P. 1
Svegliati e Datti Una Mossa! - Come Vincere la Pigrizia e Ritrovare La Motivazione

Svegliati e Datti Una Mossa! - Come Vincere la Pigrizia e Ritrovare La Motivazione

|Views: 959|Likes:
Published by Matteo Mainetti
Piccolo, pratico e semplice manuale per capire i meccanismi della mente quando si tratta di attivarla e svegliarsi. Impara le strategie per essere sempre motivato in quello che fai. La pigrizia e la demotivazione hanno sempre un motivo di esistere. Una volta compreso, potrai finalmente vincere la pigrizia ed essere motivato per raggiungere i tu obbiettivi.
Piccolo, pratico e semplice manuale per capire i meccanismi della mente quando si tratta di attivarla e svegliarsi. Impara le strategie per essere sempre motivato in quello che fai. La pigrizia e la demotivazione hanno sempre un motivo di esistere. Una volta compreso, potrai finalmente vincere la pigrizia ed essere motivato per raggiungere i tu obbiettivi.

More info:

Published by: Matteo Mainetti on Jan 10, 2012
Copyright:Attribution Non-commercial

Availability:

Read on Scribd mobile: iPhone, iPad and Android.
download as PDF, TXT or read online from Scribd
See more
See less

09/12/2013

pdf

text

original

www.inconscio.

net

::: 1 :::

Sono Matteo Mainetti, autore di Manager della Mente edito da Bruno Editore e di altri ebook che trovi sul mio sito. Dopo anni di studi, ho riassunto e sintetizzato tutto quello che ho imparato su come usare al meglio la mente umana in 15 leggi fondamentali che puoi trovare qui. Se quando ti svegli alla mattina non riesci a pensare ad altro che dormire, ti senti pigro e demotivato, quello che stai per leggere cambierà sicuramente il modo in cui ti senti, la tua energia interiore e il tuo modo di fare.

La Pigrizia come Fonte di Guai
La pigrizia è il rifiuto dell'Azione, la mancanza di entusiasmo per la vita che stai vivendo. Come ogni tratto caratteristico della personalità, la pig rizia ha una radice nell'inconscio, ossia è un atteggiamento che genera comportamenti in modo automatico, che sono difficili da gestire. Alcuni studi rivelano che i pigri hanno principalmente tre modi di giustificare la loro assenza di intraprendenza, infatti per loro l'azione può essere: 1. Rischiosa 2. Inutile 3. Immorale A lungo andare, questa passività, può provocare vari disagi come: Sovrappeso Ansia Ipocondria Insonnia Perdita di desiderio sessuale Perdita di relazioni sociali
www.inconscio.net

::: 2 :::

- Incapacità progettuale Hai intenzione di sentirti in questo modo o vuoi trovare la giusta carica ogni giorno? Se vuoi evitare che la pigrizia ti faccia vivere ben al di sotto delle tue potenzialità devi riprogrammare la tua mente inconscia in modo da prendere in mano la situazione. Le cause profonde del tuo modo di comportarti possono essere: - eccessiva comodità - eccessivo lavoro - bassa autostima Guarda dentro te stesso e scopri qual'è la vera causa che diminuisce la tua motivazione inconscia di agire. Quello che chiamiamo inconscio è la parte della mente sulla quale non hai un controllo diretto. Contrariamente alla leggenda secondo cui noi umani sfruttiamo solamente il 5-10 % delle potenzialità della nostra mente, la verità è un'altra. Utilizzamo sempre l'intero cervello, ma abbiamo il controllo solo una piccola parte, ovvero quel 10%. Sorprendente, vero? Ancora più sorprendente è che la maggior parte delle persone pensa di agire in conseguenza delle proprie decisioni. La verità è che i nostri comportamenti sono spesso governati dalla mente inconscia e solo dopo aver agito diamo delle giustificazioni razionali alle nostre azioni. Quindi imparando a gestire correttamente quel 10% della tua mente che è sotto il t uo dominio, potrai influenzare anche
www.inconscio.net

::: 3 :::

la tua mente inconscia per ottenere quello che desideri veramente, che sia un problema da risolvere, un cambiamento del tuo carattere o un risultato da raggiungere.

Ti Racconto La Mia Storia
Da ragazzo, fino a pochi anni fa, la gente, soprattutto i miei genitori mi dicevano che ero pigro. Mio papà in particolare mi descriveva come un ragazzo "molle". Quando dovevo fare dei lavori li facevo da svogliato, senza impegno, con malavoglia e senza entusiasmo. Alla mattina era un incubo. Facevo di tutto per prolungare il sonno arrivando al limite di avere solo il tempo materiale di vestirmi e correre per andare a lezione. Arrivando comunque in ritardo... Ad un certo punto mi sono detto che così non poteva continuare. Volevo capire esattamente la causa di questo mio stato di passività generale, per poi capire come vincere la mia pigrizia e diventare più attivo. Dopo aver riflettuto molto e letto alcuni libri mi resi conto di una cosa che mi fece cambiare letteralmente modo di vedere le cose. E questa cosa era che... Mi ero Fatto Trascinare nelle Scelte, nelle Cose da Fare, Non davo il mio Parere e Seguivo solo gli Altri Quello che avevo capito è che facevo una vita da passivo, assecondando le scelte degli altri, facendomi sempre andar bene tutto, facendo quello che era meglio per gli altri, senza fare scelte per me stesso.
www.inconscio.net

::: 4 :::

La conseguenza di questa passività è la pigrizia. Più avanti scoprii anche che la pigrizia o la "mollezza" sono date dalla mancanza di Motivazione. Infatti quando si è pigri, non lo si è per tutto. Ci sono cose che ci motivano e cose che non ci interessano e quindi non siamo portati a fare. Fondamentalmente quando sei pigro è perché pensi (consciamente o inconsciamente) che la cosa che stai facendo non ti porterà alcun beneficio o non soddisferà alcun tuo bisogno. Ma che cos'è la Motivazione? Quella forza in grado di farti alzare dal letto alla mattina o di farti rimanere incollato facendoti sentire pesante come un macigno? Da Cosa Esattamente Siamo Spinti all'Azione?

La Motivazione ad Agire
Il termine Motivo deriva da muovere, ciò che ci spinge, che suscita a fare, un impulso. Motivazione significa quindi lo stimolo che porta all'azione. La motivazione può essere consapevole o inconsapevole, ovvero creata da processi interni alla tua mente inconscia. Molto spesso le persone non sanno da cosa sono spinte a compiere certe azioni, a creare certe abitudini perché sono azioni che rispondono a delle motivazioni inconsce, che solo un bravo psicologo è in grado di capire, come per esempio dei desideri repressi o un disagio emotivo.

www.inconscio.net

::: 5 :::

Ci sono varie teorie che cercano di spiegare da quali fattori siamo spinti ad agire. La scala dei Bisogni di Maslow, pubblicata nel libro Motivation and Personality del 1954, è la suddivisione in 5 livelli di bisogni inconsci dell'uomo, il quale si realizza passando gradualmente attraverso ciascuno di essi: 1. Bisogni fisiologici (fame, sete, ecc.) 2. Bisogni di salvezza, sicurezza e protezione 3. Bisogni di appartenenza (affetto, identificazione) 4. Bisogni di stima, di prestigio, di successo 5. Bisogni di realizzazione di sé (realizzando la propria identità e le proprie aspettative e occupando una posizione soddisfacente nel gruppo sociale). Queste necessità fanno parte della natura dell'uomo e sono una sua caratteristica intrinseca. I bisogni fanno parte dell'inconscio dell'uomo e sono quelli che danno la spinta all'azione. Dietro ogni singola azione umana esiste una motivazione e la scala di Maslow è un buon modello per descrivere gran parte di esse.

Quindi la Motivazione secondo Maslow è Causata da uno o più Bisogni Inconsci.
Esistono altre teorie sulla motivazione umana, ma tutte si basano su un presupposto fondamentale, che quando l'ho veramente capito, mi ha cambiato profondamente il modo di vedere le cose:

Per avere Motivazione ci Vuole un Risultato da Ottenere.
www.inconscio.net

::: 6 :::

Un obbiettivo da raggiungere, un desiderio da realizzare, un bisogno da soddisfare, chiamalo come vuoi. Anthony Robbins, il più famoso "motivatore" americano, che tra i vari ruoli è stato consigliere di Clinton e coach del grande tennista Andrè Agassi, spiega come ogni nostra azione è compiuta per andare verso il piacere o per allontanarci dal dolore (concetto espresso per la prima volta in termini psicologici da Sigmund Freud). Quando ti capita di rimandare una cosa da fare, ad esempio una telefonata importante, lo fai perché ti provoca "dolore", perché tu hai associato inconsciamente dolore ad essa, ad esempio potresti aver associato uno stato emoti vo di ansia, e quindi procrastinando (rimandando) eviti il dolore.

Pensa a Come ti Sentiresti se Riuscissi Finalmente a Agire come desideri, a Portare a Termine i tuoi Obbiettivi
Le cose a cui colleghi piacere e dolore indirizzano le tue azioni, motivandoti ad agire verso il piacere e via dal dolore.

Quindi il trucco è associare piacere, ossia trovare dei vantaggi per te, con quello che devi fare.
Pensa per esempio a qualsiasi cosa che non hai mai voglia di fare ma che per qualche motivo esterno devi fare e concentrati sui vantaggi che essa ti porterà, o sulle cose negative che ti farà evitare. Vedrai che cambierai totalmente il tuo punto di vista su qualsiasi situazione!

www.inconscio.net

::: 7 :::

Bene, ora hai capito che sei motivato quando hai una meta da raggiungere e associ piacere ad essa. Ma che cos'è che motivazione ad agire? lega tutti i modi interpretare la

Cosa c'è in Comune tra il Piacere, il Dolore, l'Aspettativa, il Desiderio?

Il vero carburante che ci spinge ad agire: l’Emozione
Emozione deriva da emovere, smuovere e aggiunge forza alla parola azione alla quale è unita.

Qualsiasi azione ha inizio con uno stato d'animo, che in una persona inizia a formarsi con un bisogno, un'aspirazione o un risultato da raggiungere.
Soprattutto le azioni per un cambi amento, che sono le più difficili da compiere perché, facendo sempre in un certo modo, il cervello ha rafforzato le reti neurali riguardo ad azioni che compi abitualmente, creando in questo modo dei comportamenti inconsci, ossia automatici. Eliminando questi circuiti neuronali e ricostruendone di nuovi riuscirai a cambiare la tue abitudini, trovando la forza di agire con la motivazione.

"Le persone non sono pigre, hanno semplicemente obiettivi poco stimolanti"

www.inconscio.net

::: 8 :::

dice Antony Robbins. La pigrizia non esiste, è solo mancanza di motivazione, di stimolo. Infatti non si può dire a una persona di metterci più grinta nel fare le cose se non gli si da uno stimolo in più. Anzi, dicendo a qualcuno che è pigro, svogliato, lento o molle non si fa altro che fargli credere di esserlo veramente, rafforzando in lui l'idea di essere pigro, creando una certa idea di se, una credenza. Tu sei ciò che pensi e credi di essere. Questo per il meccanismo delle suggestioni inconsce.

Quindi la voglia di fare nasce quando c'è un traguardo da raggiungere che genera un'emozione sufficientemente forte.
Perché smettere di fumare? Perché iniziare a dimagrire? Perché Decidere di Cambiare la propria Vita?

Per agire devi raggiungere la soglia emotiva, ovvero un'emozione, negativa o positiva, così grande da spingerti ad agire.
Dall’emozione passi quindi all’azione. A volte capita di agire d'impulso, l'istinto è una funzione del tuo inconscio, ma da esseri umani siamo dotati di una funzione in grado di vincere l'istinto, il tuo libero arbitrio che, se usato correttamente, ti permette di riconoscere i tuoi istinti e bloccarli con consapevolezza.

L'energia emozionale generata dall'emozione è il carburante che ci da la spinta ad agire e i l modo per poter canalizzare questa forza in modo produttivo e soprattutto continuo è avere un Desiderio.

www.inconscio.net

::: 9 :::

Dall’emozione all’azione.

passi

al

desiderio,

quindi

passi

Molte persone, fermandosi al desiderio, vivono nella frustrazione di non vederlo realizzato. Se vuoi qualcosa, devi ottenerlo. Se ti limiti a desiderarlo, sarà difficile che ti cada dal cielo.

Tu puoi Condizionare il tuo Inconscio, oppure la tua Mente Controllerà te, Facendoti Sentire Pigro e Demotivato.
Il miglior modo è l'abitudine a tenerla attiva con una meta ben precisa ed un programma d'azione altrettanto preciso. Se studiassi la vita degli uomini che hanno ottenuto il successo, troveresti che questi hanno indirizzato la loro mente inconscia verso il raggiungimento di precisi Obiettivi. Dall’emozione passi al desiderio, dal quale ottieni fiducia per creare un obbiettivo ed il relativo programma per raggiungerlo che ti porterà ad agire.

Quindi la chiave per avere una buona motivazione all'azione, evitare la pigrizia e la svogliatezza, è quella di avere un obbiettivo da raggiungere, il quale una volta raggiunto ti permetterà di realizzare un desiderio che ti appassiona, che ti da l'energia necessaria ad agire, che ti fa associare piacere alle tue azioni, anche se sono apparentemente noiose.
Qualsiasi cosa tu voglia raggiungere, devi "averla bene in mente", prima di trasformarla in realtà. In questo modo creerai un immagine solida nella tua mente e il tuo inconscio farà il possibile per aiutarti a raggiungerla.
www.inconscio.net

: : : 10 : : :

Presta attenzione però... Ho detto aiutarti a raggiungerla. Significa che canalizzerà le tue energie nella direzione giusta, ma poi starà a te cogliere i momenti giusti per agire e costruire il tuo nuovo futuro. Così è accaduto per tutte le più grandi menti della storia e accade tutt'ora per ogni azione dell'essere umano.

La Forza della Mente Inconscia
La mente inconscia, o anche tu consciamente, potrebbe gi à sapere se la cosa che stai facendo è giusta o sbagliata, se avrà successo oppure no, ma ci inganna illudendoci che stiamo facendo la cosa giusta. Per non incorrere in questa illusione bisogna allineare i nostri desideri con la mente inconscia, affidarsi all'enorme potere e intelligenza che essa nasconde. Vedrai che nuove idee per la tua vita inizieranno a venir fuori in automatico come illuminazioni, lampi di genio e le scelte che effettuerai saranno sempre pi ù coerenti e indirizzate verso il tuo obbiettivo. Ma come fare ad ottenere tutto questo?

Associando emozioni positive a quello che si vuole e negative a quello che non si vuole. Ovvero il principio della motivazione.
Per uscire da uno stato negativo, prendi la decisione di impegnarsi in qualcosa da fare.

www.inconscio.net

: : : 11 : : :

Essere impegnato in qualcosa ci da un motivo, ci tiene motivati, avere un progetto su cui lavorare, nel quale mettere le proprie energie e ricavarne energia positiva.
Quindi la motivazione è data dalle emozioni che sono l'energia che spinge all'azione.

Il rendimento della mente
La mente non funziona sempre con lo stesso rendimento, ho notato che ci sono momenti in cui la mente, pur sforzandosi di metterci tutta la concentrazione possibile, non è nelle condizioni ideali di lavorare ed è come se si rifiutasse di fare quello che si vuole fare. Questo è uno dei casi in cui la mente prende il controllo delle tue azioni, c' è qualcosa che vorresti fare ma ogni volta ti "distrai" ovvero subito ti saltano in mente altre cose da fare, magari utili, ma che poi usi come giustificazioni per non aver fatto quello che ti eri prefissato di fare o che dovevi fare. Pur mettendoci la tua buona volont à la mente non risponde come dovrebbe, non lavora come al solito, non rende. Per ottenere una risposta dalla tua mente inconscia che sia in linea con la tua volont à leggi il mio ebook Manager della Mente. Ti spiegherò esattamente come fare a realizzare tutti i tuoi obbiettivi indirizzando la forza della mente inconscia verso di essi. Nel frattempo, p er situazioni in cui ti blocchi per la pigrizia o mancanza di stimoli, ecco i tre metodi più efficaci per motivarsi.

www.inconscio.net

: : : 12 : : :

Le Tecniche Vincenti
1. “Pensare Inevitabilmente”
Poniti questa domanda:

“Come posso far si che quello che voglio sia INEVITABILE?
In questo modo ti verranno in mente delle soluzioni innovative ed estremamente efficaci. Per esempio potresti dire ad un tuo amico che se non concludi una determinata cosa gli dovrai dare un tot di soldi. A quel punto vedrai come scatterai pronto ad agire!

2. Premiati
Parla a te stesso dicendo:

“Se ti impegni in questo potrai fare quest’altra cosa che ti piace”
In questo modo, dandoti dei piccoli premi, sarai motivato volta per volta per le azioni più difficili, quelle che richiedono più sforzo.

3. Sapere sempre dove stai andando
Prendere il tuo diario (molto importante averlo e scriverci gli obbiettivi) e rileggere l'obbiettivo che riguarda l'azione per la quale vuoi motivarti. Rileggi le ragioni per le quali vuoi raggiungere l'obbiettivo.

www.inconscio.net

: : : 13 : : :

Immaginare le sensazioni che si avranno una volta raggiunto l'obbiettivo e usarle come spinta emotiva all'azione. Potrai avere dei momenti in cui nonostante applicherai queste tecniche, la tua mente non risponderà come vorresti. Momenti nei quali non riuscirai a rendere come pensavi. In questi casi è necessario fermarsi ed andare oltre, magari facendo una pausa se ti sei sforzato troppo. Scoprirai con molto piacere, riprendendo questa attivit à dopo un po’ di tempo, di riuscire ad eseguirla con facilità.

www.inconscio.net

: : : 14 : : :

“Se vuoi cambiare te stesso devi cambiare la tua vita, se vuoi cambiare la tua vita devi cambiare quello che fai di solito.” “La mente è fatta per portare a termine dei compiti ben precisi con il minimo sforzo e sei tu a stabilire quei compiti.“ Matteo Mainetti

Licenza Creative Commons. Sei libero di distribuire questo pdf a chi vuoi.

www.inconscio.net

: : : 15 : : :

Scarica il mio nuovo eBook a soli 4.99 €

È arrivato il momento in cui le persone si rendano conto di quanto le loro decisioni non siano così volontarie come si pensa. Questo porta le persone ad essere agite, non ad agire. Capire cosa spinge la tua mente a farti agire e come essa viene condizionata ti permette di ridurre questo fenomeno e di avere un maggior controllo sulla tua vita.

Acquista l’ebook nel formato PDF o AMAZON KINDLE

www.inconscio.net

: : : 16 : : :

Scarica il mio ebook gratuito

Inconscio Segreto è Il manuale che contiene le 15 Leggi della Mente, ma non solo. Infatti non è importante solo sapere le Leggi, ma anche il modo in cui applicarle. All'interno troverai tanti esempi per applicare le Leggi della Mente in modo positivo, per migliorare le tue performance in qualsiasi ambito della tua vita. Clicca qui per scaricarlo gratuitamente

www.inconscio.net

You're Reading a Free Preview

Download
scribd
/*********** DO NOT ALTER ANYTHING BELOW THIS LINE ! ************/ var s_code=s.t();if(s_code)document.write(s_code)//-->