You are on page 1of 5

Regolamento del

Centro Servizi Nazionale Pionieri

Titolo I. Principi e scopi

Articolo 1
(Costituzione e funzionamento)
Il “Centro Servizi Nazionale Pionieri” è costituito presso l’Ispettorato Nazionale
Pionieri C.R.I. per il perseguimento di finalità di supporto necessarie al
raggiungimento degli obiettivi del Progetto Associativo (O.C. n. 445/04 del 21
giugno 2004 e successive modifiche e integrazioni).
Il Centro usufruisce delle strutture, delle risorse economiche e strumentali, dei
mezzi e dei materiali affidati alla Componente e si avvale di una unità di
personale dipendente distaccata dal Comitato Centrale C.R.I.

Articolo 2
(Obiettivi)
Il Centro esercita una funzione di sostegno alle iniziative della Componente. A
tal fine:
a) provvede all’approvvigionamento di beni e servizi necessari alle
attività d’istituto della Componente;
b) fornisce supporto agli Ispettorati e Gruppi Pionieri curando, in
special modo e su incarico del Consiglio Nazionale Pionieri, la
creazione, la stampa e la diffusione di materiale a carattere
promozionale. A tal fine può servirsi dei Consulenti dell’Ispettorato
Nazionale;
c) provvede alle forniture necessarie alla Scuola Nazionale di
formazione della Componente;
d) effettua opera di ricognizione di tutti gli ausili creati dai Gruppi
Pionieri con lo scopo di renderli accessibili su scala nazionale.

Titolo II. Strutture

Articolo 3
(Attribuzioni dell’Ispettore Nazionale Pionieri in ordine al funzionamento del
Centro)
L’Ispettore Nazionale Pionieri:
a) approva le linee di indirizzo generali per il funzionamento del
Centro;
b) nomina il Direttore del Centro. Allo stesso modo lo può revocare
per gravi e continuate inadempienze;
c) nomina, sentito il Direttore, il Magazziniere. Allo stesso modo lo
può revocare per gravi e continuate inadempienze;
d) vigila sul materiale affidato alla gestione del Centro;

1 di 3
e) vigila sull’osservanza dei regolamenti vigenti e delle direttive
approvate dal Consiglio Nazionale Pionieri nell’ambito delle proprie
prerogative.

Articolo 4
(Attribuzioni del Consiglio Nazionale Pionieri in ordine al funzionamento del
Centro)
Il Consiglio Nazionale Pionieri:
a) approva annualmente il documento strategico che fissa gli obiettivi
del Centro e le priorità in ordine ai beni e servizi da acquisire;
b) approva annualmente il rendiconto delle attività del Centro;
c) approva i parametri per la distribuzione a titolo gratuito dei beni e
servizi acquistati dal Centro;
d) definisce le procedute per la cessione a titolo oneroso dei beni e
servizi acquistati dal Centro.

Articolo 5
(Direttore del Centro)
Il Direttore del Centro è il responsabile organizzativo del Centro ed esercita le
attività di gestione inerenti. Questi:
a) risponde all’Ispettore Nazionale sul raggiungimento degli obiettivi
fissati nel documento strategico;
b) segue l’iter di approvvigionamento dei beni e servizi da acquisire;
c) organizza i servizi di magazzino del Centro.

Articolo 6
(Magazziniere)
Il Magazziniere del Centro:
a) sovrintende alle operazioni di carico e scarico del materiale;
b) provvede ad aggiornare costantemente il libro di inventario di
tutto ciò che è in possesso del Centro. L’inventario può essere
organizzato anche con modalità telematiche;
c) si occupa delle spedizioni del materiale;
d) annota tutto il materiale affidato in comodato dietro autorizzazione
del Direttore, provvedendo altresì a segnalare tempestivamente
all’Ispettore Nazionale le irregolarità e le mancate restituzioni.

Articolo 7
(Durata in carica delle strutture del Centro)
Il Direttore del Centro ed il Magazziniere durano in carica quattro anni. Essi
decadono comunque al momento del rinnovo del mandato dell’Ispettore
Nazionale che li ha nominati.

2 di 3
Titolo III. Procedure

Articolo 8
(Acquisti ed assegnazioni)
L’acquisto e l’assegnazione dei beni e servizi del Centro sono operati nel
rispetto della normativa vigente e del presente regolamento.
Il Direttore si fa carico di adottare ogni utile metodologia di lavoro, atta a
favorire la tempestività e l’efficienza del procedimento.

Articolo 9
(Qualità)
A cadenza annuale, il Centro promuove un’operazione di verifica della qualità
dei servizi resi, mediante questionari ed altre iniziative che coinvolgano i
Gruppi d’Italia.
Le modalità di tale operazione, che mira anche a chiedere le necessità
rappresentate ai vari livelli associativi e può avvenire per via telematica, sono
stabilite dal Consiglio Nazionale Pionieri.
Il Centro rende pubblici i dati statistici sull’andamento della qualità.

Titolo IV. Disposizioni transitorie e finali

Articolo 10
(Proroga procedure vigenti)
Fino all’insediamento del Direttore del Centro, sono prorogati:
- le procedure previste dall’Ordinanza Commissariale n. 4595 del
29.07.1997;
- il mandato dell’attuale Coordinatore del Centro Servizi Pionieri.

Articolo 11
(Inventario)
Entro trenta giorni dall’insediamento del Direttore e del Magazziniere del
Centro, si procede all’inventario dei beni e del materiale in possesso del Centro
Servizi Nazionale Pionieri. Il relativo rendiconto è inviato all’Ispettorato
Nazionale Pionieri.

3 di 3