Mappa concettuale: la poesia da D’Annunzio e Pascoli al Novecento

La poetica decadente o simbolista influenza sia D’Annunzio che Pascoli
Il sublime delle piccole cose: le tamerici sono piante

D’Annunzio, Alcyone, libro delle Laudi Da La pioggia nel pineto
Strofe di versi liberi E immersi noi siam nello spirto silvestre, d’arborea vita viventi; e il tuo vólto ebro è molle di pioggia come una foglia, e le tue chiome auliscono come le chiare ginestre, o creatura terrestre che hai nome Ermione. - Per il verso brevissimo, la verticalità, il poeta visto come tramite del mistero e dell’Assoluto poesia della parola

G. Pascoli Novembre da Myricae (1891)
Ballata di settenari Un bubbolìo lontano…. Rosseggia l’orizzonte, come affocato, a mare: nero di pece, a monte, stracci di nubi chiare: tra il nero un casolare: un’ala di gabbiano - impressionismo [si sfalda la struttura logica della realtà] - poesia delle cose che assumono significati simbolici - stile nominale, linguaggio analogico, paratassi - onomatopea\fonosimbolismo

ermetismo Giuseppe Ungaretti da L’allegria (1931)
Versi liberi

Umberto Saba, dal Canzoniere (1921)
Endecasillabi sciolti

la disposizione visiva sottolinea…………………………….

Noia
Anche questa notte passerà Questa solitudine in giro titubante ombra dei fili tranviari sull’umido asfalto

Eugenio Montale, da Ossi di seppia (1925)

Endecasillabi. Il verso 7 è formato da Tutto si muove contro te. Il maltempo, un settenario e un quinario le luci che si spengono, la vecchia Cigola la carrucola del pozzo casa scossa a una raffica e a te cara per il male sofferto, le speranze Cigola la carrucola del pozzo, Guardo le teste dei brumisti deluse, qualche bene in lei goduto. l’acqua sale alla luce e vi si fonde. nel mezzo sonno Ti pare il sopravvivere un rifiuto Trema un ricordo nel ricolmo secchio, tentennare d’obbedienza alle cose. nel puro cerchio un’immagine ride. E nello schianto Accosto il volto a evanescenti labbri: del vetro alla finestra è la condanna si deforma il passato, si fa vecchio, - Valore semantico del titolo e delle appartiene a un altro…. spaziature Ah che già stride la ruota, ti ridona all’atro fondo, Semplificazione del - Andamento più narrativo, disteso visione, una distanza ci divide linguaggio/analogie: poetica dell’attimo, ricerca della parola - il dolore del poeta si esprime tramite ‘pura’ immagini concrete:…………………. - correlativo oggettivo/emblema ………………………………………. - atmosfera sospesa il ricordo impossibile

Il vetro rotto

- il poeta esprime la noia, cioè una condizione esistenziale

il simbolismo alto/basso

luce/oscurità;

- i suoni aspri