~

Commedia in Un Atto e Cinque Sceni di Christian Talarico.

Il Gommo

~

Gennaio 2002.

~

Il Gommo~

- Dramatis Personae -

Yannick Le Gun de Bretagne, Abimaël, Rolando diBroceliando, Emer, Arachnina, Borsa di Sangue, Briciola “del Pane”, Vintimiglia daCapua Raimondo Ricercar
*
~2~

Un Cavaliere Il Gommo. Un Cavaliere. La Sovranità. Il Risentimento. La Principessa Eowin. Gentiluomo di campagna di Yannick. Gentiluomo di campagna di Rolando. Re del Mondo.

~

Il Gommo~

ATTO PRIMO SCENA I Travestito di viaggiatori: il cavaliere Yannick ed il suo gentiluomo di campagna Briciolano giunto nella scrittura; un corpo oscuro sta mentendo nel pavimento. BRICIOLA : Io non lo capisco, Signore mio, noi andiamo via nella ricerca di una principessa per nostro Re , e Lei ha appena rifiuto quattro di loro senza più parole che: “Dimentichi questa!” YANNICK: Briciola! Cosa aveva la prima? Briciola, illuminò la sua faccia: Cosa aveva lei? Argomenti potenti! lui mima un busto voluminoso. YANNICK: Ma lei era fatua come una scimmia! finalmente aggiunge: E che? Che Lei non vide le sue fondazioni? lui mima un grosso deretano. YANNICK: Io li vidi, ma loro non arrivarono assordarmi come e tuo, e quando lei aprì la bocca... BRICIOLA, mentre interrompendolo: Impedimenti vanno! E cosa circa la seconda? Non era lei forse un pozzo di cultura? YANNICK: Una vera encyclopaedia. ~3~ BRICIOLA, mentre inclinando la testa di lato, lui

~

Il Gommo~

BRICIOLA: Sicché? YANNICK: Il Re già ha biblioteca. BRICIOLA: Lui potrebbe prenderla con lui. YANNICK: Il problema è che lui non potesse farla tacere... BRICIOLA: È vero che quando noi andammo via, lei continuò parlare da sola. YANNICK: Briciola vede: quello che aveva la terza? BRICIOLA, mentre sognando: La bianchezza della Luna... YANNICK: Lei era pallida come una morta! BRICIOLA: I suoi labbra sembrarono due ciliegie... YANNICK: Era sangue, Briciola: Sangue! BRICIOLA: Ed i suoi occhi erano profondi... YANNICK: Due vuotò - per essere esatto - forato da un corvo che io ho attraverso con una freccia quando lasciando la Cripta. ~4~

~

Il Gommo~

BRICIOLA, mentre lasciando il suo sogno: Dissero che cinque minuti prima, e lei c'aveva seguiti piacevole. YANNICK: No, noi le c'avevamo fatti seguire, con peste fino a che il collo, e non così piacevole. BRICIOLA: Ma la quarta... YANNICK: Ah, la quarta! BRICIOLA: Non era bella? YANNICK: Una bellezza intera dinanzi a lei... BRICIOLA: Non cantò con voce dolce? YANNICK: Altri la chiamata “pianga”... BRICIOLA: E lei bevve latte puro. YANNICK: ...E solamente latte. BRICIOLA: YANNICK: ...Ed il Re perfetto per il Cofanetto. BRICIOLA, mentre avanzando verso il corpo senza vederlo: ~5~

Dissero quell'in quindici anni più, lei sarebbe perfetta per sposarsi il Re...

~

Il Gommo~

Lo dimentichi! Non è deto niente... lui inciampa col corpo e lui precipita. IL CORPO (voce maschile): AAAYY! IL CORPO (voce femminile): Sì! Quello è! Più forte! terrificato: BRICIOLA, mentre ritornando per il pavimento,

Ah! Quella cosa parla, Signore mio! YANNICK, corrugando il cipiglio: E disse che più forte... BRICIOLA, mentre svegliandosi viene più vicino terribile e lui guarda ai suoi dintorni con una smorfia: Che cosa potrebbe essere? YANNICK, sentendo con la mano: Sembra una collinetta. BRICIOLA: Le culo netto parla? YANNICK, facendo memoria: Alcuni a calci, ma io ignoro se quelli della collina ... Briciola dà un calcio al corpo. IL CORPO (voce maschile): AAYYY! IL CORPO (voce femminile): Quello è! Che sollievo! Per favore, non sia interrotto! BRICIOLA a Yannick: ...Quelli della collina anche. Cosa vuole conoscere di questo, Signore? ~6~

~

Il Gommo~

YANNICK: Dove noi possiamo trovare una donna degna del re... Sbricioli, mentre calciando al corpo: Ascoltò? IL CORPO (voce maschile): AAYYY! IL CORPO (voce femminile), alleviò: Sì! BRICIOLA a Yannick: Dice che sa... IL CORPO (voce femminile): Non si fermi! BRICIOLA: ...Che noi dobbiamo seguire diritto: “Altius, Citius, Fortius! ” IL CORPO (voce femminile): Con più forza! BRICIOLA: ...Che noi dobbiamo mettere in ciò il entusiasmo: “Ars longa, Vita brevis.” YANNICK: Sì, idiota, nel colpirlo: di quello sta parlando... Lui lo calcia vigorosamente. IL CORPO (voce maschile): AAAAAYYYYYYYY!!!!!!!!!! Il corpo rabbrividisce e si alza di ginocchia. ~7~

~

Il Gommo~

IL CORPO (voce femminile): Come gamba vigorosa, per i giganti! E che sfogo mi dà; continua, io l'imploro a Lei. Io lo darò tutti che Lei richiederà. BRICIOLA: Le Culo neto cresce, mentre dandolo di calci? YANNICK, mentre lui offre un calcio tremendo: Pluraliza, cretino, è detto: “le collinette.” IL CORPO (voce maschile): AAAAAAAAAYYYYYYYYYYYYYYY!!!!!!!!!!!!!!!!!!!! BRICIOLA, mentre rabbrividendo per la violenza del colpo, è d'accordo accelerato: Collinette! Collinette! Sì, Sì, Sì! Un culo neto, due collinette! È io ritardato! IL CORPO (voce femminile): Ma come membro potente! Un Heracles fece gamba! Uni più ed io saremo libera. IL CORPO (voce maschile): Que cosa per dire, Lei per essere matta? IL CORPO (voce femminile): Oh Sì! Folle per liberarmi di Lei! IL CORPO (voce maschile): Bene sapere che essere impossibile, finché Lei per non morire... IL CORPO (voce femminile): ...Sì o che Lei si muore! Lei grida: Un altro calcio e senza la pietà, Sig.! Yannick e Briciola guardano a loro, perplesso YANNICK: Qui, là è contenuto gatto... ~8~

~

Il Gommo~

BRICIOLA sfacciato: Pluraliza, creti... Ritenendose: Perdoni, Signore mio! Yannick lo prende per le spalle. BRICIOLA, impaurito: No! Era senza vol... YANNICK: Mi tenga! Lui offre un calcio gigantesco al corpo, mentre Briciola protegge il suo didietro e che pigia gli occhi, mentre pensa che è per lui. Una lacerazione è sentita insieme ad un grido del dolore profondo ed una no meno profonda manifestazione del sollievo. Del corpo ora cadute erette al secondo corpo al pavimento che rotola nella distanza, nel frattempo il primo scopre la faccia ed una bella donna che inspirano al pieno polmone e con avidità l'aria appare, mentre illuminando la sua faccia con un sorriso della pienezza. Briciola segue con l'occhiata il corpo rotolante e l'intraprende fece intrighi creazione dei passi dopo la loro traccia. EMER: Libera!... Finalmente, essere capace de sentire la brezza del mare sulla mia pelle, senza la nube scura del peccato che mi intraprende! ...¡Essere capace de sentire le calde carezze dell'Astro padre, senza il velo sull'occhiata fuori dell'oscurità, né già essere colpevole per pensiero alcuni, né vivere più nell'angoscia terribile del confino!...Libera! BRICIOLA ritorna, a parte: Nessuno! Io vidi solamente un gommo strisciarsendo il suo sedici... lui scopre il suo signore magnetizzato dalla bellezza della donna: Sig. mio? Lo scuote: Signore Yannick? YANNICK, ipnotizzato da Emer: Una Dea... BRICIOLA, di recente avvisi della sua presenza e lui diventa pallido, essendo spaventato di paura: Ah! Un fantasma! ~9~

~

Il Gommo~

YANNICK: Cosa dice? È una vera perla! BRICIOLA, mentre guardandolo perse: Sì, che loro strisciarono per il fondo di tutti i mari! EMER, protende voluttuosamente, mentre sentendo la sua libertà. YANNICK:

Guardi a lei come lei scuote i suoi petali come regina fra le rose! Sbricioli, con una smorfia di disgusto: Che sfortuna che lei si è appassita come un cardo... EMER, ricordando la situazione: Ingrate che io sono: io ho dimenticato i miei liberatori... Lei diventa rotonda verso loro, Briciole nasconde rapidamente dietro a Yannick:... I Dei La moltiplicano il valore e la forza per la Sua gentilezza, signore mio. Lei mi è scappato di un... strana situazione. YANNICK, rosso abbassa la vista, Briciola fa che lui scalda le mani vicino la sua faccia: Se io avessi saputo che Lei sia parte di questa... in corto, di quello... bene! Io non L'avevo colpito così forte... EMER, sorridendo misteriosamente: Trascuri! Quelli dardi supremi fecero male a un altro che a me... Ma... lei cerca tutti i lati, come disperando:... Scappò? lei diviene oscura: Maledizione, lui scappò! lei eleva l'occhiata: Mi dispiace, Signore, ma io devono andare via. YANNICK, solitario:

10 ~~

~
Così presto?

Il Gommo~

EMER, evitando il suo sguardo, sentendosi debole: Anche Io non... sono benino... da me... per continuare... con Lei, io dovrei andare via,... mi dispiace. YANNICK, riservato: A dove? EMER: Incontrarmi con mio stesso... e poi... scuro: Sì! Poi... Lui pagherà!... YANNICK viene vicino a lei, ma lei svanisce e lui è su alto con la mano, carezzando un sogno: lei scomparve... La Voce di EMER: Anche non... Signore Yannick. Cosa Lei cerca lato di addebito per meritare e solamente un debole può portare carica all'altro compito così nobile... YANNICK: Cosa io guardo per?... Io l'ho trovato appena! Io ignoro solamente il suo nome... La Voce di EMER, andando via: Quando Lei ferma aspettare... Lei vedrà che Le manca qualsiasi cosa... E che quello che Lei ignora... è in Lei... BRICIOLA, mentre mettendo la sua mano sulla spalla al suo signore: ... Non gli dissi, Signore mio, che lei era un fantasma?

11 ~~

~

Il Gommo~

YANNICK, mentre piangendo, rabbrividisce quando sentendo quelle parole e diventa rotondo verso lui infuriato, lui lo prende per la pelle della nuca e l'eleva nell'aria: Se Lei la ripeti ancora una volta, io te squarto ed io te spaccio nello mercato in quanto carne marcia. BRICIOLA, mentre ingoiando saliva: Ripeterlo? Ma io non dissianche quello che io dissi! YANNICK, permettendogli di precipitare al pavimento: È migliore per Lei... Lui va via addolorato. BRICIOLA diventa pronta i vestiti, si seduti sul pavimento e guardando poi raddrizzare ed a sinistra, l'avambraccio che lui ha annusato: Carne... marcia?

*
SCENA 2 In una spiaggia, il cavaliere Rolando combattendo col suo gentiluomo di campagna Vintimiglia, il prima con una spada, il secondo, con due. bacollare lui : Vintimiglia! Tra un cavaliere e Lei: ci sono come venti miglia! VINTIMIGLIA, sorgendo indolenzito: Molto più, Signore Rolando! Ma mentre Lei non mi uccide durante le Sue pratiche, c'è sperare che io vedo del giorno qualcuno prendendo la spada per mio. ROLANDO:
12 ~~

ROLANDO, dopo molti attacchi, arriva a fare

~

Il Gommo~
essendo represso mentre

Mai non faccia qualcuno per prendere la spada per Lei! VINTIMIGLIA, confondendo i termini: No! A proposito! Quella non!

ROLANDO che vede l'allusione col cattivo occhio: Nè quella, nè nessuna! VINTIMIGLIA, continuando con la sua idea mentre lui compara le due spade: Indubbiamente coi certi casi... ROLANDO: Di quelli che Lei parla, io non so uno che non ossida il filo del Suo vigore! durata che lui è d'accordo: ...Nè che fa a noi la barba (lui mima) ed il contrappeso... Emer entra che, in silenzio, passaggi fra loro; fece tacere, l'un, per la sua bellezza; l'altro, per il panico che lo provoca veda così orrendo. E finalmente lei scompare all'altro lato della scena. ROLANDO a Vintimiglia: Ha visto quello che io vidi? VINTIMIGLIA, essendo d'accordo fece inorridire: ...Sotto un altro angolo, ma era la stessa cosa. ROLANDO, affascinò: Esiste più bella donna? VINTIMIGLIA, con una smorfia di aborrire: VINTIMIGLIA, facendo una smorfia alla stessa

13 ~~

~
Io spero per loro che sì!

Il Gommo~

ROLANDO, senza ascoltarlo: La faceva avviso che occhiata candida? VINTIMIGLIA: Se quello è candido, Il giorno è notte, e la mia madre è vergine! ROLANDO: Io non riconcilierò il sogno prima di sapere il suo nome... lui va via. VINTIMIGLIA, soffocò: Ed io neanche, fino a che essendo capace di dimenticarla... lui anche va via. Yannick, esausto, digita trascinando le gambe e cercando tutti i lati con un'occhiata perduta. YANNICK: Io uccisi tre cavalcature perseguendola, ed ogni volta che io stavo quasi per contattarla (lui si guasta)... C'è là che quale illusione demoniaca lei sparì. (lui ricorda qualche cosa) Briciola! Briciola? Dove Lei striscia, inerte vestì che è scappata ogni solerzia? servile: Dimenticare quel Verme, la Sua Signoria! Qui Lei per ordinare! Ed Abimaël - lui si inclina - al dito e a l'occhio! così ripugnante: Che io comando: non è stato Mai in un altro modo! YANNICK che tenta di muoversi via dall'essere Il GOMMO, apparendo alle loro schiene, con voce

14 ~~

~

Il Gommo~

Il GOMMO, lecca i suoi labbra polposi mentre lui non l'allenta di un passo: Come non! E lui di dovere rispetto, e non discutere le ordine sempre... Briciola entra discretamente e lui nasconde dietro all'ambo. YANNICK, ricordando: Quello Briciola, lui risponde sempre! Il GOMMO, guardando con disprezzo verso dove lui suppone che Briciole è: Ingrate lui... Siiii! Sempre discutere... Non come Abimaël... lui si presentò alla stessa durata che lui si inclina, mentre si leccò. YANNICK, arrabbiandosi quando ricordando: ...Permetterese comparare la mia dea con une spirito! Il GOMMO, sputando verso dove è Briciola, secondo lui: Siiiii! Insolente lui! Guardi tetramente dappertutto: Verme Altezzoso! Lui volerla per lui da solo... Bene sapere questo Abimaël, siiii! YANNICK, diventando rotondo verso lui, come prendendolo di recente in considerazione: Cosa? Sa forse alcuni dei suoi orditi? Pensa: Perché altezzoso come lui è, inutile dire che lui dovrebbe preparare orditi... faccia: Abimaël sapere tutto - lui fa l'occhiolino un occhio al pubblico, a parte - e quello che non: inventarlo... a Yannick: Il Verme... essere molto perverso. YANNICK: Diceme qualche cosa che io non so... Il GOMMO, con una smorfia, più vicino alla sua

15 ~~

~

Il Gommo~

Il GOMMO, leccando i suoi labbra: Lui... Siiiii! Lui volere uccidere il mio Signore...

YANNICK: Al Suo Signore? Il GOMMO, inclinandosi sotto alla stessa durata che lui scuote la testa verso il pubblico come dicendo: “il cretino”: Lei comandare qui, signoria! Ricordarlo sempre! YANNICK, incredulo: Volle uccidermi? A me? IL GOMMO: Io preferire morire che mentirLa, Signoria! YANNICK: Ma con che fine quello straccio...? Il GOMMO che l'interrompe: Il Re spedire ad Abimaël -lui si inclina- avvertire al Signore Yannick... YANNICK che gli impedisce per concludere: A me? Di che? IL GOMMO: ...Che lui, stanco di regnare, Siiii! Lei comandare qui! - lui si lecca - e Lui volere regina al fine di fare felice il suo crepuscolo. Ma lui lasciare Regno a quello che portargli quella donna. Lei
16 ~~

~

Il Gommo~

capire? Siiiii! Abimaël scoprire Siiii, avveduto lui!... Scoprire quel Verme volere corona sulla sua vile testa, Siiiii! YANNICK, infuriato che sguaina mentre lui lecca i labbra nello stesso modo disgustoso che Abimaël: Briciola! Lei essere quello che uccidere ai miei cavalcature! Condannato Briccone! Ora tutto essere spiegato! -lui nota nel suo nuovo modo di parlare, e lui scuote la testa - Lei disse Ogni notte vada a prendersi cura di loro per diffidare di dei nostri ospiti, ed ogni mattina albeggiò morto “della fatica”, secondo Lei! Il GOMMO, sputando con disprezzo: Della fatica? Siiiii! Cerchi vermi essere più astuto di volpe femmina... Ma Lei comandare qui! Siiiii! E lui, non essere per rispettare... CapirLa, “Calstemor?” Siiii! Lui viene lo chiuda, una tenda di filo di goccia della sua bocca. YANNICK, scopando l'aria di una spinta, infuriato: Vermi precedermi! lui lecca i labbra, con un'occhiata sinistra: io ucciderLa, se trovare Lei in mio cammino! sua forma di parlare: Lei comanda qui, Calstemor! Ed io so suo paraggio... YANNICK: Suo paraggio? Lei saperlo? Guidarmi! Siiii! Il GOMMO, inclinandosi sotto: Lei comanda qui, Calstemor! Siiii! Calstemor comanda, Abimaël lo guida, Eh,Eh,Eh! lui lecca i labbra. svolta: Eh,Eh,Eh! Sì! Calstemor comandare, Siiii!... E Lei guidarmi a dove è verme! Risata demoniaca.
17 ~~

Il GOMMO, sorride macabramente e corregge la

YANNICK-CALSTEMOR, leccandosi nella sua

~

Il Gommo~

Il GOMMO e lui vengono più vicino al punto di essere giocato il naso (di profilo al pubblico): Calstemor è forte e lui mi prenderà sulle sue schiene. CALSTEMOR e lui: Yeessss! Il GOMMO, monti sulla sua schiena: Ci permetta di andare Calstemor! Lui lo punge come un monte: Lei comanda qui! Ci permetta di andare, più rapidamente! Alla Corte! Ambo: Siiiii! LORO VANNO VIA. Dell'ombra va fuori Briciola con una faccia di paura che fiancheggia con la pazzia. Lui contiene su agli stoppini e dopo milli contorsioni della sua gola lui emette un grido che gela il sangue. BRICIOLA: AAAAAAAAAAAAAAAAAAHHHHHHHHHHHHH!!!!!!!!!!!!! E lui lascia correndo nell'indirizzo contrario a Yannick ed la sua strana cavalcatura...

*
SCENA 3 Nel primo campo della scena, Briciola mise a letto nel suolo. Rolando appare trascinare la sua spada seguita da Vintimiglia che striscia a lui. Rolando vede un ruscello, lui pianta la sua spada in terra e lui si inginocchia in giù di fronte a lui, lui si unisce alle mani per prendere acqua ma le sue mani catturi una scarpa. ROLANDO: Milli demoni! In questo ruscello nuoto di scarpe! Lui lo getta nella distanza.
18 ~~

~

Il Gommo~

VINTIMIGLIA: A me, nulla già mi sorprende! Io conosco un cavaliere e il suo scudiero che impiegano sei giorni che corrono dopo un'ombra: così che scarpe nuotano nei ruscelli... lui carezza il suo mento con la schiena della sua mano. ROLANDO si concentrò su prendere acqua, con voce provocatoria: ... Sono in marcia dopo un'ombra Vintimiglia? Lui cattura uno dei piedi di Briciola e lui l'eleva per vedere di tutti, lui fa commenti in un tono basso: Bah! Qui è il proprietario... VINTIMIGLIA, facendogli seguire la corrente: Non Signore! Lei persegue una donna... ROLANDO, gettando fuori dell'acqua per Sbriciolare che acqua sputa per la bocca e tossisce come un quasi-affogò: ...Ed io fondai ad un piccolo uomo... Mi dica birichino: Cosa stava facendo al fondo di quel ruscello? VINTIMIGLIA, guardando a lui con disprezzo alla stessa durata che lui si accalca insieme le fossi nasali con disgusto: Senza un dubbio: lui tentò di avvelenarlo con quello “profumo” dei suoi formaggi! BRICIOLA che diventa offeso, l'afferra i due talloni e lo getta via al pavimento di una grossa botte nell'addome: Signore: io ignoro il Suo nome ma, da già, io posso dirgli che io curo un piccolo! VINTIMIGLIA, guarda a Rolando che ride alle offese reciproche e poi lui mise a turno per Briciola nel pavimento, mentre rendendolo impraticabile la caviglia e spingendolo il ginocchio con la sua gamba libera; svegliandosi degnamente lui scuote il polvere delle spalle con un fazzoletto: Come fortunato sono io! Così, quando io sarò un cavaliere - quello che non dovrebbe prendere smodatamente - io non dovrò tollerare che un “chiunque” mi saluta di fronte a Signore della Corte...

19 ~~

~

Il Gommo~

BRICIOLA, alza mettendo in ridicolo di lui: Thh! La distanza tra Lei ed un cavaliere è come di venti milli miglia! Vintimiglia sembra stupito a Rolando. ROLANDO, essendo fatto lo sciocco: Questo, io già l'ascoltai... Ma ora: è al superlativo! a Briciola: mi piace Lei millantatore! Quale è il Suo nome? La Sua occupazione? E Cosa fece in quel ruscello? BRICIOLA, mentre inclinandosi: ...Il mio nome è Briciola “Del Pane”: (sono di Rancida Aristocrazia). VINTIMIGLIA, a parte: Al momento: lui è solamente di rancido pane! BRICIOLA, mentre continuando: ...Ed io sono gentiluomo di campagna dil Signore “Yannick Le Gun De Bretagne”... conosce: Sì, io ò conosciuto quello gigante... ROLANDO, fa un'espressione che indica che lui lo

VINTIMIGLIA, a parte: ...Alcuni “Cavaliere di Arrugginita Armatura”, difensore della “Ninfa Vedova" e del "Ruscello Orfano”, io immagino... BRICIOLA, mentre concludendo, confuso: E... Cantarelli! Bene... è che... Io volli commettere suicidio... ROLANDO, sorpreso:
20 ~~

~

Il Gommo~

In un ruscello? Corruga il cipiglio: E che del Suo Signore? Cercò di abbandonarlo, senza più? Lui sguaina la sua spada della sua guaina di terra. BRICIOLA, mentre sorgendo le mani che lui stringe la mano di fronte alla spada: No, no, no, Signore! Io La conterò in strada che storia misteriosa, ma sa da siccome io lavorai solamente da virtù del Principio: “Ab verbis ad verbera” e “ Abyssus abyssum invocat”... una parola: Ah!... in tono basso a Vintimiglia: Cosa disse?... ROLANDO essendo d'accordo, senza avere capito

VINTIMIGLIA a parte a Rolando: “Della parola ai colpi” e “Un abisso chiama all'altro.” BRICIOLA che ha diffuso l'orecchio, a parte: Lo sciocco sa! ROLANDO, riassumendo al suo modo la situazione, rinfoderando la sua spada dopo l'avere pulito sulla sua camicia: ...Poi Suo padrone La gettò via nel ruscello per fornire di punta di calci... non: “Tarde venientibus, ossa” VINTIMIGLIA, aparte a Rolando: “Per quelli che arrivano tardi, le ossi” ROLANDO:
21 ~~

BRICIOLA, mentre essendo d'accordo che sì che

~

Il Gommo~

...È sicuro... Io vedo che Lei maneggia i greci con agio, e... VINTIMIGLIA, fedele e saggio lui viene vicino a lui ed interrompe la sua frase: Hum! ... E... Ehi!... è Latino, Signore... ROLANDO, andando via come lui può della confusione, mentre parlando a Vintimiglia mentre lui guarda a Briciola: Chiaramente Vintimiglia che io osservai anche la purezza del suo latino... ma con me lui avrà bisogno di più agilità nelle braccio che in la sua lingua... Ginocchioni, Briciola! Vintimiglia: gli dia una spada! E Lei, usi l'altro... A Briciola: Sono il Signore Rolando di Broceliando ed io gli istituimo il mio secondo scudiero... lo diffonde la spada: “Cave ne cadas!” VINTIMIGLIA, sorridendo a Briciola, mentre lui

BRICIOLA: Che io mi riservi di non cadere? Perché? Rolando lo colpisce con la schiena della spada dietro ai ginocchia e lui lo scopa del pavimento, mentre eseguendo lo stesso colpo con Vintimiglia, immediatamente più tardi. BRICIOLA: “Cuique suum!”: Ad ogni uno la sua quota! Ambo l'attacco Rolando con colpi sincronizzati e questo si diverte finché lui smantella simultaneamente ad ambo. ROLANDO, malinconico a Vintimiglia: Lei sia corretti Vintimiglia... Io sto perseguendo ad un'ombra.
22 ~~

~

Il Gommo~

BRICIOLA in tono basso a Vintimiglia: Di che parla ? VINTIMIGLIA, felice: Finalmente, Signore! I miei piedi lo ringraziano! A parte Briciola, mentre Rolando seppellisce la spada e lui è esso guardando:... noi stavamo perseguendo una donna durante una settimana... quando vedendo che svolte di Briciola pallido, pietrificato: Cosa succede Lei? BRICIOLA: Una... Una Donna? VINTIMIGLIA, confidente: ...Per essere franco: un vero incubo (lui mima) con forme di femmina. BRICIOLA, per lui: Sarà possibile?... A Vintimiglia: E come lei era? Potrebbe descriverla? Emer entra. VINTIMIGLIA, mostrando ad Emer con

indifferenza: ...Qualche cosa simile a quello che Lei vede là.

BRICIOLA, mentre diventando pallido: Il Fantasma! VINTIMIGLIA, riconoscendo lei:

Il Mostro! ROLANDO, scoprendola a turno:
23 ~~

~
piedi.

Il Gommo~

La mia Regina! La testa piano inclinato, lui si inginocchia in giù ai suoi EMER, a Rolando: Cavaliere Rolando, finalmente Lei ha capito... Quello che mi cerca, non mi trova mai, e quello che non, lui mi ha al suo lato. ROLANDO, essendo d'accordo: ...Lei è la Madre delle Nazioni... VINTIMIGLIA: ...Una madre possessiva che spesso affoga la sua procreazione contro il suo petto. BRICIOLA: ...E gli altri tempi lei permette loro di fare che mancanza, e loro affogano anche poi, ma nelle loro contraddizioni. ROLANDO, carezzandolo la faccia: ...Lei è l'arma suprema del Re. VINTIMIGLIA: ...Per opprimere alle popoli. BRICIOLA: Bene, qualsiasi cosa grande è fatto senza le ingiustizie sociali... EMER, malinconicamente: Ma piccolo io posso, se il Re muore...

24 ~~

~

Il Gommo~

ROLANDO, intrigò: Certamente! Ma, che pericolo la nostra Altezza potrebbe minacciare? lui ha perso sua moglie e loro rapirono sua figlia del Convento di Chanteclair... EMER, profetico: ...Avere spavento alla Morte. ROLANDO: Precipitare di Signore ad villano? VINTIMIGLIA: “Aquila non capit muscas” BRICIOLA, mentre traducendo: “L'Aquila non caccia mosche.” E se lui lo fa: Chi porteranno cura al Nido Reale dei vili serpenti? EMER, elevando l'occhiata: Signore Rolando, Lei già sa a dove andare... Lei fa che lei va via. ROLANDO, affondato nei suoi pensieri oscuri: Io lo seppi sempre... VINTIMIGLIA: ...Ed io anche... BRICIOLA: ...Da quando i miei occhi precipitarono su lui...
25 ~~

~

Il Gommo~

EMER, prima di scomparire:
Signore Rolando, ricordi: non sottovaluti il Suo nemico... Lei scompare. Rolando guarda a Vintimiglia e poi Sbriciolare, come considerando il loro valore; loro sguainano come un proprio uomo: TUTTI: Alla Corte! Rolando va via. BRICIOLA: “Si vis Pacem, parabellum.” Lui va il pollice dalla gola. Lui va via VINTIMIGLIA: “Se Lei vuole la pace, prepari la guerra.” Lui va la spada dalla gola e lui costituisce una smorfia il taglio che produce tale espressione inconsiderata. Lui va via poi, mentre andando la mano dall'emorragia di ferita.

*
SCENA 4 Arachnina e Borsa di Sangue appaiono. ARACHNINA: Diceme, Borsa di Sangue: non La stanchi quella vita che Lei prende a costole mie? Sentire mattina e notte il mio debitore, implorarmi il Suo bacato pane, piangere per un letto indegno, aprire sulle vene per una gonna misera e servirmi ad ogni colazione mezza figliata della Sua danneggiata sangue?

26 ~~

~

Il Gommo~

Borsa Di Sangue, indifferente: Quando Lei mi rapì, Sig.ra Arachnina: In che condizioni ero, ricorda? ARACHNINA, sputando con disprezzo: Come dimenticare quel luogo? BORSA DI SANGUE: Ad ogni atto che io ho fatto, loro lo conferio lo stesso nome; Come era, già? Lei graffia dietro all'orecchio. ARACHNINA: Pecchi! BORSA DI SANGUE: Quello! Pesci! Ogni piatto che io ho mangiato, prima dovrebbe provare quello sbavando tino... ARACHNINA: Pievano pio! Borsa di Sangue... pievano pio! BORSA DI SANGUE: Ecco... e strapazzare Rosario... ARACHNINA, correggendo: Pregare il Rosario. BORSA DI SANGUE: Quello stesso! E dare grazie a... Come si chiamò quello spudorato veccio?

27 ~~

~

Il Gommo~

ARACHNINA, meccanicamente: “Idio che è nei Cieli.” BORSA DI SANGUE: Ecco!... E se alli pievano tino si fosse accaduto di riempirmi con Sacro Liquore... ARACHNINA, intrigò: ... A “ingrossarLa” Lei volle dire? BORSA DI SANGUE: Sì - senza cibo -, poi io dovrei nascondere il bambino tra due muri... ARACHNINA, compassionevole: Che spreca di sangue! BORSA DI SANGUE: Lei, Signorina Arachnina, almeno mi lascia vederli... ARACHNINA, archiviando le unghie: Sì, io li ho a vista. BORSA DI SANGUE: Loro sono così belli, i miei bambini, appendendo del tetto per i piedi. ARACHNINA, spiegando: È così che loro non sono visti così impallidisce. BORSA DI SANGUE:
28 ~~

~
I veri bambini avvolsero in seta...

Il Gommo~

ARACHNINA: Noi lo diciamo anche comunemente: “Ragnatela.” BORSA DI SANGUE: E loro non sono ascoltati durante tre giorni piangono dietro ai muri... ARACHNINA: No, Se nessuni sospiri li lasciano! BORSA DI SANGUE: Quindi là Lei mi vede: “Contenta”... lei fa una smorfia verso il pubblico. ARACHNINA: ...Senza Convento; un poco sottile, che sì! BORSA DI SANGUE: Bene, è che io non sono più così attraente... ARACHNINA, deluse: ...Ed io quello volle sposarsiLa al Re... BORSA DI SANGUE, sorpreso: E non che Lei volle cacciarlo Lei? ARACHNINA: Quello stesso dico io, Lei potrebbe essere per lui una buona partita...
29 ~~

~

Il Gommo~

BORSA DI SANGUE, a parte: ...Di taroccati dadi. ARACHNINA: ...E noi avremmo molto di guadagnare... BORSA DI SANGUE, a parte: ...E lui: tutto di perdere... Yannick gobbo che ascolta senza essere visto entra. ARACHNINA, ricordando: Ah! Se Abimaël non avesse dimesso noi! Lui era così generoso con me... BORSA DI SANGUE: E anche con me! ARACHNINA: Lui mi diede così molto di mangiare! BORSA DI SANGUE: Ed a me così molti bambini! ARACHNINA: ...Finché pressocché lui asciugò la sua gobba. BORSA DI SANGUE: Lui fu annoiato quel giorno.
30 ~~

~

Il Gommo~

ARACHNINA:
Lui disse che ci mancò l'ambizione... BOSA DI SANGUE: Che non potesse seguire così la cosa, di mangiare su fra noi... ARACHNINA: ...Che era necessario prendere il potere. BORSA DI SANGUE: ...E così mangiare su agli altri con l'aiuto della Legge... ARACHNINA, malinconico: ... In quello che sarà ora il suo progetto? Abimaël: Più vicino di essere completato che lui non era mai, Arachnina! YANNICK-CALSTEMOR, con la voce di

ARACHNINA, tentando di riconoscerlo: Ab... Abimaël? Borsa Di Sangue, imitandola: Pa... Padre dei miei orfani? YANNICK-CALSTEMOR: Io essere Calstemor di Persia, Signore di Medio Oriente. La Voce di ABIMAEL:
31 ~~

~

Il Gommo~

No, Lei è il balordo che è quieto e solamente parla quando qualcuno gli dice! YANNICK-CALSTEMOR, protestando: E cosa? Forse io non comandare? La Voce di ABIMAEL: Siiiiiii! Lei comanda qui, Calstemor! Ma Lei parla quando dico io! YANNICK-CALSTEMOR: AAAHHH... La Voce di ABIMAEL, ad Arachnina: Arachnina, tempo è arrivato per già andarlo dove sappia, mi seguirà? ARACHNINA, risoluto: Fino a la tomba. La Voce di ABIMAEL, Insaccare di Sangue: E Lei? Borsa Di Sangue, facendo una smorfia: ...Fino Al cimitero solamente. La Voce di ABIMAEL, ad Arachnina: Lei, Lei sarà la moglie nuova del Re... A Borsa di Sangue: e Lei, il conforto e la sostituzione della sua dispersa figlia. A Calstemor: E, Lei comanda qui ! Sig. Calstemor, dopo che tre notti passarono con Arachnina, non sarà andato via al Re più di abdicare alle nostro favore... Bene... Suo!! E poi... Eh,Eh,Eh! Lei già sa! AMBO:
32 ~~

~
Siiiiii!

Il Gommo~

La Voce di ABIMAEL: Camminando! Loro escono tutti, a parte Borsa di Sangue che fa che lei li segue ma si BORSA DI SANGUE: Quando finirà questa tortura, Oh Dei? Fino a quando io sarò il “borsa di sangue” di un demone vampiro e la moglie del suo brutto spirito? Lei guarda al cielo: Come è difficile servire quando uno percipe che noi siamo nati per comandare! Lei abbassa la testa: E quel cavaliere che il gommo domina... Che nobile portamento... La Voce di ARACHNINA: Borsa di Sangue! BORSA DI SANGUE: Io già vado! Al pubblico: conquisterà il mio nome! E.. lei sogna: forse più... Lei va via.

ferma.

*
Scena 5 & Finale.
Nella Corte di Raimondo Ricercar, questi (Rolando travestirono,) si è seduto sul suo trono; una guardia entra (Briciola travestì) quell'inarca di fronte a lui: Il GUARDIA: Un gentiluomo che dice di chiamarsi Calstemor di Persia, e che loro accompagnano un morto travestì di vivo ed un vivo travestì di morto, osa cercare di interrompere il Suo pisolino, Altezza, per un “Importante Questione” secondo lui...

33 ~~

~

Il Gommo~

RAYMUNDO RICERCAR: Dica al gentiluomo che uccide a sua gobba se lui vuole essere Re, al morto: che lei lascerà la vita se lei osa entrare, ed al vivo: che lei lascia al morto se lei vuole regnare. Il GUARDIA, archi: I Dei mi danno il valore per non balbettarlo... “Mors ultima ratio”... Lui va via. Raimondo Ricercar sguaina la sua spada, lui lo mette un copra di manifesti e lo pianta ai mezzi della stanza, nel pavimento; poi, lui ritorna al suo trono e si siede gli occhi chiusi. Yannick-Calstemor entra. YANNICK-CALSTEMOR, con la voce di

Abimaël: Come rapido fece Calstemor nell'eseguire quello altezzoso guardia! Siiii! Lui Più veloce di un uccello di preda! sua voce: Sì... essere pane mangiato, ma lui... uccidere Arachnina prima... La Voce di ABIMAEL: ...E l'altra guardia scappò con Borsa di Sangue, ma non cura: Qui è il Re, come una frutta matura che La gioca per raccogliere. AMBO: Ehi, Ehi, Ehi! Yannick lecca i labbra. Lui si prepara a venire più vicino segretamente al Re: YANNICK-CALSTEMOR, senza riposo: Questo essere troppo facile... lui scopre la spada e lui immobilizza. YANNICK-CALSTEMOR, con un dubbio nella

34 ~~

~

Il Gommo~

La Voce di ABIMAEL: Cosa succede, Calstemor? Ha paura? YANNICK-CALSTEMOR, scuotendo la testa: Quella spada... La Voce di ABIMAEL, beffando: Cosa ha? YANNICK-CALSTEMOR: ...Essere del Re, e lui... mai dividere con lui... La Voce di ABIMAEL: Superstizioni! Lo prenda e lo decapiti! manifesti: ...Avere qualche cosa scritto... La Voce di ABIMAEL, all'improvviso interessò: Legga ad alta voce quello che dice! YANNICK-CALSTEMOR, leggendo: “Io apparterrò all'uomo che saprà come scartare la sua gobba.” Lui è malinconico:... Essere la seconda volta che sentire quello: Cosa volere dire? La Voce di ABIMAEL: ... che il Re è la Sua gobba e Lei regnerà se Lei lo decapita! YANNICK-CALSTEMOR, scopre il copra di

35 ~~

~

Il Gommo~

Yannick-Clastemor l'afferra dubbioso. La Voce di ABIMAEL, impaziente: Cosa aspetta Calstemor? Esegua! Emer entra in silenzio e lei cammina verso lui; YannickCalstemor è ipnotizzato. YANNICK-CALSTEMOR: ...Lei... Lei ritornò verso me... Emer passa al suo lato senza fermarsi e lei localizza al lato del Re. YANNICK-CALSTEMOR, ad Abimaël: No ; Se essere... Se appartenere al Re... Di chi più ad essere? La Voce di ABIMAEL: Idiota! Cosa dissi Le? Lei può essere Suo, Calstemor! Solamente con l'alleviando il Re della loro testa! E lui sta dormendo! YANNICK-CALSTEMOR, negando con la testa: No! Ora capire... il Re essere... morto... E non decapitandolo mettere di un Re... mentre sorridendo: Contenuto di sentirLa esso dire! Lui viene vicino a lui e lui lo prende la spada delle mani:... Un Re può morire, ma la Regalità non morrà mai! Ma lei non entra con nessuno, e Lei Calstemor! È sicuro di essere all'altezza? Guardi quello con quella gobba Lei degrada al trono... La Voce di ABIMAEL: Calstemor trascura! Io so come degradando alla moltitudine intera, poi nessuno osserverà la Sua gobba.
36 ~~

RAYMUNDO RICERCAR apre gli occhi,

~

Il Gommo~

RAIMUNDO RICERCAR: Interessante! E come Lei farà codesto, gobba dotò della parola? La Voce di ABIMAEL: Lei comanda qui , Calstemor! GlieLa parli! YANNICK-CALSTEMOR, timidamente: Lui avere... avere il segreto per dominare le Anime... RAIMUNDO RICERCAR, a parte: Sì davvero! A Yannick-Calstemor: Sì, ah? Dominare alle Anime? E come fa? La Voce di ABIMAEL: L'interessa? RAIMUNDO RICERCAR, simulando: Come non! Io darei questa spada a chi io fui addestrato tale arte! La Voce di ABIMAEL: Lei comanda qui ! RAIMUNDO RICERCAR: Certamente... YANNICK-CALSTEMOR, protestando: Ed io che?

37 ~~

~

Il Gommo~

La Voce di ABIMAEL: Lei, sia quieto! Al Re: la Sua Signoria, Venuta più vicino! Questo Non si dovrebbe sentire da nessuno... RAIMUNDO RICERCAR: Io sono tutti Suo... Lui si avvicina. La Voce di ABIMAEL: Più vicino, Signore mio... RAIMUNDO RICERCAR fa due passi: Così? La Voce di ABIMAEL: Similmente. Mi dia Suo indietro, Lei comanda qui! RAIMUNDO RICERCAR, perse: Ahah... Così segreto esso la cosa è che né i miei occhi possono vedere quello che il mio uditi ascolto? La Voce di ABIMAEL, sentenzioso: Nessuno che ha visto tale segreto ha conservato poi il potere di vedere. parte: ...Così orrendo era quello che videro i suoi occhi... Alla gobba: Se è così... La Voce di ABIMAEL, in tono basso a Yannick: RAIMUNDO RICERCAR che accade svolta, a

38 ~~

~

Il Gommo~

Voltati balordo, che qui io trovai aorta più nobile ed più giovane sangue... Yannick - Calstemor rispetta, poi la gobba viene via dalla sua schiena con una lacerazione e lui cerca di tenere su al Re, ma questo è più rapido e lui l'evita alla stessa durata che lui l'attraversa con la spada spalancata. RAIMUNDO RICERCAR, allentando l'elsa della spada: Lei lo vinse a Lei, veramente quella spada... È possibile che con questo metodo io domino davvero a delle Anime, ma Lei dovrebbe riconoscere quello solamente loro saranno Anime vili o che loro blandiscono, con verbosità profusa, pesti di adulatori del Suo genere... ABIMAEL, accalcandosi insieme ancora il torace attraversato dalla spada, a Yannick che è pietrificato: Cosa aspetta, stupido? Non vede forse che loro hanno attaccato Suo padrone a tradimento? Lui lo mostra l'elsa: lo Prenda e lo finisca! torace dell'Abimaël: Come strano! Io sento che loro mi hanno alleviato di una barzelletta enorme... ABIMAEL, eruttando sangue: Sì! E presto loro L'allevieranno della vita, se non... -lui dubita -... non uccidere quel traditore! Re: AAARRGR! RAIMUNDO RICERCAR, evitando: Non è forse meraviglioso, tale libertà di movimento? Lui viene vicino a lui-affrontare con faccia - e lui schiaffeggia nella sua faccia. YANNICK-CALSTEMOR, stordito attacca di nuovo ma con più impulso: Sì... Sorpreso, trasportando la spada: Sì! Incredibile! Lui l'attacca di nuovo.
39 ~~

YANNICK-CALSTEMOR, sguainandolo del

YANNICK-CALSTEMOR, getta un affondo al

~

Il Gommo~

RAIMUNDO RICERCAR, evitando ogni colpo alla stessa durata che lui eleva le braccio come essere mostrato irraggiungibile; ad ogni attacco lui ritorna inesorabilmente, affronti affrontare: Non ricorda forse tempi in che Lei godè dello stesso potere senza controllo? Nuovo Ceffone. YANNICK-CALSTEMOR, moltiplicando le

tecniche, come ricordandoli: Veramente, Sì! Io recupero qualche cosa... Lui sorride.

RAIMUNDO RICERCAR, affronti affrontare: In che quello che Lei decise non fu sottoposto più che all'esame di coscienza Sua? Un altro schiaffeggia ed evita. YANNICK-CALSTEMOR, di più in più stordito: Era così... Sì! Effettivamente! RAIMUNDO RICERCAR, di fronte a fronte: In quello Lei sia “Yannick Legun de Bretagne”, Uomo libero e Cavaliere della Corte di Raimondo Ricercar, e non “Calstemor” il tatto fatto servitore inferiore e servile di un gommo - Lui l'indica - tirannico, né il eterno debitore di un vile creditore? Lui tenta lo schiaffeggi nella faccia, ma ora Yannick lo rende impraticabile malinconico; il Re sorride mentre il gommo - il pugnale disponibile - disegna vicino lui dalla schiena. YANNICK, ritornando in se: Yannick? Lui corruga il cipiglio: Questo è io! “

getta una pugnalata per decapitarlo ma il Re bilancia verso un lato ed il gommo è chi -pugnale su alto - perde la testa che precipita e rotola per il pavimento. Raimondo Ricercar prende la barba ed il baffi falso e lui viene non fatto dello strato: appare Rolando di Broceliando, mentre sorridendo:

Yannick Legun ole Bretagne!” Lui lo

ROLANDO:

40 ~~

~

Il Gommo~

Ed io: il de di Rolando Broceliande: Nelle mie braccio, fratello! YANNICK che piange della felicità: Rolando! Lei, qui? Loro abbracciano l'un l'altro ridendo. ROLANDO: Finalmente, noi eravamo stati capaci farLa ritorno in Lei... YANNICK, sorpreso: “Noi?” louder: Briciola! Briciola entra accompagnato per “Borsa di Sangue” vestì di principessa e Vintimiglia. ROLANDO, mostrandolo: Là lui è: Gentiluomo di campagna più prezioso Lei non troverà né in cento anni: lui Osò affrontare suo Signore e la sua Rabbia, salvarlo del Demone che Lei vede là. Come per Lei, Vintimiglia: io Vedo che Lei rubò da un grande tesoro ad artigli che non l'avevano allentato ma con la morte... Lui dirige le sue parole alla principessa: Anche se io La riconosca, Lei è i Principessa Eowin, figlia del defunto sovrano: Raimondo Ricercar... EOWIN, inclinandosi: È così, Signore Rolando. Lei si volta verso Yannick, degno ed un poco terribile: Ma... Lei non teme qualsiasi cosa, Cavaliere Yannick: io non sono stata mai la moglie del gommo, e lui dormì sempre... lei sorride:... con un morto... Rolando vede che il gommo si sveglia del pavimento e lui raccoglie la sua testa prima di scomparire della scena.
41 ~~

ROLANDO, essendo d'accordo mentre lui chiama

~

Il Gommo~

YANNICK, incredulo di fronte alle parole della principessa: E quelli bambini che... Rolando si eclissa discretamente e lui scompare dopo la stampa del gommo. EOWIN, sorridendo: Cricchi! Che io elevai in un giardino segreto. Quelli due: loro non hanno guardato mai attentamente ad un ragazzo... YANNICK, ridendo stupito: Incredibile! A Rolando: E... come morì... lui osserva la sua scomparsa:... il Re?... VINTIMIGLIA, corone disponibile: Altezza, non ha capito forse che il Re non muore mai? Lui lo mette la corona sulla testa; Eowin, Briciole e Vintimiglia si prostrano di fronte a lui. EMER che viene vicino a lui: Per quanto concerne Signore Rolando, è andato via dopo la stampa di quelli due Mali eterni che sono: L'Uguaglianza ed il Risentimento. Lei si volta verso la principessa: Eowin: Suo padre volle che Lei fossi la moglie del più buon Cavaliere... YANNICK modestamente: ...Io trovo Rolando il più appropriato di noi... VINTIMIGLIA, negando alla stessa durata con la testa che lui li fa prenda della mano: Lo dimentichi! Il mio Signore mi ha detto sempre: Vintimiglia! Se Lei deve scegliere tra una donna ed una gobba: Intraprende la gobba! La donna troverà sempre bene, la forma di intraprenderLa!

42 ~~

~
Vintimiglia.

Il Gommo~

E tutto di ridere. Loro vanno via, i soggiorni di VINTIMIGLIA:

Acta est Fabula! Lui si inclina e lui va via. Briciola ritorna.
BRICIOLA: La Commedia ha finito! Lui si inclina a turno, e lui anche va via.

*
Christian Talarico. B.

43 ~~

Sign up to vote on this title
UsefulNot useful