-MSGR - 20 CITTA - 51 - 01/10/11-N

:

IL MESSAGGERO SABATO 1 OTTOBRE 2011

51
(C) Il Messaggero S.p.A. | ID: 00189987 | IP: 93.45.226.140

EHAD ABU GHAZI ministro Egitto (dal Cairo)

ABDULAZIZ N. AL SHAMSI ambasciatore Emirati Arabi (a Madrid)

di MARIA SERENA PATRIARCA

Per una volta le vere star sono i volti comuni della gente che s’incontra per strada: fotografati, però, da un genio della creatività come Oliviero Toscani. Allora anche quelle che sembrerebbero foto-tessere giganti di sconosciuti assumono un particolare tocco artistico. Gran viavai di bella gente, nella galleria di Lucio Mucciaccia in via del Vantaggio, per il vernissage di Razza Umana, lamostra cheracchiude gli scatti di Toscani a donne, uomini e bimbi per dare a suo modo uno spaccato antropologico del nostro Paese. All’inaugurazione hanno sfilato

Nobili e artisti tra i volti italiani di Toscani

anche Fausto e Lella Bertinotti, la contessa Antonella Vitetti Martini, Nori Corbucci, Elena Bormioli e tanti altri ospiti chesi sono voluti far immortalare da Toscani. Cocktail con prelibatezze romane per il curatoredella mostra Achille Bonito Oliva, il professor Aldo Milesi (presidente del Premio Roma), le organizzatrici dell’eventoGeorgia Vitetti Martini, Micol Moraldi, Sara Lucci e Giuliana Lamanda, Ricky e Guia Sospisio, Niccolò Sella, Guia Viola di Campalto, Orso Maria Guerrini, Idris e Annamaria al Senoussi di Libia, Marina Pignatelli, Giovanna Deodato, Adriana Sartogo.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Uno show di compleanno in regalo a Carmen Russo
di ALDO DE LUCA

Come diceva Flaiano, Roma è una grande capitale e una città di provincia UI, ballerino con caschetto, lei, pin up ruspante, protagonisti nazionalpopolari della televisione degli anni Ottanta, EnzoPaoloTurchie Carmen Russosonouna coppiacontrocorrente: stanno insieme da trent’anni e passa, sono sposati da venticinque e mai la loro storia d’amore è stata sfiorata dal pettegolezzo, mai una paparazzata al veleno, mai il sintomo di una crisi, mai aria di burrasca. Nel mondo dello spettacolo rappresentano l’eccezione, meriterebbero una medaglia al valor matrimoniale. Carmen lunedì festeggia il suo compleanno, con torta e regali: il più bello lo riceverà da suo marito. Che glielo ha già annunciato: le regalerà uno spettacolo. Ecco com’è nata l’idea. Sabato scorso Carmen e Enzo Paolo erano in platea ad applaudire Fiordaliso che festeggiava i suoi 30 anni di carriera. All’uscita dal teatro a proposito di festeggiamenti, Carmen fa al marito sorridendo: «Ti ricordi che il 3 ottobre è il mio compleanno?». E lui: «Me lo ricordo sì... che regalo vuoi?». E lei, illuminandosi: «Uno spettacolo! Vorrei che mi regalassi unospettacolocomequellodiFiordaliso... per raccontare la storia di Carmen Russo, un viaggio nella mia carriera». Enzo Paolo non ci pensa mezzo secondo: «Va bene, te lo regalo, lo produco io». Carmen esplode di felicità: «Quando ci mettiamo a lavorare?». Lui: «Da domani». Abbiamo raccontato questo regalo di compleanno perché ha il buon sapore dell’amore. *** Adieu Bagaglino. Adieu Salone Margherita. E’ come perdere la casa avita. Dai tempidellacantina di vicolo della Campanella, era il 1965,dovenacquelostoricocabaretdiMarioCastellacci e Pier Francesco Pingitore, Ninni per gli amici, il Bagaglino era ormai patrimonio dell’umanità (romana). Come quegli album di foto ingialliteche guaiachi teletocca.Durerà,giurateci,lanostalgia.Forsestava diventando un pezzo di modernariato, ma proprio per questo aveva un valore, da conservare, lucidandolo ditantointanto.MaPingitore, come a poker... non passa, rilancia. Con una festacheallafacciadellamalasorte ha intitolato «Allegro congedo» e anche mettendo in scena «Amore e corna al tempo di facebook», con Maurizio Mattioli, Martufello e Pamela Prati... I soliti insomma. Cambiare tutto per non cambiare nulla, si potrebbe gattopardescamentecommentare. Bagaglino adieu... Aida Yespica ma quale adieu! Contisoubrette nua. del aldodeluca7@gmail.com Bagaglino
© RIPRODUZIONE RISERVATA

L

Antonella Vitetti Martini con Oliviero Toscani e, a destra, la principessa Marina Pignatelli alla mostra

AUDITORUM Sul tappeto rosa della FictionFest la tendenza è mostrare la schiena davanti ai flash

di MASSIMILIANO LAZZARI

Molte l’hanno nascosta bene, ma l’ansia da red carpet assale le attrici, soprattutto quando la passerella è molto lunga e si arriva davanti ad un plotone di fotografi, come è accaduto in questi giorni all’Auditorium Parco della musica per il FictionFest. I pensieri sono sempre gli stessi: «Che faccio davantiaifotografi?Cammino? Come faccio ad essere fotografata in modo divertente, in una foto che possa rappresentarmi? Saluto? M’inchino?». Sono l’attimo prima di una pioggia di flash. Nessuna sfugge a questa piccola ansia. Ognuna, poi, rivela il suo stile. Ma per superare l’impaccio mai come questa volta sul pink carpet dell’Auditorium una nuova moda si è fatta largo. Basta arrivare davanti ai fotografi e mettersi di tre quarti seguendo anche una moda che presta sempre più attenzione alle schiene (e non solo a quelle) scoperte delle donne. Così fan tutte. Ed ecco allora tra quelle con un look più sexy Lucilla Agosti, che non solo ha dato i tre quarti ai fotografi, ma haancheregalato lorouna splendida giravolta osando fin dove si poteva con un vestito di pizzo nero trasparente che lasciava ben poco all’immaginazione. Forte del suo fisico mozzafiato, non ha avuto rivali la bellissima Madalina Ghenea, in abito blu trasparentissimo, un nude-look

Foto in passerella scusate le spalle

A sinistra, Lucilla Agosti (Foto Puccini). Qui sopra, Cosima Coppola, Martina Stella e Vanessa Hessler

chepuntavasoprattuttosulla zona décolleté, evidenziando anchel’assenzadireggiseno.Un’altra bellissima attrice che non ha esitato a mostrarsi di quinta davanti ai fotografi, evidenziando così le sue sinuose curve è stata

Cosima Coppola, giunta l’alta sera accanto a un bellissimo come Gabriel Garko. Basta guardare gli scatti dei fotografi per capire che la posa più gettonata sul pink carpet del FictionFest è stata quella legger-

mente di lato, dando un accenno dispalleagliobbiettivi,mostrando così il proprio lato da diva. Non è sfuggita alla posa più glamour neanche una veterana delle passerelle come Martina Stella, che ha volteggiato come

Lollo all’Auditorium al volante di una Ferrari
Gina Lollobrigida sorprende tutti: al FictionFest arriva al volante di una rombate Ferrari. Alla presentazione del documentario Schuberth-l’atelier della dolce vita, realizzato da Antonello Sarno, prodotto da Futura in collaborazione con Medusa, Cinecittà Luce e Agnus Dei Tiziana Rocca Production. La Lollo, scesa dall’auto, ha calcato il lungo tappeto rosa per vedere in anteprima il film che racconta attraverso venti interviste l’epoca e lo stile di un grande della moda: Emilio Schuberth.

solo le grandi dive di Hollywood sanno fare. Una raffica di flash ha messo in risalto forme perfette edeleganza.È statoun gran festival di trasparenze, sensualità, volteggi, spalle ai fotografi, dove si sono ben districate anche altre bellissime attrici come Vanessa Hessler, Anna Valle e Francesca Inaudi,solo per citarealcune delle protagoniste di questi giorni di festa nel nome della fiction, che hanno illuminato la cavea dell’Auditorium.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

L’arrivo in Ferrari di Gina Lollobrigida (Foto Taranews)

di ROMINA CIUFFA

Il brasilerinho per eccellenza Yamandù Costa, indiscusso numero uno della chitarra 7 corde, giunge a Roma al richiamo dell’Ambasciata per un concerto esclusivo al quale assistono tutti i nomi che contano nel Brasile riomano: insieme all’Ambasciatore José Viegas, ai ministri Maria Izabel Vieira e Tarcisio de Lima,al capodel dipartimento culturale Acir Pimenta, sono presenti coloro che ruotano intorno a una Piazza Navona dai colori verde, giallo e blu. Parallelamente, in un locale sono attesi i musicisti

Dopo il concerto in ambasciata Costa fa il bis a San Lorenzo
del gruppo Choroma: sono tutti ad ascoltare Yamandù e lo invitano a raggiungerli. Il cocktail, poi un taxi bianco da Piazza Navona porta il chitarrista a San Lorenzo; è l’una di notte e il brasilerinho sale sul palco con Massimo Aureli e suona anche le note di Nuovo Cinema Paradiso, a ricordare le sue origini italiane. La sala è estasiata; tra i molti Luìs Eloi

Stein del Centro Studi Italia-Brasile, la cantante Raquel Araujo, il maestro Giorgio Monari con il coro Aquarela do Brasil; i riomani del progetto culturale Rioma; la lirica moriconiana Isis Tagliari, il cantautore Curandero. Il locale chiude, restano gli intimi ad ascoltare fino alle 6 del mattino duetti improvvisati, immancabili quelli con l’amico Zè Galia, poi con lui a cercare un tabacchi in centro: Yamandù non dorme se prima non ha fumato una sigaretta.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Prestazioni infermieristiche:
ANCHE A DOMICILIO
• Terapia iniettiva: sottocutanea, intramuscolare e fleboclisi • Medicazioni: semplici e complesse • Rimozione punti di sutura delle ferite chirurgiche • Trattamento piede diabetico: medicazione e massaggio • Trattamento linfedema: linfodrenaggio e bendaggio funzionale • Massaggio terapeutico della colonna • Linfodrenaggio terapeutico (anche in gravidanza)

Analisi cliniche:
• SPIROMETRIA • GLICEMIA • COLESTEROLO • COLESTEROLO LDL, HDL • EMOGLOBINA • CREATINA • ACIDO URICO • TRANSAMINASI • ANALISI URINE

Raquel Araujo con Yamandù Costa

Via Alfredo Baccarini, 22 - 00179 ROMA - APPIO LATINO 06 7853992 - ORARIO: lun-sab 8,30-20,00 continuato

-MSGR - 20 CITTA - 1 - 01/10/11-N:R.CITTA'

CONCESSIONARIA

Concessionaria
(C) Il Messaggero S.p.A. | ID: 00189987 | IP: 93.45.226.140

RENAULT FIORI
ROMA - Via della Maglianella, 35 Tel. 06 326931

Fiat Fiori
ROMA - Via della Maglianella, 35 Tel. 06 326931

www.concessionariafiori.it
7 Abbinamenti facoltativi (da aggiungere al prezzo del quotidiano). 7 Prezzi promozionali: nella provincia di Macerata q 0,70. Nelle restanti province delle Marche q 0,50. 7 Tandem con altri quotidiani (non acquistabili separatamente): nelle province di Brindisi e Lecce e Taranto Il Messaggero + Quotidiano q 1,00, la domenica con Tutto Mercato q 1,20. In Umbria e Abruzzo Il Messaggero + Corriere dello Sport-Stadio q 1,00 Nel Molise: Il Messaggero + Il Quotidiano del Molise q 1,00. Nella province di Reggio Calabria e Cosenza Il Messaggero + La Gazzetta del Sud q 1,00

www.concessionariafiori.it

INTERNET: www.ilmessaggero.it
Sped. Abb. Post. legge 662/96 art. 2/19 Roma

ANNO 133 - N˚ 267

e 1,00 Italia

IL GIORNALE DEL MATTINO

SABATO 1 OTTOBRE 2011 - S. TERESA DI GESU’ B.

Monito del presidente contro la secessione: grottesco pensare a uno Stato lombardo-veneto

«Nonesisteunpopolopadano»
ENapolitanochiedeunanuovaleggeelettoraleperridarefiducianelleistituzioni
LA FORZA SPECIALE DEI TONI
di FRANCESCO PAOLO CASAVOLA

L

E parole pronunziate dal presidente della Repubblica, nella sua visita alla facoltà di Giurisprudenza dell’UniversitàFederico II di Napoli, colpiscono per la tonalità inconsueta in un comunicatore abitualmente fin troppo controllato. Questo è il segno che il pathos che nasce da una condizione non piùsoltanto critica ma drammatica della vita italiana ha raggiunto anche il capo dello Stato, incline per formazione culturale, educazione di grande borghese, interpretazionedel suocompito istituzionale, a non enfatizzare emotivamente le diagnosi pur severe della realtà. Attraverso le parole questa volta scelte, Napolitano esprime esattamente quel che tanti italiani e tanti suoi concittadini hanno in cuore e sulle labbra da qualche tempo. Bossi minaccia la secessione del popolo padano. Napolitano gli risponde che il popolo padano non esiste. La mitologia delle origini celtiche, e non italiche e romane delle popolazioni della penisola, stanziate nel lombardo-veneto, hanno alimentato sinora un folklore da sagra paesana. Ma assistiamo ogni giorno di più a tentativi di tradurla in un disegno politico di disfacimento dell’unità d’Italia per fondare un micro-Stato padano in un’era storica, quale quella della globalizzazione, che ha per protagonisti solo i mega-Stati, come la Cina per citarne di nuovi, dopo i più antichi Russia e Stati Uniti d’America.
CONTINUA A PAG. 14

ROMA K «Il popolo padano non esiste. Uno Stato lombardo-veneto è un’idea grottesca che andrebbe contro la storia». Non potevano essere più chiare le parole pronunciate ieri a Napoli dal presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, contro le ipotesi di secessione rilanciate pochi giorni fa dalla Lega Nord di Umberto Bossi. Il presidente ha anche ricordato che nel 1944 di fronte a un tentativo separatista in Sicilia si arrivò ad arrestarne il capo. Forte l’irritazione di alcuni esponenti leghisti mentre le opposizioni hanno manifestato approvazione per il monito del Colle. Napolitano ha inoltre sottolineato che sarebbe opportuno varare una nuova legge elettorale.

Referendum anti-porcellum raccolte oltre un milione di firme
ROMA K Oltre un milione e duecentomila firme per l’abrogazione dell’attuale legge elettorale tramite i referendum sono state depositate ieri in Cassazione. Il limite minimo di 500 mila firme previsto dalla legge è stato dunque ampiamente superato e il comitato promotore parla di «miracolo popolare». L’ex premier Romano Prodi ha definito un «trionfo» la raccolta delle firme. Ora bisognerà aspettare gennaio del 2012 per il responso della Corte costituzionale che dovrà stabilire se i referendum sono ammissibili o meno. A quel punto, in caso di via libera, campagna referendaria e voto si terrebbero tra aprile e giugno del 2012, sempre che il parlamento non approvi una nuova legge elettorale che superi i quesiti. I referendum potrebbero saltare anche se le Camere venissero sciolte. Tutti i principali partiti sono favorevoli a una nuova legge ma la strada per un accordo tra le parti politiche su un nuovo modello elettorale è piena di ostacoli.
Colombo a pag. 5

LostoricoVillari:Costituzionechiara unitànazionaleintoccabile
IL PROCESSO

BARTOLI, GIANSOLDATI, PEZZINI E PIOVANI ALLE PAG. 2 E 3

Presentato il manifesto: pensioni e fisco nelle cinque priorità per la crescita

Ultimatum delle imprese
Marcegaglia: senza risposte lasceremo i tavoli con il governo
ROMA K Alla presentazione del «progetto delle imprese» per la crescita, il presidente di Confindustria Emma Marcegaglia lancia un nuovo avvertimento all’esecutivo: «Senza risposte lasceremo i tavoli con il governo». Le priorità indicate sono cinque: pensioni, fisco, privatizzazioni, liberalizzazioni e infrastrutture. E c’è anche una nuova tassa: la patrimoniale. Si tratta di «proposte costruttive, non contro qualcuno», afferma il presidente dell’Abi, Giuseppe Mussari.

Disoccupazione oraètregua manonperigiovani
ROMA K Cala la disoccupazione nel secondo trimestre dell’anno in corso: 7,8% rispetto all’8,3% del secondo trimestre del 2010. Il che vuol dire 146.000 disoccupati in meno. La disoccupazione giovanile è però salita da luglio ad agosto dello 0,1%, arrivando al 27,6%. Nel complesso, secondo l’Istat, il numero dei senza lavoro è tornato sotto quota due milioni. Aumenta la disoccupazione di lunga durata, cioè di chi cerca lavoro da oltre un anno: nel secondo trimestre del 2011 era pari al 52,9% del totale dei disoccupati, il livello più alto degli ultimi diciotto anni.

LA SCELTA TRA PATRIMONIALE E ICI
di OSCAR GIANNINO

D

Il pm: condannate Amanda è pronta a fuggire dall’Italia
CARMIGNANI A PAG. 15

EI cinque capitoli in cui si articola il manifesto per la crescita presentato ieri dal fronte delle imprese, con qualche sorpresa uno dei più delicati K quello fiscale K si basa integralmente sulla proposta di un’imposta patrimoniale. A partire dal 2012, per aumentare il tasso di crescita le imprese propongono infatti sgravi Irap, abbattimenti del cuneo fiscale, più incentivi all’investimentoconl’inizio diunpianodecennale, e un iniziale abbattimento delle

aliquote Irpef solo sui redditi più bassi. Per neutralizzare i 6 miliardi di oneri stimati per tali interventi, le imprese sono favorevoli a una modesta patrimonialeordinariaconsogliediesenzione. Il governo ha subito mostrato di non gradire. In effetti, è abbastanza singolare che la disponibilità alla patrimonialeottengalavidimazionepreventivadelleimprese,senzaimpegnicogenti a una svolta nella politica di spesa.
Continua a pag. 14

COSTANTINI E FRANZESE ALLE PAG. 6, 7 E 11

Lettere dai vescovi ausiliari e da gran parte del clero

LA STORIA

Vaticano,solidarietàaVallini
di ANGELO SCELZO

A Roma batte un cuore verde di piante rare e fiori preziosi
Luis Enrique alla conquista dell’Olimpico
ROMA K «Non ci resta che espugnare l’Olimpico». Luis Enrique ci crede. La Roma finora non ha mai vinto nel suo stadio. Oggi, ore 18, ci prova contro l’Atalanta che, senza la penalizzazione, sarebbe prima in classifica. Con i tre punti i giallorossi andrebberomomentaneamente in testa. De Rossi ci sarà.
Angeloni, Carina e Trani nello Sport

Sagittario,èilperiodo piùbellodell’anno
UONGIORNO, Sagittario! Come le ottobrate romane, così si presenta il nuovo mese, che nasce con Luna nel vostro segno: caldo, morbido, colorato, passionale, romantico. Ottobre d’argento e d’oro, confermano gli astri in generoso aspetto dalla Bilancia, Ariete e Leone. Indubbiamente il periodo più bello dell’anno, che dovete sfruttare anche per lanciarequalche progetto per il 2012, soprattutto nella professione, collaborazioni. Seminate, siamo in autunno. «Tutto l’autunno, o amore, e oltre ti attenderà il mio cuor» (Ibsen). Auguri.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

I

CORVI volano (sempre)abassaquotamorale,eancheperquestodifficilmente riescono poi a centrare il bersaglio. Sembra essere proprio questo il caso della lettera anonima contro il cardinale vicario di Roma, Agostino Vallini, messo sotto accusa da «preti di Roma» per un miscuglio di limiti e inadempienze che fanno un sol fascio di pretese lacune caratteriali e imperizie pastorali. Il ritratto che viene fuori dalla lettera (anonima anche nella stesura inviata a Papa Benedetto XVI) è fatto di connotati assolutamente deformi e irriconoscibili.
Continua a pag. 14

di ROBERTO ZICHITTELLA

M

B

OLTI romani non se ne rendono conto,ma hanno unprivilegio raro. Vivono in una specie di paradiso terrestre, un giardinodell’Edenpopolato in modo sorprendente dipiante,fioriefrutti.Difficile crederci in una metropoli soffocata ogni giorno dal traffico caotico. Eppure i dati dei botanici svelano un volto diverso della capitale. Dentro Roma batte un cuore verde. All’interno del raccordo anulare esistono 1.300 diverse specie di piante spontanee, circa un quinto delle specie vegetali presenti in Italia.
Continua a pag. 17

L’oroscopo a pag. 18