nella finestra di dialogo. ❖ Nel pannello Cartelle del modulo Libreria. Sincronizzare le cartelle Se il contenuto di una cartella nel catalogo non corrisponde al contenuto della stessa cartella nel volume. ma non potete spostarle lateralmente nella gerarchia di cartelle. La cartella e le relative foto vengono rimosse dal catalogo nel pannello Cartelle. non vi sono file mancanti. potete aggiungere i file aggiunti alla cartella ma non importati nel catalogo. 3 Nella finestra di dialogo Sincronizza cartella. scegliete Ricerca aggiornamenti metadati.UTILIZZO DI PHOTOSHOP LIGHTROOM 2 54 Organizzazione delle foto nel catalogo Nel pannello Cartelle. 1 Nel pannello Cartelle. In alternativa. fate clic con il pulsante destro del mouse (Windows) o tenendo premuto il tasto Ctrl (Mac OS) e scegliete Rimuovi. Spostare le cartelle nel pannello Cartelle Potete spostare le cartelle in altre cartelle in Lightroom. 2 Fate clic con il pulsante destro del mouse (Windows) o tenendo premuto il tasto Ctrl (Mac OS) e scegliete Rinomina nel menu. potete sincronizzarle. selezionate una o più cartelle e fate clic sull’icona Meno (-). • Per rimuovere le foto eliminate dalla cartella ma non dal catalogo. selezionate Importa nuove foto. rimuovere i file eliminati e ricercare eventuali aggiornamenti dei metadati. potete specificare quali cartelle e foto vengono importate. La nuova cartella viene visualizzata anche in Esplora risorse (Windows) o nel Finder (Mac OS). sottocartelle e file vengono importati. Potete scegliere Mostra foto mancanti per visualizzare le foto in vista Griglia. Nota: non è possibile copiare le cartelle in Lightroom. Quando sincronizzate le cartelle. 3 Sovrascrivete il nome della cartella. 2 Scegliete Libreria > Sincronizza cartella. La cartella originale e le foto non vengono eliminate dal disco rigido. 4 Fate clic su Sincronizza. la nuova cartella viene visualizzata nella gerarchia specificata. selezionate una cartella e trascinatela in un’altra cartella. Rinominare le cartelle nel pannello Cartelle 1 Nel pannello Cartelle del modulo Libreria. . quindi fate clic su Importa. selezionate Rimuovi foto mancanti dal catalogo. effettuate una delle seguenti operazioni: • Per importare le foto visualizzate nella cartella ma non importate nel catalogo. specificate le cartelle e i file che desiderate importare. Se selezionate Mostra finestra di dialogo prima dell’importazione. 5 Se la finestra di dialogo Importa foto si apre. Potete stabilire quali cartelle. Inoltre. selezionate una cartella. potete spostare una sola cartella alla volta. selezionate la cartella da sincronizzare.

• Per selezionare la foto successiva.UTILIZZO DI PHOTOSHOP LIGHTROOM 2 55 Organizzazione delle foto nel catalogo Se una cartella è mancante e vuota. ❖ In qualsiasi vista del modulo Libreria. effettuate una delle seguenti operazioni: • Per selezionare la foto precedente. Consultare anche “Raccolte di foto” a pagina 64 “Ricerca di foto nel catalogo” a pagina 91 “Sfogliare le foto per cartelle” a pagina 60 “Filtro e valutazione delle foto” a pagina 73 Navigare tra le immagini Nel modulo Libreria. consultate “Unire le foto in Raccolta rapida” a pagina 30. potete usare il comando Sincronizza cartella per rimuoverla dal catalogo. selezionate una delle seguenti opzioni: Tutte le foto Consente di mostrare tutte le foto nel catalogo. Il pannello Catalogo consente di visualizzare immediatamente tutte le foto nel catalogo o nella Raccolta rapida. Il metodo usato dipende dalle foto che desiderate visualizzare. usate le opzioni nella barra Filtro libreria. potete navigare tra le immagini selezionando la foto precedente o quella successiva. Nel pannello Catalogo possono essere presenti anche altre categorie. premete il tasto freccia sinistra. . Nota: le icone Seleziona immagine precedente e Seleziona immagine successiva sono disponibili se nel menu della barra degli strumenti è selezionata l’opzione Naviga. come ad esempio Esportazione precedente. fate clic sull’icona Seleziona foto precedente nella barra degli strumenti oppure scegliete Libreria > Foto selezionata precedente. • Scegliete un’opzione di ordinamento dal menu a comparsa Ordina nella barra degli strumenti. Nota: potete anche visualizzare le foto nella vista Griglia e nell’area Provino selezionando le cartelle. premete il tasto freccia destra. effettuate una delle seguenti operazioni per riordinare le foto nella griglia: • Fate clic sull’icona Direzione di ordinamento nella barra degli strumenti. fate clic sull’icona Seleziona foto successiva nella barra degli strumenti oppure scegliete Libreria > Foto successiva selezionata. le raccolte o le parole chiave oppure ricercando le foto. ❖ Nel pannello Catalogo. Sfogliare il catalogo Mostrare le foto in vista Griglia e nell’area Provino Lightroom fornisce diverse modalità di visualizzazione di foto specifiche nella vista Griglia e nell’area Provino. Raccolta rapida Consente di mostrare le foto in Raccolta rapida. Per informazioni sul raggruppamento di foto in Raccolta rapida. Importazione precedente Consente di mostrare le foto dell’ultima importazione. Riordinare le foto nella vista Griglia ❖ Nella vista Griglia. Per limitare l’ambito di una selezione. nonché le ultime foto importate.

potete fare clic su una di esse per renderla attiva.UTILIZZO DI PHOTOSHOP LIGHTROOM 2 56 Organizzazione delle foto nel catalogo • Se avete selezionato una raccolta normale o la cartella inferiore in una gerarchia di cartelle. Potete selezionare diverse foto. Nota: se avete selezionato una raccolta dinamica o una cartella contenente altre cartelle. selezionate le foto che desiderate usare nel modulo Libreria o in altri moduli. per ottenere l’ordine desiderato trascinate dal centro di una miniatura. La cella con il colore più chiaro indica la foto attiva. la cella con il colore più chiaro indica la foto attiva. tale foto diventa la foto attiva e tutte le altre foto vengono deselezionate. tale foto diventa la foto attiva. senza deselezionare le altre foto. Se avete selezionato più foto. Se fate clic su una foto fuori dalla selezione. tali modifiche vengono applicate a tutte le foto selezionate. In modo simile. Le foto selezionate sono indicate nell’area Provino. Selezionare le foto nella vista Griglia e nell’area Provino Nella vista Griglia. ma solo una per volta può essere la foto attiva. . Quando selezionate una foto. le foto selezionate sono identificate da un sottile bordo bianco e da un colore di cella più chiaro rispetto alle foto non selezionate. Nella griglia e nell’area Provino. Quando sono selezionate più foto. specifiche foto selezionate nell’area Provino vengono visualizzate nella vista Griglia. nel menu a comparsa Ordina non è disponibile l’opzione Ordine utente e non è possibile riordinare le foto mediante trascinamento. Se nella vista Griglia sono selezionate più foto e apportate modifiche quali l’applicazione di valutazioni ed etichette o l’aggiunta di metadati.

1 (Facoltativo) Nel modulo Libreria. scegliete Modifica > Seleziona tutto. per una presentazione. selezionate un tag parola chiave nel pannello Elenco parole chiave. fate clic sulla freccia bianca a destra del numero dell’immagine. 2 In vista Griglia o nell’area Provino. • Per selezionare una foto e tutte le foto tra questa e la foto attiva. • Per deselezionare le foto selezionate e selezionare quelle non selezionate. scegliete Modifica > Deseleziona foto attiva. Quando selezionate più foto. Consultare anche “Ruotare le diapositive” a pagina 139 “Specificare in che modo le foto riempiono una cella di immagine” a pagina 153 . potete specificare alcuni criteri nella barra Filtro libreria. Cartelle o Raccolte per visualizzare le foto da usare. • Per selezionare foto non contigue nell’area Provino. Per limitare l’ambito della selezione. scegliete Modifica > Seleziona solo foto attive. questa diventa attiva ma le altre celle non vengono deselezionate. Confronto o Vista d’insieme. selezionate gli elementi desiderati nel pannello Catalogo. • Per selezionare tutte le foto. la prima foto selezionata rappresenta la selezione principale (foto attiva) ed è indicata da una cornice evidenziata più chiara. Dopo aver selezionato le foto. fate clic sulla prima foto. quindi tenete premuto il tasto Ctrl (Windows) o Comando (Mac OS) e fate clic sulle altre foto. Nota: potete anche selezionare o deselezionare le foto con segnalazione in vista Griglia e nell’area Provino. fate clic sulla cella della griglia anziché sull’immagine stessa. Consultare anche “Sfogliare le foto per cartelle” a pagina 60 “Ricerca di foto nel catalogo” a pagina 91 Ruotare o riflettere le foto nel modulo Libreria In Lightroom è possibile ruotare le foto in senso orario e antiorario o rifletterle lungo l’asse orizzontale o verticale. per una galleria per il Web o per l’esportazione. Le foto che contengono il tag vengono visualizzate in vista Griglia e nell’area Provino. fate clic sulla sua miniatura. scegliete Modifica > Inverti selezione.UTILIZZO DI PHOTOSHOP LIGHTROOM 2 57 Organizzazione delle foto nel catalogo Se nell’area Provino sono selezionate più foto e vi trovate in vista Lentino. Nota: per selezionare le foto tramite il pannello Elenco parole chiave. Consultate “Selezionare tutte le foto contrassegnate” a pagina 76. • Per selezionare una sola foto quando sono selezionate più foto. La foto successiva nella selezione di più foto diventa la foto attiva. Se invece fate clic sull’immagine. • Per deselezionare la foto attiva e selezionare un’altra foto in una selezione di più foto. effettuate una delle seguenti operazioni: • Per selezionare una foto. potete aggiungerle alla raccolta rapida per prepararle facilmente per la stampa. modifiche quali l’applicazione di valutazioni ed etichette o l’aggiunta di metadati vengono applicate solo alla foto attiva. • Per selezionare la foto attiva e deselezionare tutte le altre foto nella selezione multipla. In alternativa. • Per deselezionare tutte le foto. scegliete Modifica > Deseleziona tutto. tenete premuto il tasto Maiusc e fate clic sulla foto.

Confronto e Vista d’insieme. selezionate una o più foto. Confronto. viene riflessa solo la foto attiva. Quando è disattivato.UTILIZZO DI PHOTOSHOP LIGHTROOM 2 58 Organizzazione delle foto nel catalogo Ruotare le foto nel modulo Libreria Le foto importate nel catalogo vengono ruotate automaticamente se nei relativi dati EXIF (Exchangeable Image Format) sono inclusi i metadati di orientamento. effettuate una delle seguenti operazioni: • In vista Griglia. Presentazione e Stampa. 2 Scegliete una delle seguenti opzioni nel menu Foto: Rifletti orizzontale Consente di riflettere le foto in orizzontale lungo l’asse verticale. 2 Scegliete una delle opzioni Ruota o Rifletti nella barra degli strumenti. Confrontare le foto nel modulo Libreria Lightroom consente di visualizzare anteprime di grandi dimensioni di una o più foto per attività quali la selezione della foto migliore della serie. viene ruotata solo la foto attiva. (In vista Lentino. • In vista Lentino. In vista Confronto. Rifletti verticale Consente di riflettere le foto in verticale lungo l’asse orizzontale. quando una o più foto sono selezionate. fate clic su un’icona di rotazione nella barra degli strumenti. scegliete Pittore dal menu della barra. selezionate lo strumento pittore nella barra degli strumenti. ❖ Nel modulo Libreria. portate il puntatore del mouse su una miniatura e fate clic su una delle icone di rotazione nell’angolo inferiore di una cella. selezionate una o più foto. potete scambiare le foto Selezione e Candidato.) Riflettere le foto nel modulo Libreria 1 In vista Griglia o nell’area Provino.) Nota: se la barra degli strumenti non contiene icone di rotazione. . fate clic o trascinate sulla foto per applicare l’impostazione. viene ruotata solo la foto attiva. In alternativa. quindi scegliete Rotazione nel menu Pittura della barra. (In vista Lentino e Vista d’insieme. Con i comandi disponibili nella barra degli strumenti. l’icona Pittore è visibile nella barra degli strumenti. ingrandire o ridurre entrambe le viste contemporaneamente e specificare la fine del confronto. In vista Lentino. Potete visualizzare le anteprime di due foto l’una di fianco all’altra in vista Confronto oppure potete visualizzare le anteprime affiancate di due o più foto in Vista d’insieme. • In vista Lentino o Vista d’insieme. Confronto e Vista d’insieme. potete modificare manualmente l’orientamento della foto. scegliete Ruota nel menu a comparsa della barra. Potete ruotare le foto anche nei moduli Sviluppo. Nota: se lo strumento pittore non è visualizzato nella barra degli strumenti. oppure in vista Griglia quando una o più foto sono selezionate. 3 Per disattivare lo strumento pittore. Vista d’insieme o Griglia. fate clic sul cerchio nella barra degli strumenti. Ruotare o riflettere le foto con lo strumento pittore 1 In vista Griglia. Scegliete Visualizza > Attiva immagine a specchio per riflettere tutte le foto nel catalogo orizzontalmente lungo l’asse verticale. scegliete Foto > Ruota a sinistra o Ruota a destra. una foto è la Selezione (foto attiva) e un’altra rappresenta il Candidato.

• Fate clic sull’icona Deseleziona foto 5 Se necessario. fate clic sull’icona nella barra degli strumenti. • Fate clic sull’icona Seleziona foto successiva nella barra degli strumenti (oppure premete il tasto freccia destra) per confrontare le foto successive con la prima selezione. sia visualizzata • Per ingrandire o ridurre una sola delle foto. nell’angolo in basso a destra sotto alla foto. quindi effettuate una delle seguenti operazioni: • Fate clic sull’icona Vista Confronto • Scegliete Visualizza > Confronto. Confrontare le foto in Vista d’insieme 1 In vista Griglia o nell’area Provino. le etichette colore o le segnalazioni Selezione o Rifiutato per le foto. su un secondo monitor. quindi trascinate il cursore Zoom. 6 Fate clic su Chiudi per uscire dalla vista Confronto e visualizzare la foto selezionata in vista Lentino. fate clic su di essa nell’area di visualizzazione dell’immagine. Consultate “Filtro e valutazione delle foto” a pagina 73. selezionate due o più foto. 4 Effettuate una delle seguenti operazioni per specificare altre foto come Selezione o Candidato: • Fate clic su Scambia nella barra degli strumenti per invertire le foto Selezione e Candidato. Potete anche visualizzare le viste Confronto e Vista d’insieme in una seconda finestra. selezionatela e accertatevi che l’icona Scollega barra degli strumenti. 3 Impostate le stelle di valutazione. Nota: quando selezionate una sola foto e passate alla vista Confronto. fate clic su Sincronizza nella barra degli strumenti. In entrambe le viste è possibile deselezionare le foto per limitare il numero di immagini prese in considerazione. ripetete i punti da 2 a 4. quindi fate clic su Seleziona nella barra degli strumenti. accertatevi che l’icona Collega nella barra degli strumenti. le etichette colore e le segnalazioni Selezione o Rifiutato per ogni foto. nonché l’ultima selezionata oppure una delle foto adiacenti in vista Griglia o nell’area Provino. la foto Selezione (foto attiva) è identificata da un bordo bianco. nella barra degli strumenti. • Selezionate la foto Candidato. Premete il tasto freccia su per sostituire la foto selezionata con la selezione corrente e la selezione candidata con l’immagine successiva. Nota: per alternare tra Collega e Scollega. per visualizzare l’icona è necessario portare il puntatore sulla foto. quindi trascinate il cursore Zoom. Selezionate Foto precedente per confrontare le foto precedenti con la prima selezione.UTILIZZO DI PHOTOSHOP LIGHTROOM 2 59 Organizzazione delle foto nel catalogo In Vista d’insieme. sia visualizzata nella • Per sincronizzare il ridimensionamento della foto Candidato e della foto Selezione. Confrontare le foto in vista Confronto 1 In vista Griglia o nell’area Provino. durante il confronto delle foto potete sempre passare dalla vista Confronto a Vista d’insieme. Per scegliere la foto attiva. 2 Per regolare l’anteprima della foto. viene usata la foto correntemente selezionata. quindi effettuate una delle seguenti operazioni: • Fate clic sull’icona Vista d’insieme • Scegliete Visualizza > Vista d’insieme. nella barra degli strumenti. . effettuate una delle seguenti operazioni: • Per ingrandire o ridurre entrambe le foto contemporaneamente. In entrambe le viste è possibile utilizzare le stelle di valutazione. Consultate “Visualizzare il modulo Libreria in un secondo monitor” a pagina 25. Tutte le foto presentano un’icona Deseleziona foto nell’angolo in basso a destra con cui è possibile rimuoverle da Vista d’insieme. selezionate due foto. In Mac OS.

UTILIZZO DI PHOTOSHOP LIGHTROOM 2 60 Organizzazione delle foto nel catalogo Nota: potete sempre aggiungere ulteriori foto da confrontare in qualsiasi momento. scegliete Libreria > Includi foto da sottocartelle per deselezionare questa opzione. dovete importare le nuove foto in Lightroom o sincronizzare la cartella per aggiornare il numero visualizzato nel pannello Cartelle. • Selezionate una foto e nel pannello Metadati. Consultate “Selezionare le foto nella vista Griglia e nell’area Provino” a pagina 56. selezionate le foto da spostare. un’etichetta o una segnalazione. La foto viene selezionata nella vista Griglia e la cartella viene selezionata nel pannello Cartelle. Se successivamente aggiungete delle foto a una cartella in Esplora risorse (Windows) o nel Finder (Mac OS). fate clic sull’icona Deseleziona foto nell’angolo in basso a destra di una foto. Per impostazione predefinita. 2 Selezionate una cartella nel pannello Cartelle. ❖ Nel modulo Libreria. Le foto effettive vengono spostate fisicamente in un’altra cartella sul disco rigido. • Per eliminare le foto. fate clic su una foto nell’area di lavoro o nell’area Provino oppure fate clic sull’icona Seleziona foto precedente o Seleziona foto successiva nella barra degli strumenti. selezionandole nell’area Provino. le anteprime in Vista d’insieme sono più piccole. . create una nuova cartella. 2 In Vista d’insieme. fate clic sulla freccia verso destra accanto alla casella Cartella per visualizzare la cartella della foto in esame. Sfogliare le foto per cartelle In Lightroom il numero di foto presenti in una cartella è visualizzato a destra del nome della cartella. Consultare anche “Gestire le cartelle” a pagina 53 “Sincronizzare le cartelle” a pagina 54 “Ricerca di foto nel catalogo” a pagina 91 Spostare le foto in un’altra cartella 1 (Facoltativo) Se non desiderate spostare le foto in una cartella esistente. effettuate una delle seguenti operazioni: • Nel pannello Cartelle. le etichette colore e le segnalazioni Selezione o Rifiutato sotto alle foto. Tenete presente che. Nota: non è possibile copiare le foto in Lightroom. quando sono selezionate più foto. quando selezionate una cartella tutte le foto presenti in essa e nelle relative sottocartelle vengono visualizzate in vista Griglia e nell’area Provino. fate clic sulle stelle di valutazione. Per mostrare solo le foto nella cartella selezionata. 3 In vista Griglia. selezionate uno o più elementi. Aprire una foto nella relativa cartella nel modulo Libreria ❖ Selezionate la foto e scegliete Foto > Mostra in cartella nella libreria. • Per applicare alle foto una valutazione. Nota: queste icone sono visualizzate solo se Naviga è selezionato nel menu a comparsa della barra degli strumenti in Vista d’insieme. 4 Trascinate le foto in una cartella nel pannello Cartelle. effettuate una delle seguenti operazioni: • Per specificare la foto Selezione.

scegliete Libreria > Sincronizza cartella e fate clic su Mostra foto mancanti. selezionate una delle seguenti opzioni: Importa impostazioni da disco Consente di importare i metadati dalla foto o dal relativo file XMP collaterale in modo che vengano sovrascritti i dati della foto nel catalogo. vengono visualizzati degli avvisi nelle celle di immagine. se una foto presenta una stella di valutazione in Lightroom e a tale foto sono state assegnate due stelle in un’altra applicazione. potete rimuovere le foto dal catalogo con l’opzione di invio al Cestino. all’organizzazione e all’ordinamento delle foto nel modulo Libreria. se le foto vengono spostate all’interno di un volume. . Lightroom consente di risolvere il conflitto dei metadati sovrascrivendo i dati nel catalogo con i metadati provenienti dalle foto o dal file XMP collaterale oppure sovrascrivendo i metadati della foto o del file XMP collaterale con i dati memorizzati nel catalogo. Nota: l’icona di una cartella con un punto interrogativo nel pannello Cartelle indica che il collegamento alla cartella del catalogo principale è interrotto. Ad esempio. effettuate le seguenti operazioni: 1 In vista Griglia. 2 Fate clic su Individua per individuare la foto. 1 In vista Griglia. ad esempio per applicare le impostazioni di sviluppo e salvarle in un file XMP.UTILIZZO DI PHOTOSHOP LIGHTROOM 2 61 Organizzazione delle foto nel catalogo Gestione delle foto Oltre alla visualizzazione. Per individuare le foto. è necessario decidere quale valutazione accettare. Se necessario. 2 Nella finestra di dialogo Conferma. potete anche eseguire attività di gestione quali ridenominazione delle foto o la conversione in formato file DNG. Consultare anche “Visualizzare le informazioni nel browser volumi” a pagina 52 “Gestire le cartelle” a pagina 53 “Sfogliare le foto per cartelle” a pagina 60 Aggiornare le foto modificate in un’altra applicazione In vista Griglia. Le due valutazioni non possono coesistere. Per ripristinare il collegamento. selezionate una cartella nel pannello Cartelle. un’icona di avviso a forma di punto interrogativo viene visualizzata nelle celle di immagine quando le foto vengono spostate su una risorsa offline. 3 (Facoltativo) Nella finestra di dialogo Individua. viene tentato un aggiornamento dei percorsi dei file da parte di Lightroom. Se desiderate organizzare e gestire volontariamente il catalogo con le foto offline. Per individuare le foto mancanti in una cartella e nelle relative sottocartelle. Generalmente. fate clic sull’icona di avviso nella cella. Individuare le foto mancanti In vista Griglia. Sovrascrivi impostazioni Consente di esportare i metadati dal catalogo al file della foto e di sovrascrivere i dati presenti nella foto o nel relativo file XMP. ignorate questi avvisi. Viene visualizzata una finestra di dialogo di conferma con il percorso originale. fate clic con il pulsante destro del mouse (Windows) oppure tenendo premuto il tasto Ctrl (Mac OS) sull’icona del punto interrogativo e scegliete Trova cartella mancante. fate clic sull’icona a forma di punto interrogativo nella cella della miniatura. se le foto del catalogo sono state modificate in un’altra applicazione. selezionate Trova foto mancanti vicine per avviare una ricerca delle foto mancanti nella cartella e collegarle nuovamente in modo automatico.

Potete eliminare o conservare gli originali sul disco dopo la conversione. il file originale viene conservato sul disco. tuttavia non è possibile eseguire l’operazione contraria. L’immagine risultante può essere interpretata da altri programmi anche se un software non dispone di un profilo per la fotocamera digitale utilizzata per scattare la foto. Se specificate “sequenza” come opzione di denominazione. vale a dire che nessuna informazione viene persa durante la riduzione delle dimensioni del file. I dati con mosaico possono essere convertiti in dati lineari. viene convertita in DNG solo la foto attiva. Confronto o Vista d’insieme. che ottimizza la quantità di dati conservati. scegliete Converti in immagine lineare. Per specificare un’opzione di denominazione con Editor modello nome file. Elimina originali al termine della conversione Consente di eliminare il file della foto originale al termine del processo di conversione. Se questa opzione è deselezionata. Convertire le foto in DNG Lightroom consente di convertire i file raw della fotocamera in DNG per l’archiviazione e sfruttare le funzioni DNG. selezionate una delle seguenti opzioni di conversione: Converti solo file raw Consente di ignorare le foto che non sono nel formato raw della fotocamera. Compresso (senza perdita) Scegliete se usare una compressione senza perdita. Scegliete Mantieni immagine raw per memorizzare i dati con mosaico. Incorpora file raw originale Scegliete se memorizzare nel file DNG tutti i dati raw della fotocamera originali. Rinominare le foto 1 In vista Griglia o nell’area Provino. digitate un numero di inizio nella casella di testo Numero di inizio. Se desiderate che la numerazione inizi con un numero diverso da “1”. TIFF e PSD.UTILIZZO DI PHOTOSHOP LIGHTROOM 2 62 Organizzazione delle foto nel catalogo Nessuna azione Non viene eseguita alcuna azione. vengono convertite tutte le foto selezionate. Se selezionate questa opzione. Metodo di conversione immagine Se possibile. Quindi. i file DNG sostituiscono gli originali nel catalogo. 2 Nella finestra di dialogo risultante. Estensione file Scegliete il tipo di estensione tra dng o DNG. Quando le foto vengono convertite in DNG. scegliete un’opzione nel menu Denominazione file. Nota: se nell’area Provino sono selezionate più foto e vi trovate in vista Lentino. selezionate una o più foto. Per memorizzare i dati di immagine in un formato interpolato (“senza mosaico”). Confronto o Vista d’insieme. accertatevi che i metadati nella foto all’interno del catalogo non entrino in conflitto con i dati nella foto o nel relativo file XMP collaterale. inclusi i file JPEG. le foto vengono numerate in ordine sequenziale. 1 Selezionate una o più foto in vista Griglia oppure selezionate una singola foto nell’area Provino in vista Lentino. quindi scegliete Libreria > Rinomina la(e) foto. oppure se non deve essere creata. Anteprima JPEG Scegliete se l’anteprima JPEG da esportare deve essere di dimensione intera o media. 2 Nella finestra di dialogo risultante. scegliete Modifica. scegliete Libreria > Converti la(e) foto in DNG. i dati dell’immagine vengono memorizzati nel formato con “mosaico” originale. Consultate “Editor modello nome file ed Editor modello di testo” a pagina 39. Consultare anche “Formati di file” a pagina 36 . Se questa opzione è deselezionata.

. quindi effettuate una delle seguenti operazioni: • Per creare una copia virtuale di una foto. e la precedente foto principale diventa così una copia virtuale. Potete creare un numero illimitato di copie virtuali di una foto principale. le copie virtuali vengono impilate automaticamente con la foto principale.UTILIZZO DI PHOTOSHOP LIGHTROOM 2 63 Organizzazione delle foto nel catalogo Aprire un file in Esplora risorse o nel Finder ❖ Selezionate la foto e scegliete Foto > Mostra in Esplora risorse (Windows) o Mostra in Finder (Mac OS). Una volta create. Creare copie virtuali Potete disporre di diverse versioni delle foto applicando impostazioni di regolazioni differenti alle copie virtuali delle foto originali (principali). quindi applicarvi le impostazioni di regolazione. Inoltre. fate clic con il pulsante destro del mouse (Windows) oppure tenendo premuto il tasto Ctrl (Mac OS) su una o più foto. scegliete Crea copie virtuali dal menu di scelta rapida. A sinistra Foto originale (principale) Al centro e a destra Copie virtuali indicate dall’icona per cambiare la pagina Le copie virtuali diventano foto effettive quando vengono esportate come copia della foto principale o modificate come copia in un editor esterno. “Copia 3” e così via) al campo Nome copia nel pannello Metadati. potete convertire una copia virtuale in foto principale. Se desiderate un’altra versione della foto principale. Il file viene selezionato in Esplora risorse o nel Finder. Quando create una copia virtuale di una foto. Sul lato sinistro delle copie virtuali sono presenti icone per cambiare pagina. Consultare anche “Raggruppare le foto in pile” a pagina 69 “Esportazione delle foto su disco” a pagina 124 “Modifica in altre applicazioni” a pagina 130 Creare copie virtuali ❖ In vista Griglia nel modulo Libreria oppure nell’area Provino in qualsiasi modulo. scegliete Crea copia virtuale dal menu di scelta rapida. In vista Griglia o nell’area Provino. • Per creare copie virtuali di un gruppo di foto. potete creare un’altra copia virtuale e applicarvi nuove impostazioni. ma solo i metadati del catalogo con cui sono memorizzate diverse serie di regolazioni. Potete creare una copia virtuale di una foto. Le copie virtuali non sono le foto effettive. nell’angolo in alto a sinistra della miniatura della foto principale è visualizzato il numero di immagini. viene aggiunto “Copia 1” (o “Copia 2”.

in questo modo. le foto potrebbero far parte di una pila ridotta. ma non dal catalogo. 2 Scegliete Foto > Imposta copia come principale. Usate un altro metodo di visualizzazione. Confronto o Vista d’insieme nel modulo Libreria. ad esempio scegliete Tutte le foto nel pannello Catalogo. 3 Nella finestra di dialogo Conferma. solo tastiere di dimensioni standard). Elimina Consente di eliminare le foto dal catalogo e di inviarle al Cestino. selezionate la foto e premete Ctrl+Alt+Maiusc+Canc (Windows) o Comando+Opzione+Maiusc+Canc (Mac OS). Confronto o Vista d’insieme. Potete creare un numero illimitato di raccolte. Se questo comando sembra non funzionare. Nota: per rimuovere le foto dal catalogo senza inviarle al Cestino. Scegliete Foto > Pila di foto > Espandi tutte le pile. selezionate una copia virtuale di un’altra foto. Stampa e Web e le potete selezionare in qualsiasi momento in base alle necessità. se premete il tasto backspace (Windows) o Canc (Mac OS) le foto selezionate vengono rimosse dalla raccolta. è possibile che le foto sono visualizzate mediante un filtro di visualizzazione.UTILIZZO DI PHOTOSHOP LIGHTROOM 2 64 Organizzazione delle foto nel catalogo Se la copia non viene visualizzata in vista Griglia. Rimuovere le foto dai cataloghi 1 Selezionate una o più foto in vista Griglia oppure selezionate una singola foto nell’area Provino in vista Lentino. • Scegliete Foto > Elimina la foto o Elimina le foto. Se nell’area Provino sono selezionate più foto e vi trovate in vista Lentino. Una volta create. la finestra di dialogo Conferma non viene visualizzata. un provino a contatto o una galleria di foto per il Web. fate clic su una delle seguenti opzioni: Rimuovi Consente di rimuovere le foto dal catalogo. Consultare anche “Rimuovere le foto da una raccolta” a pagina 67 “Modificare le raccolte dinamiche” a pagina 68 Raccolte di foto Le raccolte Le raccolte consentono di raggruppare le foto in un’unica posizione per una visualizzazione più rapida e per eseguire diversi tipi di attività. 2 Effettuate una delle seguenti operazioni: • Premete il tasto backspace (Windows) o Canc (Mac OS). potete raggruppare le foto in una raccolta per una presentazione. . Impostare una copia come foto principale 1 Nel modulo Libreria. Presentazione. è anche possibile selezionarle e premere il tasto Canc (Windows) o Forward Delete (Mac OS. Nota: quando visualizzate una raccolta. Per rimuovere una foto sia da una raccolta che dal catalogo. le raccolte sono elencate nel pannello Raccolte dei moduli Libreria. Ad esempio. le foto non vengono inviate al Cestino. viene eliminata solo la foto attiva.

tale foto non viene rimossa dal catalogo o né inviata al Cestino. La raccolta viene visualizzata nel pannello Raccolte insieme a un’icona di stampa della foto .UTILIZZO DI PHOTOSHOP LIGHTROOM 2 65 Organizzazione delle foto nel catalogo Per raggruppare temporaneamente le foto per determinate attività. • Potete organizzare le raccolte in set di raccolte. selezionate le foto ed effettuate una delle seguenti operazioni: • Scegliete Libreria > Nuova raccolta. Quando usate le raccolte. ma non potete riordinarle con l’opzione Ordine utente oppure mediante il trascinamento delle foto in una raccolta dinamica. Per un video su come organizzare le foto mediante l’uso di raccolte e parole chiave. 2 Nella finestra di dialogo Crea raccolta. Ad esempio. Diversamente dalle altre raccolte. Le foto che rispondono a tali criteri vengono aggiunte automaticamente alla raccolta dinamica. il catalogo può contenere una sola Raccolta rapida alla volta. visitate www. Stampa e Web in un tipo di raccolta denominato creazione di output. • Potete cambiare l’ordine delle foto in una raccolta normale. • Quando rimuovete una foto da una raccolta. 4 Selezionate l’opzione Includi foto selezionate. Le raccolte sono gruppi di foto all’interno di un catalogo. Le Raccolte dinamiche sono raccolte che si basano su regole definite dall’utente. digitate un nome nella casella Raccolta. tenete presente quanto segue: • Accertatevi di comprendere la differenza tra cataloghi e raccolte. potete inserirle in una Raccolta rapida. sceglietelo nel menu Set. Consultare anche “Unire le foto in Raccolta rapida” a pagina 30 “Creare una raccolta dinamica” a pagina 67 “Salvare le impostazioni della presentazione come una creazione di output” a pagina 140 “Salvare le impostazioni di stampa come una creazione di output” a pagina 163 “Salvare le impostazioni Web come una creazione di output” a pagina 168 Creare o eliminare una raccolta Creare una raccolta 1 In vista Griglia.adobe. . • Potete salvare le impostazioni del modulo Presentazione. scegliete Nessuno. 3 Se desiderate che la raccolta faccia parte di un set di raccolte.com/go/lrvid2205_lrm_it. potete creare una raccolta dinamica di tutte le foto con una valutazione di cinque stelle e di un’etichetta di colore rosso. • Fate clic sull’icona Più (+) nel pannello Raccolte e scegliete Crea raccolta. • Le foto possono far parte di più raccolte. Altrimenti. 5 Fate clic su Crea.

Eliminare una raccolta o un set di raccolte Quando eliminate una raccolta. 5 Per disattivare la destinazione. L’uso di set di raccolte offre flessibilità nell’organizzazione e nella gestione delle foto. selezionate la raccolta. 3 Per aggiungere una foto alla raccolta di destinazione. digitate il nome del set di raccolte. 1 Nel modulo Libreria. scegliete il set esistente dal relativo menu. . Altrimenti. trascinate la raccolta in una cartella di set di raccolte per aggiungerla al set. 1 Nel pannello Raccolte. Fintanto che è impostata come una raccolta di destinazione. Un set di raccolte è identificato da un’icona a forma di scatola per l’archiviazione . selezionate una raccolta o un set di raccolte e fate clic sull’icona Meno (-). selezionate la raccolta. Un’icona bianca a forma di segno più accanto al nome della raccolta indica che si tratta di una raccolta di destinazione. ❖ Nel pannello Raccolte. 4 Per rimuovere una foto dalla raccolta di destinazione. 2 Sovrascrivete il nome della raccolta. selezionate la foto in uno dei moduli e premete il tasto B. le foto non vengono rimosse né dal catalogo né dal disco. contiene solo le raccolte.UTILIZZO DI PHOTOSHOP LIGHTROOM 2 66 Organizzazione delle foto nel catalogo Impostare una raccolta di destinazione La raccolta di destinazione consente di ignorare la raccolta rapida temporanea. scegliete Nessuno. quindi selezionate la foto in vista Griglia e premete il tasto B. 3 Se desiderate aggiungere un nuovo set come parte di uno esistente. Un set di raccolte non contiene effettivamente le foto. Nota: potete anche fare clic con il pulsante destro del mouse (Windows) o tenendo premuto il tasto Ctrl (Mac OS) su una raccolta o un set di raccolte nel pannello Raccolte e scegliere Elimina dal menu di scelta rapida. una qualsiasi raccolta permanente si comporta come una raccolta rapida. 5 Nel pannello Raccolte. 2 Fate clic con il pulsante destro del mouse (Windows) o tenendo premuto Ctrl (Mac OS) e scegliete Imposta come raccolta di destinazione. fate clic con il pulsante destro del mouse (Windows) o tenendo premuto Ctrl (Mac OS) e deselezionate Imposta come raccolta di destinazione. le raccolte dinamiche e le creazioni di output. Le raccolte di destinazione rappresentano un modo rapido per raggruppare le foto per ulteriori elaborazioni. fate clic con il pulsante destro del mouse (Windows) o tenendo premuto il tasto Ctrl (Mac OS) su una raccolta o un set di raccolte e scegliete Rinomina dal menu di scelta rapida. effettuate una delle seguenti operazioni: • Scegliete Libreria > Nuovo set raccolte. Rinominare una raccolta o un set di raccolte 1 Nel pannello Raccolte. • Fate clic sull’icona Più (+) nel pannello Raccolte e scegliete Crea set di raccolte. Consultare anche “Unire le foto in Raccolta rapida” a pagina 30 Creare un set di raccolte Un set di raccolte è un contenitore che include una o più raccolte. selezionate la raccolta da impostare come destinazione. tra cui le raccolte normali. 4 Fate clic su Crea. 2 Nella finestra di dialogo Crea set di raccolte.

2 In vista Griglia. fate clic con il pulsante destro del mouse (Windows) o tenendo premuto il tasto Ctrl (Mac OS) e scegliete Mostra in raccolta. Rimuovere le foto da una raccolta 1 Selezionate una raccolta nel pannello Raccolte. scegliete File > Salva raccolta rapida.UTILIZZO DI PHOTOSHOP LIGHTROOM 2 67 Organizzazione delle foto nel catalogo Convertire le raccolte rapide in raccolte Potete salvare una raccolta rapida come raccolta. 2 Trascinate le foto in una raccolta nel pannello Raccolte. 4 Fate clic su Salva. Nota: per visualizzare le raccolte contenenti una determinata foto. selezionate una raccolta nel pannello Raccolte. Scegliete una raccolta dal sottomenu per selezionarla e visualizzarla in vista Griglia. selezionate tale foto in vista Griglia. Consultare anche “Unire le foto in Raccolta rapida” a pagina 30 Aggiungere foto a una raccolta 1 Selezionate le foto in vista Griglia. selezionate le foto. nella raccolta in cui desiderate copiarle. trascinatele nel pannello Raccolte. digitate un nome nella casella Nome raccolta. • Per conservare la raccolta rapida dopo averla salvata come raccolta. Le raccolte dinamiche non sono incluse nell’elenco. Non potete aggiungere o rimuovere manualmente le foto da un raccolta dinamica. selezionate le foto e scegliete Foto > Rimuovi da raccolta. inoltre. 3 Specificate una delle seguenti azioni: • Per cancellare la raccolta rapida dopo averla salvata come raccolta. potete anche selezionare le foto e premere il tasto Canc. selezionate Cancella raccolta rapida dopo il salvataggio. 2 In vista Griglia. Copiare o spostare le foto tra raccolte diverse 1 Nel modulo Libreria. Le raccolte dinamiche includono automaticamente tutte le foto che rispondono a tali criteri. . Nota: per rimuovere le foto da una raccolta. Consultare anche “Rimuovere le foto da una raccolta” a pagina 67 Creare una raccolta dinamica Una raccolta dinamica è una raccolta che si basa sui criteri di metadati specificati. deselezionate Cancella raccolta rapida dopo il salvataggio. eliminate le foto dalla raccolta originale dopo averle trascinate nella nuova raccolta. cancellare la raccolta rapida dopo il salvataggio. 4 Per spostare le foto selezionate. Potete. 1 In uno dei moduli. 2 Nella finestra di dialogo Salva raccolta rapida. 3 Per copiare le foto selezionate.

Le foto all’interno della raccolta non vengono esportate. Esportare e importare le raccolte dinamiche Potete condividere le raccolte dinamiche esportandone le impostazioni e importando tali impostazioni su un altro computer. scegliete il set nel relativo menu. Le raccolte dinamiche sono identificate da un’icona di foto stampata con un piccolo ingranaggio nell’angolo in basso a destra . 2 Nella finestra di dialogo Crea raccolta dinamica. 2 Fate clic con il pulsante destro del mouse (Windows) o tenendo premuto Ctrl (Mac OS) e scegliete Esporta impostazioni raccolta dinamica. Per rimuovere i criteri. 4 Specificate le regole per la raccolta dinamica scegliendo le opzioni nei menu a comparsa. fate clic sull’icona Meno (-). 1 Nel modulo Libreria. Cinque stelle.UTILIZZO DI PHOTOSHOP LIGHTROOM 2 68 Organizzazione delle foto nel catalogo In Lightroom è incluso un set di cinque raccolte dinamiche predefinite: Rosso. 6 Fate clic tenendo premuto Alt (Windows) o Opzione (Mac OS) sull’icona Più (+) per aprire le opzioni nidificate che consentono di perfezionare i criteri per Uno/Tutti/Nessuno dei seguenti valori è vero. fate clic sull’icona Più (+). Modificato di recente e Senza parole chiave. scegliete Nessuno. digitate un nome per la raccolta dinamica. Mese scorso. effettuate una delle seguenti operazioni: • Scegliete Libreria > Nuova raccolta dinamica. Esportare le impostazioni di una raccolta dinamica 1 Selezionate la raccolta dinamica da esportare nel pannello Raccolte. La raccolta dinamica viene aggiunta al pannello Raccolte. • Fate clic sull’icona Più (+) nel pannello Raccolte e scegliete Crea raccolta dinamica. Nota: l’esportazione di una raccolta dinamica esporta le regole per la raccolta dinamica. 4 Fate clic su Salva. 3 Scegliete le nuove regole e opzioni nella finestra di dialogo Modifica raccolta dinamica. Modificare le raccolte dinamiche Potete modificare i criteri e le regole per le raccolte dinamiche in qualsiasi momento. 8 Fate clic su Crea. 3 Se desiderate che la raccolta dinamica faccia parte di un set esistente. scegliete se desiderate ottenere una corrispondenza con una qualunque o tutte le regole impostate. I file di impostazioni per raccolte dinamiche hanno l’estensione . con tutte le foto del catalogo che soddisfano le regole specificate. 5 Per aggiungere altri criteri. Nota: le foto di una raccolta dinamica non possono essere riordinate con l’opzione Ordine utente né mediante il trascinamento delle foto. . 7 Nel menu Fai corrispondere. 1 Selezionate la raccolta dinamica da modificare nel pannello Raccolte: 2 Fate clic con il pulsante destro del mouse (Windows) o tenendo premuto il tasto Ctrl (Mac OS) e scegliete Modifica raccolta dinamica. Altrimenti.lrsmcol.

il percorso e le altre opzioni per il catalogo. 2 Fate clic con il pulsante destro del mouse (Windows) o tenendo premuto il tasto Ctrl (Mac OS) sul nome della raccolta e scegliete Esporta questa raccolta come catalogo. la pila è espansa. Importare le impostazioni di una raccolta dinamica 1 Fate clic con il pulsante destro del mouse (Windows) o tenendo premuto il tasto Ctrl (Mac OS) sul set Raccolte dinamiche nel pannello Raccolte e scegliete Importa impostazioni raccolta dinamica.lrsmcol della raccolta dinamica e fate clic su Importa. Quando scattate le foto in questo modo. inoltre. vengono create variazioni molto simili della stessa foto e generalmente è preferibile visualizzare solo la migliore in vista Griglia o nell’area Provino. Quando create un catalogo da una raccolta di foto. quindi fate clic su Salva. le impostazioni delle foto vengono esportate nel nuovo catalogo. La raccolta dinamica viene aggiunta al pannello Raccolte. in modo da semplificarne la gestione. Creando una pila di foto potete accedere facilmente a tutte le foto da un’unica posizione. con la foto attiva sopra alla pila. potete aggiungere le foto contenute nella raccolta nel nuovo catalogo. le foto vengono raggruppate secondo l’ordine in vista Griglia. Se tutte le foto della pila sono visibili in vista Griglia o nell’area Provino. Durante la creazione di una pila.UTILIZZO DI PHOTOSHOP LIGHTROOM 2 69 Organizzazione delle foto nel catalogo 3 Specificate il nome e il percorso per il file di impostazioni della raccolta dinamica da esportare. Consultare anche “Creare un catalogo da foto esistenti” a pagina 50 Raggruppare le foto in pile Le pile di foto Potete creare delle pile di foto per raggruppare un insieme di foto visivamente simili. 1 Selezionate la raccolta o raccolta dinamica che desiderate usare per creare un catalogo. 2 Individuate e selezionate il file di impostazione . Esportare una raccolta come catalogo Potete esportare una raccolta di foto come un nuovo catalogo. le foto sono raggruppate sotto alla miniatura della foto superiore in vista Griglia o nell’area Provino. In una pila ridotta. quindi fate clic su Salva (Windows) o Esporta catalogo (Mac OS). Le regole o i criteri che costituiscono la raccolta dinamica non vengono esportati. 3 Specificate il nome. Ad esempio. Le pile sono utili per conservare più foto di uno stesso soggetto oppure una foto e le relative copie virtuali in un’unica posizione. . anziché avere tante foto molto simili disposte in più righe di miniature. consentono di mantenere ordine in vista Griglia e nell’area Provino. con tutte le foto del catalogo corrente che soddisfano i criteri della raccolta dinamica. potete creare una pila per raggruppare le diverse foto di una sessione di ritratti per la stessa posa oppure per le foto scattate durante un particolare evento con la funzione di scatto continuo o bracketing automatico della fotocamera. Nota: se esportate una raccolta dinamica come catalogo.

UTILIZZO DI PHOTOSHOP LIGHTROOM 2 70
Organizzazione delle foto nel catalogo

Pila ridotta (in alto) ed espansa (in basso)

Di seguito sono riportati alcuni suggerimenti per l’uso delle pile di foto:

• Le regolazioni di sviluppo, le valutazioni, le segnalazioni e le etichette colore applicate a una pila ridotta influiscono
solo sulla foto superiore.

• Se selezionate una foto in una pila e la aggiungete a una raccolta rapida o a una raccolta normale, vengono aggiunte
solo le foto selezionate, anziché l’intera pila.

• Quando ricercate le foto, sulla foto superiore di una pila è riportato (nell’angolo in alto a sinistra) il numero di foto
presenti nella pila.

Sulla foto superiore di una pila è riportato il numero di foto presenti nella pila.

Creare una pila di foto
1 In vista Griglia o nell’area Provino nel modulo Libreria, selezionate le foto che desiderate inserire nella pila.

Nota: le foto da impilare devono trovarsi in una stessa cartella.
2 Scegliete Foto > Pila di foto > Raggruppa in pile.

Le foto incluse nella pila vengono ordinate in modo contiguo, il numero di ordine nella pila è riportato nell’angolo in alto a sinistra delle relative miniature. La foto superiore nella pila è contrassegnata da “1”, quella successiva da “2” e così via. Nota: se selezionate due pile e scegliete Foto > Pila di foto > Raggruppa in pile, nella pila selezionata per prima viene spostata solo la foto superiore della seconda pila.

Annullare le pile di foto
1 In vista Griglia o nell’area Provino nel modulo Libreria, effettuate una delle seguenti operazioni:

• Selezionate la miniatura di una pila di foto ridotta. •
Se la pila è espansa, selezionate una foto della pila. Non è necessario selezionare tutte le foto della pila.

UTILIZZO DI PHOTOSHOP LIGHTROOM 2 71
Organizzazione delle foto nel catalogo

2 Scegliete Foto > Pila di foto > Annulla pila.

Aggiungere le foto a una pila esistente
1 In vista Griglia o nell’area Provino nel modulo Libreria, selezionate la pila e una o più foto da aggiungere alla stessa. 2 Scegliete Foto > Pila di foto > Raggruppa in pile.

Espandere o ridurre le pile di foto
Se espandete una pila di foto, vengono visualizzate tutte le foto in essa contenute. Quando la pila viene ridotta, tutte le foto vengono raggruppate sotto alla miniatura della foto superiore. Il numero di foto nella pila è riportato nell’angolo in alto a sinistra della miniatura.
❖ In vista Griglia o nell’area Provino nel modulo Libreria, effettuate una delle seguenti operazioni:

• Per espandere una pila di foto, fate clic con il pulsante destro del mouse (Windows) o tenendo premuto il tasto Ctrl
(Mac OS) su una pila ridotta e scegliete Pila di foto > Espandi pila oppure fate clic sul numero di pila visualizzato nell’angolo in alto a sinistra della foto. Potete anche selezionare una pila ridotta e scegliere Foto > Pila di foto > Espandi pila.

• Per espandere tutte le pile, fate clic con il pulsante destro del mouse (Windows) o tenendo premuto il tasto Ctrl
(Mac OS) su una foto e scegliete Pila di foto > Espandi tutte le pile oppure selezionate una foto e scegliete Foto > Pila di foto > Espandi tutte le pile.

• Per ridurre una pila, fate clic con il pulsante destro del mouse (Windows) o tenendo premuto il tasto Ctrl (Mac OS)
su una foto nella pila e scegliete Pila di foto > Riduci pila oppure fate doppio clic sul numero di pila nell’angolo in alto a sinistra della foto. Potete anche selezionare una foto nella pila e scegliere Foto > Pila di foto > Riduci pila.

• Per ridurre tutte le pile, fate clic con il pulsante destro del mouse (Windows) o tenendo premuto Ctrl (Mac OS) su
una foto e scegliete Pila di foto > Riduci tutte le pile oppure selezionate una foto e scegliete Foto > Pila di foto > Riduci tutte le pile.

Gestire le foto di una pila
Consultare anche
“Espandere o ridurre le pile di foto” a pagina 71

Rimuovere o eliminare le foto da una pila
Quando rimuovete le foto da una pila, queste non vengono eliminate dal catalogo Lightroom. Quando eliminate le foto da una pila, queste vengono rimosse sia dalla pila che dal catalogo. Con il comando Elimina foto potete inoltre rimuovere le foto dal catalogo ed eliminarle dal disco rigido.
1 In vista Griglia o nell’area Provino nel modulo Libreria, espandete una pila di foto. 2 Selezionate una o più foto nella pila ed effettuate una delle seguenti operazioni:

• Per rimuovere le foto dalla pila, scegliete Foto > Pila di foto > Rimuovi dalla pila. • Per eliminare le foto dalla pila, scegliete Foto > Elimina le foto. Potete anche fare clic con il pulsante destro del
mouse (Windows) o tenendo premuto il tasto Ctrl (Mac OS) su una miniatura e scegliere Elimina foto dal menu di scelta rapida. Se rimuovete o eliminate una foto da una pila contenente solo due foto, la pila viene annullata.

UTILIZZO DI PHOTOSHOP LIGHTROOM 2 72
Organizzazione delle foto nel catalogo

Impostare la foto superiore in una pila
Per impostazione predefinita, la foto attiva diventa la foto superiore nel momento della creazione della pila di foto. Potete specificare qualsiasi foto in una pila come foto superiore.
1 In vista Griglia o nell’area Provino nel modulo Libreria, selezionate una foto nella pila espansa. 2 Scegliete Foto > Pila di foto > Sposta in prima posizione nella pila.

Spostare le foto in una pila
1 In vista Griglia o nell’area Provino nel modulo Libreria, selezionate una foto nella pila espansa. 2 Effettuate una delle seguenti operazioni:

• Per spostare le foto verso l’alto nella pila, premete Maiusc+Q oppure scegliete Foto > Pila di foto > Sposta su nella pila. • Per spostare la foto verso il basso nella pila, premete Maiusc+A oppure scegliete Foto > Pila di foto > Sposta giù
nella pila.

Dividere in due una pila di foto
Le foto all’interno di una pila possono essere raggruppate in altre pile distinte grazie al comando Dividi pila. Una volta divisa, la pila originale contiene le foto restanti raggruppate nella nuova pila.
1 In vista Griglia o nell’area Provino nel modulo Libreria, espandete la pila di foto. 2 Selezionate le foto che desiderate raggruppare in un’altra pila.

Nota: il comando Dividi pila non è disponibile se selezionate solo la foto superiore nella pila.
3 Scegliete Foto > Pila di foto > Dividi pila.

Creare automaticamente una pila di foto in base all’ora di acquisizione
È possibile creare automaticamente una pila di foto in vista Griglia o nell’area Provino in base all’ora di acquisizione. Potete specificare un intervallo di tempo tra le ore di acquisizione per creare una nuova pila. Ad esempio, specificate un intervallo di tempo di 1 minuto. Tutte le foto contigue con una differenza inferiore a 1 minuto tra le rispettive ore di acquisizione vengono raggruppate in una pila di foto. Una nuova pila viene creata quando le successive foto contigue presentano un intervallo superiore a 1 minuto rispetto all’ora di acquisizione precedente. A sua volta, nella nuova pila vengono raggruppate le foto contigue con intervalli di tempo inferiori a 1 minuto e così via. L’intervallo di ora di acquisizione può essere compreso tra 0 secondi e 1 ora. Specificare intervalli più brevi per creare più pile di foto e intervalli più lunghi per creare meno pile.
1 Individuate o filtrate le foto oppure selezionate una raccolta, una cartella o un tag parola chiave per visualizzare le

foto desiderate in vista Griglia o nell’area Provino. Viene automaticamente creata una pila di tutte le foto visualizzate in vista Griglia o nell’area Provino, anche se le foto non sono selezionate.
2 Scegliete Foto > Pila di foto > Impila automaticamente per ora di acquisizione. 3 Nella finestra di dialogo Impila automaticamente per ora di acquisizione, trascinate il cursore Intervallo tra le pile

per specificare l’intervallo minimo tra gli orari di acquisizione per creare una nuova pila.

Consultare anche “Filtrare le foto visualizzate nell’area Provino e in vista Griglia” a pagina 30 “Trovare le foto mediante la barra Filtro libreria” a pagina 91 Visualizzare le valutazioni. Quindi. . Segnalazione o Etichetta colore. scegliete una o più opzioni tra: Valutazione. potete visualizzare le stelle di valutazione. le segnalazioni e le etichette: • Per mostrare segnalazioni ed etichette nelle celle delle miniature nella vista Griglia. Per visualizzare le stelle di valutazione. scegliete una delle seguenti opzioni per visualizzare le valutazioni. potete visualizzare stelle di valutazione. Le impostazioni delle stelle di valutazione e delle etichette vengono applicate in modo globale a tutte le raccolte. Consultate “Visualizzare le valutazioni in una presentazione” a pagina 142. ❖ Nel modulo Libreria. le segnalazioni e le etichette sono sempre disponibili sotto alle foto visualizzate nelle viste Confronto e Vista d’insieme. mentre gli stati di segnalazione sono applicati localmente. effettuate una delle seguenti operazioni: • Per applicare le regolazioni di immagine solo alla foto superiore. Nota: nelle foto delle presentazioni. le segnalazioni e le etichette nella barra degli strumenti in vista Griglia o Lentino.UTILIZZO DI PHOTOSHOP LIGHTROOM 2 73 Organizzazione delle foto nel catalogo Modificare le foto di una pila Le regolazioni di sviluppo applicate a una pila ridotta influiscono solo sulla foto superiore. Consultate “Applicare le regolazioni Sviluppo ad altre foto” a pagina 120. ❖ In vista Griglia o nell’area Provino. le segnalazioni e le etichette Nel modulo Libreria. • Per applicare le regolazioni di immagine all’interno di una pila. nella scheda Vista Griglia della finestra di dialogo Opzioni vista Libreria. Filtro e valutazione delle foto Applicate le valutazioni. selezionate una pila ridotta ed eseguite le regolazioni del modulo Sviluppo. scegliete Visualizza > Opzioni di visualizzazione. scegliete Valutazione nel menu Etichetta superiore o Etichetta inferiore. segnalazione ed etichette colore nelle foto in base alle opzioni di visualizzazione impostate. le segnalazione e le etichette per filtrare le foto in modo da individuare e visualizzare foto specifiche. filtrando le foto in combinazione con la ricerca di parole chiave e metadati potete visualizzare rapidamente le foto migliori. Sebbene possiate individuare le foto usando le parole chiave e i metadati. Nota: le valutazioni. Nota: usate il comando Sincronizza impostazioni o i comandi Copia impostazioni/Incolla impostazioni per applicare le regolazioni di immagine dalla foto superiore alle altre foto nella pila. È possibile usare diversi stati di segnalazione in diverse raccolte. L’applicazione di un filtro alle foto acquista una maggiore importanza quando il catalogo contiene migliaia di foto. selezionate Segnalazioni e Applica tinta colori etichetta alle celle della griglia. • Per visualizzare le valutazioni. selezionate le foto in una pila espansa ed eseguite le regolazioni del modulo Sviluppo per le singole foto.

fate clic sul cerchio nella barra degli strumenti. l’icona Pittore è visibile nella barra degli strumenti. sul secondo per assegnarne due. selezionate lo strumento pittore nella barra degli strumenti. 2 Fate clic su uno dei cinque punti sotto alla miniatura della cella. Fate clic sul primo punto per assegnare una sola stella di valutazione. Quindi. • Con una o più foto selezionate in vista Griglia oppure una singola foto selezionata nell’area Provino in vista Lentino. • Per impostare la valutazione. Consultate “Impostare le opzioni di visualizzazione del modulo Libreria per la vista Griglia” a pagina 47. Impostare le stelle di valutazione nella barra degli strumenti del modulo Libreria ❖ Con una o più foto selezionate in vista Griglia oppure una singola foto selezionata nell’area Provino in vista Lentino o Vista d’insieme. fate clic su una stella di valutazione nella barra degli strumenti. quindi scegliete Valutazione nel menu Pittura nella barra degli strumenti. Per impostare la valutazione e selezionare la diapositiva successiva. potete fare clic su uno dei cinque punti sotto alle foto per assegnare le stelle di valutazione corrispondenti. potete selezionare da una a cinque stelle. Impostare le stelle di valutazione nelle celle delle miniature in vista Griglia 1 In vista Griglia.UTILIZZO DI PHOTOSHOP LIGHTROOM 2 74 Organizzazione delle foto nel catalogo Consultare anche “Filtrare le foto visualizzate nell’area Provino e in vista Griglia” a pagina 30 “Trovare le foto tramite i filtri Attributo” a pagina 92 Impostare le stelle di valutazione Durante l’assegnazione delle valutazioni ai file. Confronto o Vista d’insieme sono selezionate più foto. Quando è disattivato. scegliete Foto > Imposta valutazione. Nota: per visualizzare le stelle di visualizzare nelle celle delle miniature ridotte. scegliete Pittore dal menu della barra. tenete premuto il tasto Maiusc e premete il tasto del numero. In vista Confronto e Vista d’insieme. Le stelle di valutazione possono essere impostate o visualizzate in qualsiasi vista del modulo Libreria. Fate clic sul primo punto per assegnare una stella di valutazione. selezionate una o più foto. 3 Per disattivare lo strumento pittore. Impostare le stelle di valutazione tramite lo strumento pittore 1 In vista Griglia. scegliete una valutazione nel sottomenu. sul terzo per assegnarne tre e così via. in Opzioni vista Libreria selezionate Mostra piè di pagina valutazione. Per visualizzare le stelle di valutazione nelle celle delle miniature estese. quindi fate clic o trascinate sulla foto per applicare la valutazione. Confronto o Vista d’insieme. sul secondo per assegnarne due. la valutazione viene applicata solo alla foto attiva. in Opzioni vista Libreria scegliete Etichetta inferiore > Valutazione. Nota: se nell’area Provino in vista Lentino. Consultate “Filtrare le foto visualizzate nell’area Provino e in vista Griglia” a pagina 30 e “Trovare le foto tramite i filtri Attributo” a pagina 92. sul terzo per assegnarne tre e così via. . Nota: se lo strumento pittore non è visualizzato nella barra degli strumenti. premete un numero da 1 a 5. potete fare clic sul pulsante del filtro nell’area Provino o nella barra Filtro libreria per visualizzare e usare le foto valutate con un numero specifico di stelle. 2 Specificate la valutazione nella barra degli strumenti. Dopo aver assegnato una valutazione alle foto.

Ad esempio. Rimuovere le valutazioni ❖ Con una o più foto selezionate in vista Griglia oppure una singola foto selezionata nell’area Provino in vista Lentino. effettuate una delle seguenti operazioni per modificare le stelle di valutazione nella cella della miniatura. fate clic sulla valutazione a una stella. Confronto o Vista d’insieme. nella barra degli strumenti o nel pannello Metadati: • Per aumentare o ridurre la valutazione. Potete anche selezionare le foto e premere Q per aumentare la valutazione oppure A per ridurla. Fate clic sul primo punto per assegnare una stella di valutazione.UTILIZZO DI PHOTOSHOP LIGHTROOM 2 75 Organizzazione delle foto nel catalogo Fate clic sul primo punto per assegnare una sola stella di valutazione. potete fare clic sul pulsante del filtro delle segnalazioni nell’area Provino o nella barra Filtro libreria per visualizzare e usare le foto a cui è stato assegnata una particolare segnalazione. fate clic sulla quarta stella e così via. Le segnalazioni vengono impostate nel modulo Libreria. la valutazione viene rimossa solo dalla foto attiva. la valutazione viene applicata solo alla foto attiva. Per rimuovere la valutazione. se una foto ha una valutazione di cinque stelle. Se nell’area Provino in vista Lentino o Vista d’insieme sono selezionate più foto. la valutazione viene applicata solo alla foto attiva. sul terzo per assegnarne tre e così via. sul secondo per assegnarne due. scegliete un’altra valutazione oppure scegliete Riduci valutazione o Aumenta valutazione. Consultate “Mostrare i comandi nella barra degli strumenti del modulo Libreria” a pagina 46. Se nell’area Provino in vista Lentino. Confronto o Vista d’insieme sono selezionate più foto. . Minimo o Descrizione rapida dal menu nella parte superiore del pannello Metadati. Impostare le stelle di valutazione nel pannello Metadati 1 Con una o più foto selezionate in vista Griglia oppure una singola foto selezionata nell’area Provino in vista Lentino. sul terzo per assegnarne tre e così via. nella barra degli strumenti del modulo Libreria oppure nel pannello Metadati. scegliete Valutazione nel menu della barra degli strumenti. potete anche fare clic sulle stelle nella cella di una miniatura. Consultate “Filtrare le foto visualizzate nell’area Provino e in vista Griglia” a pagina 30 e “Trovare le foto tramite i filtri Attributo” a pagina 92. nel sottomenu. Tutto. se una foto ha una valutazione di quattro stelle. scegliete Foto > Imposta valutazione > Nessuna. Confronto o Vista d’insieme sono selezionate più foto. per rimuovere del tutto la valutazione fate clic sulla quinta stella. Nota: per visualizzare le stelle di valutazione nella barra degli strumenti. rifiutata o non presenta alcuna segnalazione. 2 Nel pannello Metadati. Segnalare o rifiutare le foto Le segnalazioni indicano se una foto è stata selezionata . Se nell’area Provino in vista Lentino. Nota: per rimuovere le valutazioni. scegliete Predefinito. • Scegliete Foto > Imposta valutazione. Modificare le valutazioni ❖ Nel modulo Libreria. fate clic su un’altra stella di valutazione. Confronto o Vista d’insieme. Dopo aver assegnato le segnalazioni alle foto. fate clic su uno dei cinque punti accanto a Valutazione. sul secondo per assegnarne due.

Nota: per mostrare o impostare le segnalazioni nella barra degli strumenti. .UTILIZZO DI PHOTOSHOP LIGHTROOM 2 76 Organizzazione delle foto nel catalogo Gli stati di segnalazione sono attributi locali. La stessa foto può avere diversi stati di segnalazione in diverse raccolte. 2 Specificate lo stato della segnalazione nella barra degli strumenti. Confronto o Vista d’insieme sono selezionate più foto. effettuate una delle seguenti operazioni: • Selezionate una o più foto in vista Griglia oppure selezionate una singola foto nell’area Provino in vista Lentino. fate clic sull’icona Segnalazione nell’angolo in alto a sinistra della miniatura. Selezionare tutte le foto contrassegnate ❖ Nel modulo Libreria. visitate www. • (Solo in vista Confronto e Vista d’insieme) Fate clic sulla segnalazione Selezione o Rifiutato sotto alla foto. Se nell’area Provino in vista Lentino o Vista d’insieme sono selezionate più foto. 2 Scegliete Libreria > Migliora foto. • (Solo in vista Griglia) Per applicare o rimuovere la segnalazione Selezione. le foto non segnalate vengono impostate come foto rifiutate e le foto selezionate come foto non segnalate. la segnalazione viene applicata solo alla foto attiva. ❖ Nel modulo Libreria.adobe. la segnalazione viene applicata solo alla foto attiva. scegliete Modifica > Seleziona foto segnalate. 1 In vista Griglia. effettuate una delle seguenti operazioni: • Per selezionare le foto segnalate in vista Griglia o nell’area Provino. 3 Fate clic su Migliora nella finestra di dialogo Migliora foto. Nota: per mostrare o impostare le segnalazioni nelle celle delle miniature in vista Griglia. selezionate lo strumento pittore nella barra degli strumenti. Per un video sull’uso delle segnalazioni per valutare le foto. fate clic sulla segnalazione desiderata nella barra degli strumenti. • Selezionate una foto in vista Griglia o nell’area Provino. Quindi scegliete Foto > Imposta segnalazione e scegliete la segnalazione desiderata. tenete premuto Maiusc e premete P o X. scegliete Segnalazione nel menu della barra degli strumenti. Se nell’area Provino in vista Lentino. quindi fate clic o trascinate sulle foto per applicare la segnalazione. Rimuovere la segnalazione o rifiutare le foto in modo rapido Con il comando Migliora foto. selezionate le foto. In vista Griglia. accertatevi che Segnalazioni sia selezionata nella scheda Vista Griglia della finestra di dialogo Opzioni vista Libreria.com/go/lrvid2203_lrm_it. Per aumentare o ridurre lo stato della segnalazione. Applicare segnalazioni alle foto tramite lo strumento pittore 1 In vista Griglia. Assegnare le segnalazioni alle foto nella barra degli strumenti del modulo Libreria ❖ Con una o più foto selezionate in vista Griglia oppure una singola foto selezionata nell’area Provino in vista Lentino o Vista d’insieme. le foto con segnalazione Rifiutato sono disattivate. quindi premete la lettera P per segnalare la foto come selezione o la lettera X per segnalarla come rifiutata. quindi scegliete Segnalazione nel menu Pittura nella barra degli strumenti. Per impostare la segnalazione e selezionare la foto successiva. Confronto o Vista d’insieme. tenete premuto il tasto Ctrl (Windows) o Comando (Mac OS) e premete il tasto freccia su o giù. Scegliete Visualizza > Opzioni di visualizzazione.

Impostare le etichette colore tramite lo strumento pittore 1 In vista Griglia. selezionate lo strumento pittore nella barra degli strumenti.UTILIZZO DI PHOTOSHOP LIGHTROOM 2 77 Organizzazione delle foto nel catalogo • Per deselezionare le foto senza segnalazione in vista Griglia o nell’area Provino. scegliete Etichetta colore nel menu a comparsa della barra. l’icona Pittore è visibile nella barra degli strumenti. Se nell’area Provino in vista Lentino o Vista d’insieme sono selezionate più foto. Consultate “Filtrare le foto visualizzate nell’area Provino e in vista Griglia” a pagina 30 e “Trovare le foto tramite i filtri Attributo” a pagina 92. Scegliete Visualizza > Opzioni di visualizzazione. Dopo questa fase iniziale. potete fare clic sui pulsanti del filtro dell’etichetta colore nell’area Provino per visualizzare ed elaborare solo le foto che presentano un’etichetta di un determinato colore. 2 Nella finestra di dialogo Modifica set di etichette colore. quindi fate clic sull’etichetta colore. Confronto o Vista d’insieme) Fate clic su un’etichetta colore sotto alle foto. Nota: per mostrare o impostare le etichette colore nelle celle delle miniature. l’etichetta viene applicata solo alla foto attiva. • (Solo in vista Griglia. selezionate Includi etichetta colore nella scheda Vista Griglia della finestra di dialogo Opzioni vista Libreria. l’etichetta viene applicata solo alla foto attiva. Confronto o Vista d’insieme sono selezionate più foto. Nota: se lo strumento pittore non è visualizzato nella barra degli strumenti. fate clic su un’etichetta colore nella barra degli strumenti. Modificare i set delle etichette colore Nella finestra di dialogo Modifica set di etichette colore. digitate un nome accanto a un colore. scegliete Metadati > Modifica set di etichette colore > Modifica. . Quando è disattivato. 2 Selezionate l’etichetta colore nella barra degli strumenti. scegliete Pittore dal menu della barra. mentre esaminate le singole foto potete etichettare quelle che desiderate conservare. scegliete Modifica > Deseleziona foto non segnalate. effettuate una delle seguenti operazioni: • Selezionate una o più foto in vista Griglia oppure selezionate una singola foto nell’area Provino in vista Lentino. potete etichettarle con un determinato colore. Se nell’area Provino in vista Lentino. Mentre le esaminate una per una. Quando applicate l’etichetta. 3 Per disattivare lo strumento pittore. Quindi scegliete Foto > Imposta etichetta colore e scegliete un’etichetta nel sottomenu. quindi scegliete Etichetta nel menu Pittura della barra degli strumenti. 1 Nel modulo Libreria. potete etichettare le immagini che desiderate conservare. potete assegnare un nome alle etichette. quindi fate clic o trascinate sulla foto per applicare l’etichetta. Ad esempio. Confronto o Vista d’insieme. • (Solo in vista Griglia) Portate il puntatore del mouse sull’icona Etichetta colore nella parte inferiore della cella della miniatura. ❖ Nel modulo Libreria. Nota: per mostrare o impostare le etichette colore nella barra degli strumenti del modulo Libreria. Impostare le etichette e i gruppi colore Per contrassegnare rapidamente e in modo flessibile un considerevole numero di foto. dopo aver importato e visualizzato un grande numero di foto in vista Griglia. fate clic sul cerchio nella barra degli strumenti. viene il suo nome viene aggiunto ai metadati della foto. Impostare le etichette colore nella barra degli strumenti Libreria ❖ Con una o più foto selezionate in vista Griglia oppure una singola foto selezionata nell’area Provino in vista Lentino o Vista d’insieme.

Potete scrivere le informazioni in XMP o nel catalogo. PSD e DNG). ad esempio EXIF. lo spazio colore. Lo standard XMP si basa su XML. le parole chiave. TIFF. In caso di file raw della fotocamera con un formato file proprietario. 4 Fate clic su Modifica. Tali standard comprendono le voci delle descrizioni. i metadati XMP vengono memorizzati in un file separato denominato file collaterale. I metadati memorizzati in altri formati. Eliminare o rinominare i set delle etichette colore 1 Nel modulo Libreria. Consultare anche “Parole chiave” a pagina 84 Specificare la posizione di scrittura delle modifiche dei metadati Lightroom vi consente di specificare la posizione di scrittura dei metadati delle regolazioni e delle impostazioni. Ad esempio. la risoluzione. la larghezza. Le informazioni sui file vengono memorizzate con lo standard XMP (Extensible Metadata Platform). il formato file e l’ora in cui è stata scattata la foto. scegliete un predefinito dal relativo menu. 1 Scegliete Modifica > Impostazioni catalogo (Windows) o Lightroom > Impostazioni catalogo (Mac OS). scegliete Metadati > Modifica set di etichette colore > Modifica. Digitate un nome nella casella di testo Nome predefinito e fate clic su Rinomina. Ad esempio. la maggior parte delle fotocamere digitali aggiungono al file alcune informazioni di base. nelle posizioni specificate per tali dati. I metadati consentono di semplificare il vostro flusso di lavoro e di organizzare i file. ad esempio il nome dell’autore. le informazioni XMP non vengono scritte sui file originali. inoltre. Per tutti gli altri formati di file supportati da Lightroom (JPEG. Per evitare il danneggiamento dei file. come l’altezza. i riconoscimenti e le provenienze. 2 Nella finestra di dialogo Modifica set di etichette colore. scegliete Rinomina predefinito [nome predefinito]. Visualizzazione e modifica dei metadati Metadati e XMP I metadati rappresentano un insieme di informazioni standardizzate relative a una foto. supporta gli standard di informazioni sviluppati da IPTC (International Press Telecommunications Council) per identificare il testo e le immagini trasmessi. digitate un nome nella casella di testo Nome predefinito e fate clic su Crea. • Per rinominare un predefinito. Fate clic su Elimina nella successiva finestra di dialogo di avvertenza. tenete presente che le modifiche apportate in Lightroom non vengono riconosciute automaticamente dalle altre applicazioni. . Lightroom.UTILIZZO DI PHOTOSHOP LIGHTROOM 2 78 Organizzazione delle foto nel catalogo 3 (Facoltativo) Scegliete Salva impostazioni correnti come nuovo predefinito nel menu Predefinito. IPTC (IIM) e TIFF. i metadati XMP vengono salvati nei file. 3 Effettuate una delle seguenti operazioni: • Per eliminare il predefinito. le categorie. Quando scrivete i metadati nel catalogo. potete salvare i metadati di un file come modello e importarli in altri file. il copyright e le parole chiave a essa applicate. scegliete Elimina predefinito [nome predefinito]. vengono sincronizzati e descritti con lo standard XMP per poterli visualizzare e gestire più facilmente. XMP facilita lo scambio di metadati tra le applicazioni Adobe nei flussi di lavoro editoriali.

❖ Con una o più foto selezionate in vista Griglia oppure una singola foto selezionata nell’area Provino in vista Lentino. il nome della copia. selezionate Scrivi automaticamente modifiche in XMP. fate clic sull’icona freccia verso il basso nella miniatura per salvare (aggiornare) i metadati nel file. l’etichetta di testo e un sottoinsieme di metadati IPTC e EXIF. Didascalia grande Consente di mostrare una grande caselle di modifica della didascalia e la casella del copyright. Descrizione rapida Consente di mostrare il nome file. • In vista Griglia. Confronto o Vista d’insieme. . Data e ora. Visualizzare i metadati della foto Nel pannello Metadati del modulo Libreria vengono visualizzati il nome file. IPTC Consente di mostrare il nome file e tutti i metadati IPTC. vengono visualizzati il nome file. scegliete Metadati > Aggiorna anteprime DNG e metadati per salvare le modifiche dei metadati nel file e per generare un’anteprima basata sulle impostazioni di elaborazione raw correnti. Fotocamera. Tutti i metadati del plug-in Consente di visualizzare i metadati personalizzati creati dai plug-in di terze parti. Se nell’area Provino in vista Lentino. la cartella. la valutazione. il nome della copia. Lightroom dispone di set predefiniti con diverse combinazioni di metadati. potete fare clic sulla freccia per trovare e visualizzare rapidamente tutte le foto contenenti i metadati specifici. Se non disponete di plug-in installati. la didascalia e i campi della località. scegliete una delle seguenti opzioni dal menu a comparsa nella parte superiore del pannello Metadati: Predefinito Consente di mostrare il nome file. la cartella. Salvare manualmente le modifiche dei metadati in un file • Selezionate una o più foto in vista Griglia e scegliete Metadati > Salva metadati nel(i) file. scegliete Metadati > Mostra metadati solo per foto di destinazione. il nome della copia. il nome della copia e la cartella. Minimo Consente di mostrare il nome file. nel pannello Metadati vengono visualizzati solo i metadati della foto attiva. Copyright. la valutazione. Se sono selezionate più foto con diverse impostazioni di metadati. • Per scrivere i metadati delle regolazioni e delle impostazioni nel catalogo. l’etichetta di testo. Per mostrare i metadati per le foto di destinazione (attive) all’interno della selezione. Usate il menu a comparsa per scegliere una serie di campi di metadati. l’etichetta del testo e tutti i metadati EXIF e IPTC.UTILIZZO DI PHOTOSHOP LIGHTROOM 2 79 Organizzazione delle foto nel catalogo 2 Fate clic sulla scheda Metadati ed effettuate una delle seguenti operazioni: • Per scrivere i metadati delle regolazioni e delle impostazioni in XMP. Se non scrivete automaticamente i metadati delle regolazioni e delle impostazioni in XMP. Creatore e Località. il nome della copia. potete selezionare un file e scegliere Metadati > Salva metadati su file. il percorso del file e i seguenti metadati EXIF e IPTC: Dimensioni. se in un campo di metadati IPTC viene visualizzata una freccia verso il basso. Titolo. il titolo. il percorso del file. deselezionate Scrivi automaticamente modifiche in XMP. Didascalia. nonché i metadati EXIF e IPTC delle foto selezionate. nei campi dei metadati viene visualizzato <misto>. Percorso Consente di mostrare il nome file. EXIF Consente di mostrare il nome e il percorso del file. la valutazione e i metadati Didascalia e Copyright. Confronto o Vista d’insieme sono selezionate più foto. nonché i metadati EXIF. il percorso del file. Nel pannello Metadati. la valutazione. Tutti Consente di mostrare il nome file. Nota: durante l’uso di un file DNG.

oppure se avete importato in Lightroom una foto acquisita da scanner: in questo caso. Confronto o Vista d’insieme. scegliete il predefinito dei metadati nel menu Predefinito. Ad esempio. Confronto o Vista d’insieme sono selezionate più foto. Consultate “Modificare le impostazioni del catalogo” a pagina 51. fate clic sull’icona a destra del campo Etichetta. Ad esempio. Se nell’area Provino in vista Lentino. fate clic sull’icona dell’azione a destra del campo dei metadati. potete scegliere un predefinito. Consultate “Visualizzare i metadati della foto” a pagina 79.UTILIZZO DI PHOTOSHOP LIGHTROOM 2 80 Organizzazione delle foto nel catalogo Consultare anche “Trovare foto con i filtri dei metadati” a pagina 93 Aggiungere e modificare i metadati IPTC I metadati vengono aggiunti alle foto immettendo le informazioni nel pannello Metadati. . immetteteli nella casella di testo dei metadati. è necessario attivare la relativa opzione presente nella finestra di dialogo Impostazioni catalogo. Nota: non è possibile annullare il comando Modifica ora di acquisizione premendo Ctrl+Z (Windows) o Comando+Z (Mac OS). • Per modificare i metadati. Ad esempio. potete fare clic sul collegamento a destra di Sito Web per aprire il browser con il sito Web specificato. se non avete modificato le impostazioni di data e ora della fotocamera prima di iniziare la sessione fotografica. 1 Con una o più foto selezionate in vista Griglia oppure una singola foto selezionata nell’area Provino in vista Lentino. sovrascrivete il testo presente nella casella di testo dei metadati. copiare e incollare i metadati da un’altra foto e sincronizzarli. • Per eseguire un’azione correlata. Per salvare l’ora di acquisizione modificata in una foto raw. potrebbe essere necessario modificare l’ora di acquisizione a causa di un diverso fuso orario. Per annullarlo. fate clic sulla freccia nel campo Data e ora. i metadati vengono applicati solo alla foto attiva. effettuate una delle seguenti operazioni: • Scegliete Metadati > Modifica ora di acquisizione. Sono disponibili due campi separati per inviare un’e-mail e per passare al collegamento di un sito Web. 1 Con una o più foto selezionate in vista Griglia oppure una singola foto selezionata nell’area Provino in vista Lentino. • Nel pannello Metadati. è necessario modificare l’ora di acquisizione delle foto. con le informazioni EXIF visualizzate. Nota: per aggiungere rapidamente gli stessi metadati a più foto. scegliete un set di metadati dal menu a comparsa nella parte superiore del pannello Metadati. Consultare anche “Applicare un predefinito di metadati” a pagina 82 “Copiare e incollare i metadati tra le foto” a pagina 82 “Sincronizzare i metadati tra le foto nel catalogo” a pagina 83 Modificare l’ora di acquisizione delle foto A volte. la foto contiene la data di scansione anziché quella di scatto. • Per aggiungere i metadati da un predefinito. utilizzate piuttosto il comando Ripristina ora di acquisizione originale. L’uso di set di metadati predefiniti consente di rendere tutti o solo un sottoinsieme dei metadati delle foto disponibili per l’aggiunta o la modifica. Confronto o Vista d’insieme. per visualizzare tutte le foto con una data etichetta. 2 Effettuate una delle seguenti operazioni: • Per aggiungere dei metadati.

digitate la nuova data e la nuova ora nella casella di testo Ora corretta. 3 Nell’area Nuova ora della finestra di dialogo. stelle di valutazione ed etichette di testo. L’utilizzo di un predefinito di metadati evita di dover immettere manualmente le stesse informazioni per diverse foto. Creatore IPTC Consente di scrivere i metadati relativi al nome. ai diritti d’uso della foto e all’indirizzo del sito Web del proprietario del copyright. all’uso o ai diritti della foto. l’ora di acquisizione viene modificata solo per la foto attiva. 2 Digitate le informazioni relative a uno dei seguenti gruppi: Informazioni di base Consente di immettere i metadati per didascalie. alle informazioni di contatto. al sito Web e alla qualifica dell’autore della foto. le informazioni immesse vengono visualizzate nella casella corrispondente nella finestra di dialogo Nuovo predefinito metadati. Cambia in data di creazione del file per ogni immagine Consente di modificare l’ora di acquisizione nei dati EXIF della fotocamera nella data di creazione del file. • Se avete selezionato Scosta di tot ore (regolazione fuso orario). selezionate il tipo di regolazione: Regola per data e ora specifiche Consente di modificare l’ora di acquisizione con la data e l’ora specificate. Sposta del numero di ore impostato (adeguamento fuso orario) Consente di modificare l’ora di acquisizione secondo il numero di ore aggiunte o sottratte all’ora originale. Immagine IPTC Consente di scrivere i metadati relativi alla descrizione per la pubblicazione e alla descrizione della foto secondo le linee guida stabilite nel sito Web newscodes. aggiungendole alle parole chiave esistenti applicate alle foto. . 1 Nel menu Predefinito del pannello Metadati.org e il nome dell’autore della descrizione della foto.UTILIZZO DI PHOTOSHOP LIGHTROOM 2 81 Organizzazione delle foto nel catalogo 2 Nella finestra di dialogo Modifica ora di acquisizione. all’identificativo del lavoro per l’assegnazione della foto. sulle didascalie. Nota: se i metadati sono stati digitati manualmente nel pannello Metadati prima di scegliere Salva come nuovo predefinito. alle istruzioni di trasmissione.org e alle informazioni sulla località di acquisizione delle foto. Potete anche selezionare i valori di data e ora e usare i pulsanti delle frecce verso l’alto o verso il basso per aumentare o ridurre i valori. selezionate le foto in vista Griglia o nell’area Provino. sulle stelle di valutazione e sulle etichette immesse nel pannello Metadati. scegliete Modifica predefiniti. Copyright IPTC Consente di scrivere i metadati relativi al nome del proprietario del copyright. Confronto o Vista d’insieme sono selezionate più foto. 4 (Facoltativo) Per ripristinare l’ora di acquisizione originale. all’indirizzo. Contenuto IPTC Consente di scrivere i metadati per un breve riepilogo della foto. Se selezionate questa opzione. scegliendo Salva come nuovo predefinito dopo aver immesso i dati. alla società o all’agenzia e al proprietario della foto. Parole chiave Consente di scrivere i metadati per le parole chiave elencate. effettuate una delle seguenti operazioni: • Se avete selezionato Regola per data e ora specifiche. Nota: potete anche creare un predefinito basato sui metadati IPTC. Stato IPTC Consente di scrivere i metadati relativi al titolo della foto. al nome del fotografo. scegliete un valore nel menu a comparsa per regolare l’ora in avanti o indietro. Se nell’area Provino in vista Lentino. Creare un predefinito di metadati Potete salvare metadati specifici come un predefinito da usare nuovamente su una o più foto. quindi scegliete Metadati > Ripristina ora di acquisizione originale. un codice oggetto disponibile nel sito Web NewsCodes. ignorate il punto 3.

selezionate una foto da cui desiderate copiare i metadati e scegliete Metadati > Copia metadati. • Per includere un intero gruppo di metadati. Contenuto IPTC. fate clic sulle caselle accanto ai relativi metadati. digitate un nome per il predefinito e fate clic su Crea. . 3 Per disattivare lo strumento pittore. 4 Scegliete Predefinito > Salva impostazioni correnti come nuovo predefinito. fate clic sulle caselle accanto al nome della sezione (ad esempio. 3 Selezionate le foto in vista Griglia. potete copiare e incollare i metadati da una foto alle foto selezionate. 1 In vista Griglia. 3 Modificate i campi dei metadati e le impostazioni. quindi fate clic o trascinate sulla foto per applicare il predefinito. Quando è disattivato. fate clic su Chiudi. potete usare i comandi Copia metadati e Incolla metadati. 2 Scegliete il predefinito da modificare nel menu a comparsa Predefinito. scegliete Modifica predefiniti. 5 Nella finestra di dialogo Modifica predefiniti metadati. selezionate lo strumento pittore nella barra degli strumenti. quindi scegliete Metadati dal menu Pittura nella barra degli strumenti. Applicare un predefinito di metadati tramite lo strumento pittore 1 In vista Griglia. Applicare un predefinito di metadati ❖ Con una o più foto selezionate in vista Griglia o nell’area Provino in vista Lentino. 2 Nella finestra di dialogo Copia metadati. fate clic su Deseleziona tutto. Questo pulsante è utile ad esempio se desiderate iniziare da capo la selezione dei metadati da includere. • Per non includere i metadati. Copyright IPTC e così via). 4 Scegliete Aggiorna predefinito [nome predefinito] nel relativo menu a comparsa e fate clic su Chiudi. 2 Scegliete il predefinito nella barra degli strumenti. selezionate le informazioni e i metadati IPTC che desiderate copiare e fate clic su Copia. Per evitare di digitare più volte gli stessi metadati nelle foto. l’icona Pittore è visibile nella barra degli strumenti. Confronto o Vista d’insieme. fate clic su Seleziona compilati.UTILIZZO DI PHOTOSHOP LIGHTROOM 2 82 Organizzazione delle foto nel catalogo 3 Selezionate i metadati da includere nel predefinito effettuando una delle seguenti operazioni: • Per includere tutti i metadati. fate clic su Seleziona tutto. Modificare un predefinito di metadati 1 Nel menu Predefiniti del pannello Metadati. quindi scegliete Metadati > Incolla metadati. Nota: se lo strumento pittore non è visualizzato nella barra degli strumenti. • Per includere solo i metadati di cui sono state immesse le informazioni. scegliete Pittore dal menu della barra. scegliete un predefinito nel relativo menu nel pannello Metadati. • Per specificare singoli metadati. fate clic sul cerchio nella barra degli strumenti. Copiare e incollare i metadati tra le foto Per aggiungere informazioni e metadati IPTC alle foto in modo rapido.

scegliete Metadati > Salva metadati nel(i) file. . Se l’opzione Scrivi automaticamente modifiche in XMP è selezionata nella finestra di dialogo Impostazioni catalogo (Modifica > Impostazioni catalogo in Windows. 1 In vista Griglia. ad esempio aprire la cartella contenente una determinata immagine. selezionate una foto contenente i metadati da sincronizzare con le altre foto. risolvere i conflitti dei metadati. i dati non vengono persi. 1 Nel modulo Libreria. • Per includere le modifiche apportate ai metadati in Adobe Camera Raw o Adobe Bridge. le modifiche dei metadati apportate in Lightroom vengono salvate automaticamente nei file. selezionate i metadati desiderati e fate clic su Sincronizza. passare alla foto principale di una copia virtuale e molto altro.UTILIZZO DI PHOTOSHOP LIGHTROOM 2 83 Organizzazione delle foto nel catalogo Sincronizzare i metadati tra le foto nel catalogo Potete sincronizzare metadati specifici nelle foto selezionate con quelli di un’altra foto. Adobe Bridge e Lightroom sono in grado di leggere i metadati ogni volta che ne salvate le modifiche nei file. selezionate una o più foto in vista Griglia. le modifiche vengono salvate automaticamente nel file collaterale XMP (Extensible Metadata Platform). Questo foto diventa la foto attiva. Nota: i metadati selezionati per la sincronizzazione sovrascrivono quelli presenti nelle foto selezionate. i metadati vengono salvati nel file stesso. Quando salvate i metadati in un file raw. • Scegliete Metadati > Sincronizza metadati. scegliete Metadati > Leggi metadati dal(i) file. Fate clic tenendo premuto il tasto Maiusc per selezionare foto contigue. 2 Effettuate una delle seguenti operazioni: • Per salvare le modifiche apportate ai metadati in Lightroom. Tenete il puntatore del mouse sopra ogni pulsante per visualizzarne la descrizione. Viene conservata la gerarchia delle parole chiave creata in una di queste applicazioni. fate clic sui pulsanti a destra dei relativi campi nel pannello Metadati.1 potrebbero non riconoscere alcune delle regolazioni del modulo Sviluppo applicate in Lightroom. in questo modo. Lightroom > Impostazioni catalogo in Mac OS). 2 Fate clic tenendo premuto il tasto Ctrl (Windows) o Comando (Mac OS) per selezionare le foto da sincronizzare con quella attiva. 3 Effettuate una delle seguenti operazioni: • Fate clic sul pulsante Sincronizza metadati sotto ai pannelli a destra. Sincronizzare i metadati con Adobe Camera Raw e Bridge Adobe Camera Raw. In questo modo. salvare i metadati in un file. potete aggiungere rapidamente informazioni e metadati IPTC alle foto. 4 Nella finestra di dialogo Sincronizza metadati. Nota: le versioni precedenti ad Adobe Camera Raw 4. Azioni del pannello Metadati Per eseguire diverse azioni. Per evitare di digitare più volte gli stessi metadati nelle foto. potete sincronizzare i metadati. ma tale gerarchia potrebbe non essere visualizzata in tutte le applicazioni. Con altri tipi di file.

adobe. Durante la creazione o la modifica di parole chiave. potete organizzare i tag parole chiave anche in gruppi denominati set di parole chiave. può contenere Pastore maremmano. potete specificare sinonimi ed esportare le opzioni. Ad esempio. selezionate la foto in vista Griglia oppure nell’area Provino in vista Lentino. Border Collie e così via. i tag parole chiave più importanti risultano più facilmente accessibili. rinominare o eliminare i tag parole chiave in qualsiasi momento. In vista Griglia. inoltre. Il tag parola chiave cani. Visualizzare i tag parole chiave Tutti i tag parole chiave nel catalogo vengono visualizzati nel pannello Elenco parole chiave. Potete digitarli o selezionarli nel pannello Creazione parole chiave oppure potete trascinare le foto su tag parole chiave specifici nel pannello Elenco parole chiave. le foto contenenti tag parole chiave sono identificate da un distintivo della miniatura . I tag parole chiave possono contenere altri tag nidificati. i tag parole chiave vengono memorizzati nel file di foto o (per i file raw nel formato proprietario della fotocamera) in file collaterali XMP. Questa funzione è particolarmente utile per aggiungere più tag parole chiave al catalogo. • Per visualizzare i tag parole chiave relativi a una foto. Confronto o Vista d’insieme ed esaminate l’area Tag parole chiave del pannello Creazione parole chiave. quando è selezionata l’opzione Tag parole chiave > Da esportare tali sinonimi sono visualizzati nel pannello Creazione parole chiave. ❖ Nel modulo Libreria. • Per visualizzare i tag parole chiave per più foto. effettuate una delle seguenti operazioni: • Per visualizzare i tag parole chiave nel catalogo. la ricerca e l’individuazione delle foto nel catalogo. modificare.UTILIZZO DI PHOTOSHOP LIGHTROOM 2 84 Organizzazione delle foto nel catalogo Parole chiave I tag parole chiave I tag parole chiave sono metadati di testo che descrivono i contenuti più importanti di una foto per facilitare l’identificazione. Le parole chiave applicate alle foto possono essere lette in applicazioni Adobe quali Adobe Bridge. il tag parola chiave animali può contenere i tag cani e gatti. Accanto ai tag parole chiave non condivisi in tutte le foto selezionate è visualizzato un asterisco. In alternativa. In Lightroom sono disponibili diverse modalità di applicazione dei tag alle foto. selezionate una foto ed esaminate il pannello Elenco parole chiave: un segno di spunta accanto al tag indica che la foto selezionata contiene tale tag. Scegliendo un set di parole chiave specifico. Quando selezionate delle foto che contengono tag parole chiave con sinonimi. espandete il pannello Elenco parole chiave. selezionate le foto in vista Griglia ed esaminate l’area Tag parole chiave del pannello Creazione parole chiave. . Per sinonimi si intendono termini correlati ai tag parole chiave.com/go/lrvid2205_lrm_it. Per un video su come organizzare le foto mediante l’uso di raccolte e parole chiave. Photoshop o Photoshop Elements oppure in altre applicazioni che supportano i metadati XMP. Tutti i tag parole chiave nel catalogo sono visualizzati nel pannello Elenco parole chiave. Per ogni tag parola chiave viene visualizzato il numero di foto che lo contengono. Potete aggiungere. Come per gli altri metadati. visitate www.

digitate le modifiche da apportare al nome del tag. 3 Digitate i sinonimi per il tag parola chiave. Esporta sinonimi Consente di includere nell’esportazione delle foto i sinonimi associati ai tag parole chiave.UTILIZZO DI PHOTOSHOP LIGHTROOM 2 85 Organizzazione delle foto nel catalogo Creare tag parole chiave 1 Con una o più foto selezionate in vista Griglia oppure una singola foto selezionata nell’area Provino in vista Lentino. i tag parole chiave non vengono inclusi. Includi nell’esportazione Consente di includere i tag parole chiave durante l’esportazione delle foto. premete Invio (Windows) o A capo (Mac OS). nel menu di scelta rapida. Rinominare i tag parole chiave 1 Nel modulo Libreria. quindi fate clic al di fuori di essa per confermare la modifica. Quando questa opzione non è selezionata. i tag parole chiave non vengono inclusi. Confronto o Vista d’insieme sono selezionate più foto. separandoli con una virgola. Modificare i tag parole chiave 1 Nel modulo Libreria. aggiungete i sinonimi o impostate una delle seguenti opzioni: Includi nell’esportazione Consente di includere i tag parole chiave durante l’esportazione delle foto. nel menu di scelta rapida. 2 Nella finestra di dialogo Crea tag parola chiave. • Fate clic sull’icona Più (+) nel pannello Elenco parole chiave. fate clic con il pulsante destro del mouse (Windows) o tenendo premuto il tasto Ctrl (Mac OS) su un tag parola chiave nel pannello Elenco parole chiave. nell’area Tag parole chiave del pannello Creazione parole chiave. Ignorate i punti successivi di questa procedura. Quando questa opzione non è selezionata. 4 Selezionate una delle opzioni seguenti: Inserisci in “[tag parole chiave]” (Disponibile se durante la creazione di un tag è selezionato un tag parola chiave esistente) Consente di nidificare i nuovi tag parole chiave nei tag selezionati in modo che siano contenuti all’interno di tag di livello superiore. 2 Nella finestra di dialogo Modifica tag parola chiave. Se in vista Lentino. . Quindi. Esporta sinonimi Consente di includere nell’esportazione delle foto i sinonimi associati ai tag parole chiave. scegliete Modifica tag parola chiave. scegliete Rinomina. le parole chiave vengono aggiunte solo alla foto attiva. Esporta le parole chiave madre Consente di includere nell’esportazione delle foto i tag parole chiave di livello superiore che contengono tag parole chiave. fate clic con il pulsante destro del mouse (Windows) o tenendo premuto il tasto Ctrl (Mac OS) sul tag parola chiave nel pannello Elenco parole chiave. Esporta le parole chiave madre Consente di includere nell’esportazione delle foto i tag parole chiave di livello superiore che contengono tag parole chiave. 2 Sovrascrivete la parola chiave nella casella. Confronto o Vista d’insieme. Aggiungi a foto selezionate Consente di applicare il tag parole chiave alle foto selezionate. digitate un nome per il tag parola chiave. effettuate una delle seguenti operazioni: • Digitate la parola chiave nel campo etichettato Fate clic qui per aggiungere parole chiave.

tuttavia. quindi fate clic con il pulsante destro del mouse (Windows) o tenendo premuto il tasto Ctrl (Mac OS) e scegliete Incolla.UTILIZZO DI PHOTOSHOP LIGHTROOM 2 86 Organizzazione delle foto nel catalogo Aggiungere tag parole chiave alle foto Il pannello Creazione parole chiave del modulo Libreria consente di aggiungere i tag parole chiave alle foto digitando il nuovo tag o applicando i tag da un set di parole chiave. nel pannello Elenco parole chiave. Consultate “Applicare o rimuovere le parole chiave tramite lo strumento pittore” a pagina 88. tra cui le parole chiave esistenti applicate alla foto selezionata e ad altre foto acquisite in un periodo di tempo relativamente prossimo. 2 Nell’area dei tag applicati nel pannello Creazione parole chiave. 1 Per applicare una parola chiave a più foto alla volta. . • Fate clic su un tag parola chiave in uno dei set presenti nell’area Set parole chiave. selezionate una singola foto nell’area Provino in vista Lentino. Confronto o Vista d’insieme. Separate i tag parole chiave con una virgola. • Fate clic su un tag parola chiave nell’area Suggerimenti parola chiave. Confronto o Vista d’insieme sono selezionate più foto. Per salvare le parole chiave manualmente in un file. Fate clic con il pulsante destro del mouse (Windows) o tenendo premuto il tasto Ctrl (Mac OS). In alternativa. potete applicare i tag parole chiave alle foto usando lo strumento pittore. nell’area Tag parola chiave del pannello Creazione parole chiave. Un segno di spunta indica che la foto selezionata contiene il tag parola chiave in questione. selezionate i tag parole chiave. quindi scegliete Copia. • (Solo in vista Griglia) Trascinate le foto selezionate sui tag parole chiave nel pannello Elenco parole chiave. scegliete Metadati > Salva metadati su file. il pannello Elenco parole chiave viene aggiornato per indicare il numero totale di foto contenenti un determinato tag. Inoltre. Quando i tag parole chiave vengono aggiunti alle foto. selezionate le foto a cui desiderate aggiungere i tag parole chiave. Oppure. 2 Effettuate una delle seguenti operazioni: • Digitate i tag parole chiave nel campo con la dicitura Fate clic qui per aggiungere parole chiave. le parole chiave non vengono salvate in un file a meno che l’opzione Scrivi automaticamente modifiche in XMP non sia selezionata nella finestra di dialogo Impostazioni catalogo. I suggerimenti delle parole chiave si basano su diversi criteri. le parole chiave vengono aggiunte solo alla foto attiva. selezionatele in vista Griglia. trascinate un tag parola chiave dal pannello Elenco parole chiave alle foto selezionate. Quando aggiungete i tag parole chiave alle foto. Potete anche aggiungere i tag parole chiave alle foto trascinando le foto sulle parole chiave nel pannello Elenco parole chiave. le modifiche vengono memorizzate in Lightroom. Consultare anche “Metadati e XMP” a pagina 78 “Set di parole chiave” a pagina 89 “Applicare i metadati alle foto durante l’importazione” a pagina 41 Copiare e incollare i tag parole chiave 1 In vista Griglia. nel pannello Elenco parole chiave. 3 In vista Griglia. Nota: i tag parole chiave possono essere aggiunti alle foto durante l’importazione in Lightroom. Nota: se nell’area Provino in vista Lentino. • Fate clic sulla casella di destinazione a sinistra di un tag parola chiave nel pannello Elenco parole chiave. selezionate la foto con i tag parole chiave che desiderate copiare. 4 Fate clic nell’area dei tag applicati nel pannello Creazione parole chiave.

Potete anche importare le parole chiave da altre applicazioni come Adobe Bridge 2. scegliete Metadati > Esporta parole chiave. Se l’elenco contiene caratteri speciali. Quando i tag parole chiave vengono rimossi dalle foto. • Per eliminare automaticamente i tag parole chiave non usati dal catalogo. ❖ Nel modulo Libreria. fate clic con il pulsante destro del mouse (Windows) oppure tenendo premuto il tasto Ctrl (Mac OS) sul tag parola chiave nel pannello Elenco parole chiave. i tag parole chiave vengono rimossi solo dalla foto attiva. il pannello Elenco parole chiave si aggiorna per indicare il numero totale di foto contenenti i tag. Confronto o Vista d’insieme sono selezionate più foto. Quando create o modificate i tag parole chiave. Nota: se eliminate involontariamente dei tag parole chiave. esse diventano tag parole chiave nel catalogo e sono visualizzate nel pannello Elenco parole chiave. In Lightroom è possibile importare gli elenchi di parole chiave salvati come file di solo testo. Quando importate le parole chiave da un file di testo. Consultare anche “Creare tag parole chiave” a pagina 85 . il file deve delimitato con tabulazioni e salvato in formato UTF-8. Quando esportate le parole chiave i relativi tag vengono salvati in un file di testo. scegliete Elimina.1. individuate e selezionate il file di testo o il file del catalogo contenente le parole chiave e fate clic su Apri (Windows) o Scegli (Mac OS). nel menu di scelta rapida. Importante: non è possibile annullare l’eliminazione dei tag parole chiave eseguita con il comando Svuota parole chiave inutilizzate. Se nell’area Provino in vista Lentino.UTILIZZO DI PHOTOSHOP LIGHTROOM 2 87 Organizzazione delle foto nel catalogo Rimuovere o eliminare i tag parole chiave dalle foto o dal catalogo ❖ Con una o più foto selezionate in vista Griglia oppure una singola foto selezionata nell’area Provino in vista Lentino. potete esportare le parole chiave da un catalogo e importarle in un altro sullo stesso o su un altro computer. • Per esportare tutte le parole chiave esportabili dal catalogo. selezionate un percorso per il file delle parole chiave e fate clic su Salva. scegliete Metadati > Importa parole chiave. Potete anche selezionare i tag parole chiave e fare clic sull’icona Meno (-) nella parte superiore del pannello Elenco parole chiave. selezionate uno o più tag nella relativa area del pannello Creazione parole chiave ed eliminateli. effettuate una delle seguenti operazioni: • Per rimuovere i tag parole chiave dalle foto. premete immediatamente Ctrl+Z (Windows) o Comando+Z (Mac OS) per annullare l’eliminazione. Ad esempio. effettuate una delle seguenti operazioni: • Per importare le parole chiave nel catalogo. • Per eliminare in modo definitivo un tag parola chiave dalle foto e dal catalogo. scegliete Metadati > Svuota parole chiave inutilizzate. Importare ed esportare le parole chiave L’importazione e l’esportazione delle parole chiave consentono di condividere i tag parole chiave creati per identificare le foto. potete specificare se includerli durante l’esportazione. Confronto o Vista d’insieme.

Applicare o rimuovere le parole chiave tramite lo strumento pittore Dopo aver specificato le parole chiave associate a una scelta rapida. digitate le parole chiave da aggiungere o rimuovere nel campo della barra degli strumenti. potete applicare rapidamente la scelta rapida per parole chiave alle foto mediante lo strumento pittore. 4 Effettuate una delle seguenti operazioni: • Per applicare una scelta rapida per parole chiave a una sola foto. Dopo aver specificato le parole chiave per la scelta rapida. 5 Per disattivare lo strumento pittore. digitate un tag parola chiave e fate clic su Imposta. effettuate una delle seguenti operazioni: • Fate clic con il pulsante destro del mouse (Windows) o tenendo premuto il tasto Ctrl (Mac OS) su un tag parola chiave nel pannello Elenco parole chiave. Ignorate il punto 2. effettuate una delle seguenti operazioni: • Scegliete Metadati > Attiva pittura. fate clic sull’icona dello strumento pittore nella barra degli strumenti. fate clic con il pulsante destro del mouse (Windows) o tenendo premuto il tasto Ctrl (Mac OS) e scegliete Aggiungi parola chiave “[nome del tag parola chiave]”. Quando lo strumento pittore è attivato. • Scegliete Metadati > Imposta scelta parola chiave. Dopo aver applicato la parola chiave. Per rimuovere la scelta rapida per parole chiave da più foto. 2 Nella finestra di dialogo Imposta scelta parola chiave. • In vista Griglia. scegliete Pittore dal menu della barra. 3 Se necessario. lo strumento pittore assume l’aspetto dell’icona della gomma da cancellare. Dopo aver applicato la parola chiave. il puntatore del mouse assume l’aspetto dell’icona dello strumento pittore e tale icona non è più visibile nella barra degli strumenti. 3 Con una o più foto selezionate in vista Griglia o nell’area Provino. 1 Nel modulo Libreria. fate di nuovo clic sulla foto con la gomma da cancellare. nel pannello Elenco parole chiave.UTILIZZO DI PHOTOSHOP LIGHTROOM 2 88 Organizzazione delle foto nel catalogo Creare e applicare scelte rapide per le parole chiave Le scelte rapide per parole chiave consentono di applicare le parole chiave specificate alle foto. potete applicare rapidamente quest’ultima a una o più foto. . Consultate “Applicare o rimuovere le parole chiave tramite lo strumento pittore” a pagina 88. nel menu risultante. In vista Griglia. Nota: se lo strumento pittore non è visualizzato nella barra degli strumenti. potete filtrare le foto facendo clic sulla freccia bianca a destra della parola chiave. Per rimuovere la scelta rapida per parole chiave. scegliete Usa come scelta rapida parola chiave. in vista Griglia fate clic e trascinate la gomma da cancellare sulle foto contenenti il tag parole chiave. l’icona Pittore è visibile nella barra degli strumenti. fate clic sulla foto con lo strumento pittore. 2 Se necessario. • Per applicare una scelta rapida per parole chiave. fate clic sul cerchio nella barra degli strumenti. Le scelte rapide per parole chiave vengono applicate tramite il comando Aggiungi parola chiave nel menu di scelta rapida o dello strumento pittore. lo strumento pittore assume l’aspetto dell’icona della gomma da cancellare. per visualizzare solo le foto contenenti le parole chiave da rimuovere. scegliete Parole chiave nel menu Pittura nella barra degli strumenti. fate clic e trascinate sulle foto in vista Griglia. Quando è disattivato. 1 Nel modulo Libreria.

scegliete Salva impostazioni correnti come nuovo predefinito. effettuate una delle seguenti operazioni: • Per convertire il set Parole chiave recenti in un set di parole chiave. Digitate un nome per il set di parole chiave e fate clic su Crea. scegliete Modifica set nel menu a comparsa Set parole chiave. digitate i tag parole chiave nelle caselle di testo. Fotografia in esterni Consente di visualizzare le parole chiave associate con le fotografie di paesaggi. fate clic sul menu a comparsa Set parole chiave nel pannello Creazione parole chiave e scegliete Salva impostazioni correnti come nuovo predefinito. 4 Fate clic su Cambia per aggiornare i set di parole chiave. nel pannello Creazione parole chiave. Digitate o sovrascrivete i tag parole chiave nelle caselle di testo. digitate un nome per il set di parole chiave e fate clic su Crea. Nota: se avete selezionato Parole chiave recenti nel menu a comparsa Imposta. • Per includere dei tag parole chiave in un set di parole chiave. quindi scegliete Salva impostazioni correnti come nuovo predefinito nel menu Predefinito. Creare set di parole chiave ❖ Nel modulo Libreria. l’opzione Modifica non è visibile. persone o lavori. località. scegliete il set nel menu Predefinito: . Rinominare o eliminare i set di parole chiave 1 Nel modulo Libreria. 2 Nella finestra di dialogo Modifica set parola chiave. nel menu Predefinito. Quindi. è importante creare dei set di parole chiave in modo da poter accedere facilmente ai tag parole chiave che interessano. accertatevi che nel pannello Creazione parole chiave sia selezionato un set. Quindi. Ritratti Consente di visualizzare le parole chiave associate ai ritratti. nella finestra di dialogo Nuovo predefinito. Nella finestra di dialogo Nuovo predefinito.UTILIZZO DI PHOTOSHOP LIGHTROOM 2 89 Organizzazione delle foto nel catalogo Set di parole chiave Mentre aggiungete sempre più tag parole chiave al catalogo. 3 (Facoltativo) Per creare un set di parole chiave. Ad esempio. potete creare un set di parole chiave contenente fino a nove tag per determinati eventi. digitate un nome per il set di parole chiave e fate clic su Crea. scegliete Set parole chiave > Modifica set oppure Metadati > Set parole chiave > Modifica. 2 Nella finestra di dialogo Modifica set parola chiave. scegliete Modifica set nel menu a comparsa Set parole chiave. I tag parole chiave possono appartenere a più di un set. ma consentono semplicemente di organizzare i tag in diversi modi. nel pannello Creazione parole chiave. Sovrascrivete oppure selezionate ed eliminate i tag parole chiave da non includere nel set di parole chiave. Modificare i set di parole chiave 1 Nel modulo Libreria. I set di parole chiave non cambiano il modo in cui i tag vengono scritti nei metadati delle foto. Scegliere i set di parole chiave ❖ Nel pannello Creazione parole chiave del modulo Libreria. Foto di matrimoni Consente di visualizzare le parole chiave associate alle fotografie dei matrimoni. scegliete un set di parole chiave nel relativo menu a comparsa: Parole chiave recenti Consente di visualizzare gli ultimi tag parole chiave usati. nel pannello Creazione parole chiave.

Corretto Corregge l’errore di ortografia. 4 Quando vengono segnalate parole sconosciute e possibili errori. per rimuovere parole errate aggiunte al dizionario per sbaglio facendo clic su Corretto o Impara. fate clic su una delle seguenti opzioni: Ignora Prosegue il controllo ortografico senza modificare il testo. 1 Nel modulo Libreria. 2 Scegliete Modifica > Ortografia > Controllo ortografia. fate clic sulla casella di testo Tag parole chiave nel pannello Creazione parole chiave. Viene evidenziata la prima parola errata nella casella di testo. Effettuare il controllo e la correzione ortografica delle parole chiave (Mac OS) Quando effettuate il controllo ortografico dei tag parole chiave. Scegliete una parola per correggere l’ortografia. scegliete Elimina predefinito “nome del set parole chiave” nel menu Predefinito. selezionate un’altra parola nella casella di testo Suggerisci oppure digitate la parola corretta nella casella di testo a sinistra del pulsante Corretto. vengono segnalate tutte le parole non incluse nel dizionario. Evidenziare le parole errate (Mac OS) 1 Dopo aver immesso i tag parole chiave nel modulo Libreria. Se una parola segnalata non è corretta. Ignora Consente di rimuovere una parola dal dizionario.4 e v10.4) oppure Modifica > Ortografia > Mostra ortografia e grammatica (Mac OS v10. affinché le ricorrenze successive non vengano più segnalate. • Per eliminare il set di parole chiave. selezionate la parola errata nella casella di testo accanto al pulsante Corretto. Questa opzione corrisponde al dizionario usato da Lightroom per il controllo ortografico.5). Se una parola segnalata è corretta. Nota: i comandi e le opzioni di controllo ortografico variano leggermente tra Mac OS v10. Successivo Prosegue il controllo ortografico. potete confermarla aggiungendola al dizionario. . Questa funzione è utile. scegliete una lingua dal menu a comparsa Dizionario nella parte inferiore della finestra di dialogo. Impara ortografia Memorizza nel dizionario la parola non riconosciuta. Se la parola suggerita non è quella desiderata. 2 Scegliete Modifica > Ortografia > Ortografia (Mac OS v10. Fate clic su Suggerisci per verificare la visualizzazione delle opzioni di ortografia nella relativa casella di testo. 3 Se necessario. Se per una parola errata non vengono visualizzate ortografie alternative nella casella di testo Suggerisci.5. ad esempio. affinché le ricorrenze successive non vengano più segnalate.UTILIZZO DI PHOTOSHOP LIGHTROOM 2 90 Organizzazione delle foto nel catalogo 3 Effettuate una delle seguenti operazioni: • Per rinominare il set di parole chiave. 3 Fate clic tenendo premuto il tasto Ctrl sulla parola evidenziata e scegliete una delle seguenti opzioni: [Correzioni ortografiche suggerite] Nella parte superiore del menu di scelta rapida vengono elencate le correzioni ortografiche suggerite. fate clic sulla casella di testo Tag parole chiave nel pannello Creazione parole chiave. scegliete Rinomina predefinito “nome del set parole chiave” nel menu Predefinito. Ignora ortografia Prosegue il controllo ortografico senza modificare il testo. Impara Memorizza nel dizionario la parola non riconosciuta. potete correggerla. Suggerisci Consente di visualizzare suggerimenti sulle opzioni di controllo ortografico nella casella di testo Suggerisci. Accertatevi che nella casella di testo Suggerisci sia presente la parola corretta e fate clic su Corretto.

Attributo Consente di filtrare le foto per stato di segnalazione. due o tutte e tre le modalità di filtro contemporaneamente.UTILIZZO DI PHOTOSHOP LIGHTROOM 2 91 Organizzazione delle foto nel catalogo Nota: per aprire la finestra di dialogo e accedere a più opzioni. Per inserire i caratteri speciali e i simboli nei tag parole chiave e nel testo dei metadati. Attributo e Metadati.4) oppure Ortografia > Mostra ortografia e grammatica (Mac OS v10. Digitare caratteri speciali (Mac OS) ❖ Nel modulo Libreria. scegliete Modifica > Caratteri speciali. Consultare anche “Sfogliare le foto per cartelle” a pagina 60 “Filtro e valutazione delle foto” a pagina 73 “Unire le foto in Raccolta rapida” a pagina 30 Trovare le foto mediante la barra Filtro libreria La barra Filtro libreria. etichette e categorie di metadati nella barra Filtro libreria. raccolte o tag parole chiave. 1 Nel modulo Libreria. Un segno di spunta nella casella indica che il comando Effettua controlla ortografia durante la digitazione è attivato. le parole chiave e i metadati EXIF e IPTC. potete combinare una ricerca con un filtro di metadati per limitare ulteriormente il campo delle foto da visualizzare. potete selezionare cartelle. Effettuare il controllo ortografia durante la digitazione (Mac OS) In Lightroom è possibile controllare automaticamente l’ortografia mentre vengono digitati i tag parole chiave. Eventuali parole errate vengono sottolineate. In Lightroom sono disponibili diverse modalità di ricerca. anche per cataloghi contenenti centinaia o migliaia di immagini. Il comando rimane attivo finché non lo selezionate di nuovo per disattivarlo (il segno di spunta viene rimosso). Potete selezionare e usare una sola modalità o combinarle per applicare un filtro più complesso. 2 Scegliete Modifica > Ortografia > Effettua controlla ortografia durante la digitazione. Potete attivare una. Ricerca di foto nel catalogo Una delle fasi fondamentali dell’elaborazione delle foto consiste nella ricerca e visualizzazione delle stesse. valutazioni. Inoltre. potete aprire Palette caratteri di Mac OS. Per ulteriori informazioni sull’uso di Palette caratteri. stelle di valutazione. inclusi il nome file. fate clic sulla casella di testo Tag parole chiave del pannello Creazione parole chiave. la didascalia.5). La modalità attiva è identificata dalla scritta in bianco. etichette colore e copie. Metadati Consente di filtrare le foto mediante la selezione da un massimo di otto colonne di criteri di metadati. Potete anche eseguire una ricerca basata su criteri di testo o filtrare le foto per stato di segnalazione. Per visualizzare foto specifiche. Testo Consente di ricercare qualsiasi campo di testo dei metadati indicizzato. . • Fate clic su una delle modalità per mostrarne o nasconderne le opzioni. consultate l’aiuto di Mac OS. nella parte superiore della vista Griglia nel modulo Libreria. offre tre modalità per filtrare le foto: Testo. dal menu di scelta rapida potete inoltre scegliere Ortografia > Ortografia (Mac OS v10.

applicate un filtro Attributo o Metadati. la ricerca viene eseguita con tutti i criteri. . fate clic tenendo premuto il tasto Maiusc su una seconda o terza modalità. selezionate Testo. Nota: quando vengono specificati due o più filtri. • Fate clic su Nessuno per nascondere o disattivare tutte e tre le modalità di filtro. stelle di valutazione. selezionate una sorgente nel pannello Catalogo. 1 Nel modulo Libreria. 3 Scegliete il campo da sottoporre alla ricerca nel menu a comparsa Qualsiasi campo ricercabile. Le foto individuate vengono visualizzate in vista Griglia e nell’area Provino e dipendono da quali elementi sono stati sottoposti a ricerca: tutto il catalogo. 4 (Facoltativo) Per limitare l’ambito della ricerca. applicate un filtro Testo o Metadati. la ricerca viene eseguita con tutti i criteri. potete specificare la corrispondenza dei criteri di ricerca.adobe. Potete ricercare qualsiasi campo indicizzato oppure scegliere campi specifici. Trovare le foto tramite i filtri Attributo Le opzioni attributo nella barra Filtro libreria consentono di filtrare le foto per stato di segnalazione. potete ridimensionare la barra Filtro libreria spostando il puntatore del mouse sulla parte inferiore della barra stessa. cartelle o raccolte specifiche oppure la Raccolta rapida. 5 Digitate il testo nella casella di ricerca.com/go/lrvid2204_lrm_it. Per un video sull’uso della barra Filtro libreria. 3 Fate clic su un’opzione per filtrare le foto selezionate per stato di segnalazione. inoltre. Le foto che rispondono ai criteri di testo specificati vengono visualizzate in vista Griglia e nell’area Provino. Nota: quando le opzioni del filtro Metadati sono aperte. Aggiungete il segno più (+) dopo una parola per attivare la regola “Termina con” da applicare solo a quella parola. Il numero di foto corrispondenti ai criteri di ricerca viene visualizzato nell’indicatore sorgente dell’area provino. Aggiungete un punto esclamativo (!) prima delle parole da escludere dai risultati di ricerca. 2 Nella barra Filtro libreria. 6 (Facoltativo) Per limitare l’ambito della ricerca. Quando il puntatore diventa una freccia a due punte. visitate www. Nota: quando vengono specificati due o più filtri. Cartelle o Raccolte. Le foto corrispondenti ai criteri specificati vengono visualizzate in vista Griglia e nell’area Provino. selezionate una sorgente nel pannello Catalogo. etichette e copie. 2 Nella barra Filtro libreria. 1 Nel modulo Libreria. Le opzioni Attributo sono disponibili anche nell’area Provino. etichetta colore o copie. trascinate il bordo verso l’alto o il basso.UTILIZZO DI PHOTOSHOP LIGHTROOM 2 92 Organizzazione delle foto nel catalogo • Per attivare più modalità contemporaneamente. Consultare anche “Visualizzazione e modifica dei metadati” a pagina 78 Ricercare le foto tramite il filtro Testo Il filtro Testo consente di eseguire la ricerca nel catalogo o tra le foto selezionate usando un campo di ricerca testuale. Consultate la sezione “Filtrare le foto visualizzate nell’area Provino e in vista Griglia” a pagina 30. selezionate Attributo. Cartelle o Raccolte. Aggiungete il segno più (+) prima di una parola per attivare la regola “Inizia con” da applicare solo a quella parola. 4 Scegliete una regola di ricerca nel menu a comparsa Contiene tutto.

Salvare le impostazioni della barra Filtro libreria come predefinito Per velocizzare le ricerche e le operazioni di filtro più usate. usate le opzioni Testo. scegliete una voce nella colonna. Lente e Etichetta. Nota: quando vengono specificati due o più filtri. Cartelle o Raccolte. Segnalato Consente di visualizzare le foto con una segnalazione Selezione. Stato/provincia. scegliete Data. . nonché tutti i metadati selezionati in ogni categoria. fate clic tenendo premuto Maiusc oppure Ctrl (Windows) o Comando (Mac OS). Fotocamera. selezionate Metadati. modificare l’ordine e alternare tra la vista gerarchica e quella semplice. applicate un filtro Testo o Attributo. 2 Nella barra Filtro libreria. Le foto che presentano i metadati specificati vengono visualizzati in vista Griglia e nell’area Provino. 4 Nella colonna successiva. Città e Località. Quindi.UTILIZZO DI PHOTOSHOP LIGHTROOM 2 93 Organizzazione delle foto nel catalogo Trovare foto con i filtri dei metadati Potete ricercare le foto selezionando i criteri dei metadati specifici tramite le opzioni Metadati nella barra Filtro libreria. 3 Scegliete una categoria di metadati nella colonna a sinistra: fate clic sull’intestazione e scegliete un’opzione nel menu a comparsa. Senza valutazione Consente di visualizzare le foto che non presentano stelle di valutazione. 3 Digitate un nome per il predefinito nella finestra di dialogo Nuovo predefinito e fate clic su Crea. selezionate una sorgente nel pannello Catalogo. la ricerca viene eseguita con tutti i criteri. Filtri disattivati Consente di disattivare tutti i filtri e di nasconderne le opzioni. Per selezionare più voci nella colonna. Ad esempio. scegliete un’altra categoria di metadati. Colonne di località Consente di filtrare le foto per le categorie di metadati Paese. Lightroom supporta i metadati incorporati nelle foto dalla fotocamera digitale e da altre applicazioni quali Photoshop o Adobe Bridge. Personalizzare la barra Filtro libreria In Lightroom. scegliete una delle seguenti opzioni nel menu Filtro personale: Colonne predefinite Consente di aprire le opzioni Metadati nelle quattro colonne predefinite: Data. nel pannello Metadati. 1 Per specificare i criteri di filtro delle foto. Attributo e Metadati nella barra Filtro libreria. quindi selezionate Tutte le date. 5 Proseguite fino a scegliere tutte le categorie e i criteri di metadati desiderati. sul lato destro della barra Filtro libreria o nell’area Provino. Fate clic sul menu a comparsa sul lato destro delle intestazioni delle colonne per aggiungere o rimuovere la colonna. Accanto alla voce viene visualizzato il numero delle foto selezionate corrispondenti ai criteri scelti. sono disponibili sei filtri predefiniti per applicare i filtri più comuni e ripristinare le impostazioni predefinite. 2 Scegliete Salva impostazioni correnti come nuovo predefinito nel menu Filtro personale. ❖ Nella barra Filtro libreria o nell’area Provino. potete salvare i criteri di filtro come predefinito. Potete anche ricercare le foto facendo clic sulla freccia verso destra visualizzata accanto a determinate caselle di testo dei metadati. Con valutazione Consente di visualizzare le foto con una o più stelle di valutazione. 1 Nel modulo Libreria. 6 (Facoltativo) Per limitare l’ambito della ricerca. quindi selezionate una voce in tale colonna.

Le foto nelle raccolte vengono visualizzate in vista Griglia e nell’area Provino. Le impostazioni di sviluppo rapido eseguite vengono registrate nel pannello Storia del modulo Sviluppo e i cursori corrispondenti vengono regolati di conseguenza nel pannello Base. . 2 (Facoltativo) Per limitare l’ambito della ricerca. Se selezionate un set di raccolte. viene aperta la barra Filtro libreria e vengono visualizzate le parole chiave dei metadati. la selezione di raccolte consente di trovare foto specifiche. Attributo o Metadati tramite la barra Filtro libreria. selezionate un tag parola chiave e fate clic sulla freccia verso destra accanto al numero di foto. selezionatelo nel menu Filtro personale e scegliete Rinomina predefinito “nome predefinito”. applicate un filtro Testo. 1 Nel pannello Raccolte. Consultare anche “Raccolte di foto” a pagina 64 Trovare foto mediante i tag parole chiave Per trovare le foto che contengono tag parole chiave specifici. Inoltre. Pannello Sviluppo rapido Regolare le foto in Libreria con Sviluppo rapido Il pannello Sviluppo rapido del modulo Libreria consente di applicare rapidamente le regolazioni cromatiche e tonali delle immagini a una o più foto senza chiudere il modulo Libreria. selezionatelo nel menu Filtro personale. Tutte le foto del catalogo che contengono il tag parola chiave vengono visualizzate in vista Griglia e nell’area Provino. 2 (Facoltativo) Per limitare l’ambito della ricerca. Eliminare un predefinito della barra Filtro libreria ❖ Per eliminare un predefinito di filtro. 1 Nel pannello Elenco parole chiave. Trovare le foto tramite le raccolte Oltre a visualizzare e organizzare le foto. usate il pannello Elenco parole chiave. selezionatelo nel menu Filtro personale e scegliete Elimina predefinito “nome predefinito”. Rinominare i predefiniti della barra Filtro libreria ❖ Per rinominare un predefinito di filtro. Attributo o un ulteriore filtro Metadati usando la barra Filtro libreria. selezionate uno o più elementi. vengono incluse tutte le raccolte del set.UTILIZZO DI PHOTOSHOP LIGHTROOM 2 94 Organizzazione delle foto nel catalogo Applicare un predefinito della barra Filtro libreria ❖ Per applicare un predefinito di filtro. applicate un filtro Testo. Le regolazioni applicate a più foto con il pannello Sviluppo rapido sono regolazioni relative e non assolute.

Per regolare automaticamente il tono nelle foto. Neri. sceglietelo nel menu a comparsa Bilanciamento bianco. Quando scegliete il predefinito Impostazioni predefinite. Per aggiungere ulteriori scelte all’elenco. Consultare anche “Creare e applicare predefiniti di sviluppo” a pagina 100 “Applicare le impostazioni di sviluppo con lo strumento pittore” a pagina 121 “Regolazione dei colori e dei toni dell’immagine” a pagina 102 “Elaborazione in scala di grigio” a pagina 109 “Applicare le regolazioni Sviluppo ad altre foto” a pagina 120 Ripristinare le regolazioni Sviluppo rapido • Per annullare i vari tentativi di regolazione effettuati nel pannello Sviluppo rapido. Luminosità e Contrasto. • Regolate il bilanciamento del bianco impostando i valori di Temperatura e Tinta. • Fate clic sul pulsante Tono automatico per applicare le impostazioni automatiche di Lightroom per Esposizione. fate clic sul pulsante Ripristina tutto. Ogni clic regola l’esposizione per incrementi di un terzo di un valore di stop o di uno stop intero. nella parte inferiore del pannello Sviluppo rapido. selezionate Scala di grigio nel menu Trattamento.Azzerato nel menu a comparsa Predefinito del pannello Sviluppo rapido.UTILIZZO DI PHOTOSHOP LIGHTROOM 2 95 Organizzazione delle foto nel catalogo Fate clic sul pulsante a triangolo nascondere tale sezione. premete Ctrl+Z (Windows) o Comando+Z (Mac OS). Quando eseguite nuove regolazioni delle impostazioni nel pannello Sviluppo rapido. . Ad esempio. selezionate una o più foto in vista Griglia. la tinta verde o quella magenta. scegliete Generale . regolate la luminosità generale dell’immagine facendo clic sui pulsanti Esposizione. • Per ripristinare le impostazioni predefinite di Lightroom per le foto. • Regolate le singole impostazioni di tono facendo clic sui relativi pulsanti a forma di freccia. selezionate Immetti personale. I pulsanti con una sola freccia consentono di regolare le impostazioni per incrementi inferiori rispetto a quelli con doppia freccia. • Per convertire le foto in scala di grigio. Fate clic sui pulsanti a forma di freccia per aumentare e ridurre la temperatura Kelvin. effettuate una delle seguenti operazioni: • Scegliete un predefinito di sviluppo nel menu a comparsa Predefinito salvato. • Per applicare un predefinito di bilanciamento del bianco. oppure scegliete Foto > Impostazioni di sviluppo > Ripristina. selezionate l’opzione Applica la regolazione automatica dei toni. • Per ritagliare le foto scegliete un nuovo rapporto di ritaglio nel menu a comparsa. sul lato destro di ogni sezione del modulo Sviluppo rapido per mostrare o 1 Nel modulo Libreria. 2 Nel pannello Sviluppo rapido. nelle preferenze Predefiniti. • Regolate l’impostazione Vividezza per modificare il valore di saturazione di tutti i colori con saturazione bassa con un minor impatto sui colori con saturazione superiore. digitate le nuove dimensioni di ritaglio per la larghezza e l’altezza nelle caselle Proporzioni e fate clic su OK. il menu cambia automaticamente nel menu Personale. le impostazioni predefinite di importazione delle foto di Lightroom vengono ripristinate automaticamente. • Per rimuovere tutte le impostazioni in modo definitivo.

vi sono gli strumenti e i pannelli che consentono di applicare alla foto regolazioni globali e locali. Sulla parte sinistra vi sono i pannelli Navigatore. Inoltre. Istantanee e Storia per eseguire l’anteprima. la riproduzione di una presentazione immediata e lo zoom. Tutte le regolazioni sono non distruttive. il salvataggio e la selezione delle modifiche apportate alla foto.96 Capitolo 6: Sviluppo delle foto Nel modulo Sviluppo di Adobe® Photoshop® Lightroom® sono disponibili comandi per la regolazione del colore e della gamma tonale delle foto. Potete applicare le regolazioni in modo globale (all’intera foto) e locale (solo ad aree selezionate della foto). Consultare anche “Applicazione delle regolazioni nel modulo Sviluppo: flusso di lavoro di base” a pagina 10 Panoramica del modulo Sviluppo Pannelli e strumenti del modulo Sviluppo Il modulo Sviluppo contiene due serie di pannelli e una barra degli strumenti per la visualizzazione e la modifica delle foto. potete applicare facilmente ad altre foto le regolazioni globali apportate a una foto. per correggere rapidamente più foto di una stessa sessione o di un evento. pertanto Lightroom non deteriora mai i dati dell’immagine originale. Predefiniti. Sulla parte destra. La barra degli strumenti contiene i comandi per attività quali il passaggio dalla vista Prima alla vista Dopo. .

com/go/lrvid2206_lrm_it. Per un video introduttivo sul modulo Sviluppo. Istogramma C. rimuovere polvere e macchie. visitate www. ritagliare e raddrizzare le foto e applicare le regolazioni ad aree specifiche di una foto. • Il pannello Dettagli consente di regolare la nitidezza. ridurre il disturbo e correggere l’aberrazione cromatica causata dell’obiettivo della fotocamera. Barra degli strumenti • Il pannello Istogramma nel modulo Sviluppo consente di misurare i toni cromatici nonché di apportare regolazioni tonali alla foto. della saturazione e della gamma tonale di una foto. • Il pannello Vignettature consente di correggere la vignettatura causata dell’obiettivo e di applicare un effetto vignettatura a una foto ritagliata. Pannelli di regolazione F. Valori RGB D. • Il pannello Base contiene gli strumenti principali per la regolazione del bilanciamento del bianco. Comandi di ingrandimento della navigazione G. Pannelli Predefiniti. • Il pannello Divisione toni consente di colorare le immagini monocromatiche e di creare effetti speciali nelle immagini a colori.UTILIZZO DI PHOTOSHOP LIGHTROOM 2 97 Sviluppo delle foto B C D A E F G Modulo Sviluppo A. • Gli strumenti nella relativa striscia consentono di correggere gli occhi rossi. • I pannelli Curva di viraggio e HSL/Colore/Scala di grigio contengono gli strumenti per effettuare le regolazioni cromatiche e tonali. Istantanee e Storia B.adobe. . • Il pannello Calibrazione fotocamera consente di regolare le impostazioni di calibrazione predefinite per la vostra fotocamera. Striscia degli strumenti E.

G e B vengono visualizzati sotto l’istogramma. Sincronizzazione automatica regola le altre foto selezionate automaticamente dopo lo spostamento di ogni cursore di regolazione. Potete selezionare questo strumento nei pannelli Curva di viraggio o HSL/Colore/Scala di grigio oppure nel menu Visualizza. fate clic sulla foto. viene selezionato lo strumento mano. Copia e Incolla Questi pulsanti si trovano nella parte inferiore dei pannelli di sinistra e consentono di copiare e incollare le impostazioni correnti sulla foto selezionata. il pulsante Sincronizza consente di scegliere quali delle impostazioni correnti incollare dalla foto selezionata correntemente alle altre foto selezionate. nella barra degli strumenti. Se l’ingrandimento è impostato su Adatta. viene selezionato lo strumento zoom. nonché il cursore Dimensioni. La scelta rapida da tastiera per la vista Lentino nel modulo Sviluppo corrisponde al tasto D. Se sono selezionati più file. Strumenti nella striscia degli strumenti Gli strumenti per apportare modifiche locali ad aree specifiche di una foto si trovano nella striscia degli strumenti sotto il pannello Istogramma. Fate clic su Ripristina per eliminare le modifiche apportate alla foto. consente di passare rapidamente alla vista Lentino in ogni modulo. Lo strumento visualizzato cambia in base alla vista. Vista Lentino Questa vista a foto singola è disponibile sia nel modulo Sviluppo che nel modulo Libreria. Fate clic su Ripristina per eliminare le modifiche apportate alla foto. Per alternare tra Adatta e 1:1. Per cambiare il pulsante Sincronizza in Sincronizzazione automatica. Se l’ingrandimento è impostato su Riempi.UTILIZZO DI PHOTOSHOP LIGHTROOM 2 98 Sviluppo delle foto Mostrare o nascondere la barra degli strumenti Sviluppo ❖ Scegliete Visualizza > Mostra barra degli strumenti Nascondi barra degli strumenti oppure premete il tasto T. lo strumento raddrizza e il relativo cursore. . Rimozione macchie Comprende le opzioni Clona e Correggi. Quando selezionate uno strumento. il pulsante e le opzioni per il blocco delle proporzioni. fate clic su di esso nel pannello Base. potete scegliere diverse destinazioni nel menu a comparsa Gruppo di destinazione. Dopo aver selezionato lo strumento. il riquadro viene chiuso e diventa nuovamente attivo lo strumento mano o zoom. 1:1 o superiore. Nella barra degli strumenti vengono visualizzate le relative opzioni. mentre nel modulo Libreria corrisponde al tasto E. Pennello di regolazione Include le opzioni per applicare Esposizione. Quando deselezionate lo strumento. Selettore bilanciamento bianco Per selezionare questo strumento. Filtro graduato Include le opzioni per applicare le regolazioni tonali in una regione della foto. Regolazione mirata Consente di regolare determinati cursori per colori e toni trascinando lo strumento sulla foto. Luminosità e altre regolazioni tonali ad aree specifiche della foto. il pulsante Precedente consente di copiare e incollare tutte le impostazioni della foto selezionata precedentemente in quella correntemente selezionata nell’area Provino. Pulsanti e strumenti aggiuntivi del modulo Sviluppo Strumento mano/zoom Quando tenete il puntatore sopra la foto i valori cromatici R. Sincronizza e Sincronizzazione automatica Questi pulsanti si trovano nella parte inferiore dei pannelli di destra e si attivano/disattivano in base alla presenza di una o più foto selezionate nell’area Provino. fate clic sul pulsante tenendo premuto Ctrl (Windows) o Comando (Mac OS). Correzione occhi rossi Include i cursori Pupilla e Scurisci. nella barra degli strumenti. Chiarezza. sceglietelo nel menu Visualizza oppure premete il tasto W. Il pulsante Vista Lentino. le sue opzioni diventano visibili nel relativo riquadro. Se è selezionata una sola foto. Precedente. Sovrapposizione ritaglio Comprende gli strumenti sovrapposizione ritaglio e ritaglia cornice.

La parte sinistra dell’istogramma rappresenta i pixel con 0% di luminanza. Per deselezionare uno strumento. Se l’istogramma occupa tutto lo spazio. fate clic su di esso o su uno strumento diverso. con conseguente possibile perdita di particolari nell’immagine. La sovrapposizione di tutti e tre i livelli dà luogo al grigio. fate clic su di esso o sceglietelo nel menu Visualizza. cyan = canali Verde + Blu). Potete organizzare le viste di due foto orizzontalmente o verticalmente. Vengono visualizzati nella barra degli strumenti dopo aver selezionato le viste Prima e Dopo nel modulo Sviluppo. dall’estremità sinistra all’estremità destra del pannello. Copia impostazioni Questi tre pulsanti consentono di copiare e incollare le impostazioni correnti dalla vista Dopo alla vista Prima e viceversa o di scambiare le due viste. mentre la parte destra quelli con il 100% di luminanza. Se invece l’istogramma non utilizza tutta la gamma tonale. visualizzare l’intera foto in entrambe le viste o dividerla in due. magenta = canali Rosso + Blu. Per vedere in anteprima dove si verifica il ritaglio di ombre e luci. Lettura dell’istogramma di un’immagine Un istogramma è una rappresentazione del numero di pixel presenti in una foto per ogni percentuale di luminanza. la sovrapposizione di due dei canali RGB dà invece luogo al giallo. fate clic sul pulsante Vista Lentino. la foto utilizza l’intera gamma tonale. Potete regolare la foto modificando l’istogramma stesso. al magenta o al cyan (giallo = canali Rosso + Verde. . nell’angolo in alto a sinistra o in alto a destra dell’istogramma. Un istogramma è composto da tre livelli di colore che rappresentano i canali Rosso. Sulla foto viene visualizzata una mascheratura delle aree di ritaglio. senza contrasto. l’immagine può risultare piatta. Un istogramma con picchi a una delle estremità rappresenta una foto in cui si verifica il ritaglio di ombre o luci. Verde e Blu. il pannello Istogramma è uno strumento di lavoro. Per disattivare le viste Prima e Dopo. Consultare anche “Regolare la gamma tonale mediante l’istogramma” a pagina 105 “Vedere l’anteprima di luci e ombre con ritaglio” a pagina 105 “Regolare la gamma tonale dell’immagine” a pagina 104 Visualizzazione dei valori di colore RGB Nell’area sotto l’istogramma nel modulo Sviluppo vengono visualizzati i valori di colore RGB per i singoli pixel che si trovano sotto allo strumento mano o zoom mentre spostate il puntatore sulla foto. Fate clic su uno dei triangoli per mantenere la mascheratura. Selezionare strumenti e opzioni ❖ Per selezionare uno strumento. Nel modulo Sviluppo.UTILIZZO DI PHOTOSHOP LIGHTROOM 2 99 Sviluppo delle foto Viste Prima e Dopo Il pulsante Viste prima e dopo nella barra degli strumenti offre quattro scelte. portate il mouse su uno dei triangoli di ritaglio.

3 Digitate un nome nella casella Nome predefinito. visitate il sito Adobe all’indirizzo www. Aggiornare un predefinito di sviluppo 1 Selezionate un predefinito e modificate le impostazioni secondo le vostre esigenze. 2 Fate clic su Seleziona tutto per selezionare tutte le opzioni. all’interno della cartella specificata.UTILIZZO DI PHOTOSHOP LIGHTROOM 2 100 Sviluppo delle foto Potete usare queste informazioni per stabilire se alcune aree della foto hanno subito un ritaglio dei dati cromatici. il modello viene copiato in tale cartella. 3 Per spostare un modello in una cartella. fate clic sul pulsante Crea nuovo predefinito (+) nella parte superiore del pannello Predefiniti oppure scegliete Sviluppo > Nuovo predefinito. • Per applicare un predefinito alla foto. Il predefinito viene aggiunto all’elenco nel pannello Predefiniti. 2 Digitate il nome della cartella e fate clic su OK. Viene inoltre visualizzato nell’elenco delle impostazioni di sviluppo che potete selezionare durante l’importazione di foto. oppure. G o B è nero (0%) o bianco (100%). Se trascinate un modello predefinito di Lightroom in un’altra cartella.adobe. Creare e organizzare le cartelle dei predefiniti di sviluppo 1 Fate clic con il pulsante destro del mouse (Windows) o tenendo premuto Ctrl (Mac OS) sull’area in cui desiderate creare la cartella e scegliete Nuova cartella. tale predefinito viene conservato finché non viene eliminato. 2 Fate clic con il pulsante destro del mouse (Windows) o tenendo premuto Ctrl (Mac OS) su un predefinito nel pannello Predefiniti e scegliete Aggiorna con impostazioni correnti. fate clic sulla cartella Predefiniti di Lightroom. • Per un anteprima del risultato dell’applicazione di un predefinito alla foto. 3 Specificate le impostazioni che desiderate includere nel predefinito e fate clic Aggiorna. quindi fate clic per selezionare ciascuna impostazione da includere nel predefinito. ad esempio se un valore R. Dopo aver creato e aggiunto un predefinito al pannello Predefiniti nel modulo Sviluppo. Creare e applicare predefiniti di sviluppo Mediante i predefiniti è possibile salvare un set di impostazioni e applicarle ad altre foto. trascinatelo sul nome della cartella desiderata. Creare un predefinito di sviluppo I nuovi predefiniti creati si basano sulle impostazioni correnti della foto selezionata. 1 Nel modulo Sviluppo.com/go/exchange_it. fate clic su Deseleziona tutto per deselezionarle tutte. Se almeno un canale nell’area con ritaglio dispone di dati di colore. Eseguire l’anteprima e applicare un predefinito di sviluppo Nel pannello Predefiniti del modulo Sviluppo sono disponibili diversi predefiniti preimpostati. specificate la cartella in cui inserirlo e fate clic su Crea. . potrete usarlo per recuperare alcuni particolare nella foto. fate clic sul predefinito nel pannello Predefiniti. Per visualizzare i predefiniti. Per scaricare diversi predefiniti di sviluppo di terze parti. portate il puntatore (senza fare clic) sul predefinito nel pannello Predefiniti e osservatene il risultato nel pannello Navigatore.

Annullare le regolazioni apportate alle immagini Lightroom offre diversi modi per annullare le regolazioni apportate alle foto nel modulo Sviluppo. Importare ed esportare un predefinito di sviluppo Potete esportare i predefiniti creati per condividerli con i colleghi o per usarli su un altro computer. fate clic con il pulsante destro del mouse (Windows) o tenendo premuto Ctrl (Mac OS) sull’area in cui desiderate inserire il predefinito e scegliete Importa. fate clic con il pulsante destro del mouse (Windows) o tenendo premuto Ctrl (Mac OS) sul predefinito nel pannello Predefiniti e scegliete Elimina. fate clic su un predefinito con il pulsante destro del mouse (Windows) o tenendo premuto Ctrl (Mac OS). Potete invece eliminare i predefiniti personalizzati. Digitate un nome da assegnare al file di modello del predefinito e fate clic su Salva. i predefiniti vengono memorizzati in una cartella con il catalogo. i predefiniti vengono memorizzati nella cartella di Lightroom. Se non è selezionata.UTILIZZO DI PHOTOSHOP LIGHTROOM 2 101 Sviluppo delle foto Eliminare un predefinito personalizzato I predefiniti forniti con Lightroom non possono essere eliminati. Fate doppio clic sul file di modello del predefinito. Per non perdere completamente le impostazioni. ❖ Nel modulo Sviluppo.lrtemplate. • Per rimuovere completamente tutte le impostazioni.Azzerato nel pannello Predefiniti. Se questa opzione è selezionata. • Per importare un predefinito. Per annullare le regolazioni nel modulo Sviluppo. quindi scegliete Esporta. Lightroom tiene traccia di ogni impostazione effettuata. effettuate una delle seguenti operazioni: • Per ripristinare le impostazioni predefinite di Lightroom. fate clic sul pulsante Ripristina. • Per esportare un predefinito. scegliete più volte Annulla. selezionate una versione precedente all’applicazione delle impostazioni. Per annullarle tutte in sequenza. • Fate doppio clic sui singoli cursori per impostarli nuovamente su zero. Memorizzare i predefiniti con un catalogo ❖ Nel pannello Predefiniti della finestra di dialogo Preferenze. • Nel pannello Storia o Istantanee. Nota: non premete il tasto Canc sulla tastiera. premendo il tasto Canc verrebbe infatti eliminata la foto correntemente selezionata. • Scegliete Annulla dal menu Modifica. Consultare anche “Gestire la storia e le istantanee dell’immagine” a pagina 122 . I modelli dei predefiniti vengono salvati con estensione . prima di annullarle salvate un’istantanea o un predefinito delle impostazioni. fate clic sul predefinito Generale . selezionate Memorizza predefiniti con catalogo.

Per copiare solo le impostazioni di una particolare fase. fate clic sul pulsante Copia impostazioni Prima su Dopo. premete il tasto barra rovesciata (\) o scegliete Visualizza > Prima/Dopo > Solo prima. • Per alternare le viste Prima e Dopo nella vista Lentino. La vista Dopo presenta le modifiche apportate. l’una sopra l’altra.UTILIZZO DI PHOTOSHOP LIGHTROOM 2 102 Sviluppo delle foto Visualizzare le foto Prima e Dopo Durante l’applicazione delle impostazioni di sviluppo potete confrontare due versioni di una foto. Divisione prima/dopo sinistra/destra Vengono visualizzate due metà della foto suddivise in due viste. Copiare le impostazioni nella versione Prima o Dopo di una foto Quando lavorate nelle viste Prima e Dopo della foto. inclusi eventuali predefiniti originariamente applicati. fate clic sul pulsante Copia impostazioni Dopo su Prima. fate clic con il pulsante destro del mouse (Windows) o tenendo premuto il tasto Ctrl (Mac OS) su uno stato nel pannello Storia e scegliete Copia impostazioni passaggio storia su Prima. Divisione prima/dopo alto/basso Vengono visualizzate due metà della foto suddivise in due viste. • Scegliete Impostazioni > Scambia impostazioni Prima e Dopo. • Nella barra degli strumenti. l’una sopra l’altra. • Scegliete Impostazioni > Copia impostazioni Prima su Dopo. • Nella barra degli strumenti. • Fate clic su Scambia impostazioni Prima e Dopo • Scegliete Impostazioni > Copia impostazioni Dopo su Prima. flash e così via. Nota: questi comandi di menu sono disponibili anche durante la visualizzazione delle versioni Prima e Dopo della foto nella Vista Lentino. l’una di fianco all’altra. fate clic sul pulsante Viste prima e dopo per scorrere le opzioni disponibili o scegliete un’opzione dal menu a comparsa. • Per visualizzare le foto Prima e Dopo contemporaneamente in due viste. tungsteno. Tutte le impostazioni correnti di una versione vengono copiate nell’altra versione. La foto rimane invariata a meno che non vi copiate le impostazioni. Prima/dopo sinistra/destra Vengono visualizzate due versioni intere della foto in due viste. Lo zoom e il panning sono sincronizzati nelle due viste. Consultare anche “Visualizzare le foto Prima e Dopo” a pagina 102 Regolazione dei colori e dei toni dell’immagine Impostare il bilanciamento del bianco Potete regolare il bilanciamento del bianco di una foto per riflettere le condizioni di luce in cui è stata scattata: luce diurna. . l’una di fianco all’altra. potete applicare le impostazioni di una versione all’altra e viceversa. Prima/dopo alto/basso Vengono visualizzate due versioni intere della foto in due viste. Il termine “Prima” viene visualizzato nella parte inferiore destra dell’immagine. La vista Prima presenta la foto così come era stata inizialmente importata.

per impostazione predefinita. consultate le sezioni di seguito. Temperatura Consente di regolare il bilanciamento del bianco usando la scala di temperatura cromatica Kelvin. Eliminazione automatica Quando questa opzione è selezionata. L’impostazione del bilanciamento del bianco viene applicata all’immagine e i cursori Temperatura e Tinta nel pannello di Base vengono regolari di conseguenza. Se necessario. Con l’opzione Come scattato vengono usate le impostazioni del bilanciamento del bianco della fotocamera. Viene regolata l’impostazione del bilanciamento del bianco. il pixel che si trova sotto lo strumento selettore bilanciamento bianco viene ingrandito e ne vengono visualizzati i valori RGB. se disponibili. Spostate il cursore verso sinistra per rendere i colori della foto più freddi e verso destra per renderli più caldi. Evitate luci di riflesso o aree con bianco al 100%. Uno dei vantaggi dell’uso di file nel formato raw della fotocamera è che potete regolare la temperatura dei colori come se modificaste le impostazioni della fotocamera stessa durante lo scatto. 3 Impostate le opzioni nella barra degli strumenti secondo le necessità. se possibile. l’opzione Automatico viene impostata come scelta predefinita. scegliete un’opzione dal menu a comparsa BB. regolate i cursori Temperatura e Tinta. Con l’opzione Automatico il bilanciamento del bianco viene calcolato automaticamente in base ai dati dell’immagine. Se scattate le foto con luci al tungsteno e impostate la temperatura dell’immagine su 3200. Chiudi Lo strumento selettore bilanciamento bianco viene disattivato e. fate clic sullo strumento selettore bilanciamento bianco per selezionarlo oppure premete il tasto W. Regolare il bilanciamento del bianco con i comandi Temperatura e Tinta ❖ Nel pannello Base del modulo Sviluppo. Fate clic sul valore corrente per selezionare la casella di testo e inserire un nuovo valore. . il puntatore diventa lo strumento mano o zoom. le luci fotografiche al tungsteno sono spesso bilanciate a una temperatura di 3200 Kelvin. usate i cursori per regolare ulteriormente il bilanciamento dei colori. lo strumento selettore bilanciamento bianco viene disattivato automaticamente dopo un solo clic sulla foto. e potete regolarla ulteriormente mediante gli appositi cursori. Cursore Scala Questo cursore consente di ingrandire la vista nel Lentino. 2 Portate il selettore bilanciamento bianco sull’area della foto che dovrebbe contenere un grigio chiaro neutro. Potete inoltre impostare un valore Kelvin specifico nella casella di testo Temperatura corrispondente al colore della luce ambiente. I cursori Temperatura e Tinta nel pannello Base consentono di regolare i colori selezionati per renderli neutri. Scegliere un’opzione per il bilanciamento del bianco ❖ Nel pannello Base del modulo Sviluppo. nel Navigatore viene visualizzata un’anteprima del bilanciamento del colore. sfruttando una vasta gamma di impostazioni. fate clic su di essa. Per ulteriori informazioni. Mostra Lentino Con questa opzione. Ad esempio. Mentre spostate il selettore bilanciamento bianco su diversi pixel. Specificare un’area neutra nella foto 1 Nel pannello Base del modulo Sviluppo.UTILIZZO DI PHOTOSHOP LIGHTROOM 2 103 Sviluppo delle foto Potete scegliere un predefinito di bilanciamento del bianco oppure fare clic su un’area della foto che desiderate specificare come colore neutro. Nota: se le impostazioni del bilanciamento del bianco della fotocamera non sono disponibili. le foto risultano bilanciate in termini di colore. 4 Quando trovate un’area appropriata.

anziché sulla scala Kelvin. Per un video su come apportare correzioni tonali e cromatiche nel modulo Sviluppo. Spostate il cursore verso sinistra (valori negativi) per aggiungere verde alla foto. influendo principalmente sui mezzitoni. le aree semiscure dell’immagine diventano più scure. come JPEG o TIFF. a volte creando l’impressione di un contrasto maggiore. L’effetto maggiore viene applicato alle ombre. rimuovetela regolando il cursore Tinta per Ombre. Per aumentare i valori del cursore potete selezionare il valore e usare i tasti freccia Su e Giù. Regolate il cursore per migliorare l’aspetto della foto e impostare i bianchi sul livello corretto. I valori di esposizione sono in incrementi corrispondenti ai numeri di apertura. Una regolazione di +1. lavorate invece in una scala compresa tra -100 e 100. spostatelo verso destra (valori positivi) per aggiungere magenta. agendo principalmente sui mezzitoni. Quando impostate i punti bianchi e neri. Regolare la gamma tonale dell’immagine Potete regolare la gamma tonale generale dell’immagine usando i comandi relativi ai toni nel pannello Base. mantenendo comunque i neri. esaltando i valori più alti. Se viene visualizzata una dominante cromatica verde o magenta nelle aree di ombra dopo la regolazione della temperatura e della tinta.adobe.00 corrisponde alla riduzione dell’apertura di un valore di stop. Tenete presente che un’applicazione eccessiva di questa impostazione potrebbe introdurre del disturbo nell’immagine Neri Specifica quali valori dell’immagine mappare sul nero. tenete sotto controllo le estremità dell’istogramma oppure usate le anteprime di ritaglio di ombre e luci. si ottiene invece un effetto opposto. 2 Regolate i comandi del tono: Esposizione Imposta la luminosità complessiva dell’immagine. Se riducete il contrasto. è quindi consigliabile regolare di nuovo i cursori Esposizione. con minori cambiamenti nei mezzitoni e nelle luci. Allo stesso modo. fate clic su Automatico per impostare la gamma tonale generale. Spostando il cursore a destra potete aumentare le aree da trasformare in nero. Recupero o Neri dopo aver regolato il controllo Luminosità. Luce di schiarita Illumina le ombre per rivelare più particolari. Recupero Riduce i toni delle luci eccessive e tenta di recuperare i particolari che sono andati persi nelle aree di luce a causa della sovraesposizione della fotocamera. Contrasto Aumenta o diminuisce il contrasto dell’immagine. nel pannello Calibrazione fotocamera. TIFF e PSD.com/go/lrvid2207_lrm_it.00 è simile all’aumento dell’apertura pari a un valore di stop. Regolate innanzitutto la gamma tonale generale. 1 (Facoltativo) Nell’area Tono del pannello Base. le impostazioni di temperatura sono incluse nel file stesso e la scala di temperatura è pertanto più limitata. Con Lightroom è possibile recuperare i particolari nei file di immagini raw se si verifica il ritaglio in uno o due canali. . Regolazioni di grande entità del valore Luminosità possono influire su luci e ombre con ritaglio. una regolazione di –1. Usate Recupero per ridurre i valori delle luci. Luminosità Regola la luminosità dell’immagine. mentre le aree semichiare diventano più chiare. In seguito. Recupero e Neri. Se aumentate il contrasto. Per i file non raw. impostate la luminosità dell’immagine. I cursori vengono impostati in modo da ampliare al massimo la gamma tonale e ridurre al minimo il ritaglio nelle aree di ombre e luci. visitate www. fate doppio clic sull’indicatore del cursore.UTILIZZO DI PHOTOSHOP LIGHTROOM 2 104 Sviluppo delle foto Quando usate i file JPEG. Per ripristinare il valore zero. Tinta Regola il bilanciamento del bianco per compensare eventuali tinte verdi o magenta nelle foto. impostando le opzioni Esposizione.

L’area interessata viene illuminata e il comando tonale corrispondente viene visualizzato nella parte inferiore sinistra del pannello. Evidenziare le aree con ritaglio Nella parte superiore del pannello Istogramma nel modulo Sviluppo si trovano gli indicatori di ritaglio . Le aree con ritaglio diventano quindi completamente bianche o nere. potete visualizzare l’anteprima del ritaglio tonale. Quando si verifica il ritaglio in tutti i canali. 2 Trascinate il puntatore verso sinistra o destra per regolare il valore del cursore corrispondente nel pannello Base. specifiche aree del pannello Istogramma (per i neri. Un indicatore colorato indica invece che il ritaglio si è verificato in uno o due canali. fate clic sull’indicatore. Le aree nere con ritaglio nella foto sono evidenziate in blu. portate il mouse sull’indicatore del ritaglio. Per mantenere l’anteprima attiva. • Per visualizzare nella foto l’anteprima del ritaglio. 1 Portate il puntatore nell’area dell’istogramma che desiderate regolare. l’esposizione e il recupero delle luci) sono correlate ai corrispondenti cursori del tono nel pannello Base. con conseguente perdita di particolari visibili. Per “ritaglio” si intende la sostituzione dei valori dei pixel con il valore di luce più elevato o il valore di ombra più basso. Le regolazioni vengono rispecchiate nei cursori del pannello Base. l’indicatore corrispondente diventa bianco. il cursore Esposizione nel pannello Base si aggiorna di conseguenza. Potete effettuare le regolazioni mediante trascinamento nell’istogramma stesso. la luce di schiarita.UTILIZZO DI PHOTOSHOP LIGHTROOM 2 105 Sviluppo delle foto Consultare anche “Vedere l’anteprima di luci e ombre con ritaglio” a pagina 105 Regolare la gamma tonale mediante l’istogramma Nel modulo Sviluppo. potete visualizzare l’anteprima delle aree con ritaglio. • Spostate il cursore Neri e osservate l’indicatore del ritaglio nero. Mentre regolate i cursori Tono nel pannello Base. L’indicatore del ritaglio nero (ombra) si trova a sinistra. Visualizzare le aree con ritaglio delle immagini per ogni canale ❖ Tenete premuto Alt (Windows) o Opzione (Mac OS) mentre spostate il cursore Esposizione. Spostate i cursori Esposizione o Recupero e osservate l’indicatore del ritaglio bianco. Quando si trascina nell’area Esposizione dell’istogramma. Vedere l’anteprima di luci e ombre con ritaglio Mentre modificate una foto. quello del ritaglio bianco (luce) si trova a destra. mentre le aree bianche con ritaglio sono evidenziate in rosso. . Recupero o Neri nel pannello Base del modulo Sviluppo.

progressivamente. Impostare la saturazione generale del colore ❖ Nell’area Presenza del pannello Base.UTILIZZO DI PHOTOSHOP LIGHTROOM 2 106 Sviluppo delle foto Per i cursori Esposizione e Recupero. l’immagine diventa bianca e le aree con ritaglio sono evidenziate in nero. blu) o in due canali di colore (cyan. Una riga retta a 45 gradi indica che non sono state apportate modifiche alla gamma tonale: i valori di input originali corrispondono esattamente a quelli di output. Chiarezza Aggiunge profondità a un’immagine aumentando il contrasto locale. Vividezza Regola la saturazione in modo da ridurre il ritaglio quando i colori si avvicinano alla saturazione massima. questo diventa di tono più chiaro. valori più chiari verso destra. La curva iniziale riflette le regolazioni predefinite applicate da Lightroom alla foto in fase di importazione. La vividezza evita anche che i toni dell’incarnato risultino eccessivamente saturati. Quando visualizzate una foto non ancora regolata. con il nero in basso e. da -100 (monocromia) a +100 (saturazione doppia). è possibile che la curva di viraggio non sia dritta. modificando quella di tutti i colori poco saturi e influendo in misura inferiore sui colori più saturi. quindi riducetela gradualmente. Vividezza e Saturazione. valori più chiari fino al bianco in alto. Curva di viraggio di Lightroom Quando si sposta verso l’alto un punto della curva. L’asse verticale indica i valori tonali modificati della foto (valori di output). con il nero sul lato sinistro e. magenta. giallo). L’asse orizzontale indica i valori tonali originali della foto (valori di input). Per il cursore Neri. l’immagine diventa nera e le aree con ritaglio sono evidenziate in bianco. . Le aree a colori indicano che si è verificato il ritaglio in uno dei canali di colore (rosso. potete modificare la saturazione (vividezza o purezza del colore) di tutti i colori regolando i comandi Chiarezza. aumentate l’impostazione fino a ottenere un alone nei particolari dei bordi dell’immagine. Quando si usa questa impostazione. verde. Per applicare l’effetto con entità massima. utilizzate invece i comandi del pannello HSL/Colore/Scala di grigio. progressivamente. Per regolare la saturazione di una gamma specifica di colori. diventa più scuro. Saturazione Regola in ugual misura la saturazione di tutti i colori dell’immagine. Panoramica di Curva di viraggio Il grafico della curva di viraggio nel modulo Sviluppo di Lightroom rappresenta le modifiche apportate alla gamma tonale di un’immagine fotografica. se lo si sposta verso il basso. è bene impostare lo zoom su almeno 100%. Mediante la curva di viraggio potete rifinire le regolazioni eseguite su una foto nel pannello Base.

Trascinate il puntatore oppure premete i tasti Freccia su o giù per schiarire o scurire il valori di tutti i toni simili nella foto. Potete espandere o ridurre le regioni della curva coinvolte dai cursori (come indicato di seguito). indicando un maggiore contrasto nella gamma tonale. potete aggiungere contrasto spostando i toni scuri verso la parte inferiore del grafico per renderli più scuri oppure potete spostare i toni chiari verso l’alto per schiarirli ulteriormente. Ad esempio. .UTILIZZO DI PHOTOSHOP LIGHTROOM 2 107 Sviluppo delle foto Con la curva di viraggio potete regolare i valori di specifiche gamme tonali dell’immagine. I valori tonali originali e nuovi sono riportati nella parte superiore sinistra della curva di viraggio. L’opzione Curva per punti è vuota per le foto importate con metadati e precedentemente modificate mediante la curva di viraggio di Adobe Camera Raw. L’impostazione predefinita per Curva per punti è Contrasto medio. Ad esempio. portate il puntatore del mouse sull’area che desiderate regolare nella foto. Eventuali modifiche personalizzate vengono indicate dalla curva stessa. L’inclinazione della curva di viraggio aumenta. • Scegliete un’opzione dal menu Curva per punti. • Fate clic su un punto della curva e trascinatelo verso l’alto o verso il basso. ma i cursori della regione restano invariati. Regolare la curva di viraggio • Nel pannello Curva di viraggio del modulo Sviluppo. potete regolarlo usando il cursore Saturazione per il rosso. Modificare l’indicatore di divisione tra colori chiari e colori scuri Regolare i colori dell’immagine con i cursori HSL I pannelli HSL e Colore nel modulo Sviluppo consentono di regolare le gamme di colore singole nella foto. l’area della curva interessata viene evidenziata e il cursore correlato viene spostato di conseguenza. quindi fate clic. Durante il trascinamento. Durante il trascinamento del punto. se un oggetto rosso risulta troppo vivido e appariscente. • Fate clic sullo strumento di regolazione mirata in alto a sinistra nel pannello Curva di viraggio. I cursori Luci e Ombre influiscono invece principalmente sulle estremità della gamma tonale. l’area della curva coinvolta dal cursore viene evidenziata. I due cursori Regione centrali (Colori scuri e Colori chiari) agiscono sulla più ampia regione centrale della curva. Modificare le aree della curva interessate dai cursori di regione ❖ Trascinate gli indicatori di divisione che si trovano lungo il bordo inferiore del grafico della curva di viraggio. Le aree della curva coinvolte dai cursori dipendono dall’impostazione degli indicatori di divisione che si trovano nella parte inferiore del grafico. trascinate i cursori Regione. Regolare la gamma tonale mediante il pannello Curva di viraggio Potete regolare la curva di viraggio agendo direttamente sulla curva oppure usando i cursori Regione nel pannello Curva di viraggio. Tenete presente che tutti i rossi simili nella foto verranno modificati. La curva viene aggiornata di conseguenza. se desiderate ottenere una maggiore differenziazione nei mezzitoni.

fate clic su un campione di colore per visualizzare la gamma dei colori che desiderate regolare. • Fate clic sullo strumento di regolazione mirata in alto a sinistra nel pannello. tuttavia. fate clic sul nome nell’intestazione del pannello HSL/Colore/Scala di grigio. selezionate Tonalità. quindi fate clic.2 vengono automaticamente installati due tipi di profili basati sulle specifiche DNG 1. Per aprire un pannello. Ad esempio. Eseguire le regolazioni nel pannello HSL ❖ Nel pannello HSL. nei due pannelli i cursori sono organizzati in modo diverso. utilizzate i profili Camera Matching. potete cambiare il colore di un cielo blu e di tutti gli altri oggetti blu da cyan a viola. 1 Selezionate una foto e impostate le opzioni nel pannello Calibrazione fotocamera. L’utilizzo dei profili di fotocamera Adobe Standard consente di migliorare notevolmente la resa cromatica. I nomi dei profili Camera Matching contengono il prefisso Camera. potete cambiare il colore di un cielo blu da grigio a blu molto saturo. I nomi dei profili Adobe Standard contengono il prefisso Adobe Standard. Per eseguire le regolazioni. anche detta “target”. Regolare la calibrazione del colore della fotocamera Per l’elaborazione delle immagini raw. Tali profili di fotocamera sono gli stessi sviluppati per Adobe Camera Raw. Se preferite la resa cromatica offerta dal software del produttore della vostra fotocamera. . Eseguire le regolazioni nel pannello Colore 1 Nel pannello Colore. I cursori contenuti in questi pannelli influiscono su gamme cromatiche specifiche: Tonalità Cambia il colore.2: Adobe Standard e Camera Matching. I profili vengono prodotti fotografando un’immagine campione a colori. Tenete presente che non si tratta dei profili colore ICC.UTILIZZO DI PHOTOSHOP LIGHTROOM 2 108 Sviluppo delle foto Le regolazioni eseguite nei pannelli HSL e Colore producono risultati simili. 2 Trascinate i cursori o inserite i valori desiderati nelle caselle di testo a destra dei cursori. rispetto ai precedenti profili Adobe per fotocamere. i profili della fotocamera vengono usati in Lightroom per estrapolare le informazioni sui colori. Luminanza Cambia la luminosità dell’intervallo di colori. Saturazione. • Trascinate i cursori o inserite i valori desiderati nelle caselle di testo a destra dei cursori. Con Lightroom 2. in diverse condizioni di luce con bilanciamento del bianco. I profili Camera Matching tentano di replicare l’aspetto dei colori del produttore della fotocamera con specifiche impostazioni. portate il puntatore sull’area che desiderate regolare nella foto. Profilo Imposta la versione dei profili della fotocamera da usare per la fotocamera in questione. Luminanza o Tutto per visualizzare i cursori che desiderate usare. Ad esempio. Per regolare l’interpretazione di Lightroom dei colori della fotocamera. potete usare i comandi nel pannello Calibrazione fotocamera e salvare le modifiche come un nuovo predefinito. in Lightroom vengono usati due profili di fotocamera per ogni modello supportato. in particolare nelle tonalità calde come ad esempio nei rossi. trascinate il puntatore oppure premete i tasti Freccia su e Freccia giù. gialli e arancioni. Quando impostate il bilanciamento del bianco. Saturazione Cambia la vivacità o la purezza del colore. Potrebbe risultare utile fotografare un’immagine campione a colori standard con le stesse condizioni di illuminazione che desiderate calibrare.

corrisponde allo spostamento in senso orario. Salvare le impostazioni predefinite per le fotocamere Potete salvare le nuove impostazioni predefinite per le immagini raw per ogni modello di fotocamera. Spostando il cursore Saturazione verso sinistra (valore negativo) la saturazione del colore diminuisce. 2 Salvate le regolazioni come predefinito di sviluppo. Consultate “Creare e applicare predefiniti di sviluppo” a pagina 100. Verde e Blu primario I cursori Tonalità e Saturazione regolano il rosso. lasciate i cursori del pannello Calibrazione fotocamera impostati su 0.2 dal sito Adobe all’indirizzo www. Rosso. con la possibilità di controllare il modo in cui i singoli colori vengono convertiti in tonalità di grigio. Potete applicare il predefinito ad altre foto scattate con la stessa fotocamera in condizioni di illuminazione simili. spostandolo verso destra (valore positivo) la saturazione aumenta. selezionate Scala di grigio nell’area Trattamento del pannello Base o premete il tasto V. scaricate l’aggiornamento Lightroom 2. 1 Aprite le preferenze Predefiniti e scegliete se includere il numero di serie e le impostazioni ISO della fotocamera nelle impostazioni predefinite. 1 Per convertire una foto in scala di grigio. Potete scaricare il modulo gratuito DNG Profile Editor e la relativa documentazione dal sito Adobe all’indirizzo www.com/go/downloads_it.com/go/learn_ps_dng_it. Ombre Corregge eventuali tinte verdi o magenta presenti nelle aree di ombra della foto. Incorporato indica che il file corrente (una foto in formato TIFF. 3 Scegliete Aggiorna a impostazioni correnti. Se spostate il cursore Tonalità verso sinistra (valore negativo). Elaborazione in scala di grigio Convertire una foto in scala di grigio La funzione Miscela scala di grigio nel pannello Scala di grigio consente di convertire le immagini a colori in immagini in scala di grigio monocromatiche. .UTILIZZO DI PHOTOSHOP LIGHTROOM 2 109 Sviluppo delle foto Nota: se i profili Adobe Standard e Camera Matching non sono elencati nel menu a comparsa Profilo.adobe. JPEG o PSD) dispone di un profilo incorporato. Per ripristinare le impostazioni originali. 2 Nel modulo Sviluppo. modificate le impostazioni e scegliete Sviluppo > Imposta impostazioni predefinite.adobe. se lo spostate verso destra (valore positivo). tale operazione risulta simile allo spostamento antiorario nella ruota dei colori. il verde e il blu nella foto. nelle preferenze Predefiniti scegliete Ripristina tutte le impostazioni di sviluppo predefinite. In genere la tonalità va regolata prima della saturazione. Potete anche personalizzare i profili di fotocamera mediante l’utilità indipendente DNG Profile Editor. usate le impostazioni nei pannelli Base e Curva di viraggio. Modificate le opzioni di preferenza per stabilire se il numero di serie della fotocamera e le impostazioni ISO sono incluse nelle impostazioni predefinite. Nota: quando regolate i profili fotocamera con DNG Profile Editor. selezionate un file raw. 2 Per regolare la gamma tonale della foto.

Per applicare la miscela della scala di grigio in modo automatico durante la conversione delle foto in scala di grigio. Per ruotare una foto di meno di 90 gradi. Ritocco e correzione degli errori Ruotare o riflettere le foto nel modulo Sviluppo • Per ruotare una foto in incrementi di 90 gradi. Per un video su come ottenere effetti speciali in Lightroom.com/go/lrvid2208_lrm_it. • Fate clic sullo strumento di regolazione mirata in alto a sinistra nel pannello Scala di grigio.UTILIZZO DI PHOTOSHOP LIGHTROOM 2 110 Sviluppo delle foto 3 Nel pannello HSL/Colore/Scala di grigio. • Fate clic su Regolazione automatica per impostare la miscela della scala di grigio che consenta di ottenere la migliore distribuzione dei toni di grigio. Le ombre e le luci più estreme rimangono rispettivamente nere e bianche. regolate i cursori Tonalità e Saturazione per Luci e Ombre. visitate www. . i valori negativi aumentano invece l’effetto dei cursori Ombre.adobe. a un foto a colori. La foto ruota in senso orario o antiorario attorno al proprio punto centrale. Tonalità imposta il colore del tono. Trascinate lo strumento oppure premete i tasti Freccia su o giù per schiarire o scurire i grigi per tutte le aree con colori simili della foto originale. come ad esempio creare foto in scala di grigio nel pannello Sviluppo. portate il puntatore su un’area della foto che desiderate regolare e fate clic. 1 Selezionate una foto in scala di grigio. Saturazione imposta l’intensità dell’effetto. Regolazione automatica produce spesso risultati eccellenti che possono essere usati come punto di partenza per rifinire i toni di grigio mediante i cursori. ad esempio l’effetto seppia. 3 Impostate il cursore Bilanciamento per bilanciare l’effetto tra i cursori Luci e Ombre.adobe. nelle preferenze Predefiniti selezionate l’opzione Applica la miscela di scala di grigio automatica per la conversione in scala di grigio. Potete aggiungere un colore in tutta la gamma tonale. ma potete comunque eseguire una regolazione tonale in Lightroom usando le regolazioni di tono nel pannello Base o nel pannello Curva di viraggio. oppure creare un effetto di divisione dei toni in cui viene applicato un colore diverso alle ombre e alle luci. come ad esempio creare foto con toni divisi nel pannello Sviluppo. scegliete Foto > Ruota a sinistra o Ruota a destra. visitate www. Potete anche applicare effetti di tono dei colori usando il pannello Divisione toni. consultate “Ritagliare e raddrizzare una foto” a pagina 111. scurite o schiarite i toni di grigio che rappresentano i colori della foto originale. ad esempio un effetto di cross-processing. Questa funzione è inoltre utile per applicare effetti speciali. I valori positivi aumentano l’effetto dei cursori Luci. • Trascinate i singoli cursori dei colori per regolare i toni di grigio per tutti i colori simili della foto originale.com/go/lrvid2208_lrm_it. 2 Nel pannello Divisione toni del modulo Sviluppo. In Lightroom la foto viene gestita ed esportata come immagine RGB. Regolare il tono di una foto in scala di grigio I cursori nel pannello Divisione toni consentono di colorare una foto in scala di grigio. Per un video su come ottenere effetti speciali in Lightroom. Elaborazione di immagini in scala di grigio a canale singolo Le immagini in metodo Scala di grigio di Photoshop non dispongono di dati di colore.

Ritagliare e raddrizzare una foto Il modulo Sviluppo contiene gli strumenti e i comandi per ritagliare e raddrizzare le foto. Per visualizzare la griglia solo durante il ritaglio. fate clic sullo strumento sovrapposizione ritaglio oppure premete Invio (Windows) o A capo (Mac OS). L’icona a forma di lucchetto nel riquadro degli strumenti indica e stabilisce se i controlli di ritaglio sono vincolati. Scegliete Originale per specificare le proporzioni originali della foto. 4 Al termine del ritaglio e del raddrizzamento. Nota: in Lightroom è possibile registrare fino a cinque proporzioni di ritaglio personalizzate. quindi l’immagine viene spostata e ruotata in relazione a tali limiti. potete usare gli strumenti di ritaglio e raddrizzamento più tradizionali e trascinare direttamente sulla foto. trascinatela all’interno della cornice di ritaglio con lo strumento mano. scegliete Visualizza > Sovrapposizione strumenti > Non mostrare mai. Le maniglie degli angoli consentono di regolare sia l’altezza che la larghezza dell’immagine. Mentre ruotate l’immagine. viene visualizzata una griglia con suddivisione in terzi all’interno del contorno. scegliete Visualizza > Sovrapposizione strumenti > Mostra automaticamente. In alternativa. Attorno alla foto viene visualizzato un contorno con maniglie di regolazione. accanto al lucchetto. Scegliete Immetti personale per specificare proporzioni non presenti nell’elenco. Il testo nella foto diventa riflesso specularmente. trascinate sulla foto con il puntatore Ritaglia cornice oppure trascinate la maniglia di ritaglio.UTILIZZO DI PHOTOSHOP LIGHTROOM 2 111 Sviluppo delle foto • Per riflettere una foto in senso orizzontale dalla parte anteriore a quella posteriore in modo speculare. trascinate una maniglia di ritaglio o usate lo strumento ritaglia cornice. Cancellare o annullare una regolazione di ritaglio o raddrizzamento ❖ Fate clic su Ripristina nel riquadro dello strumento sovrapposizione ritaglio. Eseguire il ritaglio in base a specifiche proporzioni 1 Selezionate lo strumento sovrapposizione ritaglio nella striscia degli strumenti. Mentre regolate la sovrapposizione di ritaglio o spostate l’immagine. si impostano per prima cosa i limiti del ritaglio. scegliete Foto > Rifletti in orizzontale. Premete il tasto della lettera O per passare alle diverse sovrapposizioni della griglia nell’area di ritaglio. Ritagliare un’immagine 1 Selezionate lo strumento sovrapposizione ritaglio nella striscia degli strumenti. 3 Per impostare il contorno di ritaglio. che potete usare come riferimento visivo per la composizione dell’immagine finale. tenete premuto Maiusc mentre trascinate la maniglia di ritaglio. Nota: dopo aver trascinato una maniglia di ritaglio. Se ne create più di cinque. 2 Scegliete un valore di proporzioni dal menu a comparsa Aspetto. selezionate lo strumento ritaglia cornice. 3 Per riposizionare la foto. • Per riflettere una foto in verticale dalla parte anteriore a quella posteriore in modo da ottenere un’immagine speculare e ribaltata. 2 Per impostare i limiti del ritaglio. scegliete Foto > Rifletti in verticale. viene visualizzata una griglia più fitta per consentirvi di allineare le linee rette nell’immagine. Per utilizzare i comandi di ritaglio e raddrizzamento di Lightroom. dall’elenco vengono escluse le prime proporzioni di ritaglio create. Per disattivare la griglia. Per vincolare temporaneamente le proporzioni a quelle correnti. . Gli oggetti inizialmente nella parte sinistra si trovano ora a destra e viceversa.

trascinate il cursore Dimensioni per aumentare o ridurre le dimensioni dell’area interessata dallo strumento rimozione macchie. o viceversa. quindi verso l’orientamento desiderato: verso l’alto o il basso per l’orientamento verticale. 2 Fate clic su uno dei seguenti riquadri degli strumenti: Clona Applica l’area campionata della foto all’area selezionata. Il ritaglio passa automaticamente all’orientamento opposto. 4 Portate lo strumento rimozione macchie sulla foto e fate clic sulla parte da ritoccare. il cerchio del campione determina quale area della foto viene usata per la clonazione o la correzione della macchia. 5 Effettuate una delle seguenti operazioni: • Per selezionare un cerchio. Il cerchio selezionato risulta più spesso rispetto all’altro. Le proporzioni scelte possono essere indifferentemente per l’orientamento corrente o desiderato. Correggere macchie e imperfezioni Lo strumento rimozione macchie consente di correggere un’area selezionata della foto con un campione proveniente da un’altra area. quindi • Selezionate lo strumento raddrizza orizzontale o verticale. Durante la rimozione delle macchie. 1 Selezionate lo strumento rimozione macchie nella striscia degli strumenti. 1 Selezionate lo strumento sovrapposizione ritaglio nella striscia degli strumenti. vengono usati due cerchi collegati: il cerchio della macchia indica l’area da modificare. . Vengono visualizzati due cerchi: il cerchio della macchia viene visualizzato nell’area selezionata. trascinate il cerchio del campione. portate il puntatore sul bordo del cerchio della macchia fino a che non diventi una freccia a due punte. • Per specificare l’area campionata. Correggi Fa corrispondere la texture. • Portate il puntatore appena fuori da una maniglia d’angolo di ritaglio fino a visualizzare l’icona Ruota trascinate per ruotare l’immagine. mediante lo strumento sovrapposizione ritaglio. 3 (Facoltativo) Nel riquadro dello strumento rimozione macchie. la luce e l’ombra dell’area campionata all’area selezionata. 2 Scegliete un valore di proporzioni e accertatevi che il lucchetto sia chiuso. verso sinistra o destra per quello orizzontale. 3 Trascinate un angolo del rettangolo di ritaglio verso il centro della foto. . Raddrizzare un’immagine ❖ Selezionate lo strumento sovrapposizione ritaglio nella striscia degli strumenti ed effettuate una delle seguenti operazioni: • Ruotate l’immagine con il cursore Raddrizza. viene visualizzata una griglia che consente di raddrizzare più agevolmente l’immagine. fate clic su di esso. il cerchio del campione determina l’area della foto usata per la clonazione o la correzione. Quindi trascinate per aumentare o ridurre le dimensioni di entrambi i cerchi. Trascinate verso sinistra il cursore Opacità per aggiungere trasparenza all’area selezionata. • Per regolare le dimensioni dei cerchi. quindi trascinate nella foto lungo la linea che desiderate rendere Se tenete premuto Alt (Windows) o Opzione (Mac OS) mentre lo strumento raddrizza è selezionato. .UTILIZZO DI PHOTOSHOP LIGHTROOM 2 112 Sviluppo delle foto Eseguire il ritaglio in base a un diverso orientamento Potete ritagliare una foto verticale in modo da ottenere una foto con orientamento orizzontale.

selezionate l’intero occhio. Gli elementi di disturbo nell’immagine possono apparire in due forme: disturbo di luminanza (scala di grigio). • Per nascondere i cerchi. che produce nell’immagine degli artefatti a colori. Fate clic nuovamente sullo strumento per eseguire ulteriori correzioni. Ridurre il disturbo nell’immagine Per disturbo nell’immagine si intende un artefatto estraneo visibile che riduce la qualità dell’immagine. 3 Fate clic al centro dell’occhio per usare la selezione corrente oppure trascinate dal centro dell’occhio per modificare la dimensione della selezione. Per risultati migliori. Per passare a diverse aree di occhi rossi selezionate. selezionate uno dei cerchi e premete il tasto Backspace o Canc. Correggere gli occhi rossi 1 Per ottenere una visualizzazione migliore.UTILIZZO DI PHOTOSHOP LIGHTROOM 2 113 Sviluppo delle foto • Per modificare l’area da clonare o correggere. fate clic sul pulsante Ripristina nel pannello delle opzioni Rimozione macchie. Facendo clic su Ripristina potete anche rimuovere tutti i cerchi delle macchie creati precedentemente. Le fotografie scattate con velocità ISO elevate o con fotocamere digitali poco sofisticate possono presentare disturbi evidenti. 5 Trascinate il cursore Scurisci verso destra per scurire l’area della pupilla all’interno della selezione e l’area dell’iride all’esterno di essa. ingrandite almeno a 1:1 (100%). Per nascondere temporaneamente i cerchi. premete il tasto H per nascondere o mostrare i cerchi. selezionate il cerchio e premete Backspace o Canc. i cerchi restano nascosti fino che non rilasciate il tasto. Per annullare la modifica degli occhi rossi. . • Per annullare l’operazione. che rende l’immagine granulosa. non solo la pupilla. 4 Trascinate il cursore Pupilla nel riquadro dello strumento correzione occhi rossi verso destra per aumentare la dimensione dell’area corretta. trascinate dentro il cerchio della macchia. Premete il tasto H per nascondere o mostrare il cerchio dell’occhio rosso. disturbo di croma (colore). Fate clic su Ripristina per eliminare la modifica dello strumento correzione occhi rossi e disattivare la selezione. fate clic sulla selezione. tenete premuto il tasto H per qualche secondo. 2 Selezionate lo strumento correzione occhi rossi nella striscia degli strumenti. In alternativa. portate il puntatore del mouse fuori dall’area del contenuto. • Per eliminare una macchia.

Quando in Lightroom una foto viene esportata. Per disattivare la riduzione del disturbo. spostando il cursore Colore di Riduzione disturbo verso destra viene ridotto il disturbo cromatico (in basso a destra).UTILIZZO DI PHOTOSHOP LIGHTROOM 2 114 Sviluppo delle foto A B Spostando il cursore Luminanza di Riduzione disturbo verso destra viene ridotto il disturbo della scala di grigio (in alto a destra). regolate uno o entrambi i seguenti cursori: Luminanza Riduce il disturbo della luminanza. 1 (Facoltativo) Ingrandite la foto almeno al 100%. 2 Trascinate l’anteprima dell’immagine 1:1 nel pannello Dettagli del modulo Sviluppo fino a visualizzare l’area della foto che presenta un aspetto granuloso o artefatti. stampata o rasterizzata per essere poi modificata con un editor esterno. 1 (Facoltativo) Ingrandite la foto almeno fino a 1:1 per visualizzare meglio il disturbo dell’immagine e l’effetto ottenuto agendo sui cursori. La nitidezza fa parte delle impostazioni predefinite della fotocamera applicate automaticamente alle foto da parte di Lightroom. 3 Nell’area Riduzione disturbo del pannello Dettagli. impostate il cursore Fattore della sezione Nitidezza su zero o fate clic sull’icona di attivazione/disattivazione del pannello Dettagli. Colore Riduce il disturbo del colore. Rendere una foto più nitida Nel flusso di lavoro Lightroom potete rendere più nitide le foto in due momenti: mentre visualizzate e lavorate sulle foto e in fase di stampa ed esportazione. 2 Trascinate l’anteprima immagine 1:1 nel pannello Sviluppo per visualizzare l’area della foto in cui si può vedere meglio l’effetto della regolazione della nitidezza. . l’impostazione della nitidezza dell’immagine viene applicata al file sottoposto a rendering.

. lungo il bordo di un oggetto. ma con dimensioni leggermente diverse. impostate il cursore Fattore su zero (0) oppure fate clic sull’icona di attivazione/disattivazione del pannello Dettagli. In genere. I valori inferiori agiscono principalmente sui bordi. Per le foto con particolari più grandi si può invece usare un valore di raggio maggiore. I valori più elevati sono utili per accentuare le texture presenti nell’immagine. Foto originale con margine blu/giallo (a sinistra) e dopo la correzione dell’aberrazione cromatica (in basso a destra) 1 (Facoltativo) Ingrandite un’area accanto a un angolo della foto. Consultare anche “Rendere una foto più nitida per la stampa” a pagina 161 “Specificare la nitidezza dell’output” a pagina 126 Compensare l’aberrazione cromatica dell’obiettivo L’aberrazione cromatica è un difetto comune causato dalla mancata messa a fuoco da parte dell’obiettivo dei diversi colori nello stesso punto. Ad esempio. Individuate i margini colorati. Mascheratura Controlla la mascheratura dei bordi. 2 Trascinate l’anteprima dell’immagine 1:1 nel pannello Dettagli del modulo Sviluppo fino a inquadrare un’area con particolari molto scuri o neri su uno sfondo molto chiaro o bianco. riducendone la sfocatura. Dettagli Regola di quanto vengono resi più nitidi i dati ad alta frequenza nell’immagine e quanto questa elaborazione metta in evidenza i bordi. Il valore zero (0) applica a tutta l’immagine lo stesso fattore di nitidezza. per ottenere immagini più pulite. Aumentate il valore Fattore per aumentare la nitidezza. Questa regolazione individua i pixel che differiscono da quelli adiacenti secondo i valori di soglia specificati. l’immagine di ciascun colore della luce è correttamente a fuoco. regolate una delle seguenti impostazioni: Fattore Regola la definizione dei bordi. Per disattivare la nitidezza. Le foto ricche di particolari minuti possono richiedere un valore di raggio inferiore. Un valore di raggio troppo elevato potrebbe conferire all’immagine un aspetto poco naturale. Otterrete i migliori risultati se l’area contiene particolari molto scuri o neri su uno sfondo molto chiaro o bianco. premete Alt (Windows) o Opzione (Mac OS) mentre trascinate un cursore.UTILIZZO DI PHOTOSHOP LIGHTROOM 2 115 Sviluppo delle foto 3 Nella area Nitidezza del pannello Dettagli. quindi aumenta il contrasto dei pixel della quantità specificata. Per visualizzare le aree interessate (bianco) rispetto alle aree mascherate (nero). Raggio Regola la dimensione dei dettagli a cui viene applicata la nitidezza. Questo produce la smarginatura dei colori complementari in aree lontane dal centro dell’immagine. In un tipo di aberrazione cromatica. l’opzione Fattore va portata a un valore inferiore. può essere visibile un margine rosso sul lato interno del bordo (verso il centro della foto) e un margine cyan sul lato esterno del bordo. Il valore 0 disattiva la nitidezza. Il valore 100 limita l’elaborazione alle sole aree in prossimità dei bordi più netti.

scegliete Bordi con luci per correggere la smarginatura solo lungo i bordi delle aree di luce. Per applicare una vignettatura a una foto ritagliata in modo da ottenere un effetto artistico. Spostate il cursore verso destra (valore maggiore) per limitare la regolazione a un’area più ridotta in prossimità degli angoli. 3 Spostate il cursore Rotondità verso sinistra (valore inferiore) per rendere l’effetto vignettatura più ovale. Nota: le regolazioni di Correzione lente funzionano solo con i bordi non ritagliati dell’immagine originale. Spostate il cursore verso destra (valore maggiore) per rendere l’effetto vignettatura più circolare. Scegliete Disattivato per disattivare l’eliminazione dei margini colorati. in cui è più probabile che si verifichi la smarginatura. premete Alt (Windows) o Opzione (Mac OS) mentre spostate un cursore: in questo modo vengono nascoste le smarginature di colore corrette dall’altro cursore. 1 Nell’area Dopo ritaglio del pannello Vignettature del modulo Sviluppo. Spostate il cursore verso sinistra (valori negativi) per scurire gli angoli della foto. spostate il cursore Fattore verso destra (valori positivi) per schiarire gli angoli della foto ritagliata. Applicare una vignettatura dopo il ritaglio Le regolazioni Correzione lente funzionano solo per i bordi originali delle foto. Blu/Giallo Regola la dimensione del canale blu relativo al canale verde.adobe. Compensare la vignettatura dell’obiettivo La vignettatura è un difetto causato dall’obiettivo che risulta nello scurimento dei bordi. 1 Nell’area Correzione lente del pannello Vignettature del modulo Sviluppo. spostate il cursore Fattore verso destra (valori positivi) per schiarire gli angoli della foto. Compensa la smarginatura di blu/giallo. Se con l’opzione Tutti i bordi vengono visualizzate sottili linee grigie o altri effetti indesiderati. Spostate il cursore verso destra (valore maggiore) per limitare la regolazione a un’area più ridotta in prossimità degli angoli. Compensa la smarginatura di rosso/cyan. Per visualizzare in modo più chiaro la smarginatura di colore da correggere. Elimina margine Scegliete Tutti i bordi per correggere la smarginatura per tutti i bordi. Per un video su come ottenere effetti speciali in Lightroom. come ad esempio applicare vignettature dopo il ritaglio nel pannello Sviluppo. visitate www. dell’immagine. compresi quelli con netti cambiamenti nei valori cromatici. . Spostare il cursore verso destra (valore maggiore) per aumentare l’attenuazione tra la vignettatura e i pixel circostanti. Spostate il cursore verso sinistra (valori negativi) per scurire gli angoli della foto.UTILIZZO DI PHOTOSHOP LIGHTROOM 2 116 Sviluppo delle foto 3 Nell’area Aberrazione cromatica del pannello Dettagli. 2 Spostate il cursore Punto intermedio verso sinistra (valore inferiore) per applicare la regolazione Fattore a un’area più ampia a partire dagli angoli.com/go/lrvid2208_lrm_it. 2 Spostate il cursore Punto intermedio verso sinistra (valore inferiore) per applicare la regolazione Fattore a un’area più ampia a partire dagli angoli. specie gli angoli. 4 Spostate il cursore Sfumatura verso sinistra (valore inferiore) per ridurre l’attenuazione tra la vignettatura e i pixel circostanti. regolate una delle seguenti impostazioni: Rosso/Cyan Regola la dimensione del canale rosso relativo al canale verde. usate le opzioni Dopo ritaglio nel pannello Vignettature.

Chiarezza Aggiunge profondità a un’immagine aumentando il contrasto locale. personalizzandoli. Nel riquadro dello strumento pennello di regolazione.com/go/lrvid2209_lrm_it. fate clic sulla casella Colore sotto ai nomi degli effetti. la modalità Maschera viene impostata su Nuovo. migliorare il blu del cielo in un paesaggio o applicare una tinta per compensare condizioni di illuminazione mista. Contrasto Regola il contrasto dell’immagine. A questo punto. Come per le altre regolazioni applicate nel modulo Sviluppo di Lightroom. potete applicare le regolazioni tonali ad aree specifiche di una foto usando gli strumenti pennello di regolazione e filtro graduato. . Lo strumento pennello di regolazione consente di applicare selettivamente Esposizione. Potete applicare entrambi i tipi di regolazioni locali a qualsiasi foto. influendo principalmente sui mezzitoni. oppure premete il tasto K. rifinendoli e salvandoli come predefiniti per usarli nuovamente con facilità. 2 Per scegliere il tipo di regolazione desiderato nel riquadro dello strumento pennello di regolazione. non potete sincronizzare le regolazioni locali su più foto. Luminosità e altre regolazioni “dipingendole” direttamente sulle foto. Ad esempio. Per eseguire queste attività in Lightroom. Selezionate uno strumento e specificatene le impostazioni. Un valore negativo sfoca i particolari. le regolazioni locali non sono distruttive e non vengono applicate in modo definitivo alla foto. Per un video su come applicare regolazioni locali nel modulo Sviluppo. Nota: per selezionare un effetto potete anche fare clic sui relativi nomi sotto al cursore Fattore. Luminosità Regola la luminosità dell’immagine. Per selezionare la tonalità. L’area può essere della dimensione desiderata. esaltando i valori più alti. Tuttavia. influendo principalmente sui mezzitoni. è preferibile non applicare regolazioni globali all’intera foto. potete schiarire un volto per farlo risaltare meglio in un ritratto. Attenua incarnato Applica una combinazione di regolazioni Chiarezza e Nitidezza per attenuare i toni dell’incarnato o per migliorarne l’aspetto. quindi applicate la regolazione alla foto. Nitidezza Migliora la definizione dei bordi per evidenziare i particolari presenti nella foto. scegliete un’opzione dal menu a comparsa Effetto: Esposizione Imposta la luminosità complessiva dell’immagine. Chiarezza. Saturazione Cambia la vivacità o la purezza del colore. visitate www. Lo strumento filtro graduato permette di applicare le regolazioni Esposizione. È possibile apportarle localmente a un’area specifica della foto. Colore Applica una tinta all’area selezionata. può essere necessario fare alcune prove. In alcuni casi. tuttavia.adobe. potete tornare indietro e modificare la regolazione oppure applicarne una nuova. così come si “schermano” o “bruciano” alcune aree delle foto nella fotografia tradizionale. Luminosità e altre regolazioni tonali in modo graduale su un’area della foto. Chiarezza. Applicare regolazioni locali con lo strumento pennello di regolazione 1 Fate clic sullo strumento pennello regolazione nella striscia degli strumenti del modulo Sviluppo per selezionarlo. Per ottenere esattamente le regolazioni desiderate in Lightroom.UTILIZZO DI PHOTOSHOP LIGHTROOM 2 117 Sviluppo delle foto Applicare regolazioni locali I comandi nei pannelli di regolazione del modulo Sviluppo consentono di modificare il colore e il tono dell’intera foto.

portate il puntatore su una puntina di regolazione. fate clic su Nuovo. in pixel. La distanza tra il cerchio interno e quello esterno rappresenta il fattore di sfumatura. Oppure. Sfumatura Crea una transizione con bordi sfumati tra l’area a cui viene applicato il pennello di regolazione e i pixel circostanti. • Per personalizzare la regolazione. 5 Specificate le opzioni per Pennello regolazione A. Nel riquadro dello strumento pennello di regolazione. 8 Per visualizzare una maschera della regolazione. effettuate le seguenti operazioni: • Portate il puntatore sulla puntina di regolazione e trascinate la freccia a due punte verso destra per aumentare l’effetto. . Se il fattore di sfumatura è maggiore di zero. la modalità Maschera cambia in Modifica e i cursori Effetto diventano disponibili per la rifinitura della regolazione. Il cerchio indica la dimensione del pennello. Densità Specifica il grado di trasparenza del tratto. fate clic su Ripristina nella parte inferiore del riquadro dello strumento pennello di regolazione. verso sinistra per ridurlo. trascinate i cursori Effetto avanzati nel riquadro dello strumento. portate il puntatore sulla puntina di regolazione e premete il tasto Canc. 6 Spostate lo strumento pennello di regolazione sulla foto nell’area di visualizzazione dell’immagine. fate clic sull’icona Più (+) accanto al nome dell’effetto per aumentarne l’intensità. 7 Trascinamento per applicare un tratto dello strumento pennello di regolazione all’area da correggere. 4 (Facoltativo) Fate clic sul pulsante Mostra i cursori degli effetti per trascinare i cursori per ogni effetto e per applicare più di un tipo di regolazione alla volta. • Per nascondere o mostrare la maschera in sovrapposizione. trascinatelo verso sinistra per ridurre l’intensità. • Per rimuovere completamente la regolazione. fate clic su Cancella nel riquadro dello strumento pennello di regolazione e passate di nuovo il puntatore sulla regolazione. • Per annullare i passaggi della regolazione. • Premete il tasto H per nascondere o mostrare la puntina di regolazione. • Per annullare una parte della regolazione. In alternativa.UTILIZZO DI PHOTOSHOP LIGHTROOM 2 118 Sviluppo delle foto 3 Trascinate il cursore Fattore verso destra per aumentare l’intensità dell’effetto selezionato. 10 (Facoltativo) Per applicare una nuova regolazione con lo strumento pennello di regolazione. premete il tasto O. Quando colorate in modalità Cancella. Flusso Controlla l’entità di applicazione della regolazione. viene visualizzata una puntina di regolazione nel punto di applicazione iniziale della regolazione. Quando rilasciate il mouse. il cursore del pennello viene visualizzato sotto forma di due cerchi concentrici. selezionato per impostazione predefinita: Dimensioni Specifica il diametro della punta del pennello. fate clic sull’icona Meno (-) per ridurne l’intensità. L’icona Più (+) al centro del cerchio indica il punto di applicazione. lo strumento pennello di regolazione viene visualizzato sulla foto con l’icona Meno (-) al centro. Maschera automatica Limita i tratti del pennello ad aree di colori simili. selezionate lo strumento filtro graduato e applicate un effetto sfumatura. • Per rimuovere tutte le regolazioni del pennello e impostare la modalità Maschera su Nuovo. 9 (Facoltativo) Per migliorare la regolazione. premete Ctrl+Z (Windows) o Comando+Z (Mac OS). quindi rifinitela come descritto al punto 8.

• Portate il puntatore sulla linea bianca centrale fino a ottenere una freccia a due punte curva per ruotare la direzione dell’effetto.UTILIZZO DI PHOTOSHOP LIGHTROOM 2 119 Sviluppo delle foto Applicare regolazioni locali con lo strumento filtro graduato 1 Fate clic sullo strumento filtro graduato nella striscia degli strumenti del modulo Sviluppo per selezionarlo. 3 Trascinate il cursore Fattore per aumentare o ridurre l’intensità dell’effetto selezionato. quindi trascinate • Afferrate la linea bianca esterna e trascinatela verso il bordo della foto per espandere la gamma dell’effetto sfumatura a tale estremità dello spettro. influendo principalmente sui mezzitoni. • Per rimuovere tutte le regolazioni del filtro e impostare la modalità Maschera su Nuovo. premete Ctrl+Z (Windows) o Comando+Z (Mac OS). Luminosità Regola la luminosità dell’immagine. . Contrasto Regola il contrasto dell’immagine. . oppure premete il tasto M. scegliete un’opzione dal menu a comparsa Effetto: Esposizione Imposta la luminosità complessiva dell’immagine. premete il tasto H. Le tre guide bianche Quando rilasciate il mouse. effettuate le seguenti operazioni: • Trascinate la puntina del filtro graduato per spostare il punto centrale dell’effetto. • Per annullare i passaggi della regolazione. trascinatela verso il centro della foto per ridurre la gamma dell’effetto sfumatura a tale estremità dello spettro. Saturazione Cambia la vivacità o la purezza del colore. bassa e alta dell’effetto del filtro. influendo principalmente sui mezzitoni. fate clic su Ripristina nella parte inferiore del riquadro dello strumento filtro graduato. . 6 (Facoltativo) Per migliorare la regolazione. 2 Per scegliere il tipo di regolazione desiderato nel riquadro dello strumento filtro graduato. Colore Applica una tinta all’area selezionata. portate il puntatore sulla puntina del filtro graduato e premete il tasto Canc. Per selezionare la tonalità. fate clic sulla casella Colore sotto ai nomi degli effetti. Nota: per selezionare un effetto potete anche fare clic sui relativi nomi sotto al cursore Fattore. • Per rimuovere il filtro. Un valore negativo sfoca i particolari. Mentre trascinate. • Per personalizzare il filtro. • Per nascondere o mostrare la puntina del filtro graduato e le guide dell’effetto nell’area di visualizzazione dell’immagine. trascinate i cursori Effetto avanzati nel riquadro dello strumento. la modalità Maschera viene impostata su Nuovo. esaltando i valori più alti. al centro dell’effetto viene visualizzata una puntina del filtro graduato rappresentano le gamme centrale. Nitidezza Migliora la definizione dei bordi per evidenziare i particolari presenti nella foto. 4 (Facoltativo) Fate clic sul pulsante Mostra i cursori degli effetti per trascinare i cursori per ogni effetto e per applicare più di un tipo di regolazione alla volta. 5 Trascinate nella foto per applicare un filtro graduato a un’area della foto. Nel riquadro dello strumento filtro graduato. Chiarezza Aggiunge profondità a un’immagine aumentando il contrasto locale. In alternativa. la modalità Maschera nel riquadro dello strumento filtro graduato diventa Modifica e i cursori Effetto sono disponibili per rifinire la regolazione.

Nota: nei predefiniti dello strumento pennello di regolazione non sono incluse le opzioni del pennello quali Dimensioni. per mostrare tutte le puntine. Una puntina selezionata presenta il centro nero. fate clic sulla sua lettera. premete nuovamente il tasto H. Il predefinito viene visualizzato nel menu a comparsa Effetto. per nascondere tutte le puntine. . fate clic sul pulsante Copia. oppure scegliete Impostazioni > Copia impostazioni. Creare predefiniti di effetto per regolazioni locali 1 Con lo strumento filtro graduato o pennello di regolazione. • Nel riquadro dello strumento pennello di regolazione è possibile specificare le opzioni per due pennelli. Selezionate le impostazioni desiderate e fate clic su Copia. digitate un nome nella casella Nome predefinito e fate clic su Crea. Per selezionare un pennello. a sinistra della barra degli strumenti. fate clic su di essa. viene tenuta traccia delle impostazioni usate. fate clic su Nuovo. selezionate lo strumento pennello di regolazione e applicate un effetto di tale strumento. 1 Per copiare le impostazioni di sviluppo della foto corrente. effettuate una delle seguenti operazioni: • Nel modulo Sviluppo. Sfumatura e Flusso. • Nel modulo Libreria. Selezionate le impostazioni desiderate e fate clic su Copia. 3 Nella finestra di dialogo Nuovo predefinito. scegliete Modifica > Copia. fino a che non le modificate. Quando lo strumento filtro graduato è selezionato. sono disponibili per la modifica solo le puntine di regolazione. Applicare regolazioni locali multiple Quando applicate e usate più regolazioni locali. premete il tasto H una volta. 2 Nel menu Effetto.UTILIZZO DI PHOTOSHOP LIGHTROOM 2 120 Sviluppo delle foto 7 (Facoltativo) Per applicare una nuova regolazione con lo strumento filtro graduato. quindi rifinitela come descritto al punto 5. premete H una terza volta. Le opzioni del pennello rimangono attive a prescindere dall’effetto da applicare. applicate un effetto e personalizzatelo mediante i cursori Effetto nella modalità Modifica. • Quando lo strumento pennello di regolazione è selezionato. In alternativa. A e B. sono disponibili per la modifica solo le puntine del filtro. per passare da un pennello all’altro. scegliete Foto > Impostazioni di sviluppo > Copia impostazioni. Le puntine non selezionate sono bianche. • Per mostrare la puntina selezionata. premete il tasto barra (/). Applicare le regolazioni Sviluppo ad altre foto Mentre applicate le regolazioni a una foto nel modulo Sviluppo o nel pannello Sviluppo rapido del modulo Libreria. Copiare e incollare le impostazioni di sviluppo della foto corrente Potete specificare le singole impostazioni da copiare dalla foto corrente prima di incollarle su un’altra foto nell’area Provino. Potete quindi copiare tali impostazioni e applicarle ad altre versioni della foto e ad altre foto selezionate nell’area Provino. tenete presente quanto segue: • Per selezionare una puntina. scegliete Salva impostazioni correnti come nuovo predefinito.

Nel modulo Sviluppo. quindi effettuate una delle seguenti operazioni: • Nel modulo Sviluppo. sviluppo > Sincronizza impostazioni Selezionate le impostazioni da copiare e fate clic su Sincronizza. fate clic sul pulsante Sincronizza. oppure. scegliete Foto > Impostazioni di sviluppo > Incolla impostazioni da precedente. 2 Scegliete l’impostazione Sviluppo nella barra degli strumenti. fate clic sul cerchio nella barra degli strumenti. fate clic sul pulsante Precedente nella parte destra della barra degli strumenti. scegliete Modifica > Incolla oppure scegliete Impostazioni > Incolla impostazioni. Selezionate le impostazioni da copiare e fate clic su Sincronizza. l’icona Pittore è visibile nella barra degli strumenti. Nel modulo Sviluppo. • Nel modulo Libreria. Fate clic tenendo premuto il tasto Maiusc per selezionare altre foto nell’area Provino da sincronizzare con quelle correnti. fate clic sul pulsante Sincronizza impostazioni. Nota: quando è selezionata una sola foto nell’area Provino. oppure. il comando Sincronizza impostazioni non è disponibile. quindi scegliete le impostazioni dal menu Pittura nella barra degli strumenti. 2 Selezionate la foto nell’area Provino su cui desiderate applicare le impostazioni ed effettuate una delle seguenti operazioni: • Nel modulo Sviluppo. 3 Per disattivare lo strumento pittore. scegliete Impostazioni > Copia impostazioni da precedente. il comando Modifica > Copia consente di copiare il testo selezionato in un pannello o le impostazioni di sviluppo di una foto selezionata. Quando è disattivato. quindi fate clic o trascinate sulla foto per applicare l’impostazione. oppure. Applicare le impostazioni di sviluppo con lo strumento pittore 1 Nella vista Griglia del modulo Libreria. scegliete Foto > Impostazioni di sviluppo > Incolla impostazioni. il pulsante Sincronizza impostazioni non è attivo. nel modulo Libreria. Nota: se lo strumento pittore non è visualizzato nella barra degli strumenti. scegliete Impostazioni > Sincronizza impostazioni. scegliete Foto > Impostazioni di Applicare le impostazioni delle foto selezionate precedentemente Potete copiare tutte le impostazioni dell’ultima foto selezionata nell’area Provino (anche se non avete apportato alcuna regolazione) e applicarle alla foto selezionata correntemente. Nota: il comando Incolla nel modulo Libreria consente di incollare il testo e i metadati copiati. . scegliete Pittore dal menu della barra. Effettuate una delle seguenti operazioni: • Nel modulo Sviluppo.UTILIZZO DI PHOTOSHOP LIGHTROOM 2 121 Sviluppo delle foto Nota: il comando Modifica > Copia nel modulo Libreria (solo Mac OS) consente di copiare testo e metadati. fate clic sul pulsante Incolla. Le impostazioni selezionate o deselezionate in precedenza nella finestra di dialogo Copia impostazioni vengono impostate in modo predefinito nella finestra di dialogo Sincronizza impostazioni. • Nel modulo Libreria. • Nel modulo Libreria. selezionate lo strumento pittore nella barra degli strumenti. il pulsante Sincronizza diventa il pulsante Precedente. Sincronizzare le impostazioni con più foto Sia nel modulo Sviluppo che nel modulo Libreria potete copiare e incollare le impostazioni di sviluppo della foto corrente (indicata nell’area Provino da un bordo bianco più spesso attorno alla foto) a tutte le altre foto selezionate nell’area Provino.

In questo modo viene rimosso l’intero elenco di stati. Ogni istantanea creata viene elencata in ordine alfabetico nel pannello Istantanee. • Per applicare uno stato nuovamente alla foto o per salvarlo come istantanea. • Per rinominare uno stato. digitate il nuovo nome. quindi premete Invio o A capo. . selezionate un’istantanea e fate clic sul pulsante Elimina istantanea selezionata (-). la regolazione viene salvata come uno stato e questo viene elencato insieme agli altri stati in ordine cronologico nel pannello Storia. Nota: non premete il tasto Canc sulla tastiera. selezionatelo nel pannello Storia. selezionate uno stato precedente o quello corrente della foto nel pannello Storia. Eliminare un’istantanea ❖ Nel pannello Istantanee del modulo Sviluppo. il risultato è visualizzato nel pannello Navigatore. Per ottenere un’anteprima di ogni istantanea in Navigatore. Quindi eliminate tutti gli stati dal pannello facendo clic sul pulsante Cancella tutto. Aggiungere un’istantanea 1 Nel modulo Sviluppo. passate il puntatore del mouse sull’elenco nel pannello Storia. senza però che vengano alterate le impostazioni correntemente applicate all’immagine.UTILIZZO DI PHOTOSHOP LIGHTROOM 2 122 Sviluppo delle foto Nota: quando nell’area Provino sono selezionate più foto. ma non modificare l’ordine in cui sono elencati. • Per rimuovere tutti gli stati dall’elenco. Potete cambiare i nomi degli stati. nonché i predefiniti applicati in fase di importazione. passate il puntatore sull’elenco delle istantanee. • Per copiare una singola regolazione. Tenere traccia delle regolazioni nel pannello Storia Nel pannello Storia vengono memorizzate memorizza la data e l’ora di importazione della foto in Lightroom. nell’intestazione del pannello. potete denominare e salvare ogni stato della foto come istantanea. Dopodiché. Nell’istantanea vengono memorizzate tutte le impostazioni per lo stato della storia selezionato. fate clic sul pulsante Cancella tutto (l’icona X) nell’intestazione del pannello Storia. 2 Fate clic sul pulsante Crea istantanea (+) nell’intestazione del pannello Istantanee (oppure scegliete Sviluppo > Nuova istantanea). Se l’elenco degli stati nel pannello Storia è troppo lungo. ogni volta che eseguite una regolazione sulla foto. create le istantanee per gli stati da conservare. Gestire la storia e le istantanee dell’immagine Creare istantanee Durante il processo di modifica. premendo il tasto Canc verrebbe infatti eliminata la foto correntemente selezionata. • Per visualizzare un’anteprima di ogni stato della foto. 3 Digitate un nuovo nome e premete Invio. fate clic con il pulsante destro del mouse (Windows) o tenendo premuto il tasto Ctrl (Mac OS) su uno stato e scegliete Copia impostazioni passaggio storia su Prima. fate doppio clic su di esso per selezionarne il nome. il pulsante Precedente nel modulo Sviluppo diventa il pulsante Sincronizza.

UTILIZZO DI PHOTOSHOP LIGHTROOM 2 123 Sviluppo delle foto Consultare anche “Creare istantanee” a pagina 122 “Annullare le regolazioni apportate alle immagini” a pagina 101 “Copiare le impostazioni nella versione Prima o Dopo di una foto” a pagina 102 .

124

Capitolo 7: Esportazione delle foto
Potete esportare le foto di Adobe® Photoshop® Lightroom® in formato PSD, TIFF o DNG per diversi usi.

Consultare anche
“Esportazione delle foto: flusso di lavoro di base” a pagina 12

Esportazione delle foto su disco
Consultare anche
“Creare un catalogo da foto esistenti” a pagina 50

Esportare file su disco o CD
1 Selezionate le foto che desiderate esportare, quindi scegliete File > Esporta.

Per impostazione predefinita, le foto vengono esportate su disco, come indicato nella parte superiore della finestra di dialogo Esporta.
2 Per esportare le foto su un disco ottico, fate clic sul menu a comparsa nella parte superiore della finestra di dialogo

Esporta, quindi scegliete File su CD/DVD. Quando fate clic su Esporta, ha inizio la procedura di masterizzazione dei file su CD o DVD scrivibile. Nota: l’opzione di esportazione dei file su CD/DVD non è disponibile nella versione di Lightroom per Windows a 64 bit. Per un video sull’esportazione di foto da Lightroom, visitate www.adobe.com/go/lrvid2210_lrm_it.

Scegliere una cartella di destinazione per l’esportazione
1 Nella finestra di dialogo Esporta, effettuate una delle seguenti operazioni:

• Scegliete Esporta in > Stessa cartella della foto originale. • Scegliete Esporta in > Cartella specifica. Quindi fate clic sul pulsante Scegli accanto alla riga del percorso della
cartella e specificate una cartella di destinazione per i file esportati. Fate clic sul triangolo accanto al pulsante Scegli e selezionate una cartella recente dal menu a comparsa.

• (Solo per i file su CD/DVD) Scegliete Esporta in > Cartella temporanea. Questa opzione consente di esportare i file
in una cartella temporanea che viene eliminata una volta che le foto sono state copiate sul CD o sul DVD.
2 (Facoltativo) Se desiderate esportare le foto in una sottocartella della cartella di destinazione, selezionate Metti in

sottocartella. Potete digitare un nome per la sottocartella.
3 (Facoltativo) Per aggiungere automaticamente le foto esportate all’attuale catalogo di Lightroom, selezionate

Aggiungi a questo catalogo. Se le foto esportate fanno parte di una pila di foto, selezionate Impila con originale per includere le foto reimportate con la pila originale.

UTILIZZO DI PHOTOSHOP LIGHTROOM 2 125
Esportazione delle foto

4 Specificate cosa fare se esiste un file con lo stesso nome nella posizione scelta:
Richiedi cosa fare Quando questa opzione è selezionata, viene visualizzato un avviso per la risoluzione del conflitto scegliendo un nuovo nome, sovrascrivendo il file esistente o annullando l’esportazione del file. Scegli un nuovo nome per il file esportato Quando questa opzione è selezionata, al file esportato viene assegnato un nome diverso, con l’aggiunta di un trattino e un suffisso numerico. Sovrascrivi SENZA AVVERTENZA Quando questa opzione è selezionata, il file esistente viene sostituito dal file che state esportando e non viene visualizzato alcun avviso di conflitto. Ignora Quando questa opzione è selezionata, la foto non viene esportata.

Denominare le foto in fase di esportazione
Potete specificare in che modo le foto quando vengono denominate in fase di esportazione.
1 Nella finestra di dialogo Esporta, scegliete un’opzione dal menu Modello per denominazione dei file. 2 Se scegliete un’opzione di denominazione che usa un nome personalizzato, digitate il nome nella casella Testo

personalizzato.
3 Se desiderate che una sequenza numerica inizi con un numero diverso da 1, immettete un valore diverso nella

casella di testo Numero di inizio.

Consultare anche
“Opzioni di denominazione” a pagina 38

Specificare le impostazioni di esportazione dei file
Potete esportare le foto in formato JPEG, PSD, TIFF o DNG. Il formato DNG (Digital Negative) consente di salvare i file raw da fotocamera in un formato adatto all’archiviazione.
❖ Scegliete JPEG, PSD, TIFF, DNG o Originale dal menu a comparsa Formato nella sezione Impostazioni file della

finestra di dialogo Esporta. Quindi, specificate le opzioni di Impostazioni file desiderate. Nota: se scegliete Originale, Lightroom non modifica i dati di immagine originali e nessuna opzione di Impostazioni file è disponibile.

Opzioni della sezione Impostazioni file
Opzioni di esportazione JPEG Qualità Consente di specificare il valore di compressione. JPEG usa una compressione con perdita, scartando alcuni dati per ottenere un file più piccolo. Trascinate il cursore Qualità o immettete nella casella Qualità un valore compreso tra 0 e 100.
Spazio colore Consente di convertire le foto nello spazio colore sRGB, AdobeRGB o ProPhoto RGB e di contrassegnarle con il profilo colore. Per selezionare un profilo colore personalizzato, scegliete Altro.

Opzioni di esportazione PSD Spazio colore Consente di convertire le foto nello spazio colore sRGB, AdobeRGB o ProPhoto RGB e di contrassegnarle con il profilo colore. Per selezionare un profilo colore personalizzato, scegliete Altro.
Profondità di bit Consente di salvare le immagini con una profondità di 8 o 16 bit per canale di colore.

UTILIZZO DI PHOTOSHOP LIGHTROOM 2 126
Esportazione delle foto

Opzioni di esportazione TIFF Compressione Consente di specificare la compressione di tipo ZIP o LZW oppure nessun tipo di compressione. ZIP e LZW sono entrambi metodi di compressione senza perdita di dati che consentono di ridurre le dimensioni dei file senza scartare nessuno dei dati immagine. Sono particolarmente indicati per le immagini che contengono ampie aree di un unico colore. Nota: la compressione LZW non è disponibile se l’opzione Profondità di bit è impostata su 16 bit/componente.
Spazio colore Consente di convertire le foto nello spazio colore sRGB, AdobeRGB o ProPhoto RGB e di contrassegnarle con il profilo colore. Per selezionare un profilo colore personalizzato, scegliete Altro. Profondità di bit Consente di salvare le immagini con una profondità di 8 o 16 bit per canale di colore.

Opzioni di esportazione DNG (Digital Negative)
Estensione file Scegliete l’estensione .dng o .DNG. Anteprima JPEG Scegliete se l’anteprima JPEG da esportare deve essere a grandezza intera o media, oppure se non deve essere creata. Metodo di conversione immagine Per rispettare le impostazioni predefinite dell’immagine raw, scegliete Mantieni immagine raw. Per memorizzare i dati immagine in un formato interpolato (“demosaiced”, senza mosaico), scegliete Converti in immagine lineare. L’immagine risultante può essere interpretata da altri programmi anche se un software non dispone di un profilo per la fotocamera digitale utilizzata per scattare la foto. Compresso (senza perdita) Utilizza la compressione senza perdite, che non comporta la perdita di informazioni anche

se le dimensioni del file vengono ridotte.
Incorpora file raw originale Consente di salvare nel file DNG tutti i dati raw da fotocamera originali.

Consultare anche
“Installare un profilo colore” a pagina 34

Specificare il ridimensionamento dell’immagine
❖ Se scegliete JPEG, PSD o TIFF come formato file, potete specificare le dimensioni dell’immagine. Ridimensiona Consente di impostare le dimensioni massime per larghezza o altezza delle foto. Questa impostazione

influisce sul numero di pixel delle foto e sulla nitidezza dei particolari nelle immagine esportate. Selezionate questa opzione, quindi specificate le misurazioni dei bordi in pollici, centimetri o pixel. Se selezionate Non ingrandire, viene rispettata la risoluzione specificata e vengono ignorate le impostazioni di larghezza o altezza che comporterebbero l’ingrandimento della foto.
Risoluzione Consente di impostare nella foto esportata i metadati che descrivono la dimensione della foto a una determinata risoluzione.

Specificare la nitidezza dell’output
Al momento dell’esportazione, potete applicare alle foto un algoritmo di nitidezza dell’output adattato. La quantità di nitidezza applicata dipende dal supporto di output e dalla risoluzione di output specificata. La nitidezza di output viene applicata in aggiunta alla nitidezza applicata nel modulo Sviluppo.
1 Se scegliete il formato JPEG, PSD o TIFF, nella sezione Nitidezza output della finestra di dialogo Esporta selezionate

la casella Nitidezza per.
2 Specificate se l’esportazione è destinata a Schermo, Carta opaca o Carta lucida.

gli elementi aggiunti alla cartella compaiono elencati nel menu Dopo l’esportazione.UTILIZZO DI PHOTOSHOP LIGHTROOM 2 127 Esportazione delle foto 3 (Facoltativo) Nel menu a comparsa Fattore. dove potete inserire un’applicazione oppure il collegamento o l’alias di un’applicazione. 1 Per aprire la cartella Export Actions. Vai a cartella Export Actions Consente di aprire la cartella Export Actions. nella cartella Export Actions potete inserire un’applicazione oppure il relativo collegamento (Windows) o alias (Mac OS). Inserire elementi nella cartella Export Actions Nella cartella Export Actions potete inserire un elemento che può essere aperto con una serie di file di foto. Specificare la gestione dei metadati ❖ Potete stabilire come deve essere gestiti i metadati associati alle foto esportate. potete lasciare Fattore sull’impostazione predefinita Standard. Apri in un’altra applicazione Consente di esportare le foto e di aprirle nell’applicazione specificata nel menu a comparsa Applicazione. Mostra in Esplora risorse/Mostra nel Finder Consente di esportare le foto e di visualizzare i file in Esplora risorse (Windows) o nel Finder (Mac OS). . scegliete Vai a cartella Export Actions dal menu Dopo l’esportazione. potete ridurre o aumentare il fattore della nitidezza applicata scegliendo Basso o Alto. potete specificare determinate azioni da eseguire come ultimo passo durante l’esportazione delle foto da Lightroom su disco. • (Windows XP) Individuate \Documents And Settings\[nome utente]\Dati applicazioni\Adobe\Lightroom\Export Actions\. nella finestra di dialogo Esporta. effettuate una delle seguenti operazioni: • Nella finestra di dialogo Esporta. Alla successiva operazione di esportazione di foto. Questa opzione non è disponibile per i file DNG. Apri in Photoshop/Photoshop Elements Consente di esportare le foto e di aprirle in Photoshop o Photoshop Elements. Nella maggior parte dei casi. Apri in [altro editor esterno] Consente di esportare le foto e di aprirle nell’applicazione specificata come editor esterno aggiuntivo nelle preferenze di Lightroom. Potete anche aggiungere alla cartella Export Actions dei file di script o droplet di Photoshop. • (Windows Vista) Individuate \Utenti\[nome utente]\AppData\Roaming\Adobe\Lightroom\Export Actions\. ❖ Nella finestra di dialogo Esporta. Scrivi parole chiave come gerarchia Lightroom Consente di utilizzare la barra verticale ( | ) per indicare le relazioni principale/secondario (ad esempio “Nomi|Maria”) nei campi relativi ai metadati. scegliete una delle seguenti opzioni dal menu Dopo l’esportazione: Nessuna azione Consente di esportare le foto senza ulteriori azioni successive. nella foto esportata vengono inclusi solo i campi di metadati relativi al copyright. Scegliere le azioni di post-elaborazione Nella finestra di dialogo Esporta. Ad esempio. Riduci i metadati incorporati Con questa opzione. Aggiungi filigrana di copyright Consente di aggiungere una filigrana di copyright se nei metadati IPTC è presente un tag di copyright. • (Mac OS) Individuate /[utente]/Libreria/Application Support/Adobe/Lightroom/Export Actions/. Questa opzione non è disponibile per i file DNG.

Esporta in DNG Consente di esportare le foto in formato DNG in una sottocartella di destinazione denominata File DNG esportati. quindi scegliete File > Esporta con predefinito o fate clic sul pulsante Esporta. Nota: potete anche scegliere File > Esporta con predefinito. Per impostazione predefinita. Per impostazione predefinita. Con questo predefinito inoltre viene scelta la destinazione File su CD/DVD. specificate le impostazioni di esportazione che desiderate salvare. Per impostazione predefinita. a sinistra nella finestra di dialogo. Le foto esportate avranno una dimensione massima di 640 pixel (in larghezza o altezza). 2 Scegliete un predefinito dall’elenco a sinistra nella finestra di dialogo Esporta. . compresi eventuali predefiniti modificati. Non è disponibile per Windows a 64 bit. Il comando Esporta con precedente non funziona invece con i predefiniti di esportazione. Per e-mail Consente di esportare le foto come JPEG convertite e con tag sRGB. Esportare foto con i predefiniti 1 Selezionate le foto che desiderate esportare. In Lightroom sono disponibili i seguenti predefiniti di esportazione integrati: Masterizza JPEG a dimensione intera Consente di esportare le foto come JPEG convertite e con tag sRGB a qualità massima. il file esportato viene inserito in una sottocartella di destinazione denominata Esportazioni masterizzate di Lightroom. Esportazione delle foto con i predefiniti Salvare le impostazioni di esportazione come predefiniti 1 Nella finestra di dialogo Esporta. 2 Fate clic su Aggiungi nella parte inferiore del pannello Predefinito. 1 Selezionate le foto da esportare. viene inoltre specificata l’azione di post-elaborazione Mostra in Esplora risorse (Windows) o Mostra nel Finder (Mac OS). qualità media e una risoluzione di 72 pixel per pollice. questo predefinito usa il nome originale della foto per il file DNG e non viene specificata alcuna azione di post-elaborazione. quindi scegliete il predefinito desiderato. 2 Scegliete File > Esporta con precedente. 3 Nella finestra di dialogo Nuovo predefinito.UTILIZZO DI PHOTOSHOP LIGHTROOM 2 128 Esportazione delle foto 2 Aggiungete l’elemento alla cartella Export Actions. il file esportato viene inserito in una sottocartella di destinazione denominata A e-mail. Esportare le foto con le impostazioni precedenti È possibile esportare le foto con le stesse impostazioni della precedente sessione di esportazione con impostazioni manuali. digitate un nome nella casella Nome predefinito e fate clic su Crea. senza scala e con una risoluzione di 240 pixel per pollice. nella parte superiore della finestra di dialogo Esporta.

per abilitare il caricamento di foto esportate direttamente su siti Web per la condivisione di foto. Per scaricare diversi plug-in di esportazione per Lightroom. quindi fate clic su Aggiungi plug-in. 2 Effettuate una delle seguenti operazioni: • Selezionate un plug-in dal pannello a sinistra per visualizzarne le informazioni nel pannello principale. fate clic su Chiudi.adobe. nella finestra di dialogo Gestione plug-in di Lightroom. fate clic su Plug-In Exchange. • Per aggiungere un plug-in a Lightroom. • Per aprire il sito Web di Adobe e cercare plug-in. • Per rimuovere un plug-in da Lightroom. Per assistenza e documentazione su tali plug-in. fate clic sul pulsante Aggiungi. ad esempio.UTILIZZO DI PHOTOSHOP LIGHTROOM 2 129 Esportazione delle foto Plug-in di esportazione Lightroom supporta i plug-in di terze parti che aggiungono funzionalità alla finestra di dialogo Esporta. la finestra di dialogo Esporta può contenere ulteriori opzioni. visitate www. contattate lo sviluppatore del plug-in stesso. ma non rimossi. I plug-in sono disponibili. A seconda del plug-in di terze parti installato. visitate www. mediante Gestione plug-in: • Mac OS: /Libreria/Application Support/Adobe/Lightroom/Modules • Windows XP: C:\Documents And Settings\[nome utente]\Dati applicazioni\Adobe\Lightroom\Modules • Windows Vista: C:\Utenti\[nome utente]\AppData\Roaming\Adobe\Lightroom\Modules Per la documentazione sul kit di sviluppo (SDK) di Lightroom. I plug-in sono elencati nel pannello a sinistra. . 3 Per chiudere Gestione plug-in di Lightroom e tornare alla finestra di dialogo Esporta. Individuate e selezionate il plug-in.adobe.com/go/devnet_it. Gestire i plug-in di esportazione 1 Scegliete File > Gestione plug-in o fate clic sul pulsante Gestione plug-in nell’angolo in basso a sinistra della finestra di dialogo Esporta.com/go/exchange_it. I plug-in che si trovano nelle seguenti cartelle vengono automaticamente caricati da Lightroom e possono essere attivati e disattivati. selezionatelo nel pannello a sinistra e fate clic su Rimuovi.

lo spazio colore. mentre la foto originale resta inalterata.130 Capitolo 8: Modifica in altre applicazioni Adobe® Photoshop® Lightroom® consente di passare ad altre applicazioni di modifica delle immagini per apportare alle foto ulteriori miglioramenti.1) o versioni successive. devono essere inviate copie in formato TIFF o PSD dei file DNG e raw da fotocamera. potete passare ad Adobe® Photoshop® o Adobe Photoshop Elements. Consultate “Formati di file” a pagina 36. ma non mantengono lo stesso livello di tonalità finale dei file a 16 bit. Compressione (Solo per TIFF) Consente di applicare alle foto la compressione ZIP o nessun tipo di compressione. ZIP è un metodo di compressione senza perdita. Impostare le preferenze per elaborare con editor esterni i file in formato raw da fotocamera Lightroom consente di aprire i file in formato raw da fotocamera direttamente in Photoshop CS3 (10. salvare le modifiche e tornare a Lightroom. 1 Scegliete Modifica > Preferenze (Windows) o Lightroom > Preferenze (Mac OS).0. Spazio colore Consente di convertire le foto nello spazio colore sRGB. Infine. I file a 8 bit sono più piccoli e più compatibili con diverse applicazioni. Ad esempio. AdobeRGB o ProPhoto RGB e di assegnare loro il tag del profilo colore. scegliete le opzioni dai seguenti menu: Formato file Consente di salvare le immagini raw da fotocamera in formato TIFF o PSD. Se aprite un file raw da fotocamera da Lightroom direttamente in Photoshop e lo salvate. Tuttavia. a Photoshop Elements e ad altri editor esterni che non sono in grado di leggere direttamente i dati raw. la profondità di bit e la compressione per i file TIFF e PSD che vengono inviati a tali applicazioni. verde e blu). Consultare anche “Modifica in Photoshop o Photoshop Elements: flusso di lavoro di base” a pagina 13 Panoramica sulla modifica in altre applicazioni Specificare le preferenze di modifica esterna Le preferenze di Modifica esterna permettono di specificare il formato del file e altre opzioni per modificare i file DNG e in formato raw da fotocamera in Photoshop Elements e in altre applicazioni esterne per la modifica delle immagini che non sono in grado di leggere i dati generati dal sensore a mosaico memorizzati nei file in formato raw da fotocamera. Consultate “La gestione del colore in Lightroom” a pagina 33. si consiglia di usare ProPhoto RGB a 16 bit. Nelle preferenze Modifica esterna potete specificare il formato del file. indicato per le immagini che contengono ampie aree di un unico colore. La foto salvata viene aggiunta automaticamente al catalogo di Lightroom. . Le opzioni specificate nelle preferenze Modifica esterna di Lightroom vengono usate anche da Photoshop quando salvate file in formato raw da fotocamera da Lightroom in Photoshop. Profondità di bit Consente di salvare le foto con una profondità di 8 o 16 bit per canale di colore (rosso. potete anche usare le preferenze Modifica esterna per selezionare le applicazioni esterne di modifica delle immagini. ❖ Nella finestra di dialogo delle preferenze Modifica esterna. 2 Fate clic su Modifica esterna. in Photoshop vengono usate le impostazioni specificate nelle preferenze Modifica esterna di Lightroom per tale file. Per conservare al meglio i particolari a colori nelle foto inviate da Lightroom. modificare l’immagine.

scegliete un predefinito per editor esterno dal menu Predefinito. quindi fate clic su Apri (Windows) o Scegli (Mac OS). Aprire le foto in Photoshop o Photoshop Elements Grazie a Photoshop o Photoshop Elements potete eseguire ulteriori modifiche alle foto direttamente da Lightroom. • Per sovrascrivere il predefinito esistente con quello modificato. 2 Modificate le opzioni dell’applicazione o dei file raw da fotocamera. Una volta scelto un editor esterno. Selezionate un modello e specificate il testo personalizzato o il numero iniziale dei nomi dei file. 2 Scegliete Predefinito > Salva impostazioni correnti come nuovo predefinito. Digitate un nome per il nuovo predefinito e fate clic su Crea. potete sempre usare le Preferenze per selezionare un’altra applicazione. Consultate “Editor modello nome file ed Editor modello di testo” a pagina 39. Per rendere questa funzione disponibile. Una volta scelta un’applicazione. fate clic su Scegli nella sezione Editor esterno aggiuntivo. Nota: per selezionare un editor esterno. Modificare un predefinito per editor esterno 1 Nelle preferenze Modifica esterna. 1 Nelle preferenze Modifica esterna. 1 Nel modulo Libreria o Sviluppo. 1 Nelle preferenze Modifica esterna.UTILIZZO DI PHOTOSHOP LIGHTROOM 2 131 Modifica in altre applicazioni Modello Consente di denominare il file in base al modello specificato. dal modulo Libreria o Sviluppo. potete anche scegliere Foto > Modifica in un’altra applicazione. scegliete un’applicazione e specificate le opzioni per i file in formato raw da fotocamera. scegliete Predefinito > Salva impostazioni correnti come nuovo predefinito. Alla fine del nome del predefinito viene aggiunto “(modificato)”. 3 Digitate un nome per il predefinito e fate clic su Crea. Vi viene richiesto di selezionare l’applicazione da usare. I predefiniti per gli editor esterni consentono di specificare più applicazioni come editor esterni e di creare diverse opzioni di gestione delle immagini per usi differenti con uno o più editor esterni. Scegliere un editor esterno Nella finestra di dialogo delle preferenze Modifica esterna potete impostare l’applicazione da usare come editor esterno. scegliete Predefinito > Aggiorna predefinito “[nome predefinito]”. Consultare anche “Formati di file” a pagina 36 “Gestione del colore” a pagina 33 Creare un predefinito per editor esterno Nella finestra di dialogo delle preferenze Modifica esterna potete creare predefiniti per gli editor esterni. 2 Selezionate l’applicazione da usare. Quindi. sul computer deve essere installato Photoshop o Photoshop Elements. . scegliete Foto > Modifica in Adobe Photoshop o Modifica in Adobe Photoshop Elements. 3 Effettuate una delle seguenti operazioni: • Per creare un nuovo predefinito. Il nuovo predefinito viene aggiunto al menu Predefinito. il nome dell’applicazione viene visualizzato nell’opzione Modifica in [nome applicazione] del menu Foto. selezionate la foto che desiderate modificare.

attivate l’opzione Massimizza compatibilità in modo che Lightroom possa leggere le immagini. accertatevi che il nome file e il formato siano gli stessi della copia JPEG. il file si apre direttamente. il nome dell’applicazione viene aggiunto al comando Modifica in. Nota: per salvare la foto modificata nella stessa pila di foto dell’originale. Nota: se si apre la finestra di dialogo Salva con nome.com/go/lrvid4121_ps_it. Potete sempre scegliere un’applicazione di modifica diversa nelle preferenze Modifica esterna. affinché la foto appena salvata possa essere aggiunta automaticamente al catalogo. TIFF e PSD vengono aggiunte nel loro formato originale. 4 Modificate la foto in Photoshop o Photoshop Elements. scegliete File > Salva. TIFF o PSD. Consultare anche “Creare un predefinito per editor esterno” a pagina 131 . Importante: quando salvate da Photoshop o Photoshop Elements. Se scegliete di modificare una copia della foto. scegliete Foto > Modifica in > Modifica in [nome predefinito].1) o versione successiva. selezionate Impila con originale. Per un video sulla modifica delle foto in Lightroom e Photoshop CS3. selezionate le foto che desiderate modificare.adobe. 6 Passate a Lightroom per vedere la foto modificata nel catalogo. • Se avete creato un predefinito per editor esterno. visitate www. Per un video sulla modifica delle foto in Lightroom e Photoshop CS4. Consultare anche “Modificare le foto in Photoshop” a pagina 133 Modificare le foto in altre applicazioni 1 Nel modulo Libreria o Sviluppo. visitate www. Modifica una copia Consente di modificare una copia del file originale senza le regolazioni Lightroom. Modifica originale Consente di modificare il file originale senza le regolazioni Lightroom. La foto appena salvata viene aggiunta al catalogo. Nota: per effettuare operazioni di modifica con un’altra applicazione per la prima volta. 2 Nella finestra di dialogo Modifica foto con. scegliete Foto > Modifica in > Modifica in un’altra applicazione. Scegliete l’applicazione che desiderate usare.com/go/lrvid2211_lrm_it.UTILIZZO DI PHOTOSHOP LIGHTROOM 2 132 Modifica in altre applicazioni se aprite un file raw da fotocamera in Photoshop CS3 (10. Le foto in formato raw da fotocamera vengono aggiunte come file TIFF. Una volta scelta l’applicazione per la modifica delle foto. le foto in formato JPEG.adobe. 2 (Solo per JPEG. i file PSD provenienti da Lightroom vengono salvati automaticamente con compatibilità massima. 5 In Photoshop o Photoshop Elements. selezionate una delle seguenti opzioni: Modifica una copia con le regolazioni di Lightroom Consente di applicare le regolazioni Lightroom eseguite su una copia del file e di inviare il file a Photoshop o Photoshop Elements per la modifica. TIFF e PSD) Fate clic su Modifica.0. la copia (rinominata con il suffisso -Modifica) viene automaticamente aggiunta al catalogo al momento della sua apertura in Photoshop o Photoshop Elements. In Photoshop CS3 e versioni successive. specificate l’opzione di modifica che desiderate usare e fate clic su Modifica. TIFF e PSD) Nella finestra di dialogo Modifica foto. quindi effettuate una delle seguenti operazioni: • Scegliete Foto > Modifica in > Modifica in [nome applicazione]. 3 (Solo JPEG.

1 o versione successiva. modificate l’immagine. 3 Modificate la foto in Photoshop. Le foto aperte come oggetti avanzati in Photoshop CS4 e quindi salvate vengono automaticamente aggiunte al catalogo di Lightroom come file TIFF. La foto appena salvata viene aggiunta automaticamente al catalogo di Lightroom come file TIFF. quindi scegliete File > Salva. selezionate le foto che desiderate modificare. attivate l’opzione Massimizza compatibilità in modo che Lightroom possa leggere le immagini. Importante: quando salvate da Photoshop. quindi scegliete File > Salva. sul computer deve essere installato Photoshop CS3 10. controllate le foto sorgente e specificate eventuali opzioni.0. In Photoshop CS3 e versioni successive.0. 3 Nella finestra di dialogo Photomerge.1 o versione successiva. 4 Se necessario. 1 Nel modulo Libreria o Sviluppo. oppure fate direttamente clic su OK. Unire le foto come un’immagine panoramica in Photoshop Nota: per rendere questa funzione disponibile. 2 Scegliete Foto > Modifica in > Apri come oggetto avanzato in Photoshop.1 o versione successiva. i file PSD provenienti da Lightroom vengono salvati automaticamente con compatibilità massima. Photoshop apre le foto come un singolo file con più livelli. modificate la foto panoramica in Photoshop. In Photoshop le foto vengono unite come una singola immagine con più livelli e vengono aggiunte maschere di livello per creare fusioni ottimali nelle aree di sovrapposizione tra foto contigue.UTILIZZO DI PHOTOSHOP LIGHTROOM 2 133 Modifica in altre applicazioni Modificare le foto in Photoshop Consultare anche “Aprire le foto in Photoshop o Photoshop Elements” a pagina 131 Aprire le foto come oggetti avanzati in Photoshop Nota: per rendere questa funzione disponibile. attivate l’opzione Massimizza compatibilità in modo che Lightroom possa leggere le immagini. 3 In Photoshop.0. 2 Scegliete Foto > Modifica in > Unisci come panorama in Photoshop. Aprire le foto come livelli in Photoshop Nota: per rendere questa funzione disponibile. sul computer deve essere installato Photoshop CS3 10. Importante: quando salvate da Photoshop. 1 Nel modulo Libreria o Sviluppo. . 1 Nel modulo Libreria o Sviluppo. In Photoshop CS3 e versioni successive. 2 Scegliete Foto > Modifica in > Apri come livelli in Photoshop. quindi scegliete File > Salva. i file PSD provenienti da Lightroom vengono salvati automaticamente con compatibilità massima. sul computer deve essere installato Photoshop CS3 10. selezionate due o più foto da unire per ottenere una singola immagine panoramica. selezionate due o più foto che desiderate modificare.

Importante: quando salvate da Photoshop. sul computer deve essere installato Photoshop CS3 10. La foto appena salvata viene aggiunta automaticamente al catalogo di Lightroom come file TIFF.1 o versione successiva. In Photoshop CS3 e versioni successive. Nota: affinché la foto appena salvata venga aggiunta automaticamente al catalogo di Lightroom. 3 Nella finestra di dialogo Unisci come HDR. specificate le opzioni desiderate oppure fate direttamente clic su OK.UTILIZZO DI PHOTOSHOP LIGHTROOM 2 134 Modifica in altre applicazioni La foto panoramica appena salvata viene aggiunta automaticamente al catalogo di Lightroom come file TIFF. Importante: quando salvate da Photoshop. prima di essere salvata deve essere convertita in 8 o 16 bit per canale. 5 Scegliete File > Salva. 1 Nel modulo Libreria o Sviluppo. In Photoshop le foto vengono unite in un livello di sfondo in modo da creare una singola immagine HDR. 2 Scegliete Foto > Modifica in > Unisci come HDR in Photoshop. attivate l’opzione Massimizza compatibilità in modo che Lightroom possa leggere le immagini. 4 Modificate l’immagine come desiderato. . i file PSD provenienti da Lightroom vengono salvati automaticamente con compatibilità massima. Unire le foto come HDR in Photoshop Nota: per rendere questa funzione disponibile. selezionate due o più foto da unire in HDR. In Photoshop CS3 e versioni successive. i file PSD provenienti da Lightroom vengono salvati automaticamente con compatibilità massima. attivate l’opzione Massimizza compatibilità in modo che Lightroom possa leggere le immagini.0.

potete specificare il layout delle foto e del testo presenti nelle diapositive della presentazione. Strumenti ruota e aggiungi testo . Modelli per presentazioni D. Pannelli per l’impostazione delle opzioni di layout e riproduzione E. Potete personalizzare l’aspetto e la riproduzione di una presentazione. Consultare anche “Creazione di presentazioni: flusso di lavoro di base” a pagina 14 Pannelli e strumenti del modulo Presentazione Nel modulo Presentazione. Anteprima del modello C.135 Capitolo 9: Creazione e visualizzazione delle presentazioni Una presentazione creata con Adobe® Photoshop® Lightroom® rappresenta il modo più semplice per presentare le vostre foto con musica e transizioni. Comandi per la riproduzione F. Vista Editor diapositiva B. A B D C E F Modulo Presentazione A. riprodurla a schermo intero e condividerla come file Adobe PDF o JPEG.

la durata della transizione tra le diapositive. usate i comandi dei pannelli sul lato destro del modulo Presentazione oppure spostate gli elementi direttamente nella vista Editor diapositiva. Sfondo Consente di specificare i colori o l’immagine visualizzati dietro alla foto in ogni diapositiva. Opzioni Consente di definire in che modo vengono visualizzate le foto nel layout delle diapositive e l’eventuale presenza di un bordo o un’ombra. l’eventuale riproduzione di musica insieme alla presentazione e se presentare le foto in ordine casuale. nel pannello Anteprima ne viene visualizzato il layout di pagina.adobe. passate il puntatore sul nome del modello in Browser modelli nel modulo Presentazione. Titoli Consente di specificare la diapositiva introduttiva e quella finale della presentazione. Sovrapposizioni Consente di specificare il testo e altri oggetti visualizzati nella diapositiva insieme alla foto. Potete quindi salvare le modifiche come un nuovo modello personale. Consentono di specificare se le diapositive presentano bordi. Raccolte Elenco delle raccolte presenti nel catalogo. testo. Per visualizzare l’anteprima di un modello nella parte superiore del pannello di sinistra. Per un video sull’uso del pannello Presentazione.com/go/lrvid2212_lrm_it. visitate www. logo e se dietro a ogni foto deve essere visualizzato un colore o un’immagine di sfondo.UTILIZZO DI PHOTOSHOP LIGHTROOM 2 136 Creazione e visualizzazione delle presentazioni Il modulo Presentazione include i seguenti pannelli: Anteprima Visualizza il layout di un modello con una miniatura di anteprima.adobe. Predefinito Le foto sono centrate su uno sfondo grigio e corredate da stelle di valutazione. Modelli di presentazione predefiniti Didascalia e valutazione La foto è centrata su uno sfondo grigio ed è corredata da stelle di valutazione e metadati delle didascalie. informazioni EXIF e timbro identità. Per un video sui moduli di output di Lightroom. visitate www. Browser di modelli Consente di selezionare o visualizzare in anteprima il layout delle diapositive per le foto. Metadati EXIF Le foto sono centrate su uno sfondo nero e corredate da stelle di valutazione.com/go/lrvid2213_lrm_it. Layout Consente di personalizzare il layout della pagina specificando le dimensioni della cella di immagine nel modello della diapositiva. Con Lightroom vengono forniti diversi modelli predefiniti che potete selezionare in Browser modelli. Per personalizzare le impostazioni di un modello di presentazione. ombre esterne. Specifica del layout della diapositiva Scegliere un modello di presentazione I modelli per presentazioni permettono di definire rapidamente l’aspetto e il comportamento di una presentazione. Riproduzione Consente di specificare la durata della visualizzazione di ogni diapositiva nella presentazione. È possibile che porzioni di immagini (in particolare per le immagini verticali) vengano ritagliate per adattarsi alle proporzioni dello schermo. nome file e timbro identità. che viene visualizzato nell’elenco Browser modelli. Ritaglia per riempire Visualizza le foto a schermo intero. Quando passate il puntatore sul nome di modello. .

• Per regolare lo spessore del bordo. L’anteprima del modello presenta la diapositiva attualmente selezionata con le opzioni di modello applicate. Le regolazioni vengono visualizzate nella vista Editor diapositiva. • Per aggiungere un’ombra. i modelli delle presentazioni (a eccezione di Ritaglia per riempire) prevedono il ridimensionamento delle foto in modo da far rientrare l’immagine intera nella cella di immagine della diapositiva. con l’aggiunta di barre nere per adattarsi alle proporzioni dello schermo. 1 In Browser modelli del modulo Presentazione. è possibile che porzioni di foto (in particolare per le immagini verticali) vengano ritagliate in base alle proporzioni della cella di immagine.UTILIZZO DI PHOTOSHOP LIGHTROOM 2 137 Creazione e visualizzazione delle presentazioni Widescreen Viene visualizzata l’inquadratura completa di ogni foto. Per regolare l’angolo dell’ombra. ❖ Nel pannello Opzioni del modulo Presentazione. effettuate una delle seguenti operazioni: • Per aggiungere un bordo. Raggio Consente di impostare l’intensità o la morbidezza del bordo dell’ombra. . Angolo Consente di impostare la direzione dell’ombra. Comandi di Genera ombra Opacità Consente di impostare la luminosità dell’ombra Scostamento Consente di impostare la distanza dell’ombra dall’immagine. posizionate il puntatore sul nome del modello. selezionate Ingrandisci per riempire cornice. fate clic sul suo nome. Fate clic sulla casella del colore a destra per aprire la finestra a comparsa dei colori e specificare il colore del bordo. potete aggiungere un bordo o un’ombra a ogni foto. selezionate Genera ombra e usate i comandi per regolare l’aspetto dell’ombra. Aggiungere un bordo o un’ombra esterna all’immagine Per far risaltare le foto dallo sfondo della diapositiva. Potete impostare un’opzione in modo che tutte le foto riempiano completamente lo spazio nelle celle di immagine. Specificare in che modo le foto riempiono la cella di immagine della diapositiva Per impostazione predefinita. selezionate Applica traccia a bordo. Visualizzare in anteprima e selezionare un modello di presentazione ❖ In Browser modelli del modulo Presentazione. trascinate il cursore Larghezza o digitate un valore in pixel nel riquadro a destra del cursore. effettuate una delle seguenti operazioni: • Per visualizzare l’anteprima di un modello. Quando questa opzione è selezionata. selezionate un modello di presentazione a eccezione di Ritaglia per riempire. Lo sfondo della diapositiva è visibile attraverso gli spazi in cui le proporzioni delle foto e delle celle di immagine non corrispondono. ruotate la manopola o spostate il cursore. 2 Nel pannello Opzioni. • Per selezionare un modello.

selezionate uno dei modelli di presentazione a eccezione di Ritaglia per riempire.UTILIZZO DI PHOTOSHOP LIGHTROOM 2 138 Creazione e visualizzazione delle presentazioni Impostare i margini della diapositiva I comandi disponibili nel pannello Layout del modulo Presentazioni consentono di impostare i margini per definire le celle di immagine in un modello di diapositiva. 2 Spostate uno o più cursori nel pannello Layout o trascinate le guide nella vista Editor diapositiva. . selezionate un modello di presentazione a eccezione di Ritaglia per riempire ed effettuate una delle seguenti operazioni nel pannello Layout: • Per regolare tutti i margini contemporaneamente e mantenere le proporzioni relative. selezionate una combinazione delle seguenti opzioni: Sfumatura colore Applica un colore sfumato sul colore e l’immagine di sfondo. Aggiungere uno sfondo 1 In Browser modelli. La sfumatura passa dal colore di sfondo al colore impostato nel relativo riquadro a destra (vedere di seguito). Trascinamento di una guida nella vista Editor diapositiva per regolare i margini del layout. • Per modificare le dimensioni di un margine indipendentemente dagli altri. lo sfondo delle diapositive è nero. fate clic su Mostra guide. Impostare lo sfondo della diapositiva Potete impostare i colori di sfondo delle diapositive o usare un’immagine di sfondo per tutta la durata della presentazione. deselezionate la casella di collegamento Opzione per l’aggiunta o la rimozione dei margini dalle regolazioni collegate Nota: per visualizzare i limiti dei margini. accertatevi che la casella Collega tutto sia selezionata. 1 In Browser modelli. Se tutte le opzioni di sfondo sono deselezionate. accanto al margine specifico. 2 Nel pannello Sfondo.

3 Per spostare un modello in una cartella. il modello personale viene elencato nel Browser modelli e può essere utilizzato secondo le necessità. il modello viene copiato in tale cartella. . individuate la diapositiva che desiderate ruotare. Per selezionare un colore dalla relativa finestra a comparsa. 1 Nel modulo Presentazione. Usate il cursore Opacità per regolare la trasparenza dell’immagine e mostrare parzialmente il colore di sfondo. 2 Specificate le impostazioni desiderate nei pannelli Opzioni. potete creare nuove cartelle nel Browser modelli. Aggiornare i modelli personali 1 Modificate i colori. 4 Sovrascrivete “Modello senza titolo” per assegnare un nome al modello personale e specificate la cartella (ad esempio “Modelli utente”) in cui inserire il modello. 2 Digitate il nome della cartella e fate clic su OK. 3 Specificate l’aspetto del colore: Opacità Consente di impostare l’opacità o la trasparenza della sovrapposizione della sfumatura di colore. al layout. fate clic sul riquadro del colore a destra. 3 Fate clic sul segno Più (+) nel pannello Browser modelli. Creare e organizzare le cartelle dei modelli 1 Fate clic con il pulsante destro del mouse (Windows) o tenendo premuto Ctrl (Mac OS) sull’area in cui desiderate creare la cartella e scegliete Nuova cartella. spostate il cursore o immettete un valore in gradi.UTILIZZO DI PHOTOSHOP LIGHTROOM 2 139 Creazione e visualizzazione delle presentazioni Immagine sfondo Consente di usare come sfondo della diapositiva un’immagine trascinata dall’area Provino. 2 Fate clic sul riquadro dei colori a destra e selezionate un colore dalla relativa finestra a comparsa. Aggiungere una sfumatura di colore allo sfondo della diapositiva 1 Nel pannello Sfondo del modulo Presentazione. Sfondo e Riproduzione. Salvare i modelli di presentazione personali 1 Nel pannello Browser modelli del modulo Presentazione. Angolo Consente di impostare la direzione della transizione della sfumatura del colore o dell’immagine di sfondo per la sfumatura colore. Ruotare le diapositive Potete ruotare le singole diapositive secondo l’orientamento desiderato. trascinatelo sul nome della cartella desiderata. Una volta salvato. Colore sfondo Consente di usare il colore di sfondo specificato. Se trascinate un modello predefinito di Lightroom in un’altra cartella. Sovrapposizioni. al testo e alle impostazioni di output. Per meglio organizzare i modelli. selezionate un modello su cui basare il modello personale e modificatene il layout. il testo e le impostazioni di output secondo le vostre esigenze. scegliete Presentazione > Ruota a sinistra (senso antiorario) o Ruota a destra (senso orario) Creare modelli di presentazione personali Potete salvare come un modello di presentazione personale le modifiche apportate ai colori. 2 Nel menu principale di Lightroom. il layout. selezionate Sfumatura colore. Layout. Ruotate il selettore Angolo.

Una creazione di output differisce da un modello personale poiché i modelli comprendono le opzioni di output. fate clic con il pulsante destro del mouse (Windows) o tenendo premuto Ctrl (Mac OS) sull’area in cui desiderate inserire il modello e scegliete Importa. 4 Fate clic sull’icona Più (+) nel pannello Raccolte e scegliete Crea presentazione. 6 In Opzioni presentazione. Se desiderate che la creazione di output includa copie virtuali anziché le foto originali. Fate doppio clic sul file modello. applica le impostazioni di output alle foto presenti nella raccolta. al contrario. Digitate un nome da assegnare al file di modello e fate clic su Salva. ma non contengono alcuna foto. Eliminare i modelli personali Non potete eliminare i modelli predefiniti di Lightroom. 7 Fate clic su Crea. Salvare le impostazioni della presentazione come una creazione di output Con Lightroom è possibile generare creazioni di output. selezionate Crea nuove copie virtuali. cioè raccolte basate sulle impostazioni specificate nei moduli Presentazione. potete aggiungere alla raccolta nuove foto nelle quali vengono automaticamente incluse le impostazioni di output.lrtemplate. selezionate le foto per la presentazione. Le creazioni di output per presentazioni sono identificate da un’icona diapositiva . nel set specificato. Con una creazione di output. 3 Nell’area Provino. • Per esportare un modello.UTILIZZO DI PHOTOSHOP LIGHTROOM 2 140 Creazione e visualizzazione delle presentazioni 2 Fate clic con il pulsante destro del mouse (Windows) o tenendo premuto Ctrl (Mac OS) su un modello in Browser modelli e scegliete Aggiorna con impostazioni correnti. selezionate Includi foto selezionate. quindi scegliete Esporta. selezionate le foto da includere nella creazione di output. Scegliete un set di raccolte nel menu a comparsa Set per aggiungere la creazione di output a un set esistente. Stampa e Web. è facile tornare alle impostazioni di output originali per una raccolta specifica di foto. fate clic su di esso con il pulsante destro del mouse (Windows) o tenendo premuto Ctrl (Mac OS). 1 Nel modulo Libreria. Una creazione di output. Consultare anche “Raccolte di foto” a pagina 64 “Creare copie virtuali” a pagina 63 . Importare ed esportare i modelli Potete esportare i modelli creati per condividerli con i colleghi o usarli su un altro computer. • Per importare un modello. ❖ Effettuate una delle seguenti operazioni: • Fate clic con il pulsante destro del mouse (Windows) o tenendo premuto Ctrl (Mac OS) e scegliete Elimina dal menu di scelta rapida. Layout. Sovrapposizioni. oppure scegliete Nessuno. Sfondo e Riproduzione. selezionate un modello e specificate le impostazioni desiderate nei pannelli Opzioni. La creazione di output viene aggiunta al pannello Raccolte. 2 Nel modulo Presentazione. Inoltre. • Selezionate un modello in Browser modelli e fate clic sul pulsante Rimuovi. 5 Digitate un nome per la creazione di output nella finestra di dialogo Crea presentazione. I modelli vengono salvati con estensione .

2 Se necessario. Nota: per ridimensionare il timbro identità. fate clic sul testo del timbro identità nella vista Editor diapositiva e trascinatelo all’interno del riquadro di selezione.UTILIZZO DI PHOTOSHOP LIGHTROOM 2 141 Creazione e visualizzazione delle presentazioni Aggiunta di sovrapposizioni alle diapositive Aggiungere il timbro identità alla presentazione 1 Nel pannello Sovrapposizioni del modulo Presentazione. effettuate una delle seguenti operazioni: • Per usare un timbro identità diverso. fate clic sull’anteprima Timbro identità e scegliete un’opzione nel menu a comparsa. • Per spostare il timbro identità. selezionate Timbro identità. fate clic sul campione di colore a destra e scegliete un nuovo colore. Visualizzazione del timbro identità dietro alle foto Consultare anche “Spostare e ruotare il testo e gli altri oggetti di una diapositiva” a pagina 143 “Personalizzare i timbri identità e i pulsanti dei moduli” a pagina 28 . spostate i relativi cursori o immettete un valore percentuale. Nota: accertatevi che il layout del modello consenta di visualizzare una porzione sufficiente del timbro identità dietro le foto. fate clic sul testo del timbro nella vista Editor diapositiva e trascinate una maniglia del riquadro di selezione. • Per modificare il colore originale del timbro identità con testo. selezionate Ignora colore. • Per spostare il timbro identità dietro alle foto. • Per regolare l’opacità o la scala del timbro identità. selezionate Rendering dietro immagine.

. scegliete il colore desiderato per le stelle. • Per regolare l’opacità del testo. quindi effettuate una delle seguenti operazioni per posizionarle nel layout della diapositiva: • Trascinate dall’interno del riquadro di selezione. 2 Fate clic sul riquadro dei colori a destra e. Nella barra degli strumenti vengono visualizzati il menu a comparsa Testo personalizzato e la relativa casella di testo. potete visualizzare la valutazione a stelle applicata a un’immagine oppure la didascalia registrata nei metadati di un’immagine. il riquadro di selezione resta collegato ad alcuni punti sul bordo dell’immagine. Ad esempio. fate clic sul riquadro dei colori a destra di Sovrapposizioni testo e scegliete un colore nella finestra a comparsa. 2 Effettuate una delle seguenti operazioni nella barra degli strumenti: • Per visualizzare il testo su tutte le diapositive. fate clic sul menu a comparsa Testo personalizzato e scegliete un’opzione di metadati. effettuate una delle seguenti operazioni nella sezione Sovrapposizioni testo del pannello Sovrapposizioni: • Per scegliere il colore del testo. digitate il testo desiderato nella casella Testo personalizzato e premete Invio (Windows) o A capo(Mac OS). 3 Modificate la dimensione delle stelle effettuando una delle seguenti operazioni: • Regolate il cursore Scala o immettete un valore percentuale. • Fate clic su Ruota a sinistra o Ruota a destra nella barra degli strumenti. • Fate clic sulle stelle di valutazione nella vista Editor diapositiva e trascinate una delle maniglie del riquadro di selezione. fate clic sul menu a comparsa Testo personalizzato e scegliete Modifica. 1 Nel pannello Sovrapposizioni del modulo Presentazione. Consultare anche “Filtro e valutazione delle foto” a pagina 73 Aggiungere testo e metadati alle diapositive Potete aggiungere testo che verrà visualizzato su ogni diapositiva o informazioni specifiche a una diapositiva. Nel pannello Sovrapposizione viene selezionato automaticamente Sovrapposizioni testo e nella vista Editor diapositiva vengono visualizzati il testo e il riquadro di selezione. 1 Nella barra degli strumenti del modulo Presentazione. Mentre spostate le stelle di valutazione. • Per usare Editor modello di testo e specificare il testo da visualizzare sotto a ogni diapositiva. Consultate “Editor modello nome file ed Editor modello di testo” a pagina 39. 3 Per formattare il testo. trascinate il cursore Opacità o immettete un valore percentuale.UTILIZZO DI PHOTOSHOP LIGHTROOM 2 142 Creazione e visualizzazione delle presentazioni Visualizzare le valutazioni in una presentazione Potete visualizzare nella presentazione le valutazioni assegnate alle foto nel modulo Libreria. • Per visualizzare specifici metadati per ogni diapositiva. nella finestra a comparsa. 4 Fate clic sulle stelle di valutazione nella vista Editor diapositiva. a prescindere dalla dimensione o dall’orientamento dell’immagine stessa. Questo comportamento consente alle stelle di posizionarsi accanto o all’interno dell’immagine a una distanza uniforme dal bordo dell’immagine. selezionate Stelle di valutazione. fate clic su ABC. selezionate i token per creare una stringa di testo personalizzato. Quindi.

Per impostare il punto di ancoraggio su una posizione fissa. nella vista Editor diapositiva viene visualizzato un riquadro di selezione. fate clic su di esso. fate clic sul testo. fate clic sul triangolo accanto al nome dello stile e scegliete lo stile desiderato dal menu a comparsa. 4 Per posizionare o ridimensionare il testo o l’oggetto nella vista Editor diapositiva. trascinate dall’interno della casella. trascinate una delle maniglie del riquadro di selezione. ruotate la manopola o spostate il cursore. 3 Regolate le opzioni Ombra: Opacità Consente di impostare la luminosità dell’ombra Scostamento Consente di impostare la distanza dell’ombra dall’immagine. effettuate una delle seguenti operazioni: • Per regolare la dimensione del testo. fate clic sul triangolo accanto al nome del font e sceglietene uno nel menu a comparsa. • Per spostare il testo in una posizione specifica. . le stelle di valutazione e il timbro identità in qualsiasi posizione all’interno del layout del modello di presentazione Quando selezionate questi elementi. a prescindere dalle dimensioni o dall’orientamento dell’immagine. I punti di ancoraggio fissati diventano gialli. Questo comportamento consente al testo di posizionarsi accanto o all’interno di un’immagine a una distanza uniforme dal bordo. Mentre spostate il testo. sulle stelle di valutazione o sul timbro identità nella vista Editor diapositiva per visualizzare il relativo riquadro di selezione. Raggio Consente di impostare l’intensità o la morbidezza del bordo dell’ombra. Il testo viene selezionato e viene visualizzato il riquadro di selezione. Potete aggiungere quante caselle di testo ritenete necessarie. selezionate Ombra.UTILIZZO DI PHOTOSHOP LIGHTROOM 2 143 Creazione e visualizzazione delle presentazioni • Per scegliere un font. Consultare anche “Rimuovere testo e altri oggetti da una diapositiva” a pagina 144 Aggiungere un’ombra esterna al testo nella presentazione (Mac OS) 1 Nel modulo Presentazione. Spostare e ruotare il testo e gli altri oggetti di una diapositiva Potete spostare tutti gli elementi di testo. fate clic su ABC nella barra degli strumenti e specificate le opzioni di testo. il riquadro di selezione resta collegato ad alcuni punti sul bordo dell’immagine. Angolo Consente di impostare la direzione dell’ombra. Viene visualizzata l’anteprima dell’ombra esterna con i valori predefiniti. 2 Effettuate una delle seguenti operazioni: • Trascinate il riquadro di selezione nella posizione desiderata. 1 Nel modulo Presentazione. • Per scegliere uno stile del font. Per regolare l’angolo dell’ombra. 5 (Facoltativo) Per aggiungere un’altra casella di testo. a prescindere dalla dimensione e dall’orientamento delle immagini. fate clic sul testo nella vista Editor diapositiva. I riquadri di selezione sono ancorati ad alcuni punti sul bordo dell’immagine in modo che il testo o un oggetto possa posizionarsi accanto o all’interno di un’immagine a una distanza uniforme dal bordo. 2 Nel pannello Sovrapposizioni.

deselezionate Sovrapposizioni testo nel pannello Sovrapposizioni. Trascinamento della maniglia del riquadro di selezione per regolare la dimensione del testo o dell’oggetto. 2 Trascinate una maniglia del riquadro selezione per regolare la dimensione del testo o dell’oggetto. ❖ Effettuate una delle seguenti operazioni: • Per rimuovere definitivamente il testo dal layout di una diapositiva. • Per disattivare la visibilità del testo. sulle stelle di valutazione o sul timbro identità nella vista Editor diapositiva. Caselle di testo ancorate a una linea di una cella Ridimensionare il testo e altri oggetti in una diapositiva 1 Fate clic sul testo. fate clic sul testo o sull’oggetto nella vista Editor diapositiva per selezionarlo e premete il tasto Canc. Nota: se deselezionate Sovrapposizioni testo. fate clic su Ruota a sinistra o Ruota a destra.UTILIZZO DI PHOTOSHOP LIGHTROOM 2 144 Creazione e visualizzazione delle presentazioni • Nella barra degli strumenti. la visibilità del timbro identità o delle stelle di valutazione non viene disattivata. Rimuovere testo e altri oggetti da una diapositiva Potete rimuovere il testo dal layout di una diapositiva Potete anche disattivare temporaneamente la sovrapposizione del testo in modo che non sia più visibile nella presentazione. . potete recuperarlo in qualsiasi momento attivandolo nuovamente. Se disattivate temporaneamente il testo.

regolate i cursori o immettete un valore per le seguenti opzioni: Diapositive Imposta il tempo (in secondi) per la visualizzazione di ogni foto. • Per creare una dissolvenza di transizione per un colore a tinta unita tra le diapositive. Riprodurre musica con una presentazione In Lightroom è possibile usare una cartella contenente file musicali mp3 (Windows) o una libreria musicale Apple iTunes (Mac OS) per associare una musica alla presentazione durante la riproduzione. Per informazioni sulla creazione di un elenco di riproduzione. • Selezionate Aggiungi timbro identità per visualizzare il timbro sulla diapositiva. selezionate Timbro identità o Stelle di valutazione nel pannello Sovrapposizioni oppure selezionate l’oggetto nella vista Editor diapositiva e premete il tasto Canc. Potete sempre ripristinare il timbro identità o le stelle di valutazione nel layout di una diapositiva selezionandone le opzioni nel pannello Sovrapposizioni.UTILIZZO DI PHOTOSHOP LIGHTROOM 2 145 Creazione e visualizzazione delle presentazioni • Per disattivare la visibilità del timbro identità o delle stelle di valutazione. 1 Preparate la musica da associare alla presentazione: • (Windows) Organizzate i file musicali mp3 in una cartella. 1 Nel pannello Titoli del modulo Presentazione. specificate le seguenti opzioni: • Fate clic sul riquadro dei colori per selezionare dalla finestra a comparsa il colore desiderato per la diapositiva. Organizzate l’elenco di riproduzione nell’ordine desiderato per la riproduzione dei brani durante la presentazione. • Nel pannello Riproduzione del modulo Presentazione. quindi fate clic sul riquadro dei colori e sceglietene uno nella finestra a comparsa. Per impostazione predefinita. fate clic sul riquadro dei colori e scegliete il colore desiderato dalla finestra a comparsa. accertatevi che l’opzione Durata diapositiva sia selezionata. 2 Per ciascun tipo di diapositiva. Denominate i file in modo che vengano ordinati nel modo desiderato. La musica non viene riprodotta con le presentazioni esportate in PDF oppure come una serie di immagini JPEG. selezionate le opzioni Schermata introduttiva e Schermata finale. • Per modificare il colore del timbro identità. . il timbro identità è bianco. create un elenco di riproduzione che includa la musica che desiderate riprodurre. Nelle diapositive introduttive e finali potete visualizzare il timbro identità. selezionate Ignora colore. trascinate il cursore Scala o digitate un valore. Successivamente. selezionate l’opzione Colore. Dissolvenze Imposta il tempo (in secondi) della transizione di dissolvenza tra le diapositive. La musica viene riprodotta durante la visualizzazione della presentazione in Lightroom. Riproduzione ed esportazione delle presentazioni Impostare la durata delle diapositive e delle transizioni Le impostazioni di riproduzione non si applicano alle presentazioni esportate: la durata delle diapositive e le transizioni di dissolvenza sono fisse. consultate la documentazione di iTunes. • Per regolare la dimensione del timbro identità. • (Mac OS) In iTunes. Aggiungere diapositive introduttive e finali Potete aggiungere diapositive con colori a tinta unita all’inizio e alla fine della presentazione per una transizione graduale all’inizio e al termine della stessa.

Freccia sinistra Passa alla diapositiva precedente. Se l’elenco di riproduzione non è visibile. Nota: per riprodurre una presentazione immediata potete anche scegliere Finestra > Presentazione immediata nel menu principale di Lightroom. Anteprima di una presentazione Potete visualizzare l’anteprima di una presentazione durante la creazione nella vista Editor diapositiva. visualizzate nell’area Provino le foto che desiderate mostrare. selezionate le foto desiderate. usate i seguenti tasti: Freccia destra Passa alla diapositiva successiva. selezionate Ripeti nel pannello Riproduzione. selezionate Ordine casuale. Durante la riproduzione. 2 Per avviare la presentazione. selezionate Colonna sonora e scegliete i brani da riprodurre: • (Windows) Fate clic sulla dicitura Fate clic qui per scegliere una cartella di musica. Per ripristinare l’ordine originale delle diapositive.UTILIZZO DI PHOTOSHOP LIGHTROOM 2 146 Creazione e visualizzazione delle presentazioni 2 Nel pannello Riproduzione del modulo Presentazione. . • (Mac OS) Scegliete un elenco di riproduzione iTunes dal menu a comparsa Libreria. ❖ Usate i comandi nella barra degli strumenti per interrompere successiva oppure per riprodurre/mettere in pausa . Freccia sinistra Passa alla diapositiva precedente. Questa opzione si applica solo alla riproduzione sul vostro computer. . Riprodurre una presentazione immediata Una presentazione immediata è una presentazione a schermo intero che potete riprodurre rapidamente da qualsiasi modulo Lightroom. 1 In qualsiasi modulo. quella Riprodurre una presentazione Potete riprodurre una presentazione da Lightroom. visualizzare la diapositiva precedente la presentazione. selezionate Ordine casuale. 3 Per ignorare le impostazioni di durata correnti. la presentazione viene visualizzata a schermo intero. 1 Fate clic su Riproduci nella parte inferiore del pannello destro del modulo Presentazione. usate i seguenti tasti: Freccia destra Passa alla diapositiva successiva. scegliete Aggiorna elenco di riproduzione da iTunes nel menu a comparsa Libreria. Ordinare le diapositive in modo casuale Per riprodurre le diapositive in ordine casuale. Se non desiderate mostrare tutte le foto presenti nell’area Provino. premete Ctrl+Invio (Windows) o Comando+A capo (Mac OS). deselezionate questa opzione. La presentazione immediata usa il modello e le impostazioni correnti del modulo Presentazione. Le immagini e le presentazioni esportate non vengono ordinate in modo casuale. Barra spaziatrice Mette in pausa o riprende la riproduzione. 2 Per ignorare le impostazioni di riproduzione della presentazione. ❖ Nel pannello Riproduzione del modulo Presentazione. Esc Termina la presentazione 3 Per riprodurre la presentazione a ciclo continuo. Individuate la cartella contenente i file mp3 che desiderate usare.

impostazioni di durata. Nota: le foto vengono incorporate con profili sRGB. Il nome viene usato per la cartella in cui verranno inserite le immagini JPEG. con estensione . L’opzione dello schermo intero funziona per le presentazioni riprodotte con Adobe Reader o Adobe Acrobat. Esc Termina la presentazione Esportare una presentazione Potete esportare una presentazione da Lightroom come file PDF riproducibile su altri computer oppure come una serie di immagini JPEG singole. 2 Nella finestra di dialogo Esporta presentazione in JPEG. sequenza casuale delle immagini. Nelle presentazioni PDF esportate non vengono incluse le seguenti funzioni: musica. Le diapositive con una qualità minore generano file di presentazione di dimensioni minori. Esportare una presentazione come PDF Potete esportare una presentazione come file PDF che può essere riprodotto su altri computer o condiviso con i vostri clienti. Le immagini JPEG vengono denominate in base al nome file specificato e a una sequenza numerica. . 3 Individuate e selezionate un percorso in cui salvare il file della presentazione. senza ritaglio o senza modificarne le proporzioni. Non vengono esportate le transizioni né le opzioni di riproduzione. Trascinate il cursore Qualità o immettete un valore numerico compreso tra 0 e 100 (in cui 100 rappresenta la qualità più alta e 0 quella più bassa). in basso a sinistra.JPEG. in basso a sinistra. fate clic su Esporta JPEG. Mostra automaticamente schermo intero Consente di visualizzare le diapositive con le dimensioni dello schermo su cui viene visualizzata la presentazione. L’opzione Schermo applica le dimensioni del monitor in uso. 1 Nel modulo Presentazione. di sfondo e delle celle di diapositiva. 1 Nel modulo Presentazione. Ogni file JPEG include le opzioni di layout. Le dimensioni predefinite corrispondono alle dimensioni in pixel dello schermo del computer in uso. Dimensioni comuni Consente di scegliere da un elenco di dimensioni comunemente usate per le presentazione. Le transizioni della presentazione PDF funzionano quando per la visualizzazione viene usato Adobe Acrobat® o il software gratuito Adobe Reader®. Esportare una presentazione come file JPEG Potete esportare una presentazione come una serie di file JPEG che potete distribuire ai vostri clienti o ad altri utenti. Larghezza e Altezza Specificate le dimensioni in pixel per la presentazione. Le diapositive vengono ridimensionate per adattarsi a tali dimensioni. digitate un nome per la presentazione nella casella Nome file (Windows) o Salva come (Mac OS). 3 Individuate e selezionate un percorso in cui salvare la cartella per le immagini JPEG. ad esempio 640 x 480.UTILIZZO DI PHOTOSHOP LIGHTROOM 2 147 Creazione e visualizzazione delle presentazioni Barra spaziatrice Mette in pausa e riprende la riproduzione della presentazione. fate clic su Esporta PDF. e immettere automaticamente tali valori nei campi Larghezza e Altezza. 5 Fate clic su Salva (Windows) o Esporta (Mac OS). 2 Nella finestra di dialogo Esporta presentazione in PDF. digitate un nome nella casella Nome file (Windows) o Salva come (Mac OS). 4 Impostate le seguenti opzioni: Qualità Consente di eseguire il rendering di ogni diapositiva in base all’impostazione di qualità JPEG specificata.

. Trascinate il cursore Qualità o immettete un valore numerico compreso tra 0 e 100 (in cui 100 rappresenta la qualità più alta e 0 quella più bassa). 5 Fate clic su Salva (Windows) o Esporta (Mac OS). Dimensioni comuni Consente di scegliere da un elenco di dimensioni comunemente usate per i file. Larghezza e Altezza Specificate le dimensioni in pixel per i file JPEG esportati. Le immagini con qualità minore generano file di dimensioni minori. L’opzione Schermo applica le dimensioni del monitor in uso.UTILIZZO DI PHOTOSHOP LIGHTROOM 2 148 Creazione e visualizzazione delle presentazioni 4 Impostate le seguenti opzioni: Qualità Consente di eseguire il rendering di ogni file JPEG in base all’impostazione di qualità specificata. ad esempio 640 x 480. Le dimensioni predefinite corrispondono alle dimensioni in pixel dello schermo del computer in uso. Nota: le foto vengono incorporate con profili sRGB. senza ritaglio o senza modificarne le proporzioni. e immettere automaticamente tali valori nei campi Larghezza e Altezza. Le diapositive vengono ridimensionate per adattarsi a tali dimensioni.

Browser di modelli B.149 Capitolo 10: Stampa delle foto Nel modulo Stampa di Adobe® Photoshop® Lightroom® sono disponibili impostazioni e comandi di layout per la stampa delle foto e dei provini a contatto. informazioni sulle foto e altre opzioni di stampa. Pannelli per specificare le opzioni di layout e output C. B A C D Modulo Stampa A. Lightroom contiene diversi modelli predefiniti con layout differenti per i vari tipi di output di stampa. Numero pagina . Pulsanti Mostra pagina precedente e Mostra pagina successiva D. Potete modificarne le impostazioni e salvarle per creare nuovi modelli personali. Sono inoltre disponibili impostazioni per inserire sulle immagini testo. Consultare anche “Stampa delle foto: flusso di lavoro di base” a pagina 17 Panoramica del modulo Stampa Pannelli e strumenti del modulo Stampa Il modulo Stampa consente di specificare il layout della pagina e le opzioni per la stampa di foto e provini a contatto.

UTILIZZO DI PHOTOSHOP LIGHTROOM 2 150 Stampa delle foto Il modulo Stampa presenta i seguenti pannelli: Anteprima Visualizza il layout di un modello. Guide (Layout griglia) Visualizza i righelli. i margini. La modifica della scala in queste finestre di dialogo della stampante provoca l’applicazione di una seconda scalatura a ogni scala impostata in Lightroom. Modulo layout Indica se il modello selezionato è di tipo Griglia o Pacchetto immagini. la gestione del colore e la nitidezza. Sovrapposizioni Consente di specificare il testo e altri elementi da stampare con le foto. Specificare il formato carta 1 Nel modulo Stampa. Nota: sebbene sia possibile impostare il valore Scala nella finestra di dialogo Opzioni avanzate (Windows) o Formato di stampa (Mac OS) della stampante. Impostazioni immagine Consente di definire in che modo le foto riempiono le celle di un layout di pagina. il numero di righe e colonne e le dimensioni delle celle nel layout di pagina Griglia.com/go/lrvid2214_lrm_it. visitate www. nonché la finestra di dialogo Imposta stampante (Windows) o Stampa (Mac OS) per scegliere una stampante e specificare le impostazioni del driver di stampa. si consiglia di lasciare tale valore pari a 100%. Righelli. nel menu Formato per scegliete Qualsiasi stampante.adobe. 3 Scegliete un formato carta dal menu Formato (Windows) o Formato carta (Mac OS). pertanto. le griglie e le pagine al vivo vengono visualizzati nei layout Pacchetto immagini. fate clic sul pulsante Formato di stampa. visitate www. Raccolte Elenco delle raccolte presenti nel catalogo. Per un video sull’uso del modulo Stampa in Lightroom.com/go/lrvid2212_lrm_it. è possibile che le foto non vengano stampate nel formato atteso. Per visualizzare nel pannello Anteprima il layout di pagina di un modello. Layout (Layout griglia) Consente di specificare i margini. Processo di stampa Consente di specificare la risoluzione di stampa. Un modello Pacchetto immagini consente di stampare una foto in diversi formati su una o più pagine. Browser di modelli Consente di selezionare o visualizzare in anteprima il layout di stampa delle foto. Per un video sui moduli di output di Lightroom.adobe. Un modello Griglia consente di stampare una o più foto nello stesso formato su una o più pagine. I modelli sono organizzati in cartelle contenenti i modelli predefiniti di Lightroom e quelli definiti dall’utente. Il modulo Stampa consente inoltre di aprire la finestra di dialogo Imposta stampante (Windows) o Formato di stampa (Mac OS) per impostare l’orientamento della stampa e il formato della carta. griglie e guide (Layout pacchetto immagini) Consente di definire se e in che modo i righelli. 2 Nella finestra di dialogo Imposta stampante (Windows) o Formato di stampa (Mac OS). scegliete una stampante dal menu Nome (Windows) o Formato per (Mac OS). Nota: (Mac OS) per applicare le impostazioni di configurazione del formato di stampa a tutte le stampanti usate dal computer. 4 Scegliete un orientamento. Celle (Layout pacchetto immagini) Consente di aggiungere celle e pagine ai layout Pacchetto immagini. . le pagine al vivo. le celle di immagini e le dimensioni nel layout di pagina Griglia. portate il puntatore sul nome del modello.

Trascinate il cursore o immettete un valore compreso tra 0 e 100.UTILIZZO DI PHOTOSHOP LIGHTROOM 2 151 Stampa delle foto Nota: (Mac OS) si consiglia di lasciare il valore Scala su 100% e di lasciare che l’immagine venga ridimensionata automaticamente rispetto alla pagina usando un modello specifico. applicare la nitidezza di stampa e impostare la qualità della compressione. 6 Specificate le opzioni di gestione del colore. specificate una risoluzione compresa tra 72 ppi e 600 ppi. Potete inoltre specificare le dimensioni del file e applicare un profilo RGB ICC e un intento di rendering. scegliete una stampante e specificatene le impostazioni. è possibile che la foto venga stampata in un formato non atteso. Media o Alta. fate clic su Proprietà. Se le foto selezionate non sono completamente memorizzate nella cache e le stampate con l’opzione Stampa in modalità Bozza selezionata. 2 Scegliete una stampante e specificatene le impostazioni: • (Windows) Nella finestra di dialogo Imposta stampante. vengono inviati in stampa i dati delle miniature. In questa modalità. selezionate Stampa in modalità Bozza. scegliete Stampa su > File JPEG. fate clic sul pulsante Impostazioni di stampa. di conseguenza. scegliete una stampante dal menu Nome. selezionate Dimensioni file personali e immettete i valori nei campi relativi alla larghezza e all’altezza. 3 Specificate la quantità di Nitidezza stampa desiderata: Bassa. 2 Nella casella Risoluzione file. Potete disporre di più predefiniti per una stampante. Quando stampate in JPEG. Stampare in modalità Bozza Con l’opzione Stampa in modalità Bozza potete stampare provini a contatto e bozze rapide di una foto. scartando alcuni dati per ottenere un file più piccolo. prima di fare clic su Salva scegliete Salva con nome nel menu Preimpostazioni. JPEG usa una compressione con perdita. 5 Per specificare dimensioni di file personali. Se modificate l’impostazione Scala. quindi sul pulsante Avanzate e specificate le impostazioni della stampante nella finestra di dialogo Opzioni avanzate. Usate il menu a comparsa sotto al menu Preimpostazioni per scegliere le opzioni da impostare. Consultare anche “Specificare le anteprime iniziali durante l’importazione” a pagina 41 “Impostare la cache di anteprima” a pagina 42 Stampare in JPEG Nel modulo Stampa. la qualità di stampa di tali foto potrebbe risultare scadente. ❖ Nel pannello Processo di stampa del modulo Stampa. . potete scegliere una risoluzione. I comandi di nitidezza e di gestione del colore non sono disponibili quando usate l’opzione Stampa in modalità Bozza. Impostare una stampante 1 Nel modulo Stampa. vengono utilizzate per la stampa le anteprime delle foto memorizzate nella cache. 4 Specificate la quantità di compressione usando il cursore Qualità JPEG. potete salvare le foto come file JPEG da condividere con un fornitore di servizi di stampa. Nota: (Mac OS) se desiderate salvare le impostazioni della stampante come predefinito. • (Mac OS) Nella finestra di dialogo Stampa. 1 Nel pannello Processo di stampa del modulo Stampa.

fate clic sul nome del modello. Se specificate opzioni di sovrapposizione. Pacchetto immagini è ideale per foto di classe e ritratti di matrimonio. fate clic su Usa nella barra degli strumenti e scegliete Tutte le foto. specificate il formato carta e le impostazioni della stampante nella barra degli strumenti. 2 Nel pannello Browser modelli del modulo Stampa. Per un’anteprima delle foto selezionate nell’area di lavoro. 1 Nel modulo Libreria. I layout Pacchetto immagini sono ottimizzati per un migliore utilizzo dello spazio disponibile sulla pagina e per ridurre al minimo le linee di taglio. incluso eventuale testo in sovrapposizione e le impostazioni del processo di stampa. I modelli Griglia consentono di stampare una o più foto dello stesso formato con diverse configurazioni. Consultare anche “Creare modelli di stampa personali” a pagina 155 Layout delle foto mediante un modello Griglia Scegliere un modello Griglia Un modello Griglia consente di stampare una o più foto nello stesso formato in diversi layout su una o più pagine. Tutti i modelli presentano celle di immagine in cui vengono inserite le foto ed eventuali margini. inoltre. nella parte superiore della colonna sinistra. La funzione Browser modelli del modulo Stampa contiene modelli predefiniti per le operazioni più comuni. potete regolarli anche manualmente. tuttavia. Per modificare le celle di immagine di un modello. il modello contiene anche aree di testo. Potete creare nuovi modelli modificando le impostazioni dei modelli esistenti. trascinate le guide dei margini o i limiti delle celle. sono elencati i modelli personali salvati. selezionate le foto da stampare. In Browser modelli. ad esempio per provini a contatto e pacchetti di immagini. selezionate un modello Griglia. passate il puntatore sul nome del modello desiderato in Browser modelli. Per filtrare le foto selezionate nel modulo Stampa.UTILIZZO DI PHOTOSHOP LIGHTROOM 2 152 Stampa delle foto Consultare anche “Rendere una foto più nitida per la stampa” a pagina 161 “Impostare la gestione del colore per la stampa” a pagina 161 I modelli di stampa I modelli contengono i layout per la stampa delle foto. Foto selezionate o Foto segnalate. quali il formato carta e la stampante. le sovrapposizioni e le specifiche del processo di stampa come modello personale. Selezionate un modello. Potete salvare le modifiche delle impostazioni del layout. Le celle di immagine e i margini di un modello vengono ridimensionati in base al formato carta specificato. Per visualizzare il layout di pagina di un modello nel pannello Anteprima. ad esempio un provino a contatto 4x5. In Lightroom sono disponibili due tipi di modelli di layout: modelli Griglia e modelli Pacchetto immagini. L’anteprima viene aggiornata quando scegliete un modello diverso o specificate opzioni di stampa differenti (ad esempio. quindi usate i comandi nei pannelli di destra del modulo Stampa. quindi aggiungete un modello personale a una cartella. . se aggiungete una sovrapposizione di testo). In un modello di stampa vengono salvate anche le impostazioni del processo di stampa. I modelli Pacchetto immagini consentono di disporre più istanze di una stessa foto in una o più pagine.

Quando questa opzione è selezionata. è possibile che porzioni di foto (specialmente nelle immagini verticali) vengano ritagliate in base alle proporzioni delle celle di immagine. Per espandere o ridurre una cartella. Spazi bianchi riempiono le aree in cui le proporzioni delle foto e delle celle di immagine non corrispondono. è inoltre possibile aggiungere nuove cartelle e modelli personalizzati. selezionate una delle seguenti opzioni: Esegui zoom per riempire Le foto vengono ingrandite per riempire l’intera cella di immagine. se necessario. ❖ Nel pannello Impostazioni immagine del modulo Stampa. Impostazioni immagine Sinistra Foto senza impostazioni di immagine applicate Centro Esegui zoom per riempire Destra Ruota per adattare Se in una cella di immagine non è visualizzata la porzione di foto desiderata. Ruota per adattare Se necessario. Consultare anche “Selezionare le foto nella vista Griglia e nell’area Provino” a pagina 56 “Unire le foto in Raccolta rapida” a pagina 30 Specificare in che modo le foto riempiono una cella di immagine Potete specificare le foto da ridimensionare e ruotare in modo che l’immagine intera si adatti alla cella di immagine. . trascinate la foto all’interno della cella per riposizionarla. fate clic sulla freccia accanto alla cartella stessa. Nel layout Pacchetto immagini. verificate nel pannello Modulo layout se si tratta di un modello Griglia o Pacchetto immagini. potete specificare che le foto riempiano completamente lo spazio della cella di immagine. Oppure. i bordi dell’immagine vengono ritagliati. mentre trascinate tenete premuto Ctrl (Windows) o Comando (Mac OS). le immagini vengono ruotate in modo da ottenere per ogni cella l’immagine più grande possibile. I modelli predefiniti sono elencati nella cartella Modelli di Lightroom.UTILIZZO DI PHOTOSHOP LIGHTROOM 2 153 Stampa delle foto Nota: per confermare il tipo di modello scelto.

A B C D E Margini e guide A. Griglia pagina Consente di definire il numero di righe e colonne di celle di immagine presenti su ogni pagina. le guide delle pagine al vivo. Altezza cella E. accertatevi che l’opzione Mostra guide sia selezionata ed effettuate una delle seguenti operazioni: • Per modificare una cella o un margine. Comandi del pannello Layout Unità di misura righello Consente di impostare le unità di misura del righello da usare nell’area di lavoro.UTILIZZO DI PHOTOSHOP LIGHTROOM 2 154 Stampa delle foto Trascinamento di una foto in una cella di immagine per riposizionarla Ripeti una foto per pagina (Layout griglia) La foto selezionata viene ripetuta in ogni cella di immagine sulla pagina nel layout del modello Griglia. Margine D. Margini Consente di impostare i margini delle pagine. • Selezionate Mantieni quadrato per ottenere celle di immagine quadrate. selezionate o deselezionate Mostra guide. 2 Selezionate le opzioni specifiche per mostrare o nascondere i righelli. Spostate il cursore. Dimensione cella Consente di definire la dimensione delle celle di immagine. immettete un valore di margine o trascinate gli indicatori dei margini nell’area di lavoro. trascinate una guida nell’area di lavoro. Mostrare o nascondere i righelli e le guide delle pagine 1 Nel pannello Guida del modulo Stampa. Modificare i margini delle pagine e le dimensioni delle celle ❖ Nel pannello Guide. Spaziatura cella verticale B. i margini e le distanze. Tutte le celle rientrano entro i margini. Spaziatura cella orizzontale . Spaziatura celle Consente di definire lo spazio tra le celle contigue in ogni riga e colonna. Larghezza cella C. • Usate i cursori o immettete i valori nel pannello Layout.

Layout. trascinatelo sul nome della cartella desiderata. il testo e le impostazioni di output secondo le vostre esigenze. Potete inserire le foto in una Raccolta rapida oppure potete creare una raccolta per salvare la selezione di foto e usarla in un secondo momento. selezionate le opzioni di testo desiderate. 2 Impostate le opzioni in Impostazioni immagini. 3 Per spostare un modello in una cartella. Dopo il salvataggio. 4 Sovrascrivete “Modello senza titolo” per assegnare un nome al modello personale e specificate la cartella (ad esempio “Modelli utente”) in cui inserire il modello. selezionate un modello su cui basare il nuovo modello personale e modificatene il layout. scegliete il formato carta e la stampante. potete creare nuove cartelle nel Browser modelli. Salvare i modelli di stampa personali 1 Nel pannello Browser modelli del modulo Stampa. Creare e organizzare le cartelle dei modelli 1 Fate clic con il pulsante destro del mouse (Windows) o tenendo premuto Ctrl (Mac OS) sull’area in cui desiderate creare la cartella e scegliete Nuova cartella. 3 Se necessario. 2 Nel modulo Stampa. potete salvare un modello personale. 2 Fate clic con il pulsante destro del mouse (Windows) o tenendo premuto Ctrl (Mac OS) su un modello in Browser modelli e scegliete Aggiorna con impostazioni correnti. Se trascinate un modello predefinito di Lightroom in un’altra cartella. Sovrapposizioni e Processo di stampa.UTILIZZO DI PHOTOSHOP LIGHTROOM 2 155 Stampa delle foto Stampare un provino a contatto 1 Nel modulo Libreria. 3 Fate clic sull’icona Più (+) in Browser modelli nel modulo Stampa. griglie e guide. 6 Fate clic su Stampa. 5 (Facoltativo) Nel pannello Processo di stampa. Righelli. Per meglio organizzare i modelli. il modello personale viene elencato nel Browser modelli e può essere usato in un secondo momento. 2 Digitate il nome della cartella e fate clic su OK. Consultare anche “Selezionare le foto nella vista Griglia e nell’area Provino” a pagina 56 “Unire le foto in Raccolta rapida” a pagina 30 Creare modelli di stampa personali Per conservare le modifiche apportate alle celle di immagini e ai margini. Aggiornare i modelli personali 1 Modificate i colori. il modello viene copiato in tale cartella. . 4 Nel pannello Sovrapposizioni. scegliete un modello di provino a contatto nel Browser modelli. selezionate Stampa in modalità Bozza. nonché le sovrapposizioni e le impostazioni di stampa specificate. il layout. selezionate le foto da stampare nel provino a contatto.

• Per importare un modello. • Per esportare un modello. • Selezionate un modello in Browser modelli e fate clic sul segno Meno (-). • Per passare rapidamente alla pagina precedente o successiva. quindi scegliete Esporta.UTILIZZO DI PHOTOSHOP LIGHTROOM 2 156 Stampa delle foto Eliminare i modelli personali Non potete eliminare i modelli predefiniti di Lightroom. fate clic sulle frecce di navigazione sinistra o destra. I modelli vengono salvati con estensione . è inoltre possibile aggiungere nuove cartelle e modelli personalizzati. fate clic sull’icona Mostra prima pagina pagina (sul lato destro della barra degli strumenti). trascinate il puntatore sulla casella del numero di • Per passare a una pagina specifica. fate clic con il pulsante destro del mouse (Windows) o tenendo premuto Ctrl (Mac OS) sull’area in cui desiderate inserire il modello e scegliete Importa. verificate nel pannello Modulo layout se si tratta di un modello Griglia o Pacchetto immagini. Visualizzare pagine diverse nel modulo Stampa Quando il processo di stampa è composto da più pagine. fate clic su di esso con il pulsante destro del mouse (Windows) o tenendo premuto Ctrl (Mac OS). potete navigare rapidamente tra di esse. .lrtemplate. . I modelli predefiniti sono elencati nella cartella Modelli di Lightroom. • Per passare alla prima pagina. 1 Nel modulo Libreria. 2 Nel pannello Browser modelli del modulo Stampa. Creazione di layout di foto per pacchetti di immagini Scegliere un modello Pacchetto immagini Un modello Pacchetto immagini consente di stampare una foto in diversi formati su una o più pagine. selezionate un modello Pacchetto immagini. Fate doppio clic sul file modello. selezionate la foto da stampare. Per espandere o ridurre una cartella. fate doppio clic sulla casella del numero di pagina e digitate il numero nella finestra di dialogo Vai alla pagina. Importare ed esportare i modelli Potete esportare i modelli creati per condividerli con i colleghi o usarli su un altro computer. Nota: per confermare il tipo di modello scelto. ❖ Effettuate una delle seguenti operazioni: • Fate clic con il pulsante destro del mouse (Windows) o tenendo premuto Ctrl (Mac OS) e scegliete Elimina dal menu di scelta rapida. fate clic sulla freccia accanto alla cartella stessa. ❖ Quando un processo di stampa con pagine multiple è aperto nel modulo Stampa. Digitate un nome da assegnare al file di modello e fate clic su Salva. effettuate una delle seguenti operazioni nella barra degli strumenti: • Per passare alla pagina precedente o successiva.

se necessario. Bordi foto Consente di aggiungere un bordo dello spessore (larghezza) specificato alla foto presente in ogni cella di immagine. Sono disponibili sei dimensioni di celle per foto standard. 2 Specificate un’unità di misura per il righello. 2 (Facoltativo) Per ridisporre le celle di immagine sulla pagina. vengono automaticamente aggiunte altre pagine. Se aggiungete più foto rispetto al numero consentito su una pagina. trascinatele. fate clic per aggiungere al layout le celle delle dimensioni desiderate. In alternativa. selezionate una delle seguenti opzioni: Esegui zoom per riempire Le foto vengono ingrandite per riempire l’intera cella di immagine. potete regolare il cursore Altezza o Larghezza nel pannello Celle. griglie e guide scegliete se visualizzare il righello della pagina. fate clic sulla X rossa nell’angolo in alto a sinistra della pagina nell’area di lavoro. selezionate Guide taglio nel pannello Sovrapposizioni. Il posizionamento delle celle sulla pagina è ottimizzato in modo da ridurre al minimo il numero di tagli necessari. Personalizzare un layout Pacchetto immagini Potete aggiungere a un layout di pacchetto di immagini tutte le celle di immagine desiderate e organizzarle sulla pagina in modo automatico o manuale. le immagini vengono ruotate in modo da ottenere per ogni cella l’immagine più grande possibile. Potete salvare un layout di pacchetti di immagini personale come modello di stampa personale. 3 Selezionate una delle opzioni seguenti: Nuova pagina Consente di aggiungere una pagina al layout. 1 Nel pannello Celle. Layout Automatico Ottimizza la disposizione delle foto sulla pagina in modo che sia necessario il minor numero di tagli possibile. Nota: per duplicare una cella. Nota: per eliminare una pagina. trascinate tenendo premuto il tasto Alt (Windows) o Opzione (Mac OS). Cancella layout Consente di cancellare il layout della pagina. 4 (Facoltativo) Per ridimensionare una cella. Traccia interna Aggiunge una traccia interna dello spessore (larghezza) e del colore specificati alla foto presente in ogni cella di immagine. . il comportamento di allineamento della griglia e se visualizzare le dimensioni delle immagini con il layout di pagina al vivo. 3 Per visualizzare le linee di taglio. selezionatela nell’area lavoro e trascinatene le maniglie da un lato o da un angolo. Ruota per adattare Se necessario. la griglia di layout e le guide delle pagine al vivo. i bordi dell’immagine vengono ritagliati. Consultare anche “Specificare in che modo le foto riempiono una cella di immagine” a pagina 153 “Stampare i bordi e le tracce nei layout Pacchetto immagini” a pagina 159 Visualizzare le guide della pagina dei pacchetti immagine 1 Nel pannello Righelli.UTILIZZO DI PHOTOSHOP LIGHTROOM 2 157 Stampa delle foto Specificare le opzioni delle celle per i pacchetti di immagini ❖ Nel pannello Impostazioni immagine del modulo Stampa.

Il timbro identità viene centrato su ogni foto e potete ridimensionarlo o ruotarlo mediante i comandi disponibili nel pannello Sovrapposizioni. Nota: accertatevi che il layout del modello consenta di visualizzare una porzione sufficiente del timbro identità dietro le foto. 6 Per visualizzare il timbro identità su ogni foto in un modello con più foto. spostate i relativi cursori o immettete un valore percentuale. 7 Per visualizzare il timbro identità dietro alle foto. potete inoltre fare clic sul testo del timbro nell’area di lavoro e trascinare un lato o un angolo del riquadro di selezione. 2 (Facoltativo) Per scegliere o creare un altro timbro identità. 5 Per spostare il timbro identità. fate clic sul testo del timbro nel riquadro di lavoro e trascinatelo all’interno del riquadro di selezione. selezionate Rendering dietro immagine. fate clic sul triangolo in basso a destra nella finestra di anteprima del timbro identità e scegliete un’opzione nel menu a comparsa. 3 Per regolare l’opacità o la scala del timbro identità. selezionate Rendering su ogni immagine.UTILIZZO DI PHOTOSHOP LIGHTROOM 2 158 Stampa delle foto Consultare anche “Creare modelli di stampa personali” a pagina 155 Stampa di testo e grafica in sovrapposizione Stampare il timbro identità 1 Nel pannello Sovrapposizioni del modulo Stampa. fate clic sul pulsante Ruota (0°) e scegliete Ruota su schermo 90°. Consultate “Personalizzare i timbri identità e i pulsanti dei moduli” a pagina 28. Ruota su schermo 180° o Ruota su schermo -90°. Nota: per ridimensionare il timbro identità. 4 Per ruotare il timbro identità. . selezionate Timbro identità.

. 2 (Facoltativo) Per regolare lo spessore dei bordi. È possibile specificare il colore e lo spessore del bordo. selezionate Applica traccia a bordo. Stampare i bordi nei layout Griglia 1 Nel pannello Impostazioni immagini. Stampare i bordi e le tracce nei layout Pacchetto immagini 1 Nel pannello Impostazioni immagine. • Per regolare lo spessore della traccia. fate clic sul campione colore e selezionate il colore nella finestra a comparsa. 2 (Facoltativo) Effettuate una o più delle operazioni seguenti: • Per modificare il colore del bordo. • Per regolare lo spessore del bordo.UTILIZZO DI PHOTOSHOP LIGHTROOM 2 159 Stampa delle foto Timbro identità con opzione Rendering dietro immagine Stampare i bordi attorno alle foto Potete aggiungere bordi attorno a tutte le foto da stampare. trascinate il cursore Larghezza. 4 (Facoltativo) Effettuate una o più delle operazioni seguenti: • Per modificare il colore della traccia interna. trascinate il cursore Larghezza. fate clic sul campione del colore e selezionate un colore nella finestra a comparsa. selezionate Bordi foto. 3 Per aggiungere una traccia interna al bordo. selezionate Traccia interna. trascinate il cursore Larghezza.

selezionate Informazioni foto. Segni di taglio Stampa attorno a ogni foto i segni di taglio da usare come guide di taglio dopo la stampa. Testo personalizzato Consente di stampare il testo digitato nella casella Testo personalizzato. è possibile stampare sulle foto informazioni quali nome file.UTILIZZO DI PHOTOSHOP LIGHTROOM 2 160 Stampa delle foto Stampare il nome file. titolo. Informazioni pagina Stampa le impostazioni Nitidezza stampa. Esposizione Consente di stampare la velocità dell’otturatore e le informazioni relative ai numeri di apertura. Tali informazioni provengono dai metadati immessi nel modulo Libreria. Modifica Mostra le informazioni della foto specificate usando la finestra di dialogo Editor modello di testo. Data Consente di stampare la data di creazione della foto. selezionate Opzioni di pagina. quindi selezionate uno dei seguenti elementi. 3/9 e così via. Nei layout di foto Griglia. Profilo e il nome della stampante nella parte inferiore di ogni pagina. quindi fate clic sul triangolo accanto a Impostazioni personali e scegliete una delle seguenti opzioni: Didascalia Consente di stampare le didascalie delle foto. potete aggiungere numeri di pagina. . Titolo Consente di stampare il titolo della foto. Sequenza Consente di stampare un numero sequenziale su ogni foto. ❖ Nel pannello Sovrapposizioni del modulo Stampa. Apparecchiatura Consente di stampare le informazioni sulla fotocamera e sull’obiettivo usati per scattare la foto. Consultate anche “Visualizzazione e modifica dei metadati” a pagina 78. Le informazioni vengono stampate sotto a ogni foto. 2/9. 2 Fate clic sul triangolo a destra di Dimensione font e scegliete una dimensione (in punti) nel menu a comparsa. Nome file Consente di stampare il nome del file di foto. 1 Nel pannello Sovrapposizioni. informazioni sulla stampa e segni di taglio. le informazioni sulla stampa e i segni di taglio nei layout Griglia Nella parte inferiore di un layout di pagina Griglia. Numeri pagina Stampa i numeri di pagina in basso a destra su ogni pagina. la sequenza di numeri sarà 1/9. in base al numero di foto da stampare. Ad esempio. didascalia e parole chiave. Consultare anche “Editor modello nome file ed Editor modello di testo” a pagina 39 Stampare i numeri di pagina. se avete selezionato nove foto da stampare. la didascalia e altre informazioni nei layout Griglia.

tale opzione deve essere specificata separatamente. Per alcuni driver di stampa è disponibile un’opzione per il tipo di carta nella finestra di dialogo Stampa. Standard. . potete lasciare per Nitidezza stampa l’impostazione predefinita. i colori vengono gestiti dalla stampante. se necessario. i dati di immagine vengono ricampionati in base alla risoluzione e alle dimensioni di stampa. specificate se la stampa è destinata a un supporto Opaco o Lucido. Se necessario. fotografica lucida e altri tipi di carta lucida.5 (Leopard). • Per usare la risoluzione nativa della foto (purché non sia inferiore a 72 ppi né superiore a 480 ppi). le prestazioni di stampa risultano rallentate. ma la qualità rimane inalterata. la gestione del colore viene effettuata automaticamente dalla stampante. effettuate una delle seguenti operazioni: • (Facoltativo) Selezionate Nitidezza stampa e nel menu a comparsa sulla destra specificate Bassa. Esempi di supporti di tipo Opaco sono carta per acquerelli. tela e altri tipi di carta non lucida. Questo può essere utile nei casi in cui la nitidezza applicata nel modulo Sviluppo produca già i risultati desiderati. Rendere una foto più nitida per la stampa L’opzione Nitidezza stampa consente di rendere l’immagine più nitida prima di inviarla alla stampante. Successivamente. semilucida. Se l’opzione Stampa in modalità Bozza è attivata. Quando l’opzione Stampa in modalità Bozza è attivata. effettuate una delle seguenti operazioni: • Per controllare la risoluzione di stampa. con l’impostazione Risoluzione di stampa potete specificare il valore di pixel per pollice (ppi) della foto per la stampante. selezionate Output a 16 bit nel pannello Processo di stampa. Altrimenti. deselezionate Risoluzione di stampa. La quantità di nitidezza di stampa applicata automaticamente dipende dalla risoluzione e dal supporto di output del file. La nitidezza di stampa viene applicata in aggiunta all’eventuale nitidezza applicata nel modulo Sviluppo. Esempi di supporti di tipo Lucido sono carta lucida. Il valore predefinito di 240 ppi è idoneo a molti lavori di stampa. Impostare la gestione del colore per la stampa Potete specificare se la gestione del colore durante la stampa deve essere eseguita da Lightroom o dal driver di stampa.UTILIZZO DI PHOTOSHOP LIGHTROOM 2 161 Stampa delle foto Impostazione della risoluzione e della gestione del colore Impostare la risoluzione di stampa Nel modulo Stampa. • Se non desiderate applicare la nitidezza nel modulo Stampa. deselezionate Nitidezza stampa. Nella maggior parte dei casi. consultate la documentazione della stampante usata. Se desiderate usare i profili di colore personali della stampante. la gestione del colore viene eseguita da Lightroom. l’opzione Nitidezza stampa è disattivata. Per stabilire la risoluzione migliore. selezionate Risoluzione di stampa e. Stampa a colori a 16 bit ❖ Per eseguire la stampa con una stampante a 16 bit in un sistema operativo Mac OS 10. Standard o Alta. Nota: il tipo di carta specificato nel pannello Processo di stampa viene usato per calcolare la nitidezza di stampa. specificate un valore diverso. creati per specifiche combinazioni di carta e stampante. incluse le stampe a getto di inchiostro di qualità elevata. Nota: se selezionate Output a 16 bit ed eseguite la stampa con una stampante che non supporta questa funzione. ❖ Nel pannello Processo di stampa del modulo Stampa. ❖ Nel pannello Processo di stampa del modulo Stampa.

Il rendering percettivo rappresenta una buona scelta quando l’immagine presenta molti colori fuori gamma. Se non è possibile individuare alcun profilo. accertatevi che la gestione del colore sia disattivata nel software del driver di stampa. Altrimenti. • Il rendering relativo mantiene inalterati tutti i colori che rientrano nella gamma e modifica i colori fuori gamma nel colore riproducibile più vicino. Lightroom tenta di individuare i profili di stampa personali sul vostro computer. . Quando i colori fuori gamma vengono modificati in colori riproducibili. scegliete un profilo tra quelli elencati nel menu. più limitato rispetto a quello dell’immagine e potrebbe non essere possibile riprodurre fedelmente alcuni colori. • Per inviare i dati di immagine al driver di stampa senza convertire prima l’immagine in base a un profilo. scegliete una delle seguenti opzioni nel menu a comparsa Profilo: • Per usare un profilo colore della stampante in base al quale convertire l’immagine prima di inviarla alla stampante. scegliete Gestito da stampante in modo che la gestione del colore sia eseguita dal driver di stampa. Se scegliete Gestito da stampante. scegliete Gestito da stampante. il colore delle foto verrà convertito due volte e i colori stampati on essere diversi da quanto previsto. • Per selezionare i profili della stampante da visualizzare nel menu a comparsa Profilo. Nota: lo spazio colore della stampante è. Con l’opzione Relativo vengono mantenuti inalterati un maggior numero di colori originali ed è la scelta ideale quando sono presenti pochi colori fuori gamma. 2 Scegliete un intento di rendering per specificare la modalità di conversione dei colori dallo spazio colore dell’immagine a quello della stampante. Se i profili colore della stampante non sono installati nel vostro computer o se Lightroom non è in grado di individuarli. Nota: generalmente potete scegliere questa opzione se non vi sono profili elencati nel menu a comparsa Profilo o se il profilo desiderato non è presente nell’elenco. generalmente. 1 Nell’area Gestione colore del pannello Processo di stampa. Mediante l’intento di rendering scelto si tenta di compensare tali colori fuori gamma. generalmente le impostazioni di gestione del colore possono essere individuate dopo l’apertura della finestra di dialogo Stampa documento in Impostazione\Proprietà\Avanzate (Windows) oppure nel menu a comparsa sotto al menu Preimpostazioni dopo l’apertura della finestra di dialogo Stampa (Mac OS). i profili colore della stampante personali vengono creati tramite dispositivi e software specifici. accertatevi di attivare Metodo ICM per Gestione colori immagine (Windows) o di selezionare ColorSync nelle impostazioni Gestione colore (Mac OS) per il software del driver di stampa in modo che venga applicato il profilo corretto prima di stampare l’immagine. scegliete Altro e selezionate i profili colore nella finestra di dialogo Scegli profili.UTILIZZO DI PHOTOSHOP LIGHTROOM 2 162 Stampa delle foto Nota: generalmente. • Con il rendering percettivo viene mantenuta la relazione visiva tra i colori. Gestito da stampante e Altro sono le uniche opzioni disponibili nell’area Profilo del pannello Processo di stampa. Importante: se scegliete un profilo colore della stampante personale. A seconda del software della stampante. è pertanto possibile che vengano modificati anche i colori che rientrano nella gamma stampabile.

selezionate le foto da stampare. 2 Nel modulo Stampa.UTILIZZO DI PHOTOSHOP LIGHTROOM 2 163 Stampa delle foto Salvare le impostazioni di stampa come una creazione di output Con Lightroom è possibile generare creazioni di output. selezionate un modello e specificate le impostazioni desiderate nei pannelli Impostazioni immagine. nel set specificato. Scegliete un set di raccolte nel menu a comparsa Set per aggiungere la creazione di output a un set esistente. Stampa e Web. 6 In Opzioni stampa. Layout. ma non contengono alcuna foto. La creazione di output di stampa presenta un’icona di layout di pagina . applica le impostazioni di output alle foto presenti nella raccolta. Una creazione di output. Se desiderate che la creazione di output includa copie virtuali anziché le foto originali. Con una creazione di output. Celle e Processo di stampa. Sovrapposizioni. potete aggiungere alla raccolta nuove foto nelle quali vengono automaticamente incluse le impostazioni di output. 4 Fate clic sull’icona Più (+) nel pannello Raccolte e scegliete Crea stampa. 3 Nell’area Provino. oppure scegliete Nessuno. selezionate Includi foto selezionate. al contrario. Righelli. selezionate le foto da includere nella creazione di output. Consultare anche “Raccolte di foto” a pagina 64 “Creare copie virtuali” a pagina 63 . griglie e guide. Una creazione di output differisce da un modello personale poiché i modelli comprendono le opzioni di output. è facile tornare alle impostazioni di output originali per una raccolta specifica di foto. 1 Nel modulo Libreria. La creazione di output viene aggiunta al pannello Raccolte. 7 Fate clic su Crea. Inoltre. 5 Digitate un nome per la creazione di output nella finestra di dialogo Crea stampa. selezionate Crea nuove copie virtuali. cioè raccolte basate sulle impostazioni specificate nei moduli Presentazione.

in versione più grande. Pannelli per personalizzare il layout e specificare le opzioni di output E. Una volta create. Tipo di galleria per Web B. Browser di modelli C. Consultare anche “Creazione di gallerie per il Web: flusso di lavoro di base” a pagina 19 Pannelli e strumenti del modulo Web Il modulo Web consente di specificare il layout del sito Web. Con Adobe® Photoshop® Lightroom® è possibile generare gallerie di foto per il Web dalle foto selezionate.164 Capitolo 11: Creazione di gallerie di foto per il Web Una galleria di foto per il Web è un sito Web contenente miniature di immagini che sono collegate alle foto corrispondenti. Pulsante Anteprima D. le gallerie di foto per il Web possono essere caricate direttamente in un server Web grazie alle funzioni FTP di Lightroom. D A B C E Modulo Web A. Potete scegliere se generare la galleria in formato HTML standard oppure se salvarla per la visualizzazione in un browser mediante Adobe Flash® Player. Pulsanti di navigazione .

Quando personalizzate un modello. Quando selezionate un modello. lo sfondo della pagina Web. Per un video sui moduli di output di Lightroom. per inviare a un server la galleria per il Web. Nota: in Lightroom sono disponibili tre layout di gallerie Flash forniti da Airtight Interactive: Airtight AutoViewer.com/go/lrvid2215_lrm_it. Modulo Consente di selezionare i modelli predefiniti per una galleria Lightroom in formato HTML o Flash oppure uno dei tre layout di gallerie Airtight Interactive. . I modelli predefiniti sono elencati nella cartella Modelli di Lightroom. fate clic su Usa nella barra degli strumenti e scegliete Tutte le foto. Per visualizzare il layout di pagina di un modello nell’anteprima. nonché di aggiungere ombre esterne e definire bordi di sezioni. Per filtrare le foto selezionate nel modulo Web.adobe. Il plug-in Airtight Interactive aggiunge ai pannelli del modulo Web alcune opzioni specifiche per la modifica dei layout Airtight. Per un video sull’utilizzo del modulo Web in Lightroom. passate il puntatore sul nome del modello in questione. nonché di aggiungere una filigrana di copyright. Consente inoltre di specificare se inserire sulle pagine Web un timbro d’identità. fate clic su un modello nel Browser modelli. Specifica dei layout per le gallerie per Web Scegliere i modelli per le gallerie per Web Con Lightroom vengono forniti dei modelli predefiniti per gallerie per Web in formato HTML e Flash. I modelli personali sono elencati nel Browser modelli del modulo Web. le celle. Foto selezionate o Foto segnalate. viene invece salvato un nuovo modello personale con le modifiche apportate. come ad esempio i colori. Impostazioni output Consente di specificare la dimensione in pixel massima per le foto e la qualità JPEG. è inoltre possibile aggiungere nuove cartelle e modelli personalizzati. Impostazioni caricamento Consente di specificare le impostazioni di caricamento. Per espandere o ridurre una cartella. Info sito Specifica il titolo della galleria di foto per il Web. le linee della griglia e i numeri dell’indice. Aspetto Consente di specificare il layout delle celle immagini (per una galleria Lightroom HTML) o il layout di pagina (per una galleria Lightroom Flash). Airtight PostcardViewer e Airtight SimpleViewer. gli effetti rollover.com/go/lrvid2212_lrm_it. questo non viene modificato. il pannello Modulo indica se il modello è per una galleria in formato Flash o HTML. Potete scegliere tali layout nel pannello Modulo.UTILIZZO DI PHOTOSHOP LIGHTROOM 2 165 Creazione di gallerie di foto per il Web Il modulo Web comprende i seguenti pannelli: Anteprima Visualizza il layout di un modello. i dati di contatto e il collegamento Web o e-mail. Palette colori Consente di specificare il colore per il testo. visitate www.adobe. Info immagine Consente di specificare il testo da visualizzare con le anteprime delle immagini. ❖ Nel modulo Web. visitate www. il layout della galleria. il titolo e la descrizione della raccolta. Browser di modelli Elenco dei modelli disponibili per gallerie di foto per il Web. che potete selezionare mediante il Browser modelli. Un’icona in basso a sinistra nel pannello indica se il modello è per una galleria Lightroom in formato HTML o Flash . Raccolte Elenco delle raccolte presenti nel catalogo. Potete personalizzare i modelli predefiniti specificando alcuni elementi. il testo e un timbro identità. fate clic sulla freccia accanto alla cartella stessa.

selezionate Aggiungi ombra esterna alle foto. sotto a questa. a sinistra. Scegliere il layout delle gallerie Flash di Lightroom Lightroom offre diversi layout per gallerie Flash. 2 Scegliete il colore desiderato dalla finestra di colori a comparsa. a sinistra. potete creare nuove cartelle nel Browser modelli. Creare modelli personalizzati per gallerie per il Web Le modifiche apportate ai colori. una riga di miniature a scorrimento. Ogni galleria presenta controlli per la navigazione di una presentazione. selezionate Bordi foto e scegliete un colore per il bordo dal selettore colore. visitate www. • Per aggiungere ombre alle foto. effettuate una delle seguenti operazioni nel pannello Aspetto: • Per visualizzare un numero di indice nell’angolo in alto a sinistra di ogni miniatura. fate clic sul triangolo accanto a Layout e scegliete un layout dal menu a comparsa: A scorrimento La galleria di foto per il Web presenta una versione grande delle immagini e. • Per aggiungere i bordi alle foto. Apposite funzioni di navigazione consentono di passare alle altre pagine di miniature. Specificare l’aspetto delle gallerie HTML di Lightroom 1 Accertatevi che sia selezionato un modello per gallerie HTML. Scegliere i colori per le gallerie di foto per il Web 1 Nel pannello Palette colori. fate clic su Mostra numeri celle. Per meglio organizzare i modelli. 2 Nel pannello Aspetto. 1 Accertatevi che sia selezionato un modello per gallerie Flash di Lightroom. una colonna di miniature a scorrimento. Sinistra La galleria di foto per il Web presenta una versione grande delle immagini e. • Per specificare il layout della griglia di una pagina Web. Una volta salvato.adobe. fate clic sulla griglia e impostatene il numero di righe e colonne. al layout.com/go/exchange_it. . Nota: le gallerie Flash di Lightroom possono contenere fino a un massimo di 500 foto. selezionate Bordi sezione e scegliete un colore per il bordo dal selettore colore. 2 Se la galleria di foto per il Web è una galleria HTML con una griglia. • Per aggiungere i bordi delle sezioni orizzontali. Solo presentazione La galleria di foto per il Web presenta una versione grande delle immagini. al testo e alle impostazioni di output possono essere salvate per creare un modello di galleria per il Web personalizzato. il modello personale viene elencato nel Browser modelli e può essere utilizzato secondo le necessità. una pagina di miniature. fate clic sulla casella del colore accanto a un elemento.UTILIZZO DI PHOTOSHOP LIGHTROOM 2 166 Creazione di gallerie di foto per il Web Per scaricare diversi modelli di terze parti per gallerie per il Web. A pagine La galleria di foto per il Web presenta una versione grande delle immagini.

Fate doppio clic sul file modello. • Per esportare un modello. • Per importare un modello. 2 Specificate le impostazioni desiderate nei pannelli Info sito. 4 Sovrascrivete “Modello senza titolo” per assegnare un nome al modello personale e specificate la cartella (ad esempio “Modelli utente”) in cui inserire il modello. • Selezionate un modello in Browser modelli e fate clic sul pulsante Rimuovi. Digitate un nome da assegnare al file di modello e fate clic su Salva. Info immagine e Impostazioni caricamento. . 3 Per spostare un modello in una cartella. 2 Digitate il nome della cartella e fate clic su OK. Palette colori. trascinatelo sul nome della cartella desiderata. Eliminare i modelli personali Non potete eliminare i modelli predefiniti di Lightroom. quindi scegliete Esporta.UTILIZZO DI PHOTOSHOP LIGHTROOM 2 167 Creazione di gallerie di foto per il Web Salvare modelli personali per gallerie per il Web 1 Nel pannello Browser modelli del modulo Web. selezionate un modello su cui basare il nuovo modello personale e modificatene il layout. Importare ed esportare i modelli Potete esportare i modelli creati per condividerli con i colleghi o usarli su un altro computer. 3 Fate clic sull’icona Più (+) in Browser modelli nel modulo Web. Impostazioni di output. Creare e organizzare le cartelle dei modelli 1 Fate clic con il pulsante destro del mouse (Windows) o tenendo premuto Ctrl (Mac OS) sull’area in cui desiderate creare la cartella e scegliete Nuova cartella. Aspetto. ❖ Effettuate una delle seguenti operazioni: • Fate clic con il pulsante destro del mouse (Windows) o tenendo premuto Ctrl (Mac OS) e scegliete Elimina dal menu di scelta rapida. il layout. Aggiornare i modelli personali 1 Modificate i colori. I modelli vengono salvati con estensione .lrtemplate. 2 Fate clic con il pulsante destro del mouse (Windows) o tenendo premuto Ctrl (Mac OS) su un modello in Browser modelli e scegliete Aggiorna con impostazioni correnti. fate clic su di esso con il pulsante destro del mouse (Windows) o tenendo premuto Ctrl (Mac OS). fate clic con il pulsante destro del mouse (Windows) o tenendo premuto Ctrl (Mac OS) sull’area in cui desiderate inserire il modello e scegliete Importa. il testo e le impostazioni di output secondo le vostre esigenze. Se trascinate un modello predefinito di Lightroom in un’altra cartella. il modello viene copiato in tale cartella.

• Se non desiderate che le pagine Web contengano titolo. al contrario. nel set specificato. fate clic sul testo per attivarne la casella corrispondente e digitate. 4 Fate clic sull’icona Più (+) nel pannello Raccolte e scegliete Crea galleria Web. effettuate una delle seguenti operazioni: • Sovrascrivete il testo nei campi Titolo sito. La creazione di output viene aggiunta al pannello Raccolte. ma non contengono alcuna foto. selezionate Includi foto selezionate. 5 Digitate un nome per la creazione di output nella finestra di dialogo Crea galleria Web. Scegliete un set di raccolte nel menu a comparsa Set per aggiungere la creazione di output a un set esistente.UTILIZZO DI PHOTOSHOP LIGHTROOM 2 168 Creazione di gallerie di foto per il Web Salvare le impostazioni Web come una creazione di output Con Lightroom è possibile generare creazioni di output. 2 Nel modulo Web. tali informazioni vengono memorizzate come un predefinito. Impostazioni di output e Impostazioni caricamento. dati di contatto e un collegamento Web o e-mail. 7 Fate clic su Crea. Se desiderate che la creazione di output includa copie virtuali anziché le foto originali. oppure scegliete Nessuno. 1 Nel modulo Libreria. Specificate le impostazioni desiderate nei pannelli Info sito. applica le impostazioni di output alle foto presenti nella raccolta. . Descrizione raccolta. una descrizione di raccolta o dati di contatto. selezionate Crea nuove copie virtuali. Le informazioni digitate vengono visualizzate su ogni pagina Web. Info di contatto e Collegamento Web o e-mail. selezionate le foto da includere nella creazione di output. Nell’area di lavoro. Consultare anche “Raccolte di foto” a pagina 64 “Creare copie virtuali” a pagina 63 Aggiunta di testo alle gallerie Web Aggiungere titoli. titolo e descrizione della raccolta di foto. 6 In Opzioni galleria Web. cioè raccolte basate sulle impostazioni specificate nei moduli Presentazione. Info immagine. Una creazione di output. è facile tornare alle impostazioni di output originali per una raccolta specifica di foto. dati di contatto o collegamento Web o e-mail. Quando create altre gallerie per il Web. selezionate le foto con cui realizzare la galleria per Web. Titolo raccolta. eliminate il testo nei campi corrispondenti. potete aggiungere alla raccolta nuove foto nelle quali vengono automaticamente incluse le impostazioni di output. 3 Nell’area Provino. Con una creazione di output. Aspetto. Palette colori. descrizione. Una creazione di output differisce da un modello personale poiché i modelli comprendono le opzioni di output. Ogni volta che immettete un titolo di sito o di raccolta. selezionate un modello. se fate clic sul triangolino a destra dei campi corrispondenti potete scegliere un predefinito dal menu a comparsa. La creazione di output per galleria Web presenta un’icona a forma di griglia . ❖ Nel pannello Info sito o nell’area di lavoro. Inoltre. Stampa e Web. descrizione e dati di contatto In ogni pagina di una galleria Web compaiono le seguenti informazioni: titolo della galleria Web.

Nella sezione Dati IPTC. si apre Editor timbro identità. Per visualizzare i metadati di copyright nella didascalia. . scegliete Testo personalizzato dai menu a comparsa accanto a Titolo e Didascalia. fate clic sul menu Impostazioni personali a destra di Titolo o Didascalia e scegliete il tipo di metadati desiderato dal menu a comparsa. selezionate Timbro identità. ❖ Nel pannello Impostazioni di output. fate clic su Inserisci accanto a Titolo e Didascalia. selezionate Aggiungi filigrana di copyright. Viene visualizzata la finestra Editor modello di testo. oppure potete specificare i metadati da utilizzare. Consultare anche “Personalizzare i timbri identità e i pulsanti dei moduli” a pagina 28 Visualizzare titoli e didascalie delle foto nelle gallerie di foto per il Web Potete aggiungere titoli e didascalie sotto la versione grande delle immagini presenti nella galleria di foto per il Web. fate clic sul menu Impostazioni personali a destra di Titolo o Didascalia e scegliete Modifica. 2 (Facoltativo) Per usare un altro timbro identità. ❖ Nel pannello Info immagine. nel pannello Info immagine scegliete Modifica dal menu a comparsa accanto a Didascalia e fate clic su Inserisci in corrispondenza di Copyright. • Per visualizzare le informazioni provenienti dai metadati di una foto. Consultare anche “Editor modello nome file ed Editor modello di testo” a pagina 39 Visualizzare una filigrana di copyright nelle gallerie di foto per il Web Sulle foto presenti nella galleria di foto per il Web può essere visualizzata una filigrana con informazioni sul copyright derivanti dai metadati IPTC relativi al copyright. se nel modulo Libreria avete inserito i metadati Didascalia. quindi fate clic su Chiudi. Nota: se scegliete Modifica. Ad esempio. potete visualizzare il testo corrispondente per le foto presenti nella galleria per Web. • Per visualizzare titolo e didascalia diversi per ogni foto. fate clic sul triangolo nell’area di anteprima del testo appena sotto a Timbro identità e scegliete un’opzione nel menu a comparsa.UTILIZZO DI PHOTOSHOP LIGHTROOM 2 169 Creazione di gallerie di foto per il Web Aggiungere il timbro identità alle gallerie di foto per il Web 1 Nel pannello Aspetto. effettuate una delle seguenti operazioni: • Per visualizzare lo stesso titolo e la stessa didascalia sotto a tutte le foto. quindi immettete il titolo e la didascalia desiderati nelle relative caselle che compaiono. Potete digitare il titolo e la didascalia da visualizzare sotto a ogni foto.

potete ricorrere all’esportazione dei file. vengono inclusi i file SWF necessari. fate clic sul pulsante Esporta. • Per aggiornare l’anteprima della galleria per Web nell’area di lavoro del modulo Web. Salvare una galleria di foto per il Web 1 Nel modulo Web. digitate un nome per la galleria nella casella Nome file e specificate il percorso in cui salvare i relativi file. scegliete un predefinito per server Web dal menu a comparsa Server FTP. dal menu principale di Lightroom scegliete Web > Ricarica. 3 Fate clic su Salva. Nel pannello Impostazioni caricamento viene visualizzato il percorso del server di output (percorso del server con sottocartella contenente i file della galleria per Web).UTILIZZO DI PHOTOSHOP LIGHTROOM 2 170 Creazione di gallerie di foto per il Web Anteprima. Se salvate una galleria Flash. Il salvataggio e il caricamento di gallerie di foto per il Web Una volta creata una galleria di foto per il Web. . 4 Nella finestra di dialogo Password. potete visualizzarla in anteprima nel modulo Web oppure nel browser predefinito. 2 Selezionate Inserisci in sottocartella e digitate il nome della cartella (cartella di output per il Web) in cui verrà inserita la galleria di foto per il Web. 2 Nella finestra di dialogo Salva galleria Web. digitate la password richiesta per l’accesso al server Web e fate clic su Carica. 3 Fate clic sul pulsante Carica. Quando fate clic su Esporta. potete specificare i dati del server FTP nel pannello Impostazioni caricamento e usare le funzionalità FTP di Lightroom per caricare la galleria in un server Web. Nota: le foto e le immagini delle miniature della galleria per Web sono salvate come file JPEG con profili sRGB incorporati. fate clic su Anteprima in browser. viene creata una cartella contenente i file HTML. Caricare una galleria di foto per il Web 1 Nel pannello Impostazioni caricamento. effettuate una delle seguenti operazioni: • Per visualizzare in anteprima la galleria di foto per il Web in un browser. La cartella viene salvata nel percorso che specificate. l’anteprima viene aggiornata in Lightroom e. i file necessari vengono automaticamente generati e trasferiti al server specificato. in genere. ❖ Nel modulo Web. non è quindi necessario ricorrere al comando Ricarica. Per caricare i file mediante una diversa applicazione FTP o per generare una galleria per la visualizzazione offline. in basso a sinistra nella finestra. Quando fate clic sul pulsante Carica. i file delle immagini e altri file per il Web. esportazione e caricamento di una galleria di foto per il Web Visualizzare in anteprima una galleria di foto per il Web Prima di salvare o caricare una galleria di foto per il Web. Nota: mano a mano che modificate la galleria per Web.

2 Scegliete un predefinito dal menu Predefinito. scegliete Salva impostazioni correnti come nuovo predefinito. “root_directory_name” indica il nome del livello principale. digitate un nome per il nuovo predefinito e fate clic su Crea. scegliete Modifica dal menu a comparsa Server FTP. Se necessario. effettuate una delle seguenti operazioni: • Digitate il percorso desiderato nella casella Percorso server. i predefiniti FTP vengono aggiunti al menu Server FTP. 5 (Facoltativo) Selezionate Passivo per Metodo passivo per il trasferimento di dati.UTILIZZO DI PHOTOSHOP LIGHTROOM 2 171 Creazione di gallerie di foto per il Web Impostare un predefinito FTP Potete impostare uno o più predefiniti per il caricamento delle gallerie di foto per il Web in specifici server Web. Una volta fatto clic su OK. Il metodo passivo consente di trasmettere i dati attraverso un firewall. 8 (Facoltativo) Per aggiungere un altro predefinito FTP. utilizzate il carattere barra per definire la directory e le sottodirectory. . • Fate clic su Sfoglia e individuate la directory. Nota: la porta predefinita e generalmente consigliata per il server Web per il protocollo FTP è la porta 21. quindi immettete il nome utente e la password di accesso nelle relative caselle. Durante la digitazione del percorso del server. la password può essere memorizzata nel predefinito stesso. rivolgetevi al vostro provider di hosting Web. 2 Nella casella Server. Per verificare il percorso di accesso alla cartella pubblica sul server Web. ossia la directory a cui è necessario passare per accedere allo spazio sul server Web. 6 Dal menu Predefinito. Eliminare i predefiniti FTP 1 Nel pannello Impostazioni caricamento. 1 Nel pannello Impostazioni caricamento. 3 Dal menu Predefinito. scegliete Personale dal menu Predefinito e specificate la configurazione richiesta. nella parte superiore della finestra di dialogo. 7 Nella finestra di dialogo Nuovo predefinito. 4 (Facoltativo) Specificate una porta per il server Web. “www” è il nome della sottocartella in cui verranno caricati i file per il Web. Per esempio: /root_directory_name/www/ In questo esempio. Specifica del percorso di un server Il percorso del server consente di specificare la posizione nel server Web in cui collocare la cartella della galleria Web in corso di caricamento. scegliete Modifica dal menu a comparsa Server FTP. 3 Per specificare il percorso di una particolare directory nel server Web. scegliete Elimina predefinito “nome del predefinito”. immettete l’URL del server Web.

dall’alto al basso Aprire/chiudere il pannello Istogramma F6 F7 F8 Alt e clic su un pannello Maiusc e clic su un pannello F5 F6 F7 F8 Opzione e clic su un pannello Maiusc e clic su un pannello Ctrl e clic su un pannello Ctrl + Maiusc + 0 (da tastiera principale) Comando e clic su un pannello Comando + Ctrl + 0 Ctrl + Maiusc + 1-3 (da tastiera principale) Comando + Ctrl + 1-3 Ctrl + 0 Comando + 0 Comando + 1-7 Aprire/chiudere i pannelli di destra. Si potrebbero verificare differenze di funzionalità con tastiere di altro tipo o per altre lingue. alla selezione corrente o al pannello attivo. a meno che non sia specificato diversamente. fate clic su un’area con il pulsante destro del mouse (Windows) oppure tenendo premuto il tasto Ctrl (Mac OS). per l’accesso a numerosi comandi potete utilizzare i menu di scelta rapida. Come alternativa all’utilizzo delle scelte rapide da tastiera. il tasto di scelta rapida viene visualizzato a destra del nome del comando nel menu. Se disponibile. I menu di scelta rapida contengono comandi che sono attinenti allo strumento attivo. Per visualizzare un menu di scelta rapida.172 Capitolo 12: Scelte rapide da tastiera Scelte rapide da tastiera Le scelte rapide da tastiera consentono di selezionare strumenti ed eseguire comandi rapidamente senza utilizzare un menu. Le scelte rapide funzionano in tutti i moduli con tastiere standard americane. dall’alto Ctrl + 1-7 al basso . Scelte rapide per l’utilizzo dei pannelli Risultato Mostrare/nascondere i pannelli laterali Mostrare/nascondere tutti i pannelli Mostrare/nascondere la barra degli strumenti Windows Tab Maiusc + Tab T Mac OS Tab Maiusc + Tab T Mostrare/nascondere il selettore dei moduli F5 Mostrare/nascondere l’area Provino Mostrare/nascondere i pannelli di sinistra Mostrare/nascondere i pannelli di destra Attivare/disattivare la Modalità solo Aprire un nuovo pannello senza chiudere il pannello in Modalità solo Aprire/chiudere tutti i pannelli Aprire/chiudere il pannello Navigatore o Anteprima Aprire/chiudere i pannelli di sinistra sotto il pannello Navigatore o Anteprima.

Risultato Aprire una finestra secondaria Passare alla vista Griglia Passare alla vista Lentino normale Passare alla vista Lentino bloccata Passare alla vista Confronto Passare alla Vista d’insieme Passare alla modalità Schermo intero (richiede un secondo monitor) Windows F11 Maiusc + G Maiusc + E Ctrl + Maiusc + Invio Maiusc + C Maiusc + N Maiusc + F11 Mac OS Comando + F11 Maiusc + G Maiusc + E Comando + Maiusc + A capo Maiusc + C Maiusc + N Comando + Maiusc + F11 . ma con l’aggiunta del tasto Maiusc.UTILIZZO DI PHOTOSHOP LIGHTROOM 2 173 Scelte rapide da tastiera Scelte rapide per la navigazione tra i moduli Risultato Passare al modulo Libreria Passare al modulo Sviluppo Passare al modulo Presentazione Passare al modulo Stampa Passare al modulo Web Passare al modulo precedente Windows Ctrl + Alt + 1 Ctrl + Alt + 2 Ctrl + Alt + 3 Ctrl + Alt + 4 Ctrl + Alt + 5 Ctrl + Alt + Freccia su Mac OS Comando + Opzione + 1 Comando + Opzione + 2 Comando + Opzione + 3 Comando + Opzione + 4 Comando + Opzione + 5 Comando + Opzione + Freccia su Scelte rapide per cambiare visualizzazione e modalità dello schermo Risultato Passare alla vista Lentino in Libreria Passare alla vista Griglia in Libreria Passare alla vista Confronto in Libreria Aprire le foto selezionate nel modulo Sviluppo Passare alle diverse modalità Luci spente Attivare/disattivare la modalità attenuazione luci Passare alle diverse modalità di schermo Passare dalla modalità Normale alla modalità Schermo intero e nascondere i pannelli Passare alla modalità schermo Normale Windows E G C D Mac OS E G C D L Ctrl + Maiusc + L L Comando + Maiusc + L F Ctrl + Maiusc + F F Comando + Maiusc + F Ctrl + Alt + F Comando + Opzione + F Scelte rapide per una finestra secondaria Nota: le scelte rapide da tastiera per l’utilizzo della finestra secondaria corrispondono a quelle del modulo Libreria.

(punto) / Comando + Maiusc + Maiusc + . (virgola) Ctrl + Maiusc + . (virgola) Ctrl + Alt + . (virgola) Ctrl + Maiusc + N Mac OS Comando + Maiusc + I Comando + O Comando + . (virgola) Ctrl + P Ctrl + Maiusc + P . (virgola) Comando + P Comando + Maiusc + P Ctrl + Backspace Ctrl + E Ctrl + Alt + E Ctrl + Maiusc + E Ctrl + Alt + Maiusc + E Ctrl + Alt + Maiusc + .UTILIZZO DI PHOTOSHOP LIGHTROOM 2 174 Scelte rapide da tastiera Risultato Mostrare/nascondere la barra Filtro Zoom in/zoom out Windows Maiusc + . (virgola) Comando + Opzione + . (virgola) Comando + Maiusc + N Ctrl + ‘ (apostrofo) Comando + ‘ (apostrofo) Ctrl + R Comando + R Freccia destra/Freccia sinistra Freccia destra/Freccia sinistra Maiusc e clic oppure Ctrl e clic Maiusc e clic oppure Comando e clic F2 Backspace o Canc Alt + Backspace Ctrl + Alt + Maiusc + Backspace F2 Ritorno unitario Opzione + Ritorno unitario Comando + Opzione + Maiusc + Ritorno unitario Comando + Ritorno unitario Comando + E Comando + Opzione + E Comando + Maiusc + E Comando + Opzione + Maiusc + E Comando + Opzione + Maiusc + . (punto) / Maiusc + - Scelte rapide per la gestione delle foto e dei cataloghi Risultato Importare le foto da disco Aprire un catalogo Aprire la finestra Preferenze Aprire Impostazioni catalogo Creare una nuova cartella nel modulo Libreria Creare una copia virtuale (solo nei moduli Libreria e Sviluppo) Mostrare in Scelta risorse/Finder (solo nei moduli Libreria e Sviluppo) Passare alla foto successiva/precedente nell’area Provino Selezionare più cartelle o raccolte (nei moduli Libreria. Presentazione. (virgola) Comando + Maiusc + . Stampa e Web) Rinominare una foto (nel modulo Libreria) Eliminare le foto selezionate Rimuovere le foto selezionate dal catalogo Eliminare le foto selezionate e passare al Cestino Eliminare le foto rifiutate Modificare in Photoshop Aprire in un’altra applicazione di modifica Esportare le foto selezionate Esportare con impostazioni precedenti Aprire Gestione plug-in Stampare la foto selezionata Aprire la finestra di dialogo Formato di stampa Windows Ctrl + Maiusc + I Ctrl + O Ctrl + . (punto) / Maiusc + - Aumentare/ridurre la dimensione delle miniature nella vista Griglia Maiusc + . (punto) / Ctrl + Maiusc + - Mac OS Maiusc + .

(punto) / Ctrl + - Barra spaziatrice oppure Z Comando + .UTILIZZO DI PHOTOSHOP LIGHTROOM 2 175 Scelte rapide da tastiera Scelte rapide per confrontare le foto nel modulo Libreria Risultato Passare alla vista Lentino Passare alla vista Griglia Passare alla vista Confronto Passare alla Vista d’insieme Passare dalla vista Griglia alla vista Lentino Windows E oppure Invio G oppure Esc C N Barra spaziatrice oppure Z Mac OS E oppure A capo G oppure Esc C N Barra spaziatrice oppure Z Freccia giù Scambiare le foto selezionata e candidata in Freccia giù vista Confronto Rendere le foto successive foto selezionata e candidata in vista Confronto Passare dalla vista Lentino alla vista Zoom Zoom in/zoom out in vista Lentino Freccia su Freccia su Barra spaziatrice oppure Z Ctrl + . (punto) / Comando + PagSu/PagGiù su tastiera completa Scorrere verso l’alto/il basso in vista Lentino PagSu/PagGiù su tastiera completa (anche nei moduli Sviluppo e Web) Eseguire una presentazione immediata Ruotare la foto verso destra (senso orario) Ruotare la foto verso sinistra (senso antiorario) Aumentare/ridurre la dimensione delle miniature nella vista Griglia Scorrere verso l’alto/il basso le miniature nella vista Griglia Attivare/disattivare gli extra delle celle Mostrare/nascondere i distintivi Scorrere le diverse viste Griglia Aprire le opzioni della vista Libreria Selezionare più foto distinte Selezionare più foto contigue Selezionare tutte le foto Deselezionare tutte le foto Selezionare solo la foto attiva Deselezionare la foto attiva Aggiungere alla selezione la foto precedente/successiva Selezionare tutte le foto contrassegnate Deselezionare le foto non contrassegnate Raggruppare in una pila Ctrl + Invio Maiusc + M Maiusc + B Comando + A capo Maiusc + M Maiusc + B +/- +/- PagSu/PagGiù su tastiera completa PagSu/PagGiù su tastiera completa Ctrl + Maiusc + H Ctrl + Alt + Maiusc + H J Ctrl + J Ctrl e clic Maiusc e clic Ctrl + A Ctrl + D Ctrl + Maiusc + D O Maiusc + Freccia sinistra/Freccia destra Comando + Maiusc + H Comando + Opzione + Maiusc + H J Comando + J Comando e clic Maiusc e clic Comando + A Comando + D Comando + Maiusc + D O Maiusc + Freccia sinistra/Freccia destra Ctrl + Alt + A Ctrl + Alt + Maiusc + D Ctrl + G Comando + Opzione + A Comando + Opzione + Maiusc + D Comando + G .

UTILIZZO DI PHOTOSHOP LIGHTROOM 2 176 Scelte rapide da tastiera Risultato Scomporre una pila Attivare/disattivare la pila Impostare come immagine superiore della pila Spostare verso l’alto nella pila Spostare verso il basso nella pila Windows Ctrl + Maiusc + G S Maiusc + S Mac OS Comando + Maiusc + G S Maiusc + S Maiusc + Q Maiusc + A Maiusc + Q Maiusc + A Scelte rapide per applicare valutazione e filtro alle foto Risultato Impostare una valutazione a stelle Windows 1-5 Mac OS 1-5 Maiusc + 1-5 Impostare una valutazione a stelle e passare Maiusc + 1-5 (da tastiera principale) alla foto successiva Rimuovere la valutazione a stelle Aumentare/ridurre la valutazione di una stella Assegnare un’etichetta rossa Assegnare un’etichetta gialla Assegnare un’etichetta verde Assegnare un’etichetta blu 0 Q/A 0 Q/A 6 7 8 9 6 7 8 9 Maiusc + 6-9 Assegnare un’etichetta colore e passare alla Maiusc + 6-9 (da tastiera principale) foto successiva Segnalare la foto come selezione Segnalare la foto come selezione e passare alla foto successiva Segnalare la foto come rifiutata Segnalare la foto come rifiutata e passare alla foto successiva Rimuovere lo stato di segnalazione dalla foto Rimuovere lo stato di segnalazione dalla foto e passare alla foto successiva P Maiusc + P P Maiusc + P X Maiusc + X X Maiusc + X U U Maiusc + U Maiusc + U Aumentare/ridurre lo stato di segnalazione Ctrl + Freccia su/Freccia giù Mostrare/nascondere la barra Filtro nel modulo Libreria Aprire più filtri nella barra Filtro Attivare/disattivare i filtri Trovare le foto nel modulo Libreria \ Comando + Freccia su/Freccia giù \ Maiusc e clic sulle etichette dei filtri Ctrl + L Ctrl + F Maiusc e clic sulle etichette dei filtri Comando + L Comando + F .

UTILIZZO DI PHOTOSHOP LIGHTROOM 2 177
Scelte rapide da tastiera

Scelte rapide per l’utilizzo delle raccolte
Risultato Creare una nuova raccolta nel modulo Libreria Aggiungere foto a una Raccolta rapida Mostrare Raccolta rapida Salvare una Raccolta rapida Cancellare una Raccolta rapida Impostare una raccolta di destinazione Windows Ctrl + N Mac OS Comando + N

B Ctrl + B Ctrl + Alt + B Ctrl + Maiusc + B Ctrl + Alt + Maiusc + B

B Comando + B Comando + Opzione + B Comando + Maiusc + B Comando + Opzione + Maiusc + B

Scelte rapide per l’utilizzo dei metadati e delle parole chiave nel modulo Libreria
Risultato Passare al campo Aggiungi parola chiave nel pannello Creazione parole chiave Impostare una scelta rapida da tastiera per una parola chiave Windows Ctrl + K Mac OS Comando + K

Ctrl + Alt + Maiusc + K

Comando + Opzione + Maiusc + K

Aggiungere/rimuovere una scelta rapida da Maiusc + K tastiera per parola chiave dalla foto selezionata Attivare la pittura Aggiungere una parola chiave da un set di parole chiave alla foto selezionata Scorrere i set di parole chiave Copiare/incollare i metadati Ctrl + Alt + K Alt + 1-9

Maiusc + K

Comando + Opzione + K Opzione + 1-9

Alt + 0

Opzione + 0

Ctrl + Alt + Maiusc + C / Ctrl + Alt + Maiusc + Comando + Opzione + Maiusc + C / V Comando + Opzione + Maiusc + V Ctrl + S Comando + S Comando + :

Salvare i metadati in un file Aprire la finestra di dialogo per il controllo ortografico Effettuare il controllo ortografico Aprire la palette Carattere

Comando + ; Comando + Opzione + T

Scelte rapide per il modulo Sviluppo
Risultato Convertire in scala di grigio Tono automatico Bilanciamento del bianco automatico Modificare in Photoshop Windows V Ctrl + U Ctrl + Maiusc + U Ctrl + E Mac OS V Comando + U Comando + Maiusc + U Comando + E

UTILIZZO DI PHOTOSHOP LIGHTROOM 2 178
Scelte rapide da tastiera

Risultato Copiare/incollare le impostazioni di sviluppo Incollare le impostazioni dalla foto precedente Copiare le impostazioni Dopo su Prima

Windows Ctrl + Maiusc + C / Ctrl + Maiusc + V

Mac OS Comando + Maiusc + C / Comando + Maiusc + V Comando + Opzione + V

Ctrl + Alt + V

Ctrl + Alt + Maiusc + Freccia sinistra

Comando + Opzione + Maiusc + Freccia sinistra Comando + Opzione + Maiusc + Freccia destra Comando + Opzione + Maiusc + Freccia su Freccia su / Freccia giù oppure + / -

Copiare le impostazioni Prima su Dopo

Ctrl + Alt + Maiusc + Freccia destra

Scambiare le impostazioni Prima e Dopo Aumentare/ridurre il cursore selezionato per piccoli incrementi Aumentare/ridurre il cursore selezionato per grandi incrementi Scorrere le impostazioni del pannello Base Ripristinare un cursore Ripristinare un gruppo di cursori Ripristinare tutte le impostazioni Sincronizzare le impostazioni Sincronizzare le impostazioni senza utilizzare la finestra di dialogo Sincronizza impostazioni Attivare/disattivare la sincronizzazione automatica Selezionare lo strumento bilanciamento bianco (da qualsiasi modulo) Selezionare lo strumento ritaglio (da qualsiasi modulo) Vincolare le proporzioni quando è selezionato lo strumento ritaglio Ritagliare con le stesse proporzioni del ritaglio precedente Ritagliare dal centro della foto

Ctrl + Alt + Maiusc + Freccia su Freccia su / Freccia giù oppure + / -

Maiusc + Freccia su / Maiusc + Freccia giù oppure Maiusc + + / Maiusc + . (punto) Doppio clic sul nome del cursore Alt e clic sul nome del gruppo Ctrl + Maiusc + R Ctrl + Maiusc + S Ctrl + Alt + S

Maiusc + Freccia su / Maiusc + Freccia giù oppure Maiusc + + / Maiusc + . (punto) Doppio clic sul nome del cursore Opzione e clic sul nome del gruppo Comando + Maiusc + R Comando + Maiusc + S Comando + Opzione + S

Ctrl e clic sul pulsante Sincronizza

Comando e clic sul pulsante Sincronizza

W

W

R

R

A

A

S

S

Alt e trascinare

Opzione e trascinare O

Attivare/disattivare la sovrapposizione della O griglia di ritaglio Ripristinare il ritaglio Selezionare lo strumento rimozione macchie Selezionare lo strumento pennello di regolazione (da qualsiasi modulo) Selezionare lo strumento filtro graduato Aumentare/ridurre la dimensione del pennello Ctrl + Alt + R N

Comando + Opzione + R N

K

K

M </+

M </+

UTILIZZO DI PHOTOSHOP LIGHTROOM 2 179
Scelte rapide da tastiera

Risultato Aumentare/ridurre la sfumatura del bordo del pennello Passare dal pennello regolazione A al pennello regolazione B e viceversa

Windows Maiusc + < / Maiusc + +

Mac OS Maiusc + < / Maiusc + +

D

D

Passare temporaneamente dal pennello A o Alt e trascinare alla gomma Dipingere una linea orizzontale o verticale Aumentare/ridurre il valore Fattore Maiusc e trascinare Trascinare la puntina di regolazione verso destra/sinistra H

Opzione e trascinare

Maiusc e trascinare Trascinare la puntina di regolazione verso destra/sinistra H

Mostrare/nascondere la puntina di regolazione locale Mostrare/nascondere la sovrapposizione della maschera di regolazione locale

O

O

Scorrere i colori per la sovrapposizione della Maiusc + O maschera di regolazione locale Selezionare lo strumento di regolazione Ctrl + Alt + Maiusc + T mirata per applicare una regolazione Curva di viraggio Selezionare lo strumento di regolazione mirata per applicare una regolazione Tonalità Selezionare lo strumento di regolazione mirata per applicare una regolazione Saturazione Selezionare lo strumento di regolazione mirata per applicare una regolazione Luminanza Selezionare lo strumento di regolazione mirata per applicare una regolazione Miscela scala di grigio Deselezionare lo strumento di regolazione mirata Mostrare il ritaglio dei colori Ruotare la foto verso destra (senso orario) Ruotare la foto verso sinistra (senso antiorario) Passare dalla vista Lentino all’anteprima Zoom 1:1 Zoom in/zoom out Eseguire una presentazione immediata Visualizzare Prima e Dopo a sinistra/destra Visualizzare Prima e Dopo in alto/in basso Ctrl + Alt + Maiusc + H

Maiusc + O

Comando + Opzione + Maiusc + T

Comando + Opzione + Maiusc + H

Ctrl + Alt + Maiusc + S

Comando + Opzione + Maiusc + S

Ctrl + Alt + Maiusc + L

Comando + Opzione + Maiusc + L

Ctrl + Alt + Maiusc + G

Comando + Opzione + Maiusc + G

Ctrl + Alt + Maiusc + N

Comando + Opzione + Maiusc + N

J Maiusc + M Maiusc + B

J Maiusc + M Maiusc + B

Barra spaziatrice oppure Z

Barra spaziatrice oppure Z

Ctrl + . (punto) / Ctrl + Ctrl + Invio Y Alt + Y

Comando + . (punto) / Comando + Comando + A capo Y Opzione + Y Maiusc + Y

Visualizzare Prima e Dopo in schermo diviso Maiusc + Y

UTILIZZO DI PHOTOSHOP LIGHTROOM 2 180 Scelte rapide da tastiera Risultato Visualizzare solo Prima Scorrere la sovrapposizione delle informazioni Mostrare/nascondere la sovrapposizione informazioni Creare una nuova istantanea Creare un nuovo predefinito Creare una nuova cartella di predefiniti Aprire le opzioni della vista Sviluppo Windows \ I Mac OS \ I Ctrl + I Comando + I Ctrl + N Ctrl + Maiusc + N Ctrl + Alt + N Ctrl + J Comando + N Comando + Maiusc + N Comando + Opzione + N Comando + J Scelte rapide per il modulo Presentazione Risultato Eseguire una presentazione Eseguire una presentazione immediata Mettere in pausa la presentazione Anteprima di una presentazione Terminare una presentazione Passare alla diapositiva successiva Passare alla diapositiva precedente Aggiungere testo in sovrapposizione Ruotare la foto verso destra (senso orario) Ruotare la foto verso sinistra (senso antiorario) Mostrare/nascondere le guide Esportare una presentazione in formato PDF Esportare una presentazione in formato JPEG Creare un nuovo modello per presentazione Creare una nuova cartella per modelli per presentazione Windows Invio Ctrl + Invio Barra spaziatrice Alt + Invio Esc Freccia destra Freccia sinistra Ctrl + T Maiusc + M Maiusc + B Mac OS A capo Comando + A capo Barra spaziatrice Opzione + A capo Esc Freccia destra Freccia sinistra Comando + T Maiusc + M Maiusc + B Ctrl + Maiusc + H Ctrl + J Comando + Maiusc + H Comando + J Ctrl + Maiusc + J Comando + Maiusc + J Ctrl + N Comando + N Ctrl + Maiusc + N Comando + Maiusc + N Salvare le impostazioni della presentazione Ctrl + S Comando + S .

UTILIZZO DI PHOTOSHOP LIGHTROOM 2 181 Scelte rapide da tastiera Scelte rapide per il modulo Stampa Risultato Stampare Stampare una copia Aprire la finestra di dialogo Formato di stampa Aprire la finestra di dialogo Impostazioni di stampa Passare alla prima pagina Passare all’ultima pagina Passare alla pagina precedente Passare alla pagina successiva Mostrare/nascondere le guide selezionate Mostrare/nascondere i righelli Mostrare/nascondere la pagina al vivo Windows Ctrl + P Ctrl + Alt + P Ctrl + Maiusc + P Mac OS Comando + P Comando + Opzione + P Comando + Maiusc + P Ctrl + Alt + Maiusc + P Comando + Opzione + Maiusc + P Ctrl + Maiusc + Freccia sinistra Ctrl + Maiusc + Freccia destra Freccia sinistra Freccia destra Ctrl + Maiusc + H Ctrl + R Ctrl + Maiusc + Y Comando + Maiusc + Freccia sinistra Comando + Maiusc + Freccia destra Freccia sinistra Freccia destra Comando + Maiusc + H Comando + R Comando + Maiusc + Y Comando + Maiusc + M Comando + Maiusc + T Comando + Maiusc + U Comando + A capo Maiusc + M Maiusc + B Mostrare/nascondere i margini e le distanze Ctrl + Maiusc + M Mostrare/nascondere le celle di immagini Mostrare/nascondere le dimensioni Eseguire una presentazione immediata Ruotare la foto verso destra (senso orario) Ruotare la foto verso sinistra (senso antiorario) Creare un nuovo modello di stampa Creare una nuova cartella per modelli di stampa Salvare le impostazioni di stampa Ctrl + Maiusc + T Ctrl + Maiusc + U Ctrl + Invio Maiusc + M Maiusc + B Ctrl + N Ctrl + Maiusc + N Comando + N Comando + Maiusc + N Ctrl + S Comando + S Scelte rapide per il modulo Web Risultato Caricare nuovamente la galleria per Web Anteprima nel browser Eseguire una presentazione immediata Esportare la galleria per Web Windows Ctrl + R Ctrl + Alt + P Ctrl + Invio Ctrl + J Mac OS Comando + R Comando + Opzione + P Comando + A capo Comando + J .

UTILIZZO DI PHOTOSHOP LIGHTROOM 2 182 Scelte rapide da tastiera Risultato Creare un nuovo modello di galleria per Web Creare una nuova cartella per modelli di galleria per Web Salvare le impostazioni della galleria per Web Windows Ctrl + N Mac OS Comando + N Ctrl + Maiusc + N Comando + Maiusc + N Ctrl + S Comando + S Scelte rapide per l’utilizzo della Guida Risultato Visualizzare le scelte rapide del modulo corrente Nascondere le scelte rapide del modulo corrente Passare alla Guida del modulo corrente Aprire la Guida nell’area Supporto della comunità Windows Maiusc + H Mac OS Maiusc + H Clic Clic Maiusc + Alt + H F1 Comando + Opzione + ? Comando + ? .

comando 62 Copia impostazioni. barra applicare predefiniti 94 filtri Attributo 92 filtri Metadati 93 filtro Testo 92 informazioni 91 personalizzare 93 rimuovere predefiniti 94 E Editor modello di testo 39 Editor modello nome file 39 Elenco parole chiave. vista confrontare le foto 58 informazioni 8 Converti le foto in DNG. regolare 102 Browser modelli per gallerie per Web 165 per layout di stampa 152 per presentazioni 136 browser volumi 52 C cache di anteprima 42 calibrazione fotocamera 108 caratteri speciali (solo Mac OS) 91 cartelle cartelle esaminate 43 creare 53 eliminare 53 rinominare 53 sincronizzare 54 spostare 53 cartelle esaminate 43 Cartelle. comando 133 area di lavoro panoramica 5 scurire 25 Attiva importazione automatica. pannello 110 download di software 2 F filtro graduato. filtri 92 azioni di post-elaborazione 127 B barra degli strumenti impostare le etichette colore 77 impostare le segnalazioni 75 impostare stelle di valutazione 74 nascondere 25 personalizzare 25 bilanciamento bianco. Vedere XMP . specificare iniziali 41 Apri come livelli in Photoshop. Vedere etichette colore Exchange 2 Extensible Metadata Platform. pannello 53 cataloghi aggiornare le foto 61 aprire 50 creare 50 eliminare le foto 64 importare da catalogo 42 importare da Photoshop Elements per Windows 42 importare foto da disco 37 individuare le foto mancanti 61 informazioni 8 rimuovere le foto 64 trovare foto 91 catalogo. impostazioni 51 Chiarezza 106 Colore. comando 64 Esegui zoom per riempire. comando 128 Esporta impostazioni raccolta dinamica. comando 68 esportare gallerie per Web 170 presentazioni 147 esportare foto scegliere una cartella di destinazione 124 esportare le foto applicare i predefiniti 128 azioni di post-elaborazione 127 con impostazioni precedenti 128 denominare le foto 125 impostazioni dei file 125 salvare i predefiniti 128 esportazione delle foto informazioni 12 etichette colore eliminare 77 informazioni 77 modificare 77 rinominare 77 visualizzare 73 etichette. comando 43 attività. filigrana per gallerie per Web 169 correzione occhi rossi. strumento 113 Creazione parole chiave. comando 133 Apri come oggetto avanzato in Photoshop. opzione in modulo Stampa 153 Esporta con precedente.183 Indice A aberrazione cromatica 115 Adobe Exchange 2 aggiornamenti 2 aggiornare le foto nel catalogo 61 annullare le pile di foto 70 anteprime iniziali 41 anteprime. pannello 107 comandi Vedere anche i nomi dei singoli comandi scelte rapide da tastiera 172 confrontare le foto 58 Confronto. comando 76 disturbo immagine 113 Divisione toni. pannello 86 creazioni di output gallerie per Web 168 presentazione 140 stampare 163 Curva di viraggio. pannello 106 D denominazione. opzioni 38 Deseleziona foto segnalate. pannello 84 Elimina la foto. comando 120 copie virtuali informazioni 63 copyright. strumento 117 Filtro libreria. monitorare 28 Attributo. comando 128 Esporta con predefinito.

Vedere IPTC IPTC. comando 75 modelli per gallerie per Web 165 per presentazioni 136 per stampa 152 modelli di stampa informazioni 152 Modifica in Adobe Photoshop Elements. pannello 107 HSL/Colore/Scala di grigio. predefiniti eliminare 171 impostare 171 percorso server 171 G gamma tonale regolare 104 usare il pannello Curva di viraggio 107 usare il pannello Istogramma 105 gestione del colore informazioni 33 per la stampa 161 Griglia. gallerie scegliere il layout 166 font ingrandire il font di interfaccia 27 formati di file informazioni 36 foto denominare 38 eliminare 64 modificare e ripristinare l’ora di acquisizione 80 navigare 55 rinominare 62 sfogliare 60 spostare in un’altra cartella 60 foto mancanti individuare 61 FTP. comando 25 M metadati aggiungere e modificare i metadati IPTC 80 applicare durante importazione 41 applicare predefiniti 82 copiare e incollare 82 creare predefiniti 81 informazioni 78 modificare predefiniti 82 salvare in file XMP 83 scrivere su XMP 78 sincronizzare 83 visualizzazione 79 Metadati. formato file 36 L Leggi metadati dai file. comando 66 Imposta etichetta colore. comando 13. comando 75 Impostazioni di importazione automatica. pannello 107 HTML. informazioni 78 istantanee 122 istogrammi informazioni 99 regolare la gamma tonale 105 J JPEG.UTILIZZO DI PHOTOSHOP LIGHTROOM 2 184 Indice rinominare predefiniti 94 salvare predefiniti 93 Flash. 131 . comando 44 impostazioni di sviluppo con Sviluppo rapido 95 ripristinare impostazioni Sviluppo rapido 95 sincronizzare 121 strumento Pittore 121 Incolla impostazioni da precedente. guide H HDR. gallerie layout della griglia 166 I immagine a specchio. spostamento e copia 37 selezionare foto 38 Importazione automatica. modelli di stampa 152 Griglia. modalità 58 Importa impostazioni raccolta dinamica. opzione nel modulo Presentazione 137 installare Photoshop Lightroom 1 interfaccia personalizzare 27 specificare la lingua 28 International Press Telecommunications Council. vista informazioni 8 opzioni di visualizzazione 48 Libreria. vista dimensioni miniature 49 filtrare le foto 30 impostare stelle di valutazione 74 informazioni 8 mostrare le foto 55 opzioni di visualizzazione 47 riordinare le foto 55 selezionare le foto 56 guide. comando 43 Imposta come raccolta di destinazione. Vedere pagina. segnalazioni ed etichette 73 Libreria. comando 121 individuare foto mancanti 61 Ingrandisci per riempire cornice. comando 83 Lentino. filtri 93 Metadati. modificare in Photoshop 134 HSL. modulo barra degli strumenti 46 cambiare vista 47 confrontare le foto 58 informazioni 8 ingrandire una foto 31 visualizzare su un secondo monitor 25 visualizzare valutazioni. aggiungere il proprio logo 28 luci con ritaglio 105 Luci spente. comando 69 importare foto applicare impostazioni di sviluppo 41 applicare metadati 41 backup 38 da catalogo 42 da Photoshop Elements per Windows 42 denominare le foto 38 importazione automatica 43 informazioni 6 preferenze 35 riferimento. aprire in Photoshop 133 logo. comando 88 Imposta segnalazione. comando 77 Imposta scelta rapida parola chiave. seconda finestra aprire 25 informazioni 25 opzioni vista 26 livelli. pannello azioni 83 impostare stelle di valutazione 74 informazioni 79 Migliora foto.

modelli di stampa 156 pagina. Vedere stampa Provino filtrare le foto 30 informazioni 29 mostrare le foto 55 selezionare le foto 56 visualizzare altre foto 30 R Raccolta rapida informazioni 30 raccolte aggiungere foto 67 convertire da raccolte rapide 67 creare 65 eliminare 66 informazioni 64 raccolte di destinazione 66 Raccolte dinamiche 67 rimuovere foto 67 rinominare 66 set di raccolte 66 . modulo informazioni 14 pannelli 135 presentazioni bordi 137 creare 15 creare modelli personali 139 esportare come PDF 147 esportare in JPEG 147 immediate 146 margini delle diapositive 138 modelli 136 musica 145 ombre esterne 137 ombre esterne del testo 143 ordine casuale 146 ridimensionare testo e oggetti 144 rimuovere testo e oggetti 144 riprodurre 146 ruotare le diapositive 139 salvare creazioni di output 140 schermate introduttive e finali 145 sfondi 138 spostare e ruotare testo e oggetti 143 testo e metadati 142 timbri identità 141 transizioni e durate 145 valutazioni 142 visualizzare in anteprima 146 presentazioni immediate 146 processi monitorare 28 profili colore creare profili monitor 34 installare 34 per la stampa 33 provini a contatto. unire in Photoshop 133 pennello regolazione. aprire in Photoshop 133 ombre con ritaglio 105 Opzioni di visualizzazione. comando 65 Nuovo set raccolte.UTILIZZO DI PHOTOSHOP LIGHTROOM 2 185 Indice Modifica in Adobe Photoshop. comando 67 Nuova raccolta. recuperare 27 preferenze impostazione 27 Preferenze di Modifica esterna 130 Presentazione. strumento 117 periferiche di input. profili 34 periferiche di output. supporto di più monitor. 131 Modifica ora di acquisizione. strumento impostazioni di sviluppo 121 pittore. comando 66 O Oggetti avanzati. comando 32 mostrare foto in vista Griglia o in Provino 55 Motore di ricerca della comunità 2 musica per presentazioni 145 N navigare tra le foto 55 Negativo Digitale (DNG) convertire 62 Negativo digitale (DNG) informazioni 36 nitidezza foto per stampa 161 numeri di pagina 160 Nuova raccolta dinamica. profili 34 personalizzare font interfaccia 27 lingua interfaccia 28 timbro identità. comando 47 ora di acquisizione modificare e ripristinare 80 ortografia (solo Mac OS) 90 P Pacchetto immagini. strumento applicare segnalazioni alle foto 76 etichette 77 parole chiave 88 valutazioni 74 plug-in gestione 129 in Adobe Store 2 plug-in di esportazione 129 predefiniti di sviluppo 100 predefiniti. guide 154 pannelli informazioni 23 panorama. pulsanti modulo 28 Photoshop (PSD). comando 80 modificare aprire foto in Photoshop o Photoshop Elements 131 HDR in Photoshop 134 in altre applicazioni 132 in Photoshop o Photoshop Elements 13 livelli in Photoshop 133 oggetti avanzati in Photoshop 133 panorama in Photoshop 133 moduli informazioni 5 passare da un modulo a un altro 5 monitor profili 34 monitor. comando 13. formato file 36 pile di foto annullare 70 creare una pila in base all’ora di acquisizione 72 dividere 72 eliminare le foto 71 espandere 71 informazioni 69 modificare le foto 73 pila automatica 72 raggruppare le foto 70 ridurre 71 rimuovere le foto 71 specificare la foto superiore 72 spostare le foto 72 Pittore. seconda finestra monitorare i processi 28 Mostra sovrapposizione informazioni. Vedere Libreria.

strumento 112 Rimuovi da raccolta. didascalie e parole chiave 160 numeri di pagina 160 personalizzare layout Pacchetto immagini 157 profilo colore 33 provini a contatto 155 righelli e guide 154 salvare raccolte output 163 segni di taglio 160 specificare formato carta 150 stampare in modalità Bozza 151 timbri identità 158 Stampa in modalità Bozza. Vedere TIFF. segnalazione. colorizzare 110 scaricamenti software 2 scaricamento aggiornamenti. pannello informazioni 94 ripristinare 95 Sviluppo. Vedere segnalazioni set di parole chiave creare 89 informazioni 89 modificare 89 rinominare o eliminare 89 scegliere 89 Sincronizza impostazioni. comando 83 Salva raccolta rapida. pulsante 25 segnalazione visualizzare 73 segnalazioni informazioni 75 selezionare foto con segnalazione 76 segni di taglio 160 Seleziona foto segnalate. comando 76 selezionare foto in Provino 56 in vista Griglia 56 selezione. modulo applicare regolazioni 10 copiare impostazioni 102 informazioni 10 ingrandire una foto 31 pannelli 96 regolare gamma tonale 104 regolazioni locali 117 ripristinare le regolazioni 101 striscia degli strumenti 98 viste prima e dopo 102 T tag parole chiave aggiungere alle foto 86 copiare e incollare 86 creare 85 importare ed esportare 87 informazioni 84 rimuovere ed eliminare 87 set di parole chiave 89 visualizzare 84 Tagged-Image File Format (TIFF). modulo informazioni 17 pannelli 149 stampare le foto 18 visualizzare le pagine 156 stampare informazioni 18 stelle di valutazione visualizzare 73 Storia. pannello 122 strumenti scelte rapide da tastiera 172 strumenti. opzione 153 ruotare le diapositive 139 ruotare le foto 58. formato file 36 timbro identità 28 . comando 67 rinominare le foto 62 riordinare le foto in vista Griglia 55 Ripristina ora di acquisizione originale.UTILIZZO DI PHOTOSHOP LIGHTROOM 2 186 Indice spostare le foto in un’altra raccolta 67 trovare foto 94 raccolte di destinazione 66 Raccolte dinamiche esportare come catalogo 69 impostazioni di esportazione 68 informazioni 67 modificare 68 raccolte rapide convertire in raccolte 67 raddrizzare le foto 111 raw. opzione 151 Stampa. formato file Testo. comando 80 riproduzione presentazioni 146 Risorse della comunità 2 ritagliare le foto 111 Ruota per adattare. comando 83 sincronizzare le cartelle 54 Sovrapposizione informazioni visualizzare 32 sovrapposizione ritaglio. impostazioni copiare 120 Sviluppo. comando 67 saturazione regolare un intervallo di colori specifico 107 saturazione colore 106 scala di grigio convertire 109 immagini da Photoshop 110 regolare il tono. file da fotocamera 36 controlli di regolazione toni 104 raw. 110 righelli 154 rimozione macchie. filtro 92 TIFF. strumento 107 regolazioni locali 117 rendere le foto più nitide modulo Sviluppo 114 RGB. Vedere scelte rapide da tastiera SDK per output 129 Seconda finestra. Vedere raw. strumento 111 stampa bordi 159 colori a 16 bit 161 creare modelli di stampa personali 155 gestione del colore 161 impostare la risoluzione 161 impostare le stampanti 151 informazioni sulla stampa 160 JPEG 151 modelli 152 modelli Griglia 152 modelli Pacchetto immagini 156 nitidezza 161 nomi file. 110 S Salva metadati nei file. plug-in e versioni di prova 2 scelte rapide da tastiera informazioni 172 scelte rapide per parole chiave 88 scelte rapide. valori di colore 99 riflettere le foto 58. comando 121 Sincronizza metadati. striscia 98 Sviluppo rapido. formato file. file da fotocamera regolazione mirata.

Vedere presentazioni trovare foto con i filtri Metadati 93 con i tag parole chiave 94 nel catalogo 91 nelle raccolte 94 trovare le foto con i filtri Attributo 92 con i filtri Testo 92 con la barra Filtro libreria 91 U Unisci come HDR in Photoshop. comando 133 V versioni di prova 2 vignettatura 116 dopo ritaglio 116 Vista d’insieme confrontare le foto 58 informazioni 8 vista dello schermo 23 W Web. comando 134 Unisci come panorama in Photoshop.UTILIZZO DI PHOTOSHOP LIGHTROOM 2 187 Indice token 39 transizioni e durate. modulo informazioni 19 pannelli 164 X XMP 78 . gallerie aggiungere testo 168 aggiungere timbro identità 169 anteprima 170 caricare 170 creare 20 filigrana di copyright 169 gallerie Flash 166 layout della griglia 166 modelli 165 modelli personalizzati 166 percorso server 171 predefiniti FTP 171 salvare creazioni di output 168 salvare e caricare 170 scegliere i colori 166 titoli e didascalie delle foto 169 Web.