P. 1
[E-BOOK ITA] Permacultura

[E-BOOK ITA] Permacultura

|Views: 959|Likes:
Published by Marco Suadoni

More info:

Published by: Marco Suadoni on Aug 27, 2011
Copyright:Attribution Non-commercial

Availability:

Read on Scribd mobile: iPhone, iPad and Android.
download as PDF, TXT or read online from Scribd
See more
See less

01/12/2013

pdf

text

original

Non bisogna pensare che l'acquicoltura sia
adatta solo agli stagni di misura standard (un
quarto di ettaro); qui di seguito vengono illu-
strati alcuni dei prodotti utili ricavabili da sta-
gni di diverse misure.
1-2 mq: crescione, taro, castagna d'acqua e
qualche rana per il controllo degli insetti paras-
siti. Una ninfea rara o una piccola popolazione
di pesci rari o di piante da acquario.
5-50 mq: una grande varietà di cibi vegetali
e, nel caso della misura più estesa, una quantità
di pesce accuratamente selezionato sufficiente
per una famiglia.
50-200 mq: coltura specializzata a scopo
commerciale, pesce da allevamento, piante di
alto valore e una fornitura completa di protei-
ne per la famiglia. Sostiene uno stormo di ana-

tre.

200-2000 mq e oltre: misura adatta all'alle-
vamento a scopo commerciale di pesce e mol-
luschi. Le dimensioni più ampie permettono
l'uso ricreativo.

(Nota: Gli utilizzi degli stagni di dimensioni maggio-
ri includono anche quelli degli stagni di dimensioni
minori).

dei costi, è molto più conveniente allevarlo piutto-
sto che comprarlo.
Tale disposizione ha lo svantaggio che qualsiasi
parassita, malattia o agente inquinante può fluire
da uno stagno all'altro; anche se questo non acca-
de molto spesso nei piccoli impianti, deve essere
un rischio da prevedere.
Stagni in parallelo. Il vantaggio è che ogni sta-
gno può essere isolato in caso di malattia e che
anche in questo caso uno stagno per la produzione
alimentare può stare a monte di ciascuno di quelli
riservati all'allevamento (fig. 7.20B). È da notare
che le "specie da cibo" possono a loro volta essere
selezionate tra quelle direttamente commestibili o
utilizzabili come esche. In generale è più facile
controllare, prosciugare e fare la manutenzione
degli stagni in parallelo rispetto a quelli in serie.
Stagni canalizzati: questi sono particolarmente
adatti alle specie di pesci che per nutrirsi dipendo-
no dalla vegetazione lungo lo stagno (carpe,
Tilapia) o da cibi di terra (trote). Alcuni degli alle-
vamenti più noti per la loro produttività sono costi-
tuiti da canali a flusso lento con un'ampia disponi-
bilità di cibo lungo le rive. Alcuni allevamenti
svizzeri di collina sono costituiti essenzialmente
da canali lungo le linee isometriche, su pendii

177

argillosi piuttosto ripidi. Spesso risulta più facile
raccogliere il pesce con le reti nei canali piuttosto
che negli stagni ampi e aperti (fig. 7.20C).
La posizione e la forma ideale di uno stagno
potrebbe essere quella di canali ricavati in una
palude in cui le specie da cibo possano riprodursi.
I canali dovrebbero costituire il 20-30% dell'area
totale dell'acquitrino e vengono riempiti di pesci
predatori che spostandosi nella palude si cibano di
crostacei e piccoli pesci. La raccolta del pesce con
le reti può essere eseguita quando la zona acquitri-
nosa è a basso livello d'acqua, per esempio duran-
te le aride stagioni estive.

You're Reading a Free Preview

Download
scribd
/*********** DO NOT ALTER ANYTHING BELOW THIS LINE ! ************/ var s_code=s.t();if(s_code)document.write(s_code)//-->